Articolo
28 apr 2020

LIVORNO | Via all’appalto integrato da 41 milioni per recuperare il complesso dell’Accademia Navale

di Fabio Nicolosi

E' stato pubblicato l'appalto integrato per l’affidamento della progettazione esecutiva ed esecuzione di lavori di ristrutturazione ed efficientamento energetico del Palazzo Allievi ed adeguamento dei fabbricati ex C.E.M.M., ex prigioni e palestra, dell’Accademia Navale di Livorno Le finalità del progetto si possono riassumere nel concetto di adeguamento di una struttura, il Palazzo Allievi dell’Accademia Navale, di grande importanza storica ed operativa, alle nuove esigenze logistiche oltre al miglioramento antisismico, rifacimento delle facciate, molto ammalorate, dei locali e delle pavimentazioni interne ed esterne, dei serramenti, delle tramezzature e delle finiture in genere, oltre che all’adeguamento degli impianti alle norme relative al risparmio energetico, sempre tenendo ben presente la salvaguardia dei valori architettonici e storici. L’intervento prevede l’adeguamento della distribuzione alloggiativa alle esigenze dell’Accademia Navale finalizzato ad una migliore organizzazione funzionale. E’ prevista quindi la trasformazione delle camere bilivello con annessi zona studio e servizio igienico attualmente a quattro posti letto, in camere a tre posti letto con annessi zona studio e servizi igienici, attrezzati con tre lavabi ed una doccia, spostando i vasi igienici in appositi locali contigui. Inoltre, per accedere alla zona letto posizionata nel soppalco viene sostituita l’attuale scala alla “marinara” con una più funzionale scala a chiocciola. Anche i dormitori collettivi subiscono modifiche distributive e sono ricavate alcune camerette ad uno o due posti letto con servizi igienici dedicati. L’intervento prevede la verifica sismica delle strutture con il miglioramento dell’indice di vulnerabilità sismica secondo il D.M. LL.PP. 14/01/2008 e le Norme di attuazione della Regione Toscana. Inoltre sarà effettuata una manutenzione straordinaria del Palazzo Allievi che comprende: il restauro delle facciate con totale sostituzione degli intonaci e delle relative pitturazioni per riportare il palazzo allo splendore originario, la sostituzione dei serramenti sia interni che esterni e per quelli di pregio particolare, anche se in cattivo stato, la loro manutenzione e restauro, il rifacimento totale delle coperture sia piane sia a falde e la eliminazione dei manufatti contenenti amianto la totale sostituzione degli impianti sia elettrici e di gestione, sia termici adeguandoli alle attuali esigenze e tecniche con l’inserimento di impianti che tengano conto della necessità di risparmio energetico (geotermci, fotovoltaici,ecc ). Importo 41.024.790,94 EUR di cui 38.415.856,37 EUR per lavori a corpo soggetti a ribasso compresi oneri aziendali per la sicurezza da esplicitare in sede di offerta, 816 760,08 EUR per oneri di progettazione esecutiva soggetti a ribasso, e 1.792.174,49 EUR per costi per l’attuazione dei piani di sicurezza di cui al D.Lgs. 9.4.2008, n. 81 e s.m.i. non soggetti a ribasso, ripartiti come meglio descritto nel disciplinare di gara Il tempo totale escluso per espletamento della gara é di 1860 giorni, pari a quasi 6 anni. Trattandosi di appalto pubblico di lavori che prevede la progettazione esecutiva e l’esecuzione dell’opera, il concorrente dovrà possedere i requisiti speciali di cui all’art. 83, comma 1, del D.Lgs. 50/2016 anche per la progettazione, come meglio specificato nel disciplinare di gara dove sono identificate le opere cui appartengono gli interventi oggetto dell’incarico  

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
15 apr 2020

UMBRIA | 2 milioni per recupero ex ferrovia Spoleto-Norcia

di Fabio Nicolosi

“Con la destinazione di ulteriori 2 milioni di euro per la riparazione dei dissesti causati dal sisma del 2016 su cui stiamo definendo le procedure di appalto, riusciremo a recuperare tutto il tratto da Piedipaterno a Balza Tagliata, di oltre 9 km e a sistemare alcuni punti critici nel tratto da Serravalle a Norcia. La Regione è in prima linea per realizzare questo programma ed uno degli obiettivi fondamentali è costituito dalla riapertura della ex Ferrovia Spoleto-Norcia. Con questo intervento inoltre si andranno a recuperare somme fin qui inutilizzate dal piano dei dissesti così da assicurarne la definitiva, completa sistemazione”. L’assessore regionale alle infrastrutture e trasporti, Enrico Melasecche, annuncia il nuovo intervento della Regione per il recupero dell’ex ferrovia Spoleto-Norcia aggiungendo che “insieme all’assessore al turismo, Paola Agabiti, per scandire il progredire di questo grande progetto che riguarda l’intera regione, abbiamo in animo di organizzare due incontri l’anno, cominciando dal prossimo settembre a Spoleto proprio sul recupero del percorso della ex Ferrovia Spoleto-Norcia”. L’assessore Melasecche ricorda che “oltre agli interventi infrastrutturali citati, sempre rispettosi del paesaggio, nella Spoleto-Norcia, sono al momento in campo investimenti per 1 milione e mezzo di euro sul tratto Spoleto – Sant’Anatolia di Narco, di 18 km, di cui è pronto il progetto esecutivo; 3 milioni di euro sono stati destinati per il recupero del tratto Casale Volpetti – Serravalle di Norcia, di circa 7 km, con la progettazione definitiva in corso di redazione ed infine 3 milioni e 350 mila euro, già finanziati con il vecchio PIAT (Piano integrato per lo sviluppo delle aree terremotate) sono stati destinati a vari interventi, in corso di completamento, tra cui c’è il recupero del tratto di San Martino, con la ricostruzione del cavalcavia sulla strada statale Valnerina presso Sant’Anatolia”. “L’insieme degli interventi – ha affermato l’assessore Melasecche – si concluderà nel giro di circa due anni, alla fine dei quali avremo ripristinato per intero i 54 km del tracciato. Questo notevole impegno progettuale e finanziario è senz’altro motivato dal fatto che la ex ferrovia rappresenta uno dei principali assi strategici dello sviluppo del turismo umbro su cui la Regione intende puntare in modo organico. Mentre il coronavirus obbliga ad una pausa di riflessione – sottolinea Melasecche – noi continuiamo a lavorare, con il massimo impegno, alla fase successiva della ripresa con idee, progetti, finanziamenti, infrastrutture, appalti. Quindi fatti concreti e obiettivi chiari. Tra le priorità di questa legislatura c’è sicuramente la realizzazione del progetto “L’Umbria, un unicum affascinante di ciclovie, cammini e sentieri”. Occorre infatti riorganizzare e completare la rete delle piste ciclabili regionali integrandola con quella dei cammini e dei sentieri, a cominciare da quelli legati ai santi più noti al mondo, in modo da connotare sempre più la nostra regione per questa sua caratteristica. Vorremmo che un numero sempre maggiore di appassionati, attratti dagli aspetti artistici, religiosi, naturalistici, sportivi ma anche culinari possa raggiungere, in bici o a piedi, borghi, parchi, fiumi, laghi e tutte le nostre città per godersi non solo i panorami ma percepire quello spirito particolare che si percepisce visitando i nostri territori. Grazie al completamento del percorso – ha concluso l’assessore Melasecche – risulterà potenziata l’attrattività di quei luoghi per un turismo di qualità, il rafting, la migliorata ricettività e la ristorazione. Ci sono molte aspettative insomma che non intendiamo deludere”.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
10 dic 2018

Busitalia: 83 nuovi autobus in Umbria nel 2018

di mobilita

Ottantatré nuovi autobus per la mobilità dell’Umbria in servizio nel 2018. Procede il rinnovo della flotta della Direzione Regionale Umbria di Busitalia. Di nove diverse tipologie – quattro per i servizi urbani, quattro per i servizi extraurbani e una tipologia per i servizi turistici (noleggio) – nel loro insieme sono in grado di rispondere al meglio alle molteplici esigenze di mobilità di una regione, l’Umbria, dalle caratteristiche morfologiche e paesaggistiche variegate e uniche. Denominatore comune è il basso impatto ambientale e gli standard elevati in termini di sicurezza, comfort ed accessibilità. La flotta rinnovata è stata presentata oggi in Piazza IV Novembre a Perugia alla Presidente della Regione Catiuscia Marini, all’Assessore Regionale alla Mobilità Giuseppe Chianella, al Sindaco di Perugia Andrea Romizi, all’Assessore alla Mobilità del Comune di Perugia Cristiana Casaioli e alle altre Amministrazioni comunali umbre dal Direttore Regionale Umbria di Busitalia Velio Del Bolgia. Per i servizi urbani si va dai 15 autobus capienti Citaro C2 (110 posti) ai 5 mezzi più agili Citymood, ai 3 Vivacity CE6 fino ad arrivare ai 4 piccoli Sprinter City 65K (27 posti), questi ultimi più adatti per servire i centri minori. La flotta dei bus extraurbani si arricchisce di 36 Intouro, di 12 Setra S417UL destinati alle lunghe percorrenze, di 4 Interlink e di 1 Sprinter Transfer B.45, questi ultimi due modelli adatti alle strade di dimensioni più ridotte. Gli autobus destinati ai servizi di noleggio sono Setra S516HD, fiore all’occhiello della flotta da turismo Busitalia. Sono tutti di nuova generazione classe Euro 6, a ridotte emissioni inquinanti, con un tangibile miglioramento degli standard qualitativi del servizio in termini di comfort e di sicurezza del viaggio. Importante caratteristica è il sistema di video sorveglianza a bordo, a tutela della sicurezza dei viaggiatori e del personale, e la dotazione di sistemi di accessibilità per passeggeri a ridotte capacità motorie (pedana manuale per i mezzi urbani ed elevatore per i mezzi extraurbani). Settantanove (su ottantatré) mezzi destinati ai servizi di Traporto Pubblico Urbano ed Extraurbano sono stati acquistati da Busitalia con un investimento di circa 17 milioni di euro, con un finanziamento al 40% del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti e della Regione Umbria.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
16 nov 2017

Aeroporto Umbria | Ryanair: rinnovato l’accordo per i prossimi 5 anni

di mobilita

SASE e Ryanair sono liete di annunciare la firma del nuovo contratto che consentirà, nell’arco dei prossimi cinque anni, di stabilizzare e potenziare la presenza in Umbria del principale vettore d’Europa per passeggeri trasportati. Il nuovo accordo prevede un progressivo incremento di volumi di traffico e rotte, privilegiando lo sviluppo di collegamenti internazionali, con particolare riferimento ai mercati strategici su cui si stanno concentrando le iniziative di promozione programmate dalla Regione Umbria. Alle quattro rotte già operate (Londra e Catania annuali, Bruxelles e Trapani stagionali) si aggiungerà a partire dal 27 marzo prossimo il nuovo collegamento da/per Francoforte, operato con due collegamenti settimanali ogni martedì e sabato. A dicembre si terrà a Francoforte un evento di promozione dell’offerta turistica umbra rivolto al mercato tedesco. L’evento, organizzato da Sviluppumbria con la collaborazione di Ryanair, è in particolare volto a sostenere la nuova rotta che collegherà questo importante hub con Perugia. Ernesto Cesaretti, Presidente SASE, ha dichiarato: “La sigla dell’accordo con Ryanair testimonia l’ottimo rapporto – oramai decennale – con il vettore irlandese e rappresenta un tassello essenziale nello sforzo di consolidamento e sviluppo dell’aeroporto dell’Umbria, consentendoci di guardare con positività ai prossimi anni e mettere nel mirino per il medio periodo il traguardo dei 350.000 passeggeri. Il nuovo collegamento con Francoforte permetterà di sviluppare ulteriormente l’incoming turistico dalla Germania – che ad oggi rappresenta il primo mercato per quanto riguarda gli arrivi in Umbria – e sarà sicuramente apprezzato sia da chi viaggia per motivi di business che di piacere”. David O’Brien, Chief Commercial Officer di Ryanair, ha affermato: "Siamo lieti di aver siglato questo nuovo accordo di cinque anni con SASE. Perugia ha un ruolo importante nel nostro network italiano, con 5 rotte nella programmazione estiva 2018 e siamo impazienti di continuare a far crescere traffico, rotte e i posti di lavoro nella regione ".

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
10 lug 2017

Busitalia in Umbria: unico gestore di un grande progetto di mobilità

di mobilita

Riuscire a integrare le modalità di trasporto fra loro in un unico sistema virtuoso: è quanto fa Busitalia ogni giorno in Umbria erogando tutti i servizi urbani, sub-urbani ed extraurbani su gomma e gestendo la mobilità alternativa. La società del Gruppo gestisce tutti i percorsi pedonali meccanizzati che collegano il centro storico di Perugia con la base dell'Acropoli; la mobilità alternativa per la città di Orvieto con la funicolare, dalla Stazione di Valle per la Rupe, e il successivo collegamento con minibus dalla Stazione di Monte con il centro storico e con il Quartiere Medioevale. Anche la città di Cascia può vantare collegamenti di mobilità alternativa gestiti dalla nostra Società: i visitatori possono agevolmente fruire del centro storico e recarsi fino al Santuario, grazie a un percorso composto da 9 scale mobili e 5 ascensori in uso pubblico. Busitalia gestisce inoltre le scale mobili e i parcheggi di Spoleto e l'ascensore del Sant'Uffizio di Amelia. Ma l'attività di Busitalia non si ferma qui, la società gestisce infatti il servizio di navigazione sul lago Trasimeno, oltre che i collegamenti ferroviari da Perugia per Terni e Sansepolcro e i servizi urbani ed extraurbani su gomma. Durante il periodo estivo l'azienda effettua inoltre collegamenti tra le principali città umbre e alcune importanti mete turistiche all’interno e all’esterno del territorio regionale; oltre a promuovere gli itinerari cicloturistici della Valnerina e il percorso della Ex Ferrovia Spoleto-Norcia viaggiando con i servizi Bus + Bici. L'Umbria è oggi, l'unica regione dove di fatto tutti i tipi di trasporto fanno capo a un unico gestore, particolarità che permette di mettere in campo sinergie e integrazioni di altissimo livello e un grande progetto di mobilità integrata. L’offerta di trasporto di Busitalia nel Paese copre attualmente circa 100 milioni di bus km annui, 2,7 milioni di treni km e 41mila miglia nautiche, con circa 2300 autobus, 46 treni, 18 tram e 7 motonavi. I dipendenti sono oltre 4000. Da aprile 2017, Busitalia è entrata anche nel settore dei viaggi a lunga percorrenza, con il servizio Busitalia Fast, dedicato a chi ama viaggiare sulle lunghe distanze con la comodità e la sicurezza del bus, con un servizio di alta qualità, innovativo e riconoscibile.

Leggi tutto    Commenti 0