Articolo
07 gen 2021

Il treno Regionale 4512 (Roma Termini – Foligno) finisce contro una frana: sei vetture fuori dai binari

di mobilita

Il treno Regionale 4512 (Roma Termini - Foligno) alle ore 13 di oggi è rimasto coinvolto in un deragliamento, causato da una frana sui binari a causa del maltempo che da giorni sta interessando la zona. - Al momento dell'incidente erano settanta la persone che viaggiavano a bordo del treno, fortunatamente nessuno dei viaggiatori, né del personale di Trenitalia in servizio, è rimasto ferito. Ad essere coinvolte dalla frana le prime sei vetture e la Locomotiva di testa mentre le vetture di coda sono rimaste intatte. Sospesa la circolazione nel tratto interessato, che è a binario unico. I passeggeri sono stati trasferiti su una delle vetture rimaste sui binari per essere riportati nella stazione di Terni grazie al locomotore di coda. Sul posto anche personale del 118 e vigili del fuoco. Foto di copertina: Macchinisti italiani

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
28 dic 2020

Nuovi treni Swing sui binari della Sardegna

di mobilita

Sui binari della Sardegna arrivano altri due nuovi Swing, per un totale di otto nuovi treni consegnati negli ultimi mesi e già in servizio. Il rinnovo della flotta regionale sarda rientra nelle azioni previste dal Contratto di Servizio 2017-2025 sottoscritto da Trenitalia (Gruppo FS) con la Regione Sardegna, che comprende la fornitura di ulteriori due Swing entro gennaio 2021. L’acquisto dei nuovi treni, infatti, può essere realizzato anche grazie alla lunga durata di questo tipo di contratti siglati con le singole Regioni che consentono di realizzare importanti investimenti con ricadute positive anche per l’indotto industriale. LE CARATTERISTICHE DEGLI SWING I moderni convogli diesel Swing, utilizzati nelle località a maggior richiesta di mobilità, possono raggiungere una velocità di 130km/h e percorrere linee non elettrificate innalzando gli standard qualitativi del servizio in termini di comfort di viaggio e prestazioni. Sei telecamere interne e quattro esterne consentono una video sorveglianza a 360 gradi, mentre monitor e impianto audio garantiscono un’informazione in tempo reale ai passeggeri.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
28 nov 2020

Da diesel a metano liquido, automotrici storiche protagoniste di un progetto pilota

di mobilita

Viaggeranno a metano liquido due storiche automotrici della Fondazione FS Italiane finora alimentate a diesel. Nelle Officine Manutenzione Ciclica di Trenitalia a Rimini è infatti iniziato l’intervento di conversione a cui seguirà la manutenzione straordinaria e la riqualificazione dei mezzi, per lavori che consentiranno di eliminare le emissioni di particolato e ridurre di circa il 20% quelle di anidride carbonica. L’attività rientra nel Memorandum of Understanding  (MoU) siglato a marzo da Ferrovie dello Stato, Snam e Hitachi Rail, allo scopo di promuovere il turismo green attraverso l’utilizzo di combustibili e risorse rinnovabili per incoraggiare uno stile di vita, e di viaggi, sostenibile ed eco-compatibile. Quello che coinvolge le Officine Manutenzione Ciclica di Trenitalia è un progetto pilota che si completerà all’inizio del prossimo anno, a valle del quale sarà possibile allargare la flotta di treni sui quali estendere la sperimentazione.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
28 nov 2020

Già pronto il primo treno ibrido “Blues” di Trenitalia

di mobilita

Già pronto il primo treno ibrido classificato HTR 412 n.001, "Masaccio" sulla piattaforma Hitachi Rail e denominato da Trenitalia "Blues". E' stato già trasferito nei giorni scorsi dallo stabilimento Hitachi Rail di Pistoia all'impianto Italcertifer di Firenze Osmannoro, Si tratta di un treno a singolo piano, sviluppata e realizzata in Italia, le cui composizioni possono essere dotate di propulsione elettrica, di propulsione diesel-elettrica e di propulsione a batterie o ibrida, aspetto che consente la configurazione di soluzioni per qualunque tipologia di linea ferroviaria, sia per servizi di carattere suburbano/regionale che per quelli interregionale/intercity con velocità fino a 200 km/h. Presto lo vedremo in Toscana, ne sono stati ordinati 30, in Sicilia 22, in Calabria 13. in Sardegna 12 e nel Lazio 3. I nuovi treni verranno prodotti in configurazione a tre e quattro casse e riceveranno rispettivamente la classificazione HTR.312 e HTR.412, dove "H" sta per "Hybrid". La configurazione a tre casse ha una lunghezza di 66,88 m, ha 224 posti a sedere e 165 in piedi. La configurazione a quattro casse ha una lunghezza di 86,08 m, ha 306 posti a sedere e 224 in piedi

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
23 nov 2020

LAZIO | Arriva un terzo treno Rock per i pendolari

di mobilita

Il Gruppo FS, con Trenitalia, e la Regione Lazio hanno fatto tris. Ha iniziato a viaggiare sulle linee FL1 Orte-Fiumicino Aeroporto e FL3 Roma-Viterbo il terzo treno regionale Rock a due piani, costruito negli stabilimenti italiani di Hitachi Rail.  È un altro importante passo verso il rinnovo della flotta dei treni destinati al trasporto locale e in particolar modo ai pendolari, frutto della collaborazione e dei piani di investimento legati al Contratto di Servizio fra Trenitalia e le Regioni. FLOTTE GIOVANI E SMART PER UN VIAGGIO MIGLIORE Obiettivo di tale rinnovo non è solo l'abbassamento dell'età media dei convogli, che entro il 2024 arriverà a 6 anni, ma soprattutto il miglioramento dell'esperienza di viaggio sia ai passeggeri occasionali che ai pendolari, il tutto grazie a un design interno in grado di garantire accessibilità, comfort e sicurezza. Oltre ai 65 nuovi treni Rock previsti nel programma di investimento pluriennale del Gruppo FS in accordo con la Regione, nel Lazio arriveranno altri quattro treni 200 km/h e tre convogli a trazione sia elettrica che diesel che rinnoveranno totalmente la flotta regionale Trenitalia, portando l’età media a 6 anni nel 2024. I CONTRATTI CON LE REGIONI I nuovi convogli rientrano nei Contratti di Servizio di lunga durata che Trenitalia ha firmato con le singole Regioni, assicurando così importanti investimenti con ricadute positive per la qualità del servizio e per l’intero indotto industriale del Paese. Garanzie che Ferrovie dello Stato intende mantenere con tutto il territorio nazionale e che sta dando i suoi frutti anche in questo particolare periodo contrassegnato dalle ricadute della pandemia da Covid-19 UNA REGIONE E UN PAESE SEMPRE PIÙ CONNESSO Grande attenzione nel Lazio, come nel resto d’Italia, anche sul tema dell’interconnessione tra i diversi mezzi di trasporto, una strategia a favore dell'ambiente e di una mobilità sempre più sostenibile. Si va dallo Smart Parking, dispositivo automatico in grado di permettere al convoglio di risparmiare energia spegnendo gradualmente i sistemi non indispensabili per lo stop del treno all'arrivo in stazione, alla valorizzazione del servizio pubblico locale attraverso una migliore coesistenza dei diversi collegamenti intermodali attivati nel Lazio, sia su ruote che su binari. Tra questi anche i nuovi servizi treno+bus tra la stazione di Ferentino-Supino e la località di Fumone e tra la stazione di Frosinone e il centro cittadino, attivi dallo scorso 16 novembre, che vanno ad unirsi a quelli già esistenti.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
17 nov 2020

CALABRIA | Sui binari arriva il quarto nuovo treno Pop

di mobilita

Sui binari calabresi arriva il quarto nuovo treno Pop previsto nel programma dell’anno in corso, un ulteriore passo in avanti per il rinnovo della flotta regionale dopo l’arrivo, lunedì scorso, del primo convoglio di ultima generazione di Trenitalia. Rispettando la tempistica indicata nel Contratto di Sevizio firmato con la Regione Calabria meno di un anno fa, la società di trasporto del Gruppo FS continua a fornire il suo contributo in questo momento difficile per il Paese a causa della pandemia da Covid. I nuovi treni rientrano nelle intese di lunga durata che Trenitalia ha firmato con le singole Regioni, assicurando importanti investimenti con ricadute positive per la qualità del servizio e per l’intero indotto industriale italiano. Entro il 2024 saranno 27 in tutto i nuovi convogli, che ridurranno sensibilmente l’età media dei treni regionali. In Calabria arriveranno, inoltre, 10 convogli elettrici a media capacità e 13 innovativi diesel-elettrici prodotti in parte nello stabilimento Hitachi di Reggio Calabria, fornitore di Trenitalia anche per l’intero territorio nazionale. La fornitura dei treni rientra nel Contratto di Servizio della durata di 15 anni tra Regione Calabria e Trenitalia, che prevede circa 300 milioni di investimenti, la maggior parte dei quali - 210,2 milioni di euro - è destinata all’acquisto di nuovi treni; 98 milioni di euro saranno invece investiti per la manutenzione e per migliorare le attività industriali sul territorio.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
09 nov 2020

CALABRIA | Arriva il primo treno regionale Pop di Trenitalia

di mobilita

Il Covid-19 non ha fermato il rinnovamento dei treni da parte di Trenitalia. Da oggi, infatti, c'è un nuovo Pop. O meglio, il primo treno Pop calabrese che ha inaugurato la sua "carriera" alle 13:12, sulla Reggio Calabria-Cosenza. IL CONTRATTO DI SERVIZIO TRA TRENITALIA E REGIONE CALABRIA Si tratta del primo di quattro tasselli che - nel pieno rispetto delle tempistiche del Contratto di Servizio quindicinale firmato con la Regione Calabria, che prevede circa 300 milioni di investimenti - rientra nelle iniziative dell'azienda di trasporti anche per contrastare, in qualche modo, il delicato momento che sta vivendo l'Italia tutta. Continuare a investire è, infatti, un invito nella speranza si possa ritornare a una situazione di normalità il prima possibile. IL RINNOVO DELLA FLOTTA REGIONALE CALABRESE In questo ambito spicca, quindi, lo svecchiamento della flotta calabra con 27 nuovi treni da consegnare entro il 2024: oltre al poker di Pop, infatti, sui binari della regione arriveranno anche 10 convogli elettrici a media capacità e 13 diesel-elettrici prodotti in parte nello stabilimento Hitachi di Reggio Calabria. Un impegno sottolineato anche da Domenica Catalfamo, assessore regionale alle Infrastrutture della Regione Calabria: «Un risultato concreto e importante ottenuto nonostante il difficile periodo di emergenza sanitaria e finanziaria. La fruizione di questi mezzi migliorerà il livello qualitativo della mobilità interna con un ulteriore passo verso gli standard nazionali. Pur in una fase di grande preoccupazione, difficoltà e incertezza si intende accompagnare la partenza di questi nuovi treni auspicando che possano veicolare un piccolo ma significativo messaggio di speranza per il nostro territorio».

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
05 nov 2020

Covid, cambia l’offerta delle Frecce

di mobilita

Tutela della salute delle persone e diritto alla mobilità, con l’obiettivo primario di garantire a chi in queste settimane sta facendo o programmando viaggi di potersi spostare, in tutta sicurezza. Trenitalia, fin dall’inizio della pandemia, si è adoperata per soddisfare la richiesta di mobilità del Paese, rispettando le prescrizioni e le misure adottate dal Governo, e tenendo conto della reale domanda di trasporto in un contesto sanitario in costante evoluzione. Per questo motivo, dal 4 novembre, sono 190 le Frecce Trenitalia in circolazione che collegano le principali aree del Paese, con una riduzione di 28 corse dalla precedente offerta e un volume complessivo di collegamenti pari al 67% dell’offerta pre-Covid. Il contesto è quello delineato dall’amministratore delegato di Trenitalia, Orazio Iacono, nella sua audizione alla Commissione Trasporti della Camera dei Deputati del 5 novembre. Un generale calo della domanda che ad ottobre è stato di circa il 65% rispetto allo stesso periodo del 2019 e ha raggiunto l’80% a inizio novembre. All’orizzonte quindi altre rimodulazioni dell’offerta: ''Stiamo valutando ulteriori step e dall'8 e 9 novembre prevediamo la cancellazione di altre 50 corse, sempre delle Frecce, garantendone 140 al giorno, che rappresentano il 50% dell'offerta pre-Covid.” Così Iacono che non esclude una revisione dell’offerta ancora a metà novembre. “Stiamo valutando un terzo step a partire dal 14 novembre, per portare l’offerta a 78 Frecce al giorno, che corrisponde al 30% di quella pre-Covid''. Occorre ricordare come nei mesi successivi alla fine del lockdown Trenitalia avesse gradualmente ripristinato la propria offerta, partecipando attivamente, insieme a tutto il Gruppo FS, alla fase di ripartenza del Paese. Purtroppo l’evoluzione dell’emergenza sanitaria e il mutato contesto generale, con le nuove e coerenti direttive del Governo, hanno condotto Trenitalia a riconsiderare nuovamente l’impostazione dell’intero sistema di mobilità con una riprogrammazione delle Frecce, treni a Mercato senza contributo pubblico. La grande flessibilità, tempestività e professionalità che il Gruppo FS e Trenitalia hanno dimostrato nel rispondere al mutare delle situazioni, consentiranno di fare altrettanto quando lo scenario volgerà in meglio, come tutti noi ci auguriamo. Ai viaggiatori che hanno già prenotato il biglietto per un treno coinvolto dalle modifiche è proposta un’alternativa di viaggio precedente o successiva a quella prenotata o il rimborso integrale del biglietto.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
28 ott 2020

LIGURIA | Consegnato da Trenitalia un altro Rock per il trasporto regionale

di mobilita

Sono diventati 13 dal 27 ottobre i nuovi treni circolanti in Liguria, con la consegna da parte di Trenitalia di un altro Rock, il convoglio a due piani di ultima generazione prodotto in Italia da Hitachi Rail, che entrerà in servizio tra Savona, Genova e Sestri Levante. Questo contingente rappresenta poco meno di un terzo di quei 48 nuovi treni previsti nel piano di ammodernamento del parco rotabili ligure che porterà alla consegna, entro il 2023, di 5 Jazz, 28 Rock e 15 Pop. Il  piano sta proseguendo, nonostante il covid-19, e consentirà di far scendere l’età media dei treni utilizzati dai pendolari liguri a 5 anni. Anche perché, giova ricordarlo, gli altri treni in dotazione alla Regione Liguria sono i Vivalto a due piani di recente fabbricazione. Tutto ciò è stato reso possibile grazie al Contratto di Servizio sottoscritto nel 2018 con la Regione Liguria. Il Rock appena arrivato in Liguria può raggiungere i 160 km/h di velocità massima con un’accelerazione di 1,10 m/sec2 e ospitare fino a 1.130 persone, con oltre 600 sedute.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
23 ott 2020

GENOVA | Interventi di manutenzione nel nodo di Genova: nel fine settimana modifiche a circolazione treni

di mobilita

Interventi di manutenzione al binario e alla linea di alimentazione elettrica dei treni a “Quadrivio Torbella”, nei pressi di Genova Sampierdarena Per consentire le attività, programmate da Rete Ferroviaria Italiana (Gruppo FS Italiane) per migliorare le performance dell’infrastruttura, dalle 14.00 di sabato 24 per l’intera giornata di domenica 25 ottobre, alcuni treni regionali da Genova verso Busalla-Arquata Scrivia e Novi Ligure modificheranno gli orari e non fermeranno a Genova Sampierdarena e Genova Rivarolo. I treni regionali della linea Genova – Ovada - Acqui Terme faranno capolinea nella stazione di Campo Ligure-Masone anziché di Genova Brignole  e saranno sostituiti con autobus nel tratto sospeso al traffico. Genova Sampierdarena sarà raggiungibile con i treni della linea Genova-Ventimiglia o con i mezzi AMT. Le località genovesi di Rivarolo, Borzoli, Costa di Sestri Ponente, Granara, Acquasanta e Mele saranno raggiungibili solo con i collegamenti del trasporto pubblico locale (AMT o ATP). Il dettaglio delle modifiche nelle locandine allegate. Analoghe modifiche interesseranno le linee nei fine settimana 28/29 novembre e 5/6 dicembre 2020. Maggiori informazioni nelle stazioni, negli uffici assistenza clienti e biglietterie dell’impresa ferroviaria.

Leggi tutto    Commenti 0