Articolo
11 gen 2021

TRENORD | Sciopero dei treni tra il 24 e il 25 gennaio

di mobilita

È previsto per il 24 gennaio il primo sciopero dei dipendenti Trenord del 2021. A proclamarlo sono stati i lavoratori iscritti al sindacato Orsa Ferrovie, che incroceranno le braccia “recuperare” la manifestazione inizialmente prevista per il 15 novembre e differita vista l'emergenza sanitaria per “senso di responsabilità”, come dichiara il sindacato stesso in una nota. “Auspicavamo che tale iniziativa fosse contraccambiata dall'azienda con analogo atteggiamento affinché i problemi dei lavoratori ed i rapporti sindacali trovassero soluzioni attraverso un rapporto inclusivo delle rappresentanze dei lavoratori. Purtroppo ci siamo illusi - sottolineano nel comunicato - e l'atteggiamento arrogante e superbo tenuto dai vertici di Trenord anziché riscontrare un sistema partecipativo e costruttivo finalizzato alla risoluzione positiva della vertenza ha riscontrato un comportamento esattamente opposto”. I convogli Trenord potrebbero quindi restare fermi dalle 3 di domenica 24 gennaio alle 2 di lunedì 25 gennaio. Sul sito di Trenord, al momento, non è stata comunicata la notizia relativa alla protesta dei dipendenti. “Abbiamo riscontrato - dicono da Orsa Ferrovie - che nel settore della commerciale si è realizzato un confronto che non ha tenuto in considerazione la nostra rappresentanza sia per i contenuti sia per il metodo con cui è stata condotta la trattativa. Nel settore della manutenzione le nostre osservazioni e considerazioni sono state accolte in misura insufficiente tant'è si è giunti ad un accorso separato che ha riscontrato il disaccordo anche di un'altra organizzazione sindacale confederale”. “Per quanto riguarda le problematiche del personale mobile - spiega il sindacato - le proposte formulate dalle Rsu non sono state accolte e sono emersi ulteriori elementi irrisolti quali le condizioni logistiche, le troppe modifiche ai turni assegnati tramite l'applicativo Argo, ed i nuovi turni del personale in vigore dal prossimo cambio orario, consegnati per l'ennesima volta con grave ritardo e non rispettosi delle norme contrattuali”.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
26 nov 2020

Treni e gaming: diventare macchinista con TRAIN SIM WORLD 2020

di mobilita

Se il vostro sogno da bambino era quello di diventare macchinista e dominare le rotaie in lungo e in largo, questo è un gioco che non può lasciarvi indifferenti. Train Sim World 2020 è il quarto capitolo della saga di simulazione lanciata da Dovetail Games nel 2018. Dopo CSX Heavy Haul, Founders Edition e il semplice Train Sim World 2 cd key ecco che l’edizione 2020 propone nuove suggestive tratte ferroviarie. Disponibile per PS4, Pc e Xbox One, è possibile trovarlo in due versioni: quella base da 29.99€ include 5 articoli, che diventano 6 per la Digital Deluxe Edition da 49.99€, grazie all’aggiunta dell’affascinante rail road americana San Francisco – San José. Partiamo dalla storia del gioco: parliamo di un titolo di simulazione in prima persona adatto veramente a chiunque, che gode di una trama piuttosto lineare e priva di grandi sussulti. È disponibile una buona varietà di treni e locomotive (12 per la precisione, più una carrozza semi pilota) anche piuttosto diversi fra loro per caratteristiche tecniche ed epoche, e per riuscire a dominare ogni tratta è necessaria una quantità di attenzione non secondaria. Sia che vengano trasportate merci che passeggeri, il treno va fatto partire ed arrivare in orario, il tutto rispettando le ferree regole che esistono nel mondo ferroviario e che possono cambiare in base all’area geografica. https://www.youtube.com/watch?v=XByvyhCGkjY Niente eccessi di velocità, ritardi, danni alla locomotiva o alle carrozze, rispetto della segnaletica, ottimizzazione logistica dei rifornimenti: tutto questo è responsabilità del macchinista. Qui entra in gioco il lato pratico: dopo essersi organizzarti in modo ottimale per trasportare il proprio carico secondo gli accordi prestabiliti, individuando in anticipo i punti chiave sulla mappa, bisogna comandare il treno. E anche questo è un aspetto intrigante: non basta infatti avviare la locomotiva sulle rotaie, ma bisogna mantenere la velocità ideale, capire quanto e quando iniziare a pigiare i freni, restare sul binario corretto. Tutti aspetti che, visti dall’esterno, sono dati per scontati ma che certamente non lo possono essere per il macchinista. Il livello di giocabilità è buono e la limitata varietà della trama è compensata dalle variegate combinazioni di comandi necessarie a mantenere perfetti tutti gli aspetti sopracitati. La cabina completamente interattiva permette di sentirsi il vero re delle rotaie. La visuale interna - dalla cabina di comando appunto - è sicuramente quella che massimizza l’esperienza di gioco. Sono disponibili anche altre inquadrature (esterna, galleggiante, libera) anche se queste sono meno focalizzate sull’aspetto principale del gioco, il controllo del treno, e più sul lato del paesaggio. Rispetto alle versioni precedenti troviamo un miglioramento dei tutorial, utili non solo per i principianti ma anche per gli utenti più esperti. Questi infatti si devono interfacciare con le nuove modalità introdotte, “Viaggi” su tutte: grazie a questa novità sono presenti oltre 24 ore di gioco in scenari reali. Anche i “Punti Azione” aggiungono un po’ di pepe alla situazione, permettendo di ottenere bonus non solo per il completamento degli obiettivi, ma anche per dettagli quali una guida particolarmente precisa o la miglior performance generale di percorrenza in ogni scenario. Per quanto riguarda invece le grafiche, gli interni della cabina sono di livello veramente discreto e la visuale del macchinista dà veramente la sensazione di avere tutto sotto controllo. Forse leggermente debole invece il suono, che rimane un’icona per ogni appassionato dell’argomento. Piuttosto suggestiva la riproduzione di percorsi e paesaggi reali, come la tedesca Main-Spessart Bahn, dove dovrai trasportare sia passeggeri che merci in un misto di tratti in pendenza e curve repentine, o la stazione underground New York Penn. È inoltre disponibile una buona varietà di contenuti extra già nella Deluxe Edition. Per chi invece vuole variare ulteriormente e cimentarsi con altri tipi di locomotiva e percorso, ecco una serie di DLC scaricabili singolarmente. Unico neo il prezzo: non tutti sono a buon mercato e alcuni possono infatti arrivare a costare quanto il gioco stesso.  

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
10 ago 2020

Trenitalia nel mercato AV in Spagna con 23 nuovi Frecciarossa 1000

di Fabio Nicolosi

Saranno Hitachi Rail e Bombardier Transportation Italy a realizzare per Trenitalia i 23 nuovi Frecciarossa 1000 per i servizi alta velocità in Spagna per un valore economico di circa 800 milioni di euro. I nuovi treni sono parte di un più ampio piano per rinnovare e ampliare la flotta di Trenitalia che - in qualità di socio del consorzio ILSA, composto anche dalla compagnia aerea Air Nostrum - ha vinto la gara promossa dal gestore dell’infrastruttura spagnola (ADIF) per l’assegnazione delle tracce per i collegamenti alta velocità in Spagna. I 23 Frecciarossa 1000 offriranno una nuova esperienza di viaggio sulle rotte Madrid - Barcellona, Madrid - Valencia/Alicante e Madrid - Malaga/Siviglia con un numero di collegamenti giornalieri fino a 84 corse complessive. I treni, realizzati negli stabilimenti italiani delle due società, garantiranno un forte indotto economico e occupazionale per il settore industriale del Paese. Dopo essere stati costruiti in Italia, a partire dal 2022 i treni saranno trasferiti in Spagna per iniziare le prove di omologazione e ottenere tutte le certificazioni per essere utilizzati anche fra le principali città iberiche. I nuovi Frecciarossa 1000, progettati e costruiti per velocità commerciale massima di 360 km/h, avranno le stesse caratteristiche tecniche e prestazionali dei convogli che già circolano, da giugno 2015, sui binari italiani. I treni sono conformi a tutte le Specifiche Tecniche di Interoperabilità (STI) a livello internazionale. Inoltre, il Frecciarossa 1000 è il primo treno alta velocità ad aver ottenuto la certificazione di impatto ambientale (EPD) ed è costruito con materiali riciclabili e riutilizzabili per quasi il 100%, oltre ad avere ridotti consumi idrici ed elettrici. L'ingresso nel mercato spagnolo rientra fra i progetti di internazionalizzazione del Gruppo FS Italiane che negli ultimi anni ha posizionato le principali società operative ai primi posti per livelli qualitativi ed efficienza anche all’estero e soprattutto in Europa. Fermo l’impegno prioritario sul mercato nazionale e al servizio dei pendolari, anche con i nuovi treni Pop e Rock già in esercizio in alcune regioni, per Trenitalia il nuovo mercato dell’alta velocità ferroviaria si estende all’Europa a seguito della liberalizzazione. Trenitalia è presente con società controllate in Gran Bretagna con Trenitalia c2c e Avanti West Coast che gestisce i servizi da Londra a Glasgow/Edimburgo; in Germania con Netinera; in Francia con Thello e in Grecia con TrainOSE.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
12 giu 2020

Ferrovie: presentate le vetture Porta-Bici per il Friuli Venezia Giulia

di Fabio Nicolosi

“La combinazione ferro/bici è vincente e l’introduzione sulla linea ferroviaria Trieste-Tarvisio di due carrozze porta-biciclette va nella direzione voluta dalla Regione di favorire la mobilità sostenibile, a tutto vantaggio della salute dei nostri cittadini. Questa mobilità è capace di intercettare il turismo del Nord Europa, con beneficio tangibile per la nostra l’economia”. Lo ha affermato l’assessore regionale alle Infrastrutture e Territorio Graziano Pizzimenti alla stazione ferroviaria di Trieste Centrale dove sono state presentate, nell’ambito della collaborazione tra la Regione e Trenitalia, le due nuove carrozze completamente rinnovate e appositamente attrezzate per il trasporto di 64 bici ciascuna e attive da domenica 14 giugno. Dotate di tutti gli accessori necessari agli amanti delle due ruote, varchi di accesso maggiorati, rastrelliere, cinghie di sicurezza e prese di corrente per la ricarica delle biciclette elettriche, le vetture circoleranno tutti i sabati e le domeniche sui regionali 21000 Trieste (7.28)-Tarvisio (10.07) e 6049 Tarvisio (15.53)-Trieste (18.08). Al taglio del nastro con il direttore di Trenitalia Fvg Elisa Nannetti, Pizzimenti ha ricordato che le nuove carrozze si aggiungono al servizio Mi.Co.Tra sulla linea Trieste-Villaco – momentaneamente sospeso per il blocco dovuto alla pandemia – e “offrono un’opportunità in più per chi vuole scoprire il viaggio treno/bici, con la sua carica emozionale unica”. La domanda di trasporto delle due ruote sui binari è in costante aumento: secondo i dati Trenitalia, nel 2019 ne sono state caricate in Friuli Venezia Giulia oltre 38mila, con un incremento del 21,5% rispetto al 2018.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
18 mag 2020

Trenitalia | Su Frecciarossa e Frecciargento safety kit gratuito

di Fabio Nicolosi

A bordo di Frecciarossa e Frecciargento sarà distribuito a partire da oggi, lunedì 18 maggio, un safety kit gratuito che include una mascherina, gel igienizzante per mani, guanti in lattice e poggiatesta monouso. Si tratta, come riferisce il relativo comunicato stampa, della nuova accoglienza di Trenitalia a bordo treno per tutti i passeggeri, nel secondo step della Fase 2 dell’emergenza sanitaria. “La priorità per il Gruppo Ferrovie dello Stato e Trenitalia è la tutela della salute delle persone, viaggiatori e dipendenti, come dimostra anche il nuovo criterio a scacchiera per la prenotazione dei posti a sedere”, si legge nella nota, stando alla quale sui treni ad alta velocità di Trenitalia i passeggeri potranno visualizzare le informazioni sulle attività e i processi di pulizia e sanificazione inquadrando con lo smartphone il codice a barre posizionato sui tavolini. L’impegno del Gruppo, prosegue la nota, è “continuare ad avere la massima attenzione alle esigenze delle persone, salute e igiene prima di tutto, e offrire un numero di collegamenti congruo alla richiesta di mobilità di questo periodo, tenendo conto della disponibilità dei posti al 50 per cento”. Proprio dal secondo step della Fase 2, si legge nel documento, sono a disposizione dei viaggiatori oltre 4.400 corse regionali, 38 Frecce e 20 InterCity, in netto aumento rispetto alle precedenti settimane. Sono poi allo studio, prosegue la nota, anche soluzioni digitali che garantiranno ai passeggeri di effettuare il check-in in autonomia, senza alcun contatto con il personale a bordo treno. Inoltre, sarà presto disponibile una funzione sui sistemi di Trenitalia che consentirà ai viaggiatori dei treni regionali di avere informazione sulla frequentazione di ciascuna corsa e, quindi, dei posti disponibili. Il Gruppo Ferrovie dello Stato ricorda infine che tutti i passeggeri devono indossare sempre la mascherina protettiva (è fortemente consigliato indossare anche guanti mono uso); rispettare la distanza di sicurezza indicata dalle autorità sanitarie e le indicazioni e le informazioni presenti a bordo dei treni e nelle stazioni; essere collaborativi con il personale ferroviario e quello in stazione, utilizzando percorsi e porte di ingresso e uscita dai treni come indicato dai pannelli informativi.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
27 feb 2020

Galleria di base del Ceneri: Inizia esercizio di prova

di Fabio Nicolosi

AlpTransit San Gottardo SA, prima della consegna alle FFS della Galleria di base del Ceneri prevista a fine Agosto 2020, deve fornire le prove che tutti i sistemi funzionino perfettamente. Per questo motivo il 01/03/2020 inizia l’esercizio di prova nella Galleria di base del Ceneri. Tutti gli impianti elettrici dei 15,4 km di galleria, delle tratte a cielo aperto Nord (Nodo di Camorino) e del portale Sud di Vezia saranno messi sotto tensione a 15.000 Volt. Dopo l’ottenimento dell’autorizzazione d’esercizio commerciale per la tratta Taverne–Vezia–Lugano dall’Ufficio federale dei trasporti (UFT) e il via libera per la fase di test all’interno della galleria di base del Monte Ceneri (GbC), si passa ora alla messa in esercizio. Le FFS hanno concluso i principali lavori di preparazione ed entro sabato effettueranno le ultime verifiche interne. Secondo la tabella di marcia attuale, la messa in esercizio è confermata per la notte tra sabato e domenica e coinvolgerà circa 140 collaboratori. Durante l’esercizio di prova, da inizio Marzo a fine Agosto 2020, saranno eseguite centinaia di corse di prova ad alta velocità, sia in galleria che sulle tratte di collegamento tra Bellinzona e Lugano. Nella notte le FFS metteranno in esercizio gli apparecchi centrali della GbC (a Vigana a nord e a Vezia a sud). Contemporaneamente sarà effettuata la migrazione dal sistema di segnalazione ottica a quello in cabina di guida sulla tratta Taverne–Vezia–Lugano. Le FFS apporteranno infine alcune modifiche anche all’apparecchio centrale elettronico di Giubiasco nonché sulla tratta tra Giubiasco e Cadenazzo. Tutti questi lavori sull’ETCS Level 2 sono necessari affinché AlpTransit SA, in qualità di committente, possa svolgere la fase di test nella GbC come previsto dal 1° marzo. L’ETCS Level 2 costituisce il presupposto tecnico per la circolazione dei treni attraverso la galleria a partire da dicembre 2020. Nello specifico, si tratterà di quattro treni merci e sei treni viaggiatori per ora e direzione. Con l’ETCS Level 2, le informazioni rilevanti per il macchinista vengono trasmesse via radio direttamente alla cabina di guida, dove vengono visualizzate sullo schermo. In questo modo il viaggio e le reazioni del macchinista vengono monitorati costantemente. I lavori di migrazione del fine settimana a cavallo tra il 29 febbraio e il 1° marzo 2020 si svolgeranno a tappe e avranno ripercussioni sul traffico ferroviario dell’asse nord-sud e sul traffico regionale ticinese. Il traffico merci sull’asse del San Gottardo sarà interrotto oppure deviato sull’asse del Lötschberg. Dalle 22.00 di sabato 29 febbraio alle 8.30 di domenica 1° marzo 2020 vi sarà lo sbarramento totale delle tratte tra Castione-Arbedo, Cadenazzo e Lugano. Tutti i collegamenti TILO RE10, S10 e S20, compresi i collegamenti TILO Pigiama, subiranno variazioni alla circolazione. È previsto un servizio sostitutivo di autobus con tempi di percorrenza maggiori. Sugli autobus sostitutivi non è possibile il trasporto di biciclette.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
24 feb 2020

CORONAVIRUS | Italo Treno: misure e iniziative

di Fabio Nicolosi

ITALO – Nuovo Trasporto Viaggiatori S.p.A., in linea con quanto disposto in data 22 febbraio 2020 dal Consiglio dei Ministri in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-2019 e al fine di potenziare la sicurezza dei viaggiatori e del personale di bordo ha adottato le seguenti misure: istruzioni specifiche per il personale di bordo nonché dotazione di equipaggiamento protettivo (mascherine da utilizzare in casi specifici, guanti monouso e disinfettante per le mani); attività straordinaria di pulizia specifica a bordo dei treni con materiale disinfettante. Per i clienti che rinunciano ai viaggi, da realizzarsi entro il 1 marzo p.v. nelle zone interessate dal contagio epidemiologico, sono previste le seguenti condizioni di rimborso: Sono rimborsabili i biglietti acquistati fino al 23/02/2020 (incluso) per viaggi dal 24/02/2020 al 01/03/2020 (incluso). Tratte rimborsabili: tutti i viaggi da / per le zone impattate del Nord Italia - restano al momento quindi escluse Campania (Salerno e Napoli), Lazio (Roma) e Toscana (Firenze). Modalità di richiesta del rimborso: Il Cliente, prima dell’orario di partenza, potrà richiedere il rimborso integrale del biglietto tramite Voucher utilizzabili per nuovi acquisti di biglietti relativi a viaggi da effettuarsi entro il 31/07/2020. In tal caso dovrà utilizzare i canali di contatto 060708 o inviare la richiesta via mail all’indirizzo [email protected] indicando il codice biglietto nell’oggetto. L’erogazione del voucher avverrà entro 30 gg. dalla richiesta. Resta inteso che il cliente potrà in alternativa richiedere in autonomia sul sito italotreno.it il rimborso secondo le proprie condizioni tariffarie di contratto.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
02 feb 2020

VENEZIA | Concluse le operazioni di brillamento dell’ordigno, via libera alla circolazione aerea e dei treni

di mobilita

Concluse le operazioni di brillamento delle spolette dell'ordigno, la Centrale operativa ha dato il via libera alla riapertura della circolazione pedonale, dei mezzi pubblici e privati nell'area interessata. Via libera anche alla circolazione aerea e dei treni, sette i voli cancellati all'aeroporto Marco Polo. L’ordigno, attraverso il canale industrale Brentella, è stato portato nell’area denominata “Malamocco Big Cargo” dove è stato fatto brillare.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
05 gen 2019

Ferrovie siciliane, la neve causa disagi alla circolazione: niente treni sulla PA-CT

di mobilita

Il peggioramento, nella notte, delle condizioni meteorologiche, ha reso problematica la circolazione ferroviaria in Sicilia. AGGIORNAMENTO ORE 15 In graduale miglioramento, dopo gli interventi dei tecnici di Rete Ferroviaria Italiana (Gruppo FS Italiane), anche la circolazione ferroviaria in Sicilia. Riattivate, con limitazioni di velocità a causa della presenza di neve, le linee Palermo Catania e Palermo-Agrigento. Per garantire la regolarità della circolazione, Trenitalia (Gruppo FS Italiane) ha limitato la percorrenza di alcuni treni regionali, aggiungendo ad altri fermate straordinarie. Ancora interrotta, invece, la Gela-Canicattì-Caltanissetta. A causa della contemporanea impraticabilità delle strade extraurbane, non è stato possibile attivare un servizio sostitutivo con autobus. Sempre attivo il numero verde gratuito 800 89 20 21. FS Italiane invita i viaggiatori a tenersi informati sulla situazione della circolazione dei treni anche attraverso i canali di informazione del Gruppo, visitando trenitalia.com, rfi.it, ascoltando FSNews Radio, o collegandosi a @fsnews.it, il profilo Twitter di FS. AGGIORNAMENTO ORE 8 Per le intense nevicate in atto, sulla linea Palermo Catania la circolazione è sospesa fra Caltanissetta e Lercara Diramazione, mentre è ripresa alle 9.00 fra Catania e Caltanissetta. La percorrenza dei treni è limitata fra queste due stazioni. Al momento è interrotta anche la Gela-Canicattì-Caltanissetta. A causa della contemporanea impraticabilità delle strade extraurbane, che rende difficoltoso anche l'intervento dei tecnici di Rete Ferroviaria Italiana (Gruppo FS Italiane), non è stato possibile attivare un servizio sostitutivo con autobus. Traffico rallentato, invece, sulla Palermo-Agrigento, con ritardi fino a 40 minuti. Soppressi, in mattinata, due treni regionali. Attivato il numero verde gratuito 800 89 20 21. FS Italiane invita i viaggiatori a tenersi informati sulla situazione della circolazione dei treni anche attraverso i canali di informazione del Gruppo, visitando trenitalia.com, rfi.it, ascoltando FSNews Radio, o collegandosi a @fsnews_it, il profilo Twitter di FS.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
30 mar 2018

CASTELVETRANO | Movimentata la locomotiva Gr 740.300

di siciliaintreno

Maestranze della Fondazione FS, RFI e Trenitalia hanno provveduto a movimentare la locomotiva Gr 740.300, da anni accantonata in un tronchino della stazione di Castelvetrano, in una diversa area dello stesso scalo. L’operazione è stata propedeutica al trasferimento del rotabile presso il Deposito Locomotive di Palermo dove sarà eseguito un importante intervento di restauro estetico. Terminati i lavori, l’antica vaporiera sarà dunque trasferita presso il Parco Ferroviario di Porto Empedocle Centrale. La 740.300, tutelata con apposito vincolo dalla Soprintendenza ai Beni Culturali di Trapani, è passata alla storia per essere stata utilizzata durante le riprese del film “Il Padrino” di Francis Ford Coppola.” Qui in basso il nostro articolo con le considerazioni del caso, che trovano conferma nella destinazione finale grazie al comunicato rilasciato: Interessanti novità a Castelvetrano. Nella giornata del 28 marzo è stata effettuata una manovra molto speciale: la storica locomotiva a vapore 740 300, da anni accantonata su un tronchino a lato della linea Palermo-Trapani, è stata spostata sul fascio binari dell’ex deposito locomotive, proprio vicino al tender della macchina, separato anni fa e tuttora giacente nell’area del deposito. Una manovra emozionante che ha consentito di rivedere i biellismi e le sale della locomotiva muoversi docilmente: è stato un vero spettacolo, testimoniato dalle foto del socio V. Leonardi, scattate dall'esterno dell'area ferroviaria. Proseguite la lettura al SEGUENTE LINK

Leggi tutto    Commenti 1