Articolo
17 mag 2021

TAV Milano – Venezia | Aggiornamento di maggio della tratta Brescia Est – Verona

di Fabio Nicolosi

Torniamo a mostrarvi gli aggiornamenti relativi ai lavori dell'alta velocità nella tratta Brescia - Verona rispetto all'aggiornamento di aprile. Nel cantiere di Lonato Ovest la TBM "Martina" prosegue lo scavo della galleria. In contemporanea le operazioni di consolidamento del fronte di scavo proseguono lato monte, restringendo la corsia dell'autostrada per le lavorazioni: Sempre a Lonato si sta lavorando alla futura viabilità del cavalcavia che sostituirà quella esistente. A Calcinato non si attende altro che la messa in opera del nuovo impalcato: Ci spostiamo nel cantiere di Lonato Est dove terminerà la galleria scavata con la TBM e dove sono in corso le attività di realizzazione della fossa di uscita. Da qui la talpa sarà smontata e spostata nuovamente nel cantiere di Lonato Ovest dove scaverà la seconda canna del tunnel. Questo cantiere di mese in mese mostra progressi notevoli. Lato monte non si notano particolari progressi. Lato valle il cantiere prosegue la sua avanzata verso Verona. Le due gallerie sono nel primo tratto già ultimate almeno strutturalmente e si è proseguito il riempimento dell'area tra le due gallerie. Lungo l'A4 quasi tutte le aree di cantiere vedono lavori in corso. Vi mostriamo una carrellata di immagini dai cantieri di Sirmione, Desenzano del Garda, Peschiera, San Martino della Battaglia, Castelnuovo del Garda, S. Giorgio in Salici. I lavori spaziano dalla realizzazione dei nuovi cavalcavia, alle opere propedeutiche alla costruzione della nuova sede ferroviaria. Uno dei cantieri sicuramente piú interessante si trova nei pressi di Peschiera con una grossa mole di mezzi e lavori in corso Come da ultimi aggiornamenti dulcis in fundo vi mostriamo i lavori nei pressi di Sommacampagna. La novità più interessante che con forza ha conquistato anche la copertina dell'articolo è il nuovo sottopasso di via Siberie. La nuova infrastruttura è stata nelle notti scorse spinta sotto la ferrovia, grazie all'uso di martinetti idraulici che hanno lentamente fatto avanzare il monolite sotto la sede ferroviaria. In zona Betlemme proseguono le lavorazioni e si nota anche qui il riempimento dell'area non più utilizzata dal cantiere Vi lasciamo con un video riepilogativo: Ti potrebbero interessare anche: TAV Milano – Venezia | Aggiornamento di Aprile della tratta Brescia Est – Verona TAV Milano – Venezia | Aggiornamento di Marzo della tratta Brescia Est – Verona TAV Milano – Venezia | Aggiornamento di Febbraio della tratta Brescia Est – Verona TAV Milano – Venezia | Aggiornamento di Gennaio della tratta Brescia Est – Verona TAV Milano – Venezia | Aggiornamento di Dicembre della tratta Brescia Est – Verona TAV Milano – Venezia | Aggiornamento di Ottobre della tratta Brescia Est – Verona TAV Milano – Venezia | Aggiornamento di Settembre della tratta Brescia Est – Verona TAV Milano – Venezia | Aggiornamento di Agosto della tratta Brescia Est – Verona TAV Milano – Venezia | Aggiornamento di Luglio della tratta Brescia Est – Verona TAV Milano – Venezia | Aggiornamento di Giugno della tratta Brescia Est – Verona TAV Milano – Venezia | Aggiornamento di Maggio della tratta Brescia Est – Verona TAV Milano – Venezia | Aggiornamento di Febbraio della tratta Brescia Est – Verona Per rimanere sempre in contatto con Mobilita.org i nostri canali:  Sito internet: http://mobilita.org  Fanpage: https://www.facebook.com/mobilita.org/  Instagram: https://www.instagram.com/mobilita_org/  Twitter: https://twitter.com/mobilita_org  Canale Telegram: https://t.me/mobilita

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
26 apr 2021

TAV Milano – Venezia | Aggiornamento di aprile della tratta Brescia Est – Verona

di Fabio Nicolosi

Torniamo a mostrarvi gli aggiornamenti relativi ai lavori dell'alta velocità nella tratta Brescia - Verona rispetto all'aggiornamento di marzo. Nel cantiere di Lonato Ovest la TBM "Martina" prosegue lo scavo della galleria. In contemporanea le operazioni di consolidamento del fronte di scavo proseguono e dopo essere terminate lato monte si stanno spostate lato mare, restringendo la corsia opposta dell'autostrada per le lavorazioni: In superficie possiamo notare anche l'accumulo di terreno già scavato e che viene lasciato decantare in attesa che possa essere portato altrove. A Calcinato in attesa della messa in opera del nuovo impalcato, sono state messe in esercizio le opere idrauliche e le rampe sono state asfaltate. Ci spostiamo nel cantiere di Lonato Est dove terminerà la galleria scavata con la TBM e dove sono in corso le attività di realizzazione della fossa di uscita. Da qui la talpa sarà smontata e spostata nuovamente nel cantiere di Lonato Ovest dove scaverà la seconda canna del tunnel. Questo cantiere di mese in mese mostra progressi notevoli. Lato monte si procede alla realizzazione di nuove file di tiranti per permettere lo scavo in profondità. Lato valle il cantiere prosegue la sua avanzata. Le due gallerie sono nel primo tratto già ultimate almeno strutturalmente e si è iniziato anche con il riempimento dell'area tra le due gallerie. Lungo l'A4 quasi tutte le aree di cantiere vedono lavori in corso. Vi mostriamo una carrellata di immagini dai cantieri di Desenzano del Garda, Peschiera, San Martino della Battaglia, Castelnuovo del Garda, S. Giorgio in Salici. I lavori spaziano dalla realizzazione dei nuovi cavalcavia, alle opere propedeutiche alla costruzione della nuova sede ferroviaria. Uno dei cantieri sicuramente piú interessante si trova nei pressi di Peschiera con una grossa mole di mezzi e lavori in corso Dulcis in fundo vi mostriamo i lavori nei pressi di Sommacampagna. Il canale lato monte è stato finalmente sifonato ed è stato rimesso in esercizio con il bypass sotto la ferrovia in esercizio. Poco piú a monte si sta realizzando lo scatolare che sará spinto sotto la ferrovia per la realizzazione del nuovo sottopasso ferroviario. In direzione Verona i lavori procedono velocemente e si stanno realizzando le nuove gallerie che si collegheranno al tracciato storico. Vi lasciamo con un breve video riepilogativo: Ti potrebbero interessare anche: TAV Milano – Venezia | Aggiornamento di Marzo della tratta Brescia Est – Verona TAV Milano – Venezia | Aggiornamento di Febbraio della tratta Brescia Est – Verona TAV Milano – Venezia | Aggiornamento di Gennaio della tratta Brescia Est – Verona TAV Milano – Venezia | Aggiornamento di Dicembre della tratta Brescia Est – Verona TAV Milano – Venezia | Aggiornamento di Ottobre della tratta Brescia Est – Verona TAV Milano – Venezia | Aggiornamento di Settembre della tratta Brescia Est – Verona TAV Milano – Venezia | Aggiornamento di Agosto della tratta Brescia Est – Verona TAV Milano – Venezia | Aggiornamento di Luglio della tratta Brescia Est – Verona TAV Milano – Venezia | Aggiornamento di Giugno della tratta Brescia Est – Verona TAV Milano – Venezia | Aggiornamento di Maggio della tratta Brescia Est – Verona TAV Milano – Venezia | Aggiornamento di Febbraio della tratta Brescia Est – Verona Per rimanere sempre in contatto con Mobilita.org i nostri canali:  Sito internet: http://mobilita.org  Fanpage: https://www.facebook.com/mobilita.org/  Instagram: https://www.instagram.com/mobilita_org/  Twitter: https://twitter.com/mobilita_org  Canale Telegram: https://t.me/mobilita

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
30 mar 2021

PUGLIA | Al via le attività del raddoppio dei binari del primo lotto della linea Termoli-Lesina

di mobilita

Prendono il via la progettazione esecutiva e la realizzazione del raddoppio dei binari del primo lotto della linea Termoli – Lesina, tra Lesina e Ripalta (FG). Rete Ferroviaria Italiana (Gruppo FS Italiane) ha consegnato oggi l’incarico dei lavori a un raggruppamento temporaneo di imprese (RTI) aggiudicatario dell’appalto. L’intervento prevede il raddoppio di circa 7 km di linea con la realizzazione di un tratto in viadotto a 47 campate. Un’opera d’arte che consentirà, tra l’altro, di superare lo storico problema degli allagamenti della linea ferroviaria causati dalle esondazioni del fiume Fortore. I lavori fanno parte del raddoppio degli ultimi 32 km di linea Adriatica, tra Termoli e Lesina, che elimineranno il famoso “collo di bottiglia” permettendo di aumentare la capacità (ossia il numero potenziale di corse), e di velocizzare e regolarizzare il traffico ferroviario sulla direttrice Lecce -Bologna. Le attività vedranno impegnate a regime circa 200 persone, tra lavoratori diretti e dell’indotto, con ricadute positive sull’economia locale. L’attivazione è prevista nel 2025. L'investimento complessivo è di 106 milioni di euro.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
30 mar 2021

Linea A/V Napoli-Bari, installato primo dei tre viadotti da 2.500 tonnellate sulla tratta Napoli-Cancello

di mobilita

Nuova milestone per Webuild sulla linea ad alta velocità-capacità Napoli-Bari, opera commissionata da Rete Ferroviaria Italiana (Gruppo FS Italiane): è stato infatti installato, nel comune di Acerra, il primo dei tre ponti ad arco della tratta Napoli-Cancello, progettata da Italferr (Gruppo FS Italiane), soluzione ingegneristica all’avanguardia che consente di minimizzare gli impatti sul traffico in fase di costruzione. La linea ferroviaria Napoli-Bari punta a diventare un asse strategico per lo sviluppo della mobilità sostenibile nel Sud Italia, con tempi di percorrenza quasi dimezzati tra Napoli e Bari, collegate in sole due ore, e permetterà inoltre di avvicinare Nord e Sud, con la previsione di un viaggio da Milano a Bari in sei ore. Ma la realizzazione della nuova linea si afferma anche come volano di sviluppo economico ed occupazionale nell’area: le due tratte a cui sta lavorando il Gruppo - la Napoli-Cancello e la Apice-Hirpinia – vedono oggi all’opera 600 persone, destinate a diventare 930 entro il 2022. Personale a cui si aggiunge una lunga filiera di fornitori, che sulla sola tratta Napoli-Cancello è rappresentata da ben trecento aziende italiane di cui ben 183 del Sud. Il ponte installato, come gli altri due che saranno posizionati nei prossimi mesi, ha un peso di 2500 tonnellate ed è lungo circa 80 metri con un’altezza di 21 metri. Dopo una serie di attività preliminari per la sistemazione dell’asse stradale, il ponte, con un’operazione durata circa 10 ore, è stato preso in carico da 18 speciali carrelloni, che complessivamente hanno distribuito il peso su 104 assi gommati, per essere poi issato a circa 6 metri da terra tramite torri di sollevamento (Strand Jack). La tratta Napoli Cancello in cui è stato posizionato il viadotto consentirà di portare i binari della linea a servizio della stazione AV di Napoli-Afragola, costruita dalla società Astaldi parte del Gruppo Webuild, stazione che una volta operativa diventerà hub per l’interscambio passeggeri tra i servizi regionali e AV. Il tracciato si articola per circa 15,5 km nei territori di Casoria, Casalnuovo, Afragola, Caivano e Acerra. La seconda tratta della linea in costruzione, Apice-Hirpinia, invece, supera i 18 chilometri e prevede l’attraversamento dell’Appennino e la realizzazione della stazione intermedia di Hirpinia. Nel progetto rientra la costruzione di tre gallerie naturali e quattro viadotti in un contesto molto complesso dal punto di vista paesaggistico.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
16 mar 2021

TAV Milano – Venezia | Aggiornamento di marzo della tratta Brescia Est – Verona

di Fabio Nicolosi

Torniamo a mostrarvi gli aggiornamenti relativi ai lavori dell'alta velocità nella tratta Brescia - Verona rispetto all'aggiornamento di febbraio. Nel cantiere di Lonato Ovest la TBM "Martina" prosegue lo scavo della galleria. In contemporanea le operazioni di consolidamento del fronte di scavo proseguono e si stanno estendendo, restringendo anche una corsia dell'autostrada per le lavorazioni: In superficie possiamo notare anche l'accumulo di terreno già scavato e che viene lasciato decantare in attesa che possa essere portato altrove. Il nuovo cavalcavia non vede nuovi progressi così come il tratto tra Lonato e Calcinato. A Calcinato demolito il cavalcavia, adesso si è in attesa della messa in opera del nuovo impalcato. Nel frattempo si stanno rimuovendo le opere idrauliche provvisorie, ormai non piú utilizzate. Ci spostiamo nel cantiere di Lonato Est dove terminerà la galleria scavata con la TBM e dove sono in corso le attività di realizzazione della fossa di uscita. Da qui la talpa sarà smontata e spostata nuovamente nel cantiere di Lonato Ovest dove scaverà la seconda canna del tunnel. A distanza di un mese i progressi sono notevoli. Lato monte è stata ultimata la berlinese della fossa di estrazione, lo scavo in profondità è ripreso e si sta mettendo in opera una nuova fila di tiranti. Lato valle il cantiere prosegue la sua avanzata. Le due gallerie sono nel primo tratto già ultimate almeno strutturalmente. Oltre la nuova strada di accesso all'azienda agricola si è realizzato il magrone che vedrà nelle prossime settimane la messa in opera delle pareti della galleria artificiale. Lungo l'A4 quasi tutte le aree di cantiere vedono lavori in corso. Vi mostriamo una carrellata di immagini dai cantieri di Desenzano del Garda, Peschiera, San Martino della Battaglia, Castelnuovo del Garda, S. Giorgio in Salici. I lavori spaziano dalla realizzazione dei nuovi cavalcavia, alle opere propedeutiche alla costruzione della nuova sede ferroviaria. Uno dei cantieri sicuramente piú interessante si trova nei pressi di Peschiera con una grossa mole di mezzi e lavori in corso Il cantiere di Tagliaferro è diviso su due fronti. Il primo in direzione Verona, il secondo in direzione Milano. In entrambi i cantieri è iniziato lo scavo delle gallerie naturali. Grande attenzione sarà anche in questo caso posta sul sottopassaggio delle gallerie sotto l'autostrada. In direzione Verona sono stati spostati i cavi di AT, proseguono i lavori di palificazione tramite l'utilizzo di due trivelle per la realizzazione della sede ferroviaria e si sta realizzando anche la sella per la nuova galleria. Dulcis in fundo vi mostriamo i lavori nei pressi di Sommacampagna. Vi lasciamo con un breve video riepilogativo: Ti potrebbero interessare anche: TAV Milano – Venezia | Aggiornamento di Febbraio della tratta Brescia Est – Verona TAV Milano – Venezia | Aggiornamento di Gennaio della tratta Brescia Est – Verona TAV Milano – Venezia | Aggiornamento di Dicembre della tratta Brescia Est – Verona TAV Milano – Venezia | Aggiornamento di Ottobre della tratta Brescia Est – Verona TAV Milano – Venezia | Aggiornamento di Settembre della tratta Brescia Est – Verona TAV Milano – Venezia | Aggiornamento di Agosto della tratta Brescia Est – Verona TAV Milano – Venezia | Aggiornamento di Luglio della tratta Brescia Est – Verona TAV Milano – Venezia | Aggiornamento di Giugno della tratta Brescia Est – Verona TAV Milano – Venezia | Aggiornamento di Maggio della tratta Brescia Est – Verona TAV Milano – Venezia | Aggiornamento di Febbraio della tratta Brescia Est – Verona Per rimanere sempre in contatto con Mobilita.org i nostri canali:  Sito internet: http://mobilita.org  Fanpage: https://www.facebook.com/mobilita.org/  Instagram: https://www.instagram.com/mobilita_org/  Twitter: https://twitter.com/mobilita_org  Canale Telegram: https://t.me/mobilita

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
09 mar 2021

CALABRIA | Presentato il Piano operativo di accessibilità per il servizio ferroviario

di mobilita

L’assessore regionale alle Infrastrutture, Domenca Catalfamo, ha illustrato oggi, nel corso di un incontro online con le associazioni che rappresentano i pendolari e i passeggeri a mobilità ridotta, il Piano operativo di accessibilità per il servizio ferroviario della Regione Calabria. IL PIANO Il Piano, redatto da Trenitalia e Rete ferroviaria italiana e condiviso dalla Regione Calabria e dal'Autorità regionale dei trasporti (Artcal), contiene tutte le azioni necessarie per il miglioramento dell’accessibilità del servizio ferroviario calabrese, con particolare attenzione ai passeggeri a mobilità ridotta. Il progetto, nello specifico, prevede l’acquisto, da parte di Trenitalia, di 27 treni di nuova generazione, di cui quattro già consegnati nel 2020. A Rfi spetta, invece, il rifacimento di 18 stazioni ferroviarie. Tra queste, quelle di Reggio Calabria e Gioia Tauro sono già state completate, mentre quelle di Paola e Lamezia Terme sono in corso di realizzazione. Le restanti dovranno essere ultimate entro il 2026. CATALFAMO: «GARANTIRE ACCESSIBILITÀ» «Oggi – spiega l’assessore Catalfamo – vogliamo condividere il Piano, previsto dal contratto di servizio tra la Regione Calabria Trenitalia, Rfi e Artcal, con tutte le associazioni e i comitati interessati. Il Piano riguarda l’acquisto di treni di ultima generazione e il rifacimento delle stazioni ferroviarie. In questi mesi  si è lavorato intensamente perché questo Piano fosse operativo, a garanzia della piena accessibilità dei servizi ferroviari per i cittadini calabresi e, principalmente, per le persone con mobilità ridotta». Hanno partecipato all’iniziativa il direttore regionale di Trenitalia, Domenico Scida, Pier Paolo Olla, Andrea Destro e Davide Mistretta di Rfi, Francesco Cribari e Tiziana Corallini, rappresentanti di Artcal, e il dirigente del settore regionale Infrastrutture, Francesco Tarsia.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
06 mar 2021

Partono oggi i cantieri nella Direttrice Adriatica Bologna – Lecce per viaggiare a 200 Km/h

di mobilita

Cantieri aperti sabato 6 e domenica 7 marzo fra Bologna Centrale e Castelbolognese e fra Rimini e Riccione, con modifiche al programma di circolazione dei treni sulle linee Bologna – Ancona e Bologna – Ravenna. I provvedimenti sono necessari per consentire a Rete Ferroviaria Italiana (Gruppo FS Italiane) di eseguire l’impermeabilizzazione dell’impalcato di due ponti ferroviari, uno sul Rio Maggione e uno sul Torrente Sillaro. Saranno circa 50 i tecnici impegnati in questa importante attività, funzionale ad elevare gli standard prestazionali della linea. L’intervento rientra nel progetto di velocizzazione della Direttrice Adriatica Bologna – Lecce per consentire ai treni di viaggiare fino alla velocità massima di 200 chilometri orari. Contestualmente saranno eseguiti lavori anche tra Porto San Giorgio e Pedaso e fra Pescara e Francavilla. Previste modifiche al programma dei treni regionali e a lunga percorrenza, con cancellazioni, limitazioni, variazioni di percorso, nuovi treni e autobus sostitutivi.  In particolare, per quanto riguarda il traffico regionale nella tratta emiliano-romagnola, il servizio fra Bologna e Castelbolognese sarà effettuato con bus. I nuovi orari, in vigore nelle sole due giornate indicate, sono consultabili sui sistemi informatici e di vendita delle imprese ferroviarie: digitando stazione di partenza, arrivo e data del viaggio, è possibile verificare in automatico l’offerta alternativa. Sui siti web delle imprese ferroviarie sono disponibili le fiches orarie stampabili con i dettagli della nuova offerta. Nelle stazioni sarà potenziata l’assistenza alle persone in viaggio.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
18 feb 2021

TAV Milano – Venezia | Aggiornamento di febbraio della tratta Brescia Est – Verona

di Fabio Nicolosi

Torniamo a mostrarvi gli aggiornamenti relativi ai lavori dell'alta velocità nella tratta Brescia - Verona rispetto all'aggiornamento di gennaio. Nel cantiere di Lonato Ovest la TBM "Martina" sta scavando la galleria, le operazioni di consolidamento del fronte di scavo proseguono e si stanno estendendo. In particolare nelle foto vediamo il cantiere di consolidamento della Trevi e le varie mire che permettono il monitoraggio in tempo reale dei minimi spostamenti verticali dell'autostrada: In superficie prosegue l'accumulo dei conci che permetteranno il rivestimento della galleria. Il nuovo cavalcavia che sostituirà l'esistente è in fase di ultimazione e si sta iniziando a lavorare anche nel tratto tra Lonato e Calcinato A Calcinato demolito il cavalcavia, adesso si è in attesa della messa in opera del nuovo impalcato Ci spostiamo nel cantiere di Lonato Est dove terminerà la galleria scavata con la TBM e dove sono in corso le attività di realizzazione della fossa di uscita. Da qui la talpa sarà smontata e spostata nuovamente nel cantiere di Lonato Ovest dove scaverà la seconda canna del tunnel. Sia l'area a valle, che a monte della nuova viabilità vede notevoli progressi. Lato monte si sta definendo il perimetro della fossa di estrazione, lo scavo in profondità è temporaneamente fermo, i lavori sono tutti concentrati nel tratto a monte, dove una trivella sta operando per consolidare il terreno e si stanno ultimando i cordoli. Lato valle i progressi sono notevoli e il cantiere è in grande fermento. Due le gru in azione che agevolano le operazioni di messa in opere delle casseformi e le numerose impalcature per velocizzare le operazioni di realizzazione della galleria artificiale. Lungo l'A4 quasi tutte le aree di cantiere vedono lavori in corso. Vi mostriamo una carrellata di immagini dai cantieri di Desenzano del Garda, Peschiera, San Martino della Battaglia, Castelnuovo del Garda, S. Giorgio in Salici. I lavori spaziano dalla realizzazione dei nuovi cavalcavia, alle opere propedeutiche alla costruzione della nuova sede ferroviaria. Tante le maestranze a lavoro nei pressi del fiume Mincio, dove si sta lavorando per preparare le fondazione del ponte ferroviario che scavalcherà il fiume e che sarà una delle opere principali della nuova tratta ferroviaria Nei pressi del cantiere di Tagliaferro il cantiere si divide su due fronti. Il primo in direzione Verona, il secondo in direzione Milano. Entrambi i cantieri stanno scavando le gallerie naturali e i lavori di scavo sono ufficialmente partiti. Grande attenzione sarà anche in questo caso posta sul sottopassaggio delle gallerie sotto l'autostrada. In direzione Verona sono stati spostati i cavi di AT, proseguono i lavori di palificazione tramite l'utilizzo di due trivelle per la realizzazione della sede ferroviaria e si sta realizzando anche la sella per la nuova galleria. Dulcis in fundo  vi mostriamo i lavori nei pressi di Sommacampagna. Anche questo cantiere vede numerose maestranze impegnate su più fronti. Dall'attraversamento della ferrovia alla realizzazione della nuova viabilità. Sono state realizzate anche delle opere idrauliche necessarie allo spostamento dei canali attualmente in funzione Vi lasciamo con un breve video riepilogativo: Ti potrebbero interessare anche: TAV Milano – Venezia | Aggiornamento di Gennaio della tratta Brescia Est – Verona TAV Milano – Venezia | Aggiornamento di Dicembre della tratta Brescia Est – Verona TAV Milano – Venezia | Aggiornamento di Ottobre della tratta Brescia Est – Verona TAV Milano – Venezia | Aggiornamento di Settembre della tratta Brescia Est – Verona TAV Milano – Venezia | Aggiornamento di Agosto della tratta Brescia Est – Verona TAV Milano – Venezia | Aggiornamento di Luglio della tratta Brescia Est – Verona TAV Milano – Venezia | Aggiornamento di Giugno della tratta Brescia Est – Verona TAV Milano – Venezia | Aggiornamento di Maggio della tratta Brescia Est – Verona TAV Milano – Venezia | Aggiornamento di Febbraio della tratta Brescia Est – Verona Per rimanere sempre in contatto con Mobilita.org i nostri canali:  Sito internet: http://mobilita.org  Fanpage: https://www.facebook.com/mobilita.org/  Instagram: https://www.instagram.com/mobilita_org/  Twitter: https://twitter.com/mobilita_org  Canale Telegram: https://t.me/mobilita

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
10 feb 2021

TAV Milano – Venezia | Il consorzio stabile ReseArch si aggiudica il lotto costruttivo Appalto 4 “Lugana – Frassino ovest” da 106 milioni di euro

di mobilita

La Manelli Impresa srl con il Consorzio Stabile ReseArch si aggiudica i Lavori di Realizzazione della Linea AV/AC Milano-Verona- Tratto Brescia est – Verona | Lotto Costruttivo 4 “Lugana – Frassino ovest” I lavori prevedono l’esecuzione delle opere civili per la realizzazione della linea ferroviaria AV/AC Milano -Verona – tratta Brescia Est –Verona, comprese tra il km 127+343 e il km 132+923. Forma oggetto dell’appalto la realizzazione di opere quali: n. 4 rilevati ferroviari n. 6 trincee ferroviarie n. 2 gallerie artificiali policentriche ferroviarie n. 1 imbocco per galleria naturale ferroviaria e relative opere di completamento connesse e/o interferenti (sottopassi, opere e sistemazioni idrauliche, sifoni, opere stradali, fondazioni per barriere antirumore, strade di accesso, stradelli e piazzali di servizio) Stazione Appaltante: CEPAV DUE – CONSORZIO ENI PER L’ALTA VELOCITÀ Importo dei Lavori: € 106.104.742,41

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
05 feb 2021

MARCHE | Potenziamento della Orte-Falconara, entro il 2026 l’intera tratta in 40 minuti

di mobilita

Missione romana, sino a tarda sera di ieri, per il Presidente Francesco Acquaroli e l'Assessore regionale alle Infrastrutture Francesco Baldelli. “Un incontro positivo – spiegano il Presidente Acquaroli e l'Assessore Baldelli - che ci ha permesso di affrontare il tema delle infrastrutture ferroviarie con una visione di insieme dell'intero territorio regionale e che verrà riproposto a breve per definire nei dettagli la collaborazione tra Rfi e Regione Marche". Presidente e Assessore si sono confrontati con l'Ad di Rfi, Vera Fiorani, e l'ingegnere di Rete Ferroviaria Italiana, Colaneri. Tra i vari temi al centro della discussione anche il potenziamento della Orte-Falconara e il cronoprogramma di sua realizzazione e che Regione Marche e Rfi vogliono velocizzare, con l'obiettivo di concludere la velocizzazione della tratta di 40 minuti entro agosto 2026. Non di secondaria importanza anche la necessità del potenziamento dell'Interporto di Jesi che, per garantire una efficace intermodalità, dovrà essere dotato di una stazione ferroviaria in grado, nel prossimo futuro, di accogliere treni della lunghezza di 750 metri in luogo degli attuali 450. Un focus particolare è stato poi dedicato ad altri due temi fondamentali delle nuove politiche della giunta regionale che punta all'ammodernamento e all'interconnessione delle sue infrastrutture. Presidente e Assessore hanno infatti posto l'attenzione sulla necessità di avviare un serio confronto sulla volontà di arretramento della linea adriatica e quindi sulla realizzazione della tratta dell’alta velocità tra Bologna e Lecce, nonché sullo studio di fattibilità di una rete ferroviaria delle aree interne che, oltre alla Ascoli-Porto d'Ascoli, colleghi, in un unico anello ferroviario marchigiano, la Civitanova Marche-Albacina alla Fabriano-Pergola e alla Fano-Urbino.

Leggi tutto    Commenti 0