Articolo
15 mag 2018

MESSINA | Presentati oggi a Palazzo Zanca i dati di Scout System e Scout Krono per l’anno 2017

di mobilita

Il sindaco, Renato Accorinti, il vicesindaco e assessore con delega alla Polizia Municipale, Gaetano Cacciola, ed il commissario ispettore superiore della Polizia Municipale, Michele Bonanno, insieme ai componenti della sezione “Astori”; nel corso di una conferenza stampa oggi a Palazzo Zanca, hanno illustrato i dati del 2017 relativamente all’utilizzo dei dispositivi veicolari Scout System e Scout Krono, in dotazione alla Polizia Municipale. Lo Scout System consente il rilevamento attraverso una fotocamera delle violazioni al codice della strada, in materia di divieti di sosta e servizio di controllo in tempo reale delle assicurazioni e delle revisioni dei mezzi di trasporto; mentre attraverso lo Scout Krono è possibile effettuare un accurato controllo dei mezzi pesanti, in particolare per la normativa relativa ai tempi di guida e riposo. Nel 2017 sono stati elevati 29.167 verbali di contravvenzione per varie modalità di sosta irregolare: 8.313, per divieto di sosta; 5.846, in seconda fila; 3.324, su pista ciclabile; 2.048, su corsia canalizzazione; 2.172, davanti a cassonetto r.s.u.; 2.305, su marciapiede; 1.128, su attraversamento pedonale; 1.128, in intersezione; 1.884, su striscia di margine; 741, non parallela all’asse stradale; e 278, in area pedonale. I 29.167 verbali, che sono stati elevati per soste irregolari nelle principali arterie cittadine, sono stati così distribuiti: 2.668 in via La Farina; 4.890 in via Garibaldi; 3.119 in via Cesare Battisti; 3.254 sul viale San Martino; 2.399, viale della Libertà; 1.449, corso Cavour; 180, S.S. 114; 2.204, piazza della Repubblica; 1.871, via Tommaso Cannizzaro; 0, via Consolare Pompea; 1.946, viale Boccetta; 323, piazza Pugliatti; 1.301, via I Settembre; 234 in via V. Emanuele; 0, piazza Duomo; 10, via Consolato del Mare; 1.437, via Marco Polo; e 1882, viale Giostra; 0, altre località. Il trend dei verbali per soste irregolari nel triennio 2015-2017 è così distribuito: 20.691, nel 2015; 24.702 nel 2016; e 29.167 nel 2017. Le multe elevate per il controllo di assicurazione e revisione dei veicoli con lo Scout System sono state 1.079 per omessa revisione e 302 per mancata copertura assicurativa. Sono stati invece 160 i verbali emessi per mancato rispetto dei tempi di guida e riposo da parte dei conducenti di mezzi pesanti dopo il controllo con lo “Scout System Krono”, dei quali 39, per violazione del superamento del periodo di guida giornaliero; 87, per incompleto riposo giornaliero; 24, per incompleto riposo settimanale; e 10, per inosservanza delle pause e interruzioni di guida. Erano stati invece 60 i verbali emessi nell’anno 2016, sempre nell’ambito dell’attività sanzionatoria per i mezzi pesanti. Relativamente al contenzioso sulle sanzioni Scout e Scout Krono, per il biennio 2016 – 2017, i ricorsi al giudice di pace nel 2016 sono stati 73, dei quali 20 rigettati, 35 rinviati e 18 accolti; 86 quelli al prefetto, di cui 40 rigettati, 44 rinviati e 2 accolti; per l’anno 2017, sono stati 50 i ricorsi al giudice di pace, dei quali 22 rigettati, 19 rinviati e 9 accolti; infine sempre per il 2017 i ricorsi al prefetto sono stati 101, e di questi 41 rigettati, 58 rinviati e 2 accolti.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
09 mag 2018

MESSINA | Presentata la trentaduesima edizione di “Bicincittà”

di mobilita

E’ stata illustrata oggi a Palazzo Zanca la trentaduesima edizione di “Bicincittà”, passeggiata in bicicletta non agonistica aperta a tutti, in programma domenica 13. I contenuti dell’evento sono stati presentati dall’assessore allo Sport, Sebastiano Pino, insieme ai rappresentanti dell’Uisp, Santino Cannavò, presidente Comitato territoriale, Enrico Boni, vicepresidente territoriale, e Andrea Magazzù, responsabile della SdA del ciclismo Uisp-Messina. Bicincittà coinvolgerà settantaquattro città italiane per celebrare anche la Giornata Nazionale della Bicicletta, promossa dal ministero dell’Ambiente. Tra maggio e giugno saranno 30 mila i ciclisti impegnati in una festa di sport per tutta la famiglia, una pedalata non competitiva nelle strade e nelle piazze di tutta la penisola per chiedere aria pulita, sostenibilità ambientale e strade sicure. “Sport e salute sono due binomi vincenti e poterli coniugare è motivo di orgoglio – ha evidenziato l’assessore Pino – la bicicletta, simbolo di sport sociale, è il mezzo ideale per spostarsi in città, e questa giornata dedicata al tema dei diritti della vivibilità e della libertà di muoversi ha l’obiettivo di promuovere una mobilità sostenibile e alternativa coinvolgendo interi nuclei familiari dai bambini agli anziani per trascorrere delle ore all’aria aperta al fine di trarre benefici per la salute individuale e dare la possibilità di recuperare un sano rapporto con la città, all’insegna dello sport per tutti”. L’iniziativa gode della medaglia del Presidente della Repubblica e dei patrocini della Presidenza del Consiglio, dei ministeri dell’Ambiente e del Lavoro, e delle Politiche Sociali. La quota di iscrizione alla manifestazione è 6 euro e può essere effettuata domani, giovedì 10, nella sede Uisp Messina, in via Risorgimento 210/B, oppure al raduno di piazza Duomo. Ai partecipanti sarà omaggiata una t-shirt ed è prevista la distribuzione di acqua e frutta con premi a sorteggio. Il programma di domenica 13 prevede il raduno alle ore 8.30, a piazza Duomo, dove alle 10 avrà inizio la passeggiata in bicicletta. Per ulteriori informazioni è possibile contattare i recapiti tel/fax 0902934942, 3801762616 e l’indirizzo mail messina@uisp.it. Per consentire lo svolgimento della XXXII edizione di Bicincittà e per una migliore fluidificazione del traffico veicolare, il dipartimento Mobilità Urbana ha disposto limitazioni viarie. Il percorso della manifestazione interesserà via San Giacomo, via Garibaldi, piazza Cairoli (lato monte), viale San Martino, viale Europa, rotatoria Boris Giuliano, via Catania, piazza Palazzotto (con inversione di marcia), viale San Martino, via San Cosimo, strada a valle di piazza Dante, via Lucania, viale San Martino, piazza Cairoli (lato valle), via Dogali, via Ugo Bassi, via Tommaso Cannizzaro, via Garibaldi, piazza Castronovo, via Garibaldi, corso Cavour, piazza Duomo, corso Cavour, via Tommaso Cannizzaro, viale Principe Umberto, viale Boccetta, corso Cavour e piazza Duomo. Sarà pertanto interdetta la circolazione viaria nelle strade interessate limitatamente al passaggio dei partecipanti alla manifestazione cicloturistica, ad esclusione delle intersezioni con impianto semaforico che saranno presidiate.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
16 apr 2018

MESSINA | Venerdì la presentazione dello schema preliminare del nuovo PRG

di mobilita

Venerdì 20, alle ore 17, nel Salone delle Bandiere di Palazzo Zanca, il sindaco Renato Accorinti; l’assessore ai lavori Pubblici, Sergio De Cola; il prof. arch. Carlo Gasparrini, consulente al Prg; ed i componenti dell’Ufficio Piano del Comune, presenteranno alla cittadinanza lo schema preliminare del nuovo Prg. Paesaggio, rischio, rigenerazione, mobilità e comunicazione, turismo cultura e creatività sono le parole-chiave del progetto che segue le direttive generali, approvate dal Consiglio Comunale, e si basa sulla consultazione popolare effettuata in tutte le Circoscrizioni con la fase di condivisione denominata Pi.Co, tracciando la visione del futuro cui si vuole indirizzare la città. Dalla consapevolezza della centralità del paesaggio di Messina, anzi del mosaico di paesaggi che caratterizzano il territorio, lo Schema preliminare del Piano Regolatore prende l’avvio per indirizzare politiche in grado di salvaguardare e valorizzare il paesaggio forestale e agrario, tutelare e riqualificare il paesaggio delle acque fluviali e lacustri e ricostituire i paesaggi storico-naturalistici lungo la linea di costa sui due mari. A partire dalla certezza della gravità delle condizioni di rischio del territorio messinese – rischio idrogeologico, sismico, idraulico – prevede azioni per ridurre diffusamente la vulnerabilità di edifici e tessuti edilizi, riorganizzare il ciclo delle acque e del drenaggio urbano, salvaguardare, rigenerare e qualificare i suoli, realizzare una rete di infrastrutture ambientali di qualità paesaggistica, promuovere nuove forme di economia e processi sociali orientati ad una rigenerazione urbana green. Nel rispetto di principi di tutela e precauzione, lo stop all’edificazione su suolo in condizioni di rischio è uno dei principali presupposti del nuovo disegno della città. Presupposto che trova ulteriore ragione nel fatto che le previsioni di popolamento dell’attuale PRG sono risultate con tutta evidenza largamente sovradimensionate. Da qui la necessità, indicata dallo Schema preliminare, di avviare un ampio e diffuso processo di rigenerazione dell’esistente, con un conseguente “riciclo” di aree, immobili e terreni abbandonati, compresi, naturalmente, quelli di pregio architettonico e monumentale. Dichiaratamente, l’obiettivo è quello di riqualificare e consolidare la città novecentesca del Piano Borzì, valorizzare e ripopolare la rete dei villaggi storici, rinnovare il patrimonio insediativo ed edilizio secondo principi di eco sostenibilità. Un’adeguata dotazione di reti infrastrutturali integrate per la mobilità fast e slow e per la comunicazione digitale è poi la condicio sine qua non perché Messina possa valorizzare se stessa, paesaggi e edificato, spiaggia e colline, villaggi e centro storico. Si tratta di creare le condizioni per intercettare flussi crescenti di persone, merci, informazioni e culture e “costruire un’economia urbana legata alla produzione di beni e servizi di qualità, sensibile alle condizioni logistiche e ambientali, incrementando l’accessibilità diffusa e rafforzando la coesione sociale”. Last but not least, lo Schema è orientato al “riposizionamento di Messina come città innovativa e attrattiva per il turismo, la cultura e la creatività”, un possibile sviluppo che è del tutto coerente e complementare con tutte le altre azioni previste nel documento, la ripresa dell’agricoltura, la riappropriazione degli spazi abbandonati, lo sviluppo della cantieristica e della logistica, la rigenerazione urbana e l’economia green.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
15 apr 2018

MESSINA | Parte la riqualificazione della pavimentazione stradale, tutte le limitazioni al traffico

di mobilita

Nell’ambito dei lavori di riqualificazione della pavimentazione di alcune strade comunali ad elevato flusso veicolare e delle relative pertinenze, il dipartimento Mobilità Urbana e Viabilità ha adottato provvedimenti viari che interesseranno la via Adda, il viale Principe Umberto e via del Vespro. Lunedì 16 e martedì 17, saranno quindi istituiti i divieti di sosta e di transito veicolare in via Adda, nel tratto a monte di via Carrai; i divieti di sosta, di transito veicolare nella semicarreggiata lato valle ed il senso unico alternato di circolazione, nel viale Principe Umberto in prossimità dell’intersezione con via Nicotra. Mercoledì 18, dalle ore 14 alle 17, i divieti di sosta e di transito veicolare interesseranno la via del Vespro, nel tratto compreso tra le vie La Farina e Natoli.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
17 feb 2018

Rimozione di un ordigno bellico, domenica stop ai traghetti tra Sicilia e Calabria

di mobilita

Domenica 18 febbraio a causa del disinnesco di un ordigno bellico risalente alla seconda guerra mondiale nel comune di Villa San Giovanni la zona degli imbarchi Caronte&Tourist sarà evacuata. I traghetti della flotta operanti sullo Stretto di Messina pertanto saranno dirottati sul porto di Reggio Calabria. In allegato gli orari del servizio che sarà garantito anche in caso di traffico intenso: La circolazione ferroviaria, le attività di traghettamento tra Messina e Villa San Giovanni, nonché l’accesso alla stazione di Villa San Giovanni saranno sospesi. Lo ha disposto il Prefetto di Reggio Calabria per consentire le operazioni di disinnesco e la rimozione di un residuato bellico trovato a Villa San Giovanni. Inoltre, ha reso noto Rfi, dalle 7 alle 14 sarà modificato il programma di circolazione: alcuni treni potranno essere cancellati, limitati nel percorso o ritardati in base all’effettivo completamento delle operazioni di disinnesco. Anas comunica che, per consentire le operazioni di rimozione di un ordigno bellico, saranno necessarie delle limitazioni al transito veicolare lungo l’A2 ‘Autostrada del Mediterraneo’ tra i territori comunali di Villa San Giovanni e Campo Calabro in provincia di Reggio Calabria. Nel dettaglio, a partire dalle ore 8:45 di domenica 18 febbraio 2017 e fino al termine delle operazioni, è disposta la chiusura delle rampe di uscita, in entrambe le carreggiate, dello svincolo di Villa San Giovanni (km 433,000). Il traffico veicolare in uscita dall’Autostrada allo svincolo di Villa San Giovanni potrà usufruire dell’attiguo svincolo di Campo Calabro (km 433,800).

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
18 ott 2017

Delrio: Messina non è seconda ad altri porti e avrà la Zes. Polemiche non motivate

di mobilita

Il Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Graziano Delrio, interviene rispetto al porto di Messina. "Lunedì è stata una buona giornata in Sicilia, che ci ha consentito di fare il punto sullo stato di avanzamento di varie opere di cui beneficerà tutta l'isola. Mi sembra utile, visto alcune polemiche non motivate, tornare a parlare del porto di Messina, che non è affatto secondo ad altri porti nell'azione di Governo e con cui continueranno il confronto e il dialogo. Per quanto riguarda la Zes la sede portuale di Messina sarà sicuramente inclusa. Come Governo, col collega De Vincenti, abbiamo impostato un lavoro che prevede l'estensione della Zes alle  Autorità di Sistema Portuale nel complesso. Messina e Gioia Tauro hanno pari dignità, e tra l'altro insieme costituiscono un sistema molto forte, quindi la Zes sarà estendibile anche al porto di Messina.   L'attenzione verso la sede portuale di Messina è alta, anche grazie al lavoro di collegamento costante con i parlamentari che sostengono il Governo. Il progetto di unione non è annessione di una sede ma creazione di una entità fortissima che sarebbe la prima in Italia per container e passeggeri.  Molte Autorità Portuali stanno oggi accelerando sulla Unione perché ne stanno già sperimentando i vantaggi.  Ho incontrato durante la discussione sulla riforma per primi proprio gli operatori portuali di Messina perché mi rendo conto della importanza strategica per il Paese intero del porto dello stretto. Continueremo il confronto insieme nelle prossime settimane.  La sede portuale di Messina, per esempio, ha avuto la concessione, unico caso con Salerno, della proroga dell'autonomia rispetto  all'accorpamento con Gioia Tauro, per valutare meglio questo passaggio. Inoltre abbiamo lavorato con la Regione costantemente, per oltre un anno come Ministero e con le istituzioni della città per sbloccare il porto di Tremestieri, che finalmente parte dopo anni di attesa. Sempre pensando alla connessione con Messina, sono state ordinate con Fs due nuove navi per potenziare i collegamenti dello Stretto. Non ci sono per noi figli di un dio minore, e Messina è al pari delle altri sedi portuali con cui continuare a ragionare per lavorare in modo cooperativo". 

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
27 set 2017

Aeroporto dello stretto, firmato l’Accordo Attuativo dei Servizi di Attraversamento dello Stretto

di mobilita

Nel corso di una conferenza stampa al Terminal Cavallotti sono state illustrate stamani le modalità dell’Accordo Attuativo dei Servizi di Attraversamento dello Stretto per l’Aeroporto “Tito Minniti”, all’interno del più articolato e complesso progetto di conurbazione ed integrazione dei trasporti, oggetto del protocollo d’intesa tra le città di Messina e Reggio Calabria, siglato lo scorso 29 maggio. All’incontro con i giornalisti hanno preso parte, tra gli altri, i sindaci di Messina, Renato Accorinti, e Reggio Calabria, Giuseppe Falcomatà, anche nella loro rispettiva qualità di sindaci delle Città Metropolitane di Messina e Reggio Calabria; il vicesindaco e assessore ai Trasporti del Comune di Messina, Gaetano Cacciola; l’assessore ai Trasporti di Reggio Calabria, Giuseppe Marino; il direttore generale dell’ATM, Daniele De Almagro; il presidente della Camera di Commercio di Messina, Ivo Blandina; e l’amministratore delegato di Caronte & Tourist, Rino Famiani. Concluso questo primo incontro, la delegazione ha traghettato a bordo di un bus gran turismo per raggiungere l’aeroporto dello Stretto di Reggio Calabria, dove è stata formalizzata la stipula dell’accordo, che in via sperimentale sarà operativo già da lunedì 2 ottobre. A sottoscriverlo i due sindaci, gli assessori comunali ai Trasporti, i presidenti delle due Camere di Commercio, i rappresentanti della Sacal spa, società di gestione degli aeroporti calabresi, e dei vettori Atam, Atm, Caronte & Tourist e Liberty Lines Aliscafi. “Sono soddisfatto per il raggiungimento di questo importantissimo risultato – ha dichiarato il sindaco Accorinti– che testimonia quanto sia rilevante e fondamentale lavorare insieme da squadra e in perfetta sinergia, guardando al raggiungimento di una vera ed unica Città Metropolitana dello Stretto. C’è la nostra volontà a ridurre le distanze dall’aeroporto dello Stretto, rilanciandolo nelle abitudini della comunità messinese anche nell’ottica di agevolare scambi sociali e commerciali tra le due città con un unico sistema integrato di trasporti”. “E’ il primo passo concreto di un percorso avviato recentemente – ha aggiunto il vicesindaco Cacciola – che si pone l’obiettivo della condivisione di spazi, risorse e servizi di due città separate da una piccola striscia di mare. Grazie ad un sistema di trasporti pubblici coordinato si potrà garantire quella mobilità che significa maggiori opportunità, maggiore sviluppo e anche maggiore occupazione. Attraverso l’offerta di un servizio sempre più efficiente e comodo, i cittadini sono incentivati e sensibilizzati all’utilizzo dell’aeroporto dello Stretto”. “Il progetto, che oggi è stato presentato dalle due Amministrazioni comunali, – ha concluso Giorgio Martini, responsabile nazionale Pon metro e Poc metro– è molto importante non solo per l’impatto che avrà sull’efficienza in termini di mobilità, ma rappresenta anche un modello di coordinamento tra Messina e Reggio Calabria, che può essere replicato in altre realtà urbane. Il tema dell’integrazione tra interventi, se coniugato con un efficiente sistema di governance multilivello, – è il caso di come stiamo operando nell’attivazione dei due programmi Pon Metro e Poc Metro di cui ho la responsabilità – è un elemento fondamentale per il raggruppamento degli obiettivi di attuazione di questo programma”. La convenzione ha quindi l’obiettivo di favorire la conurbazione e l’integrazione sociale, commerciale e culturale nello Stretto di Messina attraverso la realizzazione di un sistema integrato di trasporti, facilitando l’accessibilità all’aeroporto Minniti. Relativamente al servizio Caronte Bus-Aeroporto, il protocollo prevede che l’Atam spa si impegni a garantire, con proprio bus gran turismo, il trasporto passeggeri da Messina, terminal Cavallotti, all’Aeroporto dello Stretto da Villa San Giovanni, e tale servizio sarà finanziariamente coperto dal progetto previsto dal Programma Operativo Complementare Città Metropolitane, la cui autorità di gestione nazionale è l’Agenzia per la Coesione Territoriale; che l’Atm fornisca, in via sperimentale, il parcheggio gratuito all’interno del terminal Cavallotti agli utenti provvisti di biglietto aereo in partenza dall’aeroporto Minniti con decorrenza dalle ore 5 del giorno di partenza fino alle 22 del giorno di rientro. Il personale ATM del terminal Cavallotti rilascerà un pass auto speciale da esporre all’interno della vettura riportante la durata gratuita della sosta; tale servizio sarà proposto all’interno dei progetti finanziati dal Programma Operativo Complementare Città Metropolitane; che l’Atm spa garantisca un punto di sosta per il parcheggio del bus gran turismo al terminal Cavallotti nel tempo intercorrente tra gli orari di arrivo e quelli di partenza. Il bus gran turismo effettuerà le corse Messina Cavallotti, ore 5.30 – Aeroporto Minniti, ore 7; Aeroporto Minniti, ore 20.30 – Messina Cavallotti, ore 21.50. Questo servizio di collegamento sarà offerto, in via sperimentale, gratuitamente e riservato ai passeggeri muniti di biglietto aereo, integrandosi, in termini di orari e corse, con il servizio Chiamabus, già attivato dalla Città Metropolitana di Reggio Calabria, al fine di garantire la più ampia copertura nell’arco dell’intera giornata ed evitare inutili e dispendiose duplicazioni di corse. Caronte & Tourist farà transitare gratuitamente il bus sui mezzi navali di collegamento Villa San Giovanni – Messina A/R, garantendo diritto di precedenza all’imbarco, compatibilmente con l’arrivo del bus prima dell’orario di partenza della nave. Per quanto riguarda il servizio Aliscafo Bus, l’accordo stabilisce che Atam spa, Atm spa e Liberty lines spa si impegnino a realizzare un sistema di integrazione tariffaria che consenta di utilizzare, con unico biglietto, i servizi di TPL delle due città e quello di trasporto navale veloce Reggio – Messina A/R; che Atam ed Atm garantiscano collegamenti terrestri, attraverso servizi di trasporto locale, in coincidenza degli orari di partenza e di arrivo degli aliscafi nei porti di Reggio e Messina; in particolare, che Atam spa si impegni a potenziare il servizio di bus navetta di collegamento diretto tra il porto di Reggio Calabria e l’aeroporto Minniti, attraverso l’istituzione di due nuove corse: Reggio Porto, ore 6.35 – Aeroporto, ore 6.55; Aeroporto, ore 20.25 – Reggio Porto, ore 20.45. Tali orari potranno subire variazioni in relazione ad eventuali modifiche da parte dei vettori aerei e marittimi. La compagnia Liberty Lines manterrà le seguenti corse degli aliscafi feriali: Messina ore 6 – Reggio 6.30; Reggio ore 20.55 – Messina ore 21.30. I comuni di Messina e Reggio si impegnano a richiedere al ministero dei Trasporti l’implementazione del numero degli aliscafi nei giorni festivi, il sabato e la domenica. Le Camere di Commercio Industria Artigianato ed Agricoltura di Messina e Reggio Calabria sensibilizzeranno gli operatori commerciali e turistici, le agenzie di viaggio ed i tour operator al fine di garantire la più ampia applicazione dell’accordo. Il protocollo ha validità di sei mesi dalla data di oggi (sottoscrizione) e si intenderà tacitamente rinnovato in assenza di formale comunicazione di recesso, da trasmettere alle parti entro il termine di preavviso di trenta giorni dalla scadenza.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
26 set 2017

Aeroporto dello stretto. Dal 2 ottobre partono i collegamenti integrati con Messina

di Roberto Lentini

Da lunedi 2 ottobre sarà operativo l'Accordo Attuativo dei Servizi di Attraversamento dello Stretto per l’Aeroporto “Tito Minniti” all’interno del più articolato e complesso progetto di conurbazione ed integrazione dei trasporti, oggetto del Protocollo d’intesa tra le città di Messina e Reggio, siglato lo scorso 29 maggio. L'Accordo prevede un sistema di collegamento integrato per gli utenti della sponda messinese che scelgono di volare dall’aeroporto di Reggio Calabria. Mediante un sistema combinato di attraversamento dello Stretto con nave traghetto di Caronte&Tourist e pullman granturismo Atam-Atm, o con aliscafo Liberty Lines e bus navetta Atam, autorizzata dalla Regione Calabria a varcare le soglie comunali, i passeggeri saranno condotti direttamente all’aeroporto reggino gestito da Sacal spa in coincidenza degli orari di volo. Domani, mercoledì 27, alle ore 10, a piazza Cavallotti, si terrà una prima conferenza stampa per illustrare le modalità dell’Accordo e all’incontro con i giornalisti prenderanno parte i sindaci di Messina, Renato Accorinti, e di Reggio Calabria, Giuseppe Falcomatà, anche nella loro rispettive qualità di Sindaci delle Città Metropolitane di Messina e Reggio Calabria; il vicesindaco e assessore ai Trasporti di Messina, Gaetano Cacciola; l’assessore ai Trasporti di Reggio Calabria, Giuseppe Marino; ed il direttore generale dell’ATM, Daniele De Almagro. A seguire in Bus GT, la delegazione traghetterà alla volta dell’Aeroporto dello Stretto di Reggio Calabria, dove intorno alle ore 12, avverrà la stipula dell’accordo. Ti potrebbe interessare: Aeroporto dello Stretto, nuove coincidenze per collegarlo con Messina

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
16 set 2017

Aeroporto dello Stretto, nuove coincidenze per collegarlo con Messina

di mobilita

Messina adesso è più vicina all'aeroporto di Reggio Calabria grazie ad un accordo tra il comune di Messina e di Reggio Calabria. Da lunedi sarà infatti operativa la coincidenza tra Aliscafo della Liberty Lines e i Bus urbani dell'ATAM che in 50 minuti consentono da Messina di raggiungere l'aeroporto di Reggio Calabria in coincidenza con il volo della Blu Express per Roma Fiumicino. Ecco nel dettaglio gli orari per chi deve raggiungere l'aeroporto da Messina Messina (6:00) → porto di Reggio Calabria (6:30) dal Lunedì al Venerdi Porto di Reggio Calabria (6:35) → Aeroporto di Reggio Calabria (06:50) dal Lunedì al Venerdi Viceversa chi deve raggiungere Messina dall'aeroporto di Reggio Calabria: Aeroporto di Reggio Calabria (20:25) → Porto di Reggio Calabria  (20:45) dal Lunedì al Venerdi Porto di Reggio Calabria (20:55) → Messina (21:30) dal Lunedì al Venerdi Il servizio è utilizzabile solo dal Lunedi al Venerdi visto che il sabato e la domenica il primo aliscafo in partenza da Messina è alle ore 8,00 mentre l'ultimo aliscafo in partenza da Reggio Calabria per Messina è alle 17,40.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
03 ago 2017

Messina | Presentati 6 nuovi autobus

di mobilita

Nel corso di una conferenza stampa tenutasi ieri nella sede dell’ATM, il sindaco, Renato Accorinti; il vicesindaco e assessore alla Mobilità, Viabilità e Trasporti, Gaetano Cacciola; l’assessore al Turismo, Guido Signorino; insieme al dirigente competente, Mario Pizzino; e al direttore generale dell’ATM, Daniele De Almagro; hanno presentato ai giornalisti i nuovi bus dell’Azienda Trasporti. “Oggi è una nuova tappa di un percorso avviato negli anni scorsi – hanno dichiarato Accorinti e Cacciola – che si consolida per un servizio sempre più efficiente e comodo. I nuovi bus rappresentano un ulteriore passo avanti in termini di miglioramento dell’offerta del trasporto pubblico locale, in linea con i programmi dell’Amministrazione comunale di incentivare e sensibilizzare i cittadini all’utilizzo dei mezzi pubblici al fine di decongestionare il traffico urbano. Tra poco arriveranno altri 26 bus dell’ATM e si raggiungerà una disponibilità complessiva di 88 mezzi, di cui 75 fanno parte dell’implementazione realizza- ta dall’attuale Amministrazione comunale e dall’ultima gestione ATM rispetto ai pochi esistenti in passato”. I nuovi mezzi dell’ATM sono sei, con una lunghezza di 12 metri, e presto saranno messi in circolazione con le linee 2, 79, 80 e 81. Per quanto riguarda il parcheggio multipiano di via La Farina sono già iniziati i lavori di smontaggio dei modulari da anni inutilizzati in prossimità dello stadio Franco Scoglio e che nella nuova sede consentiranno di raddoppiare il numero dei posti auto. Ringraziamo Atm Messina per gli scatti

Leggi tutto    Commenti 0