Articolo
28 feb 2020

ROMA | Metro B, dal 2 marzo i lavori per l’interscambio con la C. Fino al 6 agosto stop alle 21 tra Castro Pretorio e Laurentina

di Fabio Nicolosi

Dal 2 marzo 2020 scatta la seconda fase della riprogrammazione del servizio della linea B per consentire lo svolgimento dei lavori che porteranno alla realizzazione dell’interscambio tra le linee B e C della metropolitana, nel nodo Colosseo-Fori imperiali. Si tratta di variazioni del servizio indispensabili per la prosecuzione dei lavori della tratta San Giovanni-Fori Imperiali della linea C della metropolitana. Lavori al termine dei quali sarà possibile disporre del primo nodo di scambio tra le linee metropolitane B e C. LA RIPROGRAMMAZIONE DEL SERVIZIO DELLA LINEA B DELLA METROPOLITANA La riprogrammazione del servizio sarà in vigore dal 2 marzo al 6 agosto mentre la terza fase, conclusiva dei lavori, sarà a giugno 2021. Per ridurre al minimo i disagi all’utenza, il servizio della metro B sarà riprogrammato esclusivamente nelle ore serali e in 9 fine settimana. Il servizio della linea B della metropolitana sarà regolare e, inoltre, potenziato durante eventi come il campionato europeo di Calcio Uefa 2020; il Primo Maggio e in concomitanza con alcuni eventi musicali in programma. I DETTAGLI 1. Dal 2 marzo al 6 agosto, l’ultima corsa nella tratta Castro Pretorio-Laurentina sarà alle 21 ora in cui partiranno gli ultimi treni che effettuano le corse complete dai capolinea Ionio/Rebibbia-Laurentina e viceversa. A partire dalle 21 sarà attiva la linea di bus sostitutivi denominata MB mentre proseguirà regolarmente il servizio nella tratta Castro Pretorio-Rebibbia e Castro Pretorio-Ionio. 2. Nei fine settimana 14/15 marzo; 21/22 marzo; 18/19 aprile; 2/3 maggio; 9/10 maggio; 23/24 maggio; 6/7 giugno; 27/28 giugno; 25/26 luglio, la circolazione nella tratta Castro Pretorio-Laurentina, sarà interrotta per l’intera giornata e i treni sostituiti dalla linea bus MB. 3. Nelle giornate 4 e 5 aprile; il Primo maggio; dall’11 al 21 giugno e nelle giornate 4, 5, 11, 12, 18 e 19 luglio, la circolazione sulla linea B della metropolitana sarà regolare con potenziamenti durante gli eventi che saranno via via comunicati ALTRE NOTIZIE UTILI PER CHI SI SPOSTA LUNGO IL PERCORSO DELLA METRO B – IL servizio sostitutivo dei bus segue lo stesso orario della linea B della metropolitana. – Dalla domenica al giovedì prima e ultima corsa alle ore 5.30 e alle ore 23.30. – Al venerdì e al sabato prima e ultima corsa alle ore 5.30 e alle ore 1.30. – Le ultime corse della linea sostitutiva MB che giungono al capolinea di Castro Pretorio dopo le 23.30 proseguono lungo il resto del percorso di metro B sino a Rebibbia e a Ionio. – Nei giorni festivi, per la pedonalizzazione di via dei Fori Imperiali, il servizio sostitutivo segue il percorso alternativi. – Oltre al servizio sostitutivo sono numerose le alternative per chi normalmente utilizza la metro B. – La tratta Laurentina-Eur Magliana è servita anche dalla linea bus 31 mentre la tratta Eur Fermi-Eur Magliana anche dalle linee 771 e 780. – Dall’Eur, inoltre, si può raggiungere direttamente Termini o il Centro con le linee 714 e 30. – Le stazioni Piramide, San Paolo ed Eur Magliana continueranno ad essere servite dalla ferrovia regionale Roma-Lido. – La tratta Piramide-Castro Pretorio è servita anche dalla linea 75 che effettua capolinea in piazza Indipendenza. – Per raggiungere direttamente la metro A senza passare da Termini si può utilizzare anche il tram 3 da Piramide, Circo Massimo e Colosseo per le stazioni Manzoni e San Giovanni. – La linea tram 3 può essere utilizzata anche da Piramide, Circo Massimo e Colosseo per raggiungere la stazione metro B Policlinico da dove è attiva la metro B. -Tra Piramide e Tiburtina, con lo stesso biglietto valido in metro possono essere utilizzati i treni delle ferrovie regionali FL.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
20 feb 2020

ROMA | A breve la delibera per avviare l’iter per la realizzazione della metro D

di mobilita

Buone notizie per la metro D. Secondo l'assessore alla Mobilità Pietro Calabrese a breve verrà presentata in Giunta la delibera per avviare l'iter per la realizzazione della metro D. Potranno quindi avviarsi i sondaggi archeologici e geologici, propedeutici per la redazione del progetto preliminare. "Non posso dire di più perchè gli uffici sono ancora al lavoro, ma il nostro obiettivo comunque è attuare quello che abbiamo scritto nel Pums: completare la metro C e realizzare la metro D". ha affermato l'assessore Pietro Calabrese. Il progetto della linea D, elaborato nel  2006, caratterizzata dal colore giallo, dovrebbe collegare il centro storico della città coi quartieri settentrionali di Salario, Monte Sacro e Monte Sacro Alto, e con quelli meridionali di Trastevere, Ostiense, Portuense ed EUR lungo un tracciato di 20,4  km con 22 stazioni. Partendo dal capolinea meridionale di piazzale dell’Agricoltura (EUR), a EUR Magliana ci sara l’intersezione con la linea B e la ferrovia Roma-Lido e alla stazione di Trastevere con le linee ferroviarie FL1, FL3 e FL5. Attraversato l’intero rione Trastevere e superato il Tevere all’altezza dell’isola Tiberina, la linea prevede nel centro storico tre fermate: una a piazza Venezia, dove intersecherà la linea C, un’altra a piazza di San Silvestro e una terza a piazza di Spagna, dove  intersecherà la linea A. Il percorso proseguirà in direzione nord-est sino a piazzale Jonio, intersezione con la linea B1, e al capolinea di via Ugo Ojetti (Monte Sacro Alto). TI POTREBBERO INTERESSARE: ROMA METRO D | Buone notizie per la nuova linea metro? ROMA | Arriva il parere favorevole della Commissione Mobilità per la linea metro D “

Leggi tutto    Commenti 1
Articolo
09 feb 2020

La prima metropolitana d’Italia compie 65 anni

di mobilita

Alle ore 10 del 9 febbraio 1955 il primo convoglio inaugurale MR101 partì dalla stazione Termini in direzione del quartiere Esposizione (attuale EUR). Progettata e iniziata a costruire durante il Fascismo, si sarebbe dovuta chiamare Ferrovia dell’E42. Nasceva infatti per collegare la stazione Termini con il nascente complesso urbanistico E42, ideato per ospitare l’Esposizione Universale di Roma del 1942. Acquisì l’attuale denominazione di Linea B solamente nel febbraio del 1980, a seguito dell’apertura della linea A. La Metro B, col il suo tracciato di 11,3 Km da Termini a Laurentina (ex scalo merci dell’Esposizione), è stata la prima metropolitana in Italia. All'apertura della linea entrarono in servizio i treni serie MR 100 e successivamente gli MR 200, utilizzati anche sulla ferrovia Roma-Lido, attiva dall’agosto 1924. Nel 1982 iniziarono i lavori del prolungamento della linea B oltre Termini, lungo l’asse della via Tiburtina. Conclusi i lavori alla fine degli anni Ottanta, il prolungamento fra Termini e Rebibbia venne inaugurato l’8 dicembre 1990, portando la lunghezza di tracciato della linea B a 19 km circa. La tratta B1, Bologna-Conca d'Oro, è entrato in funzione il 13 giugno 2012, mentre il restante tragitto fino a Jonio è stato aperto al pubblico il 21 aprile 2015.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
08 feb 2020

ROMA METRO C | Ecco come sarà la futura stazione Venezia

di mobilita

Ieri in commissione mobilità si è parlato della nuova stazione Venezia della linea C. Prosegue l'iter della delibera Cipe n.76/19, necessaria al prolungamento delle gallerie a piazza Venezia e proseguono le attività di rilievo e indagine (testimoniali di stato su monumenti, campagna sondaggi archeologici, geognostici, campi prova condizionamento terreni. La futura stazione-museo di piazza Venezia della metro C avrà spazi espositivi lungo un tunnel sotterraneo che collegherà Palazzo Venezia all'Altare della Patria con i reperti ritrovati durante gli scavi, un “sistema museale” simile a quello già realizzato nella stazione di San Giovanni. Gli spazi espositivi saranno realizzati a livello -1 mentre l'atrio con i tornelli saranno a livello più basso.  La stazione avrà due uscite: una a piazza Madonna del Loreto, (che incorporerà i resti dell'auditorium di Adriano) e l'altra all'angolo tra piazza Venezia e via del Plebiscito. In ipotesi c’è anche una terza uscita su piazza San Marco interconnessa con la futura Linea D. Enrico Stefàno ha confermato che il progetto definitivo per i finanziamenti al Ministero verrà presentato entro giugno 2020. TI POTREBBERO INTERESSARE: ROMA | Arriva il parere favorevole della Commissione Mobilità per la linea metro D ROMA METRO D | Buone notizie per la nuova linea metro?  

Leggi tutto    Commenti 1
Articolo
03 feb 2020

ROMA | Domani apre, solo in uscita, la stazione Barberini della linea A

di mobilita

Domani sarà aperta, dopo undici mesi di chiusura la stazione metro Barberini della linea A, ma solo in uscita. Le autorità competenti, infatti, a valle dell’esito positivo dei collaudi previsti alle scale mobili, hanno autorizzato la riattivazione dell’ultimo impianto. Pertanto domani, 4 febbraio, la stazione Barberini verrà riaperta in uscita da inizio servizio, alle ore 5.30.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
28 gen 2020

ROMA | Nel 2022 partiranno i lavori della linea metro G

di Roberto Lentini

Nuova vita per la ferrovia Roma - Centocelle che diventerà la linea G della metropolitana di Roma. Sarà contraddistinta dal colore giallo e avrà ventinove fermate, alcune in punti strategici della città, tra cui le facoltà di Economia e Ingegneria della seconda università di Roma e il Policlinico. In commissione mobilità è stato infatti presentato il progetto per il prolungamento e la ristrutturazione della ferrovia Roma Giardinetti, verso Termini da un lato e Tor Vergata dall’altro, gia’ approvato dal Mit nell’ambito dell’ultimo bando per il tpl delle citta’ italiane. Il MIT ha però imposto il passaggio dallo scartamento ridotto a quello ordinario. imposizione che farà allungare l'inizio dei lavori che non potranno partire prima del 2022, visto che bisognerà effettuare il cambio di tutto il materiale rotabile sostituito da tram tradizionali e ultramoderni, con livrea gialla. La nuova linea avrà una capacità di 70.000 passeggeri al giorno. Alcune fermate, rispetto alle attuali, verranno ricollocate, in particolare quelle tra Centocelle e Giardinetti” per differenziarle da quelle della linea C, che in quel tratto viaggia in parallelo al futuro tram. Stefàno ha inoltre chiarito che al momento della stipula della convenzione con il Mit si affrontera’ definitivamente anche il passaggio della proprieta’ al Comune di Roma. Il nome Metro G deriva dalla progressione della rete della metro romana contenuta nel Pums. Oltre alle tre linee già in esercizio, A, B e C, sarà realizzata la linea D, la Roma-Lido diventerà linea E e la Roma-Viterbo linea F. Ti potrebbero interessare: ROMA | Arriva il parere favorevole della Commissione Mobilità per la linea metro D ROMA METRO D | Buone notizie per la nuova linea metro? ROMA | La Roma-Lido diventerà la Linea E della metropolitana

Leggi tutto    Commenti 2
Articolo
23 gen 2020

ROMA | Ancora un rinvio per la riapertura della stazione metro Barberini sulla linea A

di mobilita

Ancora un rinvio per la riapertura della stazione metro Barberini sulla linea A.  L'Ustif, l’ufficio speciale trasporti a impianti fissi del Mit,  ha dato esito negativo sull'ultima scala mobile che aspettava il collaudo.  Servono quindi ulteriori interventi di messa in sicurezza, che  probabilmente termineranno il 30 gennaio, e successivamente sarà ancora l'Ustif che dovrà rilasciare il nulla osta. La stazione è stata chiusa lo scorso 23 marzo, due giorni dopo il crollo di un gradino delle scale mobili.  

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
21 gen 2020

ROMA METRO C | A che punto siamo? Nuovo aggiornamento dai cantieri

di mobilita

Roma Metropolitane ha fornito un ulteriore aggiornamento dei cantieri della terza linea metropolitana della città. Il 10 gennaio 2020 è avvenuta la consegna delle aree interessate dalle indagini geognostiche e dai campi prova di consolidamento dei terreni, attività necessarie per il completamento del Progetto Definitivo della stazione Venezia. Sono in corso le attività di rilievo e indagine (testimoniali di stato su monumenti, campagna sondaggi archeologici, geognostici, campi prova condizionamento terreni).  La stazione di piazza Venezia sarà un’altra “stazione museo” della linea C,  nel cuore di Roma, dopo quella di san Giovanni. STAZIONE FORI IMPERIALI In corso lo scavo tra solaio 1° livello tecnico e solaio corrispondenze, nella porzione denominata "Pozzo Nord" (Lato Clivo di Acilio) e lo scavo tra il solaio atrio e il solaio 1° livello tecnico del corpo stazione. Inoltre si sta procedendo allo scavo in modalità archeologica del Pozzo Colosseo di collegamento con la Linea B, con rimozione controllata delle strutture rinvenute e la delocalizzazione dei reperti prescritta dal P.A.C. (Parco Archeologico Colosseo). In corso anche la realizzazione delle opere a rustico del cunicolo per il collegamento pedonale tra la stazione Fori Imperiali e la Stazione Colosseo Linea B, la realizzazione del solaio 1° livello tecnico del corpo stazione e la realizzazione delle fodere perimetrali in cemento armato. A breve partiranno i lavori per la realizzazione delle opere al rustico del Pozzo Colosseo di collegamento con la Linea B e la realizzazione del solaio corrispondenze nella porzione denominata "Pozzo Nord" (lato Clivo di Acilio). STAZIONE ESISTENTE COLOSSEO LINEA B REALIZZAZIONE INTERCONNESSIONE LINEA B/LINEA C E' stato completato il montaggio della struttura di segregazione in carpenteria metallica (contenimento della calotta nel tratto in cui verrà realizzato il futuro sovrappasso pedonale). Contemporaneamente si stanno realizzano i Micropali di fondazione della futura struttura di scavalco (sopvrappasso pedonale). A breve partirà il taglio della porzione di calotta della galleria di stazione interessata dalla struttura di scavalco. CANTIERE STAZIONE POZZO 3.2 CELIMONTANA Sono state già realizzate le strutture interne del Pozzo dal piano 5 (-45 mt da piano campagna) al piano 1° Tecnico, la Prefabbricazione delle saette, delle travi, delle predalles e delle rampe per la realizzazione del solaio del piano 0. Attualmente si sta lavorando alla realizzazione delle fodere in cemento armato tra il piano 1° tecnico e la copertura e alla rrealizzazione del solaio del piano copertura mediante l'utilizzo di elementi prefabbricati. A breve partiranno i lavori per lo spostamento travi del carroponte e opere propedeutiche allo scavo da quota -45 mt per il raggiungimento della quota di fondo pozzo (-55 mt da piano campagna). SCAVO MECCANIZZATO CON TBM - DA STAZIONE AMBA ARADAM/IPPONIO Entrambe le TBM hanno completato lo scavo delle gallerie tra il Pozzo 3.3 e la stazione Fori Imperiali: binario dispari - 21/10/2019; binario pari 12/12/2019 e si è in attesa delle autorizzazioni necessarie alla prosecuzione dello scavo delle gallerie fino a Piazza Venezia. ATTIVITÀ POZZO 3.3 Sono state già completate le fodere perimetrali a fondo pozzo ed è stata completata la realizzazione dell'ultima porzione del solettone di fondo. Attualmente si stanno montando gli impianti civili, le opere di finitura dei piani tecnici destinati ai locali impiantistici e tecnologici e la realizzazione del solettone di regolamento per la posa dell'armamento ferroviario. A breve partiranno i lavori per il montaggio degli impianti civili di linea, i lavori per la posa in opera dell'armamento ferroviario e i lavori di chiusura delle asole del solaio di copertura. GALLERIE IN TRADIZIONALE DA POZZO 3.3 SANNIO A STAZIONE SAN GIOVANNI Completata la galleria in allargo del tratto TBM lato Amba Aradam e lo scavo della galleria naturale binario pari lato San Giovanni; realizzata l'apertura del varco della galleria pari tra la tratta T4 lavorazioni di scavo della galleria naturale binario dispari lato lavorazioni per la realizzazione del rivestimento definitivo della galleria. (in esercizio) e la tratta T3 (in costruzione). Attualmente si sta lavorando per l'esecuzione dei piani di regolamento delle gallerie naturali e posa delle banchinette metalliche di linea e per l'inizio della posa dell'armamento ferroviario lato binario pari. A breve partiranno i lavori per la posa dell'armamento dei binario dispari e il montaggio e posa degli impianti civili di linea.  

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
31 dic 2019

ROMA | Capodanno al Circo Massimo con protagonisti d’eccezione e tutte le informazioni per muoversi in città

di mobilita

Carmen Consoli calcherà, in versione rock, uno dei palchi della Festa di Roma 2020 la sera del 31 dicembre al Circo Massimo. Altra novità del Capodanno di Roma Capitale è la partecipazione di Priestess, una delle più promettenti artiste della scena urban italiana. La Festa di Roma 2020, che celebra quest’anno la bellezza e la grandiosità della Terra, inizia il 31 dicembre al Circo Massimo alle 21.15 con uno spettacolo di luci, proiezioni e musica dedicato al pianeta con immagini del videoartista olandese Armand Dijks e degli italiani Officine_K. Seguirà alle ore 21.30 il cantastorie Ascanio Celestini che intratterrà il pubblico raccontando favole inedite scritte appositamente sul tema della festa, La Terra inventata, e duetterà per l’occasione con la Rustica X Band diretta da Pasquale Innarella: una grossa orchestra di bambini e adolescenti, nata all’interno del centro diurno della coop sociale onlus Nuove Risposte come attività di formazione e intrattenimento per prevenire il disagio giovanile nella periferia romana. Le fiabe di Celestini apriranno la strada a una serata con grandi artisti italiani e stranieri: si vivrà il racconto della terra madre, sciorinato da una fertilità artistica capace di raccontare, con la musica e con lo spettacolo dal vivo, una terra diversa e migliore. Alle 22.15, poi, lo spettacolo aereo di grande impatto e rara delicatezza dedicato alle silfidi, figure dei boschi: Sylphes della compagnia spagnola Aerial Strada, con le coreografie di Eduardo Zúñiga, la regia di Roberto Strada e la musica della PMCE – Parco della Musica Contemporanea Ensemble, diretta da Tonino Battista che, in questa felice coproduzione Italia-Spagna, suonerà dal vivo Le quattro stagioni di Vivaldi riscritte dal compositore contemporaneo Max Richter. Violino solista Francesco Peverini. Dalla danza aerea si passerà agli echi di sirena del rock di Carmen Consoli (ore 22.55) che eseguirà dal vivo alcuni dei suoi brani più famosi accompagnata da Massimo Roccaforte alla chitarra, Luciana Luccini al basso, Antonio Marra alla batterie ed Elena Guerriero alle tastiere. Alle 23.50 inizieranno il countdown per la mezzanotte e lo spettacolo pirotecnico a cura di Acea, con la musica dal vivo della PMCE che suonerà December del noto e geniale compositore statunitense Michael Torke. Dieci minuti dopo la mezzanotte salirà sul palco Priestess, sacerdotessa della musica urban che si sta affermando nel mondo del rap e che ha dedicato a nomi di donne famose la maggior parte dei suoi pezzi. Surriscalderà il Circo Massimo con una performance che unisce sonorità hip-hop e trap al suo talento nel canto e lo consegnerà direttamente nella mani dell’artista più in grado, fra tutte e tutti, di essere il simbolo di una terra che esplode e ingloba: Skin, icona pop rock, leader della band londinese Skunk Anansie e portavoce indiscussa dei diritti umani. Skin, dal centro del Circo Massimo, come in un ideale centro della Terra, proporrà 2 ore di djset con una miscela esplosiva di suoni di derivazione tech-house. E per tutta la serata alla musica si alterneranno le incursioni di Andrea Rivera, attore-stornellatore che, armato della sua chitarra, proporrà al pubblico il suo teatro-canzone improvvisando e giocando con le parole. Questo il programma della sera del 31 dicembre. La Festa di Roma 2020 proseguirà fino alla sera dell’1 gennaio con interventi artistici di importanti compagnie internazionali, parate, spettacoli, installazioni site specific, performance musicali e video; il tutto tra piazza dell’Emporio, Isola Tiberina, Giardino degli Aranci e piazza Bocca delle Verità. Consulta qui il programma completo della Festa. La manifestazione, a ingresso gratuito, è promossa da Roma Capitale con la collaborazione del Tavolo Tecnico per la Produzione Culturale Contemporanea coordinato dal Dipartimento Attività Culturali. Ne fanno parte l’Accademia Nazionale di Santa Cecilia, l’Associazione Teatro di Roma, l’Azienda Speciale Palaexpo, la Casa del Cinema, la Fondazione Cinema per Roma, la Fondazione Musica per Roma, la Fondazione Romaeuropa, la Fondazione Teatro dell’Opera, l’Istituzione Biblioteche di Roma con il coordinamento organizzativo di Zètema Progetto Cultura. Quest’anno la regia e il coordinamento artistico della Festa di Roma 2020 sono a cura di Fabrizio Arcuri, Claudia Sorace e Francesca Macrì. Per raggiungere l’area del Circo Massimo è consigliabile l’uso della metropolitana con fermata Circo Massimo. La notte di Capodanno saranno aperte fino alle ore 2.30 (ora delle ultime partenze dal capolinea) le linee metro A-B/B1-C, le ferrovie regionali Roma-Lido e la tratta urbana della linea Roma - Viterbo. Le ultime partenze della ferrovia Termini-Centocelle saranno invece alle ore 21.30 con partenza da Termini e alle 21.03 con partenza da Centocelle. Dalle ore 2.30 alle ore 8.00 entreranno in servizio le linee bus notturne che seguono i percorsi di metro e ferrovie: nMA (Battistini-Anagnina), sul percorso della linea A della metropolitana; nMB (Laurentina-Rebibbia) sul percorso della linea B della metropolitana; nMB1 (Termini-Conca d'Oro) sul percorso della linea B/B1 della metropolitana; nMC (San Giovanni-Pantano) sul percorso della linea C della metropolitana; nME (piazza Venezia-stazione Colombo) sul percorso della ferrovia regionale Roma-Lido. La rete di superficie diurna Atac e Roma Tpl terminerà le proprie corse alle ore 21.00 sull’intera rete ad eccezione delle linee bus e tram H, 128, 170, 200, 280, 301, 336, 544, 766, 881, 905, 913 e MA13 che prolungheranno il servizio sino alle 2.30 di notte. Il 1 gennaio il servizio sull'intera rete inizierà alle ore 8.00 con l'orario dei giorni festivi. Per la ferrovia regionale Roma Lido: prima e ultima corsa da Piramide alle ore 8.00 e alle ore 23.30, prima e ultima corsa da Colombo alle ore 7.45 e alle 23.30. Per la ferrovia regionale Termini Centocelle: prima e ultima corsa da Termini alle ore 8.00 e alle ore 23.00, prima e ultima corsa da Centocelle alle ore 8.03 e alle ore 22.33. Per la tratta urbana della ferrovia regionale Roma Viterbo: prima e ultima corsa da Flaminio alle ore 8.20 e alle ore 21.40, prima e ultima corsa da Montebello alle ore 8.48 e alle ore 22.08.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
25 giu 2019

ROMA | Conclusi i collaudi stazione metro Repubblica, riaprirà domattina alle 5.30

di mobilita

Si sono conclusi i collaudi stazione metro Repubblica. La stazione riaprirà domattina alle 5.30 Si sono conclusi con esito positivo i collaudi alla stazione Repubblica delle scale mobili oggetto di intervento. Nel corso della giornata di oggi verranno completate le operazione di messa in sicurezza e pulizia della stazione che riaprirà a inizio servizio di domattina alle 5,30. La fermata Repubblica è chiusa dal 23 ottobre scorso per la rottura di una scala mobile che provocò il ferimento di 24 tifosi del Cska di Mosca.

Leggi tutto    Commenti 0