Articolo
15 gen 2021

Norwegian Air chiude i voli low cost a lungo raggio

di mobilita

Norwegian Air pare fermamente intenzionata ad abbandonare la sua rete di collegamenti a lungo raggio  Il Board of Directors di Norwegian ha infatti delineato una business structure semplificata e uno short haul route network dedicato. Con questo piano, Norwegian può costruire una compagnia solida che attirerà investitori e continuerà a servire clienti nuovi ed esistenti. “Norwegian è da tempo riconosciuta come leader nel settore dei viaggi low cost, vincendo numerosi premi. La compagnia si baserà su questo, concentrandosi sul suo core Nordics business, operando un European short haul network con narrow body aircraft. La compagnia aerea continuerà a soddisfare le esigenze dei suoi clienti offrendo tariffe competitive su un’ampia gamma di rotte domestiche in Norvegia, nei paesi nordici e verso le principali destinazioni europee”, comunica Norwegian. “Il nostro short haul network è sempre stato la spina dorsale di Norwegian e costituirà la base di un futuro modello di business resiliente”, ha affermato Jacob Schram, CEO di Norwegian. “Il piano attuale è quello di servire questi mercati con circa 50 narrow body aircraft operativi nel 2021 e di aumentare tale numero a circa 70 narrow body aircraft nel 2022. Inoltre, Norwegian punta a ridurre significativamente il proprio debito a circa 20 miliardi di NOK e ad aumentare il valore di NOK 4 – 5 miliardi di nuovo capitale attraverso una combinazione di un’emissione di diritti agli attuali azionisti, un collocamento privato e uno strumento ibrido. La compagnia ha riscosso concreto interesse per la partecipazione al private placement. Norwegian ha recentemente riavviato un dialogo con il governo norvegese sulla possibile partecipazione dello Stato sulla base del nuovo business plan”, prosegue Norwegian. “Sono lieto di presentare oggi un solido business plan, che fornirà un nuovo inizio per la compagnia. Concentrando la nostra attività su uno short haul network, miriamo ad attrarre investitori nuovi e esistenti, servire i nostri clienti e supportare la più ampia infrastruttura e l’industria dei viaggi in Norvegia, nei paesi nordici e in Europa”, ha affermato Schram. La pandemia COVID-19 ha colpito profondamente l’intera industria dell’aviazione. Le restrizioni di viaggio continuano a influenzare negativamente la domanda di viaggi a lungo raggio e l’intera flotta Boeing 787 Dreamliner di Norwegian è stata messa a terra da marzo 2020. La domanda futura rimane altamente incerta. In queste circostanze una long haul operation non è fattibile per Norwegian e queste operazioni non continueranno. La conseguenza di questa decisione è che il board of directors delle legal entities che impiegano principalmente long haul staff in Italia, Francia, Regno Unito e Stati Uniti ha contattato gli insolvency practitioners. Norwegian continuerà a valutare opportunità redditizie mentre il mondo si adatta e si riprende dall’impatto di COVID-19. “Il nostro obiettivo è ricostruire una Norwegian forte e redditizia, in modo da poter salvaguardare il maggior numero di posti di lavoro possibile. Non ci aspettiamo che la customer demand nel long haul sector si riprenda nel prossimo futuro e il nostro obiettivo sarà quello di sviluppare il nostro short haul network man mano che usciremo dal processo di riorganizzazione”, ha affermato Schram. “È con il cuore pesante che dobbiamo accettare che ciò avrà un impatto sui colleghi dedicati di tutta la compagnia. Vorrei ringraziare ciascuno dei nostri colleghi interessati per la loro instancabile dedizione e contributo a Norwegian nel corso degli anni”. I clienti con prenotazioni influenzate dai futuri cambiamenti nel network rotte saranno contattati direttamente e saranno rimborsati. I processi di esame e ricostruzione intrapresi in Irlanda e Norvegia continueranno come pianificato e il piano presentato oggi è soggetto all’approvazione di Examiner and Reconstructor, al supporto dei creditori e alla successiva approvazione del tribunale.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
14 gen 2021

GNV: entra in flotta la nave GNV SEALAND

di mobilita

GNV annuncia il potenziamento della propria offerta commerciale con l’arrivo in flotta della M/n GNV Sealand; l’unità è stata costruita nel 2009 presso i Cantieri Visentini, ha una capacità di 2.255 metri lineari e di 195 auto, e può accogliere a bordo fino a 880 persone: nell’immediato la nuova nave andrà a supportare le linee della Compagnia, durante i lavori di installazione e attivazione dell'impianto di depurazione dei gas di scarico (c.d. scrubber) delle altre unità della flotta. Nei mesi successivi, l’ingresso in flotta della M/n GNV Sealand rafforzerà l’offerta e sosterrà l’ulteriore ampliamento dei collegamenti, già avviato nell’ultimo trimestre del 2020, con il consolidamento dei servizi di GNV e l’inserimento in flotta delle due navi Forza e Tenacia, a supporto delle linee da e per la Sicilia. L’arrivo della M/n GNV Sealand di fatto raddoppia l’aumento di capacità già pianificato dalla Compagnia con l’ingresso in flotta – nella primavera del 2021 – di una unità di nuova costruzione, attualmente in fase di realizzazione presso i Cantieri Visentini, che con 2.564 metri lineari garantirà un aumento della capacità di stiva impiegata nell’ambito della rete Autostrade del Mare – infrastruttura strategica per il Paese – e consentirà, in alternativa alla movimentazione dei mezzi pesanti sulla stessa tratta stradale, l’abbattimento delle emissioni in atmosfera e dei relativi costi per la collettività. La Compagnia continua gli investimenti in termini di miglioramento del servizio e incremento della capacità, con un’ulteriore ottimizzazione del network di rotte: recentemente, infatti, la Compagnia ha annunciato che a partire da giugno 2021 sarà operativa la nuova linea stagionale con la Sardegna tra Civitavecchia e Olbia – con 5 partenze a settimana da entrambi i porti – oltre alle storiche linee estive Genova-Porto Torres e Genova-Olbia. Fondata nel 1992, e oggi parte del Gruppo MSC, GNV è una delle principali compagnie di navigazione italiane operanti nel settore del cabotaggio e del trasporto passeggeri nel Mar Mediterraneo: con una flotta di 17 navi, la Compagnia opera 11 linee internazionali e 8 nazionali, da e per Sardegna, Sicilia, Spagna, Francia, Albania, Tunisia e Marocco.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
11 gen 2021

TRENORD | Sciopero dei treni tra il 24 e il 25 gennaio

di mobilita

È previsto per il 24 gennaio il primo sciopero dei dipendenti Trenord del 2021. A proclamarlo sono stati i lavoratori iscritti al sindacato Orsa Ferrovie, che incroceranno le braccia “recuperare” la manifestazione inizialmente prevista per il 15 novembre e differita vista l'emergenza sanitaria per “senso di responsabilità”, come dichiara il sindacato stesso in una nota. “Auspicavamo che tale iniziativa fosse contraccambiata dall'azienda con analogo atteggiamento affinché i problemi dei lavoratori ed i rapporti sindacali trovassero soluzioni attraverso un rapporto inclusivo delle rappresentanze dei lavoratori. Purtroppo ci siamo illusi - sottolineano nel comunicato - e l'atteggiamento arrogante e superbo tenuto dai vertici di Trenord anziché riscontrare un sistema partecipativo e costruttivo finalizzato alla risoluzione positiva della vertenza ha riscontrato un comportamento esattamente opposto”. I convogli Trenord potrebbero quindi restare fermi dalle 3 di domenica 24 gennaio alle 2 di lunedì 25 gennaio. Sul sito di Trenord, al momento, non è stata comunicata la notizia relativa alla protesta dei dipendenti. “Abbiamo riscontrato - dicono da Orsa Ferrovie - che nel settore della commerciale si è realizzato un confronto che non ha tenuto in considerazione la nostra rappresentanza sia per i contenuti sia per il metodo con cui è stata condotta la trattativa. Nel settore della manutenzione le nostre osservazioni e considerazioni sono state accolte in misura insufficiente tant'è si è giunti ad un accorso separato che ha riscontrato il disaccordo anche di un'altra organizzazione sindacale confederale”. “Per quanto riguarda le problematiche del personale mobile - spiega il sindacato - le proposte formulate dalle Rsu non sono state accolte e sono emersi ulteriori elementi irrisolti quali le condizioni logistiche, le troppe modifiche ai turni assegnati tramite l'applicativo Argo, ed i nuovi turni del personale in vigore dal prossimo cambio orario, consegnati per l'ennesima volta con grave ritardo e non rispettosi delle norme contrattuali”.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
11 gen 2021

TAV Milano – Venezia | Aggiornamento di gennaio della tratta Brescia Est – Verona

di Fabio Nicolosi

Torniamo a mostrarvi gli aggiornamenti relativi ai lavori dell'alta velocità nella tratta Brescia - Verona rispetto all'aggiornamento di dicembre. Oggi vi mostriamo i lavori nei pressi di Sommacampagna. Non avendo mai documentati i lavori, vi raccontiamo ciò che le foto mostrano. Si stanno ultimando la costruzione del monolite IN77 che verrà spinto sotto la linea storica e la realizzazione dei muri per il tratto di deviazione. Inoltre si stanno realizzando i nuovi sottopassaggi che sostituiranno quelli esistenti. Nel cantiere di Lonato Ovest la TBM "Martina" sembra temporaneamente ferma, probabilmente si attende la fine delle operazioni di consolidamento del fronte di scavo: In superficie prosegue l'accumulo dei conci che permetteranno il rivestimento della galleria. Sono in corso di ultimazione i lavori per la realizzazione delle fondazioni del nuovo cavalcavia e si sta iniziando a lavorare anche nel tratto tra Lonato e Calcinato Demolito il cavalcavia, adesso si è in attesa della messa in opera del nuovo impalcato: Ci spostiamo nel cantiere di Lonato Est dove terminerà la galleria scavata con la TBM e dove sono in corso le attività di realizzazione della fossa di uscita. Da qui la talpa sarà smontata e spostata nuovamente nel cantiere di Lonato Ovest dove scaverà la seconda canna del tunnel. Sia l'area a valle, che a monte della nuova viabilità vede notevoli progressi. Lato monte si sta proseguendo i lavori di realizzazione della fossa di estrazione, in particolare si continua a scavare in profondità e lungo la montagna sembra si stiano realizzando delle opere per la raccolta delle acque Lato valle i lavori possono essere suddivisi in piccole parti, nel primo tratto è tutto pronto per la messa in opera della copertura, nel secondo tratto si stanno invece scasserando le pareti laterali, infine nell'ultimo tratto si iniziano a predisporre i ponteggi. Lungo l'A4 quasi tutte le aree di cantiere vedono lavori in corso. Vi mostriamo una carrellata di immagini dai cantieri di Desenzano del Garda, Peschiera, San Martino della Battaglia, Castelnuovo del Garda, S. Giorgio in Salici. I lavori spaziano dalla realizzazione dei nuovi cavalcavia, alle opere propedeutiche alla costruzione della nuova sede ferroviaria. Tante le maestranze a lavoro nei pressi del fiume Mincio, dove si sta lavorando per preparare le fondazione del ponte ferroviario che scavalcherà il fiume e che sarà una delle opere principali della nuova tratta ferroviaria Nel cantiere di Tagliaferro si procede alla costruzione del portale di ingresso della galleria. In direzione Verona si sta procedendo allo spostamento dei cavi di AT e sono iniziati i lavori di palificazione tramite l'utilizzo di due trivelle per la realizzazione della sede ferroviaria. Ricordiamo che questa sarà l'uscita dell'ultima galleria che porterà la ferrovia in superficie fino a ricollegarsi con la linea attualmente in esercizio nei pressi di Verona e di cui vi abbiamo mostrato l'avanzamento all'inizio di questo articolo   Vi lasciamo con un breve video riepilogativo: Ti potrebbero interessare anche: TAV Milano – Venezia | Aggiornamento di Dicembre della tratta Brescia Est – Verona TAV Milano – Venezia | Aggiornamento di Ottobre della tratta Brescia Est – Verona TAV Milano – Venezia | Aggiornamento di Settembre della tratta Brescia Est – Verona TAV Milano – Venezia | Aggiornamento di Agosto della tratta Brescia Est – Verona TAV Milano – Venezia | Aggiornamento di Luglio della tratta Brescia Est – Verona TAV Milano – Venezia | Aggiornamento di Giugno della tratta Brescia Est – Verona TAV Milano – Venezia | Aggiornamento di Maggio della tratta Brescia Est – Verona TAV Milano – Venezia | Aggiornamento di Febbraio della tratta Brescia Est – Verona Per rimanere sempre in contatto con Mobilita.org i nostri canali:  Sito internet: http://mobilita.org  Fanpage: https://www.facebook.com/mobilita.org/  Instagram: https://www.instagram.com/mobilita_org/  Twitter: https://twitter.com/mobilita_org  Canale Telegram: https://t.me/mobilita

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
07 gen 2021

EGO Airways oggi, 7 gennaio dà il via alle vendite

di mobilita

Il momento tanto atteso è finalmente arrivato e come annunciato, EGO Airways, la nuova compagnia aerea made in Italy, creata da una cordata di imprenditori italiani con alle spalle un'esperienza pluriennale nel settore aeronautico, oggi, 7 gennaio 2021, dà il via alle vendite in partenza dall'aeroporto di Bari. In linea con il piano presentato al mercato all'inizio dello scorso dicembre, i biglietti disponibili dal 7 gennaio interessano la programmazione annuale, attiva dal 28 marzo 2021, con un fitto calendario di collegamenti che coinvolgerà, oltre all'aeroporto di Bari, gli aeroporti di Forlì, Firenze, Catania, Parma e Lamezia Terme. A questi scali, dal 4 giugno, si aggiungeranno Cagliari, Bergamo e Roma. Per il Presidente di Aeroporti di Puglia, Tiziano Onesti, "l'annuncio del prossimo avvio delle operazioni di EGO Airways dall'aeroporto di Bari è un segnale più che positivo, in questo momento così difficile dell'industria del turismo nazionale e internazionale". Onesti ricorda altresì che lo scalo pugliese è stato tra i primi ad essere inserito nel network di lancio del vettore. "I collegamenti con Firenze, Parma e Forlì - questi ultimi due novità assoluta per l'aeroporto del capoluogo pugliese - non solo ampliano la rete dei collegamenti nazionali offerti da Aeroporti di Puglia, ma soprattutto danno un senso concreto alla voglia di tornare a volare che rappresenta l'obiettivo dell'anno appena cominciato. L'auspicio, condiviso con la compagnia, è che quanto prima ai voli annunciati oggi possano aggiungersene altri, e non solo da Bari. Aeroporti di Puglia, in linea con la Regione Puglia, ha operato in questo lungo periodo per rimodulare le proprie strategie di sviluppo e ritornare a livelli di traffico più consoni alle potenzialità e alla sostenibilità della rete aeroportuale". "Con molta soddisfazione, in un momento che ci auguriamo possa far intravedere una ripartenza per tutto il comparto travel, diamo inizio alle vendite tenendo fede a quanto preannunciato. Era importante presentarci puntuali a questa scadenza e nonostante la complessità del periodo ci siamo impegnati al massimo per rispettarla. I feedback raccolti dal giorno della presentazione ufficiale della compagnia sono molto positivi, sia da parte della rete agenziale sia da parte degli operatori. Le partnership con gli aeroporti di riferimento sono molto solide e all'insegna della massima collaborazione, in una promettente ottica win-win. Guardando con fiducia al futuro, siamo pronti a interagire con tutti i segmenti del mercato, forti della certezza di offrire un servizio che saprà declinare il meglio del Made in Italy, in perfetta sicurezza e all'insegna della personalizzazione dell'esperienza", commenta Marilena Bisio, Responsabile commerciale di EGO Airways. Il piano voli da Bari e le tariffe Il piano voli, operati dai 2 aeromobili Embraer 190, prevede tratte con differente frequenza nell'arco della settimana. L'aeroporto di Bari sarà collegato quattro volte alla settimana (lunedì, mercoledì, venerdì e domenica) con Parma, Forlì e Firenze. Due le fasce di prezzo, con voli a partire da 48,90 euro per la tariffa Just Go e da 98,90 euro per la Private, che si differenziano principalmente per tipologia di posto. Entrambe possono essere personalizzate nel corso della prenotazione o al check-in, scegliendo tra le ancillaries a pagamento proposte dalla compagnia. EGO Airways e il trade Per presidiare al meglio il territorio nazionale EGO Airways ha attivato un team sales, con referenti dedicati in particolare a differenti aree e coordinati dalla Responsabile commerciale, Marilena Bisio: Massimo Larini seguirà la Toscana, Antonio Parente sarà attivo tra la Romagna e le Marche, Giovanni Carlucci si occuperà della Puglia, di una parte della Calabria e della Basilicata, Gianluca Glorioso opererà tra la Sicilia e la restante parte della Calabria. Articolato il programma di servizi B2B per le ADV e agli operatori che, tra le altre cose, avranno a loro disposizione un call center, un'area online dedicata con tool utili e di facile utilizzo, incentivazioni e modalità di pagamento riservate. Senza dimenticare, naturalmente, la diversificazione delle possibilità che includono quotazioni per voli charter one shot, rotazioni di intere stagioni, allotments e operazioni di vuoto/pieno, visite congiunte ad aziende (con benefit per aziende e agenzie), nonché accordi di Corporate Net Rates, utilizzabili dall'ADV. "La nostra squadra commerciale sarà attiva da subito per dare la possibilità a tutti gli stakeholder di mettere a fuoco i vantaggi e le opportunità che EGO Airways è pronta a offrire al panorama B2B nazionale, nell'ottica di declinare la nostra filosofia della massima personalizzazione dell'esperienza anche nelle interazioni con le ADV, i tour operator e le aziende. Con la volontà di essere un partner flessibile e affidabile e con l'ambizione di contribuire alla ricostruzione del tessuto turistico del nostro Paese", conclude Marilena Bisio.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
07 gen 2021

Stadler costruirà nuovi treni per la ferrovia delle Centovalli

di mobilita

Ferrovie Autolinee regionali Ticinesi SA (FART) e Stadler hanno firmato un contratto per la produzione e la consegna di otto nuove unità multiple alla fine di dicembre 2020. I nuovi treni su misura dovrebbero sostituire il vecchio materiale rotabile della famosa ferrovia delle Centovalli in Ticino dal 2023 - in tempo per il suo centesimo anniversario. Per Stadler, questo sarà il terzo ordine dal Ticino negli ultimi due anni: il treno FLIRT più venduto lo è già in uso per il trasporto regionale transfrontaliero TILO, mentre saranno operati i primi treni TRAMLINK Ferrovie Luganesi SA (FLP) a Lugano dall'estate 2021. La nuova, moderna e più efficiente flotta consentirà a FART di soddisfare anche le esigenze del trasporto pubblico quelli dell'industria del turismo della regione, che sta crescendo a lungo termine. Anche le unità multiple sono pienamente conformi con la legge sulla parità di diritti per le persone con disabilità. Il volume degli ordini ammonta a circa 94 milioni di svizzeri franchi. I costi successivi dell'investimento saranno finanziati dalla Confederazione e dal Canton Ticino.   Questa è la prima volta che Stadler costruirà nuove unità multiple a scartamento ridotto personalizzate per il trasporto ferroviario regionale e transfrontaliero in Ticino. Il nuovo materiale rotabile è costituito da quattro unità multiple a scartamento ridotto per quattro carrozze il percorso da Locarno a Domodossola (Italia). Altri quattro treni a tre carrozze sono destinati al trasporto regionale servizi nelle Centovalli. “Siamo orgogliosi di costruire questi nuovi treni per la ferrovia delle Centovalli. Lo sviluppo e la produzione di i veicoli su misura sono e rimangono un'area di attività principale per Stadler ", afferma André Kurmann, direttore delle vendite Tailor Made a Stadler. “I nuovi treni garantiranno un elevato livello di comfort di viaggio ai passeggeri. Abbiamo pagato particolare attenzione al design, alla scelta dei materiali e alla sicurezza dei passeggeri e dei membri dell'equipaggio. Questi aspetti sono cruciali per noi come leader nella costruzione di treni, ed è qui che la nostra pluriennale esperienza entrare in gioco. " “Negli ultimi mesi abbiamo lavorato a stretto contatto con Stadler per definire tutti i dettagli contrattuali necessari per la conclusione di un contratto di questo tipo ”, sottolinea Paolo Caroni, Presidente del Consiglio di Amministrazione di FART. “La sfida per noi era quella di sfruttare oggi tutte le opzioni per lo sviluppo e ammodernamento dei treni che entreranno in servizio alla fine del 2023 e continueranno ad operare per decenni fino a venire. È una grande opportunità che richiede visione e lungimiranza. " Maggiori informazioni sui veicoli Le unità multiple regionali sono lunghe circa 49 metri, mentre le unità multiple internazionali misurano circa 63 metri. Le carrozzerie sono in alluminio. Ogni treno può trasportare 264 (tre vagoni modelli) o 343 (modelli a quattro auto) rispettivamente, con posti a sedere per 106 (modelli a tre auto) e 141 (modelli a quattro auto) persone. Stadler si è concentrato in particolare sull'accessibilità dei veicoli per dare tutto i passeggeri, compresi quelli con mobilità ridotta, hanno accesso senza ostacoli alle piattaforme. Inoltre, i treni hanno aree riservate a sedie a rotelle oltre che a biciclette e carrozzine. Le unità multiple dispongono anche di una rete Wi-Fi che consente ai passeggeri di accedere a FART e contenuti multimediali. Un innovativo sistema informativo per i passeggeri completa l'esperienza di viaggio nei nuovi treni per la ferrovia delle Centovalli

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
07 gen 2021

Il treno Regionale 4512 (Roma Termini – Foligno) finisce contro una frana: sei vetture fuori dai binari

di mobilita

Il treno Regionale 4512 (Roma Termini - Foligno) alle ore 13 di oggi è rimasto coinvolto in un deragliamento, causato da una frana sui binari a causa del maltempo che da giorni sta interessando la zona. - Al momento dell'incidente erano settanta la persone che viaggiavano a bordo del treno, fortunatamente nessuno dei viaggiatori, né del personale di Trenitalia in servizio, è rimasto ferito. Ad essere coinvolte dalla frana le prime sei vetture e la Locomotiva di testa mentre le vetture di coda sono rimaste intatte. Sospesa la circolazione nel tratto interessato, che è a binario unico. I passeggeri sono stati trasferiti su una delle vetture rimaste sui binari per essere riportati nella stazione di Terni grazie al locomotore di coda. Sul posto anche personale del 118 e vigili del fuoco. Foto di copertina: Macchinisti italiani

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
07 gen 2021

Alitalia compagnia più puntuale d’Europa e terza al mondo nel 2020

di mobilita

Nell’anno di maggiore criticità della storia del trasporto aereo mondiale Alitalia conferma la sua leadership nelle performance operative, risultando la compagnia aerea più puntuale in Europa e la terza al mondo tra le aerolinee full service (non low-cost). Nel corso dei dodici mesi del 2020 il 93,2% dei voli Alitalia è atterrato in orario come certificato da FlightStats di Cirium, società che ogni mese stila la classifica di tutte le principali compagnie del mondo confrontando i dati delle aviolinee assimilabili per dimensioni e tipologia di servizio. Un risultato record che migliora le già lusinghiere prestazioni degli anni 2018 e 2019 quando Alitalia si era classificata come la seconda compagnia aerea più puntuale in Europa e, rispettivamente, l’ottava e la settima nel mondo. Per la rilevazione della puntualità Cirium segue la metodologia “A14” ovvero con una tolleranza in arrivo di 14 minuti rispetto all’orario di atterraggio previsto. “Siamo particolarmente orgogliosi di questo risultato - ha commentato il Commissario Straordinario, avvocato Giuseppe Leogrande – arrivato in un anno che potremmo definire da tempesta perfetta per l’inedito e imprevedibile livello di stress a cui è stata sottoposta l’industria del trasporto aereo. Per questo desidero ringraziare tutto il personale Alitalia, dai piloti e assistenti di volo ai tecnici della manutenzione, dal personale aeroportuale agli impiegati di staff, che in condizioni di emergenza, con continui cambiamenti improvvisi per chiusure di frontiere e limitazioni alla mobilità, hanno dimostrato un grande senso di responsabilità verso il Paese, garantendo sempre la connettività ai cittadini italiani e ai visitatori dell’Italia, vieppiù con un servizio di assoluta eccellenza come certificato da un primario osservatore internazionale”.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
06 gen 2021

Nasce la nuova compagnia aerea AdriAvia con base ad Ancona

di mobilita

Nasce la nuova compagnia aerea AdriAvia, interamente marchigiana, fortemente voluta dalla famiglia Davanzali (famiglia legata alla compagnia aerea Itavia che fallì con la tragedia del DC-9 di Ustica) con una cordata di 38 imprenditori tra cui Francesco Merloni, Massimo Berlon e Adolfo Guzzini e, con una quota di partecipazione del 15%, della spagnola Air Nostrum Líneas Aéreas leader nel trasporto aereo regionale in Spagna. Inizialmente verranno utilizzati due Atr 72-600 con 72 posti che collegheranno Ancona con Roma e Milano Linate con frequenza plurigiornaliera. In una fase successiva sono previsti collegamenti con Napoli, Lamezia Terme, Brindisi, Alghero, Olbia, Spalato e Corfù. Si prevede l’assunzione sul territorio di 55 nuove figure professionali come personale navigante tecnico, (comandanti e copiloti) e di cabina.  

Leggi tutto    Commenti 0