Ultimi post
  • 20 gen 2020

    MADONNA DI CAMPIGLIO | Via libera al progetto di una nuova telecabina

    di mobilita

    Una telecabina a 10 posti denominata “Fortini – Pradalago” in sostituzione dell’attuale seggiovia quadriposto e una nuova area parcheggio da destinare a zona di interscambio per i pulmini. E’ il progetto che sarà realizzato dalle Funivie Madonna di Campiglio spa e per il quale il Comune di Pinzolo aveva chiesto, lo scorso 24 settembre, l'autorizzazione a realizzarlo in deroga alle norme di attuazione del Piano Regolatore Generale. La Giunta provinciale, con una delibera proposta dal vicepresidente, Mario Tonina, ha dato il proprio assenso alla richiesta avanzata dal Comune della Val Rendena. La nuova telecabina si è resa necessaria in quanto l'attuale seggiovia ha una portata non più sopportabile visto il numero di passaggi, inoltre, il nuovo parcheggio porterà ad un incremento della sicurezza, dato che l'attuale area di parcheggio è prossima alla strada provinciale. Particolarmente rilevante risulta essere la ridistribuzione dei flussi degli sciatori sulla zona Fortini con lo spostamento della stazione di valle della nuova telecabina sul lato opposto della strada statale SS 239. In ordine al rilascio della deroga si era espresso favorevolmente anche il Consiglio comunale di Pinzolo.  

    Leggi tutto
  • 19 gen 2020

    Alitalia, via a otto aeromobili per ridurre i costi

    di mobilita

    Giancarlo Zeni, nuovo direttore generale di Alitalia, cerca di abbassare i costi della compagnia, visto le perdite di circa 2 milioni di euro al giorno, eliminando 8 aeromobili e rivedendo tutti i contratti di leasing che attualmente incidono tra i 20 e i 28 milioni di euro al mese. Verrebbero di conseguenza a mancare almeno mille posti di lavoro e, per ridurre al minimo l'impatto sociale, si sta pensando ad incentivi come il prepensionamento. Si sta inoltre pensando ad una newco, che dovrebbe acquisire Alitalia, con la formazione di tre attivita, una dedicata al volo, una alla manutenzione e l’ultima all’handling. I tempi sono strettissimi, entro il 31 maggio Alitalia deve restituire i 400 milioni appena concessi ed entro quella data bisogna restituire una compagnia ripianata dai debiti per invogliare nuovi soci ad investire. Ma sembra comunque difficile una cessione della compagnia entro questa data nonostante l'interesse di Lufthansa e Delta.    

    Leggi tutto

Leggi tutti