Ultimi post
  • 11 ott 2019

    American Airlines prevede la ripresa del servizio commerciale con il Boeing 737 MAX nel gennaio 2020

    di mobilita

    American Airlines prevede che gli imminenti aggiornamenti software del Boeing 737 MAX porteranno alla ricertificazione dell’aeromobile entro la fine dell’anno e alla ripresa del servizio commerciale nel gennaio 2020. La compagnia è in costante contatto con la Federal Aviation Administration (FAA) e il Department of Transportation (DOT). La compagnia comunica che tutti i clienti prenotati su un MAX fino al 6 gennaio saranno automaticamente allocati sugli stessi voli operati da un 737-800 con la stessa configurazione dei posti. Non sarà richiesto alcun cambio di prenotazione aggiuntivo. Riguardo i clienti prenotati su un MAX dal 7 gennaio al 15 gennaio, la maggior parte di loro sarà sistemata sullo stesso volo operato da un diverso tipo di aeromobile, che può includere un 737-800 o Airbus. A partire dal 13 ottobre, il team di prenotazioni e vendite di American contatterà i clienti che sono interessati da eventuali cancellazioni di voli. I clienti che hanno prenotato tramite un agente di viaggio saranno contattati direttamente dalla loro agenzia. A partire dal 16 gennaio American prevede di passare lentamente al MAX per il servizio commerciale e aumenterà i voli sull’aereo per tutto il mese e durante febbraio. Dal momento che American pianificherà lentamente e gradualmente il ritorno alle operazioni del MAX, ulteriori perfezionamenti dello schedule potrebbero verificarsi fino al 12 febbraio. I clienti interessati verranno contattati direttamente.

    Leggi tutto
  • 10 ott 2019

    Trenitalia: dieci milioni di persone in più scelgono il servizio regionale

    di mobilita

    Dieci milioni di persone in più (+2,8%) sui treni regionali nei primi nove mesi del 2019, rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. Oltre un milione in più (+3,4%) a settembre 2019 rispetto a settembre 2018. Cresce anche la puntualità percepita dai viaggiatori: nove treni regionali su dieci (91,6%) arrivano entro i cinque minuti. Crescita annuale pari a due punti percentuali. Sono i principali numeri dei primi nove mesi dell’anno per il trasporto ferroviario regionale e metropolitano di Trenitalia (Gruppo FS Italiane). A ciò si aggiunge una crescita costante della customer satisfaction: 87 viaggiatori su 100 sono soddisfatti del viaggio nel suo complesso (87,4%), circa due punti percentuali in più rispetto a settembre 2018. L’ultima indagine demoscopica, commissionata da Trenitalia a una società esterna, registra risultati in aumento anche per tutti gli altri indicatori: pulizia (75,5% di gradimento, +3,1), comfort (87,5%, +2,7), puntualità (79,2%, +2,2), permanenza a bordo (88,8%, +1,9), informazioni a bordo treno (84,4%, +1,8) e security (83,5%, +1,5). Circa 600 addetti di customer care offrono assistenza, informazione e security a tutti i passeggeri del trasporto regionale, sia a bordo sia sulla banchina prima della partenza, per i treni che circolano negli orari di punta e nelle stazioni con i maggiori flussi di traffico. Il servizio, avviato a novembre 2018, ha introdotto nel trasporto regionale alcuni plus che erano prerogativa delle Frecce. Negli ultimi mesi, inoltre, i viaggiatori stanno conoscendo i nuovi treni regionali Rock e Pop. Da maggio ad oggi 28 nuovi treni circolano sui binari dell’Emilia-Romagna, entro fine anno i nuovi convogli saranno a disposizione dei pendolari di Veneto, Liguria, Marche e Sicilia. Successivamente in tutte le altre regioni italiane. I Rock e Pop fanno parte di una maxi fornitura di 600 nuovi treni regionali per un investimento economico complessivo di sei miliardi di euro che garantiranno il rinnovo dell’80% dell’intera flotta regionale di Trenitalia. Nuovi treni, ma non solo. Trenitalia è da sempre attenta alle esigenze delle persone e per questo favorisce l’intermodalità con servizi differenziati che soddisfano le esigenze di mobilità dei viaggiatori. Fra questi, i collegamenti con gli aeroporti come il Ciampino AirLink o il Treviso AirLink. Si incentiva così lo shift modale dai mezzi privati a soluzioni integrate ferro/gomma, agevolando gli spostamenti smart e le modalità di acquisto dei biglietti e invogliando i viaggiatori a lasciare l’auto privata a casa scegliendo i trasporti pubblici, più convenienti, sicuri e sostenibili. Ciò ha permesso di incrementare il numero di persone che ha scelto il treno regionale anche per gli spostamenti nei fine settimana e durante le festività. Il trasporto regionale su ferro registra un trend in crescita confermando l’attenzione costante del Gruppo FS verso le esigenze del milione e mezzo di persone che, ogni giorno, viaggiano sui convogli di Trenitalia. Risultati che sottolineano, inoltre, come il trasporto regionale e metropolitano nel suo complesso sia il perno di tutte le attività del Gruppo e al centro del Piano industriale 2019–2023.

    Leggi tutto

Leggi tutti