Articolo
15 ago 2018

SAVONA | Entro il 2019 restyling del Palacrociere e due nuovi finger

di mobilita

Miglioramenti funzionali e un nuovo restyling della stazione marittima: Costa Crociere ha presentato recentemente all’ADSP Genova-Savona il progetto di adeguamento di alcune parti del primo palacrociere costruito nel 2003, affinchè possa meglio rispondere alle esigenze dettate dai maggiori flussi di passeggeri soprattutto per quanto concerne la gestione dei controlli di sicurezza   Firmato dallo Studio Vicini Architetti di Genova, prevede infatti, la risistemazione dell'area Rx e check-in e la costruzione di un cubo di vetro sul terrazzo lato città per consentire una maggiore fruibilità dello spazio dedicato ai passeggeri. Via la fontana al primo piano, mentre la statua che era stata collocata davanti al check in troverà posto a piano terra; tra le parti ammezzate verrà costruita una passerella mentre una costruzione in vetro amplierà la zona di accoglienza dei crocieristi sul lato ovest dell’attuale stazione marittima. Il progetto prevede anche la sostituzione dei due fingers esistenti a servizio delle operazioni di imbarco/sbarco passeggeri con altrettanti di maggiori dimensioni e adatti alle caratteristiche delle nuove navi della flotta di Costa Crociere. Il costo degli interventi di adeguamento previsti si aggira sui 5 milioni di euro.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
15 ago 2018

Crollo ponte Morandi, treni straordinari per favorire la mobilità nel nodo Genova

di mobilita

Per favorire la mobilità nel nodo di Genova, a seguito del crollo del ponte autostradale Morandi, domani, mercoledì 15 agosto, saranno assicurate corse aggiuntive fra Genova Voltri e Genova Brignole. Di seguito il dettaglio dei treni straordinari Trenitalia: 21030 - GENOVA BRIGNOLE - GENOVA VOLTRI - 09:56/10:34 21040 - GENOVA BRIGNOLE - GENOVA VOLTRI - 11:56/12:34 21048 - GENOVA BRIGNOLE - GENOVA VOLTRI - 13:56/14:34 24720 - GENOVA BRIGNOLE - GENOVA VOLTRI - 05:40/08:34 21024 - GENOVA BRIGNOLE - GENOVA VOLTRI - 08:26/09:04 21034 - GENOVA BRIGNOLE - GENOVA VOLTRI - 10:26/11:04 21042 - GENOVA P.PRINC. - GENOVA VOLTRI - 12:34/13:04 21050 - GENOVA BRIGNOLE - GENOVA VOLTRI - 14:26/15:04 21046 - GENOVA BRIGNOLE - GENOVA VOLTRI - 13:27/14:04 21054 - GENOVA P.PRINC. - GENOVA VOLTRI - 15:34/16:04 21062 - GENOVA BRIGNOLE - GENOVA VOLTRI - 17:26/18:04 21070 - GENOVA BRIGNOLE - GENOVA VOLTRI - 19:26 /20:04 21029 - GENOVA VOLTRI - GENOVA BRIGNOLE  - 08:56/ 09:35 21037 - GENOVA VOLTRI - GENOVA BRIGNOLE   - 10:56/11:35 21045 - GENOVA VOLTRI -  GENOVA BRIGNOLE  - 12:56/13:35 21053 - GENOVA VOLTRI -  GENOVA BRIGNOLE - 14:56/15:35 11227 - GENOVA VOLTRI -  GENOVA P.PRINC. - 11:24/11:49 21031 - GENOVA VOLTRI -  GENOVA BRIGNOLE - 09:26/10:05 21047 - GENOVA VOLTRI -  GENOVA BRIGNOLE - 13:26/14:05 21055 - GENOVA VOLTRI -  GENOVA BRIGNOLE - 15:26/16:05 21059 - GENOVA VOLTRI - GENOVA BRIGNOLE - 16:26/17:01 21067 - GENOVA VOLTRI - GENOVA BRIGNOLE - 18:26/19:05 21075 - GENOVA VOLTRI - GENOVA BRIGNOLE - 20:26/21:07 21077 - GENOVA VOLTRI - GENOVA P.PRINC. - 14:26/14:50

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
15 ago 2018

Crollo ponte Morandi, la viabilità alternativa

di mobilita

Sulla A10 Genova-Savona, tra il bivio per la A7 Milano-Genova e Genova Aeroporto, in entrambe le direzioni, si è resa necessaria la chiusura del tratto a seguito del crollo di una parte del viadotto Polcevera. Percorsi alternativi: Chi da Savona è diretto a Genova o Livorno può utilizzare la A26 Genova-Gravellona Toce, successivamente la D26 Diramazione Predosa Bettole e la A7 Milano-Genova in direzione Genova. Chi da Livorno e Genova è diretto a Savona, può percorrere la A7 Milano-Genova, seguire le indicazioni per la D26 Diramazione Predosa-Bettole per poi immettersi sulla A26 Genova-Gravellona Toce in direzione Genova e proseguire per Savona. Coloro che sono diretti al porto di Genova e provengono da Milano o Livorno, possono percorrere la A7 Milano-Genova ed uscire a Genova ovest, percorso inverso per chi dal porto è diretto verso Milano o Livorno. L'aeroporto di Genova è raggiungibile dalla A10 utilizzando l'uscita di Genova Aeroporto per chi proviene da Ventimiglia; invece chi proviene da Milano o Livorno deve uscire a Genova ovest sulla A7 Per le lunghe percorrenze, dal Frejus/Traforo del Monte Bianco verso il corridoio Tirrenico si consiglia la A21 Torino-Piacenza-Brescia proseguire in A1 verso sud per poi percorrere la A15 Parma-La Spezia percorso inverso in direzione Frejus e Traforo del Monte Bianco. Chi da Ventimiglia è diretto verso il corridoio Adriatico può percorrere la A10 fino a Savona, proseguire sulla A6 Torino-Savona e successivamente sulla A21 Torino-Piacenza-Brescia e quindi a seconda della destinazione percorrere la A4 Torino-Trieste, o la A1 Milano-Napoli e quindi la A14 Bologna-Taranto.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
14 ago 2018

NODO DI GENOVA | Riprende parzialmente la circolazione su alcune linee ferroviarie dopo crollo ponte Morandi

di mobilita

Riprende molto rallentata la circolazione su alcune linee dopo crollo ponte autostradale fra Genova Rivarolo e Genova Sampierdarena   Aggiornamento ore 17 Linea Genova Piazza Principe – Arquata Scrivia (direzioni Torino e Milano): circolazione attiva ma rallentata, con ritardi medi di 60 minuti con punte massime fino a 120, e alcune cancellazioni di treni regionali. Linea Genova – Savona – Ventimiglia: circolazione attiva. Linea Ovada – Genova Piazza Principe: circolazione ancora sospesa fra Genova Borzoli e Genova Piazza Principe. Trenitalia ha attivato un servizio sostitutivo con autobus fra Ovada e Genova Voltri. Trenitalia ha potenziato i servizi di informazione e assistenza ai viaggiatori nelle stazioni del nodo di Genova, Torino e Milano. Aggiornamento ore 13.45 Linea Genova – Savona – Ventimiglia: circolazione riattivata. Linea Genova Piazza Principe – Arquata Scrivia (direzioni Torino e Milano): circolazione riattivata con rallentamenti e alcune cancellazioni di treni regionali. Linea Ovada – Genova Piazza Principe: circolazione ancora sospesa fra Genova Borzoli e Genova Piazza Principe. Ore 11.40 Dalle 11.40 il traffico ferroviario nel nodo di Genova è sospeso per il crollo del ponte autostradale Morandi fra Genova Rivarolo e Genova Sampierdarena. Trenitalia informa che è in corso la riprogrammazione dell’offerta commerciale con cancellazioni, limitazioni e variazioni di percorso.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
14 ago 2018

GENOVA | Crolla parte del ponte Morandi sull’autostrada A10

di mobilita

Crolla parte del ponte Morandi sull'autostrada A10 ed entrambe le carreggiate sono precipitate al suolo per circa cento metri.   Potrebbero esserci feriti e molte auto coinvolte. Dalle prime informazioni sarebbe stato un cedimento strutturale a provocare il crollo di parte del viadotto e sarebbe avvenuto nel tratto che sovrasta via Walter Fillak, nella zona di Sanpierdarena. 15 AGOSTO AGGIORNAMENTO ORE 10:00 Gli ultimi dati della Prefettura parlano di 37 vittime, di cui cinque non ancora identificate. I feriti sono 16, di cui 12 in codice rosso. 14 AGOSTO AGGIORNAMENTO ORE 15:30 Il capo della protezione civile Borrelli ha comunicato che i morti finora accertati sono 20 e 13 i feriti. Il dato, ha detto Borrelli, sembra comunque destinato a salire. Al momento del crollo sul ponte Morandi di Genova stavano transitando circa 30 autovetture ad alcuni mezzi pesanti.  AGGIORNAMENTO ORE 13:51 Il Viminale, riferisce di 11 morti accertati al momento, mentre sono sei i feriti estratti dalle macerie, di cui tre molto gravi.  AGGIORNAMENTO ORE 13:42 Per i soccorritori le vittime potrebbero essere una decina AGGIORNAMENTO ORE 13:27  Un primo ferito è stato estratto vivo dalle macerie e trasferito al vicino ospedale AGGIORNAMENTO ORE 12:58 Dalle 11.40 il traffico ferroviario nel nodo di Genova è sospeso per il crollo del ponte autostradale Morandi fra Genova Rivarolo e Genova Sampierdarena. Trenitalia informa che è in corso la riprogrammazione dell’offerta commerciale con cancellazioni, limitazioni e variazioni di percorso. AGGIORNAMENTO ORE 12:54  Secondo il quotidiano di Genova Il Secolo XIX ci sono vittime AGGIORNAMENTO ORE 12:50 Ci sarebbero una decina di mezzi coinvolti nel crollo del ponte autostradale Morandi sul Polcevera a Genova. Lo riferiscono i soccorritori. AGGIORNAMENTO ORE 12:30 Chiuso il tratto tra il bivio A7 Milano-Genova e Genova Aereoporto in entrambe le direzioni.       

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
12 ago 2018

FIRENZE | Parere tecnico favorevole per il Masterplan dell’aeroporto Amerigo Vespucci

di mobilita

La giunta di Palazzo Vecchio ha espresso parere favorevole al masterplan dell’aeroporto Amerigo Vespucci di Firenze presentato da Toscana Aeroporti. L’ok è arrivato nel corso dell’ultima seduta ed è subordinato all’adempimento di alcune prescrizioni. L’atto dovrà poi passare all’esame del Consiglio comunale, come richiesto dal ministero delle Infrastrutture e dei trasporti nella nota di convocazione alla conferenza dei servizi del prossimo 7 settembre. La pronuncia di compatibilità ambientale da parte del ministero dell’Ambiente era arrivata il 28 dicembre 2017. Il Comune di Firenze, con la delibera di oggi, prende atto dei contenuti del parere tecnico espresso sul masterplan, sulla base della documentazione trasmessa da Enac. L’area di coordinamento tecnica e la direzione generale hanno redatto il parere in un unico documento, comprensivo dei pareri espressi dalla direzione Urbanistica, dalla direzione Ambiente e dalla direzione Nuove infrastrutture e mobilità. In merito alle prescrizioni nel documento si ricorda, tra l’altro, che fin dall’approvazione del piano strutturale il Consiglio comunale di Firenze si era espresso favorevolmente rispetto alla riqualificazione dell’aeroporto con una pista orientata come quella oggi prevista nel masterplan. Il parere prevede altresì alcune raccomandazioni/prescrizioni e/o verifiche in tema di mobilità. Tutto ciò anche in considerazione dell’adeguamento dello svincolo di Peretola, della circolazione su viale Guidoni e viale XI Agosto e del previsto prolungamento della pista ciclabile di via Perfetti Ricasoli fino all’intersezione con viale XI Agosto. Sempre in tema di ciclabilità, si chiede di realizzare il collegamento fra l’attuale pista di via Pratese e la viabilità principale dell’intervento aeroportuale. 

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
11 ago 2018

Caos sullo stretto di Messina, chiuso lo svincolo di Villa San Giovanni direzione sud

di mobilita

Sull'A2 "Autostrada del Mediterraneo", a causa delle difficoltà nelle operazioni di traghettamento sullo Stretto di Messina e in accordo con le linee operative predisposte di concerto con la Prefettura di Reggio Calabria, allo svincolo di Villa San Giovanni è stata decretata la fase di emergenza di terzo livello, con chiusura dello svincolo autostradale per i veicoli provenienti da nord. Attualmente, i tempi di attesa per imbarcarsi sono stimati in circa tre ore e, in autostrada, la coda ha raggiunto lo svincolo di Santa Trada. I veicoli provenienti da nord e diretti in Sicilia vengono deviati al successivo svincolo di Campo Calabro, per reimmettersi in autostrada in direzione nord. Da parte del personale Anas sono in distribuzione bottigliette d'acqua agli automobilisti in attesa.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
08 ago 2018

AEROPORTO GENOVA | Il 2018 è l’anno dei record con un incremento del 25%

di mobilita

Luglio si conferma il mese più trafficato nella storia del Cristoforo Colombo. Continua l’exploit dei voli internazionali: nei primi sei mesi dell’anno passeggeri in aumento del 25%. Prossimo obiettivo: migliore esperienza di viaggio per chi parte e arriva all’Aeroporto di Genova Continua la crescita a doppia cifra dell’Aeroporto di Genova. Grazie ai nuovi collegamenti avviati nei mesi scorsi, il traffico passeggeri aumenta del 12,2% dei primi sei mesi dell’anno. Luglio è stato il mese record nella storia del Cristoforo Colombo, con 169.519 passeggeri e un incremento del 24,7% rispetto allo stesso mese del 2017. Ancora particolarmente positivi i dati dei voli internazionali: se nei primi sei mesi dell’anno l’Aeroporto di Genova ha registrato un +25,4% (contro una media nazionale del 7,5%), nel solo mese di giugno l’incremento è stato del 39,8% (mentre a livello nazionale la media è rimasta al 7,5%). Risultati che sono stati presentati questa mattina alla presenza del Sindaco di Genova, Marco Bucci, del Presidente della Regione, Giovanni Toti, del Presidente dell’autorità di Sistema Portuale del Mar Ligure Occidentale, Paolo Emilio Signorini, e del Sottosegretario ai Trasporti e alle Infrastrutture, e Vice Ministro in pectore, Edoardo Rixi. «Il lavoro fatto in questo ultimo anno è stato notevole e oggi se ne vedono i risultati. – ha detto Paolo Emilio Signorini, Presidente dell’Autorità di Sistema Portuale del Mar Ligure Occidentale – Ora che l’aeroporto ha dimostrato di poter crescere in maniera significativa, le istituzioni locali possono aiutarci a superare ulteriori sfide come quella del collegamento tra terminal e ferrovia e quelle che riguardano l’integrazione tra aeroporto e città». Il 2018 si conferma come l’anno della svolta per il Cristoforo Colombo, passato dalle 25 rotte dirette del 2017 alle 39 di quest’anno. Tra le novità, i collegamenti con Copenaghen (SAS), Madrid, Mykonos, Lamezia Terme e Lampedusa (Volotea), che si sono affiancati alle nuove rotte verso Gran Bretagna (Londra Luton, Manchester e Bristol) e Germania (Berlino, con easyJet, in aggiunta a Monaco e Francoforte di Lufthansa). Tra le novità anche il collegamento con Atene di Aegean Airlines (in aggiunta a quello di Volotea) e i charter da Glasgow e Tel Aviv. Il 2018 ha visto anche un potenziamento dei collegamenti esistenti, come quello per Amsterdam (il volo, giornaliero, ha visto l’introduzione della doppia frequenza nel fine settimana) e quello per Parigi (sempre in estate, Air France ha incrementato l’offerta di posti su volo da Genova, tre volte al giorno).Le giornate di traffico record (il 17 giugno sono transitati dall’aeroporto 6.105 passeggeri) hanno messo in evidenza i limiti capacitivi dell’aerostazione, il cui ampliamento non è ulteriormente differibile. Inoltre, tra le richieste dei viaggiatori emerse da un’indagine online condotta tra fine luglio e inizio agosto tra oltre 800 partecipanti, ci sono migliori collegamenti con la città e l’incremento delle aree commerciali e di ristorazione: temi sui quali il Cristoforo Colombo ha già avviato diversi interventi (tra i quali il potenziamento del servizio Volabus e i24 da parte di AMT, il nuovo ufficio informazioni turistiche di Comune e Regione al piano arrivi, i nuovi punti di ristorazione al piano partenze, l’apertura della parafarmacia, nuova segnaletica, nuovi elementi di arredo e di accesso all’area ritiro bagagli). La rinnovata Genova Lounge ha visto un incremento di accessi del 71% tra gennaio e giugno: un segnale di forte apprezzamento per la nuova sala e per i suoi servizi. «I dati di traffico di questi mesi dimostrano che il lavoro avviato sta portando risultati importanti. – ha detto Paolo Odone, Presidente dell’Aeroporto di Genova – La nostra intenzione è quella di proseguire il percorso di ampliamento delle rotte da e per Genova, ma anche di continuare a migliorare i servizi in aeroporto per rendere sempre più piacevole l’esperienza di chi viaggia da e per il Cristoforo Colombo». «L’Aeroporto di Genova è tornato a decollare, sono contento che abbia intrapreso questa strada. – ha dichiarato Marco Bucci, Sindaco di Genova – Da parte mia, auspico un ulteriore della clientela business. Un ringraziamento al management per i risultati raggiunti, che ora ci aspettiamo proseguano anche nei prossimi anni». «Quando siamo entrati in carica l’Aeroporto di Genova stava scivolando verso il milione di passeggeri, oggi è ragionevole darsi come traguardo quello dei due milioni entro il 2020 – ha affermato Giovanni Toti, Presidente della Regione – Ora dobbiamo individuare un percorso che dia continuità per il futuro, con il rinnovo della concessione, e proseguire con l’ampliamento del terminal e il collegamento con la ferrovia. Oggi però celebriamo questi risultati, anche perché se l’aeroporto cresce significa che è tutta la regione a crescere».«Avere un aeroporto è fondamentale per il territorio. – ha detto Edoardo Rixi, Sottosegretario e Vice Ministro in pectore ai Trasporti e alle Infrastrutture – In prospettiva ci sono molti temi importanti, come il rinnovo della concessione e il collegamento con la ferrovia. Ora è il momento di mettere in sinergia aeroporto, merci e crociere, senza dimenticare le peculiarità del Cristoforo Colombo, come la vicinanza al porto, e il suo ruolo a servizio delle attività di protezione civile». I VOLI DELL’ESTATE 2018 - Elenco dei voli all’indirizzo www.airport.genova.it/destinazioni Nazionali: Alghero, Brindisi, Cagliari Catania Bari, Lamezia Terme, Lampedusa, Napoli (Volotea), Olbia (Volotea e Alitalia), Roma (Alitalia). Internazionali: Amsterdam (KLM), Atene (Volotea e Aegean Airlines), Barcellona (Vueling), Berlino (easyJet), Bristol (easyJet), Bucarest (Ernest Airlines), Copenaghen (SAS), Francoforte (Lufthansa), Ibiza (Volotea), Londra Stansted (Ryanair), Londra Gatwick (British Airways), Londra Luton (easyJet), Madrid (Volotea), Manchester (easyJet), Minorca (Volotea), Mykonos (Volotea), Monaco (Lufthansa), Mosca (S7 Airlines), Palma di Maiorca (Volotea), Parigi (Air France), Santorini (Volotea), Tirana (blu-express). OLTRE 600 DESTINAZIONI NEL MONDO CON UNO SCALO Grazie ai collegamenti con gli hub di Parigi, Amsterdam, Monaco, Francoforte, Roma, Copenaghen, Atene, Londra, Mosca e Barcellona, ogni giorno è possibile volare da Genova verso oltre 600 destinazioni nel mondo con un solo scalo (contro le 400 destinazioni raggiungibili nel 2017).

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
08 ago 2018

Piano Cortina 2021, Anas: al via ‘info-cantieri’, la cartellonistica che spiega i lavori in corso

di mobilita

Al via ‘info-cantieri’, il programma di informazione on-site degli utenti della strada che tramite l’installazione di apposita cartellonistica, in prossimità dei cantieri del Piano di potenziamento della viabilità per i Mondiali di sci di Cortina 2021, illustra sia in maniera iconografica che testuale la tipologia e la durata degli interventi in corso nonché i benefici che i lavori porteranno agli automobilisti. L’obiettivo è di informare in maniera immediata sui cantieri attivi chi sta percorrendo il tratto stradale. “Con il programma ‘info-cantieri’ – ha dichiarato il Commissario di Governo e Presidente di Anas, Ennio Cascetta– abbiamo voluto dare un ulteriore segnale di attenzione e impegno nei confronti del territorio e degli utenti in viaggio da e per Cortina. Impegno che ci vede in prima fila anche per la realizzazione delle attività previste nel Piano. I tempi di attuazione del Piano e delle procedure di affidamento dei lavori sono in linea con le previsioni. Abbiamo già avviato 7 cantieri per un investimento totale di oltre 7 milioni di euro. Altri 18 interventi, per un investimento di oltre 15 milioni di euro, sono già stati aggiudicati e saranno avviati al termine della stagione estiva, entro la prima metà di settembre, seguendo le indicazioni del tavolo istituito in Prefettura per la gestione delle criticità legate alla cantierizzazione”.   In particolare, l’attuazione del Piano, che prevede investimenti per oltre 170 milioni euro interamente finanziati, sta procedendo secondo quanto programmato, fatta eccezione per le 4 varianti di Tai, Valle, San Vito e Cortina, i cui tempi di approvazione sono legati all’espletamento del lungo iter di valutazione ambientale che, pur avviato a settembre del 2017, deve ora ancora essere completato. Tutti gli altri 31 interventi andranno invece in cantiere entro la primavera del 2019 e saranno ultimati entro il 2020. Risolveranno importanti problemi di viabilità e miglioreranno, anche in modo significativo, la sicurezza ed il comfort della statale. Tra questi l’intervento che trasformerà il tratto di strada da Longarone a Cortina in una smart road, consentendo tramite connessione e servizi tecnologici una mobilità intelligente, informata e sicura. Grande attenzione anche per le attività di cantierizzazione del Piano Cortina 2021, gestite e organizzate per ridurre al minimo i disagi in stretto coordinamento con la Prefettura, le Forze dell’Ordine e le Amministrazioni comunali. Eccetto interventi particolarmente complessi, sono stati rimossi i cantieri per agevolare la circolazione stradale, in vista dei maggiori flussi di traffico legati alla stagione turistica, e saranno ripresi a settembre. “Proseguono le attività del team internazionale selezionato da Anas – ha evidenziato Ennio Cascetta – che renderà la statale 51 “Alemagna” entro il 2021 il primo esempio italiano (e tra i primi in Europa) di gestione integrata della mobilità. Con il progetto ‘smart mobility Cortina 2021’, Cortina si prepara ad accogliere le auto del futuro: sistemi intelligenti di controllo e gestione del traffico integrati con la tecnologia smart road Anas per il monitoraggio dell’infrastruttura e delle condizioni ambientali, daranno un supporto fondamentale al miglioramento degli spostamenti lungo la Valle. Stiamo avviando un cambiamento importante per la sicurezza e il comfort dell’Alemagna”. Il progetto smart mobility prevede l’implementazione di sistemi sia wired sia wireless di diversa tipologia per permettere la connettività a persone, veicoli, oggetti e infrastrutture, con l’obiettivo di rendere il viaggio più sicuro, confortevole e informato. A completamento del Piano, Anas ha avviato la progettazione degli interventi di risoluzione dei due principali nodi che interessano il territorio, la variante di Cortina e la variante di Longarone. Gli interventi inseriti nel Piano pur essendo migliorativi della sicurezza e del livello di servizio attuale dell’attraversamento dei due abitati, non sono completamente risolutivi dei problemi di congestione che si presentano quotidianamente. Pertanto, in accordo con gli Enti territoriali è stato condiviso lo sviluppo di progetti e di soluzioni di più largo respiro. Costi e tempi di attuazione di questi ultimi non sono compatibili con il Piano, tuttavia definire le esigenze attraverso progetti concreti consentirà di individuare ulteriori modalità di finanziamento e di attuazione degli stessi.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
08 ago 2018

BRESCIA | Interventi di potenziamento infrastrutturale nella stazione ferroviaria

di mobilita

Da venerdì 10 a venerdì 24 agosto Rete Ferroviaria Italiana eseguirà interventi di potenziamento infrastrutturale e tecnologico nella stazione di Brescia. Per consentire le attività di cantiere alcuni treni regionali saranno cancellati. Nell'immagine sottostante il dettaglio delle modifiche alla circolazione

Leggi tutto    Commenti 0