Articolo
12 mar 2018

Alstom completa la più potente locomotiva interamente elettrica “Make-In-India”

di mobilita

Alstom ha annunciato il completamento della sua prima locomotiva completamente elettrica dal suo impianto a Madhepura nello Stato di Bihar. In linea con l'obiettivo del governo e delle ferrovie indiane verso un'elettrificazione del 100% e verso una mobilità sostenibile, queste nuove locomotive non solo ridurranno i costi operativi per le ferrovie ma ridurranno significativamente anche le emissioni di gas serra. Questa prima locomotiva fa parte di un ordine di 3,5 miliardi di euro comprendente 800 locomotive elettriche a doppia sezione, ordinate nel 2015, che contribuisce al programma di partenariato pubblico-privato del Ministero delle ferrovie per modernizzare l'infrastruttura ferroviaria del paese. Questo accordo rimane, fino a oggi, il più grande investimento diretto estero nel settore ferroviario. Questo è uno dei contratti più grandi nella storia di Alstom. "Le nostre operazioni in India sono fondamentali per la nostra attività a livello globale e continuiamo a impegnarci a soddisfare le esigenze infrastrutturali dell'India, migliorando la qualità dei servizi per i cittadini e investendo nell'economia nazionale ", ha dichiarato Henri-Poupart Lafarge, Presidente e CEO di Alstom. Questo progetto rappresenta un brillante esempio dell'impegno di Alstom per" Make in India ". Oltre a creare migliaia di posti di lavoro,  abbiamo creato una forte catena di distribuzione localizzata per questo progetto, con il 90% dei componenti acquistati localmente. ” Grazie ai suoi 12.000 cavalli di potenza, ogni locomotiva a doppia sezione, ha una capacità di trasporto di 6.000 tonnellate e una velocità di 120 km / h, consentendo spostamenti più veloci e più sicuri rispetto ai treni merci attuali, riducendo i tempi per i passeggeri e merci. Dotati di tecnologia di propulsione basata su IGBT, queste locomotive saranno conformi agli standard indiani del trasporto merci e avranno la capacità di sopportare condizioni climatiche indiane. Le locomotive sono state sviluppate con il supporto di 6 siti Alstom in Francia: Belfort per le 6 prime carrozzerie, Ornans per i motori, Tarbes per la trazione, Le Creusot per i carrelli, Villeurbanne per i sistemi di monitoraggio dei treni e Saint-Ouen per il design. Alstom ha inoltre annunciato tre nuovi contratti per circa € 75 milioni: contratto di fornitura di energia dalla Mumbai Metro Rail Corporation Ltd (MMRCL), contratto per nuovi treni per Chennai Metro Rail Corporation; contratto di fornitura di energia da Jaipur Metro Rail Corporation.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
12 mar 2018

TRIESTE | Alitalia riduce i voli da Trieste Airport, dura reazione della presidente del FVG Serracchiani

di mobilita

Alitalia avrebbe l'intenzione, con l'introduzione dell'orario estivo, di cancellare il volo per Roma delle 8.00 da Trieste Airport, di anticipare alle 6.30 quello delle 7.00 e di rivedere anche gli orari dei voli di rientro. Per la presidente del Friuli Venezia Giulia, Debora Serracchiani "quello prospettato non può essere considerato un semplice cambio di orari ma un'autentica rivoluzione che avrebbe conseguenze pesanti, come si prospetta dalle prime reazioni degli utenti. E dunque - ha sottolinato - va evitata, ritornando sulle scelte fatte". "Chi deve raggiungere Roma per lavoro,  viaggiando in giornata,- continua Serracchiani - sarebbe pesantemente danneggiato, dovendo anticipare la partenza e posticipare il rientro o rendendo necessario un pernottamento. Di fatto Alitalia opera a Ronchi quasi in regime di monopolio e purtroppo di sicuro nemmeno il treno può rappresentare un'alternativa, specie se si viaggia in giornata, a causa della lunga percorrenza e della lentezza della tratta fino a Mestre. Auspico quindi un ripensamento, tanto più opportuno ora, a una settimana dall'inaugurazione del completamento dei lavori del polo intermodale, che abbiamo fortemente voluto per rilanciare l'aeroporto regionale. Un disegno strategico che con questi cambi di orari rischia di essere vanificato, anche alla luce dello sforzo fatto, insieme a Trenitalia, per prevedere una programmazione dei treni che tenga conto delle partenze e degli arrivi dei voli e quindi di consentire adeguate coincidenze".

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
12 mar 2018

REGIONE PUGLIA | In funzione il sistema SCMT nella tratta BARI – RUVO di Ferrotramviaria

di mobilita

Ferrotramviaria comunica che la tratta ferroviaria Bitonto - Ruvo di Puglia (via Sovereto e Terlizzi), totalmente attrezzata con i sistemi di sicurezza indicati dall’ANSF, dal 26 febbraio, ha la marcia dei treni al massimo livello di sicurezza richiesto dalle norme. La linea di Ferrotramviaria è la prima ferrovia regionale a doppio binario attrezzata nelle tratte operative con il Sistema di Controllo Marcia Treno (SCMT) attivato. L’attuale regime di marcia, tornato alla normalità, consente una maggiore puntualità negli arrivi e nelle partenze dei treni e un notevole miglioramento della qualità generale del servizio riscontrabile dai passeggeri. La velocità media commerciale non potrà avere incrementi significativi fino alla rimozione delle cause che obbligano ad ottemperare a delle mitigazioni in merito. Ferrotramviaria, in quanto soggetto attuatore ed esecutore per conto della Regione Puglia delle opere di ammodernamento dell’infrastruttura regionale, nonostante le oggettive lungaggini burocratiche che si ripercuotono sui tempi di realizzazione delle opere stesse, continuerà ad adoperarsi, come ha sempre fatto, per portare a termine detti interventi nel rispetto degli accordi presi.    

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
11 mar 2018

La prima navetta del People Mover è arrivata all’aeroporto di Bologna

di mobilita

La prima navetta del People Mover di Bologna ieri sera ha raggiunto l'aeroporto Marcono di Bologna, durante i test di circolazione in corso da qualche giorno. Quando entrerà in servizio collegherà, in circa 7 minuti e mezzo di viaggio, il centro città e l’aeroporto, effettuando un’unica fermata intermedia presso Bertalia-Lazzaretto, la grande area urbana in corso di riqualificazione destinata ad ospitare nuovi insediamenti residenziali e commerciali, nonché nuove aule e laboratori universitari ed un nuovo studentato. Il people mover di Bologna è un sistema di trasporto pubblico su gomma, che corre su sede propria a ad un’altezza media dal piano di campagna di circa 6-7 metri. lungo 5 Km tra la Stazione ferroviaria centrale e l’aeroporto Guglielmo Marconi di Bologna. Ti potrebbero interessare: Marconi Express, arriva la prima vettura Marconi Express: continuano i lavori del people mover di Bologna

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
10 mar 2018

Una funicolare interrata per collegare Capri con Anacapri

di mobilita

Lo scorso 28 febbraio è stato presentato a Capri il progetto di una funicolare interrata, che dal porto di Marina Grande dovrebbe condurre al centro di Anacapri. Lo studio di fattibilità è stato redatto dalla società Sintagma e prevede un tunnel lungo 3 chilometri, 810 giorni di lavoro di scavo, 840 per la costruzione delle infrastrutture e le prove tecniche, per un costo stimato di 101 milioni di euro. Per i due sindaci di Capri e di Anacapri l'opera non prevede impatti sull'ambiente e sul paesaggio e produrrà una riduzione notevole del traffico tra Capri e Anacapri, dove d'estate i tempi di percorrenza arrivano fino a 45 minuti. Inoltre sottolineano che l'opera "non ha l'obiettivo di aumentare il numero di persone che vengono sull'isola". Il progetto prevede diverse soluzioni che riguardano soprattutto la stazione di partenza. La prima prevede una stazione nei pressi di Marina Grande con una galleria lunga 2940 metri, la seconda soluzione prevede una stazione nei pressi del porto turistico e una galleria lunga 2616 metri. La stazione di arrivo, prevista ad Anacapri, dovrebbe essere la Stazione "Parco giochi". Per lo stilista Rocco Barocco, che ha casa da trentacinque anni sull'isola, una simile infrastruttura rappresenterebbe "uno scempio". Il sindaco di Anacapri Cerrotta si dice  comunque "pronto a un confronto per valutare ciò che è più consono rispetto alle aspettative sia dei cittadini che dei nostri ospiti".  

Leggi tutto    Commenti 3
Articolo
09 mar 2018

AVELLINO | Nuovo stop alla funicolare Mercogliano-Montevergine

di mobilita

La funicolare Mercogliano-Montevergine, in provincia di Avellino, subisce un nuovo stop. L'impianto che da Mercogliano risale al Santuario di Mamma Schiavona ferma le corse per manutenzione straordinaria. Cancelli chiusi da sabato 10 marzo 2018 a data da destinarsi. La funicolare di Mercogliano-Montevergine è un impianto a fune che collega la cittadina di Mercogliano al santuario di Montevergine, ubicato nell'omonima frazione a un'altitudine di circa 1270 metri s.l.m. L'impianto è il secondo in Europa per dislivello ed ha delle pendenze che vanno dal 43% al 64%: la funicolare compie un percorso di circa 1.670 metri superando un dislivello di 734 metri in soli sette minuti, grazie ad una velocità di 4 m/s. Il binario, interamente elettrificato, è unico, eccetto nella parte centrale dove si sdoppia per permettere l'incrocio tra le due vetture, che sono in grado di trasportare 85 persone ciascuna

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
09 mar 2018

NAPOLI | Da domenica 11 marzo riparte il Campania Express

di mobilita

Da domenica 11 marzo a domenica 14 ottobre riparte il Campania Express, il trasporto su ferro che con 8 treni al giorno collega la stazione di Napoli/Porta Nolana e Sorrento con fermate intermedie alle stazioni Napoli/Piazza Garibaldi, Ercolano Scavi, Torre Annunziata/Oplonti, Pompei/Villa Misteri, Castellammare di Stabia (Funivia del Faito) e Vico Equense. Un collegamento veloce e confortevole che, in meno di 1 ora, al costo di soli 8 euro, dal centro della città di Napoli, conduce i visitatori direttamente nel cuore di alcune delle maggiori mete di attrazione turistico, ambientale e culturale della Regione. Tutti i treni sono muniti di area condizionata e posti a sedere. È possibile acquistare i biglietti online.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
09 mar 2018

Presentato il progetto NAMIRG sulla sicurezza dei trasporti marittimi

di mobilita

La presidente della Regione Fiuli Venezia Giulia, Debora Serracchiani è intervenuta oggi a Trieste nella sede del Segretariato esecutivo InCe (Iniziativa Centro Europea) per presentare "Il progetto Namirg sulla sicurezza dei trasporti marittimi", che per la prima volta porterà alla costituzione di una squadra unica di 24 uomini dei Vigili del Fuoco italiani, sloveni e croati in grado di intervenire in caso emergenze causate da incendi a bordo di navi in mare aperto nell'area tra Pola e Trieste. "In questi anni abbiamo lavorato molto con Slovenia e Croazia su prevenzione, sicurezza in mare e impatto ambientale e oggi siamo convinti che sia fondamentale fare squadra per fronteggiare in modo ottimale eventuali emergenze che possano verificarsi nell'Adriatico settentrionale", ha osservato Serracchiani. La presidente della Regione ha colto anche l'occasione per ringraziare "per il loro ruolo insostituibile le donne e gli uomini dei Vigili del Fuoco, il corpo più amato dai cittadini italiani". Namirg (North Adriatic maritime incident response group), coordinato dall'InCe e cofinanziato dalla Commissione europea, è un progetto della durata di 24 mesi che si concluderà alla fine del 2019 e si compone di azioni coordinate che interesseranno tutti i soggetti del territorio in prima linea nella gestione delle emergenze. La squadra di 24 Vigili del Fuoco - 8 per nazione - della Regione Friuli Venezia Giulia, della Regione Istriana (Croazia) e della città di Koper/Capodistria (Slovenia) sarà supportata dalle azioni coordinate di Capitanerie di porto, Protezione civile, soccorso sanitario, Autorità portuali e operatori marittimi. La prima fase del programma è già scattata e prevede l'analisi delle risorse necessarie e delle criticità, preliminare al perfezionamento di accordi per coordinare i soccorsi in mare in piena uniformità normativa e nella massima rapidità. La seconda fase porterà alla creazione di un gruppo di studio transfrontaliero che importerà le esperienze già maturate nel nord Europa e stabilirà le procedure di addestramento fissandole in manuali operativi multilingue. Nella terza fase saranno acquisiti tutti i materiali e attrezzature necessarie per l'attività della squadra e inizierà l'addestramento vero e proprio. La quarta e ultima fase coinciderà con una spettacolare esercitazione che si terrà al largo del porto di Pola, con mezzi navali ed elicotteri, nel corso della quale verrà simulato l'incendio di una cisterna con feriti a bordo. Alla conferenza stampa di presentazione dell'evento, oltre alla presidente Serracchiani e al sindaco di Trieste Roberto Dipiazza, sono intervenuti, tra gli altri, Loris Munaro, direttore generale dei Vigili del Fuoco del Friuli Venezia Giulia, Luca Sancilio, comandante della Capitaneria di Porto di Trieste, il comandante della comunità dei Vigili del Fuoco della Regione istriana Dino Kozlevac e il responsabile dei Vigili del Fuoco di Capodistria Denis Glavina. Da parte dell'Iniziativa Centro Europea è stato auspicato che questo modello innovativo di collaborazione transfrontaliera possa coinvolgere in futuro anche Paesi come Albania, Bosnia ed Erzegovina e Montenegro.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
09 mar 2018

ROMA METROPOLITANA C | Consegnata alla città la stazione San Giovanni

di mobilita

Il giorno 8 marzo 2018 è stata consegna al Committente Roma Metropolitane la stazione San Giovanni a servizio della Linea C: il primo dei nodi di scambio previsti in progetto con le altre linee metropolitane della Capitale. Una volta effettuato con successo il pre-esercizio da parte dell’Esercente, con l’entrata in funzione della stazione diventa completamente operativa l’intera tratta funzionale da Monte Compatri/Pantano a San Giovanni e sarà possibile attivare il nodo di scambio con la esistente linea A, realizzando il così detto “effetto rete” del quale la mobilità della città ha urgente bisogno. Per l'apertura al pubblico bisogna aspettare il preesercizio atac di circa 45 giorni che si prevede possa terminare per fine aprile-inizi maggio.

Leggi tutto    Commenti 0