Articolo
10 nov 2018

BOLOGNA | 13 e 14 novembre: in bus ai concerti di Claudio Baglioni all’Unipol Arena

di mobilita

In occasione delle due date bolognesi del tour di Claudio Baglioni nelle “arene indoor”, martedì 13 e mercoledì 14 novembre sarà attiva la linea speciale Tper 675, un servizio di collegamento diretto, senza fermate intermedie, tra la Stazione Centrale di Bologna e l’Unipol Arena di Casalecchio di Reno. Martedì e mercoledì, gli autobus della linea 675 partiranno in prossimità della Stazione Centrale, dalla fermata I, su viale Pietramellara, lato farmacia, con corse ogni 20 minuti, attive dalle ore 18 alle ore 20. Al ritorno, al termine del concerto, i bus partiranno da Via Gino Cervi, di fronte all’ingresso 10 dell’Unipol Arena, ed effettueranno le fermate a richiesta: Ospedale Maggiore, San Felice, Marconi, Piazza dei Martiri, Amendola, Stazione Centrale. Per accedere al servizio di bus dedicato agli eventi che si tengono all’Unipol Arena occorre dotarsi del biglietto speciale-spettacoli di andata e ritorno da 5 euro, valido solo per la linea speciale 675, in vendita presso i Punti Tper della Stazione Centrale, dell’Autostazione e di Via Marconi 4, a Bologna, o presso la biglietteria Tper dell’Autostazione di Imola.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
10 nov 2018

MILANO | Servizi straordinari da e per lo stadio di San Siro per la partita di domani

di mobilita

Per domenica 11 novembre ATM ha previsto un servizio straordinario per agevolare gli spostamenti con i mezzi pubblici dei tifosi da e per lo stadio di San Siro. Metropolitana Per raggiungere lo stadio usate la linea M5 fino a San Siro Stadio o la linea M1 fino a Lotto. Stazioni chiuse temporaneamente dopo la partita Per facilitare l’uscita dallo stadio dei tifosi alla fine della partita, su disposizione della Questura chiuderemo le stazioni M5 di San Siro Ippodromo e Segesta. In alternativa potete usare le stazioni M5 di San Siro Stadio e Lotto o raggiungere a piedi la stazione M1 di Lotto in 10/15 minuti. Bus e navette speciali Le linee 16 e 90/91 sono potenziate con vetture aggiuntive. Abbiamo previsto anche un servizio  navette tra Lampugnano da e per lo stadio. Linee 16, 49, 64, 80 e 98 modificate -Linea 16: prima dell’inizio della partita, viene cancellata la fermata in direzione San Siro Stadio M5 di via dei Rospigliosi prima di piazza Axum. Durante l’evento modifica il percorso con capolinea provvisorio in via Dessié. In uscita dallo stadio, viene cancellata la fermata di via Dessié prima di piazza Axum. -Linea 49: due ore prima dell’inizio della partita, modifica il percorso in entrambe le direzioni tra via Harar e via Morgantini passando da via San Giusto, via Novara e piazza Melozzo da Forlì. Dalla fine della partita per un’ora circa, stessa modifica in direzione Lotto M1/M5; in direzione piazza Tirana, stessa deviazione percorrendo via Novara anziché via San Giusto. -Linee 64 e 80: dalla fine della partita per un’ora circa, modificano i percorsi solo in direzione Bonola M1 e via Piccoli/Quinto Romano, proseguendo in via Novara anziché svoltare in via San Giusto. -Linea 98: dalla fine della partita per un’ora circa, la linea modifica il percorso solo in direzione Famagosta M2. Dal capolinea di Lotto M1/M5 prosegue in piazzale Lotto, via Gavirate e riprende regolare. In metropolitana, pagate con carta contactless Potete fare il biglietto della metropolitana direttamente al tornello con la vostra carta contactless. Basta avvicinare la carta al tornello della stazione di partenza per entrare e avvicinarla al tornello della stazione di arrivo per uscire. Non serve registrarsi al servizio, neanche la prima volta. Il sistema calcolerà automaticamente la tariffa corretta per il vostro viaggio. Per saperne di più e scoprire se la vostra carta è abilitata, visitate questa pagina.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
09 nov 2018

VENEZIA | Approvato il progetto definitivo della pista ciclo-pedonale nel centro abitato di Favaro Veneto

di mobilita

La Giunta comunale, nel corso dell'ultima seduta, ha approvato il progetto definitivo per la realizzazione del tratto di pista ciclo-pedonale che collegherà via Monte Boè, a Favaro Veneto, alla via Vallenari-bis. Il tratto si snoderà nel centro abitato di Favaro Veneto ed avrà una lunghezza complessiva di circa 60 metri. L’opera, per un costo complessivo di 40mila euro, prevede, per i primi mesi del 2019, l’aggiudicazione del bando per l’esecuzione dei lavori e l’apertura dei cantieri nella prossima primavera. La consegna dei lavori è prevista entro l’inizio dell’estate. “Questo tratto di pista ciclo-pedonale si inserisce in un percorso che è decisamente importante per la mobilità sostenibile consentendo, contestualmente, il collegamento tra il centro abitato di Favaro Veneto alla Vallenari-bis – spiega l’assessore ai Lavori pubblici, Francesca Zaccariotto - L'intervento garantisce di raggiungere, muovendosi lungo una direttrice est-ovest, gli estremi opposti del paese e di collegarlo a Campalto, Tessera e alla prima cintura di Mestre a vantaggio del trasferimento di molti residenti. Tutto ciò si inserisce in quel progetto più ampio e già in larga parte realizzato o cantierizzato che il sindaco Luigi Brugnaro ha voluto per incentivare una mobilità green e lenta in Città. L'obiettivo è fare in modo che i ciclisti possano raggiungere le loro destinazioni muovendosi su percorsi a loro dedicati, evitando pertanto di correre lungo gli itinerari seguiti dal tram, dove sappiamo essere vietato. Questa è sicurezza". Il percorso avrà una larghezza di 2,5 metri e procederà in aperta campagna per circa 60 metri in direzione Nord con arrivo in via Monte Boè.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
09 nov 2018

FIRENZE | Via alla variante di Castello

di mobilita

La giunta comunale ha approvato in via definitiva la variante al Piano urbanistico esecutivo di Castello sbloccando così il progetto di cambiamento del quadrante Nord Ovest della città. Con la variante vengono di fatto dimezzati i volumi a costruire del vecchio piano di Castello e ripensate le funzioni da insediare, con la possibilità di realizzare finalmente la nuova Mercafir intesa come cittadella del cibo e della qualità 2.0. Altro elemento centrale, la valorizzazione del parco di Castello, concepito non solo come polmone ambientale ma anche come vero e proprio parco urbano: il più grande di tutta l’area metropolitana fiorentina insieme a quello agricolo della Piana. Non solo: si riducono tutti i volumi a destinazione direzionale pubblica per bloccare il processo di svuotamento del centro della città dalle funzioni pubbliche e contenere il fenomeno dell’esplosione dello sfruttamento turistico commerciale del centro. In più, si dà il via a un processo di riqualificazione complessiva dell’area grazie a un sistema di infrastrutture di mobilità che comprende: la nuova viabilità di collegamento tra parco, area di Castello e scuola dei Marescialli;  la fermata ‘Guidoni’ delle Ferrovie dello Stato; la fermata della tramvia linea 2 di Peretola; la realizzazione di un parcheggio scambiatore a Peretola; un grande parcheggio all’altezza di viale XI Agosto. La variante è inoltre pienamente compatibile col nuovo assetto dell’aeroporto essendo in linea con il piano di rischio della nuova pista.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
09 nov 2018

MILANO | Area B, dal 25 febbraio stop agli Euro 3 diesel

di mobilita

Definita la data di partenza del provvedimento Area B contro lo smog a Milano: dal 25 febbraio stop alle auto inquinanti fino agli euro 3 diesel in tutta la città dalle ore 7:30 alle ore 18:30, dal lunedì al venerdì. Area B è la più grande zona a traffico limitato in Italia, comprende quasi 1.400.000 abitanti (il 97,6 per cento della popolazione residente) ed è vasta quasi quanto i confini della città, ovvero il 72 per cento dell'intero territorio comunale. Al suo interno sarà vietato l'ingresso ai veicoli benzina euro 0 e diesel euro 0, 1, 2, 3 e progressivamente, per step successivi fino al 2030, a tutti i veicoli diesel. Dal 12 novembre partirà una massiccia campagna informativa che utilizzerà diversi media: affissioni, web, il circuito degli schermi di ATM, Comune, Telesia, Clear channel. Cartelli e messaggi informativi saranno posizionati su autostrade e tangenziali, e banner saranno presenti sulle pagine web del Comune, degli aeroporti di Linate e Malpensa, di Milanosport e ATM. Ci saranno anche spot sulle principali emittenti radio e tv locali e pagine web sulle principali testate giornalistiche. Da gennaio ed entro il 25 febbraio sarà completato il posizionamento della segnaletica stradale, che prevede cartelli come da codice stradale e cartelli informativi molto visibili. Il 25 febbraio saranno attivate 15 telecamere in altrettanti varchi nelle vie Anassagora, Pirelli, Sarca, Giuditta Pasta, Gallarate, Tofano, Basilea, Zurigo, Gonin, Baroni, Cassinis, Rogoredo, Carlo Feltrinelli, Mecenate, Fantoli. Da marzo progressivamente saranno collocate altre 78 telecamere per arrivare a 98 telecamere entro la fine del 2019. Tutti i 188 varchi saranno completati entro il 1° ottobre 2020. Sempre dal 25 febbraio partirà una sperimentazione per i veicoli diesel euro 3 ed euro 4 di proprietà degli ambulanti che hanno una concessione negli spazi dei mercati comunali rionali di Milano valida fino al 31 dicembre 2020. Questi veicoli potranno circolare fino alla scadenza della concessione grazie a una “scatola nera”, l’on board unit (OBU), fino a un massimo di 1.000 chilometri all’anno percorsi in Area B. Gli ambulanti con veicoli diesel euro 0, 1 e 2 non potranno circolare a meno che non si muniscano di FAP. Per consentire alle famiglie con reddito ISEE sotto i 14 mila euro di non inquinare, l’Amministrazione comunale ha deciso di estendere, anche ai veicoli immatricolati persona purché di residenti a Milano, i contributi destinati ai veicoli merci per sostituire le auto ad alto tasso emissivo (diesel da euro 0 a euro 4) con auto ibride, benzina, metano o GPL. "Area B è la ZTL più grande d’Italia e consentirà di migliorare la qualità dell’aria e della vita a Milano - dichiara Marco Granelli assessore alla Mobilità e Ambiente -. L'aria che respiriamo è fondamentale. Le polveri sottili nocive alla salute sono già in calo da alcuni anni ma vogliamo abbatterle drasticamente. È inderogabile un cambiamento di abitudini".  

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
09 nov 2018

MESSINA | Consegnati i lavori del porto di Tremestieri

di mobilita

Alla presenza del sindaco Cateno De Luca e del vicesindaco con delega ai Lavori Pubblici Salvatore Mondello, nel corso di una conferenza stampa a Palazzo Zanca, si è proceduto oggi alla consegna dei lavori per la realizzazione del porto di Tremestieri alla ditta appaltatrice nuova Co.Ed.Mar srl. All’incontro con i giornalisti hanno preso parte Albino Boscolo Contadin in rappresentanza della Co.Ed.Mar srl; il rup Vito Leotta; il direttore dei lavori Pietro Certo, del Provveditorato interregionale opere pubbliche di Sicilia e Calabria; Maurizia Longo e Corrado Savasta dell’Autorità portuale. I tempi di realizzazione sono stati fissati in due anni, mentre l’area interessata è di 240.000 mq. L’importo contrattuale è di 64.375.135,21 euro con varie linee di finanziamento da fonti ministeriali e regionali. “Oggi è una data storica per Messina – ha dichiarato il sindaco De Luca – in quanto l’avvio di questi lavori apre uno scenario complessivo diverso e nuovo per la città. Si attua adesso una strategia pensata tanti anni fa; il nostro compito, dopo avere risolto alcuni intoppi e per tale ragione si è tenuto un profilo basso, diventa quello di accelerare i tempi per la realizzazione dell’opera in due anni meno un giorno. Dal 2006 ad oggi ci sono stati ingenti danni, gli ultimi a Galati, che si potevano evitare e di ciò ce ne scusiamo a nome di chi ha amministrato precedentemente. Ringrazio pubblicamente la ditta, che ha avuto grande pazienza nell’attesa senza incidere economicamente perché avrebbe potuto farlo, e perché, compatibilmente con le esigenze dell’opera, cercherà di valorizzare anche le maestranze cittadine. E’ in corso di definizione in Prefettura il protocollo di legalità per opere di rilievo come questa”. “La città non è una composizione di pezzi – ha aggiunto il vicesindaco Mondello – ma deve essere intesa nell’ottica di una strategia unica e complessiva. In tal senso, dopo la firma di oggi per il porto di Tremestieri, tra circa dieci giorni consegneremo i lavori per la via Don Blasco. Con queste due opere e in considerazione della realizzazione di un asse viario così importante, Messina sarà considerata in una visione diversa rispetto al passato. Come faccio per tutte le attività che seguo, spesso sarò presente in cantiere per seguire i lavori e fare sentire la presenza dell’Amministrazione comunale”. Albino Boscolo Contadin in rappresentanza della Co.Ed.Mar srl ha concluso, dicendo che: “Il nostro principio aziendale è fare presto e bene. Potete stare certi che non perderemo tempo”. In merito alla progettazione e alla realizzazione della piattaforma logistica intermodale con annesso scalo portuale del porto di Tremestieri, l’assessorato regionale del Territorio e dell’Ambiente con verbale n. 35 del 18 ottobre scorso aveva consegnato le aree demaniali regionali al Comune di Messina; pertanto successivamente il rup Leotta ha autorizzato la direzione Lavori a procedere oggi alla consegna dei lavori eseguibili sulle aree interessate dalla ditta appaltatrice Co.Ed.Mar srl. Avendo ricevuto la disponibilità di tutte le aree previste a progetto sulla fascia costiera ionica, i lavori di costruzione del porto potranno essere avviati secondo un cronoprogramma contrattuale che prevede bonifiche ambientali, scavi e dragaggi, opere a scogliera di ripascimento protetto e la realizzazione di strutture trappola sedimenti sud.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
08 nov 2018

VENEZIA | People Mover chiuso, servizio sostitutivo con bus

di mobilita

AVM informa che il servizio People Mover resterà chiuso per consentire le azioni necessarie al suo corretto funzionamento in coordinamento con il fornitore tecnico. In occasione del fermo impianto verrà attivato il servizio sostitutivo automobilistico AVM/Actv con partenza da P.le Roma (corsia A8) e fermate in Stazione Marittima e Tronchetto (fermata 1394, in strada adiacente al mercato ortofrutticolo direzione P.le Roma). Il fermo impianto è stato deciso per minimizzare l’impatto sulla clientela in un periodo di bassa stagione e garantire così un miglior funzionamento del servizio nei prossimi mesi.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
08 nov 2018

MILANO | Sabato 17 novembre sarà inaugurato il nuovo viale d’ingresso al parco di Villa Litta

di mobilita

Sarà inaugurato sabato 17 novembre il nuovo viale d’ingresso al parco di Villa Litta, oggetto, negli ultimi 4 mesi, di un importante intervento di riqualificazione.  I lavori hanno riguardato in particolar modo il rifacimento della pavimentazione, realizzata con pietra di luserna e lastre di granito dall’ingresso del parco fino alla piazzola che ospita la fontana.  L’originale pavimentazione in calcestre infatti si era ammalorata a causa del notevole afflusso di mezzi diretti ai servizi della Villa e alla manutenzione del parco. Si è inoltre intervenuto sui sottoservizi, con la realizzazione di un nuovo sistema fognario. Sono stati sostituiti anche la condotta dell’acqua potabile che serve le fontanelle del parco e i cavidotti contenenti i sottoservizi elettrici e telefonici a servizio della biblioteca. A completamento dell'intervento sono state realizzate delle aiuole dove nei prossimi giorni verranno posati arbusti serviti da un impianto di irrigazione a goccia dedicato. L’intervento, realizzato su una pavimentazione di circa 1.100 mq, è costato circa 230mila euro, cofinanziati da Comune e Municipio 9.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
08 nov 2018

FIRENZE | Iniziati lavori di riqualificazione di via Maragliano

di mobilita

Sono partiti i lavori di riqualificazione di via Maragliano che riguardano l’asfaltatura della carreggiata e il ripristino di tratti di marciapiede. Previsto anche l’intervento nell’area di intersezione tra via Maragliano-viale Redi-Ponte San Donato in programma in orario notturno lunedì e martedì prossimo. Il fine lavori è previsto a fine mese. Inoltre, da inizio anno dopo l’entrata in esercizio della linea 2 e la modifica del Tpl su gomma si procederà al rifacimento della segnaletica e la riorganizzazione della sosta anche con il recupero di posto auto a seguito della revoca della corsia prefenziale.

Leggi tutto    Commenti 0