Articolo
13 ott 2017

MILANO | Da sabato il primo servizio di scooter sharing ecosostenibile firmato MiMoto

di mobilita

Nasce a Milano MiMoto, il primo e unico servizio di scooter sharing elettrico ed ecosostenibile della città realizzato da una start up che ha partecipato al bando del Comune di Milano. Da sabato 14 ottobre milanesi, pendolari e turisti potranno districarsi rapidamente nel traffico grazie agli eScooter scelti da MiMoto, omologati per due e con due caschi posizionati nel bauletto. Tutti  i veicoli sono elettrici e quindi ecosostenibili al 100%, easy-to-use grazie alla leggerezza del mezzo, facile da guidare e progettato per la mobilità urbana. Economico con tariffe alla portata di tutti ed efficiente perché abbatte i tempi di viaggio, MiMoto non è vincolato alle stazioni di ricarica. Si tratta di un servizio free floating e senza chiavi: localizzi l’eScooter più vicino tramite App, disponibile per iOS e Android, lo prenoti, parti e una volta terminata la corsa lo lasci dove vuoi all’interno dell’area operativa. Questa comprende tutto il centro di Milano: le principali zone di interesse (Navigli, Città Studi, Lambrate, Morivione, Calvariate, De Angeli, San Siro e Bovisa Politecnico) e i principali distretti universitari tra cui Cattolica, Bocconi, Bovisa, Città Studi/Politecnico e IULM.  Un progetto smart, user oriented e giovane, come giovani (under 35) sono i tre fondatori di MiMoto, Alessandro, Gianluca e Vittorio che hanno lavorato senza sosta fino ad oggi con metodo, ambizione e minuziosità al fine di offrire, all’esigente pubblico milanese, il miglior servizio possibile. I tre founders hanno cercato e trovato imprenditori e professionisti in grado di apportare al progetto un valore aggiunto, non solo dal punto di vista finanziario, ma in termini di expertise e know how, conseguendo un club deal di imprenditori di successo del settore.  

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
13 ott 2017

CAGLIARI | Firmata la proroga per la continuità territoriale ma la Ue boccia gli aiuti di Stato

di mobilita

Il ministro dei Trasporti Graziano Delrio ha firmato il decreto di proroga della continuità territoriale aerea di Cagliari. In attesa della pubblicazione della nuova gara sarà la compagnia Alitalia a gestire le rotte per Roma e Milano e a garantire senza alcuna interruzione i collegamenti con gli obblighi di servizio. "Ringrazio il Ministro che ha mantenuto gli impegni assunti nel mese di agosto – dice l’assessore dei Trasporti Carlo Careddu – il collegamento aereo su Cagliari sarà assicurato in attesa della predisposizione del nuovo bando su cui stiamo lavorando senza sosta: questo è un primo risultato importante".  Sui rilievi comunicati quest'oggi dalla Commissione europea, che riguardano sia il bando non assegnato per Cagliari e sia quelli assegnati per Olbia e Alghero, la Regione si dichiara pronta a fornire tutti gli approfondimenti richiesti per difendere il diritto dei sardi alla mobilità. “Si tratta della comunicazione formale di rilievi sui quali abbiamo tenuto lunghe interlocuzioni sostenendo la nostra posizione" dichiara l’assessore Careddu. "Non siamo disposti a subire l’ennesimo tentativo di subordinare richieste essenziali della collettività, dal nostro punto di vista legittime, a un regolamento comunitario generale che riconosce le problematiche legate all’insularità solo parzialmente, limitandosi a consentire l’attivazione di servizi minimi. Siamo tutt’altro che rassegnati - sottolinea l’Assessore dei Trasporti -, e continueremo convintamente a far valere le nostre ragioni a Bruxelles, tenendo in considerazione il fattore tempo. Abbiamo un confronto aperto con le compagnie aeree per individuare con loro la soluzione più appropriata”. I punti toccati dalla Commissione Europea riguardano le frequenze, la capacità, le tariffe e una serie di obblighi addizionali contenuti nei nuovi bandi che per la Regione sono invece ritenuti fondamentali al fine di garantire un diritto sancito dalla Carta costituzionale. “Difenderemo fino in fondo il nostro progetto di continuità convinti che questo modello sia fortemente migliorativo e molto più adeguato a soddisfare le esigenze di trasporto dei sardi e della Sardegna rispetto al precedente" conclude Carlo Careddu. "Siamo in rapporto costante con il Ministero, che sostiene le nostre posizioni; nel mentre gli uffici della Regione stanno elaborando la procedura più snella possibile che permetterà a tutti i cittadini della Sardegna di continuare a volare da e per la penisola con un servizio garantito e di qualità”. In dettaglio, Bruxelles ritiene che gli oneri di servizio pubblico travalichino le disposizioni del regolamento europeo sui servizi aerei (1008/2008). La motivazione si basa sul fatto che la nuova continuità territoriale della Regione sarebbe stata progettata per soddisfare l’intera domanda stimata attraverso i requisiti massimi anziché attraverso i requisiti minimi richiesti dall’articolo 16 del regolamento sul servizio aereo. La Commissione rileva inoltre che, laddove le compagnie aeree usufruissero di risorse pubbliche considerate illegali e incompatibili con l'applicazione delle norme sugli aiuti di Stato, con molta probabilità sarebbero tenute alla restituzione dei finanziamenti.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
13 ott 2017

E-Vai, la società di car sharing, lancia il servizio di car sharing a domicilio per l’aeroporto di Malpensa

di Roberto Lentini

Dal 16 Ottobre al 15 Gennaio 2018, E-Vai, la società di car sharing del Gruppo Ferrovie Nord,  sperimenterà il servizio di car sharing a domicilio per l'aeroporto di Malpensa Terminal 1.   Basta prenotare la tua auto ed  E-Vai, te la consegnerà all'indirizzo che desideri. Non dovrai fare altro che guidare fino a Malpensa e lasciare l'auto negli appositi spazi E-Vai. Il servizio è riservato ai residenti nei comuni di: Abbiategrasso-Bereguardo-Besate-Borgo SanSiro-Cassolnovo-Cilavegna-Gambolò-Gravellona L.-Morimondo-Mortara-Parona-Vigevano. La stessa modalità di utilizzo è valida per il percorso inverso: dall’aeroporto è possibile salire su una autovettura E-VAI e raggiungere la propria abitazione, segnalando semplicemente all’operatore l’indirizzo dove viene parcheggiata l’auto e l’ora di consegna. Ci saranno a disposizione 5 auto, di cui 3 elettriche e 2 endotermiche al costo di 39 euro a tratta. 

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
13 ott 2017

Navigazione privata Lago Maggiore e Lugano: concordate le condizioni quadro

di mobilita

Nell'ambito della Convenzione fra la Svizzera e l'Italia per la disciplina della navigazione sui laghi Maggiore e di Lugano, un gruppo di lavoro bilaterale ha concordato le condizioni quadro per l'offerta di servizi da parte di società di navigazione private su questi due laghi.  Le condizioni quadro sono state pubblicate in un documento la cui validità è per il momento limitata a un anno. Questo rappresenta un passo ulteriore verso l'attuazione della dichiarazione d'intenti (Memorandum d'Intesa) sottoscritta dai Ministri dei trasporti nel 2016 per aumentare l'attrattiva turistica della navigazione. Il summenzionato gruppo di lavoro, comprendente rappresentanti di Svizzera e Italia, è incaricato di attuare il Memorandum d'Intesa (MoI) tra i due Paesi , volto a promuovere la navigazione sui due laghi. Il documento redatto dal gruppo espone le condizioni con le quali società di navigazione private possono offrire servizi su questi laghi. La suddetta Convenzione, conclusa nel 1992, stabilisce che, prima di rilasciare a una società privata l'autorizzazione a effettuare un servizio, si deve verificare che l'offerta privata corrisponda a un'«esigenza effettiva» e che non costituisca una «notevole concorrenza» per le società concessionarie. Il gruppo di lavoro ha elaborato una prima interpretazione congiunta di questi due concetti. Le condizioni relative all'«esigenza effettiva» e alla «notevole concorrenza» possono essere adempiute solo se le società concessionarie non effettuano alcun servizio o se viene osservato un intervallo di tempo sufficiente rispetto alle loro corse di linea. Restano possibili i servizi già offerti, quali viaggi in taxi o NCC, nozioni che il succitato documento provvede a precisare. Il documento sarà applicato - a complemento della Convenzione - per un periodo di prova di un anno, dopodiché sarà riesaminato. A seconda delle esperienze maturate e dell'occorrenza ne sarà redatta una nuova versione entro la fine del 2018 (per l'applicazione dal gennaio del 2019). Con l'elaborazione di questo documento il gruppo di lavoro ha portato a termine un compito del mandato, affidatogli dai Ministri dei trasporti, di individuare nuove soluzioni e modelli atti a migliorare la navigazione turistica nell'ambito della legislazione vigente. Un altro risultato conseguito dal gruppo di lavoro è stato quello di promuovere la cooperazione fra la  GGNL e la SNL. Infatti, le due concessionarie sono state incaricate dello sviluppo di uno studio che porti al miglioramento ed alla promozione della navigazione anche turistica sui laghi Maggiore e di Lugano. A seguito dello studio si prevede la costituzione di un Consorzio direzionale che permetterebbe di sviluppare al meglio quanto definito nel Memorandum di Intesa. Ciò offrirebbe ai collaboratori GGNL residenti in Svizzera la possibilità di essere prontamente reimpiegati sui due laghi. Il gruppo di lavoro appoggia gli sforzi compiuti in tal senso dalle due società Concessionarie, purché le attività risultino economicamente sostenibili e rispettino il principio della copertura dei costi.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
12 ott 2017

REGIONE LAZIO, al via la card Metrebus Lazio on line.

di mobilita

Dopo gli abbonamenti dedicati agli studenti, Cotral estende a tutti i clienti la possibilità di richiedere la card Metrebus Lazio on line.  Per richiedere la tessera elettronica - valida per abbonamenti mensili o annuali Metrebus Lazio - basterà collegarsi al sito cotralspa.it e compilare l'apposito form. Nella pagina informativa i clienti troveranno tutte le istruzioni per la compilazione del modulo e l'elenco completo dei rivenditori dove sarà possibile ricaricare il titolo di viaggio in base alle zone tariffarie prescelte. Una volta completata la procedura on line, la tessera (da ricaricare) verrà inviata direttamente al punto di ritiro indicato dal cliente al momento della richiesta. La card è valida 5 anni e in caso di smarrimento può essere duplicata.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
12 ott 2017

BOLZANO | Assegnati i lavori per il nuovo accesso alla Val Badia

di mobilita

L'associazione temporanea di imprese formata dalle ditte E.MA.PRI.CE., Karl Wieder, Nordbau Peskoller, Niederwieser Bau e Transbagger si è aggiudicata la gara indetta dall'Agenzia appalti della Provincia di Bolzano per la realizzazione del nuovo accesso stradale alla Val Badia. A fronte di un importo a base d'asta di oltre 47,6 milioni di euro, il gruppo vincitore ha battuto la concorrenza di altri quattro partecipanti grazie ad una proposta di poco inferiore ai 40,5 milioni di euro. I tempi di realizzazione dell'opera, una volta consegnato il cantiere, sono stati fissati in 900 giorni. "Si tratta di un nuovo importante passo in avanti per la rete della viabilità in Alto Adige - commenta l'assessore Florian Mussner - dopo la circonvallazione di Merano e lo svincolo di Bressanone siamo riusciti a portare a termine l'iter per i lavori dell'ultimo dei tre grandi progetti previsti per questa legislatura. Con il nuovo accesso alla Val Badia realizziamo uno svincolo senza incroci, in grado di sostenere i flussi dei pendolari e dei turisti, di garantire tragitti più brevi e una migliore qualità di vita dei residenti". Il progetto, elaborato d’intesa con il Comune e gli esperti della tutela di ambiente, paesaggio e beni culturali, si sviluppa dalla curva Kniepass fino alla galleria sotto Castel Badia e comprende lo svincolo per la val Badia con il tunnel di Floronzo, frazione di San Lorenzo. L'investimento totale per l'opera ammonta a 75,5 milioni di euro. Dal punto di vista tecnico, lo svincolo di accesso alla val Badia viene realizzato circa 400 metri prima del tunnel di Castel Badia con rampe di entrata e uscita al riparo di un dosso, senza disturbare il paesaggio. La strada d’accesso alla Val Badia è ribassata nel terreno e attraversa con un ponte il bacino artificiale della Rienza per poi sovrapassare la linea ferroviaria della Pusteria nel cosiddetto Klosterwald (bosco del convento) ed immettersi nella galleria per la Badia lunga 950 metri. Il tracciato stradale si raccorda poi a sud alla strada esistente. Tutto l’attraversamento della Badia si trova in quota del piano di campagna senza grandi dislivelli. Per ridurre ulteriormente l’intervento nel paesaggio, la rampa in curva a monte della strada della Pusteria sarà in gran parte coperta.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
11 ott 2017

Napoli Linea 2: chiusura della fermata Cavalleggeri Aosta per interventi di manutenzione

di mobilita

Interventi di manutenzione straordinaria nella fermata Cavalleggeri Aosta, sulla Linea 2 metropolitana, sono in programma nel prossimo fine settimana. Saranno completamente rifatte le scale di accesso all’impianto. Per consentire l’operatività del cantiere, dalle 18.00 di venerdì 13 alle 04.00 di lunedì 16 ottobre, la stazione resterà chiusa e nessun treno effettuerà fermata per servizio viaggiatori. La clientela sarà preventivamente informata con locandine esposte sui treni e nelle stazioni, annunci sonori e avvisi sui display di bordo e nelle fermate, e indicazioni fornite dal personale ferroviario.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
09 ott 2017

Aeroporto di Genova, Volotea vola a Madrid, Lampedusa e Mykonos

di mobilita

Volotea, la compagnia aerea che collega medie e piccole destinazioni in Europa, ha annunciato l’avvio di 3 nuove rotte da Genova per la prossima stagione estiva. Fiore all’occhiello della nuova programmazione di Volotea sarà il volo per Madrid (disponibile dal 30 marzo con 2 frequenze settimanali per un totale di più di 16.200 biglietti), primo collegamento Volotea dall’Italia per la capitale spagnola. Il volo punta a rafforzare ulteriormente l’asse turistico ligure verso l’estero. Inoltre, dal Cristoforo Colombo sarà possibile decollare con Volotea alla volta di due splendide isole, Mykonos (disponibile dal 29 maggio una volta a settimana per un totale di più di 4.850 biglietti) e Lampedusa (dal 26 maggio una frequenza a settimana per un totale di 4.850 biglietti). Volotea opererà così un totale di 16 rotte da e per Genova - 8 in Italia e 8 all’estero -, riconfermandosi come la prima compagnia dello scalo per numero di mete collegate. Per il 2018 il vettore collegherà il Cristoforo Colombo con 16 destinazioni, 8 in Italia – Alghero, Brindisi, Cagliari, Catania, Lampedusa (novità 2018), Napoli, Olbia, Palermo – e 8 all’estero: Ibiza, Madrid (novità 2018), Minorca e Palma di Maiorca in Spagna, Vienna in Austria, oltre ad Atene, Mykonos (novità 2018) e Santorini in Grecia. E una speciale promozione è stata ideata per il lancio delle nuove rotte in partenza da Genova: sarà, infatti, possibile acquistare biglietti con tariffe a partire da 9 Euro verso Madrid, Mykonos e Lampedusa. Sin dall’inizio della sua attività, nel 2012, Volotea ha creduto nelle potenzialità turistiche liguri e, dal suo primo volo, ha trasportato a oggi più di 755.200 passeggeri da e per Genova. I numeri e l’annuncio delle nuove rotte testimoniano l’importante impegno del vettore nel proporre nuove destinazioni di grande richiamo: per il 2018, la compagnia scenderà in pista, per un totale di 3.250 voli e più di 400.000 biglietti in vendita. A Genova Volotea ha continuato a conquistare i passeggeri grazie a collegamenti diretti e veloci, raggiungendo un tasso di raccomandazione pari al 90% e un load factor dell’89%. Inoltre, nei mesi estivi, nonostante il picco di operatività, il tasso di puntualità dei voli della compagnia è stato dell’83%. I biglietti verso le 16 destinazioni raggiungibili da Genova con Volotea sono in vendita sul sito della compagnia aerea.

Leggi tutto    Commenti 0