Articolo
09 nov 2017

Alstom firma contratto per produzione di 14 treni a idrogeno

di mobilita

Tutti d'accordo: il treno del futuro sarà alimentato a idrogeno, sarà completamente privo di emissioni e inizierà il suo primo servizio passeggeri in Bassa Sassonia. Si chiama "Coradia iLint" ed è realizzato da Alstom per l'Autorità dei trasporti locale della Bassa Sassonia (Landesnahverkehrsgesellschaft Niedersachsen, LNVG). In totale, 14 treni a cella a combustibile saranno costruiti nel sito di Salzgitter, per trasportare i viaggiatori tra Cuxhaven, Bremerhaven, Bremervörde e Buxtehude a partire dal dicembre 2021. Sono destinati a sostituire le unità multiple a trazione diesel dell'autorità dei trasporti Elbe-Weser-Verkehrsbetriebe (evb) e ad azzerare l'emissione di inquinanti nel servizio quotidiano. L'alimentazione del treno a idrogeno sarà assicurata da una propria stazione di ricarica del Gruppo Linde. Coradia iLint può coprire fino a 1.000 chilometri con un "pieno", raggiungendo una velocità massima di 140 km/h. Giovedì, alla presenza della stampa, i dirigenti di LNVG, Alstom e Linde hanno sottoscritto i contratti per la consegna dei 14 treni a cella a combustibile, con relativa manutenzione trentennale e fornitura di energia, a Wolfsburg. Olaf Lies, Ministro dell'economia e dei trasporti della Bassa Sassonia, aveva invitato i suoi colleghi alla firma di questo contratto in occasione della conferenza dei ministri dei trasporti, perché potessero farsi un'idea in prima persona del prototipo di Coradia iLint, che inizierà la fase pilota sulla rete di evb nella primavera del 2018, insieme a un secondo veicolo.  A Wolfsburg, il Ministro dei trasporti Lies ha consegnato la comunicazione ufficiale del finanziamento ai due responsabili di LNVG, Hans-Joachim Menn e Klaus Hoffmeister. LNVG acquisterà i treni Coradia iLint per il proprio pool di veicoli, affittandoli poi a un operatore ferroviario. La manutenzione dei treni a cella a combustibile sarà curata da Alstom nel deposito evb di Bremervörde, che sarà ampliato per questo scopo Gian Luca Erbacci, Senior Vice President per l'Europa di Alstom, ha affermato a Wolfsburg: "Questo giorno rappresenta una vera rivoluzione del trasporto ferroviario e un cambiamento epocale verso un sistema di mobilità pulito. Per la prima volta al mondo, un treno passeggeri regionale alimentato a idrogeno sostituirà i treni diesel, senza generare emissioni, con le stesse prestazioni di un treno regionale normale e un'autonomia fino a 1.000 chilometri. Alstom è orgogliosa di avere sviluppato il suo treno Coradia iLint a Salzgitter, in Bassa Sassonia. Siamo grati al governo federale tedesco e al governo regionale della Bassa Sassonia per il costante supporto e la fiducia nelle forti capacità di innovazione di Alstom". Ti potrebbero interessare: Trenitalia inizierà la sperimentazione dei treni ad Idrogeno Test positivo per il primo treno ad idrogeno Alstom Il primo treno a idrogeno del mondo correrà in Germania dal 2017

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
02 nov 2016

Il primo treno a idrogeno del mondo correrà in Germania dal 2017

di Roberto Lentini

La Germania sarà il primo Paese al mondo ad inaugurare un treno passeggeri a idrogeno e a emissioni zero. Si chiamerà Coradia iLint ed è stato progettato, in soli due anni, dalla società francese Alstom. Entrerà in servizio sui binari della linea Buxtehude-Bremervörde-Bremerhaven-Cuxhaven, in Bassa Sassonia, già a partire da dicembre 2017. Nel cuore di Coradia iLint c’è la tecnologia ‘hydrail’, una combinazione di fuel cell a idrogeno, batterie e sistemi di stoccaggio in sostituzione al diesel power pack che permette una resa equivalente a quella dell’unità elettrica multipla. Sul tetto saranno posizionate delle celle a combustibile a idrogeno, ed inoltre saranno collocati dei punti di rifornimento lungo le linee ferroviarie, senza alcun bisogno di ulteriori interventi infrastrutturali o adeguamenti delle linee. Le sue uniche emissioni saranno vapore e acqua di condensa. Con un pieno, afferma la società, la nuova locomotiva potrà percorrere tra i 600 e gli 800 chilometri, raggiungendo una velocità massima di 140 km / h. Ancora non si conoscono i costi di questo nuovo treno ma secondo Die Welt  dovrebbero essere sensibilmente più alti rispetto ai treni tradizionali. Sarà comunque una straordinaria alternativa eco-friendly ai treni diesel ancora utilizzati in tutta la Germania, che sta suscitando l'interesse  di altri Länder come il Baden-Württemberg, l’Hessen e il Nordrhein-Westfalen, ma anche paesi come l’Olanda, la Danimarca e la Norvegia.  In Italia ci potrebbero essere interessanti possibilità di sviluppo considerando che ancora migliaia di chilometri di tratte non sono elettrificate ed il treno ad idrogeno potrebbe essere una valida alternativa al diesel.

Leggi tutto    Commenti 0