Articolo
29 set 2020

Ryanair ha annunciato l’aggiunta di 17 voli settimanali su 5 nuove rotte domestiche

di mobilita

Ryanair ha annunciato l’aggiunta di 17 voli settimanali su 5 nuove rotte domestiche a seguito della domanda record da parte dei consumatori italiani. Attraverso questi voli aggiuntivi, Ryanair sosterrà ulteriormente l’economia regionale, il turismo locale e renderà più facile per gli italiani far visita ai loro amici e parenti in un momento in cui la maggior parte delle compagnie aeree sta riducendo il proprio operativo. I dettagli completi dei nuovi voli sono riportati nella seguente tabella: I clienti italiani di Ryanair possono ora prenotare una vacanza nel Belpaese fino a ottobre 2021, volando con le tariffe più basse e con una nuova serie di misure sanitarie che Ryanair ha implementato per tutelare i propri clienti e l'equipaggio. Per festeggiare, Ryanair ha lanciato una speciale promozione con tariffe disponibili a partire da soli €9.99, per viaggi dal 25 ottobre 2020. I voli devono essere prenotati entro la mezzanotte di giovedì 1 ottobre sul sito Ryanair.com. Jason Mc Guinnes, Direttore commerciale di Ryanair, ha dichiarato: “Siamo lieti di annunciare 5 nuove rotte domestiche in Italia a partire dal 25 ottobre 2020. L'Italia è uno dei maggiori mercati di Ryanair e vogliamo continuare a sostenere la ripresa economica, la connettività regionale e il turismo in tutto il Paese. I clienti italiani di Ryanair possono ora prenotare una vacanza fino a ottobre 2021 su 5 nuove rotte domestiche, volando con le tariffe più basse e con una nuova serie di misure sanitarie che Ryanair ha implementato per tutelare i suoi clienti e l'equipaggio. Per festeggiare, stiamo lanciando una speciale promozione con tariffe disponibili a partire da soli €9.99 per viaggiare dal 25 ottobre. I voli devono essere prenotati entro la mezzanotte di giovedì 1 ottobre. Poiché queste tariffe incredibilmente basse andranno a ruba rapidamente, consigliamo ai clienti di collegarsi al sito  www.ryanair.com per non perdere questa occasione”

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
23 set 2020

Wizz Air lancia una tariffa di euro 4.99 per volare da Milano Malpensa verso il sud

di mobilita

Wizz Air ha annunciato oggi una tariffa, già acquistabile su wizzair.com o sulla app della compagnia, di euro 4.99 per volare da Milano Malpensa (base Wizz) a Bari, Catania (seconda base italiana Wizz) e Palermo, e anche da Catania a Venezia e Bologna (solo andata, comprensivo di tutte le tasse e le spese non opzionali, inclusa una franchigia per un bagaglio a mano gratuito di dimensioni massime fino a 40x30x20cm. Il trolley e ogni bagaglio registrato sono soggetti a costi aggiuntivi. Il prezzo si applica solo alle prenotazioni effettuate su wizzair.com e sull’app mobile WIZZ. Il numero di posti ai prezzi indicati è limitato). Con un’alta frequenza di voli, Wizz Air migliora la sua offerta per garantire la facilità di spostamento ai passeggeri italiani nelle tratte interne da poco inaugurate. Zsuzsa Poos, Chief Customer & Marketing Officer di Wizz Air, ha detto: “Cerchiamo sempre di migliorare l’esperienza del cliente durante tutto il viaggio e sul nostro sito web e questo nuovo strumento di ricerca renderà più facile per i passeggeri determinare dove possono e non possono viaggiare. Riteniamo che la mappa di pianificazione del viaggio allevierà le preoccupazioni dei passeggeri riguardo ai viaggi in questi tempi incerti, poiché li mantiene aggiornati con le ultime informazioni di viaggio in modo che possano continuare a scoprire nuove ed entusiasmanti destinazioni nella rete WIZZ. Il nostro scopo è semplice, garantire libertà di spostamento a prezzi accessibili, e la Travel Planning Map è un altro modo in cui manteniamo questa promessa fatta ai nostri clienti”.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
01 set 2020

Wizz Air ha annunciato il lancio di un doppio servizio giornaliero da Milano Malpensa per Palermo e Catania

di mobilita

Wizz Air ha annunciato oggi il lancio di un doppio servizio giornaliero tra Milano Malpensa e Palermo e Milano Malpensa e Catania a partire dal 1 Ottobre 2020. I biglietti possono essere già acquistati su wizzair.com o sulla app della compagnia a partire da euro 9.99. I voli interni in Italia erano già nelle previsioni di Wizz Air sin dall'apertura della sua base di Milano Malpensa e ora Catania e Palermo sono accessibili due volte al giorno e possono beneficiare delle tariffe basse e della flotta di aerei ultramoderna di Wizz Air. L'estesa rete della compagnia aerea di 52 rotte in Lombardia - comprese 15 rotte per Bergamo - sosterrà il turismo locale sia a Milano che a Palermo e Catania, consentirà agli studenti di tornare alle proprie università e alle famiglie di trascorrere più tempo insieme e rafforzerà i rapporti commerciali. La compagnia aerea ha recentemente implementato una serie di misure igieniche avanzate, per garantire la salute e la sicurezza dei suoi clienti e dell'equipaggio. Come parte di questi nuovi protocolli, durante il volo l'equipaggio e i passeggeri devono indossare mascherine e l'equipaggio deve anche indossare i guanti. Gli aeromobili di Wizz Air vengono regolarmente sottoposti ad un processo di nebulizzazione con una soluzione antivirale e, seguendo il rigoroso programma di pulizia giornaliera di WIZZ, tutti gli aeromobili della compagnia aerea vengono ulteriormente disinfettati durante la notte con la stessa soluzione antivirale.Francesco D’Amico, Direttore Marketing e Commerciale aeroporto di Catania ha detto: "Non possiamo che essere soddisfatti del nuovo collegamento per Milano Malpensa operato da Wizz Air, che consente di raggiungere il capoluogo lombardo a prezzi altamente competitivi. Ringraziamo pertanto la compagnia aerea per aver puntato su Catania e, in generale, sulla Sicilia, per dare il via alle rotte interne, consentendo ai siciliani di poter contare su due nuovi collegamenti quotidiani verso una delle destinazioni più richieste".  

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
26 ago 2020

Vueling presenta il suo piano operativo per il mese di settembre

di mobilita

Vueling, compagnia aerea parte del Gruppo IAG (International Airlines Group), presenta oggi il suo piano operativo per il mese di settembre, rimodulato in base all’attuale situazione turistica in Europa, a seguito della crisi causata da COVID-19. La compagnia aerea monitora da vicino l’evoluzione dello scenario attuale al fine di proporre un’offerta adeguata alla domanda turistica corrente. Per settembre, Vueling prevede un’operatività basata su 208 rotte e 1.762.680 milioni di posti disponibili. Rispetto al mese di agosto, questi numeri corrispondono al -20% dei posti disponibili offerti. In totale, la linea aerea opererà fino a un massimo di 2.226 voli settimanali. In Italia Vueling metterà a disposizione 32 collegamenti diretti per tutto il mese di settembre, 12 da Roma Fiumicino e 6 da Firenze, i principali aeroporti italiani della compagnia. L’offerta di posti in Italia raggiunge un totale di 199.744 posti (-34% rispetto ad agosto). Tra le altre basi italiane, la compagnia offrirà in totale 14 rotte dirette in partenza da: Milano Malpensa, con voli per Barcellona, Parigi-Orly e Ibiza; Venezia verso Barcellona e Parigi-Orly; Catania e Palermo con un’offerta di due rotte ciascuna per Barcellona e Firenze. Vueling rimarrà operativa negli aeroporti di Torino, Bologna, Pisa, Napoli, Bari, Olbia e Cagliari con connessioni dirette con Barcellona, e presso la base di Lampedusa con rotta diretta per Roma Fiumicino. A Roma Fiumicino e Firenze, i principali aeroporti di Vueling in Italia, l’offerta di posti salirà rispettivamente a 75.580 e 28.224 durante il mese di settembre. Vueling offre altissimi standard di sicurezza e igiene su tutti i voli. Insieme alle altre compagnie parte del Gruppo Iberia, applica tutte le raccomandazioni preparate dall’Agenzia Europea per la sicurezza aerea (EASA) in collaborazione con il Centro Europeo per il controllo e la prevenzione delle malattie (ECDC). Prima di volare, la compagnia raccomanda a tutti i passeggeri di usufruire del servizio gratuito di check-in online quando possibile. In base alle raccomandazioni dell’EASA (Agenzia dell’Unione europea per la sicurezza aerea), Vueling ha ridotto al minimo la presenza di bagagli a mano (borsa o valigetta) a bordo di modo che passeggeri e equipaggio abbiano il minor contatto possibile con loro. Come in tutti i mezzi pubblici, per volare è obbligatorio l’uso delle mascherine e, una volta a bordo, i filtri d’aria degli aerei Vueling rinnovano l’aria ogni 3 minuti, purificandola e miscelandola con aria fresca proveniente dall’esterno. Gli aerei sono dotati di filtri HEPA, che aiutano a prevenire la diffusione di batteri e virus e garantiscono un alto livello di protezione con la capacità di eliminare batteri e virus con un’efficienza del 99,99%. Vueling ha rafforzato anche la pulizia degli interni dei suoi aeromobili, sia in termini di frequenza che di utilizzo dei prodotti indicati dall’Agenzia di Sicurezza EASA.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
11 ago 2020

Ryanair aumenta il numero di frequenze sulle rotte nazionali italiane

di mobilita

Ryanair ha annunciato oggi che aumenterà il numero di frequenze sulle rotte nazionali italiane per i mesi di settembre e ottobre, ampliando il proprio operativo per l’estate 2020, a causa della forte domanda. L’aumento di frequenze interessa queste rotte: Catania – Roma: 17 voli settimanali Roma – Palermo: 15 voli settimanali Catania – Milano Malpensa: 17 voli settimanali a settembre, 18 voli settimanali a ottobre Palermo – Pisa: 14 voli settimanali Milano Malpensa – Palermo: 15 voli settimanali Alghero – Bologna: 5 voli settimanali Chiara Ravara di Ryanair ha dichiarato: “Ryanair è lieta di annunciare l’incremento delle frequenze sulle rotte nazionali nei mesi di settembre e ottobre 2020, ampliando il proprio operativo per l’estate 2020, a causa della forte domanda. I viaggiatori italiani possono ora prenotare le vacanze in ambite destinazioni nazionali, volando con le tariffe più basse e con una nuova serie di misure sanitarie che Ryanair ha implementato per proteggere i propri clienti e l’equipaggio. Per festeggiare, abbiamo lanciato una speciale promozione con tariffe a partire da soli €19,99, per viaggiare da adesso fino alla fine di ottobre 2020, valida per prenotazioni entro la mezzanotte di giovedì (13 agosto). Poiché queste tariffe termineranno rapidamente, invitiamo i clienti a collegarsi a www.ryanair.com per non perdere l’occasione”.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
26 mag 2020

easyJet riparte dal 15 giugno con otto rotte nazionali

di mobilita

EasyJet riprenderà gradualmente le operazioni di volo dal 15 giugno, inizialmente volando da Milano Malpensa a Catania, Bari, Napoli, Palermo, Lamezia Terme, Cagliari e Olbia. La compagnia si aspetta di aumentare progressivamente le rotte, man mano che le restrizioni saranno allentate e in linea con la domanda di viaggio da parte dei propri clienti. easyJet adotterà tutte le misure necessarie per effettuare le proprie operazioni in sicurezza, come l’obbligo per i passeggeri e il personale di cabina e di terra di indossare la mascherina e la sospensione del servizio di ristorazione a bordo per limitare i contatti e gli spostamenti durante la fase di volo. Inoltre, tutti gli aerei saranno dotati di dispositivi sanitari di scorta, tra cui mascherine, guanti e disinfettante per le mani, a disposizione di passeggeri ed equipaggio, in caso di necessità. Gli aeromobili saranno inoltre quotidianamente sottoposti a una pulizia approfondita, oltre a quella prevista normalmente, e a una sanificazione integrale della cabina che garantisce la protezione delle superfici dai virus per almeno 24 ore. Tali misure sono state individuate e definite in accordo con le autorità aeronautiche ICAO ed EASA, nel pieno rispetto delle indicazioni delle autorità nazionali competenti e in linea con le norme di tutela della salute. Gli aerei di easyJet sono già dotati di una tecnologia di filtraggio all’avanguardia. I filtri antiparticolato ad alta efficienza purificano il 99,97% dei contaminanti presenti nell’aria della cabina, compresi virus e batteri. Si tratta degli stessi sistemi di filtraggio utilizzati negli ospedali. Attraverso questi filtri l’aria della cabina viene cambiata ogni 3-4 minuti. Per proteggere gli altri passeggeri e il personale di terra in aeroporto, i clienti potranno utilizzare il nostro sistema automatico di deposito bagagli per il check-in dei loro bagagli da stiva. Negli aeroporti in cui il sistema automatico di deposito bagagli non è disponibile saranno posizionati appositi schermi protettivi presso le nostre postazioni di check-in. Ai passeggeri verrà chiesto di presentare e scannerizzare autonomamente i propri documenti, in modo che il personale di terra e di cabina non debba maneggiarli durante l’imbarco. easyJet invita già tutti i clienti a effettuare il check-in online e a scaricare la carta d’imbarco sul proprio smartphone oppure a stampare le carte d’imbarco prima di arrivare in aeroporto.  Inoltre, il nostro personale di terra indosserà sempre guanti e mascherine durante il trasporto dei bagagli dei passeggeri dall’aeroporto all’aereo e viceversa. Ulteriori raccomandazioni per gli aeroporti indicano l’adozione di apposite misure, come l’uso di mascherine, moduli di autodichiarazione sul proprio stato di salute da compilare prima della partenza e screening della temperatura. La compagnia aerea sta lavorando con tutti gli aeroporti in cui opera per capire quali misure saranno adottate per proteggere i passeggeri. Il distanziamento sociale sarà necessario in aeroporto, ai gate e durante l’imbarco. A bordo, dove possibile, l’equipaggio inviterà i passeggeri a sedersi a distanza dagli altri che non viaggiano con loro. easyJet continuerà a lavorare con le autorità nazionali competenti per rivedere e valutare quali misure saranno necessarie sul lungo termine.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
15 dic 2019

Aerolinee Siciliane, una nuova compagnia aerea siciliana

di mobilita

Aerolinee Siciliane sbarca, per ora, su Facebook e promette voli per Milano, Roma e Bologna, successivamente anche per Venezia e Torino. La filosofia aziendale e la funzione sociale di Aerolinee Siciliane è assicurare vantaggi al territorio, puntando alla creazione di una forte comunita territoriale. Verranno assicurati, secondo quanto riportato nella pagina facebook della compagnia aerea: Posti riservati a studenti residenti fuori Sicilia a tariffa speciale; Posti riservati a over 65 per ricongiungimenti con parenti diretti, residenti fuori Sicilia; Posti riservati a pazienti in cura fuori Sicilia, con accompagnatore; Posti riservati a famiglie in stato di poverty acclarata; Posti gratuiti riservati a giovani studenti provenienti da famiglie bisognose per gite di istruzioni e vacanze, attraverso accordi con le scuole; Costituzione di un fondo di riserva di almeno 0,50 € per passeggero trasportato, per finanziare attivita di solidarieta, borse di studio, avviamento alle professioni aeree; Complessivamente, per queste finality, ogni aereo riserverà almeno it 10% dei posti disponibili, secondo un piano che terra conto dei voli a più basso load factor. Le risorse economiche saranno assicurate dalla convergenza tra capitale pubblico e privato. II capitale pubblico, secondo la filosofia aziendale siciliana, sara presto sostituito, secondo il piano operativo, dalle imprese e dai cittadini siciliani, secondo it principio della socialità dell'impresa. Aerolinee Siciliane sarà la prima compagnia ad avere tra i suoi obiettivi I'apertura all'azionariato territoriale diffuso e della distribuzione degli utili non solo agli azionisti, ma anche agli altri siciliani, sotto forma di accessibility dei prezzi nei limiti della sostenibilita del mercato (pay back). II capitale privato, secondo principi di trasparenza e accountability pubblica, garantirà modelli e metodi d'impresa che producano utili e garantiscano l'efficienza e l'efficacia delle scelte manageriali. II capitale sara pubblico, in maggioranza, solo nella fase di lancio. II management sara retribuito soltanto con stock options in proporzione agli utili che saranno realizzati. II numero di dipendenti che la nuova compagnia conta di raggiungere è di 600 unità entro i primi 18 mesi di attivita. Altre 200 unità aggiuntive scaturiranno dall'aumento dei consumi derivanti dalla spesa del monte salari nel territorio. A regime, I'aumento tra 2000 e 5000 unità di lavoro per benefici di sistema. Queste stime si riferiscono a mercato costante. Nel caso di sviluppo del sistema aeroportuale secondo i parametri di Malta o della Turchia, con 16 viaggi per abitante, la Sicilia beneficera di almeno 50.000 unità lavorative in entro dieci anni, nel caso peggiore, fino a dieci volte tanto nel caso più probabile. La Flotta Verrano utilizzati 10 Airbus classe A319/320/321 e 3 Embraer 175/190 Nella prima fase (primi 6 mesi) 6 velivoli; nella seconda fase (dal 7° at 10° mese) verranno inseriti mensilmente gli altri 4 velivoli, nella terza fase (dal 12° al 18° mese verranno inseriti in fiotta gli ultimi 3 velivoli. Network  Base Catania 4 rotazioni giornaliere su Roma 2 rotazioni giornaliere su Milano Linate 1 rotazione giornaliera su Bologna 1 rotazione giornaliera su Torino ( prevista per la seconda fase) 1 rotazione giornaliera su Venezia ( prevista per seconda fase) Rotazioni internazionali stagionali a carattere turistico Base Palermo 4 rotazioni giornaliere su Roma 2 rotazioni giornaliere su Milano Linate 1 rotazione giornaliera su Bologna 1 rotazione giornaliera su Torino ( prevista per la seconda fase) 1 rotazione giornaliera su Venezia ( prevista per seconda fase) Rotazioni internazionali stagionali a carattere turistico Base Trapani e Base Comiso Collegamenti nazionali regolari per servire mercato locale Collegamenti con le isole minori (fuzione hub) Polo di manutenzione. Il Polo di manutenzione dovrebbe attestarsi su Comiso per la sua posizione baricentrica rispetto alle basi operative di Catania, Palermo, Trapani, Lampedusa e Pantelleria. Inoltre Comiso dispone del patrimonio edilizio ed infrastrutturale della ex base della Nato, a breve nella disponibilita del demanio regionale, con uffici, alloggi, piazzali gia cementati e compatibili con la realizzazione degli hangar per due aeromobili classe A320/321; Inoltre sono presenti scuole aeronautiche (Ragusa, Catania, Caltagirone, Gela) per avviare collaborazioni scientifiche e selezionare e formare futuri professionisti. Possibilità di creare, oltre al polo della manutenzione, it centro di formazione tecnico, it centro di addestramento al volo, it coordinamento operativo, gli uffici di compagnia, le foresterie per i tecnici di altre compagnie e per i piloti in addestramento, con importanti risparmi e opportunity. Inoltre nell'utilizzo delle tratte da Roma e Milano per Comiso, per l'ingresso degli aeroplani in manutenzione la sera e in uscita la mattina, con conseguente azzeramento dei costi per i voli vuoti di riposizionamento e ottimizzazione delle risorse manutentive con altissima quality della manutenzione. Non è la prima volta che la Sicilia lancia compagnie aeree. Era successo la prima volta nel 1994  con Air Sicilia, fondata da Luigi Crispino e Antonio Carotta. Aveva due hub negli aeroporti di Catania e Palermo con destinazioni per Milano Linate, Roma Fiumicino, Firenze, Pantelleria e Lampedusa. Operò per circa sette anni, con diversi problemi finanziari subendo due stop da parte dell'ENAC e il 22 febbraio 2002 cessò definitivamente i voli e l'anno successivo fu dichiarato il fallimento. Poi nel 2003 fu la volta di Wind Jet. Aveva una flotta di 13 Airbus su rotte nazionali e internazionali soprattutto verso il nord-est Europa. La sede legale era a Catania, e le basi operative erano situate presso gli aeroporti di Catania, Palermo e dal 2011 di Rimini-Miramare. Dall'11 agosto 2012, a causa di problemi finanziari, la compagnia cessò le proprie operazioni di volo.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
15 giu 2018

Dal 1 luglio partono i voli di Dat dalla Sicilia per Pantelleria e Lampedusa

di Roberto Lentini

Dal 1 luglio, in regime di continuità territoriale, partiranno i voli per Lampedusa e Pantelleria da Palermo, Trapani e, per la prima volta, anche da Catania, operati  dalla compagnia aerea Danese Danish Air Transport A/S (DAT)  che opera voli di linea e voli charter. Il periodo di assegnazione, così come si legge nella GUUE C n. 441 del 22 dicembre 2017, va dal 1 luglio 2018 fino al 30 giugno 2021. La Dat  impiegherà 3 Atr 72 da 66 posti che faranno base a Pantelleria e Lampedusa.  Ecco gli operativi di volo da Pantelleria per Catania e Viceversa 12:35 PNL → 13:35 CTA DX 1900 -4-5-6-7- 14:05 CTA → 15:05 PNL DX 1901 -4-5-6-7- da Pantelleria per Palermo e viceversa 09:40 PNL → 10:25 PMO DX 1822 -1-2-3-4-5-6-7- 15:35 PNL → 16:20 PMO DX 1826 -1-2-3-4-5-6-7- 10:55 PMO → 11:40 PNL DX 1821 -1-2-3-4-5-6-7 16:55 PMO → 17:40 PNL DX 1825 -1-2-3-4-5-6-7 da Pantelleria per Trapani e viceversa 07:00 PNL → 07:40 TPS DX 1832 -1-2-3-4-5-6-7- 18:10 PNL → 18:50 TPS DX 1836 -1-2-3-4-5-6-7- 08:05 TPS → 08:45 PNL DX 1831 -1-2-3-4-5-6-7 19:15 TPS → 19:55 PNL DX 1835 -1-2-3-4-5-6-7- Da Lampedusa per Catania e viceversa 12:35 LMP → 13:40 CTA DX 1842 -1-2-3-4-5-6-7- 14:20 CTA → 15:25 LMP DX 1841 -1-2-3-4-5-6-7- Da Lampedusa per Palermo e viceversa 06:30 LMP → 07:30 PMO DX 1802 -1-2-3-4-5-6-7- 09:35 LMP → 10:35 PMO DX 1806 -1-2-3-4-5-6-7- 15:55 LMP → 16:55 PMO DX 1808 -1-2-3-4-5-6-7- 18:55 LMP → 19:55 PMO DX 1804 -1-2-3-4-5-6-7- 08:00 PMO → 09:00 LMP DX 1803 -1-2-3-4-5-6-7- 11:05 PMO → 12:05 LMP DX 1805 -1-2-3-4-5-6-7- 17:25 PMO → 18:25 LMP DX 1807 -1-2-3-4-5-6-7- 20:25 PMO → 21:25 LMP DX 1801 -1-2-3-4-5-6-7- I voli sono prenotabili presso il sito della DAT ed è prevista una tariffa per i non residenti e una tariffa ridotta per i residenti a Pantelleria, Lampedusa e Linosa ed ai lavoratori pendolari che prestano servizio a Pantelleria, Lampedusa e Linosa.    

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
29 mar 2018

Ecco cosa prevede il Defr, in merito a infrastrutture e trasporti, approvato dal parlamento regionale siciliano

di mobilita

Ieri il parlamento regionale siciliano ha finalmente approvato il Defr, il documento di economia e finanza regionale che costituisce il principale strumento della programmazione economico-finanziaria e delle misure di politica economica regionale ed ha l‟obiettivo di indicare la strategia economica e di finanza pubblica nel medio termine.  Il nuovo Piano regionale dei Trasporti, Piano Integrato delle Infrastrutture e della Mobilità, definisce gli scenari di progetto del nuovo sistema di trasporto pubblico locale ferroviario, da valorizzare attraverso l‟adozione del modello di rete integrato e gerarchizzato. Il Piano regionale dei Trasporti, oltre ad individuare e gerarchizzare gli interventi infrastrutturali necessari nei diversi settori, indica come indispensabili una serie di interventi sulla governance, tra i quali: l‟avvio del percorso per la costituzione dell‟Agenzia della Mobilità Regionale, attraverso l‟individuazione del modello più efficace e delle responsabilità e delle funzioni da attribuire (di indirizzo o anche gestionali), tenendo conto delle funzioni degli EE.LL; la progressiva unificazione del modello di governance della portualità e della logistica; la realizzazione di una gestione unitaria del Sistema Infrastrutturale Stradale, attraverso l‟analisi di differenti scenari di intervento che prevedono diversi possibili livelli di accentramento delle responsabilità in capo ad un unico soggetto, di ripartizione delle responsabilità nella fase di programmazione, attuazione, gestione, monitoraggio e controllo del Sistema Stradale e differenti dimensioni dell‟ambito di intervento. Altra importante iniziativa è rappresentata dalla necessità di procedere alla proroga della scadenza dei contratti di affidamento provvisorio del trasporto pubblico regionale e locale al fine di consentire di completare le attività propedeutiche necessarie alla indizione dei bandi per l‟aggiudicazione dei servizi minimi. In tale contesto, occorrerà anche decidere in ordine sul prosieguo delle attività dell'AST (Azienda Siciliana Trasporti) nel settore del trasporto pubblico. In ordine al rinnovo del parco mezzi del TPL risultano già attivati diversi canali di finanziamento volti al rinnovo dei parchi automobilistici destinati ai servizi di trasporto pubblico locale, regionale ed interregionale, mediante l‟acquisto di materiale rotabile su gomma, ai fini della riduzione dell‟impatto ambientale ed energetico, della sicurezza e dell‟accessibilità delle persone a ridotta capacità motoria, unitamente al telecontrollo delle flotte e rilevazione dei fattori di consumo e della utenza trasportata. Tale iniziativa presuppone il cofinanziamento regionale nella misura del 40 %. Per quanto riguarda il trasporto marittimo nelle isole minori risultano adottati ed aggiudicati tutti i bandi relativi all‟affidamento quinquennale dei servizi integrativi di collegamento per le isole minori siciliane, che verranno a scadere nel prossimo dicembre 2020, la spesa prevista è pari a 66,5 mln di euro per ogni anno del triennio 2018/2020. E'stata inoltre richiesta un'analisi tecnico-finanziaria in ordine alla possibilità di istituire, a mezzo elicotteri, il servizio per la continuità territoriale delle isole di Ustica, Lampedusa e Linosa nel periodo invernale, al fine di un eventuale contenimento dei costi rispetto ai consueti collegamenti a mezzo unità navali veloci. La Regione ha anche previsto interventi per il miglioramento dei sistemi metropolitani di mobilità su ferro. In questo ambito, per la sua strategicità, nel PO FESR 2014/2020 è stato direttamente individuato il Grande Progetto per la realizzazione della tratta metropolitana della Ferrovia Circumetnea dalla stazione Stesicoro all'Aeroporto di Catania, per un importo di 492 mln di euro. Per la città di Palermo, il PO FESR 2014/2020 individua la realizzazione della prima fase funzionale della chiusura dell'Anello ferroviario, per un importo complessivo di 152 mln di euro, mentre per la seconda fase funzionale, la delibera CIPE 54/2016, ha individuato un importo di 100 mln di euro. Gli ulteriori interventi previsti sono il collegamento a doppio binario elettrificato della Città di Palermo con l'Aeroporto civile internazionale “Falcone -Borsellino” di Punta Raisi e l‟attuazione del corridoio Europeo TEN–T Scandinavo-Mediterraneo tramite il raddoppio della tratta Palermo - Catania – Messina. Per l'intervento del Nodo di Catania, si prevede un nuovo assetto della linea ferroviaria con realizzazione in un'unica fase dell'interramento della linea della stazione di Catania e raddoppio della tratta Catania Centrale (Bivio Zurria) - Catania Acquicella ed un ampliamento del perimetro originario finalizzato all‟integrazione delle modalità di trasporto aereo e ferroviario per l‟Aeroporto di Catania – Fontanarossa mediante la previsione dell‟intervento di interramento della linea ferroviaria tra le stazioni di Bicocca e Lentini Diramazione per il prolungamento della pista dell'Aeroporto Vincenzo Bellini di Catania – Fontanarossa con un incremento del costo pari a 235 Meuro. Il costo complessivo dell'investimento è pari a 861 Meuro. Per quanto attiene alle coperture finanziarie la Delibera CIPE n. 54/2016, che ha approvato il Piano Operativo Infrastrutture FSC 2014/2020, ha previsto e finanziato 235 Meuro da destinarsi all‟intervento di interramento finalizzato al prolungamento della pista. Nel Contratto di Programma MIT – RFI 2017/2021 risultano appostati ulteriori 17 Meuro. Pertanto l'attuale copertura finanziaria è pari a 252 Meuro. Nell‟ambito del potenziamento delle infrastrutture ferroviarie ricadenti all‟interno dei corridoi europei particolare rilevanza assume anche l‟intervento di raddoppio in variante della tratta Giampilieri – Fiumefreddo della linea Messina-Catania che prevede uno sviluppo di 42,6 km per un costo complessivo di 2.300 Meuro interamente finanziato. L'opera si articola in due lotti: tratta Fiumefreddo – Taormina – Letojanni (1° lotto) e tratta Letojanni – Giampilieri (2° lotto) interamente finanziati nel Contratto di Programma MIT – RFI 2017/2021. Si prevede entro il 2018 il completamento della progettazione definitiva riguardante l‟intera tratta Giampilieri – Fiumefreddo. L‟ultimazione dei lavori è prevista al 2026 per il 1° lotto ed al 2028 per il 2° lotto. La realizzazione dell‟opera avrà importanti effetti sia per il trasporto passeggeri, con una sensibile riduzione dei tempi di percorrenza, sia per il trasporto merci. Lungo la linea Palermo-Messina si inquadra il progetto di raddoppio ferroviario tra Fiumetorto e Castelbuono del costo complessivo di 939 Meuro interamente finanziato come risulta dal vigente Contratto di Programma MIT-RFI. La tratta ferroviaria Fiumetorto - Ogliastrillo è finanziata come progetto a cavallo sul PON Reti e Mobilità 2007/2013 e sul PON Infrastrutture e Reti 2014/2020. La tratta relativa al raddoppio ferroviario Cefalù Ogliastrillo – Castelbuono del valore di circa 500 Meuro prevede il raddoppio della tratta ferroviaria per un‟estesa di circa 12,5 km, si sviluppa nei territori dei comuni di Cefalù e Pollina ed è stata inserita nel PO FESR Sicilia 2014/2020 per una spesa ammissibile alla rendicontazione comunitaria pari a 265 Meuro per la coerenza con la strategia del programma e tenuto conto della consegna dei lavori avvenuta in data 10/12/2014. Con la realizzazione dell‟intervento di raddoppio si incrementerà l‟offerta ferroviaria, generando impatti sul trasporto regionale, sia delle merci che dei passeggeri, con consequenziali incrementi dei flussi in movimento e miglioramenti in termini di sostenibilità ambientale, di sicurezza e di una riduzione del costo del trasporto. Particolare valenza assume l‟intervento di velocizzazione della linea ferroviaria Palermo – Trapani, anche funzionale al collegamento tra gli Aeroporti Falcone e Borsellino di Palermo e Trapani Birgi. L‟intervento consiste nel ripristino della circolazione sulla linea ferroviaria PA-TP via Milo, interrotta dal 2013 per un cedimento strutturale e, inquadrandosi nel programma di ammodernamento e 65 potenziamento della rete globale, è funzionale sia allo sviluppo del trasporto pubblico locale e regionale sia all‟incremento degli standard di regolarità, puntualità e qualità del traffico ferroviario. Le priorità dell‟intervento riguardano l‟eliminazione di punti singolari che limitano la capacità e/o le prestazioni della rete, con soluzioni preferibilmente tecnologiche o che prevedano limitato uso del territorio, e di miglioramento dell‟accessibilità e dell‟interscambio, mediante il potenziamento dei terminali viaggiatori che si configurano come punti di snodo della mobilità locale. Il CIPE, con deliberazione n. 54/2016 ha approvato il Piano operativo infrastrutture FSC 2014-2020, nel quale si destinano 34 meuro all‟intervento “Ripristino linea Palermo – Trapani via Milo”, a complemento di quelli stanziati a valere sulle risorse del Contratto di Programma MIT-RFI 2017/2021, concorrendo così all‟integrale copertura finanziaria dei costi dell‟intervento stimati complessivamente in 144 meuro. A dicembre 2017, nell‟ottica di “promuovere sistemi di trasporto sostenibili ed eliminare le strozzature nelle principali infrastrutture di rete”, con l‟Addendum al Piano Operativo FSC Infrastrutture 2014/2020, approvato con Delibera CIPE n. 54/2016, sono state appostate, tra l‟altro, risorse pari a 90 meuro da destinare alla Sicilia per il ripristino della linea Caltagirone – Gela.     Nell‟ambito degli investimenti programmati nel settore della logistica, particolare rilevanza assume la realizzazione dell‟interporto di Catania nella Sicilia orientale e dell‟interporto di Termini Imerese nella Sicilia occidentale, già inseriti nell‟Accordo di Programma Quadro per il trasporto merci e la logistica. La realizzazione di tali opere favorirà lo sviluppo del trasporto ferroviario delle merci nel territorio siciliano e contribuirà a ridurre gli impatti del trasporto merci su strada, quali l‟incidentalità e la congestione stradale. Inoltre, svolgendo funzioni di retroporto, sosterrà il trasporto marittimo che gravita attorno ai porti di Catania e di Termini Imerese e, grazie alla fornitura dei servizi di logistica, si prevede una maggiore intercettazione dei traffici commerciali del Mediterraneo. Nel complesso, la realizzazione degli interporti porterà ad una riduzione dei costi operativi di trasporto delle merci, a una maggiore sicurezza del trasporto merci e avrà impatti sull'occupazione, sia diretti che indiretti. Con riferimento alle Infrastrutture per il trasporto aereo, sono in corso di completamento quelli all'interno dell'aeroporto “Falcone -Borsellino” di Punta Raisi.   La proposta di Accordo di Programma Quadro rafforzato per il trasporto aereo – IV Atto Integrativo dell'importo complessivo di circa 66 meuro, con il concorso di risorse pubbliche a valere sui fondi FSC ed il cofinanziamento delle Società di gestione aeroportuali, che prevede la realizzazione di interventi di adeguamento sismico e di miglioramento dei livelli operativi e di safety negli aeroporti di Trapani e Palermo, in atto è già stata condivisa dai soggetti sottoscrittori dell'APQ (MIT, ENAC, ENAV, GESAP, SAC, AIRGEST) ed è al vaglio dell'Agenzia per la Coesione Territoriale. Nel rispetto degli obiettivi declinati dal Piano Integrato dei Trasporti delle Infrastrutture e della Mobilità è stata portata avanti la programmazione della Regione in sinergia con gli Enti gestori delle Strade, con il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti e con l'Agenzia per la Coesione Territoriale attraverso il PO FESR 2014-2020, l Patto di Sviluppo per la Sicilia (Patto del SUD), l' APQ Rafforzato viabilità ANAS S.p.A, l'APQ Rafforzato viabilità Provinciale, il Piano Operativo Infrastrutture e relativo addendum ed il Contratto di Programma dell'Anas S.p.A. tra il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti e la stessa ANAS. Il nuovo ciclo di programmazione 2014-2020 con l'Asse prioritario 7 – Obiettivo specifico 7.4 per M€ 68,8 ha incentrato le politiche di sviluppo locale e territoriale con l'obiettivo è di migliorare la mobilità regionale. Sono state individuate 5 Aree Interne della Regione Siciliana, in cui operare interventi sulla rete stradale di forte impatto in termini di coesione e continuità territoriale: Madonie, Nebrodi, Sicani, Calatino Simeto-Etna L'Accordo di Programma Quadro prevede l'attuazione dei seguenti interventi : Itinerario Nord Sud SS 117 “Santo Stefano di Camastra – Gela “ Lotti B5 e B5 di completamento per M€ 120,00 2° stralcio , tratto A, dell'Itinerario SSV Licodia-Eubea Libertinia per M€ 120,00 2° lotto della SS 284 Occidentale Etnea per M€ 54,00. 1° lotto del “Collegamento Mazara del Vallo – Trapani” per M€ 134. Messa in sicurezza della tangenziale di San Gregorio-Catania-Siracusa per M 10,00; Nr. 20 progettazioni di interventi strategici per la Regione per M€ 44,00 , tra le quali emergono gli intinerari trasversali “ Nord – Sud SS117” - “Palermo – Agrigento SS 121 e SS 189” - “ Tangenziale di Gela e di Palermo” L'accordo rafforzato per la viabilità provinciale prevede per la Sicilia il finanziamento delle seguenti linee d'azione per un importo di M€ 1.054,00: Completamenti di itinerari già programmati: SS 626 Tangenziale di Gela M€ 313,00 Progettazione e realizzazione della terza corsia della tg di Catania M€ 217,4 Interventi di adeguamento e razionalizzazione della rete stradale SS 121 Palermo Agrigento tratto – Bolognetta- A19 M€ 346,9 SS 113 Variante di Alcamo 1 Stralcio M€ 25,1 SS 115 Variante di Vittoria M€ 149,00 • SS 115 Realizzazione di una rotatoria c/o il Comune di Caltabellotta M€ 1,2 Interventi di adeguamento di strade particolarmente pericolose - Sistemazione dello svincolo di Paternò M€ 1,8 Il CIPE nella seduta del 22.12.2017 ha approvato l'Addendum del PO Infrastrutture che prevede per la viabilità M€ 526,59 (La Deliberazione non è stata ancora pubblicata): completamenti di itinerari già programmati: SS 121 Palermo Agrigento tratto – Bivio Manganaro tratto palermitano di M€ 187,50; Completamento SS 121 Palermo Agrigento tratto – Bivio Bolognetta- Bivio Manganaro di M€ 45,00; 67 Sistemazione dello svincolo del Tumarrano sulla SS 189 Palermo Agrigento di M€ 17,15 3° stralcio, tratto B, dell'Itinerario SSV Licodia-Eubea Libertinia per M€ 177,50 SS 417 Gela Catania – Miglioramento del servizio e innalzamento del livello di sicurezza di M€ 99,40. Infine il Contratto di Programma 2015-2019 prevede M€ 800 per la manutenzione straordinaria della Autostrada Palermo - Catania A19 che si aggiungono ad ulteriori interventi di manutenzione straordinaria sulla rete di strade statali, per oltre M€ 300. Inoltre con il Contratto di Programma 2016- 2020, approvato dal CIPE nella seduta del 7 agosto 2017, si prevede la realizzazione degli interventi del PO Infrastrutture – FSC 2014-2020 e la SS 284 tratto Adrano Catania di M€ 97,65.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
21 mar 2018

Alitalia cancella i voli diretti da Napoli per Palermo e Catania

di mobilita

Domenica 25 marzo Alitalia effettuerà l'ultimo volo diretto da Napoli per Catania e Palermo. Per chi volesse utilizzare ancora il vettore Alitalia, per le tre città, può utilizzare i voli con scalo a Fiumicino e tempi di percorrenza che si triplicano. In alternativa da Catania per Napoli si possono utilizzare le compagnie easy jet e Volotea e da Palermo per Napoli solo Volotea.

Leggi tutto    Commenti 0