Articolo
25 ago 2021

ITA (Ex Alitalia) | Da domani, 26 Agosto via libera alle vendite dei biglietti

di mobilita

Domani la compagnia ITA avvierà le vendite dei biglietti per i propri voli a partire dal 15 ottobre. L’avvio della commercializzazione dei biglietti segue il conseguimento delle certificazioni che ITA ha ottenuto dall’Enac il 18 agosto. Ieri il CdA di ITA, riunitosi sotto la presidenza di Alfredo Altavilla, ha deliberato di trasformare in vincolante l’offerta non-binding già inviata in data 16 agosto all’Amministrazione straordinaria di Alitalia. Questa offerta comprende 52 aeromobili, un numero di slot correlato, oltre ai contratti e agli asset accessori del ramo Aviation per avviare le operazioni al 15 ottobre. I biglietti saranno in vendita nella giornata del 26 agosto sul sito www.itaspa.com, nelle agenzie di viaggio e nelle biglietterie aeroportuali. Il sito sarà una prima release di servizio, realizzata per consentire ai clienti l’acquisto dei biglietti ottemperando a quanto definito nell’interazione fra la Commissione europea e il Governo italiano. ITA ha già programmato la realizzazione, dopo l’avvio delle operazioni, di un sito web totalmente nuovo e basato sulle tecnologie più innovative che consenta una rinnovata esperienza ai clienti. “Condizione indispensabile e nostra prima priorità è quella di completare nei tempi più brevi possibili la trattativa con Alitalia in Amministrazione straordinaria per la vendita del perimetro Aviation – ha detto il presidente Alfredo Atavilla -. Confidiamo in una costruttiva interazione con le organizzazioni sindacali per dotare ITA di un nuovo contratto di lavoro innovativo e in grado di assicurare competitività strutturale all’azienda con i concorrenti”. Continuità territoriale ITA, confermando l’attenzione per i territori serviti da collegamenti in continuità territoriale, seguirà con interesse le evoluzioni della vicenda ed è disponibile a valutare una partecipazione alle gare pubbliche che le Autorità competenti vorranno bandire per l’assegnazione delle rotte operate con oneri di servizio pubblico. ITA ha individuato la società Covisian quale fornitore del servizio di gestione dell’assistenza clienti, al termine della procedura competitiva avviata nelle scorse settimane. Dal 26 agosto ITA avvierà una campagna di raccolta di candidature per le figure professionali da inserire successivamente nelle aree operative di volo e di terra e in quelle di staff. In linea con i valori e la strategia della compagnia, che punta con decisione sulla digitalizzazione dei processi aziendali per sviluppare un’organizzazione flessibile e snella, il processo di raccolta delle candidature avverrà online, sul sito web https://cving.com/ita-jobs, attraverso l’ausilio di innovative piattaforme digitali. ITA ha convocato per oggi alle ore 10:30 le parti sociali con l’obiettivo di avviare la negoziazione di nuove condizioni di lavoro in linea con le prassi di mercato. Inoltre, in linea con le procedure anti-Covid e a salvaguardia della salute di dipendenti e clienti, ITA sta adottando una policy per cui sarà richiesto a tutti i dipendenti il Green Pass. Flotta e programma di loyalty ITA ribadisce la decisione di rendere omogenea la propria flotta nell’arco del piano industriale e, a tal fine, di avviare al più presto il processo di rinnovamento della flotta di partenza, sostituendola con una nuova generazione di aeromobili più efficienti ed environmental-friendly. La decisione sulla composizione della futura flotta di ITA verrà presa e comunicata entro il mese di settembre. La compagnia ha anche completato la progettazione di un nuovo e innovativo programma di loyalty, totalmente incentrato sulle esigenze di flessibilità e di accessibilità ai voli dei clienti, e conta di avviare a breve la procedura di scelta del fornitore tecnologico per la gestione del programma. Per l’ad e dgdi ITA, Fabio Lazzerini, “nei giorni scorsi, con il rilascio delle certificazioni ENAC, abbiamo raggiunto una importante milestone della storia di ITA. Ora ci apprestiamo a conseguire un altro risultato fondamentale: l’avvio della commercializzazione. Questi risultati sono stati possibili grazie alle donne e agli uomini della compagnia che nelle passate settimane hanno svolto un duro lavoro. Ora abbiamo davanti a noi nuovi e complessi obiettivi da realizzare in vista del lancio operativo del 15 ottobre e numerosi progetti da completare per arrivare a creare una compagnia aerea efficiente, sostenibile, digitale, in grado di affrontare con flessibilità le sfide future e in piena discontinuità con il passato”.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
15 lug 2021

ALITALIA, dal 14 ottobre la compagnia di bandiera sarà la ITA

di mobilita

Italia Trasporto Aereo, la nuova compagnia pubblica creata per rilanciare Alitalia, decollerà il 15 ottobre. Il giorno prima sarà anche l’ultimo giorno di vita di Alitalia, vettore in amministrazione straordinaria dal 2 maggio 2017. Il ministero dell’Economia - azionista di ITA — conferma in una nota che si è conclusa positivamente la discussione con la Commissione europea sulla costituzione della newco. La nuova società sarà operativa a partire «dal prossimo 15 ottobre, data in cui è previsto il decollo dei primi voli». Si chiude così dopo sette mesi il confronto serrato — non senza battute d’arresto e frizioni — tra gli uffici della commissaria europea alla Concorrenza Margrethe Vestager e il governo italiano. Anche se ora Bruxelles vigilerà sul rispetto degli accordi. L’annuncio «La discussione con la Commissione Europea», scrive il Tesoro, «ha consentito di giungere a una soluzione costruttiva ed equilibrata, che garantisce la discontinuità necessaria al rispetto della normativa europea. L’esito positivo dell’interlocuzione con la Commissione consente di avviare le procedure relative all’aumento di capitale di ITA e crea le condizioni per la firma del Memorandum d’intesa per il passaggio di determinate attività da Alitali a ITA». I prossimi passaggi infatti prevedono una prima iniezione di liquidità nella newco di 700 milioni di euro per il 2021, 400 milioni per il 2022 e 250 milioni per il 2023. Con il primo versamento Italia Trasporto Aereo potrà comprare con trattativa privata il ramo aviation di Alitalia e partecipare ai bandi di gara per il marchio, l’handling e la manutenzione. Il personale In cambio ITA dovrà cedere una parte degli slot a Milano Linate, Roma Fiumicino e in altri aeroporti europei. Quanto al capitolo che riguarda Alitalia è il ministero dello Sviluppo economico (titolare dell’amministrazione straordinaria) a pronunciarsi. «Il Mise continuerà ad assicurare il massimo impegno per assecondare la nascita di ITA nei tempi previsti — spiega in una nota —. Il periodo di transizione sarà accompagnato attraverso una corretta vigilanza sull’amministrazione straordinaria di Alitalia che si farà carico delle ricadute sociali insieme con il ministro del Lavoro attivando tutte le tutele consentite per accompagnare i lavoratori che non troveranno posto nella newco verso nuove prospettive. La cessazione Alitalia è prevista per il prossimo 15 ottobre. Gli acquirenti di biglietti per voli successivi a questa data saranno tutelati». Il dicastero spiega anche cosa sarà dei dipendenti. «I lavoratori di Alitalia che potrebbero essere assunti nella nuova compagnia sono 2.800 nel 2021 (per buona parte piloti e assistenti di volo, ndr) e 5.750 nel 2022». Si tratterebbe quindi di 8.550 persone contro le attuali 10 mila in capo alla vecchia azienda. Da Bruxelles La Commissione La Commissione europea «prende atto dell’annuncio odierno dell’Italia che ITA, una nuova compagnia aerea di proprietà statale, è stata lanciata e inizierà a volare il 15 ottobre 2021 — spiegano da Bruxelles —. L’Italia ha inoltre annunciato che Alitalia cesserà di operare come compagnia aerea il 15 ottobre 2021». Gli uffici della Vestager ricordano però che i contatti con Roma proseguono per assicurarsi che l’avvio della newco sia coerente con le norme previste in materia di aiuti di Stato. L’ok europeo però consente a ITA di non sobbarcarsi l’eventuale condanna dell’Italia per aiuti illeciti ad Alitalia nel 2017 e 2019 restituendo 1,3 miliardi di euro di prestiti più gli interessi. Su questi soldi — ricorda la Commissione — le due indagini sono ancora in corso e non è stata presa alcuna decisione finale. Il piano industriale Che cosa prevede l’accordo con l’Ue? È ITA a rivelarlo in una nota. La newco decollerà con 52 aerei (45 per i voli brevi e medi, 7 per quelli intercontinentali) e salirà a 78 nel 2022. Alla fine del 2025 la flotta conterà 105 velivoli di cui 81 di nuova generazione. Per quanto riguarda gli slot ITA cederà il 15% di quelli oggi posseduti da Alitalia a Linate e il 57% di quelli usati a Fiumicino dove prevede di crescere nei cinque anni successivi. Sul personale gli assunti saranno tra 2.750 e 2.950 (per la parte aviation) che raddoppieranno nel 2025 a 5.550-5.700. “Tutte le persone verranno assunte con un nuovo contratto di lavoro che assicuri maggiore competitività e flessibilità nel confronto con altri operatori del settore”, chiarisce la newco. Le rotte e i ricavi I dipendenti potrebbero salire qualora ITA si aggiudicasse le gare bandite da Alitalia relative alle attività di handling (2.650-2.700 in più) e manutenzione (1.100-1.250). La rete di collegamenti conterà 45 destinazioni e 61 rotte che diventeranno rispettivamente 74 e 89 nel 2025. Infine sul lato economico ITA spiega che il piano industriale è stato approvato prevedendo un fatturato che nel 2025 raggiungerà 3.329 milioni di euro, con un risultato economico (Ebit) di 209 milioni di euro e un pareggio operativo da realizzarsi entro il 3° trimestre del 2023. Il programma «Millemiglia» Con il «decollo» di ITA ci sarà addio al vecchio «Millemiglia», che verrà comunque sostituito da un nuovo programma ad hoc. «Non potendo partecipare alla gara pubblica che Alitalia in Amministrazione Straordinaria bandirà e gestirà per la cessione degli asset legati al proprio programma di fidelizzazione, ITA — si legge nel piano industriale — ha intenzione di dotarsi sin da subito di un nuovo programma di loyalty efficiente, moderno, orientato alle esigenze dei clienti e che consenta un maggiore accesso all’offerta della compagnia e dei propri partner».

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
07 giu 2021

Alitalia ed MSC Crociere rinnovano il loro accordo globale che le vedrà scendere in campo insieme anche in questa stagione estiva

di mobilita

Alitalia ed MSC Crociere rinnovano il loro accordo globale che le vedrà scendere in campo insieme anche in questa stagione estiva 2021. A partire dal prossimo 3 luglio, e fino a metà settembre, infatti, sarà possibile raggiungere il porto di imbarco di Kiel con un volo speciale diretto Roma – Amburgo. Ogni sabato, quindi, gli ospiti di MSC Crociere potranno comodamente raggiungere il porto di imbarco in Nord Europa grazie al sistema di coincidenze che permetterà agli ospiti collegamenti anche partendo dagli aeroporti serviti da Alitalia via Roma Fiumicino. La partnership fra le due compagnie, già in piedi dal 2019, garantisce ai clienti di Alitalia e MSC Crociere un’esperienza di viaggio al massimo del comfort con servizi di qualità all’insegna dell’eccellenza italiana. “L’accordo con Alitalia è una testimonianza ulteriore dell’impegno di MSC Crociere per una ripartenza del turismo in piena sicurezza. Già da agosto 2020 MSC Grandiosa è la stata prima nave da crociera al mondo a riprendere a navigare dopo il lockdown, grazie a un protocollo di salute e sicurezza che oggi è diventato un modello di riferimento” ha affermato Leonardo Massa, Managing Director MSC Crociere. “Questo sodalizio ci permette di offrire un nuovo prodotto per gli agenti di viaggio e i nostri crocieristi che intendono trascorrere le proprie vacanze in Nord Europa a bordo di MSC Seaview, una della navi più all’avanguardia di tutta la flotta”. “Siamo molto orgogliosi di aver rinnovato questa importante partnership con MSC Crociere, che ci vedrà lavorare insieme in questo momento fondamentale per il rilancio del settore“, ha dichiarato Nicola Bonacchi Vice President Sales Leisure di Alitalia. “L’intesa siglata con MSC Crociere testimonia come, grazie ad un lavoro di squadra, due società come le nostre possano fare sistema ed avere obiettivi comuni per la ripresa del turismo per e dal nostro Paese. Alitalia fin dalle prime fasi dell’emergenza si è organizzata per continuare a volare e farlo in totale sicurezza, lavorando al fianco delle istituzioni e mettendo a disposizione del Paese la propria flotta – ha aggiunto il manager”.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
27 mag 2021

Alitalia riprenderà, dal 9 luglio, il collegamento diretto tra Roma e Tokyo

di mobilita

Dopo il successo dei voli Covid tested da e per New York, Alitalia introduce identica modalità di viaggio anche per la ripresa dal 9 luglio del collegamento diretto tra Roma e Tokyo, in concomitanza con gli attesi Giochi Olimpici. Tutti i passeggeri che viaggeranno sui tre voli settimanali Alitalia da e per Tokyo, compresi gli atleti azzurri, dovranno presentare una certificazione comprovante la negatività al Covid 19. Inoltre, il test antigenico previsto per i passeggeri in partenza dal Giappone li esonererà dal dover osservare alcun periodo di quarantena preventiva. La ripresa dei voli Alitalia per il Giappone sarà caratterizzata anche dall’inaugurazione dei servizi sul più comodo scalo cittadino di Tokyo Haneda, distante solo 20 chilometri dalla città. Nell’estate 2021 il collegamento per New York verrà incrementato a un volo quotidiano a giugno, per poi raddoppiare a due frequenze al giorno a luglio. Nell’estate 2021 Alitalia riprenderà a volare verso le destinazioni turistiche preferite dagli italiani con nuovi voli internazionali diretti verso la Grecia, la Spagna e la Croazia e più frequenze verso la Sicilia, la Puglia e la Calabria. Da oggi è possibile prenotare voli Alitalia da Roma Fiumicino per Santorini, Skiathos, Preveza, Cefalonia, Creta, Corfù, Mykonos, Zante, Dubrovnik e Spalato e quelli da Roma Fiumicino e Milano Linate per Rodi, Ibizia, Minorca e Palma di Maiorca. Da giugno Alitalia tornerà ad operare i collegamenti con Malaga e Marsiglia e da luglio con Tel Aviv e Algeri. Da Luglio saranno incrementate anche le frequenze verso le principali città europee: Londra, Madrid, Barcellona, Atene, Parigi, Nizza, Bruxelles, Amsterdam, Ginevra, Zurigo, Francoforte, Monaco, Malta, Tirana. Più collegamenti anche per Tunisi e Il Cairo. Sui collegamenti nazionali da Fiumicino saranno disponibili maggiori voli verso Cagliari, Olbia, Alghero, Catania, Comiso, Lampedusa, Palermo, Pantelleria, Bari, Lamezia Terme, mentre da Milano Linate cresceranno i collegamenti diretti a Roma, Cagliari, Olbia, Alghero, Palermo, Catania, Comiso, Lampedusa, Bari, Brindisi e Lamezia Terme, e da Milano Malpensa verso Cagliari. La Sardegna sarà raggiungere anche da Pisa e Bologna con voli per Olbia, e da Verona con voli verso Cagliari.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
01 mag 2021

Alitalia – ITA in stallo e le compagnie low cost ne approfittano

di Roberto Lentini

L'amministratore delegato di ITA, Fabio Lazzerini, nel corso di un'audizione alla Camera, ha ribadito la necessità di proteggere la stagione estiva di ITA e prendere il controllo commerciale dell’azienda per potere dare sicurezza al mercato. Vista la mancanza di liquidità da parte di Alitalia e il via libera per ITA da parte dell'Ue al piano industriale, il vettore di bandiera si trova in una situazione di stallo. Ad approfittarne sono soprattutto le compagnie Low cost che hanno già "assaltato" aeroporti  appetibili come quello di Milano Linate e i luoghi di villeggiatura soprattutto il sud e le isole. “Bisogna partire, altrimenti l'estate sarà compromessa. E se si perdono quote di mercato non si recuperano facilmente” ha sottilineato Fabio Lazzerini Da Bruxelles arriva la nota della commissaria Ue Margarethe Vestager: “Continuo a credere che possiamo trovare una soluzione, spetta all’Italia presentare una proposta rivista che ci consenta di soddisfare i nostri diversi criteri. I ritardi sono comunque imputabili a Roma. Il mio team sta aspettando da tempo una proposta per poter riprendere le trattative. Sul lancio di Ita condivido il senso di urgenza espresso dalle autorità italiane e dai rappresentanti di Ita per essere pronti alla stagione estiva, ma l'importante è che Ita sia un'azienda economicamente diversa e nuova rispetto ad Alitalia",  Le condizioni poste dalla commissaria appaiono comunque abbastanza dure per la compagnia di bandiera che chiede: la cessione delle divisioni manutenzione e servizi di terra, la cessione di metà degli slot su Linate, la proibizione di usare il marchio e il logo Alitalia per due anni. una flotta ridotta a 47 aerei oltre 6mila licenziamenti Fabio Lazzerini ha ventilato la possibilità che ci sia un nuovo rinvio, per l'inizo delle operazioni di volo, al primo agosto: "Indipendentemente da quando cominceremo a volare, che sia il primo luglio, il primo agosto è importante quando prenderemo il controllo commerciale dell'azienda" Intanto per il 5 maggio è stato convocato un tavolo di confronto tra sindacati, commissari dell'azienda in As e vertici di Ita "sui temi della crisi Alitalia e della partenza della Newco, coerentemente con il Decreto Rilancio, onde rendere esigibile il finanziamento di 3 miliardi già stanziato per il progetto del vettore Nazionale.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
20 apr 2021

ENAC pubblica i Dati di Traffico 2020: sono stati 52.759.724 i passeggeri transitati negli scali nazionali, -72,5% rispetto al 2019

di mobilita

Sono stati 52.759.724 i passeggeri transitati negli aeroporti italiani nel 2020, tra traffico nazionale e internazionale, con un decremento rispetto al 2019 del -72,5%. Il traffico nazionale, con i suoi 25 milioni di passeggeri ha registrato una diminuzione più moderata, -61,1%, rispetto al traffico internazionale, -78,3%, con un totale di circa 27.700.000 passeggeri. L’aeroporto di Roma Fiumicino si conferma al primo posto per numero di passeggeri, seguito da Milano Malpensa che, invece, è risultato in prima posizione per il trasporto cargo. La graduatoria complessiva dei collegamenti nazionali e internazionali di linea e charter vede al primo posto la compagnia Ryanair, seguita da Alitalia e da EasyJet Europe. Alitalia, invece, si consolida come prima compagnia per il traffico nazionale. Il Ministro delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibili, Enrico Giovannini, ha dichiarato: "Tornare a viaggiare in piena sicurezza non è solo un auspicio, ma un obiettivo di ripresa verso il quale devono convergere tutte le categorie interessate. La crisi pandemica ha reso evidente la fragilità del nostro sistema economico e in particolare quei settori in cui la ripresa è legata all’aumento della mobilità, messa in crisi dalle restrizioni sanitarie. L’auspicio è che campagna vaccinale e comportamenti responsabili possano comportare una ripresa degli spostamenti in aereo e dei flussi turistici in vista della stagione estiva. Il governo è al lavoro non solo per riportare i settori colpiti dalla crisi alla normale attività ma per individuare, attraverso l’analisi dei possibili scenari, soluzioni in grado di produrre tassi di crescita elevati e sostenibili nel lungo periodo per rendere il Paese resiliente”. “Una diminuzione media del –72,5% di traffico aereo con punte di oltre il -90% in alcuni momenti dell’anno - ha commentato il Direttore Generale dell’ENAC Alessio Quaranta – è un fenomeno mai registrato nell’aviazione civile moderna che, al contrario, ha avuto una crescita più o meno costante nel tempo. Dobbiamo pensare al presente e al futuro del settore, puntando sulla domanda e sulla voglia di ricominciare a viaggiare per turismo e per affari. Ora tutti i player del settore, colpiti in maniera trasversale dalla crisi pandemica,devono operare con l’obiettivo di un rapido riavvio del traffico aereo, partendo dalla ricostruzione della fiducia da parte dei passeggeri. La combinazione tra le disposizioni sanitarie, la campagna vaccinale, i voli Covid-free e l’auspicato pass sanitario aiuteranno tutti noi a ricominciare a scegliere, con consapevolezza e fiducia, il trasporto aereo: un passo per contribuire alla ripresa del settore e, più in generale, dell’economia diretta e indiretta generata dal comparto”. MOVIMENTI AEREI I movimenti complessivi del 2020 sono stati 551.071, con una diminuzione del -61,8% rispetto al 2019. A fronte di una generale contrazione dei movimenti, singoli scali hanno avuto variazioni in controtendenza, come quello di Brescia che ha registrato una crescita importante del +42% (5,3 mila movimenti), supportata dalla movimentazione delle merci. CARGO Il settore cargo, infatti, pur avendo anch’esso risentito della crisi dell’intero sistema, ha registrato una contrazione inferiore, rispetto al comparto passeggeri, in quanto le merci hanno continuato, seppur in maniera più limitata, a viaggiare. Complessivamente, nel 2020, il settore cargo ha registrato un totale di circa 804.000 tonnellate, con una flessione del -24,2% rispetto al 2019. Si segnalano Milano Malpensa che ha confermato il proprio primato con una contrazione nettamente inferiore (-7,5%) e l’aeroporto di Brescia che, in controtendenza, ha registrato un incremento del +61,4% rispetto al 2019. AVIAZIONE GENERALE Per il traffico di aviazione generale (registrato sia sugli aeroporti aperti al traffico commerciale che sugli aeroporti e sulle avio/eli/idrosuperfici aperte al solo traffico di aviazione generale), dai dati trasmessi all’ENAC emerge una sostanziale tenuta di questo segmento, con una variazione di segno negativo del -17,3% rispetto ai dati 2019. TRAFFICO AEROPORTUALE Sono stati analizzati 45 aeroporti nazionali aperti al traffico commerciale. A seguire la graduatoria dei primi aeroporti per numero di passeggeri. 1. Roma Fiumicino 2. Milano Malpensa 3. Bergamo 4. Catania 5. Venezia VETTORI Anche per il 2020, la graduatoria complessiva dei collegamenti nazionali e internazionali di linea e charter vede al primo posto la compagnia Ryanair con 11.836.904 passeggeri, seguita da Alitalia, con 6.514.570 passeggeri e da EasyJet Europe con 3.545.247 passeggeri.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
16 mar 2021

SARDEGNA | Alitalia estende al 28 ottobre i voli in Continuità Territoriale

di mobilita

Alitalia rinnova la sua offerta di voli in Continuità Territoriale da Roma e Milano verso Alghero, Cagliari e Olbia e viceversa, per volare fino al 28 ottobre 2021. Alitalia garantisce quindi voli giornalieri con la Sardegna su tutte le sei rotte in Continuità Territoriale dai tre aeroporti sardi: Cagliari-Roma Fiumicino, Cagliari-Milano Linate, Olbia-Roma Fiumicino, Olbia-Milano Linate, Alghero-Roma Fiumicino, Alghero-Milano Linate. Per quanto riguarda il regime tariffario dei voli in Continuità Territoriale, fino al 14 giugno 2021 sarà in vigore un’unica tariffa per i voli diretti, sia per residenti sia per non residenti in Sardegna. Dal 15 giugno al 15 settembre saranno invece disponibili due diversi schemi tariffari, uno per i residenti e l’altro per i non residenti nell’isola. Dal 16 settembre al 28 ottobre, tornerà valida la tariffa unica sui voli diretti. Volando con Alitalia su tutti i voli tra la Sardegna e Roma e Milano si hanno sempre due vantaggi esclusivi: nel prezzo del biglietto è compreso il trasporto di 3 bagagli, due in cabina - un bagaglio con un peso fino a 8 Kg ed una piccola borsa - ed un bagaglio grande da stiva con un peso fino a 23 kg. Inoltre, la scelta del posto a bordo è totalmente gratuita. Relativamente all’offerta di collegamenti, in dettaglio, sulla rotta Cagliari-Roma si passerà dagli attuali 8 voli al giorno (fra andate e ritorni) a 10 servizi giornalieri nel mese di giugno, a 16 voli al giorno nei mesi di luglio e agosto, 14 a settembre e 12 nel mese di ottobre. Sulla Cagliari-Milano il numero delle frequenze crescerà dagli attuali 6 voli al giorno (fra andate e ritorni) a 8 servizi giornalieri nel mese di giugno, 16 voli al giorno nei mesi di luglio e agosto, 14 a settembre e 8 nel mese di ottobre. Sulla tratta Alghero-Roma, l’offerta di servizi aerei crescerà dagli attuali 4 voli al giorno (fra andate e ritorni) a 6 servizi giornalieri a luglio, agosto e settembre; a ottobre saranno operativi 4 voli giornalieri. Sulla Alghero-Milano si passerà dagli attuali 2 voli al giorno (fra andate e ritorni) a 4 voli giornalieri a giugno, 6 a luglio e ad agosto; nei mesi di settembre e ottobre saranno attivi su questa rotta 4 servizi giornalieri. Fra Olbia e Roma il numero dei voli sarà incrementato dagli attuali 4 servizi giornalieri (fra andate e ritorni) a 8 voli al giorno a luglio, 10 ad agosto e 6 a settembre; a ottobre saranno operativi 4 servizi giornalieri. Sulla rotta Olbia-Milano, Alitalia ha previsto un aumento dei voli giornalieri dagli attuali 4 (fa andate e ritorni) a 6 servizi al giorno nel mese di giugno, 10 a luglio,12 ad agosto; a settembre saranno garantiti 8 voli quotidiani e a ottobre 4. Alitalia, inoltre, sarà sempre in stretto contatto con la Regione Sardegna per verificare l’andamento delle prenotazioni ed eventualmente aggiungere ulteriori voli nel caso si manifestasse una ripresa della domanda tale da giustificare un numero superiore di servizi giornalieri. La Compagnia ricorda che, in ottemperanza alle attuali disposizioni di legge, tutti i propri aeromobili vengono sanificati ogni giorno con prodotti ad alto potere igienizzante e, grazie ai filtri HEPA e alla circolazione verticale, l’aria a bordo non solo è rinnovata ogni tre minuti, ma è pura al 99,7%, come in una sala sterile.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
12 mar 2021

ONLIT, “Ricollocare i piloti Alitalia in esubero dagli aerei ai treni”

di mobilita

Mentre le più quotate ed efficienti Swissair e Lufthansa stanno cercando di ricollocare una parte dei loro piloti in esubero nelle ferrovie dei rispettivi Paesi, il Ministro dello Sviluppo Economico, Giancarlo Giorgetti, ha nominato per Alitalia due nuovi commissari, da aggiungere all'attuale Giuseppe Leogrande. Ha aggiunto così due posti a tavola, visto che tra i nove membri del CdA di ITA (la società incaricata di gestire la nuova Alitalia) la Lega non è rappresentata. Anziché difendere le alte professionalità di molti piloti perennemente inattivi che si disperderebbero dall'inevitabile piano di esuberi derivanti dal ridimensionamento di ITA, prendendo esempio dall'estero e pensando a una loro ricollocazione nelle ferrovie italiane che si dice di voler rilanciare assieme alla sostenibilità dei trasporti, il Governo sta pensando ad un piano fatto di sola CIG ed esuberi. Piano che si aggiungerebbe a quelli del passato decennio, caratterizzato da cassa integrazione e prepensionamenti d'oro. In situazioni analoghe a quella italiana - pochi macchinisti da una parte, e troppi piloti d'aereo dall'altra - i sindacati e i piloti svizzeri e tedeschi non si stanno opponendo alla prospettiva di un trasferimento, ma anzi stanno stringendo accordi. Con il Covid, la crisi del trasporto aereo ha messo in ginocchio vettori ben più robusti di Alitalia, i quali però non aspettano di uscirne solo con aiuti di Stato e ammortizzatori sociali. Perché non provarci anche in Italia? Anche perché ci sono lavoratori più deboli da tutelare, in altri settori che la politica ha spesso dimenticato.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
04 mar 2021

SARDEGNA | Firmata la proroga con Alitalia per i biglietti in continuità territoriale

di mobilita

È stata firmata la proroga dei contratti con Alitalia che prevede da oggi la vendita online dei biglietti aerei da e per la Sardegna in regime di continuità territoriale fino al 28 ottobre 2021. “Nonostante il ridimensionamento prospettato del nuovo asset di Alitalia, abbiamo lavorato per garantire ai sardi e ai viaggiatori il diritto alla mobilità con frequenze conformi alle necessità, anche a salvaguardia dell’imminente stagione turistica. Il nostro impegno è orientato a dare definitiva attuazione a un adeguato sistema di continuità territoriale aerea”. Lo ha dichiarato il presidente della Regione, Christian Solinas, al termine della riunione odierna in videoconferenza alla quale hanno partecipato i rappresentanti dell’azienda e l’assessore regionale dei Trasporti, Giorgio Todde. “La firma della proroga, resa possibile grazie anche allo stanziamento di 25 milioni di euro previsti nella legge Finanziaria appena approvata, era necessaria per dare certezze ai cittadini sulla mobilità e per tutelare l’industria turistica che rappresenta una delle principali componenti dell’economia nell’Isola”, ha concluso l’assessore Todde.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
08 feb 2021

Alitalia è stata la compagnia test per l’Unione Europea per i Passenger Locator Forms

di mobilita

Nel periodo tra il 17 e il 31 gennaio, Alitalia è stata la compagnia test per l'iniziativa dell'Unione Europea volta a promuovere l'utilizzo digitale da parte dei clienti dei moduli digitali Passenger Locator Forms, rendendo così più efficace e rapido il tracciamento dei contatti, in seguito ad un'eventuale identificazione di un passeggero positivo al Covid-19. L'iniziativa rientra nella joint action UE Healthy Gateways in accordo con le Direzioni Generali della Salute e della Sicurezza Alimentare e della Mobilità e dei Trasporti dell'Unione Europea, e in collaborazione con l'EASA, l'Agenzia Europea per la Sicurezza Aerea. In Italia, il progetto è stato coordinato dalla Direzione Generale della Prevenzione del Ministero della Salute. Ai passeggeri che hanno viaggiato da Parigi e Francoforte, nelle due settimane di sperimentazione, era stata inviata una richiesta di registrazione sulla piattaforma europea dedicata per compilare il modulo online. Circa un passeggero su due ha risposto positivamente alla richiesta, fornendo i propri riferimenti per poter essere contattati dall'autorità sanitaria qualora necessario. Dopo essere stata la prima compagnia aerea al mondo ad introdurre voli completamente verificati per identificare prima dell'imbarco eventuali passeggeri positivi al Covid, con questo test Alitalia ha confermato la propria leadership nelle iniziative di contrasto alla diffusione della pandemia, collaborando con l'Unione Europea per individuare nuovi protocolli di viaggio, potenzialmente anche su rotte che potrebbero richiedere provvedimenti di obbligatorietà.  

Leggi tutto    Commenti 0