Ultimi post
  • 19 ott 2021

    I sensori di parcheggio per aumentare la sicurezza del conducente

    di ospite

    I sensori di parcheggio sono uno di quegli accessori che stanno sempre più prendendo piede tra gli automobilisti moderni. Si tratta di dispositivi elettronici, che installati sul paraurti anteriore e posteriore del veicolo, sono in grado di segnalare la presenza di ostacoli, non sempre visibili durante il parcheggio, il cui urto potrebbe danneggiare la carrozzeria dell’automobile. I sensori di parcheggio li puoi trovare online I moderni sensori di parcheggio, inoltre, non modificano il design originale del veicolo, in quanto essi vengono installati sul paraurti e sono nella maggior parte dei casi verniciabili. Questi dispositivi, non appena rilevano la vicinanza di un ostacolo o di un qualsiasi impedimento materiale, iniziano ad emettere una serie di segnali acustici, inizialmente intermittenti, che poi diventano continui man mano che l’automobile si avvicina sempre di più all’ostacolo. I sensori di parcheggio funzionano tramite l’emissione di onde ultrasoniche che vengono trasmesse ad una centralina, comunemente denominata “controller”. Questa centralina, dopo aver colto questi segnali, li elabora trasmettendoli a sua volta ad un altoparlante, il quale sulla base della distanza dall’ostacolo inizierà ad emettere dei suoni intermittenti e poi continui, man mano che la distanza dall’ostacolo diminuisce. I sensori di parcheggio vengono solitamente venduti in un kit, comprendente di solito 4 sensori a tensione continua di 12V, con una portata di rilevamento minima di 3 cm e massima di 2,5 metri e con una temperatura minima e massima di esercizio rispettivamente di -30C° e +70C°. I sensori sono nella maggior parte dei casi universali, quindi adatti ad essere installati in tutti i tipi di auto. I 4 sensori ad ultrasuoni anteriori e posteriori si attivano da soli nel corso delle manovre di parcheggio. La particolarità dei sensori anteriori è quella di azionarsi in media ogni 30 secondi, rimanendo attivi per un lasso di tempo che va dagli 8 ai 20 secondi, ogni volta che si rilascia il pedale del freno. I sensori più moderni sono anche capaci di rilevare gli ostacoli posti tra i 10 ed i 170 cm dall’auto. Alcuni dispositivi sono anche in grado di espletare una funzione diagnostica, potendo ad esempio rilevare automaticamente la presenza di sensori difettosi o montati in modo errato: in questo caso l’altoparlante avviserà il conducente, specificando di quale sensore si tratta. Va anche ricordato che questi dispositivi acustici si attivano anche quando altri autoveicoli si avvicinano pericolosamente all’auto parcheggiata. Questo segnale sonoro avverte della presenza del veicolo, dando anche l’impressione che il conducente si trovi all’interno dell’abitacolo. In sintesi, i sensori di parcheggio rappresentano senza dubbio un ottimo investimento che si traduce in una maggiore sicurezza sia per il conducente che per l’autovettura.

    Leggi tutto
  • 18 ott 2021

    TAV Milano – Venezia | Aggiornamento di ottobre della tratta Brescia Est – Verona

    di mobilita

    Torniamo a mostrarvi dopo circa un mese e mezzo gli aggiornamenti relativi ai lavori dell'alta velocità nella tratta Brescia - Verona rispetto all'aggiornamento di agosto. A Calcinato prosegue l'assemblamento della nuova struttura in acciaio del cavalcavia e si stanno realizzando le fondazioni di un secondo cavalcavia: Nel cantiere di Lonato Ovest la TBM "Martina" prosegue lo scavo della galleria. Nella zona a valle a valle del cantiere è stata ultimata e aperta al traffico la nuova viabilità Ci spostiamo nel cantiere di Lonato Est dove terminerà la galleria scavata con la TBM e dove sono in corso le attività di realizzazione della fossa di uscita. Da qui la talpa sarà smontata e spostata nuovamente nel cantiere di Lonato Ovest dove scaverà la seconda canna del tunnel. Questo cantiere di mese in mese mostra progressi notevoli. Lato monte non si notano particolari progressi. Lato valle il cantiere prosegue la sua avanzata verso Verona. Le due gallerie sono nel primo tratto già ultimate almeno strutturalmente e si è proseguito il riempimento dell'area tra le due gallerie. La viabilità alternativa realizzata nei mesi scorsi è stata smantellata ed è stata ripristinata la configurazione iniziale della strada: Lungo l'A4 quasi tutte le aree di cantiere vedono lavori in corso. Vi mostriamo una carrellata di immagini dai cantieri di Sirmione, Desenzano del Garda, Peschiera, San Martino della Battaglia, Castelnuovo del Garda, S. Giorgio in Salici. I lavori spaziano dalla realizzazione dei nuovi cavalcavia, alle opere propedeutiche alla costruzione della nuova sede ferroviaria, all'abbattimento di edifici per lasciare spazio alla costruendo ferrovia. Come da ultimi aggiornamenti dulcis in fundo vi mostriamo i lavori nei pressi di Sommacampagna. In zona Betlemme interessanti progressi, si sta sempre piú delineando la futura deviata che permetterà ai lavori di spostarsi lungo la linea storica, permettendo quindi di creare il collegamento tra vecchia e nuova linea. Deviata che sará poi dismessa una volta terminati i lavori. Vi lasciamo con un video riepilogativo: Ti potrebbero interessare anche: TAV Milano – Venezia | Aggiornamento di Agosto della tratta Brescia Est – Verona TAV Milano – Venezia | Aggiornamento di Luglio della tratta Brescia Est – Verona TAV Milano – Venezia | Aggiornamento di Giugno della tratta Brescia Est – Verona TAV Milano – Venezia | Aggiornamento di Maggio della tratta Brescia Est – Verona TAV Milano – Venezia | Aggiornamento di Aprile della tratta Brescia Est – Verona TAV Milano – Venezia | Aggiornamento di Marzo della tratta Brescia Est – Verona TAV Milano – Venezia | Aggiornamento di Febbraio della tratta Brescia Est – Verona TAV Milano – Venezia | Aggiornamento di Gennaio della tratta Brescia Est – Verona TAV Milano – Venezia | Aggiornamento di Dicembre della tratta Brescia Est – Verona TAV Milano – Venezia | Aggiornamento di Ottobre della tratta Brescia Est – Verona TAV Milano – Venezia | Aggiornamento di Settembre della tratta Brescia Est – Verona TAV Milano – Venezia | Aggiornamento di Agosto della tratta Brescia Est – Verona TAV Milano – Venezia | Aggiornamento di Luglio della tratta Brescia Est – Verona TAV Milano – Venezia | Aggiornamento di Giugno della tratta Brescia Est – Verona TAV Milano – Venezia | Aggiornamento di Maggio della tratta Brescia Est – Verona TAV Milano – Venezia | Aggiornamento di Febbraio della tratta Brescia Est – Verona Per rimanere sempre in contatto con Mobilita.org i nostri canali:  Sito internet: http://mobilita.org  Fanpage: https://www.facebook.com/mobilita.org/  Instagram: https://www.instagram.com/mobilita_org/  Twitter: https://twitter.com/mobilita_org  Canale Telegram: https://t.me/mobilita

    Leggi tutto

Leggi tutti