Articolo
21 gen 2019

REGIONE CALABRIA | Avvio delle procedure per agevolare voli dagli aeroporti di Crotone e Reggio Calabria

di mobilita

Al Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti si è tenuta una riunione ufficiale per l’avvio delle procedure finalizzate ad assicurare la continuità territoriale per le aree del territorio servite dagli aeroporti di Crotone e di Reggio Calabria. La riunione, convocata dal Capo di Gabinetto del Ministro, Gino Scaccia, ha visto la partecipazione dei rappresentanti della Direzione Generale dello stesso Ministero per gli Aeroporti e il Trasporto Aereo e di Enac. Per la Calabria erano presenti l’assessore regionale alle Infrastrutture, Roberto Musmanno, e il Presidente della Sacal S.p.A., Arturo De Felice. Nel corso della riunione è stata verificata la possibilità di imporre oneri di servizio pubblico per i servizi di trasporto aereo sugli scali di Crotone e di Reggio Calabria. E’ stata inoltre illustrata la procedura amministrativa che prevede, a valle dell’invio del progetto preliminare di attivazione di rotte che assicurino la continuità territoriale e il successivo esame per una prima simulazione del costo del servizio, l’indizione di una conferenza dei servizi da parte del Presidente della Regione Calabria. Seguirà il bando internazionale per la ricerca degli operatori interessati. “Siamo soddisfatti dell’esito di questo primo incontro – ha dichiarato l’assessore Musmanno a margine della riunione-. In primis, perché grazie al contributo finanziario congiunto del Governo e della Regione Calabria sarà possibile assicurare adeguata copertura finanziaria su rotte a domanda debole sotto forma di corrispettivo, similmente a quanto avviene per il Trasporto Pubblico Locale. La procedura di simulazione dei costi sulla base del piano dei voli che Sacal sta affinando consentirà di determinare forme adeguate di compensazione per le compagnie aeree interessate a partecipare al bando ed evitare quindi che la gara vada deserta, come purtroppo è accaduto in passato. Ci sono notevoli opportunità, anche di incidere sulle tariffe, che possono essere proposte differenziate a seconda delle stagioni, oppure ad esempio per fasce di età. Tutte opportunità che stiamo studiando assieme alla Sacal, per giungere entro la fine di gennaio all’invio del piano richiesto. Purtroppo si è meno soddisfatti circa i tempi richiesti dalla procedura per l’emissione e la chiusura del bando internazionale, ma proveremo anche su questo a lavorarci su”. Conclude l’assessore Musmanno: “Ringrazio anche a nome della Giunta regionale i vertici di Sacal, perché grazie al lavoro svolto in questi anni hanno assicurato una stabilità economica e finanziaria nella gestione degli scali di Crotone e Reggio Calabria e ciò ha consentito di poter sedere al tavolo ministeriale con le giuste credenziali”.  

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
26 ott 2018

Ryanair annuncia la programmazione invernale 2018/19 da Milano Bergamo

di mobilita

Ryanair ha annunciato un record di prenotazioni per la programmazione invernale 2018/2019 dall’aeroporto di Milano Bergamo che include 6 nuove rotte verso fantastiche destinazioni come Amman, Brno, Crotone, Faro, Palma e Tangeri, tutte operative dalla fine di ottobre. Con un’offerta di 74 rotte invernali in totale, Ryanair trasporterà 10,5 milioni di passeggeri p.a. dall’aeroporto di Milano Bergamo. La programmazione invernale 2018/2019 di Ryanair da Milano Bergamo offrirà: 6 nuove rotte: Amman (3 voli a settimana), Brno (2 voli a settimana), Crotone (4 voli a settimana), Faro (2 voli a settimana), Palma (2 voli a settimana) e Tangeri (2 voli a settimana) 74 rotte in totale 10,5 milioni di clienti p.a. 900* posti di lavoro “in loco” A Milano Bergamo, John F. Alborante, Sales & Marketing Manager per l’Italia di Ryanair, ha affermato: “Siamo lieti di celebrare l’inizio della programmazione invernale 2018/2019 da Milano Bergamo, che ha già registrato un record di prenotazioni, con 6 nuove rotte verso fantastiche destinazioni come Amman, Brno, Crotone, Faro, Palma e Tangeri, tutte operative dalla fine di ottobre, per un totale di 74 rotte che permetteranno di trasportare 10,5 milioni di passeggeri. I clienti e visitatori italiani inoltre possono prenotare da oggi anche le proprie vacanze per la stagione estiva 2019, già in vendita sul sito ryanair.com, con tariffe ancora più basse. Non c’è momento migliore per prenotare un volo Ryanair. Per celebrare l’inizio della programmazione invernale 2018/2019 da Milano Bergamo, abbiamo messo in vendita posti sul nostro network europeo a partire da soli €9,99, per viaggiare entro gennaio 2019 e prenotabili fino alla mezzanotte di domenica (28 ottobre). Poiché i posti a questi fantastici prezzi bassi andranno a ruba velocemente, invitiamo i clienti ad accedere subito al sito www.ryanair.com per evitare di perderli.”

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
26 ott 2018

Ryanair lancia la programmazione estate 2019 dalla Calabria

di mobilita

Ryanair ha lanciato la sua programmazione per l’estate 2019 dalla Calabria che includerà 2 nuove rotte da Crotone per Bologna e Norimberga, e una nuova da Lamezia verso Malta, con un totale di 14 rotte che permetteranno di trasportare 1,4 milioni di passeggeri all’anno dagli aeroporti di Crotone e Lamezia, con una crescita del 6% su entrambi gli aeroporti. La programmazione dell’estate 2019 di Ryanair dalla Calabria offrirà: a Crotone: 2 nuove rotte:             Bologna (3 voli a settimana) e Norimberga (2 voli a settimana) 3 rotte in totale: Milano Bergamo (giornaliero), Bologna (3 voli a settimana) e Norimberga (2 voli a settimana) 170.000 clienti p.a. 130* posti di lavoro “in loco” a Lamezia: 1 nuova rotta: Malta (2 voli a settimana) 11 rotte in totale: Baden-Baden (2 voli a settimana), Bologna (11 voli a settimana) Bruxelles Charleroi (2 voli a settimana), Francoforte Hahn (2 voli a settimana), Cracovia (2 voli a settimana), Londra Stansted (4 voli a settimana), Malta (2 voli a settimana), Milano Bergamo (3 voli giornalieri), Milano Malpensa (2 voli al giorno), Pisa (giornaliero) e Treviso (giornaliero) 22 coincidenze internazionali via Milano Bergamo 1,2 milioni di clienti p.a. 900* posti di lavoro “in loco” Visitatori e clienti calabresi possono ora prenotare le proprie vacanze dell’estate 2019 verso 14 destinazioni approfittando di tariffe ancora più basse. Per festeggiare, Ryanair ha messo in vendita posti sulle sue rotte italiane a partire da soli € 16,99, per viaggiare ad aprile 2019, prenotabili fino alla mezzanotte di sabato (27 ottobre) solo sul sito Ryanair.com. A Lamezia, David O’Brien, Chief Commercial Officer di Ryanair, ha affermato: “Ryanair è l’unica compagnia aerea ad offrire circa 400 collegamenti internazionali con tutte le regioni italiane, supportando oltre 30.000 posti di lavoro negli aeroporti italiani e creando collegamenti cruciali sia per il business che per il turismo in regioni come la Calabria che più hanno bisogno di questa essenziale spinta economica. Ryanair sta supportando SACAL per sviluppare procedure di navigazione d’area (RNAV- Area Navigation) presso Reggio Calabria da sottoporre a ENAV ed ENAC a inizio dicembre. Ryanair può introdurre rotte domestiche e internazionali da Reggio da aprile 2019, previa conclusione dell’iter burocratico per l’inizio del nuovo anno. Siamo lieti di lanciare la nostra programmazione estiva 2019 dalla Calabria, con 14 rotte, tra cui 3 novità  da/per Bologna, Norimberga e Malta, che permetteranno di trasportare 1,4 milioni di clienti attraverso gli aeroporti di Crotone e Lamezia, supportando oltre 1.000* posti di lavoro in Calabria.  Per festeggiare il lancio della nostra programmazione per l’estate 2019 dalla Calabria, stiamo mettendo in vendita posti sulle tratte italiane a partire da € 16,99 per viaggiare ad aprile 2019, prenotabili fino alla mezzanotte di sabato (27 ottobre). Dal momento che questi incredibili prezzi bassi andranno a ruba velocemente, invitiamo i clienti a  collegarsi subito al sito www.ryanair.com per evitare di perderli. “ A Lamezia, Arturo De Felice, Presidente della Sacal, ha affermato: “ E’ un successo senza precedenti! Una svolta epocale per il sistema aeroportuale calabrese. Per la prima volta, e con un contratto di partnership di 3 anni, Ryanair collegherà tutti gli scali calabresi, attivando nuove rotte domestiche e internazionali dallo scalo di Reggio Calabria e incrementando, contestualmente, i collegamenti da Lamezia e Crotone e, dalla prossima Summer 2019. Siamo profondamente orgogliosi del risultato ottenuto che conferma la validità del Sistema aeroportuale calabrese e la qualità di un impegno di Sacal nella sua gestione”.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
28 ago 2018

FlixBus arriva in Calabria dal 3 settembre

di mobilita

Il leader europeo dei viaggi in autobus sbarca in Calabria, collegando oltre 30 città delle province di Crotone e Cosenza con più di 1.700 destinazioni nazionali ed europee, grazie alla collaborazione con gli operatori storici della mobilità calabrese IAS Touring e Fratelli Romano S.p.A.  Da lunedi 3 settembre FlixBus collegherà infatti 26 centri in provincia di Cosenza, tra cui cittadine di medie dimensioni come Corigliano-Rossano, Rende o Acri e località minori quali Mongrassano, Pietrapaola e Spezzano Terme, e 6 centri in provincia di Crotone, tra cui Cutro, Torretta di Crucoli, Cirò Marina e Strongoli Marina. Chi parte dalle due province potrà così raggiungere direttamente le principali città italiane come Roma, Napoli, Firenze, Venezia e Torino, e con pochi cambi, le principali città europee. Tra le città che maggiormente beneficeranno della collaborazione c’è Cosenza, che sarà collegata con Campania, Lazio, Toscana e Umbria: 14 collegamenti verso Napoli, 42 connessioni verso la Capitale, 14 verso Firenze e Siena e 28 collegamenti con Perugia.   Così come Cariati e Crotone, da cui si potrà viaggiare con facilità verso Roma (21 connessioni a settimana da Cariati e 14 da Crotone), Napoli (7 collegamenti settimanali per entrambe le città), Perugia (14 collegamenti settimanali da Cariati e 7 da Crotone) e Milano (fino a 7 connessioni a settimana da entrambe le città).Grazie alla collaborazione, i passeggeri calabresi potranno inoltre accedere fin da subito a tutti i servizi innovativi FlixBus, come ad esempio il sistema di prenotazione facile e intuitivo sia su App sia tramite sito, la possibilità di acquisto presso le oltre 6.000 agenzie di vendita su tutto il territorio nazionale, la flessibilità di cancellazione e cambio della prenotazione fino a 15 minuti prima della partenza, Wi-Fi gratuito e prese elettriche a bordo e prezzi dinamici e convenienti.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
09 mag 2018

VIDEO | Presentata la proposta di collegamento Crotone Simeri

di mobilita

Il presidente della Regione Mario Oliverio e l’amministratore delegato di Anas Gianni Vittorio Armani hanno presentato, oggi pomeriggio nella sala oro della Cittadella regionale, la proposta per la realizzazione in variante al vecchio tracciato della 106 del nuovo collegamento tra Crotone e Simeri Crichi. Ha coordinato i lavori l’assessore regionale alle infrastrutture Roberto Musmanno. Presenti in sala, tra gli altri, il sindaco e presidente della Provincia di Crotone Ugo pugliese, i consiglieri regionali Flora Sculco e Arturo Bova, il presidente della provincia di Catanzaro Enzo Bruno. Armani ha illustrato il Contratto di programma Anas 2016/2010, approvato con delibera Cipe del 15 dicembre 2017, con 23,4 miliardi di euro interamente finanziati, concentrati con 13 miliardi di euro per il 56% sud e isole. “L’impegno di Anas in Calabria ammonta a 4,6 miliardi di euro. Per la prima volta – ha evidenziato Armani - si realizza in Calabria un piano articolato e concreto sulla viabilità con un investimento epocale”. La nuova 106 “Jonica” viene integrata con l’A2 “Autostrada del Mediterraneo” grazie al completamento delle trasversali di collegamento, in parte già in corso di esecuzione, come la statale 182 "Trasversale delle Serre" e il Megalotto 4, nuovo collegamento Firmo-Sibari, e in parte già realizzate come la statale 280 “dei Due Mari” Sull’intero tratto della nuova 106 "Jonica" risultano ultimati, ad oggi, 150 km con l’ampliamento a quattro corsie e spartitraffico centrale, di cui 39 km in Puglia, 37 km in Basilicata, mentre nel tratto ricadente in Calabria sono stati adeguati complessivamente 74 km di cui 67 km con l’'ampliamento a quattro corsie e spartitraffico centrale e 7 km con adeguamento alla sezione tipo "C1". I lavori del Megalotto 3 che interessano circa  38 km, con un investimento complessivo interamente finanziato di oltre 1,3 miliardi di euro rappresentano l’anello mancante per il raggiungimento di un sistema integrato tra il corridoio adriatico-jonico-tirrenico. Il tracciato, tutto in provincia di Cosenza, si snoda tra Roseto Capo Spulico e la SS. 534 e si configura come uno degli elementi cardine nel progetto di trasformazione del Corridoio Jonico in un’arteria stradale di grande comunicazione con funzione di collegamento dei litorali jonici della Calabria, della Basilicata e della Puglia. Per il Megalotto 3 Anas ha avviato le attività propedeutiche che riguardano la progettazione esecutiva e gli espropri. Completato l’iter approvativo, l’inizio dei lavori è previsto entro fine 2018 I lavori in corso per la nuova SS.106, che interessano 17,7 km con un investimento complessivo di oltre 230 milioni di euro, riguardano invece il Megalotto 4 e la variante i Palizzi. Il primo è il raccordo tra l’inizio del Megalotto 3 al km 14 circa dell’attuale SS. 534 e l’A2 “Autostrada del Mediterraneo” in corrispondenza dello svincolo di Firmo, e prevede l’ammodernamento di 14 km della statale 534 “di Cammarata e degli Stombi” a strada extraurbana principale (2 carreggiate separate con 2 corsie per senso di marcia), per un valore complessivo di oltre 149 milioni di euro. Nell’agosto 2017 è stato aperto al traffico un primo tratto di circa 7 km e nel prossimo mese di luglio verranno aperti al transito i rimanenti 7 km dell’intero tracciato. Attualmente l’avanzamento dei lavori è pari al 92%. Il 1° stralcio della variante esterna all’abitato di Palizzi, per un costo complessivo di oltre 82 milioni di euro, ricade in provincia di Reggio Calabria e si sviluppa complessivamente per circa 3,8 km, ad unica carreggiata e 2 corsie, una per senso di marcia: la produzione attuale ha raggiunto l’82% e l’ultimazione dei lavori è prevista entro Dicembre 2018. “L’obiettivo – ha specificato l’amministratore Anas - è di dare una risposta immediata per risolvere le criticità del tratto calabrese. E, rispetto al passato, ora la programmazione è effettuata sulla base dell’analisi dei dati di traffico e tratte di maggiore incidentalità, progetti fattibili, finanziamenti disponibili, sono anche diminuiti tempi e costi e ci sono certezze per la realizzazione realizzative. Il tracciato proposto dagli Enti locali ed attualmente all’esame di Anas è lungo 48 Km circa e si pone come possibile alternativa a quello della SS 106 per il traffico di lunga percorrenza veloce e pesante, lasciando all’attuale infrastruttura costiera i flussi più locali, turistici, leggeri ed agricoli. Lo spostamento più all’interno rispetto alla linea di costa ed un itinerario più diretto, consentirebbe una significativa riduzione della distanza fra Crotone e Catanzaro e grazie al potenziamento della rete agevolerebbe l’interconnessione dei comuni più interni dando impulso allo sviluppo economico e sociale del territorio. La velocità di percorrenza potrebbe aumentare rispetto agli attuali da 70 Km/h, così come la sicurezza stradale grazie all’adozione dei moderni standard di progettazione a tutto vantaggio di una popolazione di circa 500mila abitanti che gravita attorno a tale strada”. “Oggi – ha affermato il presidente Oliverio - grazie a una costante attività di confronto con il Governo, l'Anas e le amministrazione locali, il corridoio jonico, grande progetto che era stato insabbiato da quasi un decennio nelle secche della burocrazia, può diventare realtà. Esso costituisce una tappa importante nel disegno strategico che abbiamo messo in campo per connettere la Calabria verso l'esterno e al suo interno. Ora bisogna accelerare per garantire il rispetto dei tempi e realizzare le attese ricadute in termini di occupazione e di rilancio del comparto dell’economia. La nostra – ha rimarcato Oliverio – è una scelta chiara e netta per togliere finalmente da un isolamento non più tollerabile una parte fondamentale della Calabria, la fascia jonica e i suoi abitanti: quasi il 40% della popolazione calabrese. La realizzazione di questa nuova infrastruttura stradale nella zona centrale della Calabria, sulla costa jonica, è parte di un progetto sistematico di una rete complessa e completa di comunicazione che l’attuale Giunta regionale si è data come obiettivo per rendere il territorio calabrese più accessibile e con minori tempi di percorrenza. Una scelta prioritaria che abbiamo assunto come programma di governo con l’obiettivo principale di garantire l’accessibilità delle aree non collegate favorendone lo sviluppo. Per questo motivo– ha concluso il presidente Oliverio – si rende necessario da subito l’elaborazione di uno studio di fattibilità con la consulenza tecnica dell’Anas recependo le proposte contenute nelle 38 delibere approvate dai consigli provinciali e comunali e dal Comitato Crotone nuova 106 adesso”. Al termine, la presidente del Comitato Marina Vincelli ha ufficialmente consegnato le firme raccolte attraverso una petizione popolare sulla 106 jonica. Il progetto ha come obiettivo quello di collegare lo svincolo di Simeri Crichi (Catanzaro) a quello del Passovecchio (Crotone) portando la distanza a soli 55 Km tra Crotone e Catanzaro, percorribile in 30 minuti, con limite di velocità consentita a 110 Km/h. Il tracciato attraversa complessivamente cinque comuni della provincia di Crotone (Crotone, Cutro, San Mauro Marchesato, Roccabernarda e Mesoraca) ed altrettanti della provincia di Catanzaro (Catanzaro, Simeri, Cropani, Belcastro e Marcedusa)

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
26 nov 2017

CROTONE | Sciopero proclamato per il 1 dicembre per la società Romano Autolinee e Fratelli Romano

di mobilita

Per venerdì 1 dicembre 2017, sono state proclamate 24 ore di sciopero del personale della società “Romano Autolinee regionali spa” e della società “Fratelli Romano spa”. indette dall’organizzazione sindacale FAISA CISAL,  Durante l’astensione dal lavoro, tutte le corse in partenza prima dell'entrata in vigore dello sciopero saranno regolarmente svolte; e saranno rispettate le fasce orarie di garanzia: la prima fascia, dalle ore 5:00 alle ore 8:00; la seconda fascia, dalle ore 18:00 alle ore 21:00.  

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
01 set 2017

Proseguono lavori di potenziamento infrastrutturale sulla linea Jonica

di mobilita

Saranno completati a fine mese gli interventi di manutenzione straordinaria e potenziamento infrastrutturale che Rete Ferroviaria Italiana sta realizzando sulla linea Sibari-Crotone-Catanzaro Lido (linea Jonica). Fino a sabato 30 settembre resta in vigore l’attuale offerta commerciale, consultabile nelle stazioni, uffici assistenza clienti e su tutti i canali informativi, telematici e on line del Gruppo FS, mentre il regolare programma di circolazione treni sarà ripristinato dal giorno successivo. Il termine dei lavori, infatti, era inizialmente previsto per domenica 10 settembre, ma un cedimento parziale della volta in Galleria Cutro, tra Isola Capo Rizzuto e Cutro, ha causato un allungamento dei tempi programmati per realizzare l’importante opera di consolidamento del tunnel, con un’inevitabile posticipo della data di riapertura della linea. I cantieri, che hanno operato in via continuativa lungo l’intera tratta rinnovando quasi 40 km di binari, hanno anche eseguito adeguamenti al Piano Regolatore Generale (PRG) delle stazioni di Corigliano e Calopezzati, realizzando interventi in grado di innalzare i limiti di velocità del tracciato, incrementandone gli standard di affidabilità e sicurezza. L’investimento economico, circa 40 milioni di euro, si inserisce nel più ampio progetto di potenziamento complessivo che verrà sviluppato nei prossimi anni, da Rocca Imperiale sino a Reggio Calabria, per migliorare l’ esperienza di viaggio sia in termini di tempi di percorrenza sia di accessibilità al servizio.

Leggi tutto    Commenti 0