Articolo
17 apr 2019

REGGIO CALABRIA | Affidati alla ditta aggiudicatrice i lavori di riqualificazione del Parco Baden Powell

di mobilita

Questa mattina sono stati affidati alla ditta aggiudicatrice i lavori di riqualificazione del Parco Baden Powell. Il cantiere durerà 200 giorni e consentirà di far rivivere un’area di oltre 14 mila metri quadri nel cuore della città, al centro dei quartieri di Sant’anna, Reggio Campi e Spirito Santo. Sarà anche realizzato un percorso ciclo pedonale, una palestra all’aperto, aree play ground, giostre per bambini, tre chioschi bar, un caffè letterario, un’area per i mercatini di Natale, un’area animal friendly, una stazione per il bike sharing, uno spazio per i campi tenda degli scout e gli spogliatoi per l’anfiteatro.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
16 apr 2019

AEROPORTO FIRENZE | Firmato il decreto per la nuova pista

di mobilita

Il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Danilo Toninelli ha firmando il decreto che sancisce la conclusione positiva del procedimento del masterplan 2014-2029 dell’Aeroporto Amerigo Vespucci di Firenze che prevede la realizzazione di una nuova pista da 2.400 metri e di un nuovo terminal. Con il decreto odierno si conclude l’iter autorizzativo dell’opera, avviato nel 2015, che aveva ottenuto il decreto di giudizio favorevole di Valutazione di Impatto Ambientale (VIA) il 28 dicembre 2017 e aveva visto la conclusione dei lavori della Conferenza dei Servizi lo scorso 6 febbraio. Il provvedimento sarà ora trasmesso dal Ministero a ENAC per i successivi adempimenti di competenza.  

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
16 apr 2019

Autostrada Asti-Cuneo, accordo per il completamento alle battute finali

di mobilita

Si è tenuta al ministero dei Trasporti e delle Infrastrutture, alla presenza del ministro Danilo Toninelli, una riunione con il concessionario dell'autostrada Asti-Cuneo  in cui si è discusso il perfezionamento dell'accordo per il completamento dell'autostrada Asti-Cuneo. Il concessionario ha confermato che è già partito il Piano economico finanziario in base alle prime indicazioni arrivate dall'Autorità di regolazione dei trasporti e stanno andando avanti tutte le operazioni necessarie per l'effettiva ripresa dei lavori. Nel giro di pochi giorni ci sarà un nuovo incontro in cui le parti auspicano di chiudere l'accordo da formalizzare nel primo Cipe utile, così da raggiungere il comune intento di aver sbloccato velocemente un'opera ferma da tempo.  

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
16 apr 2019

MILANO | Tra via Albricci e via Larga cantieri per riqualificazione armamenti e fermate

di mobilita

Partono i lavori per la riqualificazione dell'asse tranviario tra via Larga e via Albricci dove saranno sostituite le rotaie del tram, saranno rifatte la pavimentazione stradale e le fermate del tram tra largo Augusto e via Sforza. I lavori comportano temporanei disagi e il cambio di percorso delle linee che attraversano il tratto cantierizzato (tram 12, 19, 24, 27, bus 54, 60, 73 e N27, NM1, NM3). Per i dettagli sulle variazioni che riguardano i mezzi pubblici vi invitiamo a consultare il sito di Atm che sarà puntualmente aggiornato lungo tutta la durata dei lavori divisi in due tratte: dal 17 aprile all’8 maggio il cantiere riguarderà in particolare il tratto di via Larga e dal 15 maggio al 14 giugno sarà in via Albricci. I lavori tra via Albricci e via Larga rientrano nel più ampio piano di manutenzione continua di strade e linee di trasporto pubblico attuato da Comune e Atm.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
14 apr 2019

MILANO | 460 posti auto in più al parcheggio d’interscambio del capolinea Bisceglie della M1

di mobilita

Da domani, lunedì 15 aprile, il parcheggio di interscambio alla fermata Bisceglie della linea M1 cresce di un piano e grazie alla riqualificazione dell’area del tetto aumenta la sua capienza di 460 posti auto. Il grande parcheggio in struttura gestito da Atm serve i cittadini che ogni giorno arrivano a Milano dai comuni a sud-ovest, consentendo loro di lasciare l’auto prima dell’ingresso in città e di servirsi agevolmente della linea rossa della metropolitana. Trovandosi proprio all’esterno del confine di Area B, con l’entrata in vigore della grande Ztl anti inquinamento, il parcheggio ha oggi un’importanza strategica. Entro l’estate anche le strade intorno al parcheggio, poste all’interno della città, saranno interessate dal tracciamento della sosta blu per tutelare la sosta dei residenti e regolamentare quella dei pendolari. Gli stalli blu dell’ambito Bisceglie saranno realizzati durante i mesi di giugno e luglio. Fino ad oggi i posti auto disponibili nell’hub di via Calchi Taeggi - inaugurato in occasione dei Mondiali di calcio del 1990 - erano 1.340. Grazie ai lavori svolti a cura di Atm sul piano di copertura fino a oggi inutilizzato, l’ospitalità arriva a un totale di 1.800 stalli (il parcheggio è aperto tutti i giorni dal lunedì al venerdì dalle 5.30  all’1 di notte e i festivi dalle 6 all’1). La riqualificazione ha comportato la sostituzione della pavimentazione in masselli ecologici autobloccanti con un nuovo sistema di pavimento flottante carrabile utilizzato in nord Europa che ha reso più veloce e meno legato alle condizioni climatiche la realizzazione del piano di calpestio. Per il superamento delle barriere architettoniche sono stati istallati due ascensori elettrici di ultima generazione, inoltre sono stati riqualificati e resi agibili i servizi igienici per i clienti del parcheggio. Infine è stato creato un accesso con cancello pedonale che mette in collegamento diretto il parcheggio e l’adiacente autostazione. Oltre alla linea 1 della metropolitana il parcheggio Bisceglie serve le linee di trasporto pubblico 47, 58, 63, 76, 78, 321, 322, 323, 327, 351/, 433.  Attualmente sono 11 i parcheggi d’interscambio al servizio di Area B ed è in fase di completamento una nuova area sosta in piazzale Abbiategrasso.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
13 apr 2019

Aggiudicato a Pavimental il quinto lotto del Terzo valico

di mobilita

La Pavimental, azienda italiana che opera da oltre 40 anni nel settore della costruzione, manutenzione e ammodernamento di strade, autostrade, ponti, viadotti, aree di servizio ed aeroporti, si è aggiudicata in via definitiva, con un valore di 278 milioni di euro, il quinto lotto “Interconnessione di Voltri e completamento Polcevera” del Terzo valico gestito dal Consorzio Cociv. L’efficacia della predetta aggiudicazione è subordinata alla verifica del possesso degli occorrenti requisiti in capo all’aggiudicatario ed all’espletamento delle verifiche antimafia ai sensi del D.Lgs. n. 159/2011. La stipula del contratto avrà luogo solo successivamente al decorso del termine dilatorio di cui all’art. 32, comma 9 del D. Lgs. 50/2016 decorrente dalla data della presente comunicazione e sarà comunicato ai sensi dell’art. 76, comma 5 lett. d- del citato decreto legislativo.  La Pavimental si era classificata inizialmente terza dopo Astaldi e CMC . La CMC (capogruppo in raggruppamento con Icm Spa e Sposato Costruzioni Srl) inizialmente classificatasi al primo posto, ha ricevuto, lo scorso 26 marzo 2019, la revoca dal Consorzio Cociv a causa dei problemi economici. Astaldi, classificatasi seconda, ha rinunciato  all’eventuale aggiudicazione. Il quinto lotto comprende tra le principali lavorazioni: il completamento delle gallerie dell’interconnessione di Voltri, la prosecuzione della Galleria di Valico dalle finestre di accesso (Polcevera, Vallemme, Cravasco e Castagnola), il completamento della Galleria artificiale di Pozzolo e della variante dell’Interconnessione di Novi, la prosecuzione della realizzazione delle trincee e dei rilevati della tratta Pozzolo-Tortona nonché attività di armamento e tecnologie sugli innesti delle linee storiche, Interporto Rivalta Scrivia e Bivio Corvi. L’opera si inserisce nel Corridoio Reno – Alpi , che è uno dei corridoi della rete strategica transeuropea di trasporto ( TEN-T core network ) che collega le regioni europee più densamente popolate e a maggior vocazione industriale. Ti potrebbero interessare: Terzo Valico: ultimata l’analisi costi-benefici e l’analisi giuridica Terzo valico: sarà finanziato con 60 milioni di euro il progetto di sviluppo dell’alessandrino Al via i lavori fra Novi Ligure e Tortona per il terzo valico Genova-Milano Terzo Valico: al via i lavori del quarto lotto

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
12 apr 2019

AEROPORTO FOGGIA | Posata la prima pietra per il prolungamento della pista di volo

di mobilita

E' stata posata questa mattina la prima pietra che segna l'avvio dell'intervento di prolungamento della pista di volo 15/33 dell'aeroporto Gino Lisa di Foggia. La cerimonia si è tenuta alla presenza del Presidente della Regione Puglia, dell'Assessore regionale ai Trasporti, dell'Assessore regionale all'Agricoltura, dell'Assessore regionale al Bilancio e del Vicepresidente di Aeroporti di Puglia, Antonio Vasile. "Il progetto - dichiara il Vicepresidente di Aeroporti di Puglia, Antonio Vasile - permetterà di sviluppare la connettività aerea della provincia di Foggia, superando le carenze infrastrutturali relative al trasporto su gomma e ferro che limitano di fatto l'accessibilità del territorio e ne compromettono lo sviluppo economico, turistico e industriale". "Il progetto che rientra nella programmazione 2007/2013 - prosegue Vasile - è funzionale anche all'insediamento della base logistica della Protezione civile in un territorio strategico rispetto a un'area sovraregionale caratterizzata da criticità ambientali e spesso soggetta a incendi boschivi. Un'area caratterizzata dalla presenza di presidi ospedalieri importanti, ma non sempre supportati da un'adeguata viabilità di accesso. Quello di oggi - conclude - è quindi un passo fondamentale per un territorio che vuole recuperare la propria competitività". Il Vice Presidente di Aeroporti di Puglia ha ringraziato la Regione Puglia, l'ENAC, il Ministero dei Trasporti e delle Infrastrutture, e la sua Direzione Generale per gli Aeroporti ed il Trasporto Aereo, per la collaborazione che ha consentito di raggiungere questo risultato, che nasce da una precisa scelta dell'Amministrazione regionale che, anche attraverso l'istituzione sull'aeroporto Gino Lisa della base della Protezione Civile regionale, ha disegnato uno scenario di opportunità funzionale a rendere lo scalo operativo per tutto l'anno, grazie al riconoscimento dello status di SIEG che ha garantito la copertura finanziaria anche dei costi di funzionamento del "Gino Lisa". Sempre oggi Aeroporti di Puglia e l'ATI "F.lli De Bellis srl e Sideco srl" hanno sottoscritto il contratto che prevede la redazione della progettazione esecutiva - che dovrà recepire tutte le prescrizioni emesse in sede di rilascio del Decreto di Valutazione di Impatto Ambientale - e il completamento dei lavori, la cui durata contrattuale è fissata in 294 giorni. L'intervento, finanziato per un importo di 14milioni di Euro, rientra nell'ambito dell'Accordo di Programma Quadro Trasporti sottoscritto dalla Regione Puglia, dal Ministero dello Sviluppo Economico e dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, consentirà l'operatività di aeromobili a maggiore capacità. L'attuale pista di 1596 metri sarà portata ad una lunghezza totale di 2000 metri, di cui 1799 metri circa operativi. 

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
12 apr 2019

FIRENZE | Riapertura pedonale del ponte Vespucci

di mobilita

Domani 13 aprile alle ore 10 il Ponte Vespucci sarà riaperto al transito pedonale. Il passaggio pedonale sarà garantito in corrispondenza del marciapiede a monte come accaduto durante le precedenti fasi lavorative. Un mese fa, all’avvio della fase attuale delle lavorazioni (iniezioni di malta cementizia all’interno dello strato di ghiaia in cui sono infissi i pali di fondazione), gli uffici avevano precauzionalmente chiuso il ponte al transito pedonale. In queste settimane la struttura è stata sottoposta a un monitoraggio h24 e dalle analisi è emerso che la struttura non presenta particolari reazioni alle sollecitazioni derivanti dall’intervento in corso e per questo è stato deciso di procedere alla temporanea riapertura ai pedoni.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
12 apr 2019

Genova entra nella selezione delle città marittime mondiali

di mobilita

Genova entra nella selezione delle città marittime mondiali, -pubblicata da Dnv-Gl (la più grande società di classifica e certificazione del mondo) nell’individuare “The leading Maritime Capital of the World”, titolo dello studio uscito in questi giorni, che ha cadenza biennale Nel 2017 erano stati selezionati solo 30 città da cui estrapolare le 15 capitali mondiali dello shipping mentre quest’anno sono state selezionate tutte le città marittime del mondo, restringendo poi l’obiettivo su 50, da cui poi estrarre, in base a criteri oggettivi e soggettivi di 200 esperti mondiali, la Top 15. Genova (il porto, più il raggio dei 200 chilometri intorno: quindi banchine da Savona a Livorno, logistica dell’Italia nord-occidentale) risulta così 34esima, unica città italiana, sotto Glasgow ma appena sopra Pechino (sede delle maggiori banche che erogano ancora credito allo shipping), Marsiglia, Limassol, Manila o San Pietroburgo.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
12 apr 2019

AEROPORTO CROTONE | Incontro al MIT sui collegamenti

di mobilita

I collegamenti da e per l'aeroporto di Crotone sono stati oggetto di un nuovo incontro tenutosi presso la sede del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti L’incontro si è reso necessario a seguito di una comunicazione inviata dal MIT la scorsa settimana alla Regione Calabria, all’Ente Nazionale Aviazione Civile e alla Società di gestione aeroportuale. Nella nota il Ministero aveva manifestato perplessità in merito alla possibilità di finanziare collegamenti aerei dell’aeroporto di Crotone con destinazioni nazionali già servite dall’aeroporto di Lamezia Terme. Ciò in ragione della prossimità geografica tra i due aeroporti, circostanza evidenziata anche in un report della Corte dei Conti dell’Unione Europea dell’anno 2014. Nella risposta la Regione ha evidenziato come escludere le destinazioni già servite dai voli di Lamezia Terme dalle possibili destinazioni con le quali collegare Crotone, ridurrebbe praticamente a zero le possibili alternative. L’aeroporto di Lamezia Terme, infatti, serve la totalità delle destinazioni nazionali associate a una domanda di trasporto significativa. In concomitanza con il riscontro della Regione è stato convocato, presso la sede Ministeriale, l’incontro tenutosi l’otto aprile scorso, incontro che ha rappresentato un’utile occasione di chiarimento sulla vicenda. Nel corso dell’incontro ho preso atto di una interpretazione meno restrittiva dei vincoli europei rispetto alle precedenti determinazioni e della disponibilità da parte del MIT ad accogliere la richiesta avanzata dalla Regione Calabria in riferimento ai voli nella tratta Crotone-Roma, mentre permane aperta la questione della tratta Crotone-Milano della quale la Regione Calabria continua a difendere la necessità. Durante la riunione è stata inoltre discussa la necessità di completare i dati storici, già disponibili, di movimenti passeggeri relativi ai collegamenti aerei in esame nei periodi durante i quali sono stati operati, con stime attualizzate sulla domanda di trasporto, avuto sempre riguardo all’esigenza di garantire la mobilità dei cittadini. Ciò al fine di costruire un dossier il più possibile solido e completo. “Lo spirito dell’incontro è stato di leale collaborazione tra le parti convocate al tavolo ministeriale”, sottolinea l’assessore Roberto Musmanno.“In questo clima e in un contesto normativo che inquadra l’aeroporto di Crotone quale aeroporto di interesse nazionale - come nodo di trasporto essenziale per l’esercizio delle competenze esclusive dello Stato - la Regione Calabria ha insistito per la rapida conclusione delle attività istruttorie in corso”

Leggi tutto    Commenti 0