16 gen 2017

La tua auto da benzina ad elettrica: ora si può!


Con il “decreto retrofit” sarà possibile trasformare il proprio veicolo a benzina/diesel in una macchina elettrica con limitate spese e con un aggiornamento della carta di circolazione.


Con il “decreto retrofit” (D.M.T n 219 del I° dicembre 2015) avanziamo di qualche passo nel mondo della mobilità sostenibile. Con questo decreto infatti si potrà trasformare il proprio mezzo endotermico in un mezzo elettrico ad impatto zero con costi contenuti (il punto debole delle auto elettriche è infatti il costo ancora molto elevato) e con un semplice passaggio burocratico: non sarà infatti necessario immatricolare nuovamente il proprio veicolo, ma basterà aggiornare la propria carta di circolazione, esattamente come si fa quando si installa sulla propria auto un impianto gpl o metano.

Per poter effettuare la conversione sarà necessario però rivolgersi ad aziende accreditate presso il Ministero dei Trasporti, che dovrà garantire l’efficienza del progetto e di non alterare i sistemi di sicurezza preesistenti del mezzo.

Qualsiasi mezzo prodotto dopo il 2004 o in fase di costruzione potrà essere riconvertito, mentre per gli altri si dovrà verificare la compatibilità elettromagnetica. I costi stimati si aggirano attorno ai 5mila euro fra kit e mano d’opera (costi che scenderanno con l’aumento dei fruitori), quindi meno di un terzo rispetto all’acquisto di un nuovo veicolo elettrico.

Riqualificare è un vantaggio per tutti e va inquadrato nell’ottica di uno sviluppo in contesto urbano di una rete di mobilità elettrica.

Con il decreto retrofit – sostiene l’Onorevole Ivan Catalano, membro della IX Commissione Trasporti della Camera –  abbiamo deciso di affrontare il problema della trasformazione dei veicoli elettrici così come era già stato per Gpl e Metano, cercando una soluzione di transizione che consentisse di avere un nutrito parco circolante nel giro di pochi anni, ed arrivare rapidamente a un numero di veicoli sufficienti per giustificare lo sviluppo dell’infrastruttura di ricarica”. 


auto elettricadecreto retrofitMobilitàmobilità sostenibileretrofitveicoli elettrici


Lascia un Commento