Articolo
28 mag 2018

MESSINA | Proseguono i controlli con il dispositivo “scout”, per il rilevamento delle infrazioni al Codice della Strada

di mobilita

Il Comando del Corpo di Polizia Municipale ha disposto la prosecuzione dei servizi di controllo della velocità con autovelox, nell’ottica della prevenzione dei sinistri stradali, e con il dispositivo “scout”, per il rilevamento delle infrazioni al Codice della Strada in materia di divieti di sosta. I servizi saranno effettuati da oggi, lunedì 28, sino a sabato 2 giugno, alternativamente sugli assi viari più interessati dal traffico. Il controllo con autovelox si svolgerà sulla Strada Statale 113 a Spartà; sulla Strada Statale 114, a Galati, e Mili Marina; sulle vie Circuito Torre Faro e Consolare Pompea e sul viale della Marina Russa. Il dispositivo “scout” monitorerà la Strada Statale 114, nel tratto tra il bivio Zafferia e la rotatoria “Alfio Ragazzi”; via Marco Polo; via Industriale (tratto Samperi – S. Cecilia); piazza della Repubblica; via I Settembre (nel tratto Battisti – S. Martino); via Consolato del Mare; via Laudamo (isola pedonale); piazza Duomo; viale Boccetta, dalla via Garibaldi al viale Principe Umberto; viale S. Martino, da Villa Dante a piazza Cairoli; via La Farina, tra le vie S. Cosimo e Cannizzaro; viale Giostra, tra il viale Regina Elena e lo svincolo S. Michele; via Garibaldi, dalla Prefettura sino a piazza Cairoli; via T. Cannizzaro, tra il corso Cavour e il viale Italia; via C. Battisti, dalla rotatoria del viale Europa a via Garibaldi; piazza della Repubblica; piazza Trombetta; viale della Libertà, dal viale Giostra sino alla Prefettura; corso Cavour, dal viale Boccetta sino alla via T. Cannizzaro; via Tommaso Cannizzaro, tra le vie La Farina e C. Battisti; viale della Libertà, tra la rotatoria Annunziata e Giostra; via Garibaldi, dalla Prefettura al viale Giostra; e viale della Libertà, dalla rotatoria Annunziata alla Prefettura. Il Comando della Polizia Municipale raccomanda agli automobilisti il rispetto dei limiti su tutte le strade, ricordando che l’eccesso di velocità è tra le cause che incidono maggiormente sulla gravità dei sinistri stradali, e l’osservanza delle regole che vietano la sosta, in particolare in doppia fila, sul marciapiede, nelle corsie preferenziali, pista ciclabile e attraversamenti pedonali.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
15 mag 2018

MESSINA | Presentati oggi a Palazzo Zanca i dati di Scout System e Scout Krono per l’anno 2017

di mobilita

Il sindaco, Renato Accorinti, il vicesindaco e assessore con delega alla Polizia Municipale, Gaetano Cacciola, ed il commissario ispettore superiore della Polizia Municipale, Michele Bonanno, insieme ai componenti della sezione “Astori”; nel corso di una conferenza stampa oggi a Palazzo Zanca, hanno illustrato i dati del 2017 relativamente all’utilizzo dei dispositivi veicolari Scout System e Scout Krono, in dotazione alla Polizia Municipale. Lo Scout System consente il rilevamento attraverso una fotocamera delle violazioni al codice della strada, in materia di divieti di sosta e servizio di controllo in tempo reale delle assicurazioni e delle revisioni dei mezzi di trasporto; mentre attraverso lo Scout Krono è possibile effettuare un accurato controllo dei mezzi pesanti, in particolare per la normativa relativa ai tempi di guida e riposo. Nel 2017 sono stati elevati 29.167 verbali di contravvenzione per varie modalità di sosta irregolare: 8.313, per divieto di sosta; 5.846, in seconda fila; 3.324, su pista ciclabile; 2.048, su corsia canalizzazione; 2.172, davanti a cassonetto r.s.u.; 2.305, su marciapiede; 1.128, su attraversamento pedonale; 1.128, in intersezione; 1.884, su striscia di margine; 741, non parallela all’asse stradale; e 278, in area pedonale. I 29.167 verbali, che sono stati elevati per soste irregolari nelle principali arterie cittadine, sono stati così distribuiti: 2.668 in via La Farina; 4.890 in via Garibaldi; 3.119 in via Cesare Battisti; 3.254 sul viale San Martino; 2.399, viale della Libertà; 1.449, corso Cavour; 180, S.S. 114; 2.204, piazza della Repubblica; 1.871, via Tommaso Cannizzaro; 0, via Consolare Pompea; 1.946, viale Boccetta; 323, piazza Pugliatti; 1.301, via I Settembre; 234 in via V. Emanuele; 0, piazza Duomo; 10, via Consolato del Mare; 1.437, via Marco Polo; e 1882, viale Giostra; 0, altre località. Il trend dei verbali per soste irregolari nel triennio 2015-2017 è così distribuito: 20.691, nel 2015; 24.702 nel 2016; e 29.167 nel 2017. Le multe elevate per il controllo di assicurazione e revisione dei veicoli con lo Scout System sono state 1.079 per omessa revisione e 302 per mancata copertura assicurativa. Sono stati invece 160 i verbali emessi per mancato rispetto dei tempi di guida e riposo da parte dei conducenti di mezzi pesanti dopo il controllo con lo “Scout System Krono”, dei quali 39, per violazione del superamento del periodo di guida giornaliero; 87, per incompleto riposo giornaliero; 24, per incompleto riposo settimanale; e 10, per inosservanza delle pause e interruzioni di guida. Erano stati invece 60 i verbali emessi nell’anno 2016, sempre nell’ambito dell’attività sanzionatoria per i mezzi pesanti. Relativamente al contenzioso sulle sanzioni Scout e Scout Krono, per il biennio 2016 – 2017, i ricorsi al giudice di pace nel 2016 sono stati 73, dei quali 20 rigettati, 35 rinviati e 18 accolti; 86 quelli al prefetto, di cui 40 rigettati, 44 rinviati e 2 accolti; per l’anno 2017, sono stati 50 i ricorsi al giudice di pace, dei quali 22 rigettati, 19 rinviati e 9 accolti; infine sempre per il 2017 i ricorsi al prefetto sono stati 101, e di questi 41 rigettati, 58 rinviati e 2 accolti.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
23 ott 2017

Firenze in battaglia contro le bici contromano

di Cristina Betti

Mentre nel resto d'Europa è normale amministrazione permettere alla bici di andare contromano nei tratti a senso unico, in Italia questa regola non esiste ma solitamente si tollera. Firenze invece ha dato battaglia. Dare regole diverse per venire incontro ai ciclisti, perché in bicicletta si fa più fatica ma si aiuta la collettività. E' per questo che le amministrazioni dovrebbero venire incontro ai velocipedi. In paesi come Olanda, Belgio, Norvegia ecc, dove l'utilizzo della bici è enormemente più diffuso, questa prassi è una regola appositamente segnalata sia da cartelli che da strisce orizzontali che delimitano il percorso dei ciclisti; questione su cui sta puntando molto anche la stessa comunità europea. In Italia, Milano sta sperimentando questa possibilità, con l'apposito cartello "A senso unico eccetto per i velocipedi".  L'amministrazione di Firenze invece ha deciso di dare battaglia a quest'abitudine che finora in Italia è stata quantomeno tollerata. L'assessore alla polizia municipale e alla sicurezza Federico Gianassi afferma infatti che «le regole del codice della strada vanno rispettate da tutti, anche da chi si muove in bicicletta», e pertanto mai più biciclette contro-mano, sottolineando che la polizia municipale è pronta ad effettuare controlli più severi non solo per chi pedala contromano, ma anche per chi transita sui marciapiedi creando pericolo per i pedoni. Un attacco ai ciclisti accompagnato però dall'impegno di costruire, entro il 2020, ben 20 km di piste in più, che andranno ai 90 km (di piste però frastagliate e mal collegate) già presenti a Firenze. Insomma, i ciclisti intanto verranno messi in riga e controllati, in attesa di piste più sicure. Sarebbe stato ben apprezzato anche un controllo più severo per quelle automobili che parcheggiano sulle piste rendendo difficile il transito ai velocipedi...  

Leggi tutto    Commenti 0