Articolo
26 gen 2018

Linea Milano – Brescia: ripresa la circolazione ferroviaria su due binari

di mobilita

Dalle ore 6.00 di questa mattina è ripreso gradualmente il traffico ferroviario su due dei quattro binari della linea Milano – Brescia, dopo lo svio del treno regionale 10452 di Trenord avvenuto ieri mattina nella stazione di Pioltello. Sono attualmente assicurati i collegamenti della lunga percorrenza e del trasporto regionale tra le principali stazioni della linea, con riprogrammazioni del servizio. I treni potranno subire rallentamenti medi di circa 30 minuti. È inoltre prevista l’attivazione da parte di Trenord di un servizio sostitutivo con bus tra la stazione FS di Treviglio e la fermata Cassina De Pecchi della Linea Verde della Metropolitana.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
26 gen 2018

AEROPORTI ITALIANI | Confermato il trend di crescita nel 2017

di mobilita

Continua ad aumentare il traffico aereo negli aeroporti italiani, traffico che nel 2017 si attesta a 175,4 MLN di passeggeri, 1,5 MLN di movimenti aerei e 1,1 MLN di tonnellate di merci, miglior risultato di sempre, quest’ultimo, per il traffico cargo nel nostro Paese. Importanti gli incrementi percentuali registrati rispetto al 2016 che corrispondono al 6,4% per il traffico passeggeri, al 3,2% per il numero dei movimenti aerei e al 9,2% per i volumi di merce trasportata. Per quanto riguarda il traffico passeggeri in particolare, sono stati 175.413.402 i viaggiatori transitati nel corso del 2017 nei 38 scali italiani monitorati da Assaeroporti, equivalenti a 10,7 MLN di passeggeri in più rispetto al 2016. Trainano il risultato la forte crescita del traffico internazionale sia UE, +8,5%, sia extra UE, +7,9%, e l’incremento del segmento nazionale, +3%, rispetto al 2016. Più nel dettaglio, i dati raccolti nel 2017 vedono attestarsi tra i primi 10 aeroporti più trafficati di Italia gli scali di: Roma Fiumicino (41 MLN), Milano Malpensa (22,2 MLN), Bergamo (12,3 MLN), Venezia (10,4 MLN), Milano Linate (9,5 MLN), Catania (9,1 MLN), Napoli (8,6 MLN), Bologna (8,2 MLN), Roma Ciampino (5,9 MLN) e Palermo (5,8 MLN). Sempre in termini di passeggeri trasportati, si segnalano inoltre i significativi risultati del: sistema aeroportuale romano (Fiumicino e Ciampino) con 46,9 MLN, quello milanese (Malpensa e Linate) con 31,7 MLN, del sistema Venezia-Treviso con 13,4 MLN, della Sicilia orientale (Catania e Comiso) con 9,6 MLN, del sistema toscano (Pisa e Firenze) con 7,9 MLN rete aeroportuale pugliese (Bari, Brindisi, Foggia e Taranto) con 7 MLN. Anno record per il settore del cargo che, con un totale di 1.145.218,99 tonnellate di merci movimentate nel 2017, si attesta a quasi 102 mila tonnellate in più rispetto al 2016. In questo contesto, si segnalano nella graduatoria dei primi 10 aeroporti per volumi di merce trasportata gli scali di: Milano Malpensa (589,7 mila tonnellate), Roma Fiumicino (185,9 mila tonnellate), Bergamo (125,9 mila tonnellate), Venezia (60,9 mila tonnellate), Bologna (56,1 mila tonnellate), Brescia (34,8 mila tonnellate), Roma Ciampino (17 mila tonnellate), Milano Linate (13,8 mila tonnellate), Napoli (11,1 mila tonnellate) e Pisa (10,6 mila tonnellate). Gli eccellenti risultati registrati nel traffico merci appena descritti sono in linea con il position paper sul cargo aereo approvato dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti e condiviso da 12 organizzazioni di settore nel corso del 2017, documento che supporterà, grazie a precise linee d’azione, l’ulteriore crescita del settore attesa per i prossimi anni. Proprio nella piena consapevolezza dello sviluppo che interesserà il settore del cargo aereo, si segnala che le società di gestione aeroportuale hanno incluso nei piani di intervento opere infrastrutturali dedicate al trasporto delle merci per un importo pari a 157 milioni di euro, nei prossimi 4 anni. Proseguendo nell’analisi dei dati, si evidenzia infine un incremento positivo anche per i movimenti aerei che crescono del 3,2% rispetto al 2016, spinti principalmente dalle destinazioni internazionali, +3,4%, in particolare da quelle extra UE, che si attestano al 4,8 %. Lo sviluppo del trasporto aereo italiano appena descritto appare in linea con la crescita registrata a livello mondiale dall’ICAO, l’Organizzazione Internazionale dell’Aviazione Civile, che registra un incremento passeggeri nel 2017 pari al 7,1% . Il dato è tuttavia da accompagnare alla consapevolezza, a livello mondiale, della necessità di intercettare i flussi per i singoli Paesi. Come sottolineato anche dal CENSIS nell’ultimo rapporto sulla situazione sociale del Paese «La ricerca attiva e continuata di una collocazione significativa nel grande flusso degli scambi internazionali, è oggi un atto dovuto per qualunque Paese nel mondo» . Non possiamo non apprezzare che tutto ciò sia già iniziato in Italia in modo significativo per il settore cargo che a fronte di una crescita del 9,5% a livello mondiale (dati ICAO) vede il nostro Paese attestarsi su un significativo 9,2%.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
26 gen 2018

Alitalia, vendere prima del voto

di mobilita

Il ministro per lo Sviluppo economico Carlo Calenda, durante la trasmissione Omnibus su La7, ha ribadito la volontà del governo di vendere Alitalia prima del voto. «I potenziali acquirenti hanno rallentato il loro interesse verso Alitalia perché hanno paura di un quadro che non è definito - ha affermato il ministro- Io mi impegno a chiudere con questo governo, per un esecutivo nuovo sarebbe più difficile. La speranza di venderla prima delle elezioni non è finita. Bisogna venderla a un vettore aereo che la potenzi. La priorità è non spendere più soldi degli italiani».

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
26 gen 2018

BOLOGNA | In arrivo 107 milioni di euro del Fondo per lo sviluppo e la coesione 2014-2020

di mobilita

Con la pubblicazione in Gazzetta ufficiale della delibera Cipe n. 75/2017, avvenuto nei giorni scorsi, di assegnazione delle risorse del Fondo per lo sviluppo e la coesione 2014-2020 e del relativo piano operativo degli interventi sono stati assegnati alla Città metropolitana di Bologna 107 milioni di euro per interventi a Bologna e sul territorio (altri 3 milioni destinati agli impianti sportivi del Comune capoluogo sono compresi nelle risorse FSC assegnate alla Regione Emilia-Romagna).  Si conclude così l'iter dei “110 milioni per Bologna metropolitana” oggetto dell'Accordo di programma firmato il 16 settembre 2017 dal presidente del Consiglio Paolo Gentiloni, dal sindaco metropolitano Virginio Merola e dal presidente della Regione Stefano Bonaccini nella sede della Regione Emilia-Romagna. Il Piano operativo della Città metropolitana di Bologna allegato alla delibera dettaglia gli interventi strategici che sono: Nodo di Rastignano (31 milioni) Interventi di manutenzione straordinaria delle scuole superiori (30 milioni) Ampliamento offerta pubblica di Edilizia Residenziale Sociale a Bologna (28 milioni) Progettazione della prima linea del Sistema tramviario bolognese (4 milioni) Completamento dell'asse stradale nord-sud di Imola (3 milioni), Ammodernamento e riqualificazione impianti sportivi a Bologna (2 milioni a cui se ne aggiungono 3 di risorse regionali), Azioni di riqualificazione dell’area Teatro Comunale di Bologna (3 milioni), Realizzazione tratta Marzabotto-Silla della ciclabile Eurovelo 7 (2,5 milioni), Interventi per il contrasto del dissesto idrogeoligco in Appennino (2 milioni), Riqualificazione ed efficientamento energetico di Villa Smeraldi (1 milione), Progetto Linea Gotica, spazio espositivo e culturale a Vergato (500.000 euro). Il profilo finanziario dell'assegnazione è il seguente: 6,5 milioni di euro per l'annualità 2017, 13 milioni per il 2018, 20 milioni per il 2019, 20 milioni per il 2020, 24,24 milioni di euro per il 2021, 15 milioni per il 2022 e 8,26 milioni per il 2023. L'investimento complessivo “innescato” da questo finanziamento è di 134,8 milioni di euro. Alcune opere finanziate dai 107 milioni di euro vedono infatti il cofinanziamento degli enti interessati. In particolare: l'asse stradale nord-sud di Imola vede l'investimento di 11,8 milioni di risorse locali e l'ampliamento dell'offerta pubblica di Edilizia Residenziale Sociale a Bologna vede l'aggiunta di 16 milioni di risorse locali. Inoltre ai 2 milioni per interventi sugli impianti sportivi se ne aggiungono 3 assegnati alla Regione Emilia-Romagna dallo stesso Fondo per lo sviluppo e la coesione 2014-2020 portando così la cifra complessiva a 137,8 milioni di euro. "Questo finanziamento di 110 milioni - ha commentato il sindaco metropolitano Virginio Merola - segue di poco quello di 40 milioni del bando periferie (a cui si sono aggiunti i 18 milioni per il Comune di Bologna). Parliamo quindi di 168 milioni di euro di investimenti che sono arrivati sul nostro territorio in poco tempo. Il filo rosso che lega tutti questi finanziamenti è che derivano dall'esistenza della Città metropolitana di Bologna. Se non ci fosse stata la Città metropolitana non ci sarebbero stati questi finanziamenti. In entrambi i casi, Bando periferie e Fondi FSC, le risorse sono state infatti assegnate alle città metropolitane e non alle altre province. Se qualcuno ha ancora dubbi sul valore aggiunto che ha avuto la istituzione della Città metropolitana di Bologna, oggi li può completamente sciogliere".   Schede progetti (1427 KB)  

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
26 gen 2018

Linea Bologna-Prato: circolazione ferroviaria sospesa per interventi sulla “Direttissima”

di mobilita

Rete Ferroviaria Italiana, per due fine settimana consecutivi, da sabato 27 a domenica 28 gennaio e da sabato 3 a domenica 4 febbraio, eseguirà interventi propedeutici al potenziamento infrastrutturale e tecnologico della linea Bologna–Prato, pianificati a partire dalla prossima estate. Si tratterà, in particolare, di attività di fresatura all’interno della galleria Cà di Serra - fra San Benedetto Val di Sambro e Grizzana. Inoltre, saranno sostituiti 26 deviatoi. Per consentire l’attività dei cantieri è necessario modificare il programma di circolazione dei treni nei due fine settimana. Il nuovo orario in vigore in quelle giornate è sul sito www.trenitalia.com Sul sito di Trenitalia sono anche scaricabili gli orari dei treni regionali in vigore nei due week end. Sintesi delle modifiche: Treni regionali sabato 27 gennaio e sabato 3 febbraio - cancellati tutti i treni regionali fra Bologna Centrale e San Benedetto Val di Sambro/Prato/Firenze - dalle 8.00 alle 23.30 treni spola fra Bologna e Pianoro, con partenze ogni ora e mezzo e potenziamenti nell’orario di rientro degli studenti. - treni spola fra Vaiano e Prato/Firenze - autobus diretti, via autostrada, fra Bologna Centrale e Prato con unica fermata a San Benedetto Val di Sambro - autobus fra Pianoro e San Benedetto Val di Sambro e fra San Benedetto Val di Sambro e Vaiano con fermate nelle stazioni intermedie Treni regionali domenica 28 gennaio e domenica 4 febbraio - cancellati tutti i treni regionali fra Bologna Centrale e San Benedetto Val di Sambro/Prato/Firenze - autobus diretti via autostrada fra Bologna Centrale e Prato con unica fermata a San Benedetto Val di Sambro - autobus fra Bologna e San Benedetto Val di Sambro e fra San Benedetto Val di Sambro e Vaiano con fermate nelle stazioni intermedie INTERCITY - cancellati fra Bologna e Firenze e sostituiti con servizio treno navetta su linea AV - IC 585 Trieste – Roma limitato a Bologna, IC 590 Napoli – Milano limitato a Firenze, IC 597 Milano – Napoli originario da Firenze, IC 1590/1591 Reggio Calabria – Milano – Reggio Calabria cancellati INTERCITY NOTTE–EURONIGHT - Percorreranno gli itinerari alternativi via Rimini – Ancona/Falconara – Orte Regolare il servizio sulla linea AV Bologna – Firenze

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
25 gen 2018

Incidente Trenord, circolazione ferroviaria interrotta, autobus sostitutivi

di mobilita

La circolazione sulla linea ferroviaria Milano - Brescia è interrotta dalle 7.00 di questa mattina per lo svio del treno regionale 10452 di Trenord nella stazione di Pioltello Limito. che ha causato la morte di tre donne e 46 feriti, di cui 4 in codice rosso, nessuno in pericolo di vita.  Fra Milano e Brescia il traffico è sospeso su entrambe le linee (direttissima e lenta). In corso di accertamento le cause dell'incidente. I collegamenti delle Frecce tra Milano e Venezia percorrono l’itinerario alternativo Bologna - Verona, con conseguenti allungamenti dei tempi di viaggio. I clienti che intendono rinunciare al servizio avranno la possibilità di richiedere il rimborso integrale del biglietto. Per i viaggiatori delle Frecce in partenza e in arrivo sulla tratta Milano - Verona, non servita al momento dal servizio ferroviario, Trenitalia ha istituito servizi di bus sostitutivi. Sul sito di Trenord è possibile rimanere aggiornati in tempo reale sulle tratte ferroviarie. Presentano “grave criticità” le linee Novara-Milano-Treviglio, Bergamo-Pioltello-Milano, Cremona-Treviglio, Verona-Brescia-Treviglio-Milano e Treviglio-Milano-Varese. I treni delle linee suburbane S5 (Varese-Milano passante-Treviglio) e S6 (Novara-Milano passante-Treviglio) alla stazione di Milano Porta Garibaldi viaggiano sui binari in superficie. Istituiti da Trenord autobus sostitutivi per i viaggiatori del trasporto regionale. Su questo sito di Trenord potete verificare la presenza di autobus sostitutivi. Per facilitare gli spostamenti, oggi chi ha abbonamenti o biglietti Trenord può viaggiare liberamente su tutta la rete di mezzi pubblici gestita da ATM (Agenzia Trasporti Milanesi), che avranno una maggiore frequenza Rete Ferroviaria Italiana, responsabile dell'infrastruttura, sta valutando le ragioni dell'uscita dai binari. Secondo i primi accertamenti tecnici, il treno 10452 (Cremona 5.32-Milano Porta Garibaldi 7.24) stava transitando regolarmente dalla stazione di Pioltello quando le ultime tre carrozze sono uscite dai binari. La causa della tragedia potrebbe essere il cedimento strutturale di un pezzo di binario di 23 centimetri  "Il nostro pensiero e il nostro cordoglio vanno innanzitutto alle famiglie delle vittime; esprimiamo la nostra vicinanza ai feriti e a tutte le persone che erano a bordo del treno". Queste le prime parole dell'amministratore delegato di Trenord, Cinzia Farisè, giunta immediatamente sul luogo dello svio del treno partito da Cremona e diretto a Milano Porta Garibaldi. Ecco il commento del ministro dei Trasporti Graziano Delrio: "Cordoglio per le vittime dell'incidente ferroviario, vicinanza ai feriti, ai familiari e a tutti i viaggiatori coinvolti. Il diritto alla mobilità deve partire dalla sicurezza delle persone come garanzia imprescindibile. In questa direzione occorre continuare a lavorare da parte di tutti. E' presente sul posto l'Agenzia nazionale della Sicurezza Ferroviaria del Mit - ha aggiunto - per condurre accertamenti ispettivi sulle cause tecniche dell'incidente"

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
25 gen 2018

METROPOLITANA NAPOLI | Domenica più corse per la linea 2 dopo Napoli-Bologna

di mobilita

A Napoli in occasione dell'incontro di calcio Napoli-Bologna, in programma domenica 28 gennaio alle ore 15.00 allo stadio San Paolo, per facilitare la fase di deflusso del pubblico a fine gara, sulla Linea 2 della Metropolitana sono istituite corse straordinarie in partenza dalla stazione Campi Flegrei. La stazione Piazza Leopardi è chiusa al pubblico dalle ore 16.30 alle 18.00.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
25 gen 2018

BERGAMO | Dal 5 febbraio parte la linea C

di mobilita

Da lunedì 5 febbraio 2018 arriva a Bergamo la Linea C, la nuova linea di autobus elettrici ATB che attraversa il centro città, lungo un percorso in parte preferenziale, in collegamento con i quartieri e in connessione con gli altri sistemi di mobilità. IL SERVIZIO DELLA LINEA C La Linea C si sviluppa su 2 percorsi che abbracciano l’area centrale della città: quello denominato C1 in transito da Piazza della Libertà e il C2 in transito da Porta Nuova. I capolinea del servizio sono 3: Ospedale Papa Giovanni XXIII (H), Don Orione (A), quartiere Clementina (B). Le direzioni si snodano lungo i due percorsi nominati in funzione dei rispettivi capolinea di destinazione: C1H e C2H in direzione Ospedale, C1A e C2A in direzione Don Orione, e C1B e C2B in direzione Clementina. Dalle 20.30 a fine servizio, le ore 24.00, la Linea C segue un percorso circolare che parte e termina in Porta Nuova. Le fermate sono 12: Frizzoni, San Giovanni, Verdi, P.zza Libertà, Garibaldi, Statuto, XXIV Maggio, Salvo D’Acquisto, Carducci, Leopardi, S. Bernardino, Zambonate. Il servizio è attivo da lunedì a venerdì, dalle 6.00 alle 19.00, con una corsa ogni 15 minuti e dalle 19.00 alle 20.30 con una corsa ogni 20 minuti. In settimana, dopo le 20.30, le corse transitano ogni 40 minuti. Il sabato, dalle 6.00 alle 14.00, le corse transitano ogni 15 minuti e dalle 14.00 alle 20.30 ogni 20 minuti. Il servizio festivo della Linea C è attivo solo per 2 percorsi: da Ospedale a Don Orione, passando da P.zza Libertà C1A (P.zza Libertà - Don Orione); da Ospedale a Clementina, passando da Porta Nuova C2B (Porta Nuova - Clementina). La frequenza festiva del servizio è ogni 30 minuti dalle 7.00 alle 19.30 e ogni 40 minuti dalle 20.10 alle 23.40. Con l’attivazione della Linea C, dal 5 febbraio 2018 non è più attivo il servizio della linea 2. Nei giorni precedenti l’avvio del servizio, personale ATB sarà disponibile a bordo degli autobus della Linea 2 per dare informazioni ai cittadini in merito al nuovo servizio di trasporto. A BERGAMO LA PRIMA LINEA DI TRASPORTO PUBBLICO ELETTRICA IN ITALIA. Sulla Linea C, lunga 29,5 km di cui 1240 mt di nuove corsie preferenziali – via G. Camozzi e via T. Frizzoni, via Tiraboschi, via Verdi, via Garibaldi –, si viaggia a bordo di 12 nuovi autobus elettrici di ultima generazione: Bergamo è la prima città in Italia con una linea di trasporto pubblico totalmente elettrica. I nuovi mezzi – aggiudicati a marzo 2017 a Solaris Bus & Coach S.A. insieme agli stalli di ricarica –  sono lunghi 12 metri, possono ospitare fino a 77 persone, di cui 23 sedute, sono dotati di 3 porte, pianale ribassato ed alimentazione elettrica. I bus hanno un’autonomia di carica giornaliera pari a circa 180 km garantita da un set di batterie da 240 kWh e da un sistema di ricarica con tecnologia plug-in per cicli completi – circa sette ore – durante le soste in deposito. Autonomia di carica che, insieme alle performance in accelerazione, vibrazioni e livelli di emissioni sonore, hanno permesso a questo autobus di vincere il titolo europeo di “Bus of the Year” 2017 attribuito dall’ACE (Association of Commercial Vehicle Editors). Gli interni, sobri ed eleganti – progettati come la livrea dallo studio Attoma, leader europeo nel service design e user experience nel settore del trasporto pubblico – esprimono il connubio tra tecnologia e design, che uniti alla comodità dell’allestimento, garantiscono al passeggero una sensazione di accoglienza e comfort nell’esperienza di viaggio. I nuovi mezzi elettrici sono dotati, come tutti i bus ATB, di emettitrice automatica dei biglietti di viaggio. Design e colori dei nuovi autobus elettrici riprendono all’esterno il brand della Linea C, evidenziando le caratteristiche peculiari del nuovo percorso: circolare, tangenziale al centro, in collegamento con i quartieri e in connessione con gli altri mezzi pubblici. Il claim “A tutta elettricità” rappresenta la sintesi delle caratteristiche tecnologiche del nuovo mezzo: ecologico, non inquinante, ad emissioni zero. Attive, nel deposito ATB, anche le 6 stazioni di ricarica delle batterie elettriche che utilizzano il sistema plug-in: gli autobus si ricaricano collegando la presa di corrente a bordo al distributore di energia. Un sistema di ricarica efficiente, veloce. I nuovi mezzi elettrici integrano la flotta di ATB Servizi attualmente composta da 152 autobus: 52 a metano, 88 a gasolio, 12 elettrici. L’età media del parco mezzi è di poco superiore a 9 anni. BERGAMO PRIMA CITTÀ IN ITALIA CON PENSILINE DIGITALI Lungo il percorso della Linea C sono collocate 16 nuove pensiline smart, attrezzate con dispositivi intelligenti e servizi di connettività di ultima generazione: dal design raffinato, moderno e integrato con il contesto urbano, sono dotate di connessione wifi e mappe interattive con le informazioni su orari, rete e principali punti di interesse della città, per restituire al viaggiatore una nuova esperienza di utilizzo del trasporto pubblico locale. Le nuove pensiline, realizzate da IGPDecaux, società leader nella comunicazione esterna, sono dotate di un totem “live-touch”con applicazioni personalizzate e dedicate alle principali informazioni a disposizione del cittadino e turista in attesa alla fermata. Dallo schermo con un semplice tocco è possibile accedere a sei applicazioni: “Calcola percorso”, che consente di visualizzare i punti di interesse più vicini alla fermata ATB e il percorso più veloce per raggiungerli; “La città” (in attivazione successivamente all’avvio della Linea C), un canale diretto con le informazioni, i servizi e le news realizzato in collaborazione con il Comune di Bergamo; “L’Eco di Bergamo”, la pagina Instagram della testata giornalistica locale L’Eco di Bergamo; “I servizi ATB”, con le principali informazioni sul trasporto pubblico e la mobilità (emettitrici a bordo, App ATB Mobile, Museo, ATB Point); Ultimo minuto ATB, dedicata a tutti gli aggiornamenti sulle modifiche al servizio e deviazioni di percorso; “VisitBergamo”, collegata alla pagina Instagram del portale di promozione turistica del territorio. Tutte le pensiline offrono una connessione wifi gratuita, grazie alla connessione con Bergamo Wi-Fi; sono inoltre dotate di un ingresso USB per la ricarica di smartphone e dispositivi mobili, di un monitor con la programmazione degli autobus in transito e di un tasto che riproduce un messaggio vocale con l’orario delle prime tre corse in arrivo. 1 ANNO E MEZZO DA RECORD E INVESTIMENTI PER LA MOBILITÀ E IL TRASPORTO PUBBLICO La nuova linea di trasporto pubblico elettrica è stata realizzata in tempi record: 1 anno di progettazione e appalti per l’affidamento dei lavori e delle forniture e 6 mesi di cantieri (fornitura e allestimento degli autobus, installazione delle colonnine di ricarica plug-in e delle pensiline smart, interventi viabilistici e di segnaletica), con l’impegno di 50 addetti ai lavori. Gli investimenti per la realizzazione del nuovo servizio della Linea C sono pari a circa 7 milioni di euro, comprensivi dell’acquisto della flotta (circa 6, 5 milioni di euro) e della realizzazione dei punti di ricarica, l’installazione delle pensiline smart e la revisione della segnaletica (500 mila euro). L’investimento complessivo è stato sostenuto da ATB con circa 5,5 milioni di euro; Regione Lombardia ha contribuito con 1,3 milioni di euro per l’acquisto degli autobus e con 300 mila euro per la realizzazione dei punti di ricarica nell’ambito del “Programma sperimentale nazionale di mobilità sostenibile casa-scuola e casa-lavoro” promosso dal Comune di Bergamo. L’INAUGURAZIONE DELLA LINEA C La nuova Linea C sarà inaugurata sabato 3 febbraio 2018 alle ore 11.00 a Palazzo Frizzoni, alla presenza delle Autorità del territorio e del Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Graziano Delrio.  Nella stessa giornata, dalle ore 14.00 alle ore 17.00, “Open bus - Linea C”: un pomeriggio dedicato a tutti coloro che vorranno scoprire e provare, gratuitamente, la nuova Linea C, lungo un percorso dimostrativo. I nuovi mezzi elettrici, partiranno ogni 15 minuti circa da Piazza G. Matteotti. Ti potrebbero interessare: BERGAMO | ATB presenta il primo autobus elettrico della linea C BERGAMO | Installate 16 nuove pensiline smart della linea C

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
25 gen 2018

EUROWINGS | Un’offerta variegata per Sicilia, Sardegna, Creta e molti voli per Maiorca da Norimberga

di mobilita

Per dar vita ad un’offerta veramente capillare in Germania e Austria, Eurowings inserisce ora fra le proprie basi anche l’aeroporto di Norimberga, dove stazionerà un aeromobile della compagnia in più rapida crescita in Europa, che opererà da fine marzo voli per Catania, Olbia, Palma di Maiorca, Creta, diventando la dodicesima base di Eurowings. Inoltre la rotta Berlino/Tegel-Norimberga si arricchirà di un volo ulteriore alla domenica sera. I voli sono già prenotabili in internet sul sito www.eurowings.com o tramite l’app di Eurowings a partire da € 49,99. Le nuove rotte di Norimberga saranno operate con un Boeing 737-800, ricevuto in leasing da Tuifly, con le seguenti frequenze settimanali: otto volte per Palma di Maiorca, due volte per Catania e Olbia e di lunedì e venerdì per Creta. L’apertura di una base a Norimberga è per Eurowings una pietra miliare in una fase di rapida crescita. Oliver Wagner, CEO di Eurowings ha commentato: “Con oltre 30 milioni di passeggeri trasportati l’anno scorso, Eurowings è diventata la terza compagnia low-cost in Europa. Questa posizione verrà consolidata quest’anno con un’ulteriore crescita dalla Germania e dall’Austria. Dopo aver inaugurato molte nuove rotte da Monaco completiamo la nostra offerta nella Germania meridionale con il collegamento di Norimberga. Ci aspettiamo una partenza sfolgorante a Norimberga soprattutto grazie ai voli per Maiorca e per le altre destinazioni turistiche.” Con lo stazionamento di un aeromobile la compagnia contribuisce all’incremento dei posti di lavoro nell’industria aeronautica a Norimberga. Circa 30 assistenti di volo collaborano direttamente con Eurowings e molti altri collaborano con l’aeroporto grazie alla nuova offerta di voli. Il CEO dell’aeroporto di Norimberga, Dr. Michael Hupe, ha così commentato:” La nuova offerta di Eurowings è un arricchimento per i viaggiatori business e leisure dell’area metropolitana di Norimberga e completa l’offerta nazionale. Eurowings è la quarta compagnia aerea che staziona un aeromobile all’aeroporto di Norimberga, a dimostrazione del fatto che la Baviera settentrionale è un mercato attraente per le linee aeree e l’aeroporto è molto efficiente.” Eurowings accresce così anche la sua fama di compagnia leisure: oltre a numerose metropoli europee l’offerta di arricchisce sempre più di mete turistiche. Palma di Maiorca, punto di forza del lancio di Norimberga, è già operata da più di 20 aeroporti in Germania e in Austria, portando così la compagnia del Gruppo Lufthansa ad essere la terza compagnia sull’isola. Anche sul lungo raggio Eurowings cresce nella Germania meridionale: con l’orario estivo da Monaco saranno operate dieci destinazioni per il Nord-America, l’America Centrale, il Sudafrica e l’Asia. I nuovi voli da Norimberga completano l’offerta di Eurowings in Baviera che comprende ora una vasta selezione di mete in Germania, Europa e in tutto il mondo. www.eurowings.com

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
25 gen 2018

CAGLIARI | Al 12esimo posto nella classifica di Euromobility “Mobilità sostenibile in Italia”

di mobilita

Cagliari al 12esimo posto in Italia nella classifica di Euromobility “Mobilità sostenibile in Italia”: pubblicato nelle scorse settimane, il rapporto riguarda le 50 principali città italiane e si svolge da undici anni con il patrocinio del Ministero dell'Ambiente. Cagliari era al 38esimo posto nel 2011, l'obiettivo è quello di guadagnare altre posizioni con gli interventi in programma nel 2018. L'ottima posizione in classifica è dovuta al miglioramento della sicurezza sulle strade, all’aumento di domanda del trasporto pubblico locale, ai dati positivi sulla qualità dell'aria, alle attività avviate per la redazione del Piano Urbano della Mobilità Sostenibile (PUMS), oltre alla correzione di alcuni dati non correttamente inseriti e riportati nel rapporto 2016. Un piccolo focus su alcuni indicatori mostra che Cagliari è al secondo posto nella classifica nazionale per aree pedonali, con oltre 1,2 mq/abitante, superata solo da Venezia (che si attesta sui 5,02 mq/abitante), ha un indice di incidentalità ben al di sotto della media nazionale, è quarta città in Italia per offerta di trasporto pubblico, con un incremento della domanda che ci vede al 13esimo posto mentre la stessa domanda cala in 22 città. Al di là della graduatoria, l'obiettivo confermato è quello di migliorare ulteriormente la mobilità sostenibile in città. In questo senso vanno sottolineate le azioni messe in campo nel corso del 2017, che gli analisti di Euromobility prenderanno quindi in considerazione nel prossimo rapporto: l'aumento delle postazioni del car sharing e l'inserimento di auto elettriche in flotta, ad esempio, o l'attivazione del nuovo servizio di bike sharing Cabubi, il finanziamento ottenuto con il progetto presentato nell’ambito del Programma sperimentale nazionale di mobilità sostenibile casa-scuola e casa-lavoro, l'assegnazione di incentivi all'acquisto di mezzi ecologici per i taxi, l'affidamento della redazione del PUMS. In programma nei prossimi mesi, poi, l'aumento delle zone pedonali, l'incremento del servizio di bike sharing e car sharing con l'inserimento di mezzi in modalità “flusso libero”, l'incremento dei chilometri di piste ciclabili attualmente in progettazione con le risorse disponibili sul PON Metro 2014-2020, l'affidamento della realizzazione di una rete cittadina di colonnine per la ricarica di veicoli elettrici, l'aumento della sicurezza stradale con l'installazione di dispositivi come gli attraversamenti pedonali rialzati e l'attivazione delle “zone 30”.

Leggi tutto    Commenti 0