Articolo
14 mag 2021

NAPOLI | Riparte la Funivia del Faito con una nuova piazza

di mobilita

Questa mattina è ripartita la Funivia del Faito con le sue corse quotidiane. L’appuntamento è stato anche l’occasione per presentare il Progetto Fare Piazz(e) al Faito. Il Presidente De Gregorio ha evidenziato come “oggi il piazzale superiore appare come un luogo senza identità, di transito. L’idea è di pedonalizzare il piazzale, ricoprirlo parzialmente e trasformarlo in una piazza, luogo di incontro protetto e aprendo dalla piazza sul golfo”. Fare piazz(e) al Faito è un progetto di riconversione del Piazzale superiore della Funivia,  che mira a costruire, attraverso 5 nuovi spazi pubblici, un sistema di piazze caratterizzate dalla presenza di elementi in grande scala – totem-arredo-landmark – raccolti sotto una grande pergola/ copertura in grado di accogliere e proteggere i visitatori.  La redazione del progetto è stata affidata alla società OD’A – officina d’architettura- vincitrice del concorso di idee promosso da EAV. Al termine della progettazione, prevista entro il 15 luglio, sarà avviata la conferenza dei servizi propedeutica all’approvazione del progetto redatto. Il costo dei lavori è stimato in 2,5 milioni. La previsione è di concludere i lavori per la fine del 2023. Il progetto vuole potenziare il sistema della attività ludico/ricettive ed implementare i flussi al fine di svincolare l’area dall’attuale funzione esclusivamente di passaggio e di servizio alla Stazione superiore. Proprio il fabbricato della Stazione sarà oggetto di un restyling della sala di attesa, di tutti i percorsi pubblici e la creazione di nuovi servizi igienici per la piazza, inoltre è previsto un ampliamento con la realizzazione di uno spazio ipogeo destinato ad ospitare un punto di ristoro, uno spazio espositivo e un corner per l’Ente Parco Regionale dei Monti Lattari.      

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
21 apr 2021

NAPOLI | Approvato progetto definitivo collegamento linee vesuviane – Afragola AV

di mobilita

EAV è stata nominata, per tramite di Regione Campania, soggetto attuatore dell'intervento di collegamento delle linee vesuviane con la stazione di Afragola AV, del valore complessivo di € 40.000.000,00 a valere su fondi POR/FESR 2014/2020. Successivamente alla stipula della relativa convenzione, sono state avviate le attività inerenti la progettazione dell'intervento. Terminata la redazione del progetto di fattibilità tecnica ed economica, è stata pubblicata e aggiudicata la gara per l'affidamento del servizio di redazione del progetto definitivo. Oggi 20/04/2021 è stato siglato il contratto con il progettista aggiudicatario (Consorzio Stabile Hub Engineering S.c.ar.l.) per la redazione del progetto definitivo. La nuova stazione Afragola AV è destinata ad accogliere i treni AV provenienti dal Nord Italia e dall'Europa. Da qui, in direzione Sud si dipartiranno i treni diretti verso la linea tirrenica (Calabria) e quella orientale (Puglia). La stazione Napoli Afragola AV, oltre ai quattro binari dedicati alle linee ad alta velocità, ospita due binari di competenza EAV che, con la realizzazione di una nuova tratta tra la suddetta stazione e quella di Volla, permetterà il completamento di un nodo di scambio tra la rete AV e le linee vesuviane EAV. Il progetto nel suo complesso riguarda le opere di completamento della linea EAV tra la stazione di Volla e la stazione di Afragola AV. L'intera tratta presenta una lunghezza complessiva di circa 5,00 km. EAV, quindi, con tale investimento è chiamata a cogliere la sfida legata all'integrazione tra le proprie linee vesuviane e la direttrice nazionale transitante nella nuova stazione Afragola AV. Nell'ambito dell'opera sono previsti interventi relativi all'ammodernamento della stazione EAV di Volla, il completamento delle opere civili e tecnologiche della linea e della stazione Afragola AV destinata all'esercizio della linea vesuviana di EAV. La futura stazione di Volla diverrà un punto strategico della rete EAV. Infatti, in tale impianto, verrà realizzato un nuovo Posto Centrale Operativo per ACCM Multistazione che, a regime, gestirà la circolazione ferroviaria della nuova tratta Volla - Afragola AV e dell'intera rete vesuviana. Il progetto prevede, inoltre, la realizzazione del collegamento tra le linee vesuviane Napoli - San Giorgio e Napoli - Sorrento mediante la realizzazione di un tronco di galleria di collegamento, con relativo attrezzaggio impiantistico nelle adiacenze della fermata "S. Maria del Pozzo" della linea Napoli - Sorrento, in zona limitrofa all'esistente casello autostradale Napoli Barra/Sud. Il collegamento, di estensione pari a circa 700 m, sarà realizzato prevedendo l'innesto della nuova galleria su quella esistente della tratta Napoli - San Giorgio. L'avvio dei lavori è previsto entro il 2022 con l'attivazione del nuovo collegamento entro il 2025.

Leggi tutto    Commenti 1
Articolo
22 feb 2021

CAMPANIA | Presentati da EAV i nuovi treni per le linee flegree

di mobilita

Presentati oggi due nuovi treni che entrano in servizio sulle linee flegree.  Saranno 18 i  treni nuovi e 13 quelli revampizzati riuscendo a raddoppiare i treni in circolazione rispetto a 5 anni fa e tra un anno passeranno da 10 a 30. In attesa ci sono ancora 65 nuovi treni di cui 40, aggiudicati ad Hitachi 18 mesi fa, sono fermi per un contenzioso con Stadler. Il Consiglio di Stato si è riunito in camera di consiglio il 10 dicembre e si è ancora in attesa di conoscere la loro decisione. Intanto sulle linee vesuviane sono state immesse in servizio 11 treni revampizzati e saranno 25 tra 1 anno e si prevedono investimenti sulla infrastruttura  per oltre 1,5 miliardi con 15 cantieri aperti : altri se ne apriranno con i fondi del recovery plan  

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
28 nov 2020

NAPOLI | Parte la gara per il sistema di CTC sulle reti EAV della Vesuviana

di mobilita

In data 18/11/2020 l'EAV ha trasmesso alla GUUE, per la pubblicazione, il bando di gara europea per la progettazione esecutiva ed esecuzione dei lavori per il rinnovo del sistema di telecomando della circolazione sulle linee della rete ex Circumvesuviana con sistema CTC evoluto (Centralized Traffic Control - Controllo Centralizzato del Traffico), per un importo a base di gara di circa euro 8,8 milioni. L'intervento rientra nell'ambito degli investimenti strategici per il rinnovo degli impianti di sicurezza del segnalamento e telecomando/telecontrollo degli stessi, per il miglioramento complessivo degli standard di regolarità del sistema ferroviario. Infatti, alle tipiche funzioni di comando e controllo svolte dall'impianto attualmente in servizio dagli anni '70, si aggiungono quelle di supervisione e gestione della circolazione ferroviaria con automatismi in grado di ottimizzare la regolarità della circolazione, nonché di fornire in tempo reale il posizionamento dei convogli sulla intera linea. Tale funzione, oltre a quelle proprie della circolazione ferroviaria, consentirà di "alimentare" i sistemi di informazione al pubblico garantendo un livello qualitativo anche su tale aspetto non più prescindibile nel 2020. L'attivazione del nuovo impianto è prevista in circa due anni dalla consegna dei lavori all'aggiudicatario della gara.  

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
19 nov 2020

EAV NAPOLI | Dal prossimo 23 novembre riapre al pubblico esercizio la linea Cancello – Benevento

di mobilita

Come noto la linea in oggetto è stata interessata da due svii tra la fine del mese di febbraio e l'inizio del mese di marzo u.s.. Conseguentemente, la circolazione ferroviaria, in accordo con ANSF, è stata sospesa nelle more dell'individuazione delle cause che hanno generato i predetti svii. L'azienda ha nominato, come da prassi, due distinte Commissioni d'Inchiesta, una per il Trasporto e l'altra per l'Infrastruttura, composte da dirigenti/funzionari aziendali e da qualificati professionisti esterni; le stesse hanno effettuato tutti gli approfondimenti tecnici necessari a verificare l'interazione tra l'infrastruttura e il treno, con il supporto di ditte specializzate in diagnostica strumentale, effettuando numerose prove e visite ispettive.Anche per la nota emergenza COVID, le citate Commissioni d'Inchiesta hanno chiuso i propri lavori nel mese di ottobre u.s.; è stato evidenziato che i citati eventi non sono addebitabili a specifici fattori (sia tecnici che umani), cosa già accertata dagli enti intervenuti in occasione degli incidenti, ma da una congiuntura negativa di cause ognuna delle quali, singolarmente, non avrebbe determinato alcunché. Le risultanze delle Commissioni sono state inviate all'ANSF; nel contempo, EAV ha avviato un'attività di manutenzione straordinaria della linea, in uno con corse di prova propedeutiche alla riapertura all'esercizio ferroviario della linea Cancello - Benevento. Visti i positivi risultati delle corse prova effettuate e l'assenza di anomalie, si comunica che dal prossimo 23 novembre la linea verrà riaperta al pubblico esercizio.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
19 set 2020

NAPOLI | Ecco il Progetto “Napoli Porta Est”/Nodo Garibaldi, predisposto da FS Sistemi Urbani con EAV

di mobilita

È stato presentato a Napoli dal Presidente De Luca  la scorsa settimana un programma di 10+1 proposte di intervento finalizzate a rilanciare il capoluogo campano, tra le quali è compreso il progetto "Napoli Porta Est". Questo il comunicato stampa di FS Sistemi Urbani concordato con EAV “A seguito del finanziamento erogato dalla Regione Campania a valere su Fondi FSC il 5.7.2018 è stato sottoscritto tra i soggetti proprietari delle aree limitrofe alla stazione ferroviaria di Napoli Centrale/Garibaldi un “Accordo di Collaborazione per la definizione degli indirizzi strategici per la redazione del progetto di fattibilità tecnico economica per la riqualificazione e la riorganizzazione del Nodo Intermodale Complesso di Napoli Garibaldi”, nell’ottica di avviare in maniera congiunta tra le Parti un importante processo di riqualificazione globale del Nodo, attraverso la riorganizzazione sistemica ed integrata delle reti di trasporto, con un conseguente miglioramento delle funzioni di scambio intermodale. Il Progetto è finalizzato a migliorare l’accessibilità alle infrastrutture strategiche, a favorire l’interscambio tra le diverse modalità di trasporto e a creare soluzioni per il decongestionamento dal traffico urbano ed è stato affidato, nell'ambito delle società del Gruppo FS Italiane, da FS Sistemi Urbani a Italferr, società deputata alla progettazione e al project management di linee ferroviarie, stazioni e centri intermodali. In particolare, il progetto propone il potenziamento delle funzioni di scambio intermodale e il completamento del nodo ferroviario di Napoli Garibaldi da realizzare anche tramite il riassetto trasportistico delle linee vesuviane, nonché tramite il processo di rifunzionalizzazione/riqualificazione delle aree dell’ex scalo merci FS di Napoli Centrale (adiacente corso Arnaldo Lucci). L’obiettivo da conseguire è la realizzazione in tale area di un HUB tra i più completi a livello nazionale, fortemente interconnesso con la città, mediante la valorizzazione dell’intermodalità territoriale e comunale (pedonale, ferro, gomma, bici), al fine di favorire nel tempo il passaggio a un sistema di mobilità sostenibile, con la graduale riduzione dell’utilizzo dell’auto privata in favore del mezzo pubblico. L’HUB sarà composto da: Ampliamento della nuova stazione EAV Garibaldi con la dismissione dell’attestamento a la riconversione di Porta Nolana in deposito/rimessa; un nuovo terminal bus e un parcheggio scambiatore, direttamente accessibili dall’autostrada A3; Interconnessione tra i diversi sistemi di trasporto per favorire l’interscambio modale e l’accessibilità al TPL. Il progetto si propone in particolare di intercettare il traffico su gomma proveniente dall’autostrada A3 per convogliarlo nel nuovo HUB prima che questo si riversi su via Galileo Ferraris, modificando in modo determinante l’attuale accessibilità dell’area, rendendo probabilmente necessarie anche alcune significative modifiche dell’attuale sistema di viabilità. LA NUOVA STAZIONE EAV GARIBALDI e l’HUB Il “motore trasportistico” nell’ambito dell’intero progetto descritto è costituito dalla nuova stazione EAV, concepita per soddisfare l’incremento significativo della domanda di trasporto delle linee ex-circumvesuviane nella stazione Garibaldi a spese di quella di Porta Nolana. L’arretramento a piazza Garibaldi dell’attestamento del servizio viaggiatori potrà infatti ottimizzare i tempi di interscambio tra i diversi sistemi e favorire l’attuazione strategica del progetto. La nuova stazione sarà accessibile, oltre che dalla galleria commerciale della stazione FS di Napoli Centrale - configurazione attuale -, da un secondo ingresso da realizzare al livello delle banchine, che disporrà anche di un nuovo elemento di connessione in cui saranno localizzate le aree di attesa, le biglietterie e i servizi per i passeggeri dell’intero HUB intermodale. All’esterno della nuova stazione sarà collocato un ampio accesso kiss&ride, dotato di corsie per i taxi e di un terminal bus, da dove sarà possibile raggiungere il nodo di interscambio attraverso appositi percorsi. Il nuovo terminal bus, dotato di ampie banchine, segnaletica a messaggio variabile e pensiline di protezione per le persone in attesa, garantirà le fermate e lo stazionamento ai bus attualmente presenti nell’area. Infine, a completamento dell’HUB e direttamente connesso all’autostrada a A3, saranno previsti nuovi sistemi di sosta auto. LE IMPLICAZIONI URBANISTICHE E SOCIALI Il progetto proposto costituisce un’opportunità per conseguire un nuovo assetto morfologico e la riqualificazione urbana all’intera area dell’ex scalo merci FS di Napoli Centrale. In particolare, le coperture dei binari della circumvesuviana lungo via Galileo Ferraris compresa la trincea della stazione di Porta Nolana definiranno una nuova traccia, “Chilometro Verde”, costituita da una passeggiata per ciclisti e pedoni tra Porta Nolana e la stazione di Gianturco, con spazi dedicati all’incontro, alla sosta, al verde e allo spettacolo e con importanti ricuciture e riqualificazioni del tessuto urbano. I nuovi spazi potranno rappresentare un volano per processi più ampi di rigenerazione urbana e garantiranno un miglioramento del benessere ambientale, acustico e della permeabilità dei suoli con la riduzione dell’effetto “isola di calore” per l’intero quartiere. Infine, a completamento del progetto di rigenerazione urbana dell’area, è in fase di studio la possibilità di sviluppare nuove funzioni strategiche adeguatamente contestualizzate in un punto nevralgico della città.   Intanto un primo step del progetto è stato avviato da EAV. EAV ha pubblicato la gara per il Restyling delle stazioni di Napoli Porta Nolana e Piazza Garibaldi e ha avviato i lavori di ammodernamento ed ampliamento della Biglietteria di Piazza Garibaldi. Gli interventi, per un valore complessivo di circa € 8.000.000,00, hanno l’obiettivo di dare nuovo lustro alle Stazioni più rappresentative della rete EAV, sia dal punto di vista architettonico che funzionale. Di seguito vengono descritti i progetti e gli interventi in corso. Porta Nolana L’importo previsto per i lavori è pari a circa € 5.000.000,00. È attualmente in corso la gara per i lavori di realizzazione. Si stima di dare avvio ai entro il secondo trimestre 2021.   La stazione di Porta Nolana rappresenta oltre che il punto terminale delle linee Vesuviane di EAV nella città di Napoli anche la sede principale della direzione della Società. L’edificio attuale è stato costruito tra il 1972 e il 1975 su progetto di Giulio De Luca e Arrigo Marsiglia e presenta una struttura in calcestruzzo armato con una copertura a sbalzo e travi di calcestruzzo a vista che sporgono fino ad innervarsi nella copertura. Il progetto prevede la revisione ed il potenziamento del sistema di illuminazione del piazzale antistante la stazione finalizzato alla fruizione in sicurezza dello stesso e la rifunzionalizzazione complessiva degli interni della stazione, nonché la realizzazione di nuove connessioni verticali per i viaggiatori e per i dipendenti al fine di superare più agevolmente le barriere architettoniche. Piazza Garibaldi L’importo previsto per i lavori è pari a circa € 2.500.000,00. È attualmente in corso la gara per i lavori di realizzazione. Si stima di dare avvio ai entro il secondo trimestre 2021. La stazione delle linee Vesuviane EAV di piazza Garibaldi è un punto nevralgico di grande rilevanza per il transito dei viaggiatori in arrivo ed in partenza da Napoli: il collegamento diretto con la stazione FS di Napoli Centrale fa sì che circa il 65% degli 80.000 passeggeri/giorno dell’intera rete Vesuviana transiti in questa stazione. L’enorme flusso viaggiatori comporta per la stazione in oggetto l’aggravamento di alcune criticità dovute all’obsolescenza delle strutture soprattutto in riferimento alle dimensioni inadeguate dei percorsi e la scarsa accessibilità per i diversamente abili. Altri elementi critici della stazione in oggetto riguardano l’esiguità dell’ampiezza delle banchine, soprattutto del binario 4 dove transita la maggior parte dei viaggiatori, l’ampiezza del collegamento tra i binari e la stazione FS di Piazza Garibaldi, l’obsolescenza del sistema di illuminazione e delle finiture in generale. Essendo la stazione della rete Vesuviana con il maggior numero di transiti, costituisce di fatto la “porta” della città per chi arriva dall’area vesuviana e quindi lo studio ha proposto anche un restyling di carattere estetico/formale della stessa in modo da migliorare l’impatto percettivo sui fruitori. Gli interventi previsti nel progetto sono i seguenti: Ampliamento del percorso di collegamento tra la stazione EAV e la stazione FS; Ampliamento del percorso in uscita su via Galileo Ferraris con relativi ascensori; Restyling completo delle banchine e dell’ingresso lato Galileo Ferraris, incluso il rifacimento degli impianti elettrici e speciali Biglietteria Piazza Garibaldi L’importo previsto per i lavori è pari a circa € 500.000,00. Sono attualmente in corso i lavori di realizzazione. Si stima di terminare i lavori del nuovo locale biglietteria entro dicembre 2020 e completare l’intera opera entro il primo trimestre 2021.     EAV contestualmente al restyling delle Stazioni di Porta Nolana e Piazza Garibaldi ha avviato, con fondi aziendali, i lavori per l’ammodernamento e ampliamento dell’attuale area biglietteria gestita dall’EAV all’interno del piano interrato della Stazione di P.zza Garibaldi prospiciente su Corso Arnaldo Lucci. Poiché la stazione rappresenta un importante centro di transito per gli utenti in arrivo e in partenza da Napoli, oltre ad essere un punto nevralgico per l’intero trasporto regionale, il progetto fissa gli obiettivi primari sui quali centrare l’attenzione per riqualificare strutture obsolete e spazi destinati ai viaggiatori e, al contempo, migliorare e ottimizzare i flussi in ingresso ed in uscita della stessa. Per ottenere quanto esposto, si è ritenuto opportuno aumentare l’area sottoposta a gestione EAV usufruendo dello spazio libero commerciale situato di fronte all’area dell’attuale biglietteria EAV, proprietà di Grandi Stazioni Reatil. L’obiettivo necessario è stato inoltre quello di individuare un linguaggio architettonico efficace e comune alle altre stazioni EAV in grado di conferire un’identità formale immediatamente riconoscibile ai viaggiatori.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
18 ago 2020

LAVORO | EAV – Ente Autonomo Volturno cerca 40 macchinisti/capotreno

di Fabio Nicolosi

EAV - Ente Autonomo Volturno srl ha aperto la selezione per titoli ed esami di 40 unità per personale viaggiante da inquadrare come macchinista/capotreno ai sensi del vigente ccnl autoferrotranvieri Il bando e modulo di domanda di ammissione su https://www.eavsrl.it/web/selezioni-e-concorsi La domanda di ammissione alla selezione (All. A), unitamente al curriculum formativo e ad una copia di un documento di riconoscimento in corso di validità, e alla documentazione indicata nella scheda specifica relativa al profilo professionale per cui si concorre, dovrà pervenire entro e non oltre il 30 ottobre 2020, pena esclusione dalla procedura selettiva in oggetto. EAV si riserva la facoltà di far espletare una prova preselettiva, in caso di presentazione di un numero di domande superiore a 80; in tal caso, il numero massimo di ammessi sarà 80, compresi gli ex aequo. La prova preselettiva prevedrà un questionario a risposta multipla con le rispettive materie: 75% specialistiche nelle materie attinenti le mansioni 20% logica e psicoattitudinali 5% lingua inglese Ai vincitori assunti con contratto di lavoro a tempo indeterminato si applicherà esclusivamente il trattamento giuridico ed economico, compreso quello accessorio, previsto dal CCNL Autoferrotranvieri e dagli accordi di secondo livello applicabili ai neoassunti. L’elenco dei candidati formalmente idonei ma non assunti, resterà utilizzabile da EAV per possibili ed eventuali assunzioni future per la durata di 24 mesi decorrenti dalla data della sua pubblicazione

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
23 lug 2020

NAPOLI | Installato il primo eco-compattatore per il riciclo delle bottiglie di plastica promossa da EAV

di mobilita

Stamattina 23 luglio, alla presenza del Vice Presidente della Regione Campania, Fulvio Bonavitacola, si è svolta l'inaugurazione del primo eco-compattatore installato nel Comune di Napoli. Parte cosi la campagna di sensibilizzazione per la raccolta e il riciclo delle bottiglie di plastica promossa dell'azienda di trasporti EAV in collaborazione con Retake Napoli e Impresa Simeone & Figli. Lasciando bottiglie di plastica nel compattatore incentivante, installato nella stazione EAV di Montesanto - terminal delle due linee che collegano il centro di Napoli con i Comuni del litorale Flegreo - si otterranno dei buoni sconto utili all'acquisto dei biglietti o per l'acquisto di generi alimentari presso Flor do Cafe', che è il primo esercente che ha aderito all'iniziativa. "L'installazione del nuovo eco-compattatore - spiega Umberto De Gregorio, Presidente di EAV - è un'azione messa in campo dall'azienda sul tema dei rifiuti e della corretta raccolta differenziata, che si aggiunge ad altre precedenti iniziative promosse per la difesa dell'ambiente e del territorio. Obiettivo? Raccogliere 100mila bottiglie di plastica in un mese". Il Vice Presidente della Regione Campania, Fulvio Bonavitacola, ha sottolineato come "quella di questa mattina non è un'iniziativa estemporanea, ma si inserisce nell'ambito degli interventi e delle azioni messe in campo dalla Regione Campania per la salvaguardia dell'ambiente e del territorio".  

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
22 lug 2020

NAPOLI | EAV, partito il servizio di trasporto a chiamata dedicato ai viaggiatori con disabilità

di mobilita

Sottoscritta la convenzione tra EAV e Gruppo Bourelly per l'attivazione, in via sperimentale, del servizio di trasporto a chiamata dedicato ai viaggiatori con disabilità motoria sulla linea vesuviana Napoli - Sorrento. Il servizio, svolto mediante l'utilizzo della piattaforma Saluber, consentirà di gestire le richieste provenienti dai viaggiatori con disabilità motoria che, una volta effettuata la prenotazione, potranno usufruire del trasferimento da una stazione non accessibile alla più vicina accessibile e viceversa, tra quelle presenti sulla linea Napoli - Sorrento, mediante veicolo dotato di sollevatore e postazione dedicata al trasporto di passeggero su sedia a rotelle. L'erogazione del servizio è riservata esclusivamente al viaggiatore munito di titolo di viaggio Consorzio Unico/EAV, con massimo un accompagnatore al seguito. Il servizio, assicurato tutti i giorni dalle ore 6.00 alle ore 22.00, si potrà prenotare telefonicamente 2 ore prima dell'esecuzione del servizio al numero +39 081 559 16 75 per i clienti registrati Saluber, al numero verde dedicato 800 814 853 attivo h24 (feriali e festivi), oppure via web su www.saluber.me. Il servizio si aggiunge a quelli già attivati sulla linea vesuviana Napoli - Baiano e sull'isola di Procida, dove è previsto un servizio porta a porta per gli utenti con disabilità motoria. Tutte le informazioni sui servizi offerti da EAV per gli utenti con disabilità motoria sono sul sito www.eavsrl.it alla sezione "Accessibilità". Ulteriori iniziative saranno varate nei prossimi mesi, il tutto ovviamente nelle more degli interventi infrastrutturali per l'abbattimento delle barriere architettoniche esistenti ancora in alcune delle 150 stazioni di EAV.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
02 lug 2020

NAPOLI | Ferrovia Cumana: abbattuto l’ultimo diaframma della galleria Monte Olibano

di Fabio Nicolosi

Si è svolta stamattina a Napoli la cerimonia di abbattimento dell'ultimo diaframma della galleria Monte Olibano, parte del progetto di ammodernamento e potenziamento della Ferrovia Cumana. La nuova galleria rientra nel programma di raddoppio della Cumana, lungo una tratta di circa 5 km, e comprende interventi di rettifica del tracciato della vecchia galleria Monte Olibano a semplice binario, la realizzazione delle nuove stazioni di Pozzuoli e Cantieri, l'adeguamento della stazione Gerolomini e l'attrezzaggio ferroviario a doppio binario della tratta Dazio-Cantieri. Alla cerimonia sono intervenuti il presidente della Giunta regionale Vincenzo De Luca, il sindaco di Pozzuoli Vincenzo Figliolia, ed il presidente di EAV Umberto De Gregorio. Per il Gruppo Astaldi, che realizza l' opera, il presidente Paolo Astaldi e l' amministratore delegato Filippo Stinellis. La realizzazione delle opere - afferma l' impresa - «consentirà di completare il raddoppio della ferrovia, che potrà effettuare un servizio di trasporto di tipo metropolitano sull'intera Linea Cumana, con alta frequenza dei treni ed alti standard di sicurezza». «L' ultimazione del programma di ammodernamento e potenziamento della ferrovia è prevista per giugno 2023». “Questo è uno dei venti cantieri, fermi da dieci anni, che abbiamo sbloccato e fatto ripartire. – ha dichiarato il presidente della regione Campania, Vincenzo De Luca – Parliamo di un progetto complessivo per l’ammodernamento di questa linea di oltre 85 milioni di euro: miglioriamo la mobilità, investiamo sulla riqualificazione urbana delle aree circostanti, creiamo opportunità di lavoro con l’apertura dei cantieri”.

Leggi tutto    Commenti 0