Ultimi post
  • 01 lug 2016

    L'originalità alla fermata del bus: quanto possiamo imparare dagli altri?

    di Giulio Di Chiara

    Quanti monumenti conta l'Italia probabilmente non lo sanno nemmeno al Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo.  Spesso tanti di essi non vengono valorizzati come meriterebbero o addirittura gravano in condizioni di degrado. La valorizzazione è spesso un tema molto sentito e in auge nei dibattiti che altrettanto spesso si arenano difronte alla mancanza di risorse. Con questo articolo vogliamo imparare dagli altri. Precisamente dagli austriaci. In foto, una parete trasparente di una fermata del trasporto pubblico riproduce il disegno di come era in origine questa porta storica, giocando con la prospettiva del monumento stesso. Un bel modo di utilizzare al meglio il tempo durante l'attesa del bus, in modo creativo, per niente invadente e sicuramente originale. In Italia quanto saremmo capaci di rispettare un'installazione del genere senza imbrattarla immediatamente con un "forza juve" o "ciccia ti amo" ? Ma soprattutto quanto sono aperti alle novità low cost i nostri amministratori? C'è sempre bisogno di spendere migliaia di euro per creare qualcosa di utile, efficace e bello? A volte basta copiare.  

    Leggi tutto
  • 07 giu 2016

    Svezia: al via la sperimentazione delle autostrade elettriche

    di Andrea Baio

    Tra qualche giorno partirà in Svezia, lungo un tratto di 2 km dell'autostrada E16, una sperimentazione che mira a ridurre fortemente l'impatto in termini di inquinamento atmosferico prodotto dai mezzi pesanti che trasportano quotidianamente le merci. L'idea è partita già tempo fa negli USA, precisamente a Los Angeles, con l'obiettivo di collegare il porto a un deposito merci. La sperimentazione prevede l'utilizzo di veicoli Scania dotati di pantografo (esattamente con i sistemi tranviari, ferroviari e filobus) che consentirà l'apporto di energia elettrica al veicolo. Il pantografo "intelligente" si abbassa una volta che il veicolo abbandona la corsia elettrificata tramite catenaria, per effettuare ad esempio un sorpasso. I veicoli pertanto sono ad alimentazione ibrida. Tuttavia, se la sperimentazione andasse a buon fine, si aprirebbe un nuovo mercato dove la Germania in primis sarebbe disposta ad investire molto. Le perplessità tuttavia non sono poche. I costi di produzione per corsie elettrificate sono infatti molto alti (nell'ordine del milione di euro a chilometro), e potrebbero diventare un problema non indifferente su larga scala. Inoltre, c'è da chiedersi quanto sia il risparmio effettivo in termini di inquinamento atmosferico, dato che il problema in realtà viene solo spostato altrove; infatti, l'energia elettrica è prodotta dai carburanti fossili. Pertanto, si risparmierebbe inquinamento atmosferico nei centri urbani, che verrebbe però dirottato nei centri di produzione.

    Leggi tutto

Leggi tutti