Articolo
25 giu 2018

S7 Airlines inaugura il nuovo volo Bari-Mosca

di mobilita

La Puglia e Mosca sono ancora più vicine con il volo diretto Bari Mosca che si è inaugurato ieri.  La Regione Puglia e il Comune di Bari continuano ad investire sui rapporti con Mosca, in virtù del rapporto speciale che si è instaurato negli anni con la Federazione russa. Una delegazione istituzionale della Puglia, guidata dal Presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, dal Sindaco della città metropolitana, Antonio Decaro, dall'Assessore regionale all'Industria Turistica e Culturale, Loredana Capone e dal Vicepresidente di Aeroporti di Puglia Antonio Vasile è partita oggi per Mosca, inaugurando il primo volo S7 Bari Mosca. Il volo S7 da Mosca è arrivato alle 13.35 all'aeroporto di Bari ed è stato accolto dai getti d'acqua dei mezzi del Vigili del Fuoco. I passeggeri sono stati salutati dai Rappresentanti delle Istituzioni (Regione Puglia, Comune di Bari, Console Russia, Aeroporti di Puglia). Alle 14.30 la delegazione pugliese è partita per Mosca  dove domani si svolgerà una conferenza stampa alle ore 10.00 nella Sede del Governo russo a Mosca, con Giovanni Bastianelli, Direttore Esecutivo ENIT, Sergey Cheremin, Ministro per la cooperazione economica e le relaizoni internazionali di Mosca, Alexey Shaposhnikov, Presidente della Duma di Mosca, Eugeny Gerasimov, Direttore della commissione mass media e cultura della Città di Mosca, Alexander Kibovsky, capo del dipartimento di cultura della città di Mosca, Nikolai Gulyaev, capo del dipartimento dello sport e del turismo di Mosca, Ivan Shubin, Capo del dipartimento dei mass media e pubblicità della città di Mosca, Tatiana Andryash, Direttrice Buongiorno Italia, Michail Abramov Fondazione Museo dell'Icona Russa, Ivan Banderblog ass. CheLoveK MaKak, Yury Lagovskiy, Global Sales Director S7 Airlines. "Le distanze oggi si accorciano grazie al nuovo volo di linea che collega direttamente Mosca a Bari. Questo volo è sicuramente un traguardo importante per chi, come me, da 13 anni lavora nelle istituzioni, prima da Sindaco e poi da Presidente della Regione Puglia, per rafforzare il legame con la Federazione russa nel nome di San Nicola- ha commentato il Presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano - Il legame tra i nostri popoli ha quindi radici lontane e si è nel tempo rafforzato attraverso amicizie, scambi, progetti, che hanno profondamente arricchito le nostre comunità. In giornate come questa tornano alla mente i tanti momenti solenni che abbiamo condiviso. Penso al vertice internazionale Italo-Russo, nel marzo 2007, alla presenza dei presidenti Vladimir Putin e Romano Prodi. In quella occasione si gettarono le basi per la restituzione della Chiesa Russa di Bari al Patriarcato di Mosca. Un grande evento celebrato due anni dopo, insieme ai presidenti Giorgio Napolitano e Dmitri Medvedev, che fu soprattutto un evento di popolo. In migliaia scesero in piazza per celebrare quel gesto di amicizia che apriva la Puglia a una dimensione internazionale e suscitava solo buoni auspici. Tanti passi sono Istati fatti da quel giorno, sino allo storico viaggio della reliquia di San Nicola in Russia, che ha coinvolto milioni di fedeli ed emozionato il mondo. Su questo volo Mosca-Bari, dunque, viaggiano davvero tante speranze e visioni, viaggia una bella squadra di persone e istituzioni motivate a fare cose grandi insieme, viaggiano sogni di pace e amicizia, e tanti progetti di crescita comune."  "In questi anni vi è stato un grande impegno e un intenso scambio bilaterale: sono state sostenute l'attivazione di voli charter stagionali, la partecipazione a fiere di settore, workshop e seminari di formazione in Russia, l'organizzazione di incontri BtoB tra operatori e di educational tour per giornalisti e tour operator russi. Il volo di linea Bari-Mosca corona questo grande impegno in favore della promozione della Puglia in Russia - ha commentato l'Assessore all'Industria turistica e culturale, Loredana Capone -  Il mercato russo oggi presenta ancora elevati margini di sviluppo sia per l'Italia che per la Puglia. Dal 2016, dopo una breve crisi legata anche a eventi di politica internazionale che ha sensibilmente ridotto i flussi turistici, il mercato russo in Puglia è in costante crescita. Non abbiamo ancora raggiunto i livelli del 2014 ma il trend di sviluppo, con una media di crescita annuale pari al 10%, lascia ben sperare. La variazione del mercato russo (campione 70% circa) sui primi tre mesi del 2018, rispetto all'anno precedente, conferma l'andamento positivo: +8% per gli arrivi e +17% per le presenze. I turisti russi, big spender interessati prevalentemente all'offerta artistica/culturale e al buon cibo, stanno allargando i loro orizzonti di viaggio in Puglia: oltre a Bari e ai comuni limitrofi, anche altre aree della nostra regione stanno diventando sempre più attrattive, come Lecce, Monopoli, Fasano, Ostuni, Vieste." Soddisfatto anche il Sindaco della Città metropolitana, Antonio Decaro: "L'inaugurazione del volo diretto tra Bari e Mosca rappresenta un passaggio strategico per consolidare i rapporti tra la terra di Bari e la capitale russa, che negli ultimi dieci anni sono cresciuti in maniera costante grazie all'impegno delle diverse istituzioni, accomunate dall'obiettivo di potenziare e rendere più stabile e sicuro il processo di internazionalizzazione in atto. Parlare dei rapporti tra Bari e la Russia significa, ovviamente, pensare in primo luogo al legame indissolubile ispirato dalla comune devozione nei confronti di San Nicola, il santo cristiano più venerato al mondo che unisce nella fede il mondo cattolico, ortodosso e protestante. San Nicola è la figura che testimonia la possibilità di coesistenza di più fedi religiose nel rispetto reciproco tra popoli e culture, l'emblema di come due o più Paesi possano fare propria un'identità comune e valorizzarla al punto tale da creare una sinergia che va ben oltre gli aspetti religiosi. Va in questa stessa direzione l'avvenuta inaugurazione del consolato onorario della Federazione Russa nel cuore della città di Bari e il moltiplicarsi delle iniziative culturali promosse per veicolare comuni valori spirituali e per ampliare la conoscenza reciproca, anche in chiave turistica. Giornate come questa testimoniano la volontà condivisa e il rispetto di impegni reciproci che possono tramutarsi in prospettive strategiche per far crescere le partnership culturali, religiose, economiche e commerciali. Il volo diretto tra Mosca e Bari sarà un altro ponte sul quale cammineranno idee, valori, affari e tante altre opportunità". Antonio Vasile, Vice Presidente di Aeroporti di Puglia, ha dichiarato che i legami tra Bari e la Russia, affondano le proprie radici nei sentimenti di amore dei baresi per il Patrono della loro città e di venerazione di popolo dei fedeli ortodossi verso il vescovo di Myra. "Nel corso dei secoli, proprio nel nome di San Nicola, è stato possibile mantenere aperto un canale di dialogo ecumenico tra chiesa cattolica e chiesa ortodossa che ha facilitato l'incontro tra popoli così diversi tra loro, ma legati da profonda amicizia. La scorsa estate, l'ostensione di una Reliquia di San Nicola, prima a Mosca e poi a San Pietroburgo, e l'incredibile testimonianza di fede e di popolo dei milioni di fedeli in attesa per rendere omaggio al Santo, ha reso ancor più forte, se mai possibile, i sentimenti di amicizia e di unione tra i Russi e Bari, anche tra chi, probabilmente non ha mai avuto modo di conoscere la nostra città. Sino ad oggi la mancanza di un collegamento aereo diretto con Mosca aveva complicato non poco gli spostamenti dei fedeli e di quanti avrebbero voluto visitare Bari e la Puglia. Oggi, l'avvio del volo diretto con Mosca rafforza ancor di più, anche in chiave di modernità e di efficienza, i profondi legami di amicizia con il popolo russo e favoriranno l'apertura della Puglia a un mercato che, valori storici e religiosi a parte, guarda da sempre alla nostra regione con simpatia e interesse." Durante la Conferenza Stampa domani saranno annunciate le prossime iniziative di promozione della Puglia a Mosca. "La Puglia sarà a Mosca in occasione dei Mondiali di Calcio in Russia, dal 5 al 7 luglio, in tre prestigiose location: nel Gorky Park, al Muzeon e all'Hermitage, con proiezioni di film sottotitolati in russo girati in Puglia, in collaborazione con Apulia Film Commission; e ancora con musica dal vivo e spettacoli, degustazioni di cibo pugliese e naturalmente un info point turistico della Puglia.  Tre giorni in cui la Puglia si presenterà a Mosca  – ha annunciato Luca Scandale , Responsabile del Piano strategico Puglia 365. In autunno la Puglia sarà di nuovo a Mosca con il Buy Puglia Tour in abbinamento ad una campagna di comunicazione. Non mancherà, come lo scorso anno, la partecipazione a "Buongiorno Italia" nell'ex maneggio di Mosca. Sempre in autunno tappa a Mosca di wearecreativeinPuglia: un artista pugliese realizzerà un'opera di street art, un segno della Puglia che rimarrà a Mosca". Sempre nella giornata di domani, alle sedici nella sede dell'Ambasciata d'Italia a Mosca si svolgerà un incontro della delegazione pugliese con l'Ambasciatore Pasquale Terraciano alla presenza di: Francesco Forte (Console Generale), Olga Strada (Direttrice dell'Istituto di Cultura), Pier Paolo Celeste (Direttore Ufficio ICE), Giovanni Bastianelli (Direttore Esecutivo ENIT) e Irina Petrenko (Responsabile dell'Ufficio ENIT Mosca). Il volo diretto S7 636 da Bari a Mosca sarà operato tutte le domeniche. Il volo partirà da Bari alle 14:30 ed arriverà all'aeroporto di Domodedovo alle 19:20 ora locale. Il volo di ritorno S7 635 partirà alle 10:45 da Mosca per atterrare all'aeroporto di Bari alle13:35.  L'aeromobile messo a disposizione dalla compagnia è il moderno e confortevole Boeing 737-800. ‘S7 Airlines continua ad espandere la sua presenza in Europa offrendo ai suoi passeggeri la possibilità di atterrare a Bari, nuova destinazione in Italia. Situata sulla meravigliosa costa adriatica, la città pugliese rappresenta anche un punto di partenza per le crociere dirette in Europa Meridionale. I passeggeri baresi potranno beneficiare del collegamento diretto con Mosca e della possibilità di continuare il loro viaggio sfruttando l'ampio network domestico ed internazionale gestito dalla S7 Airlines", ha dichiarato Igor Veretennikov, responsabile commerciale della S7 Group.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
25 giu 2018

FIRENZE | Tramvia, l’Amministrazione incontra i cittadini

di mobilita

Parte martedì 26 giugno l’iniziativa d'informazione sul tema della nuova mobilità pubblica di Firenze, dal titolo: Tramvia e nuove linee Autobus. Maratone informative sul trasporto pubblico a Firenze. Quattro incontri in cui l’Amministrazione esporrà ai cittadini i cambiamenti e le prospettive della nuova mobilità, alla luce della prossima entrata in funzione dei due nuovi percorsi della tramvia: la prosecuzione della linea T1 da Santa Maria Novella a Careggi e la nuova linea T2 dall’Aeroporto a Santa Maria Novella. Questa rivoluzione comporterà la revisione di 37 linee di autobus e l’introduzione di nuove linee di trasporto urbano che permetteranno di collegare punti di interesse della città alle linee della tramvia. Gli incontri pubblici seguiranno la metodologia delle maratone dell’ascolto organizzato. Dopo una prima fase di presentazione del piano di mobilità pubblica, seguirà un approfondimento per gruppi di lavoro, moderato e condotto da facilitatori professionisti, alla presenza dei tecnici dei trasporti. In questo ambito sarà possibile porre le proprie domande e richieste di approfondimento Il programma 26 giugno, ore 17.30 presso il Palazzetto dello Sport in via Taddeo Alderotti 24 27 giugno, ore 21 presso EX3 in viale Donato Giannotti 75-81 4 luglio, ore 18 presso il Centro Sportivo Paganelli in viale Guidoni 208 6 luglio, ore 18 presso il PalaFilarete in via del Filarete 5  L’ iniziativa è aperta a tutti i cittadini, fino ad esaurimento posti. Per segnalare la propria partecipazione scrivere a: ascolto@comune.fi.it

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
25 giu 2018

REGGIO CALABRIA | Isole pedonali e Ztl sperimentale all’insegna della mobilità sostenibile

di mobilita

La giunta municipale di Reggio Calabria ha deliberato nell’ambito delle iniziative per rilanciare la vocazione turistica della città una serie di provvedimenti di limitazione della circolazione stradale con l’obiettivo di incentivare e favorire lo sviluppo di una rete di pubblici esercenti che offrano spazi aperti all’utenza. Alla luce del Pums ( piano urbano della mobilità sostenibile) che prevede misure di potenziamento della mobilità sostenibile in particolare pedonale e ciclabile e in virtù della delibera già adottata che disciplina le modalità e le caratteristiche delle occupazioni del suolo pubblico e dei pubblici esercizi, la giunta guidata dal sindaco Giuseppe Falcomatà ha deliberato in via sperimentale di istituire una Z.T.L (zona a traffico limitato) fino al 16 settembre in: Via Bruno Buozzi ( tratto compreso tra via Roma e via III settembre) Via Zaleuco ( tratto compreso tra via Giulia e via Biagio Camagna) Via Filippini ( tratto compreso tra via Fata Morgana e via Giulia dalle ore 19,00 alle ore 2,00) Parimenti alla luce delle medesime considerazioni la Giunta Comunale ha istituito un’ area pedonale in: Via dei Pritanei( tratto compreso tra via Cavour e via T.Gulli) Corso Matteotti ( tratto compreso tra Largo Colombo e via Vollaro) Via 2 settembre ( tratto compreso tra via Aschenez e via Torrione) e nelle Traverse F, L, I della via Nazionale di Pellaro nel tratto compreso tra la via Nazionale stessa e la via Longitudinale).

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
25 giu 2018

ROMA | Inaugurata la nuova isola ambientale realizzata nel Rione Borgo

di mobilita

Inaugurata la nuova isola ambientale realizzata dal Municipio a Borgo, finalizzata a valorizzare un tessuto urbano di grande valore storico e artistico migliorandone la fruizione da parte dei cittadini e dei turisti. Un progetto per privilegiare la mobilità pedonale e ciclopedonale e disincentivare il traffico motorizzato. Si tratta di un complesso di interventi a basso impatto e a basso costo, come la realizzazione di corridoi a salvaguardia delle percorrenze pedonali e la modifica della segnaletica per eliminare per quanto possibile il traffico di attraversamento. Un sistema di sensi di marcia contrapposti convogliano quindi i flussi sulle strade perimetrali di viabilità principale, e sono stati montati i dissuasori agli ingressi delle aree pedonali senza naturalmente impedire l'ingresso ai veicoli di emergenza e di soccorso. Il limite di velocità all'interno dell'isola è a 30 km orari. È stato razionalizzato il sistema sia delle soste auto, che sono tutte a pagamento, sia dei ciclomotori. Riviste anche le aree di sosta per carico e scarico merci e le soste riservate alle persone con disabilità. L’intero intervento è costato circa 4.500 euro. La cifra è stata assorbita soprattutto dal costo dei dissuasori in acciaio con sfera ornamentale in ghisa, approvati dalla Sovrintendenza.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
25 giu 2018

ROMA | Al via progetto “Walking in Rome”

di mobilita

Riscoprire le bellezze di Roma attraverso percorsi a piedi, in bicicletta o con il trasporto pubblico locale. È questo il concetto alla base del nuovo progetto Walking in Rome, il sistema di wayfinding urbano, studiato per aiutare cittadini e turisti a orientarsi alla scoperta di luoghi, monumenti, parchi e servizi vicini al punto esatto in cui si trovano. Il primo totem è stato posizionato in piazza Nicosia. Il programma nel complesso prevede la collocazione di 60 nuovi totem, in punti strategici della città. Da settembre a dicembre saranno installati, riutilizzando le strutture già presenti in corrispondenza degli stalli del servizio di car sharing pubblico, gestito da Roma Servizi per la Mobilità. Per la Sindaca di Roma Virginia Raggi anche la Capitale al pari di città come New York, Parigi, Londra e Mosca si dota di questo semplice e intuitivo sistema per segnalare ai cittadini e ai turisti i principali monumenti, parchi e servizi di pubblica utilità, raggiungibili a pochi minuti di cammino, in bicicletta,  o con l’ausilio del trasporto pubblico. Secondo l’Assessore alla Città in Movimento Linda Meleo i nuovi totem sono utili per la promozione della mobilità sostenibile, strumenti che renderanno più semplice vivere la città, incentivando la mobilità pedonale e ciclabile. In quest’ottica da settembre sono previste attività di comunicazione per la diffusione del progetto nell’ambito della Settimana della Mobilità Europea. Il progetto è stato realizzato grazie alla collaborazione fra Roma Servizi per la Mobilità, Zétema, Sovrintendenza capitolina, dipartimento Mobilità e Trasporti, dipartimento Turismo, dipartimento Attività culturali di Roma Capitale nell’ambito degli interventi previsti per la mobilità sostenibile nel Programma Operativo di Dettaglio (Pod) che prevedono il potenziamento dei sistemi Its (Intelligent Transport System) per il monitoraggio dei flussi e l’informazione all’utenza attraverso l’installazione di una rete dei sensori, lo sviluppo di un App e, appunto, di un sistema di infomobilità pedonale.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
24 giu 2018

MILANO | Viaggio nel tempo con M4

di mobilita

La costruzione della linea metropolitana M4 rappresenta non solo una scelta strategica per il futuro della mobilità e sostenibilità di Milano ma un’occasione unica per ampliare le nostre conoscenze sul suo passato. Milano è una città di oltre due millenni che nella corsa al rinnovamento ha spesso occultato nel sottosuolo la sua storia. A stabilire una connessione fra il tessuto urbano di oggi e di ieri, fra i cittadini di Milano e quelli di Mediolanum, è il progetto di restituzione dei risultati delle indagini archeologiche nei cantieri della linea M4. “Viaggio nel tempo con M4” vi guiderà alla scoperta del patrimonio culturale della città lungo la Linea Blu grazie ad alcuni pannelli informativi posti sui cantieri indicati nella mappa. Un progetto promosso da: Assessorato alla Mobilità Comune di Milano, Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio per la Città Metropolitana di Milano, M4 spa e MM spa. Attività di cantiere e indagini archeologiche: MetroBlu scrl Cooperativa Archeologia e Land spa. I principali monumenti di Mediolanum e i punti d’interesse lungo i cantieri della linea M4 1) Mura tardoromane; 2) Terme; 3) Chiesa di San Vito in Pasquirolo; 4) Mura tardorepubblicane; 5) Chiesa di San Bernardino alle Ossa; 6) Ca’ Granda; 7) Via porticata; 8) Basilica di San Nazaro in Brolo; 9) Chiesa di San Calimero; 10) Santuario di Santa Maria dei Miracoli presso San Celso; 11) Duomo; 12) Complesso episcopale; 13) Foro romano; 14) Teatro; 15) Palazzo imperiale; 16) Museo Archeologico; 17) Circo; 18) Porta Ticinensis romana; 19) Porta Ticinese medievale; 20) Basilica di San Lorenzo; 21) Basilica di Sant’Eustorgio; 22) Museo Diocesano; 23) Anfiteatro; 24) Antiquarium Alda Levi; 25) Basilica di Sant’Ambrogio 26) Pusterla di Sant’Ambrogio; 27) Chiesa di San Michele sul Dosso; 28) Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia; 29) Basilica di San Vittore al Corpo; 30) Mausoleo imperiale

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
24 giu 2018

ROMA | Da lunedi parte la sperimentazione dei tornelli sulla linea 62 dell’ATAC

di mobilita

Roma sperimenta il “modello Londra” introducendo i tornelli in entrata sugli autobus dell'ATAC e con ingresso esclusivamente dalla porta anteriore. La sperimentazione è già partita un paio di settimane fa sulla linea periferica 669 e successivamente sulla navetta 51. Da lunedì la sperimentazione passa sulla linea 62 che dalla Stazione Tiburtina porta fino a Castel Sant’Angelo, un percorso con grande affluenza per verificare la risposta dell’utenza. In sintesi grazie a questa novità, introdotta da Atac, chi non ha il biglietto non può salire a bordo.  In questa fase ci sarà solo una la vettura dotata di tornello e, ad ogni fermata verrà aperta prima la porta anteriore e, dopo l'ingresso dei passeggeri, aprirà la porta posteriore per far scendere i passeggeri che avevano prenotato la fermata. Alla fine della sperimentazione si capirà se l’introduzione del tornello abbia azzerato l’evasione e in che modo la procedura non rallenti eccessivamente la marcia della linea.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
23 giu 2018

MESSINA | Assegnati venti biciclette con pedalata assistita a disposizione del personale comunale

di mobilita

Il sindaco, Renato Accorinti, ha assegnato a piazza Unione Europea venti biciclette con pedalata assistita alle sei Circoscrizioni, al Corpo di Polizia Municipale e al dipartimento Manutenzioni Stabili Comunali. I mezzi a due ruote, corredati di caschetto, saranno messi a disposizione del personale comunale esclusivamente per gli spostamenti di servizio, che devono essere autorizzati dal dirigente e tracciati con apposita timbratura del cartellino, in base all’Accordo di Programma tra il Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, l’Associazione Nazionale dei Comuni Italiani e la Ducati Energia S.p.A. Si tratta di prototipi di bicicletta a pedalata assistita, ad alto rendimento e ad emissione zero (e-bike 0) che consentono di rilevare dati ambientali del territorio cittadino.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
23 giu 2018

REGIONE UMBRIA | Assegnati 30 milioni per piano infrastrutture

di mobilita

La bretella di collegamento fra lo stabilimento TK Ast di Terni con lo svincolo della Terni-Rieti, il completamento della complanare di Orvieto, interventi di miglioramento della sicurezza della Ferrovia centrale umbra, per i percorsi pedonali e ciclabili e sistemi di accesso ai centri storici, per la rigenerazione urbana: sono queste le opere che verranno realizzate con i circa 30 milioni di euro, a valere sulla programmazione del Fondo per lo sviluppo e la coesione (Fsc 2014-2020), assegnati definitivamente alla Regione Umbria. “È il coronamento del confronto e del lavoro che nei mesi la Regione Umbria ha portato avanti con il Governo Gentiloni e che giunge ora a compimento con la pubblicazione sulla Gazzetta ufficiale della delibera del Cipe che approva l’Addendum al Piano operativo infrastrutture e che ci permette di entrare nella fase operativa”. Lo ha sottolineato la presidente della Regione Umbria, Catiuscia Marini, che ha illustrato nel dettaglio gli interventi che verranno finanziati, insieme all’assessore regionale alle infrastrutture, Giuseppe Chianella, nel corso dio una conferenza stampa alla quale hanno preso parte il presidente di ANCI Umbria, Francesco De Rebotti, il commissario straordinario del Comune di Terni, Antonino Cufalo, il sindaco di Orvieto, Giuseppe Germani, e l’assessore ai Lavori pubblici del Comune di Orvieto, Floriano Custolino. Presenti, inoltre il direttore regionale alla Programmazione, Lucio Caporizzi, e Cristiana Corritoro, del Servizio regionale Programmazione negoziata. “Particolarmente importante – ha detto la presidente Marini, che ha colto l’occasione anche per ringraziare il commissario del Comune di Terni Cufalo per il lavoro svolto in questi mesi – è la realizzazione della bretella stradale tra le acciaierie di Terni e la Terni-Rieti, infrastruttura inserita anche nell’accordo sull’Ast siglato al Mise, per la quale vengono messi a disposizione del Comune 2,5 milioni di euro. Altro intervento stradale strategico è il completamento della complanare di Orvieto: il primo tratto, sul quale abbiamo investito 14 milioni di euro, è stato aperto dal novembre scorso e ora, con 8 milioni di euro, verrà realizzato anche il secondo stralcio dell’opera”. Sono 5 i milioni di euro “che ci consentiranno di completare il piano di investimenti sulla Ferrovia Centrale Umbra, in particolare per il miglioramento della sicurezza. Assegneremo 7 milioni di euro per la realizzazione o completamento di percorsi pedonali e ciclabili, sistemi di mobilità alternativa per l’accesso ai centri storici. Infine proseguiremo nel sostegno agli investimenti per opere pubbliche di rigenerazione urbana, con circa 6,9 milioni di euro”. “Si tratta di una programmazione molto rilevante  - ha proseguito la presidente Marini - Sono stati così tutti accolti gli interventi di rilevanza strategica regionale, sia per quanto concerne le infrastrutture finalizzate alla sicurezza sia per quelle destinate alla valorizzazione dei territori, sotto il profilo dell’accessibilità e della attrattività turistica, che la Regione Umbria aveva posto lo scorso dicembre 2017 ai fini dell’inserimento nel Piano operativo Infrastrutture del Fondo per lo sviluppo e coesione 2014-2020”. “Una risposta importante alle necessità della nostra regione, per le comunità che da tempo aspettavano la realizzazione di opere strategiche come la complanare di Orvieto e la bretella stradale di Terni, per tutti i nostri cittadini” ha evidenziato l’assessore regionale Giuseppe Chianella che, dopo aver valutato positivamente le ricadute per gli umbri che deriveranno dal via libera alla Regione Lazio per il finanziamento del collegamento Terni_Civitavecchia, si è soffermato sulla Ferrovia Centrale Umbra. “I 5 milioni di euro dell’Addendum si aggiungono ai cospicui finanziamenti nazionali intercettati grazie a un lavoro quotidiano da parte della Giunta regionale. Grande rilevanza assume anche il recente decreto che riconosce la tratta sud della ferrovia, la Ponte San Giovanni-Terni, quale struttura di interesse nazionale, che significa la possibilità di attingere alle risorse gestite da Rete ferroviaria italiana”.

Leggi tutto    Commenti 0