Articolo
14 set 2021

La Ferrovia del futuro corre a 800km/h

di ospite

Con il salone dell’automobile di Monaco si torna a parlare di mobilità del futuro. Per quanto il salone dell’automobile proponga soluzioni innovative ed ecologiche, la vera rivoluzione rimane nella mobilità ferroviaria e nell’adeguamento delle reti di interconnessione cittadine, extra cittadine e di collegamento con porti ed aeroporti. L’impegno ingegneristico prima, industriale ed economico poi, dovrà essere all’altezza dei tanto sbandierati programmi pubblici e privati di ammodernamento delle reti e del materiale rotabile. L’alta velocità ferroviaria, già presente in molti paesi Europei ed Asiatici, ha dimostrato la sua importanza sia nel ridurre i tempi di percorrenza sulla grandi distanze sia nel rapporto di impatto ambientale, migliore rispetto a tutti gli altri sistemi di trasporto persone. I nuovi vettori in via di sviluppo, adattabili alle tratte ferroviarie classiche, promettono velocità prossime ai 600 km orari, tali da rendere obsolete e del tutto inutili le tratte aeree di breve percorrenza, togliendo dai cieli centinaia di vettori altamente inquinanti e poco convenienti anche nel calcolo complessivo dei tempi di utilizzo. Anche durante i viaggi a queste velocità, i passeggeri sono in grado di godere dell’intrattenimento a bordo dei vagoni e di accedere ad internet senza interruzioni, continuando, ad esempio a nagivare in tutta tranqullità e utilizzare magari il sito di Bonusfinder.     Diverso approccio sembra essere quello dell’industria privata americana che, mentre si prepara ad affrontare il rinnovamento delle linee ferroviarie nazionali varato dall’Amministrazione Biden, ha accolto con grande favore l’idea di Elon Musk di realizzare l’Hyperloop. Mentre si sviluppano i prototipi ancora non si è accesa la discussione sull’impatto ambientale che avrebbe la realizzazione di linee dedicate a questo sistema di trasporto “canalizzato” in un vero e proprio tunnel sotto vuoto. I costi di tale rete sarebbero altissimi ed in più non potrebbero essere utilizzati i percorsi ferroviari esistenti. Puntare quindi sull’alta velocità già sviluppata dai diversi operatori europei, cinesi e giapponesi sembra essere la scelta più adeguata.   Perché la mobilità ferroviaria è vincente   Lo sviluppo delle reti ferroviarie vede un crescente miglioramento dei collegamenti tra nazioni, regioni, e città, con un evidente incremento del numero di passeggeri e merci da trasportare. Grande risalto ha avuto in questi ultimi mesi la linea merci Cina-Olanda che consente di ridurre i tempi rispetto al trasporto marittimo a meno di 28 giorni, con grandi volumi ed un rapporto di consumi di carburante per tonnellata del tutto vantaggioso. L’elettrificazione futura della linea e la sua implementazione con altre tratte la renderanno assolutamente competitiva sia con il trasporto via aerea che via mare, con un enorme vantaggio ecologico e di impatto ambientale complessivo. Ogni convoglio merci che effettua un viaggio transcontinentale toglie dal cielo, dal mare e dalla terra centinaia di veicoli, riducendo di fatto il traffico su strada, mare e cielo e aiutando il pianeta a contenere le emissioni di CO2 prodotte da questi mezzi di trasporto. Mentre la mobilità ferroviaria elettrica deve solo essere implementata su quelle reti “datate” dove ancora manca l’elettrificazione, pensare che l’autotrasporto, i cargo e gli aerei possano passare ad alimentazioni elettriche in pochi anni è utopistico.  I tempi di adeguamento dell’industria di produzione, delle reti di alimentazione e la sostituzione dei veicoli presenti rende il materiale rotabile l’arma vincente contro l’inquinamento prodotto dai sistemi di trasporto.   Il futuro è oggi   Maglev ha aperto la strada in maniera pionieristica, TGV e il Treno Proiettile giapponese hanno portato sulle reti l’uso quotidiano dell’alta velocità ferroviaria, Frecciarossa e Italo ne seguono l’esempio, gli strateghi della linea commerciale Cina-EU hanno tracciato la via del trasporto merci, ora aspettiamo solo che USA e Russia inizino ad adeguare le loro infrastrutture. La prossima frontiera è il superamento della barriera degli 800 km orari su binario, più vicina di qualsiasi sbarco sulla Luna.        

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
13 set 2021

TAV Milano – Venezia | I primi lavori della tratta Verona – Padova nei pressi di Verona Est

di mobilita

Verona è sicuramente al centro di importanti investimenti per l'implementazione e il miglioramento dell'alta velocità. Da un lato i lavori portati avanti dalla CEPAV DUE da Brescia Est e dall'altro i lavori portati avanti da IRICAV DUE fino a Padova. Oggi ci troviamo nei pressi del casello di Verona Est e vi documentiamo i primi passi dei lavori di quadruplicamento della linea esistente. La Linea Verona-Padova – lunga 76,5 km – attraverserà 21 Comuni (8 in provincia di Verona, 9 in provincia di Vicenza e 4 in provincia di Padova), quadruplicando la linea esistente, aumentando la qualità dell’offerta ferroviaria italiana e la sua integrazione con la rete europea. La linea ha origine dalla punta scambi estrema, lato Est, della stazione di Verona Porta Vescovo e termina in corrispondenza dell’asse del fabbricato viaggiatori della Stazione di Padova, per un’estesa di circa Km 76,5 circa, dal km 147+480, stazione di Verona, al km 229+408, stazione di Padova, della linea storica Milano-Venezia. Ha per obiettivo il quadruplicamento di tale tratta, di cui è prevista la “rilocazione”, in alcuni casi di stretto affiancamento tra le due linee. La nuova linea ferroviaria a doppio binario con caratteristiche AV/AC si svilupperà prevalentemente in affiancamento alla linea storica, ad eccezione di una parte di tracciato (circa 16 km) per evitare l’attraversamento del centro abitato di San Bonifacio. Le stazioni/fermate interessate dalla nuova linea sono: Verona Porta Vescovo, Montebello Vicentino, Vicenza, Lerino, Grisignano di Zocco, Mestrino, Rubano, Padova. Al momento i lavori vedono lo sbancamento delle prime aree e la realizzazione delle prime palificazioni. Proseguendo verso Padova i lavori vedono la realizzazione di alcuni massetti. ll tracciato si sviluppa, in uscita lato est dalla stazione di Verona Porta Vescovo, in stretto affiancamento alla linea storica per circa 4 km, di cui i primi due in rilevato complanare all’esistente a meno del tratto da km 0+775 a km 2+220 lungo il quale la posizione altimetrica della nuova AV/AC è più bassa rispetto alla linea storica, allo scopo di minimizzare gli impatti sul contesto territoriale urbanizzato. Successivamente, nell’ambito del Comune di S. Martino Buon Albergo, il tracciato si allontana dalla linea storica curvando verso sud, per affiancarsi al raccordo autostradale con la S.S. 11, in fase di ampliamento. Dal km 4+941 fino al km 6+841 circa il tracciato sottopassa, tramite la galleria artificiale di S. Martino Buonalbergo (di sviluppo pari a 1.900,00 metri), il nuovo svincolo autostradale di Verona Est, l’autostrada A4 e la Tangenziale Sud di Verona. Dal km 12+725 del tracciato, ad ovest della cittadina di San Bonifacio, è stata inserita la variante omonima. Dal km 16+200 in poi l’asse risulta completamente esterno al corridoio ferroviario. Vi terremo aggiornati, continuate a seguirci Per rimanere sempre in contatto con Mobilita.org i nostri canali:  Sito internet: http://mobilita.org  Fanpage: https://www.facebook.com/mobilita.org/  Instagram: https://www.instagram.com/mobilita_org/  Twitter: https://twitter.com/mobilita_org  Canale Telegram: https://t.me/mobilita

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
06 set 2021

TAV Milano – Venezia | Aggiornamento di agosto della tratta Brescia Est – Verona

di mobilita

Torniamo a mostrarvi gli aggiornamenti relativi ai lavori dell'alta velocità nella tratta Brescia - Verona rispetto all'aggiornamento di luglio. Nel cantiere di Lonato Ovest la TBM "Martina" prosegue lo scavo della galleria. A Calcinato dove si sta assemblando la nuova struttura in acciaio del cavalcavia e si stanno realizzando le fondazioni di un secondo cavalcavia: Ci spostiamo nel cantiere di Lonato Est dove terminerà la galleria scavata con la TBM e dove sono in corso le attività di realizzazione della fossa di uscita. Da qui la talpa sarà smontata e spostata nuovamente nel cantiere di Lonato Ovest dove scaverà la seconda canna del tunnel. Questo cantiere di mese in mese mostra progressi notevoli. Lato monte non si notano particolari progressi. Lato valle il cantiere prosegue la sua avanzata verso Verona. Le due gallerie sono nel primo tratto già ultimate almeno strutturalmente e si è proseguito il riempimento dell'area tra le due gallerie. La viabilità alternativa realizzata nei mesi scorsi è stata smantellata ed è stata ripristinata la configurazione iniziale della strada: Lungo l'A4 quasi tutte le aree di cantiere vedono lavori in corso. Vi mostriamo una carrellata di immagini dai cantieri di Sirmione, Desenzano del Garda, Peschiera, San Martino della Battaglia, Castelnuovo del Garda, S. Giorgio in Salici. I lavori spaziano dalla realizzazione dei nuovi cavalcavia, alle opere propedeutiche alla costruzione della nuova sede ferroviaria, all'abbattimento di edifici per lasciare spazio alla costruendo ferrovia. Come da ultimi aggiornamenti dulcis in fundo vi mostriamo i lavori nei pressi di Sommacampagna. In zona Betlemme interessanti progressi, si sta sempre piú delineando la futura deviata che permetterà ai lavori di spostarsi lungo la linea storica, permettendo quindi di creare il collegamento tra vecchia e nuova linea. Deviata che sará poi dismessa una volta terminati i lavori. Vi lasciamo con un video riepilogativo: Ti potrebbero interessare anche: TAV Milano – Venezia | Aggiornamento di Luglio della tratta Brescia Est – Verona TAV Milano – Venezia | Aggiornamento di Giugno della tratta Brescia Est – Verona TAV Milano – Venezia | Aggiornamento di Maggio della tratta Brescia Est – Verona TAV Milano – Venezia | Aggiornamento di Aprile della tratta Brescia Est – Verona TAV Milano – Venezia | Aggiornamento di Marzo della tratta Brescia Est – Verona TAV Milano – Venezia | Aggiornamento di Febbraio della tratta Brescia Est – Verona TAV Milano – Venezia | Aggiornamento di Gennaio della tratta Brescia Est – Verona TAV Milano – Venezia | Aggiornamento di Dicembre della tratta Brescia Est – Verona TAV Milano – Venezia | Aggiornamento di Ottobre della tratta Brescia Est – Verona TAV Milano – Venezia | Aggiornamento di Settembre della tratta Brescia Est – Verona TAV Milano – Venezia | Aggiornamento di Agosto della tratta Brescia Est – Verona TAV Milano – Venezia | Aggiornamento di Luglio della tratta Brescia Est – Verona TAV Milano – Venezia | Aggiornamento di Giugno della tratta Brescia Est – Verona TAV Milano – Venezia | Aggiornamento di Maggio della tratta Brescia Est – Verona TAV Milano – Venezia | Aggiornamento di Febbraio della tratta Brescia Est – Verona Per rimanere sempre in contatto con Mobilita.org i nostri canali:  Sito internet: http://mobilita.org  Fanpage: https://www.facebook.com/mobilita.org/  Instagram: https://www.instagram.com/mobilita_org/  Twitter: https://twitter.com/mobilita_org  Canale Telegram: https://t.me/mobilita

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
06 ago 2021

TAV Milano – Venezia | Aggiornamento di luglio della tratta Brescia Est – Verona

di mobilita

Torniamo a mostrarvi gli aggiornamenti relativi ai lavori dell'alta velocità nella tratta Brescia - Verona rispetto all'aggiornamento di giugno. Questo aggiornamento ci siamo spinti ancora piú verso il lato Bresciano, con qualche piccolo aggiornamento, nulla di particolare: Nel cantiere di Lonato Ovest la TBM "Martina" prosegue lo scavo della galleria. A giugno la talpa ha scavato 512 metri di galleria in 22 giorni con un avanzamento di 22,57 metri al giorno che gli ha permesso di superare l'autostrada A4, con cedimenti inferiori a 1mm: Importanti novità a Calcinato dove si sta assemblando la nuova struttura in acciaio del cavalcavia che sostituirà quello abbattuto mesi fa: Ci spostiamo nel cantiere di Lonato Est dove terminerà la galleria scavata con la TBM e dove sono in corso le attività di realizzazione della fossa di uscita. Da qui la talpa sarà smontata e spostata nuovamente nel cantiere di Lonato Ovest dove scaverà la seconda canna del tunnel. Questo cantiere di mese in mese mostra progressi notevoli. Lato monte non si notano particolari progressi. Lato valle il cantiere prosegue la sua avanzata verso Verona. Le due gallerie sono nel primo tratto già ultimate almeno strutturalmente e si è proseguito il riempimento dell'area tra le due gallerie. Le piogge cadute con violenza hanno creato piccoli disagi al cantiere come visibile in foto: Lungo l'A4 quasi tutte le aree di cantiere vedono lavori in corso. Vi mostriamo una carrellata di immagini dai cantieri di Sirmione, Desenzano del Garda, Peschiera, San Martino della Battaglia, Castelnuovo del Garda, S. Giorgio in Salici. I lavori spaziano dalla realizzazione dei nuovi cavalcavia, alle opere propedeutiche alla costruzione della nuova sede ferroviaria, all'abbattimento di edifici per lasciare spazio alla costruendo ferrovia. Come da ultimi aggiornamenti dulcis in fundo vi mostriamo i lavori nei pressi di Sommacampagna. La novità più interessante che con forza ha conquistato anche la copertina dell'articolo è il nuovo sottopasso di via Siberie. La nuova infrastruttura è stata nelle notti scorse spinta sotto la ferrovia, grazie all'uso di martinetti idraulici che hanno lentamente fatto avanzare il monolite sotto la sede ferroviaria. In zona Betlemme interessanti progressi, si sta sempre piú delineando la futura deviata che permetterà ai lavori di spostarsi lungo la linea storica, permettendo quindi di creare il collegamento tra vecchia e nuova linea. Deviata che sará poi dismessa una volta terminati i lavori. Vi lasciamo con un video riepilogativo: Ti potrebbero interessare anche: TAV Milano – Venezia | Aggiornamento di Giugno della tratta Brescia Est – Verona TAV Milano – Venezia | Aggiornamento di Maggio della tratta Brescia Est – Verona TAV Milano – Venezia | Aggiornamento di Aprile della tratta Brescia Est – Verona TAV Milano – Venezia | Aggiornamento di Marzo della tratta Brescia Est – Verona TAV Milano – Venezia | Aggiornamento di Febbraio della tratta Brescia Est – Verona TAV Milano – Venezia | Aggiornamento di Gennaio della tratta Brescia Est – Verona TAV Milano – Venezia | Aggiornamento di Dicembre della tratta Brescia Est – Verona TAV Milano – Venezia | Aggiornamento di Ottobre della tratta Brescia Est – Verona TAV Milano – Venezia | Aggiornamento di Settembre della tratta Brescia Est – Verona TAV Milano – Venezia | Aggiornamento di Agosto della tratta Brescia Est – Verona TAV Milano – Venezia | Aggiornamento di Luglio della tratta Brescia Est – Verona TAV Milano – Venezia | Aggiornamento di Giugno della tratta Brescia Est – Verona TAV Milano – Venezia | Aggiornamento di Maggio della tratta Brescia Est – Verona TAV Milano – Venezia | Aggiornamento di Febbraio della tratta Brescia Est – Verona Per rimanere sempre in contatto con Mobilita.org i nostri canali:  Sito internet: http://mobilita.org  Fanpage: https://www.facebook.com/mobilita.org/  Instagram: https://www.instagram.com/mobilita_org/  Twitter: https://twitter.com/mobilita_org  Canale Telegram: https://t.me/mobilita

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
25 giu 2021

TAV Milano – Venezia | Aggiornamento di giugno della tratta Brescia Est – Verona

di Fabio Nicolosi

Torniamo a mostrarvi gli aggiornamenti relativi ai lavori dell'alta velocità nella tratta Brescia - Verona rispetto all'aggiornamento di maggio. Nel cantiere di Lonato Ovest la TBM "Martina" prosegue lo scavo della galleria. In contemporanea le operazioni di consolidamento del fronte di scavo proseguono lato monte, restringendo la corsia dell'autostrada per le lavorazioni: Sempre a Lonato si sta lavorando alla futura viabilità del cavalcavia che sostituirà quella esistente. Ci spostiamo nel cantiere di Lonato Est dove terminerà la galleria scavata con la TBM e dove sono in corso le attività di realizzazione della fossa di uscita. Da qui la talpa sarà smontata e spostata nuovamente nel cantiere di Lonato Ovest dove scaverà la seconda canna del tunnel. Questo cantiere di mese in mese mostra progressi notevoli. Lato monte non si notano particolari progressi, se non una piccola pozza d'acqua di falda. Lato valle il cantiere prosegue la sua avanzata verso Verona. Le due gallerie sono nel primo tratto già ultimate almeno strutturalmente e si è proseguito il riempimento dell'area tra le due gallerie. Lungo l'A4 quasi tutte le aree di cantiere vedono lavori in corso. Vi mostriamo una carrellata di immagini dai cantieri di Sirmione, Desenzano del Garda, Peschiera, San Martino della Battaglia, Castelnuovo del Garda, S. Giorgio in Salici. I lavori spaziano dalla realizzazione dei nuovi cavalcavia, alle opere propedeutiche alla costruzione della nuova sede ferroviaria, all'abbattimento di edifici per lasciare spazio alla costruendo ferrovia. Come da ultimi aggiornamenti dulcis in fundo vi mostriamo i lavori nei pressi di Sommacampagna. La novità più interessante che con forza ha conquistato anche la copertina dell'articolo è il nuovo sottopasso di via Siberie. La nuova infrastruttura è stata nelle notti scorse spinta sotto la ferrovia, grazie all'uso di martinetti idraulici che hanno lentamente fatto avanzare il monolite sotto la sede ferroviaria. In zona Betlemme proseguono le lavorazioni e si nota anche qui il riempimento dell'area non più utilizzata dal cantiere Vi lasciamo con un video riepilogativo: Ti potrebbero interessare anche: TAV Milano – Venezia | Aggiornamento di Maggio della tratta Brescia Est – Verona TAV Milano – Venezia | Aggiornamento di Aprile della tratta Brescia Est – Verona TAV Milano – Venezia | Aggiornamento di Marzo della tratta Brescia Est – Verona TAV Milano – Venezia | Aggiornamento di Febbraio della tratta Brescia Est – Verona TAV Milano – Venezia | Aggiornamento di Gennaio della tratta Brescia Est – Verona TAV Milano – Venezia | Aggiornamento di Dicembre della tratta Brescia Est – Verona TAV Milano – Venezia | Aggiornamento di Ottobre della tratta Brescia Est – Verona TAV Milano – Venezia | Aggiornamento di Settembre della tratta Brescia Est – Verona TAV Milano – Venezia | Aggiornamento di Agosto della tratta Brescia Est – Verona TAV Milano – Venezia | Aggiornamento di Luglio della tratta Brescia Est – Verona TAV Milano – Venezia | Aggiornamento di Giugno della tratta Brescia Est – Verona TAV Milano – Venezia | Aggiornamento di Maggio della tratta Brescia Est – Verona TAV Milano – Venezia | Aggiornamento di Febbraio della tratta Brescia Est – Verona Per rimanere sempre in contatto con Mobilita.org i nostri canali:  Sito internet: http://mobilita.org  Fanpage: https://www.facebook.com/mobilita.org/  Instagram: https://www.instagram.com/mobilita_org/  Twitter: https://twitter.com/mobilita_org  Canale Telegram: https://t.me/mobilita

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
31 mag 2021

FERROVIE | Alstom consegna a Railpool Italia la decima TRAXX DC3

di mobilita

Alstom ha consegnato la decima locomotiva TRAXX DC3 Italia a Railpool, una delle principali società di leasing di veicoli ferroviari in Europa che opera in 16 Paesi europei con più di 400 locomotive. Questa consegna porta ad 82 il numero di locomotive TRAXX DC3 circolanti sulla rete italiana dal 2019. Tutte le locomotive sono state realizzate presso lo stabilimento Alstom di Vado Ligure. "Siamo molto felici di essere qui a celebrare la consegna della decima locomotiva TRAXX DC3 dedicata al mercato italiano, che si aggiunge alla flotta delle 11 unità ereditate da LocoItalia portando a 21 la flotta di locomotive in corrente continua nel Paese. Questa consegna dimostra la fiducia che riponiamo nel mercato italiano, base per il nostro sviluppo in Europa meridionale e nel nostro team locale che ha fatto un lavoro straordinario nel creare la nostra nuova Branch in Italia" ha dichiarato Torsten Lehnert, CEO di Railpool. "Oggi è un traguardo molto importante per la nostra azienda e per la nostra neonata Branch italiana. Nonostante le difficoltà incontrate a causa della pandemia, siamo orgogliosi di confermare che la Branch italiana di Railpool è ora completamente attiva, con un assetto strutturato che comprende anche una rete di officine flessibile e reattiva, in grado di supportare le esigenze dei nostri clienti" ha dichiarato Alberto Lacchini, Director Southern Europe & Head of Branch Italia. "Siamo inoltre orgogliosi di aver recentemente sottoscritto un accordo pluriennale con Alstom Italia per la manutenzione correttiva delle nostre locomotive E 494, un altro passo fondamentale per garantire ai nostri clienti la massima affidabilità e disponibilità delle loro flotte". "Con la consegna nei tempi previsti della decima locomotiva TRAXX DC3 a Railpool, uno dei nostri maggiori clienti nel settore del trasporto merci, siamo lieti di continuare una collaborazione di grande successo che contribuirà a sviluppare ulteriormente la nostra piattaforma locomotive TRAXX" ha dichiarato Michele Viale, Amministratore Delegato di Alstom Italia e Presidente e CEO Alstom Ferroviaria. "Siamo lieti di festeggiare questo ulteriore traguardo con Railpool, uno dei clienti chiave di Alstom nel settore delle locomotive. La consegna di questa locomotiva per l'Italia si aggiunge alle oltre 200 locomotive che abbiamo consegnato a Railpool fino ad oggi, e ci auguriamo di continuare questa partnership di successo e di lunga durata" ha dichiarato Peter Ammann, Responsabile del Customer Management Locomotive di Alstom. La TRAXX DC3, che nella versione italiana prende il nome di E 494, è una locomotiva elettrica ad alta potenza di ultima generazione che massimizza l'efficienza energetica, riduce al minimo gli interventi di manutenzione e fornisce una maggiore capacità di carico e trazione a fronte di minori consumi. Una delle caratteristiche più interessanti è la possibilità di dotare la locomotiva della funzione "Ultimo Miglio", permettendo nuovi concetti operativi per cui la locomotiva può essere utilizzata su linee non elettrificate, spesso presenti nei porti, aree industriali o nei terminal. L'equipaggiamento "Ultimo Miglio" è opzionale e può essere installato sulla locomotiva anche successivamente alla consegna. Railpool ha deciso di installarlo su tutta la flotta circolante sulla rete italiana, assicurando la massima e completa flessibilità di utilizzo delle locomotive. La TRAXX DC3 fa parte della piattaforma TRAXX 3, sviluppata per la trazione di treni in tutta Europa e disponibile in diverse configurazioni per consentire l'interoperabilità in numerosi Paesi. Fortemente radicata nella tradizione ferroviaria italiana, Alstom produce veicoli ferroviari da 160 anni, soluzioni di segnalamento ed elettrificazione da 90 anni. Oggi, con 10 siti distribuiti sul territorio nazionale e oltre 3.500 dipendenti, il gruppo è riconosciuto come una delle aziende leader nel mercato italiano e vanta diversi centri d'eccellenza: uno nei treni ad alta velocità Avelia Pendolino, nei treni regionali monopiano Coradia Stream, locomotive E.464 e TRAXX e un altro nelle apparecchiature e sistemi di segnalamento ferroviario. Lo stabilimento Alstom di Vado Ligure ha una tradizione di oltre cento anni alle spalle nella progettazione e costruzione di locomotive, incluse le locomotive elettriche di ultima generazione TRAXX ed è un centro di produzione e manutenzione di materiale rotabile, locomotive e sottosistemi.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
17 mag 2021

TAV Milano – Venezia | Aggiornamento di maggio della tratta Brescia Est – Verona

di Fabio Nicolosi

Torniamo a mostrarvi gli aggiornamenti relativi ai lavori dell'alta velocità nella tratta Brescia - Verona rispetto all'aggiornamento di aprile. Nel cantiere di Lonato Ovest la TBM "Martina" prosegue lo scavo della galleria. In contemporanea le operazioni di consolidamento del fronte di scavo proseguono lato monte, restringendo la corsia dell'autostrada per le lavorazioni: Sempre a Lonato si sta lavorando alla futura viabilità del cavalcavia che sostituirà quella esistente. A Calcinato non si attende altro che la messa in opera del nuovo impalcato: Ci spostiamo nel cantiere di Lonato Est dove terminerà la galleria scavata con la TBM e dove sono in corso le attività di realizzazione della fossa di uscita. Da qui la talpa sarà smontata e spostata nuovamente nel cantiere di Lonato Ovest dove scaverà la seconda canna del tunnel. Questo cantiere di mese in mese mostra progressi notevoli. Lato monte non si notano particolari progressi. Lato valle il cantiere prosegue la sua avanzata verso Verona. Le due gallerie sono nel primo tratto già ultimate almeno strutturalmente e si è proseguito il riempimento dell'area tra le due gallerie. Lungo l'A4 quasi tutte le aree di cantiere vedono lavori in corso. Vi mostriamo una carrellata di immagini dai cantieri di Sirmione, Desenzano del Garda, Peschiera, San Martino della Battaglia, Castelnuovo del Garda, S. Giorgio in Salici. I lavori spaziano dalla realizzazione dei nuovi cavalcavia, alle opere propedeutiche alla costruzione della nuova sede ferroviaria. Uno dei cantieri sicuramente piú interessante si trova nei pressi di Peschiera con una grossa mole di mezzi e lavori in corso Come da ultimi aggiornamenti dulcis in fundo vi mostriamo i lavori nei pressi di Sommacampagna. La novità più interessante che con forza ha conquistato anche la copertina dell'articolo è il nuovo sottopasso di via Siberie. La nuova infrastruttura è stata nelle notti scorse spinta sotto la ferrovia, grazie all'uso di martinetti idraulici che hanno lentamente fatto avanzare il monolite sotto la sede ferroviaria. In zona Betlemme proseguono le lavorazioni e si nota anche qui il riempimento dell'area non più utilizzata dal cantiere Vi lasciamo con un video riepilogativo: Ti potrebbero interessare anche: TAV Milano – Venezia | Aggiornamento di Aprile della tratta Brescia Est – Verona TAV Milano – Venezia | Aggiornamento di Marzo della tratta Brescia Est – Verona TAV Milano – Venezia | Aggiornamento di Febbraio della tratta Brescia Est – Verona TAV Milano – Venezia | Aggiornamento di Gennaio della tratta Brescia Est – Verona TAV Milano – Venezia | Aggiornamento di Dicembre della tratta Brescia Est – Verona TAV Milano – Venezia | Aggiornamento di Ottobre della tratta Brescia Est – Verona TAV Milano – Venezia | Aggiornamento di Settembre della tratta Brescia Est – Verona TAV Milano – Venezia | Aggiornamento di Agosto della tratta Brescia Est – Verona TAV Milano – Venezia | Aggiornamento di Luglio della tratta Brescia Est – Verona TAV Milano – Venezia | Aggiornamento di Giugno della tratta Brescia Est – Verona TAV Milano – Venezia | Aggiornamento di Maggio della tratta Brescia Est – Verona TAV Milano – Venezia | Aggiornamento di Febbraio della tratta Brescia Est – Verona Per rimanere sempre in contatto con Mobilita.org i nostri canali:  Sito internet: http://mobilita.org  Fanpage: https://www.facebook.com/mobilita.org/  Instagram: https://www.instagram.com/mobilita_org/  Twitter: https://twitter.com/mobilita_org  Canale Telegram: https://t.me/mobilita

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
26 apr 2021

TAV Milano – Venezia | Aggiornamento di aprile della tratta Brescia Est – Verona

di Fabio Nicolosi

Torniamo a mostrarvi gli aggiornamenti relativi ai lavori dell'alta velocità nella tratta Brescia - Verona rispetto all'aggiornamento di marzo. Nel cantiere di Lonato Ovest la TBM "Martina" prosegue lo scavo della galleria. In contemporanea le operazioni di consolidamento del fronte di scavo proseguono e dopo essere terminate lato monte si stanno spostate lato mare, restringendo la corsia opposta dell'autostrada per le lavorazioni: In superficie possiamo notare anche l'accumulo di terreno già scavato e che viene lasciato decantare in attesa che possa essere portato altrove. A Calcinato in attesa della messa in opera del nuovo impalcato, sono state messe in esercizio le opere idrauliche e le rampe sono state asfaltate. Ci spostiamo nel cantiere di Lonato Est dove terminerà la galleria scavata con la TBM e dove sono in corso le attività di realizzazione della fossa di uscita. Da qui la talpa sarà smontata e spostata nuovamente nel cantiere di Lonato Ovest dove scaverà la seconda canna del tunnel. Questo cantiere di mese in mese mostra progressi notevoli. Lato monte si procede alla realizzazione di nuove file di tiranti per permettere lo scavo in profondità. Lato valle il cantiere prosegue la sua avanzata. Le due gallerie sono nel primo tratto già ultimate almeno strutturalmente e si è iniziato anche con il riempimento dell'area tra le due gallerie. Lungo l'A4 quasi tutte le aree di cantiere vedono lavori in corso. Vi mostriamo una carrellata di immagini dai cantieri di Desenzano del Garda, Peschiera, San Martino della Battaglia, Castelnuovo del Garda, S. Giorgio in Salici. I lavori spaziano dalla realizzazione dei nuovi cavalcavia, alle opere propedeutiche alla costruzione della nuova sede ferroviaria. Uno dei cantieri sicuramente piú interessante si trova nei pressi di Peschiera con una grossa mole di mezzi e lavori in corso Dulcis in fundo vi mostriamo i lavori nei pressi di Sommacampagna. Il canale lato monte è stato finalmente sifonato ed è stato rimesso in esercizio con il bypass sotto la ferrovia in esercizio. Poco piú a monte si sta realizzando lo scatolare che sará spinto sotto la ferrovia per la realizzazione del nuovo sottopasso ferroviario. In direzione Verona i lavori procedono velocemente e si stanno realizzando le nuove gallerie che si collegheranno al tracciato storico. Vi lasciamo con un breve video riepilogativo: Ti potrebbero interessare anche: TAV Milano – Venezia | Aggiornamento di Marzo della tratta Brescia Est – Verona TAV Milano – Venezia | Aggiornamento di Febbraio della tratta Brescia Est – Verona TAV Milano – Venezia | Aggiornamento di Gennaio della tratta Brescia Est – Verona TAV Milano – Venezia | Aggiornamento di Dicembre della tratta Brescia Est – Verona TAV Milano – Venezia | Aggiornamento di Ottobre della tratta Brescia Est – Verona TAV Milano – Venezia | Aggiornamento di Settembre della tratta Brescia Est – Verona TAV Milano – Venezia | Aggiornamento di Agosto della tratta Brescia Est – Verona TAV Milano – Venezia | Aggiornamento di Luglio della tratta Brescia Est – Verona TAV Milano – Venezia | Aggiornamento di Giugno della tratta Brescia Est – Verona TAV Milano – Venezia | Aggiornamento di Maggio della tratta Brescia Est – Verona TAV Milano – Venezia | Aggiornamento di Febbraio della tratta Brescia Est – Verona Per rimanere sempre in contatto con Mobilita.org i nostri canali:  Sito internet: http://mobilita.org  Fanpage: https://www.facebook.com/mobilita.org/  Instagram: https://www.instagram.com/mobilita_org/  Twitter: https://twitter.com/mobilita_org  Canale Telegram: https://t.me/mobilita

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
15 apr 2021

Ferrovienord e Alstom hanno firmato un nuovo contratto per altri 20 treni a media capacità

di mobilita

FERROVIENORD e Alstom hanno sottoscritto - nell'ambito di un Accordo Quadro stipulato a novembre 2019 - il secondo contratto applicativo per la fornitura di ulteriori 20 treni "Donizetti" a media capacità per il servizio ferroviario regionale, per un importo di 125 milioni di euro. Questi convogli si aggiungono ai 31 già previsti dal primo contratto applicativo, firmato contestualmente all'Accordo Quadro. PROGRAMMA REGIONE LOMBARDIA - La firma di questo secondo contratto applicativo fa seguito a quanto stabilito da Regione Lombardia che, con una delibera del 17 marzo 2021, ha ampliato il proprio programma di acquisto di nuovi treni, aggiungendo 46 convogli - 26 "Caravaggio" ad alta capacità e 20 "Donizetti" a media capacità - ai 176 già previsti e portando quindi a 222 il totale, per uno stanziamento complessivo di 1,958 miliardi (1,607 miliardi del programma approvato nel 2017 e aggiornato nel 2019, più 351 milioni aggiunti con la delibera del 17 marzo 2021). SECONDO CONTRATTO APPLICATIVO – La consegna dei primi treni acquistati con questo secondo contratto applicativo è prevista da giugno 2023. I convogli sono destinati alla direttrice Milano – Sondrio – Tirano. "I finanziamenti di Regione Lombardia stanno consentendo il progressivo rinnovamento del materiale rotabile – commenta il presidente della Regione Lombardia Attilio Fontana -: treni nuovi e all'avanguardia sono già in circolazione su diverse linee lombarde e da qui ai prossimi anni il piano di investimenti dispiegherà appieno i propri effetti". "La delibera regionale di poche settimane fa - aggiunge l'assessore regionale a Infrastrutture, Trasporti e Mobilità sostenibile Claudia Maria Terzi - ha integrato il già corposo programma di acquisti in atto, sempre con l'obiettivo di efficientare il trasporto ferroviario. Treni nuovi e confortevoli significa migliorare l'esperienza di viaggio degli utenti e diminuire i disagi legati alla vetustà del parco mezzi". "Il radicale rinnovamento della flotta di Trenord che stiamo realizzando in questi anni grazie ai finanziamenti e alle indicazioni di Regione Lombardia – spiega il presidente di FNM Andrea Gibelli – sta portando e porterà sempre più benefici in termini di qualità del servizio e comfort, ma anche dal punto di vista della sostenibilità, grazie alla riduzione dei consumi che i nuovi treni garantiscono e all'utilizzo di materiali riciclabili". "Siamo felici – sottolinea il presidente di FERROVIENORD Paolo Nozza – di poter dare il nostro contributo a questa grande operazione promossa dalla Regione per garantire alla Lombardia un servizio ferroviario sempre più efficiente e di qualità". "Siamo molto lieti di sostenere FNM e FERROVIENORD nel fornire un trasporto locale moderno e sostenibile. Negli ultimi 10 anni, Alstom ha consegnato 54 treni regionali in Lombardia. La nuova generazione di Coradia Stream rappresenta l'ultima versione elettrica progettata e prodotta da Alstom per il trasporto regionale" dichiara Michele Viale, Amministratore Delegato di Alstom Italia e Presidente e Amministratore Delegato Alstom Ferroviaria. I "DONIZETTI" – SCHEDA  PRINCIPALI CARATTERISTICHE – Si tratta di convogli mono piano, bidirezionali, a composizione bloccata, a trazione elettrica 3 kV. Sono lunghi 84,2 metri, hanno 518 posti, di cui 263 a sedere. La velocità massima è di 160 km/h. TECNOLOGIE, SICUREZZA E ACCESSIBILITÀ – Sul fronte tecnologie e sicurezza, da segnalare, tra le altre dotazioni, la presenza di: illuminazione LED, Wi-Fi, prese 220V e USB, sistema informazione a passeggeri, telecamere interne, laterali e frontali, misuratore energia, conta-persone, telediagnostica da remoto. I convogli saranno inoltre dotati del sistema di bordo SCMT/ERTMS, che garantisce i migliori standard di sicurezza europei. L'accessibilità è resa agevole dalla presenza di pedane automatiche per l'incarrozzamento. BENEFICI AMBIENTALI E COMFORT - Rispetto alla flotta attuale, è stata stimata una riduzione del 30% dei consumi di energia. Molto elevato inoltre il ricorso a materiali riciclabili (indice di riutilizzo pari al 96%). Da sottolineare anche la riduzione di rumori e vibrazioni, il potenziamento del sistema di climatizzazione e l'ampiezza delle aree di seduta e dei corridoi, adatti alle persone a mobilità ridotta.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
16 mar 2021

TAV Milano – Venezia | Aggiornamento di marzo della tratta Brescia Est – Verona

di Fabio Nicolosi

Torniamo a mostrarvi gli aggiornamenti relativi ai lavori dell'alta velocità nella tratta Brescia - Verona rispetto all'aggiornamento di febbraio. Nel cantiere di Lonato Ovest la TBM "Martina" prosegue lo scavo della galleria. In contemporanea le operazioni di consolidamento del fronte di scavo proseguono e si stanno estendendo, restringendo anche una corsia dell'autostrada per le lavorazioni: In superficie possiamo notare anche l'accumulo di terreno già scavato e che viene lasciato decantare in attesa che possa essere portato altrove. Il nuovo cavalcavia non vede nuovi progressi così come il tratto tra Lonato e Calcinato. A Calcinato demolito il cavalcavia, adesso si è in attesa della messa in opera del nuovo impalcato. Nel frattempo si stanno rimuovendo le opere idrauliche provvisorie, ormai non piú utilizzate. Ci spostiamo nel cantiere di Lonato Est dove terminerà la galleria scavata con la TBM e dove sono in corso le attività di realizzazione della fossa di uscita. Da qui la talpa sarà smontata e spostata nuovamente nel cantiere di Lonato Ovest dove scaverà la seconda canna del tunnel. A distanza di un mese i progressi sono notevoli. Lato monte è stata ultimata la berlinese della fossa di estrazione, lo scavo in profondità è ripreso e si sta mettendo in opera una nuova fila di tiranti. Lato valle il cantiere prosegue la sua avanzata. Le due gallerie sono nel primo tratto già ultimate almeno strutturalmente. Oltre la nuova strada di accesso all'azienda agricola si è realizzato il magrone che vedrà nelle prossime settimane la messa in opera delle pareti della galleria artificiale. Lungo l'A4 quasi tutte le aree di cantiere vedono lavori in corso. Vi mostriamo una carrellata di immagini dai cantieri di Desenzano del Garda, Peschiera, San Martino della Battaglia, Castelnuovo del Garda, S. Giorgio in Salici. I lavori spaziano dalla realizzazione dei nuovi cavalcavia, alle opere propedeutiche alla costruzione della nuova sede ferroviaria. Uno dei cantieri sicuramente piú interessante si trova nei pressi di Peschiera con una grossa mole di mezzi e lavori in corso Il cantiere di Tagliaferro è diviso su due fronti. Il primo in direzione Verona, il secondo in direzione Milano. In entrambi i cantieri è iniziato lo scavo delle gallerie naturali. Grande attenzione sarà anche in questo caso posta sul sottopassaggio delle gallerie sotto l'autostrada. In direzione Verona sono stati spostati i cavi di AT, proseguono i lavori di palificazione tramite l'utilizzo di due trivelle per la realizzazione della sede ferroviaria e si sta realizzando anche la sella per la nuova galleria. Dulcis in fundo vi mostriamo i lavori nei pressi di Sommacampagna. Vi lasciamo con un breve video riepilogativo: Ti potrebbero interessare anche: TAV Milano – Venezia | Aggiornamento di Febbraio della tratta Brescia Est – Verona TAV Milano – Venezia | Aggiornamento di Gennaio della tratta Brescia Est – Verona TAV Milano – Venezia | Aggiornamento di Dicembre della tratta Brescia Est – Verona TAV Milano – Venezia | Aggiornamento di Ottobre della tratta Brescia Est – Verona TAV Milano – Venezia | Aggiornamento di Settembre della tratta Brescia Est – Verona TAV Milano – Venezia | Aggiornamento di Agosto della tratta Brescia Est – Verona TAV Milano – Venezia | Aggiornamento di Luglio della tratta Brescia Est – Verona TAV Milano – Venezia | Aggiornamento di Giugno della tratta Brescia Est – Verona TAV Milano – Venezia | Aggiornamento di Maggio della tratta Brescia Est – Verona TAV Milano – Venezia | Aggiornamento di Febbraio della tratta Brescia Est – Verona Per rimanere sempre in contatto con Mobilita.org i nostri canali:  Sito internet: http://mobilita.org  Fanpage: https://www.facebook.com/mobilita.org/  Instagram: https://www.instagram.com/mobilita_org/  Twitter: https://twitter.com/mobilita_org  Canale Telegram: https://t.me/mobilita

Leggi tutto    Commenti 0