Articolo
23 set 2020

NAPOLI | ANM su interruzioni della Linea 1 della metropolitana

di mobilita

Nella mattinata di oggi 23 settembre, dalle 8.50 alle 11.50, la Linea 1 della Metropolitana di Napoli ha limitato la sua circolazione alla tratta Piscinola - Dante. La circostanza si sta verificando di frequente e di questo ANM si scusa con i cittadini, comprendendo i gravi disagi a cui li sottopone. I treni della Linea 1 in circolazione attualmente sono stati acquistati tra il 1996 e il 1997: hanno ormai 23 anni. ANM procede all'esecuzione di tutti i controlli prescritti dagli organi competenti e volti a garantire la sicurezza dei passeggeri e questo, con le attuali condizioni dei mezzi, consente di avere a disposizione per l'esercizio giornaliero solo otto treni. Ogni volta che durante la giornata un treno ha un guasto, deve essere riportato all'officina di Piscinola e riparato: spesso quindi i treni disponibili scendono a sette o sei. In questo caso è impossibile assicurare una frequenza adeguata sull'intera linea ed evitare l'affollamento delle banchine. Tema oggi reso ancora più pressante per la gestione dell'emergenza Covid. In tale evenienza ANM, limitando la circolazione a Dante, assicura una maggiore frequenza sulla tratta in esercizio garantendo comunque il collegamento tra la zona collinare e il centro storico cittadino. L'incremento nella disponibilità dei vecchi treni è reso complesso dall'età dei mezzi per i quali il mercato non mette più a disposizione molti ricambi, cosa che rende la riparazione di alcuni guasti particolarmente laboriosa e difficile. In queste settimane si stanno svolgendo alcune trattative sindacali volte a riorganizzare i settori aziendali interessati per far fronte alle attuali esigenze. ANM, al contempo, sta accelerando il più possibile la messa in esercizio commerciale dei due treni nuovi, con l'obiettivo di metterli in circolazione a febbraio 2021, migliorando il servizio. Il bando di acquisto dei nuovi treni che stanno arrivando dalla Spagna è stato lanciato dal Comune di Napoli nel 2015, vista la necessità di rinnovare i mezzi rotabili, che non era stata presa in considerazione dalle amministrazioni precedenti. ANM auspica che il prossimo ingresso in circolazione dei nuovi mezzi e un clima che, si spera, possa instaurarsi in maniera più serena e responsabile tra i lavoratori dell'azienda, portino a breve a ridurre al minimo i disagi.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
23 lug 2020

NAPOLI | Viaggio di prova a bordo del primo nuovo treno della Linea 1 della metropolitana

di mobilita

Viaggio di prova, con il sindaco Luigi de Magistris e l'amministratore unico di Anm Nicola Pascale, a bordo del primo nuovo treno della Linea 1 metropolitana realizzato dalla società Spagnola CAF – Construcciones y Auxiliar de Ferrocarrilles. Il nuovo treno, in circolazione da inizio anno, sarà dotato di impianto di condizionamento e sistemi per la riduzione del rumore, e trasporterà contemporaneamente fino a quattro carrozzelle per diversamente abili e circa 1.200 persone, di cui 130 sedute. Il Comune di Napoli ha investito sull'acquisto di venti nuovi treni che gradualmente sostituiranno quelli trentennali attualmente in funzione. Ti potrebbero interessare: NAPOLI METRO 1 | Ecco i nuovi treni della metro prodotti da CAF NAPOLI | In arrivo i nuovi treni per la linea 1 della metropolitana NAPOLI LINEA 1 | Concluso il Concorso di Progettazione della seconda uscita stazione Materdei NAPOLI METRO LINEA 1 | Foto: stazione Tribunale NAPOLI METRO LINEA 1 | Foto: stazione Poggioreale NAPOLI METRO LINEA 1 | Foto – Video: stazione Centro Direzionale NAPOLI METRO LINEA 1 | Foto: stazione Capodichino – Aeroporto NAPOLI | Approvata la chiusura dell’anello metropolitano della Linea 1

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
09 lug 2020

NAPOLI | Partite le prove di omologazione dei nuovi treni della linea 1 della metropolitana

di mobilita

Sono partite le lavorazioni propedeutiche alle prove di omologazione per la circolazione in linea dei nuovi treni della Linea 1 metropolitana. Anm ha ricevuto dalla Spagna i primi due dei venti treni ordinati. Nelle officine di Piscinola sono arrivati anche i tecnici iberici, il cui arrivo era già previsto in primavera ma rimandato dalla pandemia Covid19. I tecnici dell'azienda da cui il Comune di Napoli ha acquistato i treni, insieme ai tecnici Anm hanno già avviato i test dinamici e statici dei convogli. Alcuni di questi test dovranno essere effettuati anche alla presenza di inviati del Ministero dei Trasporti per le prove previste dalle normative vigenti, finalizzate al rilascio del verbale di nulla osta per l'immissione in servizio pubblico del treno. Si tratta di test complessi che prevedono anche prove di marcia per alcune ore consecutive con circolazione, fermate, apertura e chiusure porte, il tutto con una zavorra che simuli il peso dei passeggeri previsti. Come previsto dalla legge, i test durano alcuni mesi, i primi due treni nuovi entreranno in circolazione all'inizio del 2021. Dalla Spagna intanto arriveranno gli altri treni attualmente in fase di costruzione, che verranno a loro volta testati. Il progetto di immissione in servizio dei nuovi treni prevede un periodo di convivenza di circa due anni con i vecchi treni, attualmente otto sono quelli in circolazione. Da inizio 2021 entreranno gradualmente in esercizio 5 nuovi treni, riducendo così la frequenza di attesa. Intanto Anm sta per avviare la fase di abilitazione di 50 macchinisti che dovranno superare un esame ministeriale prima di mettersi alla guida del nuovo elettrotreno. A questo scopo, nei prossimi mesi, gruppi di 5-6 macchinisti ogni settimana seguiranno corsi di formazione ad hoc. L'azienda ha anche fatto partire il corso da macchinista per ulteriori 30 dipendenti già impegnati in altre mansioni, che hanno superato la selezione interna di job opportunity per l’accesso alla nuova mansione di macchinista.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
02 lug 2020

NAPOLI | Al via i lavori di scavo del tunnel Capodichino-Poggioreale della linea 1 della metropolitana

di mobilita

Partono le attività preliminari per la realizzazione del tunnel Capodichino-Poggioreale, che prevedono, tra le altre, il posizionamento, ad una quota di 40 metri, di una “talpa” TBM – Tunnel Boring Machine che darà il via alla realizzazione della galleria, lo rendono noto il Sindaco e l’Assessore Piscopo, che hanno effettuato un sopralluogo presso la Stazione di Capodichino. La macchina, del diametro di 7 metri, a partire dal prossimo mese di luglio, inizierà a scavare la prima galleria verso Poggioreale avanzando ad una velocità media di 10 metri al giorno per una lunghezza di circa 1000 metri, scavando senza interruzione 24 ore su 24. Il funzionamento della Talpa prevederà l’impegno di circa 19 operai per turno, per 3 turni al giorno, per un totale, compresi quelli impegnati sul piazzale, di 80 unità lavorative. Terminato lo scavo del primo tratto, la Talpa sarà ricondotta all’inizio del tracciato per l’esecuzione dello scavo della seconda galleria, di analoga lunghezza. Da cronoprogramma, i lavori di scavo della prima galleria dureranno circa 4 mesi; per completare l'intera opera, poco meno di 18 mesi. I lavori sono stati affidati al Consorzio Integra, selezionato dalla società Metropolitana di Napoli, a valle di una procedura di gara europea per un importo delle opere di circa 35 milioni di euro. A breve avranno inizio anche i lavori per lo scavo del pozzo per la realizzazione della tratta Capodichino - Di Vittorio. Con l’esecuzione di queste gallerie, sale al 90% la percentuale delle opere realizzate dal Comune di Napoli, rispetto all'intero anello Metropolitano. Anche questo tratto di opera, che in origine doveva essere realizzato dalla Regione Campania, sarà infatti realizzato dal Comune di Napoli attraverso la società Metropolitana di Napoli Spa e consentirà la chiusura dell'anello metropolitano. Tutte le gallerie sono state progettate garantendo, nel casi di ritardi da parte della società EAV sulla realizzazione della tratta di sua competenza Piscinola – Di Vittorio, l'entrata in funzione della stazione Capodichoino, attraverso un servizio a navetta. “Con la realizzazione della galleria da Capodichino a Poggioreale – dichiara l’Assessore Carmine Piscopo - siamo sempre più vicini all'importante obiettivo di riconnettere l'Aeroporto con la stazione Ferroviaria di Napoli e il centro città. Si tratta di un imponente lavoro per il quale si lavorerà a ciclo continuo per rispettare i tempi stabiliti. Un ringraziamento per questo va dunque agli Uffici del Comune di Napoli, a Metropolitana di Napoli e a quanti sono concretamente impegnati in questo lavoro delicato, per ampliare l'offerta di mobilità sul territorio cittadino”. "Entro il prossimo mese entrerà così in funzione un altro gioiello della tecnologia che fa di Napoli un punto di riferimento internazionale nell'innovazione tecnologica nel nostro settore. Un segnale importante anche per la ripartenza dei cantieri che, a tutela della sicurezza dei lavoratori e dei cittadini, stanno riprendendo a funzionare a pieno regime per realizzare il grande progetto della metropolitana di Napoli che fino ad oggi ha collegato e riqualificato pezzi importanti della città", ha dichiarato il presidente di Metropolitana di Napoli Ennio Cascetta.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
25 giu 2020

NAPOLI | Arrivano nuove emettitrici di titoli di viaggio nelle principali stazioni della metro linea 1

di mobilita

Dal 10 giugno sono in fase di installazione le 7 nuove emettitrici di titoli di viaggio che saranno ufficialmente in funzione dal 29 giugno, dopo la fase di collaudo, nelle principali stazioni della metro linea 1 di Anm: Garibaldi, Toledo, Municipio, Vanvitelli, Quattro Giornate, Medaglie d'Oro e Chiaiano. L'attuale situazione del parco emettitrici automatiche di Anm vede in servizio 51 macchine self service (22 nelle stazioni delle funicolari e 29 nelle stazioni della linea 1 della metropolitana) di diverse tipologie. A queste, grazie al nuovo sistema di vendita messo a gara dalla Regione Campania, sviluppato da Almaviva e dato in gestione al Consorzio UnicoCampania, si stanno aggiungendo le nuove 7 emettitrici di ultima generazione che sono state assegnate alla metropolitana Linea 1 di Napoli. Le nuove emettitrici consentono l'acquisto, con pagamento sia in contanti che in modalità elettronica, di qualsiasi tipologia di titolo di viaggio, sia aziendale che integrato, e di tutte le fasce tariffarie esistenti, attraverso un'interfaccia semplificata che consente di inserire origine e destinazione del viaggio per l'emissione del titolo adeguato per la tratta da percorrere. Rispetto alle macchine utilizzate in precedenza, le nuove emettitrici sono collegate direttamente al sistema di vendita centrale e consentono, pertanto, di conoscere, in tempo reale, tutte le transazioni di vendita, lo stato delle scorte e la presenza di allarmi o anomalie. Questo consente di intervenire immediatamente su qualsiasi problematica e di tenere costantemente sotto controllo lo status di ciascuna macchina in relazione alla sue funzionalità, intervenendo per l'approvvigionamento ed eventuali guasti.Per quanto riguarda i prossimi passaggi, Anm sta valutando con il Consorzio l'offerta per l'upgrade di 12 emettitrici IPM di vecchia generazione già presenti sulla rete, nonché l'acquisto di nuove apparecchiature al fine di rimodernare l'intero parco delle emettitrici. "Si tratta di un importante primo passo nella direzione dell'evoluzione tecnologica del trasporto pubblico locale sempre più efficiente e smart" dichiara il Vicesindaco Panini. "Alcune emettitrici sostituite della generazione precedente saranno ricollocate in altre stazioni di ANM, in particolare la fermata Morghen della funicolare di Montesanto e le fermate Materdei e Colli Aminei della metro linea 1, nelle quali erano presenti ancora modelli precedenti di distributori di titoli di viaggio che sono in fase di completa dismissione. Con queste nuove macchine, acquistare il biglietto sarà molto più semplice per i cittadini ed i turisti della nostra città. Grazie alla funzione del calcolo della tratta, infatti, l'emissione avverrà in modo automatico e non sarà più necessario conoscere a priori la fascia tariffaria del titolo di viaggio".

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
19 giu 2020

NAPOLI | Arrivato il secondo dei 20 nuovi treni per la Linea 1 della Metropolitana

di mobilita

È arrivato nella notte del 17 giugno, dal Porto di Saragozza, il secondo dei 20 nuovi treni per la Linea 1 della Metropolitana di Napoli, realizzati dalla società Spagnola CAF - Construcciones y Auxiliar de Ferrocarrilles. Il treno, delle dimensioni di 108 m di lunghezza per un totale di 1.200 posti passeggeri, sarà trasferito al deposito di Piscinola per il montaggio delle singole carrozze e le necessarie prove tecniche. Inizia così a comporsi la nuova flotta di treni che, completi e dotati dei più moderni strumenti tecnologici e di tutti i comfort, con particolare attenzione alle esigenze degli utenti a mobilità ridotta, consentiranno di ridurre sensibilmente i tempi di attesa aumentando il livello generale del servizio. L’arrivo dei nuovi treni si è reso necessario sia per soddisfare le esigenze dei flussi di utenza costantemente in aumento, sia per il completamento delle nuove stazioni che porteranno alla chiusura dell’anello metropolitano della linea 1, con l’attivazione anche della Stazione Centro Direzionale prevista nel 2022. "Siamo molto soddisfatti - dichiara l'Assessore Piscopo - di essere riusciti a garantire, in un momento difficile determinato dall'emergenza sanitaria, l'arrivo a Napoli anche del secondo treno della Linea 1 della Metropolitana, che entrerà ufficialmente in esercizio nel 2021, in linea con il programma di dismissione dei vecchi treni. Grazie ad una positiva sinergia tra il Comune di Napoli, il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, la Regione Campania, la società Spagnola CAF, la nostra società partecipata ANM - continua l'Assessore - saremo in grado di ampliare il numero dei convogli a disposizione dell'utenza, diminuendo così i tempi di attesa e garantendo più elevati standard di sicurezza tecnologica e di comfort".

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
17 giu 2020

MILANO | Sala ufficializza l’arrivo della metro rossa a Baggio

di mobilita

La metro rossa arriverà fino a Baggio. A dare la notizia è stato lo stesso sindaco Beppe Sala sulla propria pagina Facebook. I fondi, circa 350 milioni, sono già disponibili per portare la metropolitana rossa fino a Baggio con tre nuove fermate, Valsesia, Baggio e Quartiere Olmi a partire dall’attuale capolinea di Bisceglie, per un totale di 3,3 chilometri di percorso. Nel nuovo capolinea, a ridosso della Tangenziale Ovest, si dovrebbe realizzare un nuovo parcheggio d’interscambio. Una volta assegnata la gara, ci saranno tra i 4 e i 5 anni di cantieri.    

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
26 mag 2020

NAPOLI | Da giovedì 28 maggio Linea 1 della metropolitana e le Funicolari Centrale riprenderanno a circolare con gli orari ordinari

di mobilita

Da giovedì 28 maggio la Linea 1 della metropolitana e le Funicolari Centrale, Chiaia e Montesanto di Napoli riprenderanno a circolare con gli orari ordinari, previsti prima dell’emergenza Covid-19. Lo ha deciso l’Anm (Azienda napoletana mobilità) per contribuire a riportare quanto più possibile alla normalità il servizio di trasporto pubblico nella fase 2 della pandemia. Dal 28 maggio, quindi, la Linea 1 della metropolitana riprenderà i suoi orari con prima corsa in partenza da Piscinola alle ore 6 e da Garibaldi alle ore 6.20, mentre alla sera l’ultima corsa parte da Piscinola alle ore 22.30 e da Garibaldi alle ore 23.02. Le Funicolari torneranno all’orario di esercizio consueto con prima corsa del mattino delle ore 7 fino alle ore 22. Fa eccezione la funicolare di Mergellina che prosegue la sua circolazione dal lunedì al sabato che resta per ora attiva dalle ore 7 alle ore 14.10, pur con l’impegno ad incrementare l’orario di fine corsa quanto prima. “Ottima la decisione di Anm, sollecitata da una città che ha ricominciato a vivere nelle strade e nelle piazze”, dichiara l’assessore alla Mobilità del Comune di Napoli Enrico Panini.“Presto riprenderemo anche il servizio prolungato almeno il sabato sera”, aggiunge. Da lunedì 1° giugno tornano attivi anche i parcheggi chiusi nel lockdown, in particolare le aree di parcheggio del Centro Direzionale L3, P5 T1 e G1 e il parcheggio “Policlinico”. Anm ricorda che le linee guida del Ministero dei Trasporti, in vigore al momento fino al 31 luglio, prevedono una capienza massima del 20% a bordo dei mezzi di trasporto. Al momento non è prevista la ripresa del servizio notturno degli autobus. Anm sta proseguendo l’impegno massimo sulle direttrici principali dei bus cittadini per garantire una frequenza alta.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
07 apr 2020

NAPOLI | ANM, modifiche di servizio per Pasqua e Pasquetta

di Antonio Somigliato

L’Azienda Napoletana Mobilità fa sapere, tramite un post sulla pagina Facebook aziendale di poche ore fa contenente un “Bit.ly” rimandante alla nota stampa sulla pagina web aziendale, dei provvedimenti disposti per Pasqua e Pasquetta in merito agli orari e alle modalità di servizio di bus, metropolitana e funicolari attive. A seguire, la nota stampa inclusiva dei link ulteriori. PASQUA E PASQUETTA: LE MODIFICHE AL SERVIZIO DI TRASPORTO ANM A Pasqua, domenica 12 Aprile, linee Bus e Funicolari Centrale e Montesanto resteranno in funzione fino alle ore 13.00, mentre la Linea 1 metropolitana e la Funicolare di Chiaia resteranno chiuse per l’intera giornata. Per il lunedì in Albis 13 Aprile invece, i bus e le Funicolari Centrale e Montesanto saranno attive per l’intera giornata con orario festivo, mentre la Linea 1 metropolitana e la Funicolare di Chiaia resteranno chiuse. La rimodulazione del servizio di Pasqua nel periodo di emergenza Covid19, è stata decisa da Anm in condivisione con il Comune di Napoli per contribuire al necessario stop degli spostamenti dei cittadini, in osservanza del Decreto della Presidenza del Consiglio dei Ministri e delle Ordinanze della Regione Campania per limitare al massimo i contagi. La mobilità di alcune linee viene tuttavia assicurata per favorire gli spostamenti necessari di chi è chiamato a svolgere attività indispensabili per la salute della comunità. Segui info e aggiornamenti anche ai canali social media anmnapoli facebook e twitter oppure contatta il Contact Center al numero verde 800 639525.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
03 mar 2020

NAPOLI | In arrivo il primo dei 19 treni della linea 1 della metropolitana

di Roberto Lentini

In arrivo il primo dei 19 treni della linea 1 della metropolitana di Napoli prodotti dalla società spagnola Caf. Arriverà probabilmente, nel porto di Napoli, lunedi prossimo proveniente dalla Spagna a bordo di una nave cargo, gli altri 18 treni arriveranno con il ritmo di uno al mese. I nuovi treni sono composti da 6 casse, larghi 2,85 metri e lunghi circa 100 metri, hanno il wi-fi a bordo, sono dotati di impianto di condizionamento e sistemi per la riduzione del rumore, e trasporteranno contemporaneamente fino a quattro carrozzelle per diversamente abili e circa 1.200 persone, di cui 130 sedute. Le prove d'esercizio inizieranno probabilmente il prossimo mese.

Leggi tutto    Commenti 0