15 dic 2019

Aerolinee Siciliane, una nuova compagnia aerea siciliana


Aerolinee Siciliane sbarca, per ora, su Facebook e promette voli per Milano, Roma e Bologna, successivamente anche per Venezia e Torino.

La filosofia aziendale e la funzione sociale di Aerolinee Siciliane è assicurare vantaggi al territorio, puntando alla creazione di una forte comunita territoriale.

Verranno assicurati, secondo quanto riportato nella pagina facebook della compagnia aerea:

  • Posti riservati a studenti residenti fuori Sicilia a tariffa speciale;
  • Posti riservati a over 65 per ricongiungimenti con parenti diretti, residenti fuori Sicilia;
  • Posti riservati a pazienti in cura fuori Sicilia, con accompagnatore;
  • Posti riservati a famiglie in stato di poverty acclarata;
  • Posti gratuiti riservati a giovani studenti provenienti da famiglie bisognose per gite di istruzioni e vacanze, attraverso accordi con le scuole;
  • Costituzione di un fondo di riserva di almeno 0,50 € per passeggero trasportato, per finanziare attivita di solidarieta, borse di studio, avviamento alle professioni aeree;

Complessivamente, per queste finality, ogni aereo riserverà almeno it 10% dei posti disponibili, secondo un piano che terra conto dei voli a più basso load factor.

Le risorse economiche saranno assicurate dalla convergenza tra capitale pubblico e privato. II capitale pubblico, secondo la filosofia aziendale siciliana, sara presto sostituito, secondo il piano operativo, dalle imprese e dai cittadini siciliani, secondo it principio della socialità dell’impresa.

Aerolinee Siciliane sarà la prima compagnia ad avere tra i suoi obiettivi I’apertura all’azionariato territoriale diffuso e della distribuzione degli utili non solo agli azionisti, ma anche agli altri siciliani, sotto forma di accessibility dei prezzi nei limiti della sostenibilita del mercato (pay back). II capitale privato, secondo principi di trasparenza e accountability pubblica, garantirà modelli e metodi d’impresa che producano utili e garantiscano l’efficienza e l’efficacia delle scelte manageriali.

II capitale sara pubblico, in maggioranza, solo nella fase di lancio. II management sara retribuito soltanto con stock options in proporzione agli utili che saranno realizzati.

II numero di dipendenti che la nuova compagnia conta di raggiungere è di 600 unità entro i primi 18 mesi di attivita.

Altre 200 unità aggiuntive scaturiranno dall’aumento dei consumi derivanti dalla spesa del monte salari nel territorio. A regime, I’aumento tra 2000 e 5000 unità di lavoro per benefici di sistema.

Queste stime si riferiscono a mercato costante. Nel caso di sviluppo del sistema aeroportuale secondo i parametri di Malta o della Turchia, con 16 viaggi per abitante, la Sicilia beneficera di almeno 50.000 unità lavorative in entro dieci anni, nel caso peggiore, fino a dieci volte tanto nel caso più probabile.

La Flotta

Verrano utilizzati 10 Airbus classe A319/320/321 e 3 Embraer 175/190

Nella prima fase (primi 6 mesi) 6 velivoli; nella seconda fase (dal 7° at 10° mese) verranno inseriti mensilmente gli altri 4 velivoli, nella terza fase (dal 12° al 18° mese verranno inseriti in fiotta gli ultimi 3 velivoli.

Network 

  • Base Catania
    • 4 rotazioni giornaliere su Roma
    • 2 rotazioni giornaliere su Milano Linate
    • 1 rotazione giornaliera su Bologna
      • 1 rotazione giornaliera su Torino ( prevista per la seconda fase)
      • 1 rotazione giornaliera su Venezia ( prevista per seconda fase)
      • Rotazioni internazionali stagionali a carattere turistico
  • Base Palermo
    • 4 rotazioni giornaliere su Roma
    • 2 rotazioni giornaliere su Milano Linate
    • 1 rotazione giornaliera su Bologna
      • 1 rotazione giornaliera su Torino ( prevista per la seconda fase)
      • 1 rotazione giornaliera su Venezia ( prevista per seconda fase)
      • Rotazioni internazionali stagionali a carattere turistico
  • Base Trapani e Base Comiso
    • Collegamenti nazionali regolari per servire mercato locale
    • Collegamenti con le isole minori (fuzione hub)

Polo di manutenzione.

Il Polo di manutenzione dovrebbe attestarsi su Comiso per la sua posizione baricentrica rispetto alle basi operative di Catania, Palermo, Trapani, Lampedusa e Pantelleria.

Inoltre Comiso dispone del patrimonio edilizio ed infrastrutturale della ex base della Nato, a breve nella disponibilita del demanio regionale, con uffici, alloggi, piazzali gia cementati e compatibili con la realizzazione degli hangar per due aeromobili classe A320/321;

Inoltre sono presenti scuole aeronautiche (Ragusa, Catania, Caltagirone, Gela) per avviare collaborazioni scientifiche e selezionare e formare futuri professionisti.

Possibilità di creare, oltre al polo della manutenzione, it centro di formazione tecnico, it centro di addestramento al volo, it coordinamento operativo, gli uffici di compagnia, le foresterie per i tecnici di altre compagnie e per i piloti in addestramento, con importanti risparmi e opportunity.

Inoltre nell’utilizzo delle tratte da Roma e Milano per Comiso, per l’ingresso degli aeroplani in manutenzione la sera e in uscita la mattina, con conseguente azzeramento dei costi per i voli vuoti di riposizionamento e ottimizzazione delle risorse manutentive con altissima quality della manutenzione.

Non è la prima volta che la Sicilia lancia compagnie aeree. Era successo la prima volta nel 1994  con Air Sicilia, fondata da Luigi Crispino e Antonio Carotta.

Aveva due hub negli aeroporti di Catania e Palermo con destinazioni per Milano Linate, Roma Fiumicino, Firenze, Pantelleria e Lampedusa.

Operò per circa sette anni, con diversi problemi finanziari subendo due stop da parte dell’ENAC e il 22 febbraio 2002 cessò definitivamente i voli e l’anno successivo fu dichiarato il fallimento.

Poi nel 2003 fu la volta di Wind Jet. Aveva una flotta di 13 Airbus su rotte nazionali e internazionali soprattutto verso il nord-est Europa.

La sede legale era a Catania, e le basi operative erano situate presso gli aeroporti di Catania, Palermo e dal 2011 di Rimini-Miramare.

Dall’11 agosto 2012, a causa di problemi finanziari, la compagnia cessò le proprie operazioni di volo.


Aerolinee Sicilianeaeroporto cataniaaeroporto palermoair siciliacataniaregione sicilianaWind Jet


Lascia un Commento