Articolo
16 mar 2019

GENOVA | Ritorna “5 Terre Express” con un nuovo look

di mobilita

Un nuovo look per il “5 Terre Express” che da oggi collegherà i borghi liguri Patrimonio dell'Umanità dell'Unesco, realizzato da Trenitalia insieme alla Regione Liguria.  Da quest’anno i treni Vivalto si presenteranno con una nuova grafica esterna, posizionata su tutte le porte, dedicata alle Cinque Terre. Già da oggi sono in circolazione i primi treni con la nuova livrea che progressivamente vestirà tutti i convogli. I nuovi treni sono stati presentati dal Direttore Regionale Trenitalia Liguria, Giovanna Braghieri al Presidente della Regione Liguria, Giovanni Toti, all’Assessore ai Trasporti Regione Liguria Giovanni Berrino, alle Autorità locali e alla stampa nel corso del viaggio da La Spezia a Levanto. Saranno 46 i treni regionali che fino a domenica 3 novembre potenzieranno l’offerta, concordata e voluta dalla Regione Liguria. Fermeranno in tutti e cinque i borghi spezzini, offrendo oltre 22mila posti a sedere aggiuntivi sui treni delle Cinque Terre. Salgono così a 99 le corse regionali Trenitalia in arrivo e partenza tutti i giorni: da sei a otto corse ogni ora (tre/quattro per senso di marcia) a servizio dei turisti in visita a Monterosso, Vernazza, Corniglia, Manarola e Riomaggiore. In ogni stazione sarà attivo, 7 giorni su 7, il servizio di Customer Care curato da Trenitalia Regionale Liguria. Personale specializzato riconoscibile dal gilet rosso – con il supporto di desk e/o totem informativi – opererà in tutte le stazioni per accogliere, informare e assistere le persone che utilizzano i treni per raggiungere le terre del parco. Nessuna variazione sui prezzi dei biglietti rispetto le precedenti edizioni. Il servizio, come concordato con la Regione Liguria, prevede una tariffa dedicata da 4 euro a tratta (2 euro i ragazzi da 4 fino a 12 anni non compiuti) oppure un supplemento di 2,40 euro per chi proviene o riparte da una località esterna alle 5 Terre. Disponibile anche la "Cinque Terre Card", carta giornaliera o plurigiornaliera che consente di utilizzare i treni e tutti i servizi del Parco 5 Terre. Sono esclusi dalla tariffa “5Terre” tutti i viaggiatori residenti nella Regione Liguria. “Il 5 Terre Express è una sfida che stiamo vincendo tutti insieme, istituzioni, aziende, cittadini. Di fronte all'imponente aumento degli arrivi negli ultimi anni abbiamo messo in campo una soluzione che racconta da sola, e oggi ancora di più con la nuova veste e i nuovi servizi, - ha dichiarato il Presidente Giovanni Toti - quanto questo territorio ama  le Cinque Terre e vuole che tutti le conoscano, godendo della bellezza di una destinazione unica che tutto il mondo ci invidia. Siamo andati avanti migliorando progressivamente. Oltre alle novità che presentiamo oggi, come abbiamo già annunciato in occasioni precedenti non ci fermiamo e guardiamo al futuro: l'intesa per fare della stazione di Migliarina il capolinea del 5 Terre Express aprirà nuove possibilità e renderà ancora più agevole l'arrivo e la partenza”. "Inauguriamo oggi il nuovo look e i nuovi servizi ai viaggiatori del Cinque Terre Express: un treno che negli ultimi anni ha permesso ai turisti di viaggiare più comodamente e velocemente - ha dichiarato l'assessore regionale ai Trasporti Gianni Berrino - Con un treno ogni 20 minuti i disagi degli anni precedenti sono azzerati e il flusso turistico verso queste splendide località della nostra regione è in crescente aumento. Anche il Parco, grazie alla vendita del biglietto treno+parco, ha a disposizione risorse che sono cresciute moltissimo proprio grazie al Cinque Terre Express, riversando benefici su tutto il territorio". “Continua l’impegno di Trenitalia per migliorare la qualità del viaggio della clientela pendolare  incentivando al tempo stesso un turismo sempre più sostenibile, comodo e sicuro eliminando lo stress da traffico stradale e arrivando direttamente nel cuore dei luoghi più incantevoli d’Italia. I servizi 5 terre express insieme all’assistenza dedicata alla clientela - ha informato il Direttore Regionale Trenitalia  Giovanna Braghieri - sono sempre più graditi così come risulta dai sondaggi, svolti da società esterne incaricate, che evidenziano un 86% di viaggiatori soddisfatti, in crescita del 2% rispetto all’anno precedente (2018 vs 2017). Gradimento che si riflette anche sull’aumento del numero di persone che scelgono il treno per raggiungere e muoversi all’interno dei borghi in modalità green”.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
07 mar 2019

AGRIGENTO | In treno alla Festa del Mandorlo in Fiore

di mobilita

Trenitalia (Gruppo FS Italiane) ha programmato, in collaborazione con la Regione Siciliana, 24 treni straordinari nella giornata conclusiva della sagra del mandorlo – domenica 10 marzo – sulla linea Canicattì-Aragona Caldare-Agrigento. Venti i collegamenti fra Aragona Caldare e Agrigento Centrale e viceversa, tutti con fermata ad Agrigento Bassa e quattro quelli fra Canicattì e Agrigento Centrale e viceversa, che fermeranno nelle stazioni di Racalmuto, Grotte, Aragona Caldare e Agrigento Bassa. Le corse straordinarie consentiranno di assistere all’incanto dei mandorli fioriti, e di seguire gli eventi in programma, spostandosi comodamente in treno, senza lo stress del traffico e della ricerca del parcheggio. Anche alla Festa del Mandorlo in fiore sarà attivo il customer care di Trenitalia, il nuovo servizio dedicato ai pendolari dei treni regionali. Gli operatori, facilmente individuabili dai gilet rossi, forniranno assistenza e informazioni alle persone in transito nelle stazioni di Aragona Caldare, Porto Empedocle, Agrigento Centrale e Bassa. Attiva anche la biglietteria di Agrigento Centrale che, per l’occasione, sarà aperta dalle 6:10 alle 20:30. Informazioni nelle biglietterie e negli uffici assistenza delle stazioni ferroviarie. Per gli orari guarda qui.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
07 mar 2019

Venerdì 8 marzo sciopero del personale del Gruppo Ferrovie dello Stato, Frecce regolari

di mobilita

Dalla mezzanotte alle  21.00 di venerdì 8 marzo 2019 è stato indetto uno sciopero nazionale del personale del Gruppo Ferrovie dello Stato Italiane. Per quanto riguarda i treni regionali saranno garantiti i servizi essenziali previsti in caso di sciopero nei giorni feriali dalle ore 6.00 alle ore 9.00 e dalle ore 18.00 alle ore 21.00, consultabili su trenitalia.com. Sarà inoltre garantito il servizio Leonardo Express fra Roma Termini e l’aeroporto di Fiumicino. Le Frecce circoleranno regolarmente.   

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
28 feb 2019

BARI | Presentati i nuovi treni Jazz per i pendolari

di mobilita

Al via l’ammodernamento della flotta dei treni regionali dedicati ai pendolari pugliesi. Trenitalia (Gruppo FS Italiane) e Regione Puglia hanno presentato oggi a Bari Centrale i nuovi treni Jazz, acquistati dalla Regione, in circolazione sulle linee Lecce - Bari, Bari - Foggiae Taranto - Bari.  Presenti al taglio del nastro l’Assessore regionale ai Trasporti, Giovanni Giannini, l’Amministratore Delegato di Trenitalia Orazio Iacono e il Direttore Divisione Passeggeri Regionale di Trenitalia di Puglia e Basilicata, Bruna Di Domenico. Dotati di un eccezionale livello di comfort, sicurezza, affidabilità e accessibilitài Jazz consentiranno una nuova esperienza di viaggio alle persone che per lavoro, studio e turismo utilizzano i treni regionali di Trenitalia. L’ammodernamento della flotta porterà ulteriori vantaggi in termini di comfort, regolarità e security del viaggio in regione. I dati rilevati da una società demoscopica terza confermano già una costante crescita di soddisfazione per il viaggio nel suo complesso del 5,8% nel confronto con il 2018 e il 2017 arrivando all’86,6%, con una percentuale di soddisfatti del 92,8% per la fase di permanenza a bordo e del 90,1% per il comfort. Un gradimento frutto anche dell’importante rivisitazione dei processi industriali e della macchina organizzativa che gestisce il trasporto regionale. A ciò va aggiunta l’attivazione di nuovi servizi, fra tutti il customer care per i viaggiatori regionali, che permettono di individuare e soddisfare le esigenze di chi sceglie il treno per i propri spostamenti. Le azioni del Gruppo FS Italiane confermano ancora una volta il rilancio del trasporto ferroviario regionale, in Puglia come in tutte le altre regioni, garantendo così un miglioramento della qualità della vita dei pendolari. Un’ulteriore svolta sulla qualità del servizio di trasporto si avrà a partire dal 2021 quando arriveranno sui binari pugliesi i primi nuovi treni Pop. In tutto saranno 43 entro il 2024. Caratteristiche principali del treno Jazz 204 posti a sedere Dotato di 5 casse, lungo circa 82 metri e largo 2,9, il nuovo treno è in grado di viaggiare a una velocità massima di 160 km orari. Progettato secondo nuovi standard di comfort, sicurezza e accessibilità, conta 204 posti a sedere, comprese due postazioni per viaggiatori a ridotta mobilita, e spazi portabici. L’ingresso alle carrozze “a raso” del marciapiede facilita la salita dei passeggeri, mentre le pedane retrattili permettono un accesso agevole anche alle persone a ridotta capacità motoria. Molti i servizi a bordo: impianto di videosorveglianza, schermi luminosi interni visibili da ogni punto del treno per le informazioni, impianto di sonorizzazione, scritte in braille, prese di corrente a 220 V per l’alimentazione di cellulari e PC portatili.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
25 feb 2019

Sempre più in crescita la soddisfazione delle persone che scelgono i treni regionali di Trenitalia

di mobilita

Sempre più in crescita, nel mese di gennaio 2019, la customer satisfaction delle persone che ogni giorno utilizzano i treni regionali di Trenitalia (Società del Gruppo FS Italiane) per motivi di lavoro, studio e turismo. La soddisfazione rilevata, per il viaggio nel suo complesso, è dell’85,9%: sale del +2,5% rispetto allo stesso mese del 2018 e del 4,7% rispetto al 2017. Sono i risultati dell’ultima indagine demoscopica, fatta da una società esterna che ha chiesto alle persone che viaggiano sui treni regionali di Trenitalia di indicare il proprio grado di soddisfazione. I dati rilevati a gennaio confermano infatti il trend in crescita già registrato nei mesi precedenti e confermano l’attenzione costante del Gruppo FS Italiane verso le esigenze delle persone. Risultati che sottolineano inoltre come il trasporto regionale e metropolitano nel suo complesso sia il vero perno di tutte le attività del Gruppo e al centro del Piano industriale 2019 – 2023. Il trasporto regionale e metropolitano di Trenitalia si è arricchito, inoltre, dagli ultimi mesi del 2018 di un servizio di customer care dedicato in esclusiva ai pendolari, sui treni e nelle stazioni. Obiettivo è migliorare la qualità del viaggio e la vita di milioni di persone che ogni giorno usano i servizi di Trenitalia e chiedono, insieme a puntualità, pulizia e comfort, anche più attenzioni, informazioni e sicurezza. Sono più di 500 i ferrovieri, in prevalenza giovani e neoassunti, coinvolti in questo progetto innovativo nelle principali stazioni, che copre complessivamente 100mila treni regionali all’anno e si estenderà in tutta Italia con un’attenta focalizzazione al territorio. Crescono positivamente, inoltre, tutti gli altri indicatori dell’esperienza viaggio: la soddisfazione per la security (+3,4%, 82,6% di gradimento), per le informazioni a bordo treno (+2,2%; 85,6% di gradimento), per la pulizia (+2,1% su gennaio 2018, 76,6% di gradimento) e per il comfort (+1,7%, 88% di gradimento). Soddisfazione che riguarda tutti gli aspetti delle esigenze dei viaggiatori e che è destinata a crescere con i nuovi treni regionali Rock e Pop, in costruzione negli stabilimenti italiani di Hitachi e Alstom, e che arriveranno sui binari italiani dalla prossima primavera. I treni di nuova generazione fanno parte della maxi commessa di Trenitalia – senza precedenti per numero complessivo e valore economico – e garantiranno livelli finora mai raggiunti nel trasporto regionale su ferro in Italia per prestazioni, comfort e compatibilità ambientale. In tutto saranno 600 i nuovi treni regionali che permetteranno di rinnovare l’80% dell’intera flotta regionale di Trenitalia garantendo un rilancio del trasporto ferroviario regionale e un miglioramento della qualità della vita di 1,5 milioni di pendolari che, ogni giorno, utilizzano i convogli di Trenitalia per viaggiare. A ciò si affianca l’importante rivisitazione dei processi industriali e della macchina organizzativa che gestisce il trasporto regionale.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
23 feb 2019

FIRENZE | Trenta nuovi autobus ibridi per una mobilità sempre più sostenibile

di mobilita

Sono stati presentati oggi, Sabato 23 Febbraio 2019 nella stupenda cornice di Piazza Santa Croce, trenta nuovi autobus per una mobilità sempre più sostenibile nella Città Metropolitana di Firenze. Coniugando gli elevati standard prestazionali, il comfort e la sicurezza con l’ecosostenibilità i nuovi mezzi ibridi contribuiscono ad un ulteriore abbattimento dei consumi e delle emissioni inquinanti.    Gli autobus sono la versione ibrida* del bus di 12 metri CitaroC2 realizzato dalla Mercedes, già in uso a Firenze nella versione alimentata a gasolio Euro6. All’evento hanno partecipato il Sindaco di Firenze Dario Nardella, l’Assessore ai Trasporti della Regione Toscana Vincenzo Ceccarelli, l’Amministratore Delegato di Ferrovie dello Stato Italiane Gianfranco Battisti, l’Amministratore Delegato di Busitalia e Presidente di ATAF Gestioni Stefano Rossi e l’Amministratore Delegato di ATAF Gestioni Stefano Bonora.    La livrea, caratterizzata dal colore verde e dalla scritta Hybrid, sottolinea le caratteristiche di sostenibilità ambientale e rimarca l’attenzione del Gruppo FS Italiane per l’integrazione modale mantenendo l’identità visiva dei bus extraurbani di Busitalia e dei treni regionali di Trenitalia.  Acquistati da ATAF Gestioni, in applicazione del contratto ponte stipulato con la Regione Toscana, con un investimento di circa 7 milioni di euro, di cui circa il 60% finanziati dalla Regione, gli autobus sono dotati di un sistema di video sorveglianza a bordo a tutela della sicurezza dei viaggiatori e del personale e di monitor che forniscono informazioni e notizie legate al servizio di trasporto e all’esperienza di viaggio.  Diventano quindi 197 i nuovi autobus che l’Azienda di trasporto fiorentina, diretta e controllata dal Gruppo FS Italiane, ha messo in servizio per il trasporto pubblico a Firenze negli ultimi 5 anni con un rinnovo della flotta del 55%. Per fare un esempio, nell’orario di punta il servizio è erogato per oltre il 73% con veicoli di ultima generazione.  Questa tranche rappresenta un’ulteriore tappa del processo di rinnovamento che, grazie agli ingenti investimenti degli ultimi anni, ha portato l’ATAF Gestioni ad avere una flotta tra le più giovani (età media di 7 anni) ed ecosostenibili (circa l’80% della flotta elettrica, Euro 5/6 o metano) in Europa. L’attenzione ed una quota di investimenti, infatti, si sono spostati verso tecnologie a trazione alternative e più sostenibili. Questo si traduce nella progressiva introduzione di autobus ibridi ed elettrici. *Grazie all’utilizzo di un motore elettrico e di supercapacitori in abbinamento al tradizionale motore endotermico, il veicolo è in grado di accumulare energia durante il suo funzionamento per poi rilasciarla in combinazione con il motore endotermico, con conseguente riduzione dei consumi e delle emissioni inquinanti

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
22 feb 2019

REGIONE CAMPANIA | Trenitalia consegna due nuovi treni Jazz

di mobilita

Continua a crescere e ad ammodernarsi la flotta dei treni per i pendolari della Campania. Trenitalia (Gruppo FS Italiane) ha consegnato oggi alla Regione due nuovi treni Jazz. Si tratta del 14esimo e del 15esimo dei 24 previsti per la Campania che, entro quest’anno, vedrà completata la fornitura. I nuovi treni sono stati consegnati questa mattina nella stazione di Salerno al Presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca dall’Amministratore Delegato di Trenitalia Orazio Iacono. Dotati di un eccezionale livello di comfort, sicurezza, affidabilità e accessibilità per consentire una nuova esperienza di viaggio, i Jazz sono destinati a circolare prevalentemente nelle aree metropolitane di Napoli e sulle linee di collegamento con Salerno e Caserta. Presenti Luca Cascone, Presidente IV Commissione Trasporti e Mobilità della Regione Campania, e Maria Giaconia, Direttore Divisione Passeggeri Regionale di Trenitalia. L’ammodernamento della flotta ha già portato vantaggi in termini di comfort, regolarità e security del viaggio in regione. I dati rilevati da una società demoscopica terza confermano una costante crescita di soddisfazione per il viaggio nel suo complesso del 3,3% nel confronto con gli anni precedenti 2018 e 2017 arrivando all’83%, con punte fino all’85,1% per il comfort e del 91,4% per il personale di bordo. Un gradimento frutto anche dell’importante rivisitazione dei processi industriali e della macchina organizzativa che gestisce il trasporto regionale. A ciò va aggiunta l’attivazione di nuovi servizi, fra tutti il customer care per i viaggiatori regionali, che permettono di individuare e soddisfare le esigenze di chi sceglie il treno per i propri spostamenti. Le azioni del Gruppo FS Italiane confermano ancora una volta il rilancio del trasporto ferroviario regionale, in Campania e in tutte le altre regioni, garantendo così un miglioramento della qualità della vita dei pendolari. Un’ulteriore svolta si potrà avere con un Contratto di Servizio di più lunga durata su cui Trenitalia e Regione Campania stanno lavorando. Caratteristiche principali del treno Jazz 300 posti a sedere Dotato di 5 casse, lungo circa 82 metri e largo 2,9, il nuovo treno è in grado di viaggiare a una velocità massima di 160 km orari. Progettato secondo nuovi standard di comfort, sicurezza e accessibilità, conta 300 posti a sedere, comprese due postazioni per viaggiatori a ridotta mobilita, e spazi portabici. L’ingresso alle carrozze “a raso” del marciapiede facilita la salita dei passeggeri, mentre le pedane retrattili permettono un accesso agevole anche alle persone a ridotta capacità motoria. Molti i servizi a bordo: impianto di videosorveglianza, schermi luminosi interni visibili da ogni punto del treno per le informazioni, impianto di sonorizzazione, scritte in braille, prese di corrente a 220 V per l’alimentazione di cellulari e PC portatili.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
14 feb 2019

A San Valentino con Trenitalia si viaggia in coppia al prezzo di una sola persona

di mobilita

A San Valentino con Trenitalia si viaggia in coppia al prezzo di una sola persona. Con chi vuoi, come vuoi e quando vuoi, fino al 17 febbraio 2019. La società di trasporto del Gruppo FS Italiane festeggia gli innamorati con l’offerta Speciale 2x1, valida per i viaggi dall’11 al 17 febbraio sul biglietto Base di tutti i treni nazionali, nei livelli di servizio Business, Premium e Standard e in 1a e 2a classe. Sono esclusi i treni regionali, il livello di servizio Executive e i servizi cuccette, VL ed Excelsior. La promozione è acquistabile fino alle ore 24.00 di due giorni prima della partenza del treno su tutti i canali di vendita Trenitalia. I dettagli dell’offerta sono consultabili su trenitalia.com.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
07 feb 2019

Trenitalia: sciopero nazionale personale mobile e di vendita e assistenza

di mobilita

Frecce regolari durante lo sciopero nazionale del personale mobile di Trenitalia, proclamato dal sindacato ORSA dalle 9.00 alle 17.00 di venerdì 8 febbraio 2019. Per gli altri treni nazionali il servizio si prevede pressoché regolare. Il programma può essere consultato sul sito trenitalia.com. Sarà inoltre assicurato il collegamento fra Roma Termini e l’aeroporto internazionale Leonardo da Vinci di Fiumicino. per i treni regionali si prevede l’effettuazione di servizi, con particolare attenzione alle relazioni a maggior traffico passeggeri. Informazioni su collegamenti nelle agenzie di viaggio convenzionate e attraverso questo sito, FSNews Radio, l’account twitter @fsnews_it, il call center (892021) e il numero verde 800892021 (attivo dalle 8.00 di giovedì 7 alle 2.00 di sabato 9 febbraio). Sul sito viaggiatreno.it sarà possibile rilevare la situazione in tempo reale della circolazione dei convogli Trenitalia sull’intera rete nazionale. ORSA ha indetto inoltre uno sciopero nazionale del settore vendita e assistenza di Trenitalia dalle 3.00 di venerdì 8 febbraio alle 2.00 di sabato 9 febbraio 2019. I biglietti potranno comunque essere acquistati alle emettitrici automatiche self service, nelle agenzie convenzionate, su tutti i canali telematici on line e attraverso le app per tablet e smartphone, qualora durante lo sciopero siano chiusi alcuni sportelli delle biglietterie tradizionali. Potrebbero, infine, essere ridotti i servizi di assistenza per la protesta sindacale. Sciopero equipaggi Trenitalia Liguria La protesta sindacale ORSA che interessa il personale di Macchina e Bordo di Trenitalia dei treni a lunga percorrenza dell'impianto di Genova non avrà ripercussioni sul trasporto regionale. I dettagli nell'allegato Comunicato stampa sciopero equipaggi Liguria - 7 febbraio 2019 e su trenitalia.com 4 FEBBRAIO 2019 Il sindacato ORSA ha proclamato uno sciopero nazionale del personale mobile di Trenitalia dalle 9.00 alle 17.00 di venerdì 8 febbraio 2019. ORSA ha proclamato inoltre uno sciopero nazionale del settore vendita e assistenza di Trenitalia dalle 3.00 di venerdì 8 febbraio alle 2.00 di sabato 9 febbraio 2019.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
01 feb 2019

Un altro Vivalto per la flotta regionale di Trenord

di mobilita

Arriva in Lombardia un altro treno Vivalto di Trenitalia (Gruppo FS Italiane) per i pendolari lombardi. La consegna di un ulteriore convoglio si inserisce nel quadro degli impegni di FS Italiane e Trenitalia per garantire il rilancio del trasporto ferroviario in Lombardia. Il treno Vivalto, infatti, è il quattordicesimo convoglio che Trenitalia ha messo a disposizione di Trenord in meno di quattro mesi. Un numero superiore rispetto a quello concordato il 31 agosto 2018 da FS Italiane e Regione Lombardia. Le caratteristiche del Vivalto, i dettagli delle azioni fatte nel 2018 e il piano di consegne per il 2019 sono stati illustrati oggi a Milano. Presenti Attilio Fontana e Claudia Terzi, Presidente e Assessore alle Infrastrutture Trasporti e Mobilità sostenibile di Regione Lombardia, Gianfranco Battisti e Orazio Iacono, AD e DG di FS Italiane e Trenitalia, Andrea Gibelli, Presidente Ferrovie Nord Milano, e Marco Piuri, AD Trenord. “Anche in Lombardia, come nel resto delle regioni italiane – ha sottolineato Gianfranco Battisti – stiamo lavorando per soddisfare le esigenze di chi ogni giorno viaggia in treno per i propri spostamenti metropolitani e regionali. Il 31 agosto 2018 avevo garantito al Presidente Fontana un cambio di rotta per Trenord. Con 14 treni, 20 risorse in service e un nuovo Consiglio di Amministrazione, abbiamo completato la prima fase degli interventi pianificati per rilanciare il trasporto ferroviario in Lombardia. Nel 2019 lavoreremo ancora per fare in modo che la nuova organizzazione industriale di Trenord consenta di diminuire le cancellazioni dei treni e aumentare gli standard di puntualità.” “Treni più affidabili e a maggiore capacità di trasporto. È il primo contributo di Trenitalia – ha evidenziato Orazio Iacono – per il trasporto ferroviario in Lombardia. Insieme ai convogli di Trenitalia, arriveranno in Lombardia anche i Pop e Rock. Treni regionali pensati e costruiti attorno alle esigenze dei pendolari e con una ancor più forte attenzione per le persone a ridotta mobilità e con disabilità, garantendo così un’autentica svolta per il trasporto metropolitano e regionale su ferro in Italia.” Alla prima tranche di 14 treni seguirà, già a partire dai prossimi mesi, la consegna di ulteriori 35 convogli, che saranno progressivamente messi a disposizione di Trenord. I primi 20 treni saranno consegnati da Trenitalia fra giugno e dicembre 2019. Altri 10 treni di ultima generazione – cinque Rock e cinque Pop – arriveranno in Lombardia a partire da luglio 2019 e, infine, ulteriori 5 Pop nei primi mesi del 2020. I treni regionali Rock e Pop, in costruzione negli stabilimenti italiani di Hitachi e Alstom, fanno parte della maxi commessa – senza precedenti per numero complessivo e valore economico – di Trenitalia e garantiranno livelli finora mai raggiunti nel trasporto regionale su ferro in Italia per prestazioni, comfort e compatibilità ambientale. Saranno, dunque, complessivamente 49 i treni che, in un periodo medio-breve, Trenitalia metterà a disposizione di Trenord, garantendo le condizioni necessarie per assicurare un livello di qualità del servizio del trasporto regionale adeguato alle esigenze delle persone che ogni giorno scelgono il treno per spostarsi in Lombardia. Regione che, per volumi di traffico, è un bacino rilevante nel Paese. Sempre con questo obiettivo e per supportare al meglio Trenord, Trenitalia ha anche assicurato un service con 20 risorse (macchinisti e capitreno) che garantiscono 22 servizi giornalieri. È confermato anche in Lombardia il grande impegno su scala nazionale del Gruppo FS Italiane per garantire, attraverso un rilancio del trasporto ferroviario regionale, un miglioramento della qualità della vita di 1,5 milioni di pendolari che, ogni giorno, per motivi essenzialmente di lavoro e studio, utilizzano i convogli di Trenitalia per viaggiare. Uno sforzo in coerenza con le indicazioni del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, che sarà reso ancora più concreto con il nuovo Piano industriale di FS Italiane.  

Leggi tutto    Commenti 0