Articolo
04 giu 2020

ROMA METRO C | Le TBM possono ripartire per Piazza Venezia

di mobilita

Ieri sera la giunta di Roma Capitale ha finalmente approvato la delibera che di fatto dà il via libera alle TBM  della linea C di ripartire verso Piazza Venezia. Già il 12 marzo scorso la tratta aveva ricevuto il parere favore del CIPE per continuare lo scavo delle TBM fino a piazza Venezia. Attualmente il finanziamento di 9 milioni, erogato dal MIT, copre solo lo scavo. Occore dunque reperire un altro finanziamento per realizzare la stazione archeologica Venezia. Consegnati invece il 10 gennaio 2020 le aree interessate dalle indagini geognostiche e dai campi prova di consolidamento dei terreni, attività necessarie per il completamento del Progetto Definitivo della stazione Venezia. Sono in corso le attività di rilievo e indagine (testimoniali di stato su monumenti e indagini strutturali, campagna sondaggi archeologici, geognostici, campi prova condizionamento terreni). Sono stati installati i silos contenenti l'azoto per i campi prova del congelamento ed avviate le attività funzionali all'attivazione dello stesso; è in fase di ultimazione la campagna di carotaggi archeologici e geognostici e l’installazione delle strumentazioni di monitoraggio. La futura stazione-museo di piazza Venezia della metro C avrà spazi espositivi lungo un tunnel sotterraneo che collegherà Palazzo Venezia all’Altare della Patria con i reperti ritrovati durante gli scavi, un “sistema museale” simile a quello già realizzato nella stazione di San Giovanni. Gli spazi espositivi saranno realizzati a livello -1 mentre l’atrio con i tornelli saranno a livello più basso. La stazione avrà due uscite: una a piazza Madonna del Loreto, (che incorporerà i resti dell’auditorium di Adriano) e l’altra all’angolo tra piazza Venezia e via del Plebiscito. In ipotesi c’è anche una terza uscita su piazza San Marco interconnessa con la futura Linea D.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
10 apr 2020

ROMA | Il report della commissione mobilità su metro C e D

di mobilita

Stamattina in Commissione mobilità, svolta in video conferenza, si è fatto il punto della situazione su metro della linea C e D. Ecco nel dettaglio gli aggiornamenti: Metro D: il Dipartimento trasporti ha fatto richiesta di inserimento dei fondi in bilancio per ristorare il proponente e chiudere così il precedente procedimento amministrativo, fondamentale per andare avanti con l'opera, per ottenere il progetto e richiedere i relativi fondi al Ministero. Metro C: la delibera per la variante di fine tratta (fino a piazza Venezia) è in Ragioneria, mentre il Ministero delle Infrastrutture ha ridefinito il perimetro della tratta T3 per la fase di avanzamento delle gallerie. "La prosecuzione della metro C non è a rischio e le ‘talpe’ che scaveranno fino a piazza Venezia non rimarranno ferme", ha affermato Enrico Stefàno. Per la stazione Amba Aradam è stata prevista una variante progettuale per realizzare un museo all'interno della stazione, dopo la scoperta di una caserma romana: sarà diversa da quella già realizzata a San Giovanni, in quanto i reperti riemersi durante gli scavi saranno in zona separata e si potrà entrare nella stazione anche solo per ammirare l’imponente spettacolo museale. TI POTREBBERO INTERESSARE: ROMA METRO D | Buone notizie per la nuova linea metro? ROMA | Arriva il parere favorevole della Commissione Mobilità per la linea metro D ROMA | A breve la delibera per avviare l’iter per la realizzazione della metro D ROMA METRO C | Ecco come sarà la Stazione Amba Aradam ROMA METRO C | Ecco come sarà la futura stazione Venezia ROMA METRO C | A che punto siamo? Nuovo aggiornamento dai cantieri

Leggi tutto    Commenti 1
Articolo
31 mar 2020

ROMA | Al via il “Piano Sanpietrini”, si parte da piazza Venezia

di mobilita

Al via il "Piano Sanpietrini", il primo progetto sistematico di manutenzione, valorizzazione e risistemazione della pietra simbolo di Roma. Il primo intervento previsto è a Piazza Venezia dove, fa sapere la sindaca Virginia Raggi, l'impresa che si occuperà della manutenzione dei sanpietrini ha già iniziato le prime sistemazioni e la delimitazione dell'area di cantiere in prossimità delle limitrofe piazza d'Aracoeli e piazza di San Marco. "È proprio in quest'area - spiega - che i lavori si concentreranno nella fase iniziale. Verrà completamente riqualificata la pavimentazione in sanpietrino, che sarà mantenuto su tutta la piazza. Questo avrà dei benefici in termini di sicurezza sulla viabilità, soprattutto per i motociclisti. Alle operazioni di manutenzione stradale seguiranno anche interventi di bonifica della rete idraulica con la pulizia di caditoie e tombini e il restyling della segnaletica orizzontale". Complessivamente gli interventi su piazza Venezia dureranno circa 210 giorni durante i quali saranno delimitate di volta in volta le nuove aree di cantiere "in modo da non arrecare disagio al traffico cittadino e consentire all'impresa di proseguire i lavori in sicurezza".  "Il Piano Sanpietrini - afferma la sindaca Raggi - è stato il frutto di un lungo lavoro mai fatto prima e portato avanti dagli uffici di Roma Capitale in collaborazione con altre Istituzioni: dalla Sovrintendenza Capitolina, alla Soprintendenza Speciale Archeologica, Belle Arti e Paesaggio di Roma, dal Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici all'Agenzia per la Mobilità, al dipartimento Simu e, infine, al dipartimento mobilità. Ora questo piano diventa realtà. Tra i prossimi interventi - conclude - ci sarà quello di via IV Novembre".

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
08 feb 2020

ROMA METRO C | Ecco come sarà la futura stazione Venezia

di mobilita

Ieri in commissione mobilità si è parlato della nuova stazione Venezia della linea C. Prosegue l'iter della delibera Cipe n.76/19, necessaria al prolungamento delle gallerie a piazza Venezia e proseguono le attività di rilievo e indagine (testimoniali di stato su monumenti, campagna sondaggi archeologici, geognostici, campi prova condizionamento terreni. La futura stazione-museo di piazza Venezia della metro C avrà spazi espositivi lungo un tunnel sotterraneo che collegherà Palazzo Venezia all'Altare della Patria con i reperti ritrovati durante gli scavi, un “sistema museale” simile a quello già realizzato nella stazione di San Giovanni. Gli spazi espositivi saranno realizzati a livello -1 mentre l'atrio con i tornelli saranno a livello più basso.  La stazione avrà due uscite: una a piazza Madonna del Loreto, (che incorporerà i resti dell'auditorium di Adriano) e l'altra all'angolo tra piazza Venezia e via del Plebiscito. In ipotesi c’è anche una terza uscita su piazza San Marco interconnessa con la futura Linea D. Enrico Stefàno ha confermato che il progetto definitivo per i finanziamenti al Ministero verrà presentato entro giugno 2020. TI POTREBBERO INTERESSARE: ROMA | Arriva il parere favorevole della Commissione Mobilità per la linea metro D ROMA METRO D | Buone notizie per la nuova linea metro?  

Leggi tutto    Commenti 1
Articolo
20 dic 2019

METRO LINEA C | Approvato dal CIPE il prolungamento delle gallerie fino a piazza Venezia

di mobilita

Il Cipe, Comitato Interministeriale di Programmazione Economica, ha approvato questa mattina il prolungamento delle gallerie della linea C dalla meta di via dei Fori Imperiali a piazza Venezia. Un intervento propedeutico alla realizzazione della stazione che sarà sottostante alla storica piazza . Il finanziamento e di circa 9,3 milioni. Una notizia attesissima dall’Amministrazione Capitolina e dalla città. A dare la notizia, stamani, durante il sopralluogo sui cantieri di sondaggio (carotaggi) della commissione capitolina Mobilità, il responsabile del procedimento linea C di Roma, Andrea Sciotti. Presenti l’assessore alla Mobilità, Pietro Calabrese e il presidente della commissione, Enrico Stefàno. "Con questi sondaggi- ha chiarito l'assessore alla Mobilita del Comune di Roma, Pietro Calabrese- avremo le informazioni necessarie che ci serviranno per procedere con i tunnel e per sapere come istruire il progetto della futura stazione". Poi Sciotti ha fatto il punto sull’intera situazione. "La progettazione - ha spiegato Sciotti- esiste già ed e già stata condivisa con la Soprintendenza per i perimetri, per la modalità di scavo e per la valorizzazione dell'auditorium di Adriano emerso durante gli scavi preliminari. Sono poi arrivate altre indicazioni: la prima di concepire Venezia con la predisposizione come nodo di scambio con la futura linea D e di realizzarla come terminale provvisorio, cosa che permetterà una frequenza di un treno ogni 4 minuti, ma anche di proseguire il percorso verso Prati con la tratta T2. E infine di predisporre la stazione con collegamenti verso palazzo Venezia creando un'area museale connessa anche al Vittoriano. Se i tempi per il finanziamento potrebbero essere brevi, ben più lunghi saranno i tempi per la realizzazione della stazione. Finite le indagini a giugno 2020 - ha aggiunto Sciotti- saranno completate l'istruttoria per il Mit, la richiesta di finanziamento e sarà aperta la conferenza dei servizi. I lavori per la stazione dureranno 7 anni. Ma l'ipotesi progettuale prevede che per il 2024 venga almeno inaugurata la sistemazione superficiale in vista del Giubileo lasciando solo il cantiere sotterraneo.  Con l'ok del Cipe al finanziamento di circa 10 milioni – ha concluso Sciotti - a febbraio le due talpe meccaniche avranno completato lo scavo. Poi saranno cementate sotto la piazza ma con una facile possibilità di estrazione una volta realizzati i diaframmi della stazione e senza costi aggiuntivi". Ti potrebbe interessare: ROMA METRO D | Buone notizie per la nuova linea metro?  

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
04 dic 2019

ROMA | Entro gennaio 2020 i lavori di riqualificazione di Piazza Venezia

di mobilita

Inizieranno entro gennaio 2020 i lavori di riqualificazione di Piazza Venezia così come già previsto nel "Piano Sanpietrini". Il progetto, per il quale sono stati stanziati 5,6 milioni di euro, prevede il mantenimento della pietra simbolo di Roma in tutto il piazzale, con un lavoro specifico e adeguato ai flussi intensi di traffico della zona. Gli interventi, previsti anche a piazza D’Aracoeli, saranno eseguiti dopo le feste natalizie per evitare di congestionare il traffico. Le operazioni prevedono la bonifica completa delle caditoie e un restyling della segnaletica stradale. I lavori avranno un impatto positivo anche in termini di sicurezza per coloro che ogni giorno percorrono la piazza, soprattutto per i motociclisti. Il Piano Sanpietrini, realizzato secondo le indicazioni della Soprintendenza Archeologica e la Sovrintendenza Capitolina, è il primo progetto sistematico di riqualificazione della pavimentazione storica di Roma. Prende spunto dalle vecchie cartografie di Roma con un’analisi dello sviluppo urbano della città degli ultimi secoli. #Pianosanpietrini e #StradeNuove fanno parte di un progetto integrato per la riqualificazione del sistema viario della città, con un’attenzione alla sicurezza stradale e cercando di creare un’omogeneità tra le aree del centro storico e quelle a maggior traffico veicolare.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
21 nov 2019

ROMA | La metro C fino a piazza Venezia, arriva l’Ok del ministero

di mobilita

"Le 'talpe' non si fermeranno ai Fori Imperiali ma arriveranno fino a Piazza Venezia. Si tratta di una vittoria per tutti i cittadini, resa possibile grazie alla collaborazione avviata con il Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti. La metro C è un'opera fondamentale nella strategia complessiva che mira a rendere sempre più efficiente e sostenibile il trasporto pubblico nella Capitale d'Italia", É quanto è emerso dall'incontro odierno tra Virginia Raggi e il Ministro dei Trasporti Paola De Micheli. Individuate le coperture finanziare per il proseguimento della linea C della metropolitana di Roma fino a Piazza Venezia. Il ministro dei Trasporti, Paola De Micheli, ha formalizzato la disponibilità per intervenire sul prolungamento delle gallerie, già oggetto di un progetto presentato da Roma Capitale. La volontà del Campidoglio è proseguire la tratta superando Piazza Venezia per arrivare oltre piazzale Clodio.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
15 nov 2018

ROMA | Aggiudicata la gara per l’albero di Natale in piazza Venezia

di mobilita

Un albero di Natale alto più di venti metri con 60.000 luci led e 500 sfere. Sponsor dell’operazione sarà Netflix. È stata aggiudicata a IGPDecaux la sponsorizzazione tecnica per la realizzazione del tradizionale albero di Natale in piazza Venezia in occasione delle festività 2018-2019. L’albero sarà posizionato nel passaggio tra le due aree verdi centrali della piazza. Sarà selezionato un abete naturale che sarà certificato e reperito in Italia. L’albero verrà decorato con 500 sfere di color argento e rosso; per illuminarlo l’allestimento prevede 60mila luci led a basso consumo energetico e con tonalità calde. L’albero di Natale sarà acceso per 24 ore al giorno. In una delle aiuole della piazza sarà anche allestita un’area nella quale cittadini e turisti potranno scattare foto con lo sfondo dell’albero e dell’Altare della Patria. I costi totali dell’allestimento ammontano a 376.100,00 euro, e saranno a carico dello sponsor. Il progetto è stato seguito da Kinetic. L’allestimento dell’albero inizierà i primi di dicembre. L’accensione avverrà come da tradizione l’8 dicembre.  

Leggi tutto    Commenti 0