Articolo
25 set 2020

Anteprima del nuovo treno regionale “Blues” di Trenitalia alle associazioni

di mobilita

Il Gruppo FS Italiane, con Trenitalia, ha invitato i rappresentanti delle persone con disabilità e dei consumatori nello stabilimento Hitachi Rail di Pistoia, il 24 e il 25 settembre, per conoscere in anteprima il nuovo treno regionale a doppia trazione, elettrica e diesel, che dal 2022 arricchirà e ammodernerà ulteriormente la flotta dedicata ai pendolari. Un treno capace di circolare sia su linee elettrificate che non, riducendo l’impatto ambientale rispetto ai tradizionali diesel e offrendo eccellenti prestazioni anche in termini di comfort e sicurezza. L’incontro ha coinvolto ingegneri, progettisti e tecnici di Hitachi Rail e di Trenitalia e ha replicato quanto già sperimentato positivamente con i treni Rock e Pop. Grazie ad un modello in scala reale sono state illustrate, discusse e verificate, tra le altre, le soluzioni progettuali individuate per realizzare la migliore accessibilità e fruibilità dei servizi offerti a bordo. Si è trattato di un proficuo confronto ai fini della futura entrata in circolazione del treno. La presentazione ufficiale a pubblico e stampa del nuovo treno, con l’esposizione del modello in scala reale di una vettura, è programmata per fine ottobre a Milano.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
02 lug 2020

Prenotazione treno regionale, al via la sperimentazione

di mobilita

Distanziamento no, distanziamento sì. Negli ultimi giorni alcune amministrazioni regionali hanno deciso di cambiare le regole che imponevano il cosiddetto distanziamento sociale a bordo dei mezzi pubblici. Perché sui treni regionali sono proprio le Regioni a poter decidere e derogare dai protocolli nazionali. Così al momento Veneto, Friuli Venezia Giulia, Emilia Romagna, Puglia, Liguria e Province autonome di Trento e Bolzano si sono orientate per l’eliminazione dei limiti di capienza del 50%. Quindi non più un posto sì un posto no, com’è stato finora, ma un ritorno al 100% della capacità. Sempre ovviamente, con l’obbligo della mascherina e la raccomandazione di una frequente igienizzazione delle mani. Intanto Trenitalia, dal 3 giugno, ha avviato sui treni regionali (1.500 a oggi) una sperimentazione per controllare e contingentare il numero dei viaggiatori presenti a bordo. I treni oggetto del test sono stati selezionati grazie alla costante attività di monitoraggio portata avanti, a partire da maggio, dagli oltre 200 operatori del customer care regionale di Trenitalia. Fra i collegamenti scelti, anche quelli con le principali località di mare nei fine settimana e nei giorni festivi.   Una rivoluzione nel trasporto regionale che prevede un biglietto specifico per il treno scelto, in vendita finché il convoglio non ha raggiunto - in base alle prenotazioni dei viaggiatori - la sua capienza massima. E ciò vale sia che il limite sia quello tenuto finora, del 50%, sia che si decida di tornare al 100%, almeno nel caso in cui le Regioni non tollerino e non rendano possibile anche il viaggio in piedi. Con la nuova procedura il viaggiatore salirà sull’effettivo treno che ha scelto e prenotato. Soltanto così il sistema funziona, con il rispetto di questa regola. Un passaggio in più, dunque, ma semplice e che permetterà di viaggiare in sicurezza. A iniziare dall’app e, a breve, anche su sito web e self service, sarà possibile controllare in tempo reale la disponibilità di posti sul treno prescelto. Nel caso questo sia sold out, il sistema non permetterà di procedere all’acquisto. Nella nuova app di Trenitalia sono i colori verde, giallo e rosso a mostrare il livello di riempimento e indicare virtualmente il lasciapassare per la prenotazione. Il posto non è assegnato e la prenotazione è gratuita. I clienti dovranno quindi abituarsi gradualmente a queste inedita prassi. Dopo un periodo transitorio per far metabolizzare l’iniziativa, le accortezze post-Covid dovranno entrare nel DNA di tutti i viaggiatori per far sì che siano adottate, in futuro, a beneficio della totalità dei passeggeri regionali, in un settore dove sono proprio le Regioni a definire modalità e orari del servizio.    

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
29 mag 2020

ROMA | Tamponamento fra treno regionale e mezzo di manutenzione, 4 feriti

di mobilita

Aggiornamento - ore 18:15 Il traffico è fortemente rallentato. Maggior tempo di percorrenza fino a 60 minuti per i treni in viaggi Aggiornamento - ore 17:40 Il traffico è in progressiva ripresa. Maggior tempo di percorrenza fino a 30 minuti per i treni in viaggio. Treni direttamente coinvolti: • IC 518 Roma Termini (15:57) - Ventimiglia (23:30) • RV 2339 Pisa Centrale (11:45) - Roma Termini (15:48) • RV 2344 Roma Termini (16:12) - Pisa Centrale (20:15) • R 21795/22074 Orte (13:31) - Fiumicino Aeroporto (15:48) • R 21791/22070 Poggio Mirteto (13:40) - Fiumicino Aeroporto (15:18) • R 12251 Civitavecchia (13:40) - Roma Termini (14:48) • R 7429 Cesano (13:45) - Roma Tiburtina (14:52) • R 22063/21788 Fiumicino Aeroporto (13:57) - Orte (16:10) • R 12253 Civitavecchia (13:58) - Roma Termini (15:18) • R 21793/22072 Fara Sabina (14:05) - Fiumicino Aeroporto (15:33) • R 21935 Bracciano (14:09) - Roma Tiburtina (15:37) • R 22067/21792 Fiumicino Aeroporto (14:27) - Poggio Mirteto (16:05) • R 21803/22082 Orte (14:31) - Fiumicino Aeroporto (16:48) • R 21797/22076 Fara Sabina (14:35) - Fiumicino Aeroporto (16:03) • R 21799/22078 Poggio Mirteto (14:40) - Fiumicino Aeroporto (16:18) • R 12250 Roma Termini (14:42) - Civitavecchia (16:00) • R 22069/21794 Fiumicino Aeroporto (14:42) - Fara Sabina (16:12) • R 7434 Roma Tiburtina (14:53) - Cesano (15:58) • R 12255 Civitavecchia (14:56) - Roma Termini (16:18) • R 22071/21796 Fiumicino Aeroporto (14:57) - Orte (17:10) • R 21940 Roma Tiburtina (15:08) - Bracciano (16:31) • R 21937 Bracciano (15:09) - Roma Tiburtina (16:37) • R 23654 Roma Termini (15:12) - Montalto Di Castro (16:43) • R 22073/21798 Fiumicino Aeroporto (15:12) - Fara Sabina (16:42) • R 7436 Roma Tiburtina (15:23) - Cesano (16:28) • R 21811/22090 Orte (15:31) - Fiumicino Aeroporto (17:48) Treni parzialmente cancellati: • R 22065/21790 Fiumicino Aeroporto (14:12) - Fara Sabina (15:42): limitato a Monterotondo (15:28) • R 21801 Fara Sabina (15:05) - Fiumicino Aeroporto (16:33): limitato a Roma Tiburtina (15:45) • R 7435 Cesano (15:15) - Roma Tiburtina (16:22): limitato a Roma Ostiense (16:06) • R 22075/21800 Fiumicino Aeroporto (15:27) - Poggio Mirteto (17:05): origine da Roma Ostiense (16:01) • R 21805 Fara Sabina (15:35) - Fiumicino Aeroporto (17:03): limitato a Roma Tiburtina (16:15) Aggiornamento - ore 15:55 Il traffico è in graduale ripresa. Inizio evento - ore 14:50 Il traffico è rallentato per il lieve urto di un treno con un mezzo di manovra tra Roma Tuscolana e Roma Ostiense.     Un tamponamento, tra un treno regionale, Orte - Fiumicino Aeroporto e un mezzo di manutenzione, è avvenuto oggi pomeriggio sulla linea ferroviaria tra le stazioni di Roma Ostiense e Roma Tuscolana. Ancora da chiarire le cause dell’incidente in cui un treno regionale ha tamponanto un mezzo di manutenzione Si registrano quattro feriti.   Foto di copertina tratta dalla diretta del Corriere della Sera  

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
06 apr 2020

LAZIO | Sospeso il servizio viaggiatori nella stazione FS di Fondi-Sperlonga

di Antonio Somigliato

Le Ferrovie dello Stato, tramite il loro canale di infomobilità, informano che a partire da oggi 06/06/2020 è disposto che i treni Regionali della relazione Roma - Formia - Napoli non fermano per servizio viaggiatori nella stazione di Fondi-Sperlonga. Il provvedimento è stato preso in seguito al prolungamento del lockdown totale per la prevenzione e gestione dell'emergenza sanitaria da Covid-19 nel Comune di Fondi (LT), così come già disposto nell'ordinanza della Regione Lazio n. 4238 del 19/03/2020. Per sopperire alle necessità di mobilità impellenti da e per il Comune, è stato attivato un call center gratuito al numero verde 800 89 20 21.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
04 lug 2018

ROMA | Il nuovo treno regionale Rock al Roma Summer Fest

di mobilita

Ci sarà anche Trenitalia al Roma Summer Fest, la rassegna musicale in programma fino al primo agosto all’Auditorium Parco della Musica.  Per l’occasione farà tappa nella Capitale Rock, il nuovo treno regionale della flotta Trenitalia protagonista di un roadshow #lamusicastacambiando lungo la penisola, con un modello in scala 1:1 che il pubblico dei concerti potrà visitare tutti i giorni dalle 19.00 alle 24.00 dal 3 al 22 luglio. Negli stessi giorni, nel villaggio allestito all’ingresso dell’Auditorium, i visitatori potranno rilassarsi nella Lounge Trenitalia, con attività di animazione, gadget e dj-set a cura di RTL 102.5. Una speciale area kids, allestita con il sostegno di FS Italiane, permetterà a tutti i genitori di godere dei concerti lasciando i bambini di età compresa tra i 5 e i 12 anni alle attività e ai laboratori sul tema del viaggio organizzate da professionisti specializzati. Le sagome di treni e bus e le visite al modello di Rock terranno compagnia ai più piccoli per un evento decisamente family friendly. Trenitalia è vettore ufficiale di Roma Summer Fest: per tutta la durata del festival ai viaggiatori diretti a Roma muniti di biglietto dell’evento è riservato uno sconto speciale del 30% sull’offerta Base di Frecce, Intercity e Intercity Notte;  i soci CartaFRECCIA possono inoltre usufruire di una riduzione sul biglietto d’ingresso alla manifestazione.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
27 giu 2018

Trenitalia e Alstom: il primo treno regionale Pop pronto per i test

di mobilita

Il primo esemplare del treno Pop di Trenitalia è stato mostrato alla stampa e agli stakeholder nello stabilimento Alstom di Savigliano.  A luglio inizierà i primi test sui binari per l’omologazione e la successiva ammissione in servizio. Il convoglio, progettato e fabbricato in Italia, nei siti Alstom di Savigliano, Sesto San Giovanni e Bologna, comincerà a essere consegnato da Trenitalia alle Regioni a partire dalla primavera del prossimo anno, subito pronto per entrare in servizio commerciale. Dei 150 convogli previsti sulla base dell'Accordo Quadro fra Alstom e Trenitalia sono già programmate consegne   all'Emilia–Romagna, alla Puglia, al Veneto, alla Sicilia, al Piemonte, alla Liguria, all'Abruzzo e alle Marche. Il primo esemplare del Pop raggiungerà nelle prossime settimane Velim, nella Repubblica Ceca, dove in un apposito circuito ferroviario si terranno le prove tecnico dinamiche, necessarie per ogni treno di nuova progettazione, prima del suo rientro in Italia dove completerà i test sui binari di Rete Ferroviaria Italiana. Il Pop sarà poi presentato a Innotrans 2019, la più prestigiosa Fiera internazionale dei trasporti, che si terrà dal 18 al 20 settembre 2018 a Berlino. Tra i presenti alla cerimonia di Savigliano Tiziano Onesti e Orazio Iacono, rispettivamente Presidente e Amministratore Delegato di Trenitalia insieme alla direzione italiana di Alstom, Michele Viale Amministratore Delegato di Alstom Ferroviaria e Davide VialeDirettore del sito Alstom di Savigliano. “Stiamo rivoluzionando la vita dei pendolari italiani con un piano di investimenti da 4,5 miliardi in nuovi treni – ha dichiarato Orazio Iacono, Amministratore Delegato di Trenitalia – e il nuovo Pop, più performante, ecologico e tecnologico dei modelli precedenti, è uno dei protagonisti di questa operazione industriale che, per valore economico e numero di treni acquistati, non ha precedenti in Italia. Pop è stato progettato attorno alle esigenze dei pendolari e del personale di Trenitalia che dovrà lavorarci: più comodo, più sostenibile e più accessibile per tutti, a iniziare dalle persone a ridotta mobilità e con disabilità. Arriverà in tutte le regioni italiane dove Trenitalia ha già sottoscritto o sottoscriverà con le Amministrazioni dei contratti di servizio di lunga durata, in quantità, capienza e con un layout interno coerenti alle esigenze che le Regioni stesse esprimeranno per rispondere alla domanda di mobilità dei loro cittadini. Entro il 2024 - ha concluso Iacono - rinnoveremo l'80 per cento della nostra flotta regionale e l’età media a livello nazionale passerà dagli attuali 20 a 9 anni”. “Siamo orgogliosi di poter presentare il primo veicolo Pop al nostro cliente Trenitalia, e alle Regioni italiane. Il Pop rappresenta l’ultima generazione del treno regionale Coradia Stream, è un treno facilmente adattabile, sostenibile, tecnologico e pensato per tutte le esigenze dei passeggeri. Siamo lieti della fiducia che Trenitalia ci ha rinnovato, segno che siamo un partner affidabile che fa della qualità e dell’eccellenza il proprio impegno” ha dichiarato Michele Viale, Amministratore Delegato e Direttore Generale di Alstom Italia e Svizzera. IL NUOVO TRENO REGIONALE POP Elettrico, mono piano, a 3 o 4 casse, dotato di 4 motori di trazione il nuovo Pop, viaggerà a una velocità massima di 160 chilometri orari e trasporterà oltre 300 posti a sedere nella versione 4 casse e oltre 200 nella versione a 3 casse. La possibilità di personalizzazione del treno è una delle caratteristiche uniche del treno. Alstom ha infatti pensato ad un configuratore di bordo, che permette alle Regioni di scegliere un’enorme varietà di layout e modificare la disposizione dei sedili secondo la tipologia di servizio. La tecnologia è un ulteriore elemento di differenziazione del treno, che è dotato di un sistema informativo integrato con l’infrastruttura di terra di Trenitalia ed offre un servizio di informazione e intrattenimento audio video con display LCD visibile da tutte le aree dei veicoli, una rete Wi-Fi accessibile ai passeggeri e al personale di bordo. La sicurezza dei passeggeri è garantita da un sistema di 32 telecamere digitali di videosorveglianza con visualizzazione sui monitor nei comparti delle immagini riprese. Un sistema di conta-passeggeri permetterà la consuntivazione in tempo reale dei passeggeri presenti a bordo. Un’innovazione importante è data dal rispetto dei criteri di ecosostenibilità ed efficienza energetica. Fra le altre caratteristiche, i nuovi treni regionali sono riciclabili per il 95 per cento e consumano il 30 per cento di energia in meno rispetto ai Jazz. I treni Pop fanno parte di una commessa da parte di Trenitalia per la fornitura di 150 treni regionali destinati alla media capacità. L’accordo quadro, firmato nell’agosto del 2016. Le prime consegne sono previste per il 2019. https://www.youtube.com/watch?v=44lCv9pEQJY    

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
22 giu 2018

Ripristinata la corsa del treno regionale 5230 Cremona-Milano

di mobilita

E' stata ripristinata la corsa del treno regionale 5230 delle 8,21 che da Cremona porta al capoluogo lombardo, che era stata anticipata alle 7,43 con l'introduzione dell'orario estivo. Nei giorni scorsi l'assessore regionale a Infrastrutture, Trasporti e Mobilita' sostenibile si era schierata al fianco dei pendolari della linea Cremona-Codogno-Milano, i quali protestavano per la cancellazione della corsa. L'assessore ha chiesto e ottenuto da Trenord il ripristino della corsa in questione gia' a partire da lunedi' 25 giugno. "Ho tempestivamente raccolto l'istanza dei cittadini di Cremona, facendo pressione su Trenord affinche' rimediasse il prima possibile. E il risultato e' arrivato. Sono soddisfatta. - ha detto l'assessore regionale a Infrastrutture, Trasporti e Mobilita' sostenibile  - Il territorio non poteva subire un disservizio ulteriore, che comportava un 'buco' di quasi due ore nei collegamenti verso Milano. L'ipotesi di anticipare il treno 5230 era legata alla contestuale introduzione di una nuova corsa in partenza da Cremona alle 8,32 e diretta alla stazione Centrale del capoluogo lombardo, che pero' Trenord non ha attivato. Il ritorno all'assetto precedente al cambio di orario pone fine a una situazione inaccettabile. Le modifiche degli orari, anche per la fase estiva - ha concluso l'assessore - devono sempre tenere conto delle necessita' dei cittadini: ho ribadito a Trenord che non potremo tollerare per il futuro analoghi comportamenti".

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
17 mag 2018

#lamusicastacambiando: il nuovo treno regionale Pop a Palermo

di mobilita

Il nuovo treno regionale Pop di Trenitalia arriva a Palermo. Una riproduzione scala 1:1, esposta in piazza Verdi, sarà visitabile fino al 20 maggio 2018 dalle 10.30 alle 20.00. Ad inaugurare il Villaggio Trenitalia Tiziano Onesti e Orazio Iacono, rispettivamente Presidente e Amministratore Delegato di Trenitalia. Presenti anche Sebastiano Musumeci, Presidente Regione Sicilia e Sergio Marino vice Sindaco di Palermo. Costruiti attorno alle esigenze dei pendolari e del personale di bordo di Trenitalia, i nuovi treni Pop saranno più comodi, più sostenibili e più accessibili anche alle persone a ridotta mobilità e con disabilità. A partire dal 2019 saranno consegnati alla Regione Siciliana 43 nuovi treni: 21 Pop, 5 Flirt e 17 diesel che affiancheranno i 6 Jazz già in circolazione sulle linee dell’isola dal 2016, riducendo così l’età media dei convogli dai 24,5 anni del 2017 ai 7,6 del 2021. L’arrivo dei treni Pop e Rock (convogli treni a doppio piano richiesti per aree metropolitane a elevata frequentazione) si inserisce in una strategia complessiva di rilancio del trasporto ferroviario regionale e di una mobilità che privilegi, rispetto all’auto privata, soluzioni di trasporto collettive, condivise, integrate e sostenibili. Alcuni effetti positivi di questa strategia iniziano ad essere percepiti dai clienti regionali di Trenitalia. Infatti, nei primi quattro mesi del 2018, in Sicilia, l’86,5 per cento (+1,5 per cento vs 2015) delle corse è arrivato a destinazione puntuale. I risultati vengono confermati anche dalle indagini demoscopiche condotte da società esterne. A dichiararsi soddisfatti del viaggio nel suo complesso (puntualità, pulizia, comfort, informazioni e permanenza a bordo) è l’85,5 per cento dei pendolari siciliani di Trenitalia. Soddisfazione cresciuta del sette per cento, con punte del +18,2 per le pulizie e del +17,3 per la puntualità (dati 2018 vs 2014). Le cancellazioni nello stesso periodo si sono ridotte del 50 per cento e scendono del 57,1 per cento per cause imputabili a Trenitalia. Sul fronte del rinnovo della flotta, l’accordo quadro, siglato con le aziende vincitrici della gara internazionale, consentirà a Trenitalia di acquistare 300 Rock da Hitachi Rail Italy e 150 Pop da Alstom Italia per un totale di 450 convogli e un investimento di oltre 4 miliardi di euro. Una maxi commessa che, per valore economico e numero di treni, non ha precedenti in Italia. L’obiettivo di Trenitalia è quello di avere un ritmo di fornitura che superi i 13 treni al mese, da consegnare in coerenza con i Contratti di servizio che le Regioni hanno sottoscritto e sottoscriveranno con l’impresa di trasporto del Gruppo FS Italiane. IL VILLAGGIO TRENITALIA Aperto dalle 10.30 alle 20.00 Ad intrattenere i visitatori il dj-set di RTL 102.5 dalle 17.00 alle 19.30. Registrati all'evento su lamusicastacambiando.it e ascolta le playlist dedicate su Spotify 

Leggi tutto    Commenti 0