Articolo
22 feb 2021

NAPOLI | Ha riaperto al pubblico l’Ascensore di Chiaia

di mobilita

Ha riaperto al pubblico con la prima corsa delle 8.30 di questa mattina l’Ascensore di Chiaia. Interamente rinnovato, l’impianto di risalita torna a collegare via Chiaia a via Nardones. L’azienda ha acquistato due nuovi ascensori che hanno sostituito quelli precedenti che avevano raggiunto il termine della loro vita tecnica, con un investimento di 120.000 euro. I due nuovi ascensori assicurano 700 corse al giorno alla velocità di 0,75 metri al secondo con un impianto elettroidraulico a spinta indiretta e motori a secco per limitare la temperatura di esercizio. La capacità dell’impianto è di 10.000 passeggeri/giorno, temporaneamente ridotta, per le limitazioni previste dalla normativa anti Covid, che prescrive l’ingresso di una persona per volta e di due persone con bambini al seguito nel caso di congiunti conviventi. L’impianto ha chiuso il 12 ottobre 2020, la riapertura era prevista a fine gennaio ma è slittata di qualche settimana per acquisire prima dell’apertura la necessaria documentazione amministrativa. L’intervento straordinario eseguito negli ultimi quattro mesi, ha incluso la rimozione e sostituzione di argani, cabina, contrappeso; la sostituzione del quadro elettrico di comando e delle linee elettriche dell’ascensore, l’adeguamento dei dispositivi di sicurezza previsti dalla normativa, l’installazione del nuovo sistema di monitoraggio dell’impianto per la diagnostica di funzionamento, la sostituzione delle cabine e delle porte di accesso, la realizzazione di nuove pulsantiere e indicatori di piano. “Si tratta – dichiarano l’Assessore alla Mobilità e al Trasporto pubblico, Marco Gaudini e l’Amministratore Unico ANM Nicola Pascale – di un intervento importante che consente la ripresa di un servizio fortemente utilizzato dai cittadini. Avevamo assicurato che l’ascensore sarebbe ripartito ed oggi si dà avvio nuovamente al servizio con un impianto completamente rinnovato. Continua così l’azione dell’amministrazione e dell’ANM volta a garantire all’utenza un migliore servizio di trasporto e di intermodalità anche attraverso interventi di riqualificazione dell’offerta”

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
04 gen 2021

NAPOLI | Ripartono due linee tram che collegano zona orientale con il centro cittadino

di mobilita

Ripartono oggi due linee tram di Anm che collegano la zona orientale di Napoli con il centro cittadino  a impatto zero.  Dalle ore 14.00 la riattivazione del servizio Linea 2 (San Giovanni-Piazza Nazionale) e Linea 4 (Corso San Giovanni – via Cristoforo Colombo) completa insieme alla Linea 1  già attiva da Gennaio 2020, la rete delle linee tranviarie partenopee. L’esercizio tranviario prevede su Linea 1 (Piazza Municipio-Poggioreale) l’impiego di tram Sirio con frequenza ogni 12 minuti, su Linea 4 (S. Giovanni – Piazza Municipio) tram Sirio con una frequenza corse di 20 minuti e su Linea 2 (San Giovanni-piazza Nazionale) tram CTK con esercizio limitato alle fasce mattinali e serali con frequenza corse di 25 minuti. In totale per le tre linee al momento, considerando il servizio ridotto per il Covid19, saranno impiegati 12 tram per una flotta complessiva di 35 tram tra Sirio e CTK. I programmi di esercizio verranno aggiornati seguendo le direttive del Governo e della Regione Campania.  Al momento è ancora in vigore la riduzione prevista fino al 10 Gennaio. “Lavoriamo per migliorare i servizi di mobilità per i cittadini – spiega l’Amministratore Unico Anm Nicola Pascale – seguendo le direttive sull’emergenza covid e per renderli sempre più a “impatto zero”.  Riattiviamo La rete tram della città, nell’area del Colli Aminei si stanno concludendo i collaudi per la nuova linea filoviaria che collega Piazza Museo Nazionale al Cardarelli che continuiamo di attivare a fine Gennaio. Prosegue anche lo sguardo di Anm alla mobilità elettrica privata: sta proseguendo l’istallazione delle colonnine di ricarica nei nostri parcheggi che saranno un punto nevralgico per i pendolari che lasciano lì l’auto per lavorare e la riprendono ricaricata a fine giornata“. I tram Sirio sono climatizzati e dotati di conta persone, molto importanti nell’era Covid, hanno una capienza di 155 persone a pieno carico, che con la riduzione per le misure Covid al 50% corrispondono ad un numero massimo di 77 passeggeri. “Anm – sottolinea Amedeo Manzo, Amministratore Unico di Napoli Holding – prosegue il processo di modernizzazione ed organizzazione dell’azienda, che dovrà consentire il miglioramento del servizio.  Il Covid ha messo a dura prova il progetto di rilancio ma sono fiducioso in un futuro positivo”. L’utilizzo dei Ctk è stato reso possibile grazie al lavoro di ristrutturazione portato avanti dal team di tecnici specializzati guidato da Pierpaolo Martino, direttore di esercizio filotranviario: i vecchi mezzi sono stati del tutto recuperati, forniti di un nuovo sistema frenante e sono perfettamente in grado di circolare, sebbene a una velocità minore rispetto ai Sirio, riportando per le strade di Napoli il fascino dei mezzi di una volta. Tra i mezzi Ctk spicca il “Tram dei desideri”, dipinto dalle due artiste americane Nicolina Tyler e Jade Fusco nel 2013 e ora pronto a tornare in esercizio con i suoi colori. Foto di copertina Vesuvio live

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
01 ott 2020

NAPOLI | Metro Linea 1, chiusure anticipate 5 e 6 ottobre

di mobilita

Anm informa che, per attività di manutenzione e adeguamento impianti di rete, finalizzate a consentire l’immissione in servizio dei nuovi treni, lunedì 5 e martedì 6 ottobre, la metro Linea 1 anticipa la chiusura con ultime corse passeggeri: •       da Piscinola ore 20.24; •       da Garibaldi ore 20.44

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
26 set 2020

NAPOLI | Linea 1 della metropolitana, chiusura anticipata per immissione in servizio dei nuovi treni

di mobilita

Anm comunica che la linea 1 della metropolitana, per attività finalizzate all’immissione in servizio dei nuovi treni, lunedì 28 e martedì 29 settembre anticipa la chiusura al pubblico con ultime corse: - da Piscinola: ore 20.24 - da Garibaldi: ore 20.44  I primi due treni nuovi entreranno in circolazione all’inizio del 2021 dopo aver completato tutti i test dinamici e statici dei convogli.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
23 set 2020

NAPOLI | ANM su interruzioni della Linea 1 della metropolitana

di mobilita

Nella mattinata di oggi 23 settembre, dalle 8.50 alle 11.50, la Linea 1 della Metropolitana di Napoli ha limitato la sua circolazione alla tratta Piscinola - Dante. La circostanza si sta verificando di frequente e di questo ANM si scusa con i cittadini, comprendendo i gravi disagi a cui li sottopone. I treni della Linea 1 in circolazione attualmente sono stati acquistati tra il 1996 e il 1997: hanno ormai 23 anni. ANM procede all'esecuzione di tutti i controlli prescritti dagli organi competenti e volti a garantire la sicurezza dei passeggeri e questo, con le attuali condizioni dei mezzi, consente di avere a disposizione per l'esercizio giornaliero solo otto treni. Ogni volta che durante la giornata un treno ha un guasto, deve essere riportato all'officina di Piscinola e riparato: spesso quindi i treni disponibili scendono a sette o sei. In questo caso è impossibile assicurare una frequenza adeguata sull'intera linea ed evitare l'affollamento delle banchine. Tema oggi reso ancora più pressante per la gestione dell'emergenza Covid. In tale evenienza ANM, limitando la circolazione a Dante, assicura una maggiore frequenza sulla tratta in esercizio garantendo comunque il collegamento tra la zona collinare e il centro storico cittadino. L'incremento nella disponibilità dei vecchi treni è reso complesso dall'età dei mezzi per i quali il mercato non mette più a disposizione molti ricambi, cosa che rende la riparazione di alcuni guasti particolarmente laboriosa e difficile. In queste settimane si stanno svolgendo alcune trattative sindacali volte a riorganizzare i settori aziendali interessati per far fronte alle attuali esigenze. ANM, al contempo, sta accelerando il più possibile la messa in esercizio commerciale dei due treni nuovi, con l'obiettivo di metterli in circolazione a febbraio 2021, migliorando il servizio. Il bando di acquisto dei nuovi treni che stanno arrivando dalla Spagna è stato lanciato dal Comune di Napoli nel 2015, vista la necessità di rinnovare i mezzi rotabili, che non era stata presa in considerazione dalle amministrazioni precedenti. ANM auspica che il prossimo ingresso in circolazione dei nuovi mezzi e un clima che, si spera, possa instaurarsi in maniera più serena e responsabile tra i lavoratori dell'azienda, portino a breve a ridurre al minimo i disagi.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
31 ago 2020

NAPOLI | Nasce “ANM School” attive 9 linee di Bus riservate agli studenti collegate a Scuole e Università

di mobilita

Su iniziativa del Vicesindaco e Assessore al Trasporto, Enrico Panini e dell'assessore alla scuola Annamaria Palmieri nasce "ANM School”. Da metà settembre attive nove linee di bus riservate agli studenti e dedicate esclusivamente ai collegamenti con le scuole e con le università della Città ANM dà vita ad una nuova linea di intervento dedicata esclusivamente agli studenti con l'obiettivo di contribuire alla battaglia contro il Covid 19 e per velocizzare il trasporto pubblico in contesti, la scuola, caratterizzati da orari rigidi di funzionamento. Il debutto avverrà con l'inizio delle attività didattiche 2020/'21 ed il conseguente aumento della domanda di mobilità da parte degli studenti. Nella giornata di ieri è stato definitivamente varato il Piano, caratterizzato da una specifica e capillare programmazione dell’esercizio dei mezzi di trasporto pubblico su gomma, più capillare rispetto a quanto assicurato negli anni addietro, dedicato esclusivamente alla mobilità studentesca, che consentirà di differenziare la specifica domanda da quella ordinaria, operazione necessaria per mantenere il contingentamento del numero massimo dei passeggeri a bordo dei mezzi e garantire la sicurezza. Corse intensificate e percorsi snelliti, questo il profilo che caratterizzerà la mission di “ANM School”. I punti qualificanti: 9 linee scolastiche dedicate senza fermate intermedie; 30 bus dedicati; 50 turni di guida al giorno; potenziamento dell’interscambio modale gomma-ferro per distribuire la domanda scolastica tra le diverse opportunità di trasporto. Sulla base di un analitico studio della domanda di trasporto scolastico degli ultimi anni sono stati individuati i seguenti percorsi specializzati e velocizzati dedicati: Linea 180: Secondigliano/Scampia – plesso Universitario M. S. Angelo e Fuorigrotta Linea C33: Arenella/Vomero – plesso Universitario M. S. Angelo e Fuorigrotta Linea 615: Campi Flegrei - plesso Universitario M. S. Angelo e Fuorigrotta Linea R6: Pianura - plesso Universitario M. S. Angelo e Fuorigrotta Linea C14: Pianura/Bagnoli/Tecchio – plessi scolastico di via Terracina/viale Kennedy Linea 681: Pianura/ Istituto Tecnico Industriale Giordani via Caravaggio Linea 673: San Giovanni FS – istituti viale 2 Giugno (Ponticelli) Linea 683: Secondigliano/Scampia – istituti scolastici via Don Bosco Linea 169: Via Stadera- istituti scolastici corso Malta/ via Casanova.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
15 lug 2020

NAPOLI | E’ partita oggi la linea Bus 622 di Anm, che collega Capo Posillipo a Marechiaro

di mobilita

E’ partita oggi la linea Bus 622 di Anm, che collega Capo Posillipo a Marechiaro. Il servizio è fornito con i nuovi minibus Moby City appena arrivati nella flotta dell’azienda di trasporto partenopea. Si tratta di mezzi della lunghezza di sette metri con aria condizionata, che con le regole attualmente in vigore per il covid19 possono portare 25 passeggeri a viaggio. Il 622 avrà una cadenza di trenta minuti e il servizio si svolge con un solo bus visto che per la dimensione della strada che porta a Marechiaro sarebbe difficile far incrociare i mezzi. Da oggi è entrata in servizio anche linea 144 che rientra nel contratto di servizio che Anm detiene con Citta metropolitana. La linea, sospesa in periodo Covid, torna a collegare l’Ospedale Cardarelli con Marano. La linea è importante perché garantisce accessibilità al servizio ai residenti in un’area, quella di via Marano Pianura, complicata sotto l’aspetto viabilistico, densamente popolata e non servita altrimenti da collegamenti pubblici di linea. La 144, per ora è attiva con orario estivo con frequenze di 30′, viene servita con 2 nuovi minibus.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
09 lug 2020

NAPOLI | Partite le prove di omologazione dei nuovi treni della linea 1 della metropolitana

di mobilita

Sono partite le lavorazioni propedeutiche alle prove di omologazione per la circolazione in linea dei nuovi treni della Linea 1 metropolitana. Anm ha ricevuto dalla Spagna i primi due dei venti treni ordinati. Nelle officine di Piscinola sono arrivati anche i tecnici iberici, il cui arrivo era già previsto in primavera ma rimandato dalla pandemia Covid19. I tecnici dell'azienda da cui il Comune di Napoli ha acquistato i treni, insieme ai tecnici Anm hanno già avviato i test dinamici e statici dei convogli. Alcuni di questi test dovranno essere effettuati anche alla presenza di inviati del Ministero dei Trasporti per le prove previste dalle normative vigenti, finalizzate al rilascio del verbale di nulla osta per l'immissione in servizio pubblico del treno. Si tratta di test complessi che prevedono anche prove di marcia per alcune ore consecutive con circolazione, fermate, apertura e chiusure porte, il tutto con una zavorra che simuli il peso dei passeggeri previsti. Come previsto dalla legge, i test durano alcuni mesi, i primi due treni nuovi entreranno in circolazione all'inizio del 2021. Dalla Spagna intanto arriveranno gli altri treni attualmente in fase di costruzione, che verranno a loro volta testati. Il progetto di immissione in servizio dei nuovi treni prevede un periodo di convivenza di circa due anni con i vecchi treni, attualmente otto sono quelli in circolazione. Da inizio 2021 entreranno gradualmente in esercizio 5 nuovi treni, riducendo così la frequenza di attesa. Intanto Anm sta per avviare la fase di abilitazione di 50 macchinisti che dovranno superare un esame ministeriale prima di mettersi alla guida del nuovo elettrotreno. A questo scopo, nei prossimi mesi, gruppi di 5-6 macchinisti ogni settimana seguiranno corsi di formazione ad hoc. L'azienda ha anche fatto partire il corso da macchinista per ulteriori 30 dipendenti già impegnati in altre mansioni, che hanno superato la selezione interna di job opportunity per l’accesso alla nuova mansione di macchinista.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
30 giu 2020

CAMPANIA | In arrivo 200 nuovi treni e 1.000 nuovi autobus

di mobilita

Un nuovo piano di ammodernamento notevole quello messo in campo dalla Campania.  La rete di trasporti pubblici porterà la Regione a introdurre 200 nuovi treni e 1.000 nuovi autobus, di cui 142 consegnati nella giornata di oggi all'Anm e alle aziende del casertano. "Oggi è stata realizzata un’altra tappa importante per il rinnovo dei mezzi pubblici su gomma della nostra regione: dei 142 autobus consegnati, una trentina andranno in servizio in provincia di Caserta, mentre oltre 70 verranno aggregati ad Anm, a Napoli, che in questi anni ha subito colpi pesanti. Arriveremo, nel complesso, alla fine del Piano, a quasi 1000 nuovi autobus. Con gli investimenti nel settore dei trasporti, diamo una mano anche alle aziende che producono i mezzi e garantiamo opportunità di lavoro", ha affermato il governatore Vincenzo De Luca   Il Governatore Vincenzo De Luca ha inoltre sottolineato l'importanza di questo nuovo programma che contribuirà a implementare una rete spesso in condizioni critiche per la quale secondo il Presidente della Regione: "La precedente amministrazione regionale ha investito zero risorse: zero treni e zero autobus". Proprio riguardo ai trasporti, nel corso dell'intervento di ieri, De Luca ha evidenziato la necessità di sviluppo: "Dobbiamo cominciare a ragionare su un grande polo produttivo e manutentivo, che possa coinvolgere anche il comparto ferroviario, così come anche lo stabilimento di Flumeri (Industria Italiana Autobus, ndr) per quanto riguarda il settore degli autobus". Intanto nella giornata di oggi sarà trasferito da Bologna San Donato a Napoli Centrale l'ETR 521 n.40 in vista della prossima presentazione dei Rock anche per la Campania, dopo quella di domani che riguarderà invece la Regione Lazio  

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
25 giu 2020

NAPOLI | Arrivano nuove emettitrici di titoli di viaggio nelle principali stazioni della metro linea 1

di mobilita

Dal 10 giugno sono in fase di installazione le 7 nuove emettitrici di titoli di viaggio che saranno ufficialmente in funzione dal 29 giugno, dopo la fase di collaudo, nelle principali stazioni della metro linea 1 di Anm: Garibaldi, Toledo, Municipio, Vanvitelli, Quattro Giornate, Medaglie d'Oro e Chiaiano. L'attuale situazione del parco emettitrici automatiche di Anm vede in servizio 51 macchine self service (22 nelle stazioni delle funicolari e 29 nelle stazioni della linea 1 della metropolitana) di diverse tipologie. A queste, grazie al nuovo sistema di vendita messo a gara dalla Regione Campania, sviluppato da Almaviva e dato in gestione al Consorzio UnicoCampania, si stanno aggiungendo le nuove 7 emettitrici di ultima generazione che sono state assegnate alla metropolitana Linea 1 di Napoli. Le nuove emettitrici consentono l'acquisto, con pagamento sia in contanti che in modalità elettronica, di qualsiasi tipologia di titolo di viaggio, sia aziendale che integrato, e di tutte le fasce tariffarie esistenti, attraverso un'interfaccia semplificata che consente di inserire origine e destinazione del viaggio per l'emissione del titolo adeguato per la tratta da percorrere. Rispetto alle macchine utilizzate in precedenza, le nuove emettitrici sono collegate direttamente al sistema di vendita centrale e consentono, pertanto, di conoscere, in tempo reale, tutte le transazioni di vendita, lo stato delle scorte e la presenza di allarmi o anomalie. Questo consente di intervenire immediatamente su qualsiasi problematica e di tenere costantemente sotto controllo lo status di ciascuna macchina in relazione alla sue funzionalità, intervenendo per l'approvvigionamento ed eventuali guasti.Per quanto riguarda i prossimi passaggi, Anm sta valutando con il Consorzio l'offerta per l'upgrade di 12 emettitrici IPM di vecchia generazione già presenti sulla rete, nonché l'acquisto di nuove apparecchiature al fine di rimodernare l'intero parco delle emettitrici. "Si tratta di un importante primo passo nella direzione dell'evoluzione tecnologica del trasporto pubblico locale sempre più efficiente e smart" dichiara il Vicesindaco Panini. "Alcune emettitrici sostituite della generazione precedente saranno ricollocate in altre stazioni di ANM, in particolare la fermata Morghen della funicolare di Montesanto e le fermate Materdei e Colli Aminei della metro linea 1, nelle quali erano presenti ancora modelli precedenti di distributori di titoli di viaggio che sono in fase di completa dismissione. Con queste nuove macchine, acquistare il biglietto sarà molto più semplice per i cittadini ed i turisti della nostra città. Grazie alla funzione del calcolo della tratta, infatti, l'emissione avverrà in modo automatico e non sarà più necessario conoscere a priori la fascia tariffaria del titolo di viaggio".

Leggi tutto    Commenti 0