Articolo
02 nov 2018

Maltempo in Sicilia, disagi sulle strade: AGGIORNAMENTO ANAS

di Mobilita Catania

Disagi sulle strade siciliane a causa del maltempo, a questo proposito il Dipartimento di Protezione Civile ha diffuso per la giornata di domani un bollettino di allerta meteo rossa valida per le province occidentali e meridionali della Sicilia. Anas ha diffuso un aggiornamento sulle condizioni di viabilità. Riaperta la statale 189 "Della Valle del Platani" a Lercara Friddi, dopo la chiusura di stamane per esondazione del fiume Platani, e la statale 644 "Di Ravanusa", precedentemente chiusa per sottopasso allagato al km 0,100. La strada statale 121 "Catanese" è stata riaperta al traffico, dopo la chiusura che si era resa necessaria in seguito ad allagamento al km 206,800, ma è stata chiusa al km 214, a Vicari, per esondazione presso ponte San Leonardo. Di seguito i percorsi alternativi da Agrigento a Palermo: uscire dalla statale 189 (bivio Manganaro) in direzione della statale 285 e percorrerla fino all'immissione in A19 allo svincolo di Termini Imerese; oppure percorrere la statale 640 e l'autostrada A19; oppure  percorrere la statale 115 in direzione Sciacca e immettersi sulla statale 624 Palermo – Sciacca: percorsi inversi per itinerario da Palermo ad Agrigento. La strada statale 118 "Corleonese Agrigentina" è stata chiusa al km 44,600 a Corleone, per frana; chiusa anche la statale 640 all'innesto con la SS 640dir, per allagamento, e la strada statale 192 "Della Valle del Dittaino" dal km 0,000 al km 45,000. Permane inoltre la chiusura, per allagamento del piano viabile, della strada statale 188 "Centro Occidentale Sicula" a Sambuca di Sicilia. Le squadre di Anas sono incessantemente in azione ovunque necessario per la gestione della viabilità e per il ripristino della normale circolazione nel più breve tempo possibile. Anas, società del Gruppo FS Italiane, raccomanda prudenza nella guida e ricorda che l`evoluzione della situazione del traffico in tempo reale è consultabile sul sito web www.stradeanas.it oppure su tutti gli smartphone e i tablet, grazie all`applicazione "VAI" di Anas, disponibile gratuitamente in "App store" e in "Play store". Inoltre si ricorda che il servizio clienti "Pronto Anas" è raggiungibile chiamando il numero verde gratuito, 800 841 148.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
03 ott 2018

La linea ferroviaria Palermo-Catania sarà veloce, ma a un solo binario

di mobilita

Durante l’audizione in Commissione Trasporti della Camera sul contratto di Programma 2017-2021 tra Ministero dei Trasporti e Rfi, l’amministratore delegato di Rfi, Maurizio Gentile, ha parlato anche del raddoppio velocizzato della Palermo-Catania-Messina, parte integrante del corridoio TEN-T Scandinavo. L'Ad Maurizio Gentile ha confermato che il raddoppio della Messina-Catania già integralmente finanziato è in una fase avanzata e presto si partirà con la conferenza dei servizi per poi passare alla fase realizzativa. Per quanto riguarda il raddoppio della tratta Palermo-Catania, esso è stato oggetto di una variante, avanzata dal Commissario Straordinario di quest'opera che coincide con l'Ad di RFI, Maurizio Gentile. Le considerazioni del Commissario partono dal fatto che tra Palermo e Catania attualmente transitano 38 treni/giorno e anche se raddoppiassero non necessiterebbero, secondo il Commissario, di una linea a doppio binario. La variante prevede quindi, nella tratta che va da Catenanuova a Fiumetorto, la realizzazione di un solo binario veloce che serva soprattutto i capoluoghi di provincia, con tempi di percorrenza di circa 1h e 56m, e il mantenimento del vecchio binario a disposizione di tutte le località attualmente toccate dalla tratta ferroviaria con i tempi di percorrenza attuali di circa 3h. La variante ha ricevuto il via libera della Giunta Regionale lo scorso 31 agosto 2017.  Solo successivamente, se ci sarà la volontà politica, potrà essere costruito il secondo binario veloce. Questa variante, secondo il commissario, consentirà di ottimizzare le spese, riducendole da circa sei miliardi a 3,5 miliardi, e anticipando la fruizione dell'infrastruttura di circa 5/6 anni. Nell'aggiornamento 2018 con la distribuzione del Fondo Infrastrutturale previsto con la Legge di Stabilità 2018, RFI ha già inserito il finanziamento integrale di questa tratta, che in quota parte è a carico dello Stato e in quota parte a carico della Regione Siciliana con i Fondi Sviluppo e Coesione per circa 900 milioni di euro.

Leggi tutto    Commenti 4
Articolo
31 ago 2018

REGIONE SICILIANA | 100 MLN per parcheggi e 45 per strade provinciali

di mobilita

Oltre cento milioni di euro stanziati dall'amministrazione regionale e finalizzati alla creazione di parcheggi di interscambio nelle Città di Palermo, Catania e Messina e nei Comuni con oltre 30 mila abitanti. Due i bandi predisposti dall'assessorato regionale alle Infrastrutture e presentati questa mattina a Catania dal presidente della Regione Siciliana, Nello Musumeci, dall’assessore Marco Falcone e del dirigente generale del dipartimento Fulvio Bellomo. Le due linee di intervento, già pubblicate sulla Gazzetta Ufficiale, prevedono lo stanziamento di 90 milioni e 800 mila euro per i tre Comuni capoluogo (circa 50 milioni per Palermo, poco più di 23 per Catania e 17,5 per Messina) e 12 milioni e 600 mila euro per i Comuni oltre 30 mila abitanti. “Questa iniziativa – dichiara Musumeci - rientra nella politica del governo regionale di sostenere gli enti locali in un’opera di riqualificazione del proprio patrimonio infrastrutturale e dotare il territorio di parcheggi di interscambio, che nelle altre città d’Italia sono una realtà, da almeno una decina di anni. Il piano parcheggi darà un’importante spinta ai Comuni in termini di servizi e vivibilità, riqualificazione urbana e riduzione dell’inquinamento”. Ad essere finanziati saranno sia i lavori di realizzazione dei nuovi parcheggi che le spese di progettazione. I Comuni avranno cinque mesi di tempo per la presentazione delle domande al dipartimento regionale delle Infrastrutture. "È un’iniziativa - ha proseguito l’assessore Falcone - che affonda le proprie radici nel 1989 con la legge Tognoli che prevedeva la realizzazione di grandi parcheggi nelle principali città di tutto il territorio nazionale. Crediamo che una migliore organizzazione della mobilità pubblica, unita anche alla riduzione delle emissioni inquinanti, possa essere non solo volano di sviluppo ma anche base per un miglioramento complessivo della vivibilità dei nostri centri ed un miglioramento della loro bellezza". L’attenzione verso il territorio passa anche per la rimodulazione dei fondi del “Patto per il Sud” per un totale di 45 milioni di euro, da destinare alla viabilità secondaria dell’Isola. In particolare, le somme saranno così ripartite: 14 milioni alla provincia di Enna; sette a Messina; sei a Siracusa; cinque a Palermo; 4,6 a Ragusa; e quattro sia a Catania che a Caltanissetta.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
17 mag 2018

Regione Siciliana, oggi la firma del nuovo Contratto di Servizio con Trenitalia: ecco tutte le novità

di mobilita

Verrà firmato oggi il nuovo contratto di servizio ferroviario per l’affidamento dei servizi di trasporto ferroviario regionale tra la regione Siciliana e Trenitalia, per un importo complessivo di euro 1.198.739.200,00. Il contratto sarà valido sino al 2026. Un passaggio determinante dopo la scadenza del contratto di servizio “Ponte 2015-2016” del 31 dicembre del 2016. Le novità, secondo l'assessore Falcone,  riguardano soprattutto l'acquisto di 38 nuovi treni da parte della Regione Siciliana nei prossimi tre anni, di cui 6 treni Pop  entro l'anno prossimo, 17 treni nel 2020 e il resto entro il 2022. Come affermato dall'Assessore regionale alle Infrastrutture e alla mobilità, Marco Falcone, intervistato da Mobilita.org a margine dell'iniziativa ANAS svoltasi a Catania, il nuovo contratto di servizio punta alla sicurezza e alla qualità e ad un amento della qualità del trasporto ferroviario puntando sulla puntualità della percorrenza con l'applicazione di sanzioni abbastanza rigide nel caso non si rispettassero gli orari previsti. A partire dal 2019 saranno consegnati alla Regione Siciliana 43 nuovi treni: 21 Pop, 5 Flirt e 17 diesel che affiancheranno i 6 Jazz già in circolazione sulle linee dell’isola dal 2016, riducendo così l’età media dei convogli dai 24,5 anni del 2017 ai 7,6 del 2021. È previsto un miglioramento complessivo del servizio: esordirà il trasporto gratuito delle bici e il Wi-fi sui treni Jazz, ma soltanto dal 2019, la somministrazione di bevande ed alimenti nelle tratte di lunga percorrenza, come la Catania-Palermo, Messina-Catania-Siracusa e la Messina-Palermo. La novità principale sarà l'aumento dei km/treno percorsi: si passerà da 9.400.000 km annui a 10.700.000 km/treno. Per quanto riguarda la tariffazione, non ci saranno aumenti per i primi due anni, mentre dal primo gennaio degli anni 2020, 2022 e 2024 è previsto un aumento del 10% dei biglietti. Riguardo il passante di Palermo, che dovrebbe aprire entro luglio, verranno previste delle tariffe vantaggiose per le famiglie numerose; anche il passante di Catania avrà un aumento delle frequenze che verranno meglio definite nei prossimi giorni. Si sta lavorando anche al biglietto integrato, nonostante la recente bocciatura in Assemblea Regionale, che consentirà di utilizzare un unico biglietto per i tutti i mezzi pubblici, compreso i treni del passante. Si tratta del primo accordo a essere sottoscritto dopo il passaggio delle competenze del trasporto ferroviario dallo Stato alla Regione. 

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
20 feb 2018

Air Malta lancia nuove rotte da Catania e Cagliari per Londra Southend e Malta

di mobilita

Air Malta lancia quattro nuove rotte e collega Malta con l’aeroporto di Londra Southend, la Sardegna e la Sicilia. Oggi Air Malta ha introdotto quattro nuove rotte: da Malta a Londra Southend, da Malta a Cagliari e voli tra Londra Southend, Catania e Cagliari. L’annuncio dei nuovi voli, che saranno operativi a partire dal 4 maggio 2018, è stato fatto oggi durante una conferenza stampa tenuta presso la sede della compagnia aerea a Luqa. Paul Sies, il Direttore commerciale della compagnia, ha così commentato: “Londra Southend è il terzo aeroporto londinese che serviamo. Si tratta di uno scalo unico, considerato il più funzionale per spostarsi da e verso Londra, grazie al treno diretto che permette di entrare in città in soli quaranta minuti. Il vantaggio più interessante è dato dall’aeroporto stesso, che consente un check-in a venti minuti, e dal quale dopo soli dieci minuti dal proprio arrivo si è già in viaggio verso Londra. Siamo certi che in questo modo serviremo un nuovo bacino di clienti che provengono da una zona più vasta nei dintorni di Londra. Oltre a questa nuova eccezionale rotta su Londra, è con grande entusiasmo che ci accingiamo ad aggiungere una nuova destinazione per chi parte da Malta. Riteniamo che Cagliari rappresenti un’importante ampliamento della nostra offerta da e per Malta, che darà la possibilità a molti abitanti della Sardegna di scoprire l’arcipelago maltese, e viceversa. Oggi, possiamo inoltre confermare la disponibilità di nuovi voli su Catania, scalo sul quale attualmente abbiamo 22 voli settimanali: un numero record da e verso l’aeroporto siculo. ” Glyn Jones, CEO di Stobart Aviation, la società proprietaria dell’aeroporto di Southend, ha aggiunto: “Siamo molto contenti di dare il benvenuto a Air Malta all’aeroporto di Southend, l’aeroporto ella capitale del Regno Unito più efficiente e a più rapida crescita. Disponiamo di strutture e servizi pluripremiati, con collegamenti ferroviari frequenti, veloci ed estremamente puntuali con la città di Londra, che siamo pronti a mettere a disposizione dei passeggeri che viaggeranno da Malta, dalla Sicilia e dalla Sardegna.” Mr. Alberto Scanu, CEO dell’Aeroporto di Cagliari ha aggiunto: “Siamo molto soddisfatti della partnership con Air Malta e siamo felici di accogliere questa importante Compagnia Aerea nel principale aeroporto della Sardegna. I nuovi collegamenti tra Cagliari, Malta e Londra Southend contribuiranno a rendere molto più vicine le nostre due meravigliose Isole del Mediterraneo ed apriranno nuove possibilità di collegamento tra Cagliari e Londra, attraverso uno degli aeroporti meglio collegati con il centro città”. Il presidente di Air Malta, Charles Mangion, ha dichiarato: “Siamo ben felici di poter annunciare oggi i nuovi collegamenti tra Malta e la Sicilia, la Sardegna e Londra Southend. Sono ottime notizie tanto per i turisti maltesi quanto per i turisti siciliani, sardi e britannici che ora hanno la possibilità di visitare tutte queste destinazioni grazie ai servizi di Air Malta. Per gestire questo programma ambizioso, stiamo leasing nel nostro decimo aereo per questa prossima stagione estiva. Un momento davvero speciale per Air Malta.” Il Ministro del turismo Konrad Mizzi ha commentato: “È un giorno importante per Air Malta e un ulteriore e importante passo avanti verso l’affermazione di Air Malta come Compagnia aerea del Mediterraneo. Come Governo siamo impegnati a sostenere la compagnia di bandiera nella sua strategia di crescita, che a sua volta contribuisce alla prosperità dei vari settori economici dell’isola. Questo è il motivo per cui siamo costantemente alla ricerca di nuove opportunità in nuove regioni e mercati al fine di migliorare la rete di Air Malta e aumentare il numero di rotte offerte dalla nostra compagnia aerea nazionale.” Ecco quale sarà l’orario dei voli: Malta (MLA) – Londra Southend (SEN) – Malta (MLA) Martedì, venerdì sabato KM182 Partenza Malta 0645 Arrivo Londra SEN 0905 KM183 Partenza Londra SEN 0950 Arrivo Malta 1410 <blockquote> Malta (MLA) - Cagliari (CAG) - Malta (MLA) Mercoledì, domenica KM186 Partenza Malta 0530 Arrivo Cagliari 0645 KM187 Partenza Cagliari 1430 Arrivo Malta 1545 <blockquote> Malta (MLA) - Catania (CTA) - Malta (MLA) Lunedì KM184 Partenza Malta 0525 Arrivo Catania 0605 KM187 Partenza Catania 1450 Arrivo Malta 1530 <blockquote> Giovedì KM184 Partenza Malta 0525 Arrivo Catania 0605 KM187 Partenza Catania 1500 Arrivo Malta 1540   Catania (CTA) – Londra Southend (SEN) – Catania (CTA) Lunedì KM184 Partenza Catania 0650 Arrivo Londra SEN 0900 KM185 Partenza Londra SEN 0945 Arrivo Catania 1400       Giovedì KM184 Partenza Catania 0650 Arrivo Londra SEN 0900 KM185 Partenza Londra SEN 0955 Arrivo Catania 1410 Cagliari (CAG) – Londra Southend (SEN) – Cagliari (CAG) Mercoledì, domenica KM186 Partenza Cagliari 0735 Arrivo Londra SEN 0910 KM187 Partenza Londra SEN 1005 Arrivo Cagliari 1340 <blockquote> I passeggeri potranno prenotare i voli tramite tutte le agenzie di viaggio in Italia, nel Regno Unito e a Malta, www.airmalta.com, tramite agenzie di viaggio online e telefonando al centralino di Air Malta al numero +356 21662211 da Malta, 0207 660 0543 dal Regno Unito e al numero 199 259 103 dall’Italia. La chiamata potrebbe comportare dei costi.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
17 feb 2018

Linea Palermo – Catania: firma per il raddoppio di binario tra Bicocca e Catenanuova

di mobilita

Firmati i contratti per la progettazione esecutiva e i lavori di raddoppio del tratto di linea Bicocca – Catenanuova, parte integrante della nuova linea Palermo – Catania. La sottoscrizione degli accordi arriva a valle della gara già aggiudicata da Rete Ferroviaria Italiana. La realizzazione del nuovo tracciato, lungo circa 38 chilometri, è stata affidata al Raggruppamento temporaneo di imprese (RTI) Salini Impregilo – Astaldi – SIFEL – CLF, per un valore di 186 milioni di euro. I lavori riguarderanno la nuova sede ferroviaria, l’armamento, gli impianti di segnalamento e telecomunicazione, le sottostazioni elettriche per l’alimentazione dei treni, la riqualificazione della stazione di Bicocca e la realizzazione di una nuova stazione a Motta Sant’Anastasia. L’attivazione di un primo binario è prevista nel 2020, mentre la fine di tutti i lavori è programmata per il 2022. L’opera rientra nel progetto di collegamento veloce Palermo – Catania – Messina ed è la prima in Sicilia tra quelle programmate con la Legge “Sblocca Italia”, percorso di accelerazione e semplificazione per la realizzazione di infrastrutture strategiche e urgenti per il nostro Paese. La realizzazione del nuovo tracciato rappresenta una fase fondamentale per migliorare i collegamenti ferroviari in Sicilia e connetterla al Corridoio ferroviario europeo TEN-T Scandinavia-Mediterraneo.

Leggi tutto    Commenti 2
Articolo
16 feb 2018

SICILIA | Anas: aggiudicati i lavori per la ricostruzione del viadotto Imera in direzione Catania

di mobilita

Anas comunica che sulla Gazzetta Ufficiale di oggi, venerdì 16 febbraio, è stato pubblicato l’esito della gara d’appalto per la ricostruzione della carreggiata in direzione Catania del viadotto “Imera”, tra le pile 16 e 22, sull’autostrada A19 “Palermo-Catania”. I lavori di ricostruzione del viadotto, che il 10 aprile 2015 fu danneggiato da un movimento franoso che ne rese necessaria la successiva demolizione, prevedono un investimento di quasi 11 milioni di euro e una durata dell’intervento pari a 570 giorni. Il nuovo viadotto sarà realizzato in acciaio, con tre campate di grande luce per uno sviluppo complessivo di 270 metri. La campata centrale da 130 metri consentirà di scavalcare la porzione del corpo di frana, mentre le due pile e le relative fondazioni, posizionate ai margini della frana, saranno dimensionate per resistere al complesso quadro geomorfologico esistente sui versanti. L’appalto è stato aggiudicato mediante il criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa, assegnando un massimo di 30 punti al prezzo e un massimo di 70 punti alla componente qualitativa, con la finalità di valorizzare pienamente la qualità delle offerte. “Quest’appalto - ha dichiarato il Coordinatore Territoriale di Anas Sicilia, Valerio Mele - conferma l’impegno di Anas per l’autostrada A19 Palermo-Catania, per la quale è previsto, peraltro, un piano quinquennale di manutenzione straordinaria per un investimento complessivo di 870 milioni di euro fino al 2020, con svariati interventi già in corso di esecuzione”. Aggiudicatario della gara è il Raggruppamento Temporaneo di Imprese Gecob srl - Colnisa Costruzioni - Bua Costruzioni srl, con sede in Catania. In calce al comunicato, le tappe che hanno permesso di raggiungere l’obiettivo. 5 maggio 2015 - Anas trasmette al Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti i progetti esecutivi di demolizione e collegamento in sede provvisoria per il ripristino della transitabilità. 18 maggio 2015 - Il Consiglio dei Ministri dichiara lo stato d'emergenza e viene nominato un commissario che approva i progetti redatti da Anas. 30 maggio 2015 - Il capo della Protezione Civile nomina un dirigente del ministero delle Infrastrutture, Commissario delegato per l`emergenza. Il Commissario si avvale delle strutture e del personale di Anas (in qualità di soggetto attuatore). 17 luglio - Ad esito delle procedure di autorizzazione ambientale e della Conferenza di Servizi, il Commissario delegato approva i progetti di realizzazione della bretella di collegamento provvisorio e di demolizione del viadotto danneggiato e dà il via libera ad Anas per l'avvio delle gare per affidare i lavori. In particolare, i progetti sono tre: 1. la demolizione della carreggiata del Viadotto Imera in direzione Catania. 2. l'adeguamento della viabilità esistente (tra cui la strada provinciale 24 dallo svincolo di Scillato fino al viadotto, lungo un percorso di circa 1800 metri). 3. la costruzione di una nuova rampa di accesso all'autostrada. I lavori, per un costo netto complessivo di 7,4 milioni di euro, sono finanziati interamente con fondi Anas. 3 agosto - I lavori sono aggiudicati alle tre imprese risultate prime nelle tre rispettive gare: Mazzei Salvatore S.r.l.; Truscelli Salvatore S.r.l.; Gecob S.r.l. 7 agosto 2015 - Inizio lavori. 10-11 ottobre 2015 - Viene eseguita la demolizione della prima campata del viadotto (lato Catania), situata tra le pile 21 e 22, che incombe sulla Strada Provinciale 24. 16 novembre 2015 - Viene aperto in entrambi i sensi di marcia il bypass e cessa l'interruzione dell'autostrada, al termine di lavori che hanno coinvolto 60 operai e 52 mezzi di cantiere, con l'utilizzo di 4.000 mc di calcestruzzo, 5.300 mc di conglomerati bituminosi, oltre 1.000 tonnellate di acciaio. 22 dicembre 2015 - Dopo le operazioni di spostamento/raddrizzamento tramite tiraggio del viadotto in direzione Catania, durate 48 ore, ne vengono demoliti oltre 200 metri. Per il tiraggio sono stati impiegati 19 mila metri di cavo d`acciaio e blocchi di tiraggio ancorati a 33 metri di profondità. Per la demolizione utilizzati 250 Kg di esplosivo. Gennaio 2016 - Avviate analisi sperimentali e cognitive, sia geotecniche che strutturali, per la valutazione degli interventi necessari alla riapertura della carreggiata in direzione Palermo che non erano eseguibili prima della demolizione del viadotto. Vengono inoltre installati sistemi di monitoraggio sia per le strutture che per la pendice interessata dal movimento franoso. Il sistema di monitoraggio, in caso di superamento delle soglie di allarme, allerta tutti i soggetti deputati alla gestione dell`emergenza. Febbraio 2016 - Avvio progettazione del nuovo tratto del viadotto Imera tra le pile 16 e 22: sarà in acciaio, con tre campate di grande luce per uno sviluppo complessivo di 270 metri. La campata centrale di luce 130 metri consentirà di scavalcare tutta la parte centrale del corpo di frana, mentre le due pile e le relative fondazioni, posizionate ai margini della frana, saranno dimensionate per resistere al complesso quadro geomorfologico esistente sui versanti. 30 aprile 2016 - A seguito della conclusione delle indagini strutturali viene riaperta la carreggiata in direzione Palermo. Il transito in direzione Palermo torna alla normalità, con l’intera carreggiata originaria a disposizione. Il traffico in direzione Catania continua ad essere deviato sul bypass, con un disagio ridotto però a pochi minuti di percorrenza in più rispetto a prima della frana. 12 ottobre 2016 - La Conferenza dei Servizi approva il progetto esecutivo per la ricostruzione della carreggiata in direzione Catania. 7 agosto 2017 - Pubblicazione del bando di gara, in seguito agli adempimenti di verifica per la validazione del progetto esecutivo e alla successiva predisposizione del bando di gara.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
14 feb 2018

Ryanair lancia sei nuove rotte dall’Italia alla Spagna

di mobilita

Ryanair ha lanciato sei nuove rotte dall’Italia alla Spagna. In particolare, tre per Siviglia da Cagliari, Catania e Treviso; la Milano Malpensa – Tenerife Sud; la Treviso – Gran Canaria e la Cagliari – Valencia. Tutte queste rotte, ad eccezione della Treviso – Siviglia che avrà una frequenza di tre voli a settimana, saranno operate con due voli settimanali, e partiranno alla fine di ottobre con l’inizio della programmazione invernale 2018/2019. Dal prossimo mese, clienti e visitatori potranno prenotare le proprie vacanze fino a marzo 2019, approfittando di tariffe ancora più basse e delle più recenti innovazioni del programma “Always Getting Better” tra cui: – Tariffa ridotta per il bagaglio in stiva – un bagaglio da 20kg, una tariffa da 25€ – Voli in coincidenza a Roma, Milano e Porto, e a seguire da altri aeroporti – Ryanair Rooms con Credito di Viaggio – Ryanair Transfers – ampia scelta di mezzi di trasporto via terra con il nuovo partner Car Trawler – Massima puntualità – il 90% dei voli sarà in orario – Prezzo garantito – se si trova una tariffa più economica, verrà rimborsata la differenza con l’accredito di €5 sul proprio conto MyRyanair John F. Alborante, Sales & Marketing Manager Italia di Ryanair ha dichiarato: “Siamo lieti di lanciare queste sei nuove rotte dall’Italia alla Spagna: tre nuove rotte per Siviglia da Cagliari, Catania e Treviso; la Milano Malpensa – Tenerife Sud; la Treviso – Gran Canaria e la Cagliari – Valencia. Tutte queste rotte, ad eccezione della Treviso – Siviglia che avrà una frequenza di tre voli a settimana, saranno operate con due voli settimanali a partire dalla fine di ottobre, inizio della nostra programmazione invernale 2018/2019. Per festeggiare il lancio di queste nuove rotte stiamo mettendo in vendita posti a partire da soli €16.99 per viaggiare da marzo a maggio, e prenotabili fino alla mezzanotte di venerdì (16 febbraio). Poiché i posti a questi fantastici prezzi bassi andranno a ruba velocemente, invitiamo i passeggeri ad accedere subito al sito www.ryanair.com per evitare di perderli.”

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
25 gen 2018

EUROWINGS | Un’offerta variegata per Sicilia, Sardegna, Creta e molti voli per Maiorca da Norimberga

di mobilita

Per dar vita ad un’offerta veramente capillare in Germania e Austria, Eurowings inserisce ora fra le proprie basi anche l’aeroporto di Norimberga, dove stazionerà un aeromobile della compagnia in più rapida crescita in Europa, che opererà da fine marzo voli per Catania, Olbia, Palma di Maiorca, Creta, diventando la dodicesima base di Eurowings. Inoltre la rotta Berlino/Tegel-Norimberga si arricchirà di un volo ulteriore alla domenica sera. I voli sono già prenotabili in internet sul sito www.eurowings.com o tramite l’app di Eurowings a partire da € 49,99. Le nuove rotte di Norimberga saranno operate con un Boeing 737-800, ricevuto in leasing da Tuifly, con le seguenti frequenze settimanali: otto volte per Palma di Maiorca, due volte per Catania e Olbia e di lunedì e venerdì per Creta. L’apertura di una base a Norimberga è per Eurowings una pietra miliare in una fase di rapida crescita. Oliver Wagner, CEO di Eurowings ha commentato: “Con oltre 30 milioni di passeggeri trasportati l’anno scorso, Eurowings è diventata la terza compagnia low-cost in Europa. Questa posizione verrà consolidata quest’anno con un’ulteriore crescita dalla Germania e dall’Austria. Dopo aver inaugurato molte nuove rotte da Monaco completiamo la nostra offerta nella Germania meridionale con il collegamento di Norimberga. Ci aspettiamo una partenza sfolgorante a Norimberga soprattutto grazie ai voli per Maiorca e per le altre destinazioni turistiche.” Con lo stazionamento di un aeromobile la compagnia contribuisce all’incremento dei posti di lavoro nell’industria aeronautica a Norimberga. Circa 30 assistenti di volo collaborano direttamente con Eurowings e molti altri collaborano con l’aeroporto grazie alla nuova offerta di voli. Il CEO dell’aeroporto di Norimberga, Dr. Michael Hupe, ha così commentato:” La nuova offerta di Eurowings è un arricchimento per i viaggiatori business e leisure dell’area metropolitana di Norimberga e completa l’offerta nazionale. Eurowings è la quarta compagnia aerea che staziona un aeromobile all’aeroporto di Norimberga, a dimostrazione del fatto che la Baviera settentrionale è un mercato attraente per le linee aeree e l’aeroporto è molto efficiente.” Eurowings accresce così anche la sua fama di compagnia leisure: oltre a numerose metropoli europee l’offerta di arricchisce sempre più di mete turistiche. Palma di Maiorca, punto di forza del lancio di Norimberga, è già operata da più di 20 aeroporti in Germania e in Austria, portando così la compagnia del Gruppo Lufthansa ad essere la terza compagnia sull’isola. Anche sul lungo raggio Eurowings cresce nella Germania meridionale: con l’orario estivo da Monaco saranno operate dieci destinazioni per il Nord-America, l’America Centrale, il Sudafrica e l’Asia. I nuovi voli da Norimberga completano l’offerta di Eurowings in Baviera che comprende ora una vasta selezione di mete in Germania, Europa e in tutto il mondo. www.eurowings.com

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
23 gen 2018

Air Malta Launches Catania–Vienna Flight. More connections to Maltese and Sicilians

di mobilita

leggi la versione in italiano a questo link Air Malta inaugurated today its twice weekly scheduled service between Catania and Vienna Airport during a press conference at Catania airport. This route is very important for Air Malta as it signifies its return for intra-European flights and is an important step towards the growth strategy of becoming the airline of the Mediterranean Islands. Present for the conference were Malta’s Minister of Tourism - Dr Konrad Mizzi, the Mayor of Catania, Air Malta Chairman - Dr Charles Mangion, Società Aeroporto Catania (SAC) Presidente Mrs Daniela Baglieri, SAC CEO Mr Nico Torrisi and Air Malta’s Chief Commercial Officer - Paul Sies. Speaking at the conference Dr Konrad Mizzi said, “We are thrilled to be launching today Air Malta’s intra-European flights between Catania and Vienna. The launch of this new service, which has been absent for a number of years, forms part of the Government of Malta’s growth strategy for the airline and supports our commitment to establish this company as the Airline of the Mediterranean Islands. Sicily and specifically Catania are perfect to launch Air Malta’s growth strategy.” Air Malta Chairman - Dr Charles Mangion added, “Sicily is a very important market for us ever since we started flying to Catania on the 1st of April 1981. Today we have a double daily flight in winter with more frequencies in summer, connecting the Air Malta network to Catania. Throughout these years we have increasingly invested in this market and these flights continue to show our commitment to the Sicilian market and thus help in developing further tourism and business opportunities on the island.” Paul Sies, Air Malta’s Chief Commercial Officer commented; “Air Malta has increased its passenger figures by 7.3%, the past year we have changed our commercial strategy successfully and recent months have shown over 20% growth year over year. This has encouraged Air Malta to grow the fleet, the additional Airbus A320 aircraft that will join our fleet this March, we are aiming to increase our capacity by over 20% this year. Part of this additional capacity will be dedicated to Sicily and we are confident that these developments will considerably increase the number of passengers this year.” Air Malta is not only selling Malta and Vienna from Catania, but offers excellent connections to many destinations like Casablanca, Tel Aviv offering the local travel agents more choice to sell to its customers and allowing more people to reach Sicily. The President of the management company of Catania Airport (Società Aeroporto Catania – SAC) Daniela Baglieri and SAC CEO Nico Torrisi, commented, “For SAC and for all the territory of Eastern Sicily, the choice of Air Malta to cover the route Catania-Vienna with a biweekly flight is particularly significant. Not only because it connects Sicily to Austria with a steady connection and with the comforts of a great airline, but also because this announcement comes just one month after the start of flights between Malta and Comiso. Air Malta and the Maltese Government are affirming their commitment in a concrete way and are open for dialogue and partnership with Sicily through the two airports of the South Eastern Sicily." The introduction of this route is an excellent opportunity for Air Malta to explore further market opportunities and start positioning the airline as the leading carrier connecting several Mediterranean islands to important regions in Europe and across the Mediterranean.  Air Malta’s strategic position in the centre of the Mediterranean offers Sicilians more connections to mainland Europe through Air Malta’s international flight network through Malta. Air Malta will offer Sicilians more connectivity beyond Malta next summer since the airline will offer a five times weekly early morning departure from Catania Airport and late night arrival. In addition to Casablanca and Tel Aviv the Maltese airline will offer connectivity practically to all its summer network to Amsterdam, Bristol, Brussels, Düsseldorf, Geneva, Istanbul*, Larnaca*, Lisbon, London Heathrow and Gatwick, Lyon, Malaga, Marseille, Milan Linate, Moscow Sheremetyevo, Munich, Paris Orly and Charles de Gaulle, Riga*, Rome Fiumicino, Venice Marco Polo, Vienna, Zurich. (* - Istanbul, Larnaca and Riga are based on our code share cooperation with Turkish Airlines, Emirates and airBaltic respectively).

Leggi tutto    Commenti 0