16 feb 2017

Tassisti contro “Milleproroghe” disagi in molte città italiane


Oggi i tassisti di tutta italia stanno scioperando in attesa della votazione al Senato del maxiemendamento Milleproroghe nel quale è prevista anche una nuova norma che, secondo le organizzazioni dei tassisti, favorirebbe Uber.L’emendamento al DL Milleproroghe prevede infatti un nuovo slittamento, fino al 31 dicembre 2017, all’entrata in vigore delle misure che limitano i servizi di noleggio con conducente (Ncc).

“Il ministro Delrio si assuma la responsabilità del governo – tuona Nicola Di Giacobbe di Unica taxi Cgil – La legge 21 si può migliorare ma solo con il consenso delle categorie. Gli impegni presi si rispettano”.

A Roma lo sciopero si è esteso anche negli aeroporti di Fiumicino e Ciampino, praticamente risulta difficile trovare un taxi.

Alcune associazioni dei consumatori sono invece a favore  dell’apertura del mercato.  Il Codacons ha fatto sapere che depositerà un esposto urgente alle procure della Repubblica di Roma, Milano e Torino, di interruzione di pubblico servizio e blocco stradale da parte dei tassisti.

Qui riportiamo un’intervista che abbiamo fatto al General Manager di Uber in Italia, durante la prima conferenza nazionale per la mobilità sostenibile tenutasi al Polo Fieristico “Le Ciminiere” di Catania il 19-20 Giugno 2015 che spiegano le ragioni di Uber


mille proroghesciopero nazionale trasportitaxiuber


Lascia un Commento