Articolo
13 ott 2017

Navigazione privata Lago Maggiore e Lugano: concordate le condizioni quadro

di mobilita

Nell'ambito della Convenzione fra la Svizzera e l'Italia per la disciplina della navigazione sui laghi Maggiore e di Lugano, un gruppo di lavoro bilaterale ha concordato le condizioni quadro per l'offerta di servizi da parte di società di navigazione private su questi due laghi.  Le condizioni quadro sono state pubblicate in un documento la cui validità è per il momento limitata a un anno. Questo rappresenta un passo ulteriore verso l'attuazione della dichiarazione d'intenti (Memorandum d'Intesa) sottoscritta dai Ministri dei trasporti nel 2016 per aumentare l'attrattiva turistica della navigazione. Il summenzionato gruppo di lavoro, comprendente rappresentanti di Svizzera e Italia, è incaricato di attuare il Memorandum d'Intesa (MoI) tra i due Paesi , volto a promuovere la navigazione sui due laghi. Il documento redatto dal gruppo espone le condizioni con le quali società di navigazione private possono offrire servizi su questi laghi. La suddetta Convenzione, conclusa nel 1992, stabilisce che, prima di rilasciare a una società privata l'autorizzazione a effettuare un servizio, si deve verificare che l'offerta privata corrisponda a un'«esigenza effettiva» e che non costituisca una «notevole concorrenza» per le società concessionarie. Il gruppo di lavoro ha elaborato una prima interpretazione congiunta di questi due concetti. Le condizioni relative all'«esigenza effettiva» e alla «notevole concorrenza» possono essere adempiute solo se le società concessionarie non effettuano alcun servizio o se viene osservato un intervallo di tempo sufficiente rispetto alle loro corse di linea. Restano possibili i servizi già offerti, quali viaggi in taxi o NCC, nozioni che il succitato documento provvede a precisare. Il documento sarà applicato - a complemento della Convenzione - per un periodo di prova di un anno, dopodiché sarà riesaminato. A seconda delle esperienze maturate e dell'occorrenza ne sarà redatta una nuova versione entro la fine del 2018 (per l'applicazione dal gennaio del 2019). Con l'elaborazione di questo documento il gruppo di lavoro ha portato a termine un compito del mandato, affidatogli dai Ministri dei trasporti, di individuare nuove soluzioni e modelli atti a migliorare la navigazione turistica nell'ambito della legislazione vigente. Un altro risultato conseguito dal gruppo di lavoro è stato quello di promuovere la cooperazione fra la  GGNL e la SNL. Infatti, le due concessionarie sono state incaricate dello sviluppo di uno studio che porti al miglioramento ed alla promozione della navigazione anche turistica sui laghi Maggiore e di Lugano. A seguito dello studio si prevede la costituzione di un Consorzio direzionale che permetterebbe di sviluppare al meglio quanto definito nel Memorandum di Intesa. Ciò offrirebbe ai collaboratori GGNL residenti in Svizzera la possibilità di essere prontamente reimpiegati sui due laghi. Il gruppo di lavoro appoggia gli sforzi compiuti in tal senso dalle due società Concessionarie, purché le attività risultino economicamente sostenibili e rispettino il principio della copertura dei costi.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
12 ott 2017

REGIONE LAZIO, al via la card Metrebus Lazio on line.

di mobilita

Dopo gli abbonamenti dedicati agli studenti, Cotral estende a tutti i clienti la possibilità di richiedere la card Metrebus Lazio on line.  Per richiedere la tessera elettronica - valida per abbonamenti mensili o annuali Metrebus Lazio - basterà collegarsi al sito cotralspa.it e compilare l'apposito form. Nella pagina informativa i clienti troveranno tutte le istruzioni per la compilazione del modulo e l'elenco completo dei rivenditori dove sarà possibile ricaricare il titolo di viaggio in base alle zone tariffarie prescelte. Una volta completata la procedura on line, la tessera (da ricaricare) verrà inviata direttamente al punto di ritiro indicato dal cliente al momento della richiesta. La card è valida 5 anni e in caso di smarrimento può essere duplicata.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
12 ott 2017

BOLZANO | Assegnati i lavori per il nuovo accesso alla Val Badia

di mobilita

L'associazione temporanea di imprese formata dalle ditte E.MA.PRI.CE., Karl Wieder, Nordbau Peskoller, Niederwieser Bau e Transbagger si è aggiudicata la gara indetta dall'Agenzia appalti della Provincia di Bolzano per la realizzazione del nuovo accesso stradale alla Val Badia. A fronte di un importo a base d'asta di oltre 47,6 milioni di euro, il gruppo vincitore ha battuto la concorrenza di altri quattro partecipanti grazie ad una proposta di poco inferiore ai 40,5 milioni di euro. I tempi di realizzazione dell'opera, una volta consegnato il cantiere, sono stati fissati in 900 giorni. "Si tratta di un nuovo importante passo in avanti per la rete della viabilità in Alto Adige - commenta l'assessore Florian Mussner - dopo la circonvallazione di Merano e lo svincolo di Bressanone siamo riusciti a portare a termine l'iter per i lavori dell'ultimo dei tre grandi progetti previsti per questa legislatura. Con il nuovo accesso alla Val Badia realizziamo uno svincolo senza incroci, in grado di sostenere i flussi dei pendolari e dei turisti, di garantire tragitti più brevi e una migliore qualità di vita dei residenti". Il progetto, elaborato d’intesa con il Comune e gli esperti della tutela di ambiente, paesaggio e beni culturali, si sviluppa dalla curva Kniepass fino alla galleria sotto Castel Badia e comprende lo svincolo per la val Badia con il tunnel di Floronzo, frazione di San Lorenzo. L'investimento totale per l'opera ammonta a 75,5 milioni di euro. Dal punto di vista tecnico, lo svincolo di accesso alla val Badia viene realizzato circa 400 metri prima del tunnel di Castel Badia con rampe di entrata e uscita al riparo di un dosso, senza disturbare il paesaggio. La strada d’accesso alla Val Badia è ribassata nel terreno e attraversa con un ponte il bacino artificiale della Rienza per poi sovrapassare la linea ferroviaria della Pusteria nel cosiddetto Klosterwald (bosco del convento) ed immettersi nella galleria per la Badia lunga 950 metri. Il tracciato stradale si raccorda poi a sud alla strada esistente. Tutto l’attraversamento della Badia si trova in quota del piano di campagna senza grandi dislivelli. Per ridurre ulteriormente l’intervento nel paesaggio, la rampa in curva a monte della strada della Pusteria sarà in gran parte coperta.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
11 ott 2017

Napoli Linea 2: chiusura della fermata Cavalleggeri Aosta per interventi di manutenzione

di mobilita

Interventi di manutenzione straordinaria nella fermata Cavalleggeri Aosta, sulla Linea 2 metropolitana, sono in programma nel prossimo fine settimana. Saranno completamente rifatte le scale di accesso all’impianto. Per consentire l’operatività del cantiere, dalle 18.00 di venerdì 13 alle 04.00 di lunedì 16 ottobre, la stazione resterà chiusa e nessun treno effettuerà fermata per servizio viaggiatori. La clientela sarà preventivamente informata con locandine esposte sui treni e nelle stazioni, annunci sonori e avvisi sui display di bordo e nelle fermate, e indicazioni fornite dal personale ferroviario.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
09 ott 2017

Aeroporto di Genova, Volotea vola a Madrid, Lampedusa e Mykonos

di mobilita

Volotea, la compagnia aerea che collega medie e piccole destinazioni in Europa, ha annunciato l’avvio di 3 nuove rotte da Genova per la prossima stagione estiva. Fiore all’occhiello della nuova programmazione di Volotea sarà il volo per Madrid (disponibile dal 30 marzo con 2 frequenze settimanali per un totale di più di 16.200 biglietti), primo collegamento Volotea dall’Italia per la capitale spagnola. Il volo punta a rafforzare ulteriormente l’asse turistico ligure verso l’estero. Inoltre, dal Cristoforo Colombo sarà possibile decollare con Volotea alla volta di due splendide isole, Mykonos (disponibile dal 29 maggio una volta a settimana per un totale di più di 4.850 biglietti) e Lampedusa (dal 26 maggio una frequenza a settimana per un totale di 4.850 biglietti). Volotea opererà così un totale di 16 rotte da e per Genova - 8 in Italia e 8 all’estero -, riconfermandosi come la prima compagnia dello scalo per numero di mete collegate. Per il 2018 il vettore collegherà il Cristoforo Colombo con 16 destinazioni, 8 in Italia – Alghero, Brindisi, Cagliari, Catania, Lampedusa (novità 2018), Napoli, Olbia, Palermo – e 8 all’estero: Ibiza, Madrid (novità 2018), Minorca e Palma di Maiorca in Spagna, Vienna in Austria, oltre ad Atene, Mykonos (novità 2018) e Santorini in Grecia. E una speciale promozione è stata ideata per il lancio delle nuove rotte in partenza da Genova: sarà, infatti, possibile acquistare biglietti con tariffe a partire da 9 Euro verso Madrid, Mykonos e Lampedusa. Sin dall’inizio della sua attività, nel 2012, Volotea ha creduto nelle potenzialità turistiche liguri e, dal suo primo volo, ha trasportato a oggi più di 755.200 passeggeri da e per Genova. I numeri e l’annuncio delle nuove rotte testimoniano l’importante impegno del vettore nel proporre nuove destinazioni di grande richiamo: per il 2018, la compagnia scenderà in pista, per un totale di 3.250 voli e più di 400.000 biglietti in vendita. A Genova Volotea ha continuato a conquistare i passeggeri grazie a collegamenti diretti e veloci, raggiungendo un tasso di raccomandazione pari al 90% e un load factor dell’89%. Inoltre, nei mesi estivi, nonostante il picco di operatività, il tasso di puntualità dei voli della compagnia è stato dell’83%. I biglietti verso le 16 destinazioni raggiungibili da Genova con Volotea sono in vendita sul sito della compagnia aerea.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
06 ott 2017

Malpensa Express in crescita del 28%

di mobilita

Sono due milioni e trecentomila i passeggeri che nei primi nove mesi del 2017 hanno utilizzato il treno per raggiungere l'aeroporto di Malpensa, in aumento del 28%, rispetto allo stesso periodo del 2016. Numeri record per il Malpensa Express, per il quale si prevedono 3 milioni di passeggeri entro fine 2017, ben un milione in più del 2016. Mentre l'aeroporto cresce del 15% rispetto al 2016, a nove mesi dall'apertura della stazione ferroviaria del Terminal 2 il treno guadagna nuove quote di mercato confermandosi il mezzo più sostenibile e veloce per raggiungere i due Terminal. I 148 treni giornalieri che collegano le stazioni di Milano Centrale, Milano Garibaldi, Milano Cadorna e Milano Bovisa all'Aeroporto, ad oggi hanno registrato performance di puntualità superiori al 90%. Aumenta del 7%, arrivando al 34% sul totale, il numero di passeggeri aeroportuali che utilizza il treno con origine/destinazione Milano Centrale, hub interscambio con le linee dell'Alta Velocità, delle Frecce e con le altre linee Trenord. In crescita, +49%, anche le vendite online tramite e-store dedicato. Il Malpensa Express è pioniere del servizio ferroviario anche nella vendita dei biglietti: da dicembre è attivo per la prima volta in Italia l'innovativo servizio sviluppato da Trenord e Mastercard che consente di pagare il biglietto del Malpensa Express semplicemente avvicinando la carta contactless (di credito, di debito, prepagata) o lo smartphone con tecnologia NFC (Near Field Communication) a uno degli 8 tra tornelli e totem dedicati presenti nelle stazioni di Milano Cadorna, Centrale, Porta Garibaldi e di Malpensa T1 e T2. "Si tratta di numeri estremamente positivi che proiettano il treno verso segmenti di mercato in costante crescita e diversi dal commuting. Importanti segnali vengono dai segmenti aeroportuali e transfrontalieri. La mobilità in Lombardia ha scelto il binario giusto, sostenibile, e non solo per gli spostamenti di lavoro o di studio - spiega l'amministratore delegato di Trenord Cinzia Farisè -. Mentre Milano e la Lombardia si dimostrano uno straordinario dinamismo, in ambito turistico e culturale, Trenord si conferma protagonista della mobilità e cerniera tra i diversi territori. Il potenziamento della connessione aeroportuale con le linee suburbane, regionali e dell'alta velocità conferma Trenord come il principale player della mobilità lombarda. Nel 2018 - continua Cinzia Farisè - dopo l'apertura del collegamento Mendrisio-Varese, anche il Canton Ticino e la grande area varesina, godranno di un collegamento con l'aeroporto decisamente concorrenziale rispetto all'auto. E mediante le suburbane Varese-Passante di Milano-Treviglio (S5), Novara-Passante di Milano-Treviglio (S6) e Saronno-Monza-Milano-Albairate (S9), anche l'aeroporto di Linate è facilmente raggiungibile in treno utilizzando la fermata di Milano Forlanini". Il servizio aeroportuale: 148 corse dalle 4:27 alle 01:00 Il Malpensa Express collega il centro di Milano con l'aeroporto di Malpensa T1-T2 con 148 corse al giorno, 4 per direzione all'ora, 7 giorni su 7, dall'alba (prima corsa verso Malpensa alle 4:27 da Milano Cadorna e alle 5:25 da Milano Centrale) a dopo mezzanotte (ultima corsa dall'aeroporto per Milano Cadorna alle 01:00). Da Milano Cadorna i treni partono ai minuti .27 e .57 di ogni ora, da Milano Centrale ai minuti .25 e .55, da Milano Porta Garibaldi ai minuti .05 e .35. Ai minuti .20 e .50 partono le corse in direzione Milano Cadorna, ai minuti 7. e .37 quelle verso Milano Porta Garibaldi / Milano Centrale. In corrispondenza degli arrivi notturni di voli EasyJet sono state inoltre istituite tre corse notturne che partono dal Terminal 2 verso Milano Cadorna alle 0:20, 1:00 e 1:51 (quest'ultima con bus). Tutti i treni percorrono la nuova linea T1 - T2 in 6 minuti, compreso un minuto di sosta al T1 per salita e discesa passeggeri Titoli di viaggio dedicati Corsa singola a 13 euro, andata e ritorno a 20 euro con validità di 30 giorni, Malpensa Family valido per 2 adulti e 2 ragazzi (dai 4 ai 18 anni non compiuti) a 33 euro e carnet di 6 corse a 71 euro con un risparmio del 10%. Biglietto di corsa singola e andata e ritorno sono acquistabili anche online su store.trenord.it e tramite la App Trenord, disponibile gratuitamente per iOs e Android. Biglietterie La biglietteria del Terminal 2 è aperta tutti i giorni, festivi inclusi, dalle 8.30 alle 00.25, quella del Terminal 1 è aperta tutti i giorni, festivi inclusi, dalle 6.15 alle 21.20. Qui è possibile acquistare tutti i titoli di viaggio Trenord e ricevere informazioni e consigli per muoversi in Lombardia, anche per il tempo libero con le proposte Discovery Train, utilizzando una delle 2.300 corse effettuate tutti i giorni da Trenord. Flotta di ultima generazione Il servizio Malpensa Express viene effettuato con treni di ultima generazione Coradia Meridian monopiano in composizione semplice o accoppiata da più di 500 posti a sedere.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
06 ott 2017

Busitalia e Trenitalia: nasce Umbria.Go, biglietto integrato all inclusive per muoversi in Umbria

di mobilita

Nasce in Umbria, laboratorio dell'integrazione globale dei sistemi di trasporto pubblico, Umbria.GO, il biglietto integrato all inclusive per muoversi ovunque e con qualsiasi mezzo. Primo esempio in Italia di integrazione tra i diversi vettori del Gruppo Fs Italiane, Umbria.GO permette l'utilizzo dei treni regionali, degli autobus urbani ed extraurbani, dei battelli del Lago Trasimeno, della funicolare di Orvieto e del Minimetrò di Perugia. Una vera e propria carta di libera circolazione da utilizzare sull'intero territorio regionale umbro, senza il vincolo di relazioni specifiche.Umbria.Go è stato presentato stamani a Perugia dalla Presidente della Regione Umbria Catiuscia Marini, dall'AD di Busitalia Stefano Rossi e dall'AD di Trenitalia Orazio Iacono. Presenti anche Giuseppe Chianella e Fabio Paparelli - rispettivamente Assessori regionali ai trasporti e al turismo - Maria Annunziata Giaconia, direttore Passeggeri regionale di Trenitalia, Bruna Di Domenico, direttore Trenitalia Regionale Umbria e Velio Del Bolgia, direttore Busitalia Umbria. Un ventaglio di opportunità di trasporto che copre tutto il territorio umbro e che, per quanto riguarda i treni regionali, ne supera anche i confini geografici, prevedendo la validità del biglietto integrato fino alle stazioni di Terontola, Chiusi ed Orte. Umbria.GO si rivolge prevalentemente ai circa 2,5 milioni di turisti che annualmente scelgono l'Umbria per le sue infinite bellezze e scoprirne i borghi nascosti, che custodiscono storia, arte, cultura e gastronomia. Agevolando l'interscambio modale tra i diversi mezzi di trasporto, si propone di offrire loro un'esperienza unica del viaggio, realizzando così la mobilità collettiva integrata, uno dei pilastri del Piano industriale 2017-2026 del Gruppo FS Italiane Quattro le tipologie previste - Umbria.GO 1, 2, 3 e 7 - in relazione ai giorni di validità del biglietto. Il ticket è personale e non cedibile e deve essere convalidato al primo utilizzo. Assolutamente conveniente anche il prezzo: le quattro tipologie costano rispettivamente 15, 26, 33 e 45 euro. Per i ragazzi sotto i 12 anni è prevista la riduzione junior del 50%. La vocazione prettamente turistica del nuovo biglietto presuppone una sua grande facilità di acquisto: sarà possibile farlo in tutte le biglietterie di Trenitalia, Busitalia e nelle Agenzie di Viaggio e negli uffici di promozione turistica. E' già in atto una selezione tra le 4 mila strutture ricettive regionali come rivenditori di Umbria.GO.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
06 ott 2017

REGIONE PUGLIA | Un bando per aprire gli aeroporti di Foggia e Grottaglie

di Roberto Lentini

Il governatore della regione Puglia Michele Emiliano vuole riaprire gli scali di Foggia e Grottaglie alle compagnie aeree low cost grazie un bando della regione Puglia di 7,5 milioni di euro all'anno per tre anni, per attrarre compagnie aeree  low cost. L'aeroporto di Foggia è attualmente fra gli scali meno utilizzati d'Italia e, secondo fonti dell'Assaeroporti, ha un traffico passeggeri che arriva appena alle 540 unità in tutto il 2017. L'aeroporto di Grottaglie, sebbene completamente fruibile e funzionante per i voli passeggeri è allo stato attuale destinato ad uso esclusivamente cargo. Attualmente la regione Puglia paga circa 12 milioni di euro l'anno alla compagnia aerea Rynair per garantire agli scali di Bari e Brindisi collegamenti con le principali città italiane ed europee. "Naturalmente sarà il mercato a decidere - puntualizza un dirigente regionale - Se nessuna compagnia aerea vorrà atterrare e decollare su Foggia e Grottaglie non possiamo continuare a investire su queste due infrastrutture e le risorse potrebbero essere dirottate sugli scali di Bari e Brindisi". L'obiettivo principale del governatore Emiliano resta è di attrarre turisti italiani e stranieri in altri due scali pugliesi. “Il segreto dello sviluppo economico di un territorio è l’unità di intenti – ha concluso Emiliano - ed è questo l’invito che rivolgo a Foggia, a cittadini, operatori turistici, industriali. C’è bisogno di grande sinergia per muovere tutto ciò che è possibile per valorizzare e mettere a sistema tutti gli asset rilevanti”.   Se poi questo piano dovesse fallire, Foggia potrebbe sempre puntare sulla Protezione civile e Grottaglie si specializzerebbe ancora di più come scalo a vocazione industriale.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
04 ott 2017

BERGAMO: al via i lavori per la nuova fermata Bergamo Ospedale

di mobilita

Partono i lavori per la realizzazione della nuova fermata di Bergamo Ospedale (linea Bergamo - Ponte San Pietro - Lecco), che sorgerà tra il rilevato ferroviario esistente e la vasta area dell’ospedale Papa Giovanni XXIII, il più grande tra i nosocomi lombardi con oltre 900 posti letto. La nuova fermata sarà realizzata secondo gli standard europei previsti per i servizi ferroviari metropolitani rispettando tutte le norme per l’accessibilità: marciapiede lungo 250 metri, alto 55 cm - per facilitare l’entrata e l’uscita dai treni - pensilina d’attesa lunga di circa 70 metri raggiungibile attraverso scale e rampa. La pavimentazione del marciapiede, dotata di percorsi tattili per ipovedenti, sarà poggiata su una struttura reticolare di sostegno in acciaio. Sarà dotata di un sistema di informazioni ai viaggiatori con monitor e annunci sonori. Un percorso ciclopedonale illuminato collegherà il piazzale esterno della fermata con l’ospedale. Presenti al taglio del nastro Maurizio Gentile, Amministratore Delegato e Direttore Generale di Rete Ferroviaria Italiana, Alessandro Sorte, Assessore alle Infrastrutture e Mobilità di Regione Lombardia, Giorgio Gori, Sindaco di Bergamo, Matteo Rossi, Presidente della Provincia di Bergamo e Carlo Nicora, Direttore Generale ASST Papa Giovanni XXIII. La conclusione dei lavori è prevista a dicembre 2017. Investimento economico di Rete Ferroviaria Italiana 1,5 milioni di euro.

Leggi tutto    Commenti 0