Articolo
03 ago 2017

Trenitalia multata con 5 milioni di euro per pratica commerciale scorretta

di mobilita

Antitrust ha sanzionato oggi con la multa massima prevista di 5 milioni di euro, Trenitalia per pratica commerciale scorretta nei confronti dei consumatori. Agli utenti che si collegano al sito internet o attreverso le emettitrici self-service di stazione o anche tramite app per acquistare un biglietto, trenitalia propone in via prioritaria Frecce o Intercity decisamente molto più cari dei treni regionali. Nella sua motivazione l'Antitrust spiega che "La soluzione di viaggio che prevede un cambio e l'utilizzo di treni regionali non è mai inclusa nei risultati di ricerca e non è altrimenti rintracciabile (se non attraverso la specifica ricerca con l'opzione 'Regionalì sul sito internet), laddove la partenza sia in prossimità di una soluzione che utilizza Frecce e Intercity (l'unica invece sempre mostrata) anche solo di pochi minuti più veloce. Trenitalia, non ha in alcun modo informato i consumatori in merito a tale importante limitazione, ma ha anzi utilizzato, sul sito aziendale, la denominazione ingannevole 'tutti i trenì". Una vittoria su tutti i fronti dei consumatori e del Codacons, associazione che aveva presentato diversi esposti all’Antitrust segnalando anomalie nella fase di prenotazione dei biglietti ferroviari online e tramite biglietterie automatiche.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
03 ago 2017

Intercity: presentato il bilancio dei primi 6 mesi del nuovo contratto di servizio

di mobilita

Presentato il bilancio dei primi mesi del nuovo contratto di servizio, già operativo dal gennaio scorso, che il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti e il Ministero dell’Economia e delle Finanze hanno firmato con Trenitalia il 31 luglio 2017. All’incontro erano presenti il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Graziano Delrio, e l’amministratrice delegata di Trenitalia, Barbara Morgante. “I risultati dei primi sei mesi di attività del nuovo contratto di servizio per i treni Intercity dimostrano che bisogna andare avanti con la cura del ferro per garantire a tutti il diritto alla mobilità", ha detto il Ministro Delrio. Ad oggi, il network dei treni Intercity  tocca infatti oltre 200 città del territorio nazionale, “località rimaste escluse dai collegamenti dell’alta velocità”, ha precisato il Ministro, con 108 collegamenti giornalieri utilizzati da oltre 12 milioni di viaggiatori. Nel corso della conferenza stampa è avvenuto il taglio del nastro e il viaggio inaugurale della prima semipilota, che è entrata nell’asset dei rotabili dedicati ai servizi Intercity; altre quattro semipilota saranno in composizione tra settembre ed ottobre sulle rotte Grosseto/Milano e Livorno/Milano. Sono previsti inoltre altri upgrading tecnologici tra cui l’installazione di sofisticati sistemi di videosorveglianza a bordo, per aumentare security e senso di sicurezza nei passeggeri. Tra le principali novità della “nuova era” va segnalato anche un incremento di posti del 16% per gli Intercity Giorno (+6000 in giornata e oltre 2 milioni l’anno); maggiore puntualità e affidabilità grazie all’introduzione di materiale rotabile più performante e innovato tecnologicamente; nuovi servizi come il pulitore viaggiante e il minibar sulle tratte più lunghe, il tutto finalizzato a un miglioramento della customer experience. “Abbiamo messo 100 milioni in più all'anno a disposizione di Trenitalia per aumentare l'offerta e migliorare la qualità dei servizi Intercity con l’arrivo di nuovi  treni, più confortevoli, puliti e puntuali”, ha commentato Delrio, aggiungendo che “nei prossimi anni dieci anni si continuerà ad investire per potenziare un servizio che, assieme al trasporto regionale, era una 'Cenerentola' che continuava a perdere passeggeri. Nel corso del suo intervento l'Ad di Trenitalia Barbara Morgante ha spiegato come “La firma suggella un percorso avviato ormai da alcuni mesi e che per i prossimi dieci anni, dal 2017 al 2026, prevede investimenti  per oltre 300 milioni di euro da destinare al sistematico upgrading del materiale rotabile, con la conclusione, entro il 2018, del piano di revamping delle carrozze degli Intercity Giorno, e l’introduzione, sempre con la medesima scadenza, della nuova livrea su tutti gli Intercity Giorno e Notte.”

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
02 ago 2017

Trenitalia: prosegue fino al 30 settembre l’offerta di Aerolíneas Argentinas

di mobilita

Migliorare l’esperienza di viaggio e favorire l’integrazione treno/aereo promuovendo soluzioni di trasporto intermodale. Questo l’obiettivo dell’accordo siglato da Trenitalia e Aerolíneas Argentinas. Per chi acquista un volo sulla compagnia di bandiera argentina di sola andata o di andata e ritorno Roma-Buenos Aires, Aerolíneas Argentinas regala il biglietto ferroviario per Frecce/Intercity e Leonardo Express da e per Fiumicino Aeroporto. La speciale agevolazione è riservata ai clienti in partenza dalle regioni Toscana, Umbria, Abruzzo, Campania e Puglia che acquisteranno il biglietto aereo presso le agenzie di viaggio partner Trenitalia entro il 30 settembre 2017. Per partenze da Roma sarà comunque prevista la gratuità, sia in andata sia nel ritorno, per il Leonardo Express che, con 110 corse giornaliere, collega la Capitale allo scalo aeroportuale in soli 32 minuti. L’offerta è valida per viaggi in treno fino al 15 dicembre 2017. Ti potrebbero interessare: Viaggio gratis da e per l’aeroporto di Fiumicino per chi vola con Aerolínas Argentinas Alitalia rafforza accordo commerciale con Aerolineas Argentinas

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
02 ago 2017

Dal 3 settembre nuovo collegamento Frecciargento Foggia-Roma

di mobilita

Partirà il prossimo 3 settembre un nuovo collegamento giornaliero Frecciargento di Trenitalia tra  Foggia e Roma con tempi di viaggio sotto le tre ore. Le due nuove corse faranno fermate intermedie a Benevento e Caserta potenziando così l’offerta tra il capoluogo dauno e la Capitale. La prima corsa da Roma Termini partirà alle 16:55 con arrivo a Foggia alle 19:45. La partenza della prima corsa da Foggia è prevista, invece, il 4 settembre alle 5:00 con arrivo all'hub capitolino alle 7:42. Sale così a otto treni al giorno l’offerta di Frecciargento tra Foggia e Roma. Grazie al nuovo collegamento, da Foggia in sole 2 ore e 42’  si potrà arrivare a Roma la mattina presto (attualmente il primo arrivo da Foggia a Roma è alle 11:23), avendo più tempo a disposizione e una maggiore scelta negli orari di ritorno del pomeriggio. I biglietti sono acquistabili su tutti i canali di vendita di Trenitalia con prezzi a partire da 19,90 euro.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
01 ago 2017

Firmato il nuovo contratto di servizio con la Regione Basilicata valido 6 anni

di mobilita

Più investimenti per il trasporto regionale che si tradurranno in un rinnovo della flotta dei treni per i pendolari, in un progressivo incremento dell’offerta, in un ulteriore miglioramento delle performance di qualità. Sono le linee guida del nuovo Contratto di Servizio con Trenitalia, valido fino 6 anni, al 2023, sottoscritto oggi a Potenza nella sede della Regione Basilicata. L’intesa è stata siglata da Nicola Benedetto l’Assessore regionale ai Trasporti, Vito Marsico, Dirigente Generale Dipartimento Infrastrutture e Mobilità, Donato Arcieri Dirigente Ufficio Trasporti e Mariella Polla, Direttore Divisione Passeggeri Regionale di Trenitalia Basilicata. Il nuovo contratto consentirà a Trenitalia, facendo affidamento su un flusso di cassa costante e definito nel tempo, di programmare investimenti per oltre 23 milioni di euro da destinare al miglioramento della flotta attraverso l’utilizzo di nuovi treni Swing e l’incremento di comfort e security a bordo: video sorveglianza live e infotainment. Gli interventi messi in campo in questi ultimi anni da Trenitalia hanno generato un miglioramento del comfort di viaggio, percepito chiaramente dalla clientela che, nell’ultima rilevazione sulla customer satisfaction, si è ritenuta soddisfatta complessivamente nel 70,7% dei casi contro il 60,4% del 2015, con un incremento di 10,3 punti percentuali. Quanto alla puntualità, la media giornaliera nel 2017, realmente percepita dal viaggiatore, incluse le cause esterne, su tutte le linee regionali è risultata del 89,8%, con un miglioramento di 6,9 punti percentuali rispetto al 2015. Nel 2017, le cancellazioni dei treni per cause imputabili a Trenitalia sono dello 0,5% dei treni programmati in orario, in riduzione del 29% rispetto al 2015. Più servizi, più regolari e migliori, cosa che ha reso possibile per Regione Basilicata di confermare, dunque, la politica del rafforzamento del trasporto pubblico su ferro, con benefici sensibili anche in tema di sostenibilità ambientale, poiché il treno produce fino al 90% di emissioni inquinanti in meno rispetto ai tradizionali veicoli su gomma.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
28 lug 2017

In Piemonte modifiche al programma di circolazione per interventi infrastrutturali

di mobilita

Dal fine settimana sono in programma importanti interventi di manutenzione straordinaria sulle linee Asti-Acqui Terme e  Torino-Ivrea-Aosta. E di abbattimento delle barriere architettoniche nella stazione di Vercelli. Per consentire l’operatività dei cantieri, sarà modificato il programma di circolazione  dei treni  delle linee Asti-Acqui Terme, Torino-Ivrea-Aosta, Torino-Novara-Milano, Chivasso-Novara, Ivrea-Novara, Vercelli-Pavia e Vercelli-Mortara.  In particolare: Dal 30 luglio al 27 agosto, per interventi di consolidamento anche nella galleria “Alice Belcolle”, i treni della linea Asti-Acqui Terme saranno sostituiti con autobus; Dal 31 luglio al 12 agosto, per interventi di sostituzione dei binari nei tratti in galleria tra Montjovet e Chatillon, sulla linea Torino-Ivrea-Aosta, i treni regionali tra Chivasso e Aosta potranno allungare i tempi di viaggio fino a 10 minuti, mentre quelli tra Ivrea e Aosta, nella fascia oraria 19:30 - 5:30, saranno cancellati e sostituiti con bus. L’ultimo treno in partenza da Aosta sarà il regionale 4038 delle 18:28 mentre, l’ultimo collegamento via ferrovia da Ivrea sarà il regionale 4033 delle 18:47. Tutti i canali di vendita sono aggiornati con i nuovi orari dei bus; Dall’1 al 25 agosto, sarà operativo nella stazione di Vercelli il cantiere per l’innalzamento a 55 cm – lo standard previsto a livello europeo per i servizi ferroviari metropolitani per facilitare l’accesso ai treni – del marciapiede al servizio dei binari 2 e 3. Contestualmente sarà rinnovata l’impermeabilizzazione della pensilina a servizio dello stesso marciapiede, completati i lavori di installazione degli ascensori, di riqualificazione del sottopasso e dell’impianto di  informazione ai viaggiatori Per la presenza del cantiere è prevista una riduzione della velocità dei treni in circolazione sulle linee Torino-Novara-Milano, Chivasso-Novara, Ivrea -Novara, Vercelli-Pavia e Vercelli-Mortara che potranno, quindi,  allungare i tempi di viaggio fino a 10 minuti. Il dettaglio delle modifiche è consultabile su www.trenitalia.com,  sulla App Trenitalia, sull’Orario Ufficiale “In Treno” e sui Quadri murali esposti nelle stazioni.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
26 lug 2017

Stipulato nuovo contratto di servizio tra la Regione Sardegna e Trenitalia

di mobilita

Presentato oggi a Cagliari da Francesco Pigliaru, Presidente della Regione Sardegna e Barbara Morgante, Amministratrice delegata di Trenitalia, il nuovo Contratto di Servizio tra Regione Sardegna e Trenitalia, il primo pluriennale – 9 anni – che sarà valido fino al 2025. Intervenuti anche Carlo Careddu, Assessore ai Trasporti Regione Sardegna, e Amelia Italiano, Direttore Trenitalia Regionale Sardegna. Il nuovo Contratto definisce la caratteristiche principali dell’offerta ferroviaria regionale e punta ad incrementare ancora di più la qualità dei servizi destinati ai pendolari – circa 13.300 al giorno – nell’ottica di una sempre maggiore integrazione dei servizi tra ferro e gomma Ha un valore economico complessivo di 513 milioni di euro, comprensivo di corrispettivi e ricavi da mercato. E definisce anche un investimento complessivo di 123,4 milioni di euro, di cui 114 (92,4%) sostenuto da Trenitalia in autofinanziamento e 9,4 (7,6%) milioni di euro a carico della Regione Sardegna. L’investimento è finalizzato principalmente all’acquisto di 18 nuovi treni, con un investimento di 87,7 milioni, al rinnovo della flotta esistente – 29,7 milioni – e all’adeguamento degli impianti manutentivi – 6 milioni. In particolare, si prevede l’acquisto di 10 Swing (consegna prevista a partire dal 2018) e 8 Automotrici di nuova generazione (consegne previste dal 2020 al 2021). La loro progressiva entrata in esercizio, sommata ai due treni Minuetto consegnati oggi, contribuirà alla riduzione dell’età media della flotta sarda che si ridurrà dai 23,5 anni del 2016 ai circa 5 del 2021 (-77%). La Regione Sardegna, competente in materia di programmazione e finanziamento del servizio, corrisponderà a Trenitalia corrispettivi medi per 43 milioni di euro all’anno a fronte di una produzione annuale di 3,7 milioni di treni-km (180 treni al giorno, che percorrono le linee regionali e che servono 43 stazioni. II contratto, attraverso una rinnovata politica della qualità dei servizi, introduce anche un ulteriore incremento degli standard di qualità con una serie di indicatori che riguardano puntualità, affidabilità e comfort di viaggio. La qualità, visti i significativi incrementi di nuovi treni, sarà misurata, nell’arco dei 9 anni, con standard crescenti, benché i livelli di puntualità e affidabilità siano già ad oggi positivi (90 treni su 100 puntuali, in Sardegna nel 2017). In questi ultimi anni la qualità del servizio offerto in Sardegna è migliorata sotto molteplici aspetti: la puntualità è salita al 90% (che sale al 94% nella fascia pendolari del mattino): si tratta di una statistica che tiene conto di tutti i ritardi, qualunque ne sia la causa, e descrive quindi quanto effettivamente vissuto dai pendolari. Un trend positivo che vede la percentuale globale regionale migliorare di 12 punti rispetto al 2014. Positivi anche tutti gli altri principali indicatori industriali: sono state lo 0,8% le corse cancellate nel primo semestre 2017, di cui solo lo 0,4 per cause ascrivibili a Trenitalia Regionale. Erano state lo 0,9 per cento nel 2015 e il 4% nel 2014. Tutto ciò ha fatto sì che la qualità percepita dai viaggiatori, che Trenitalia misura con apposite indagini di Customer Satisfaction effettuate da rilevatori esterni, sia andata progressivamente crescendo: la valutazione del viaggio nel suo complesso è aumentata dal 2014 al 2017 di 6,1 punti percentuali, il comfort di 10,3, la pulizia di 7,8, le informazioni a bordo di 12,4, punti e la permanenza a bordo treno di 5,4 punti.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
26 lug 2017

Nel primo semestre 2017 24 milioni di passeggeri hanno viaggiato sulle Frecce

di mobilita

Sono stati 24 milioni i clienti che hanno viaggiato con le Frecce di Trenitalia nel primo semestre del 2017, con un aumento del 3% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. Gli incrementi più consistenti si sono registrati sulle rotte a servizio di città d’arte e poli commerciali e produttivi: Venezia - Roma, Milano - Napoli , Milano – Firenze- Roma . Migliorano anche le performance di puntualità delle 250 corse giornaliere di  Frecciarossa, Frecciargento e Frecciabianca: da gennaio a giugno oltre il 90% dei treni ha raggiunto la destinazione in orario o, comunque, entro 15 minuti dall’orario previsto, guadagnando mezzo punto percentuale rispetto allo scorso anno. Le medie di puntualità raggiungono il 98,3% prendendo in considerazione i soli ritardi imputabili direttamente a Trenitalia, contro il 97,7 del 2016. Migliora anche il giudizio dei clienti, che per il 77% consigliano il Frecciarossa per gli spostamenti. Dall’ultima indagine demoscopica realizzata da una società esterna al Gruppo FS Italiane (maggio 2017), ad esprimere un giudizio positivo complessivo sulle Frecce è stato il 95,3% del campione intervistato (+1,8 vs maggio 2016). A migliorare sono soprattutto i giudizi su permanenza a bordo, senso di sicurezza e informazione. Particolarmente favorevole il giudizio complessivo sul Frecciarossa, con il 96,2% di clienti soddisfatti (+2,5% vs 2016). Sui Frecciargento il giudizio favorevole sale al 94,6% ( +2.4% ). Sui  Frecciabianca la valutazione positiva si attesta al 92% degli intervistati (+1,3% ). Buone le risposte del mercato alle novità dell’orario estivo di Trenitalia, in vigore da poco più di un mese: il Frecciarossa 1000 a doppia composizione vanta una media di circa 1.500 clienti a corsa; la nuova fermata di Napoli Afragola è mediamente utilizzata nei giorni feriali da circa 350 clienti delle Frecce, con punte fino a oltre 400; la fermata aggiuntiva di Milano Rogoredo nei feriali raggiunge circa i 350 passeggeri medi. I riscontri positivi giungono anche dal sud, dove i cittadini stanno apprezzando il potenziamento dell’offerta Trenitalia: sono in  forte crescita i passeggeri a bordo delle corse da e per le principali città del sud, come Taranto, Reggio Calabria, Bari, Sapri, con punte fino al 75% di riempimento dei treni. E hanno superato la soglia dei 50mila i clienti che hanno già prenotato viaggi per le località turistiche dove è stata attivata una nuova fermata estiva, mentre sono circa 2mila quelli che hanno finora scelto il FRECCIAlink per raggiungere la propria meta.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
13 lug 2017

Aumentano i treni tra Cagliari e l’aeroporto di Elmas e tra Olbia e Golfo Aranci

di mobilita

Più treni per collegare Cagliari all’aeroporto di Elmas ed Olbia a Golfo Aranci, porta della Costa Smeralda. Da domenica 16 luglio, per tutta l’estate, ai 95 treni oggi in circolazione tra il capoluogo ed Elmas se ne aggiungeranno 10 nei giorni feriali e 14 nei festivi. L’offerta sulla Olbia-Golfo Aranci sarà incrementata del 50% con l’aggiunta di sei treni al giorno (due nei festivi) ai 12 che normalmente sono in servizio sulla linea. Complessivamente quasi 3mila i posti in più che ogni giorno saranno a disposizione dei viaggiatori. Informazioni sulle nuove corse treni nelle stazioni, nelle biglietterie, negli uffici assistenza clienti, su trenitalia.com e sui media del Gruppo FS Italiane (FSNews.it e FS News Radio).

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
11 lug 2017

L’alta velocità Brescia-Verona si farà!

di Fabio Nicolosi

Il Cipe ha approvato il progetto definitivo della linea ferroviaria Alta Velocità tra Brescia e Verona. Lo ha fatto sapere l'assessore regionale alle Infrastruttre e Mobilità, Alessandro Sorte al termine della riunione cui ha partecipato a Roma. "E' previsto anche - ha aggiunto - lo studio della fermata ferroviaria del basso Garda per favorire l'accessibilità turistica. Nei prossimi mesi si avvieranno i lavori. E' sicuramente una grande notizia che dà ulteriore prestigio al progetto di valorizzazione dell'Alta Velocità che già ha compiuto passi avanti con il completamento del collegamento fra Milano e Brescia".

Leggi tutto    Commenti 0