Articolo
16 ott 2020

MILANO | Al via la rimozione di monopattini e biciclette in sosta vietata

di Fabio Nicolosi

Parte il nuovo servizio di rimozione che riguarderà sia monopattini sia biciclette, in sharing o di proprietà, che vengono lasciati in sosta vietata intralciando il passaggio dei pedoni. Il servizio parte in via sperimentale e sarà svolto a partire dall’area della Cerchia dei bastioni per poi estendersi a tutta la città grazie all’ausilio delle pattuglie di Polizia locale che controllano il territorio e che richiederanno l’autocarro per la rimozione su tutto il territorio comunale. “La diffusione di monopattini e biciclette in sharing racconta un’attenzione e una disponibilità a una mobilità nuova e sostenibile e migliora le azioni di tutela dell’ambiente e della salute delle persone. Allo stesso tempo il rispetto delle regole da parte di tutti è fondamentale – commentano la vicesindaco Anna Scavuzzo e l’assessore alla Mobilità Marco Granelli –, anche per quel che riguarda la sosta. Monopattini e biciclette non devono diventare un ostacolo o un intralcio: ci auguriamo che il buonsenso di chi li utilizza prevalga, nel mentre è indispensabile attivare questo nuovo servizio e verificarne l’efficacia”. In questa prima fase sarà posta particolare attenzione alle soste vietate che maggiormente costituiscono ostacolo o impedimento, soprattutto per i pedoni: sul marciapiede fuori dagli appositi spazi destinati ai velocipedi; in corrispondenza di scivoli o sui parcheggi dedicati alle persone con disabilità; in senso non longitudinale alla carreggiata dove vi sono attraversamenti pedonali e intersezioni; davanti ai passi carrai; sugli spazi destinati alle fermate del trasporto pubblico locale. Il furgone di ATM può contenere fino a 16 tra monopattini e biciclette ed effettuerà il servizio dal lunedì alla domenica (dalle 8 alle 13 e dalle 13:30 alle 20), sarà in servizio insieme a un agente della Polizia locale e i veicoli rimossi saranno depositati per la custodia presso il deposito ATM di via Palizzi.

Leggi tutto    Commenti 1
Articolo
21 set 2020

Tante nuove rastrelliere portabici nel comune di Milano

di mobilita

Da alcuni anni il Comune di Milano, in linea con la tendenza delle altre grandi città europee, sta lavorando per rendere la città più verde. Sono stati portati a termine diversi progetti di svilupposostenibile e sembra che quest’anno la pandemia di Covid-19 abbia dato un’ulteriore spinta ai progetti urbanistici per rendere Milano una città sempre più green. Molte proposte sono volte a promuovere una mobilità sostenibile, e hanno lo scopo di spingere i cittadini ad abbandonare le auto e preferire gli spostamenti in bicicletta oppure utilizzare altri mezzi meno inquinanti. Per farlo, il Comune ha predisposto un piano per realizzare oltre 35 chilometri di nuove piste ciclabili entro la fine dell’anno e ha lanciato un progetto di arredo urbano che consente ai privati di installare rastrelliere per biciclette sul suolo pubblico.   Il Progetto Strade Aperte   Milano è una delle città più inquinate d’Europa, e la necessità di distanziamento sociale rischia di peggiorare ulteriormente la situazione. I posti sui trasporti pubblici sono stati limitati per garantire le distanze necessarie a evitare la diffusione del virus. Inoltre molte persone preferiscono evitare di trascorrere molto tempo in uno spazio chiuso e affollato come un autobus. Per questo motivo, si prevede che molte inizieranno a preferire gli spostamenti in automobile. Un aumento delle auto in circolazione sulle strade di Milano potrebbe causare due principali effetti negativi: l'aumento del traffico con conseguenti ingorghi stradali e un aumento delle emissioni di Co2. Per indurre gli abitanti a scegliere di spostarsi per la città in modo più ecosostenibile, il Comune di Milano ha avviato un progetto per ampliare la rete ciclabile della città, aggiungendo 35 chilometri di tratti riservati alle biciclette ai 220 chilometri preesistenti. I lavori sono iniziati a maggio e si prevede che l’ampliamento della rete ciclabile sarà terminato entro la fine del 2020. Il progetto Strade Aperte prevede interventi a basso costo e punta a modificare tratti stradali già esistenti per mezzo della segnaletica stradale oltre a istituire nuove Zone 30 e zone prioritarie per pedoni e biciclette. Il progetto Strade Aperte darà un’ulteriore spinta al processo di rigenerazione urbana, incentivando gli spostamenti sostenibili, contenendo il numero di auto in circolazione e limitando il rischio di un aumento dell’inquinamento atmosferico. Tuttavia creare nuovi percorsi ciclabili non è sufficiente per spingere i cittadini a preferire la bicicletta all’auto. È necessario assicurarsi anche che chi sceglie la bicicletta abbia a disposizione tutti i servizi di cui potrebbe avere bisogno, come ad esempio i parcheggi. La mancanza di un numero sufficiente di infrastrutture stradali e rastrelliere per biciclette vengono spesso citati tra i principali ostacoli all’utilizzo delle biciclette nelle aree urbane.   Nuove rastrelliere per bicicletta a Milano: una partnership tra pubblico e privati   Per incentivare una mobilità più sostenibile a Milano è stata data la possibilità ai privati di fare richiesta per poter installare sul suolo comunale rastrelliere per biciclette a uso pubblico. Le nuove rastrelliere dovranno essere a uso pubblico e gratuito, in questo modo ci si aspetta che i cittadini siano incentivati a scegliere la bicicletta al posto dell’auto. Le nuove rastrelliere potranno essere installate su:   Aree demaniali Aree appartenenti al patrimonio indisponibile del Comune Aree private soggette a servitù di pubblico passaggio   Ovviamente, prima di procedere all’installazione di nuovi porta biciclette è necessario richiedere (e ottenere) una concessione di occupazione del suolo pubblico a carattere permanente. Il rinnovo della concessione avverrà poi in modo automatico ogni anno. Sono stati inoltre individuati alcuni obblighi per i privati che decideranno di sfruttare questa possibilità. In particolare il richiedente che abbia ricevuto la concessione dovrà farsi carico di: Manutenzione ordinaria e straordinaria dei porta biciclette e della loro segnaletica durante l’intera durata della concessione Eventuale sostituzione di elementi danneggiati o usurati Eventuale rimozione dei porta bicicletta e apposita segnaletica per ragioni di interesse pubblico Per fare richiesta di concessione il privato dovrà prevedere alcuni costi, tra cui due marche da bollo del valore di 16,00 € (una per la presentazione della domanda e una per il ritiro della concessione), 25,00 € per le spese istruttorie e un eventuale deposito cauzionale (quando richiesto) il cui importo minimo ammonta a 500,00 €. Ulteriori dettagli riguardo all’iniziativa possono essere trovati sul sito ufficiale del Comune di Milano. Tra i primi ad accogliere con entusiasmo questa iniziativa è stata la catena di parrucchieri L’Italiano che ha da poco inaugurato quattro rastrelliere per biciclette tra piazza Cincinnato, via Felice Casati e viale Campania, fornendo 20 nuovi parcheggi in corrispondenza dei propri negozi.   Abbiamo bisogno di città più bike friendly   Un documento del Parlamento Europeo riguardo alla promozione dell’uso della bicicletta nei paesi dell’Unione considera che nonostante la mobilità svolga un ruolo molto importante nella crescita socioeconomica delle aree urbane, essa deve essere considerata alla luce degli impatti negativi che ha generato negli ultimi vent’anni. È risaputo che le emissioni di Co2 delle automobili e altri veicoli contribuiscono in grande misura a rendere l’aria delle città più inquinata, peggiorando di conseguenza la situazione climatica già preoccupante. Le amministrazioni comunali sono oggi chiamate a lavorare per rendere le proprie città adatte ad una mobilità più sostenibile. Promuovere una mobilità più sostenibile è importante non solo per diminuire le emissioni ma anche per migliorare la qualità della vita e la salute degli abitanti delle città. La diminuzione del traffico contribuisce a diminuire lo stress quotidiano e pedalare per andare al lavoro o a scuola aiuta a mantenersi in forma e essere più freschi e concentrati nelle ore successive. Insomma, rendere le città bike friendly realizzando nuovi tratti di piste ciclabili e installando nuove rastrelliere per bicicletta può solo giovare alla qualità della vita in città. Iniziative come Strade Aperte e la possibilità di installare nuove rastrelliere sul suolo pubblico sono in grado di accontentare tutti: i cittadini, che possono facilmente trovare un parcheggio per la propria bicicletta, il Comune, che fa un ulteriore passo avanti verso la diminuzione delle emissioni, e i privati, che in questo modo sono in grado di offrire un ulteriore servizio ai propri clienti.  

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
08 giu 2020

Autostrada A1 | Completato lo scavo della galleria Santa Lucia con la TBM più grande d’Europa

di Fabio Nicolosi

E' stato completato oggi lo scavo della galleria Santa Lucia (7734 m) a completamento del tracciato della A1-Variante di Valico tra Bologna e Firenze. La TBM EPB, fabbricata da Herrenknecht con un diametro finale di 15,87 m ed un peso complessivo di circa 4800 t, è la più grande d'Europa, che Pavimental S.P.A ha utilizzato per lo scavo. Il lavoro della galleria rientra nel progetto di ampliamento alla terza corsia Barberino di Mugello – Incisa Valdarno nel tratto Barberino di Mugello – Firenze Nord si sviluppa tra lo svincolo di Barberino di Mugello e circa 700 metri a Sud dello svincolo di Calenzano/Sesto Fiorentino dell’attuale autostrada A1 Milano – Napoli. Rientra nel progetto di potenziamento dell’autostrada tra Sasso Marconi ed Incisa Valdarno e ne costituisce il tratto iniziale appenninico lato Firenze, il più complesso da realizzare per la morfologia e le caratteristiche ambientali del territorio attraversato.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
06 giu 2020

Più corse Frecciarossa tra Milano e Napoli

di mobilita

Cresce la domanda di mobilità e aumentano le corse dei Frecciarossa, che passano da 80 a 86 con 6 nuovi collegamenti tra Milano e Napoli. Un’altra tappa verso l’appuntamento di domenica 14 giugno quando l’offerta si arricchirà di nuove corse estive, a vocazione soprattutto turistica, con l’avvio del nuovo orario ferroviario. Intanto la settimana appena chiusa, quella che ha visto gli italiani di nuovo liberi di spostarsi senza autocertificazione da una regione all’altra, ha registrato una media di oltre 22mila prenotati al giorno su Frecce e Intercity con un netto incremento rispetto all'ultima settimana di maggio. Per alcune corse è stato registrato il sold out tenendo conto della disponibilità dei posti al 50% per rispettare il distanziamento con le altre persone.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
10 mag 2020

Da domani riprende il collegamento tra l’Italia e la Francia con i treni TGV

di mobilita

SNCF riprenderà da domani, per ora in forma ridotta, il collegamento tra  l’Italia e la Francia con i treni TGV. Al momento è prevista una sola coppia di treni tra Parigi-Milano,  il TGV 9245 da Parigi  Gare de Lyon delle 10:39 e il TGV 9244 delle 08:42 da Milano Garibaldi (con partenza il 12 maggio). SNCF Voyages Italia adotterà tutte le precauzioni opportune a bordo dei suoi treni, e ricorda che si consiglia, ai viaggiatori, di rispettare una distanza fisica di almeno un metro l'uno dall'altro. L'uso della mscherina è obbligatorio nelle stazioni e sui treni. Il filtraggio da parte della polizia e della sicurezza ferroviaria verrà effettuato all'ingresso delle principali stazioni. La mancata mascheratura sarà soggetta a una multa di 135 euro. Maschere e gel idroalcolico saranno in vendita nei distributori automatici e nei negozi delle stazioni. Il gel idroalcolico sarà inoltre reso disponibile con quasi 200 distributori in 120 stazioni.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
26 apr 2020

MILANO | Slitta ancora la gara da 92,7 milioni per la bretella stradale tra Saronno e il Pioltello

di Fabio Nicolosi

Westfield Milan ha rinviato, per la seconda volta i termini della gara pubblicata a gennaio. Il termine per il ricevimento delle offerte è stato ulteriormente prorogato a causa del protrarsi delle circostanze di emergenza sanitaria. Tale seconda rettifica riguarda esclusivamente i seguenti termini di gara: termine per la presentazione delle offerte, termine per la richiesta di chiarimenti e data della prima seduta pubblica; pertanto, le modifiche e indicazioni introdotte con la prima rettifica che non riguardano detti termini, rimangono pienamente valide ed efficaci. — il termine per la presentazione delle offerte è ulteriormente prorogato e fissato per il giorno 19.6.2020, ore 12:00; — il termine ultimo per la richiesta di chiarimenti è fissato per il giorno 1.6.2020, ore 12:00; — la prima seduta pubblica si terrà il giorno 22.6.2020, ore 9:30; L’importo complessivo dell’appalto è determinato a corpo ed è pari ad € 92.752.755,51 così suddiviso: Lavori soggetti a ribasso pari ad € 90.972.395,87; Costi della sicurezza non soggetti a ribasso pari ad € 1.192.941,16; Aliquota forfetaria per l’attuazione del Protocollo di Legalità non soggetta a ribasso pari ad € 152.000,00; Ecotassa non soggetta a ribasso pari ad € 435.418,48. Durata del contratto d'appalto, dell'accordo quadro o del sistema dinamico di acquisizione Durata in giorni: 680 Il Progetto: Westfield Milano, la cui apertura è prevista per il 2022, è stato concepito per diventare la più grande e iconica destinazione per lo shopping, la ristorazione e il tempo libero in Italia. Posizionato strategicamente a Segrate, a soli 10 minuti dall’aeroporto di Linate e a 25 minuti dal centro città, Westfield Milano accoglierà il meglio del retail italiano e internazionale, proposto in oltre 300 negozi e un Villaggio del lusso. Con Westfield Milano approderanno in Italia nuovi retailer, come ad esempio il department store del lusso Galeries Lafayette, che aprirà il suo primo punto vendita italiano all’interno di Westfield Milano. Westfield Milano offrirà il meglio della ristorazione, del tempo libero, dell’intrattenimento e degli eventi grazie alla presenza di oltre 80 ristoranti e di UCI Cinemas, il primo operatore in Italia di cinema multisale, che aprirà una struttura con 16 sale di proiezione e un servizio di ristorazione di alto livello al proprio interno. A Westfield Milano non mancheranno le ultime novità in materia di tecnologie digitali, shopping e servizi turistici. Westfield Milano è una joint venture tra Unibail Rodamco Westfield, uno dei gruppi leader mondiali nel settore dei centri commerciali che detiene il 75% del progetto, e Stilo Immobiliare Finanziaria (operante tramite Arcus Real Estate )

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
11 mar 2020

SNCF Voyages Italia ha predisposto la modifica dell’offerta dei TGV Milano – Parigi

di mobilita

SNCF Voyages Italia, ottemperando alle misure per il contenimento del COVID-2019 disposte dalle autorità sanitarie italiane, ha predisposto la modifica dell'offerta dei TGV Milano - Parigi: fino a venerdì 3 aprile, il servizio TGV verrà rimodulato con 2/3 delle corse giornaliere andata/ritorno tra Milano e Parigi. Il dettaglio sulle corse effettuate e le informazioni in tempo reale sulla circolazione e sulle possibili variazioni del servizio saranno progressivamente resi disponibili sul sito web sncf.com nella sezione "Itinéraires & réservation" e sul profilo ufficiale Twitt[email protected], attivo anche nei weekend. A bordo dei TGV il servizio di ristorazione sarà garantito parzialmente. Si ricorda, come previsto dalle autorità italiane, che in attuazione del DPCM 8 marzo 2020 e successive integrazioni, recante misure urgenti per il contenimento della diffusione del virus COVID-19, "tutti gli spostamenti potranno avvenire solo se motivati da esigenze lavorative o situazioni di necessità o per motivi di salute da attestare mediante autodichiarazione". La necessità di muoversi all'interno delle aree di sicurezza varate per il coronavirus deve essere giustificata con un documento di autocertificazione e un documento di identità. Il modulo di autocertificazione è a disposizione sul sito del Ministero dell'Interno italiano al seguente link. I passeggeri che sono già in possesso del biglietto per una delle corse che non saranno effettuate nell'ambito del piano di rimodulazione potranno richiedere il rimborso integrale del biglietto tramite il sito sncf.com al seguente link: http://www.sncf.com/fr/service-client/reclamations/tgv-intercites Per iniziativa autonoma di SNCF Voyages Italia, per i passeggeri che hanno già acquistato o acquisteranno un titolo di viaggio fino al 30 aprile si prevede la possibilità di rimborso integrale del biglietto - indipendentemente dalla tariffa acquistata - o di cambio di data senza costi aggiuntivi fino alla partenza del treno. I viaggiatori potranno procedere alla richiesta di rimborso o di cambio del biglietto in modo semplice e veloce, tramite lo stesso canale utilizzato per l'acquisto. SNCF Voyages Italia ricorda che per il personale in servizio a bordo treno sono stati distribuiti kit con dispositivi di protezione contenenti mascherine con filtro, guanti monouso, sacchetti e disinfettante. Le attività di pulizia e di sanificazione a bordo dei convogli sono svolte in conformità con le raccomandazioni del Ministero della Salute italiano. L'azienda, tramite i propri canali di comunicazione interni, ha invitato dipendenti e passeggeri a rispettare le 10 regole di prevenzione diffuse dal Ministero della Salute italiano consultabili sul sito salute.gov.it. SNCF Voyages Italia desidera infine ringraziare il proprio personale che in questo periodo delicato continua ad assicurare, con immutata professionalità, l'effettuazione dei servizi offerti ai passeggeri.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
04 mar 2020

Anche Wizz Air e Finnair tagliano voli verso le zone colpite da Covid-19

di Claudio Abramo

Le compagnie Finnair e Wizz Air sono diventati gli ultimi vettori europei in ordine temporale a sospendere i collegamenti da e per le zone colpite dall'epidemia Coronavirus, tra queste la Cina e l'Italia. La compagnia finlandese aveva già sospeso i voli verso la Cina continentale e ridotto i collegamenti con Hong Kong, adesso ha prorogato queste misure fino alla fine di aprile. Inoltre sono stati sospesi tutti i voli verso Seoul fino al 16 aprile e rinviato, all'1 luglio, il lancio della nuova tratta verso Busan. Su Milano il vettore nordico ha tagliato i collegamenti fino al 7 di aprile. Queste sospensioni stanno portando l'azienda ad un ridimensionamento della forza lavoro, con licenziamenti temporanei di parte del personale in Finlandia e nelle sedi estere. La low cost ungherese Wizz Air ha programmato di ridurre i servizi sulla propria rete dall'11 marzo al 2 aprile. In particolare ha iniziato la riduzione del 60% delle sue attività sull'Italia. La compagnia ha dichiarato: "A questo punto è difficile prevedere l'estensione e la durata dell'epidemia e l'impatto sul prossimo esercizio finanziario, tuttavia restiamo fiduciosi che, man mano che la situazione si normalizzerà, Wizz Air continuerà la sua traiettoria di grande successo".

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
25 feb 2020

AEROPORTO COMISO | Presentate tutte le rotte per l’estate 2020

di mobilita

EasyJet sbarca a Comiso con due nuovissime rotte per Berlino e per Milano. Questa è una delle tante novità della SUMMER 2020, presentata stamani in conferenza stampa, alla presenza del presidente e dell’amministratore delegato di SOACO, la società che gestisce l’Aeroporto degli Iblei, Silvio Meli e Rosario Dibennardo, del sindaco di Comiso, Maria Rita Schembari e di quello di Ragusa, Giuseppe Cassi. L’offerta di easyJet si aggiunge a quella degli altri vettori che hanno deciso di scommettere o tornare a scommettere sull’Aeroporto di Comiso e sul traffico che l’area ragusana genera naturalmente nella stagione estiva. Tra questi Blue Air, con il nuovissimo Comiso – Torino, operato due volte la settimana e presentato all’inizio del mese di febbraio, ma anche Ryanair, che ha potenziato i collegamenti con Pisa, e ripristinato i collegamenti con Roma e Londra, oltre alle realtà che operano con voli charter, come Transavia o la Bruxelles Airlines. "Siamo davvero entusiasti di poter annunciare annunciare nuove rotte e nuovi vettori – commenta Silvio Meli. È il risultato di un impegno costante che non si ferma nemmeno di fronte alle oggettive difficoltà del momento. Tra l’altro, non sono stati inseriti i voli legati alla continuità territoriale, in attesa di conoscere quali compagnie parteciperanno al bando internazionale”.  Soddisfatto l’amministratore delegato. “L'arrivo di easyJet all'Aeroporto di Comiso rappresenta un importante traguardo, raggiunto grazie al lavoro messo in campo dal sistema aeroportuale del SudEst, compatto e sinergico – commenta Rosario Dibennardo. Una nuova compagnia aerea, che si aggiunge a quelle esistenti, è fondamentale per diversificare l'offerta e dare nuove possibilità di crescita al nostro scalo e al nostro territorio. La nuovissima destinazione, Berlino, darà inoltre la possibilità di ampliare le rotte con la Germania, Paese di provenienza di tantissimi turisti ma anche di residenza di tanti emigrati. Siamo dunque molto soddisfatti, e siamo certi che la collaborazione con easyJet sia solo all'inizio. Stiamo inoltre operando per aumentare i voli charter".  Compiaciuto il sindaco di Comiso, Maria Rita Schembari. “Una rotta già esercitata presso l’aeroporto di Comiso, l’altra assolutamente nuova, Berlino, che ci connette con uno dei più grandi mercati a livello internazionale, nel cuore dell’Europa più produttiva - sottolinea. Speriamo che possa essere anche un volano per il turismo in entrata in Sicilia, in particolare in questa parte della Sicilia e, in ogni caso, è un’eccellente notizia il fatto che una nuova compagnia aerea solida e molto quotata, operi presso l’aeroporto di Comiso”.  Un grande risultato per il territorio secondo il sindaco Cassi. “La conferenza stampa di oggi ci vede presenti – spiega - in un’ottica di programmazione e di collaborazione con il Comune di Comiso e i vertici di SOACO. L'aumento dei voli e quindi di nuovi turisti è una risposta a una comunità che ha sia fame di mobilità e sia voglia di lasciar scoprire le sue bellezze. Ragusa farà la sua parte facendo squadra con gli albergatori per pacchetti di soggiorno 3x2 attraverso convenzioni che prevedono l’impegno del Comune a mettere a disposizione servizi di transfer da e per l’aeroporto, oltre a visite guidate. Siamo convinti che con la sinergia si ottengano risultati”. L’incontro con la stampa è stata anche preziosa occasione per rinnovare l’appello agli organi competenti per la pubblicazione del bando per la continuità territoriale, tassello imprescindibile per completare il percorso avviato dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti che ha dato il via libera all’”imposizione degli oneri di servizio pubblico”, ovvero alla continuità territoriale tra lo scalo ibleo e gli aeroporti di Roma e Milano. Le tariffe calmierate, operative a partire dal primo agosto 2020, saranno valide tutto l’anno e riguarderanno i voli a/r per Fiumicino – due giornalieri – con tariffa massima di 38 euro per tratta, escluso IVA e tasse aeroportuali, e i voli a/r sui uno dei tre scali milanesi (Linate, Malpensa e Orio al Serio) che avranno frequenza giornaliera e avranno tariffa massima di 50 euro per tratta, escluso IVA e tasse aeroportuali. Restano libere le tariffe per i non residenti in Sicilia. ECCO LE DESTINAZIONI DELLA SUMMER 2020 TI POTREBBE INTERESSARE: AEROPORTO COMISO | easyjet lancia due voli per Berlino e Milano Malpensa

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
30 gen 2020

MILANO | Da lunedì 3 febbraio nuove corse e nuovo percorso per la linea 327

di mobilita

Da lunedì 3 febbraio nuove corse sul bus 327 lungo un nuovo percorso e con nuove fermate fino a Lorenteggio. PERCORSO Da Bisceglie M1 i bus svoltano in via Spagliardi, via dei Calchi Taeggi, via Bisceglie, via Lorenteggio, via Mozzoni, via Koch, proseguono in via Lorenteggio e, dopo via Molinetto di Lorenteggio, fanno capolinea. Da qui riprendono il percorso in direzione Bisceglie M1 passando per via Lorenteggio e via Bisceglie. NUOVE FERMATE Via Lorenteggio fronte civico 278 (capolinea) Via Bisceglie, prima di via Kuliscioff (direzione Bisceglie M1) Via Bisceglie 73, prima di via Ciconi (direzione Bisceglie M1) Via Bisceglie 76 (direzione Lorenteggio) Via Bisceglie/via Bensi (direzione Lorenteggio/Trezzano) Via Lorenteggio 258 (direzione Lorenteggio)

Leggi tutto    Commenti 0