Articolo
31 lug 2020

Lego Super Mario arriva in Italia con il treno Rock

di mobilita

Ha sporto prima i baffi fuori, poi si è guardato attorno e infine è sceso sulla banchina con la sua iconica salopette blu: stamattina Super Mario è arrivato a Roma in treno. E una superstar come lui non poteva che scegliere il Rock, il nuovo arrivato nella flotta regionale di Trenitalia. Ma che ci fanno il mitico idraulico, insieme all’amico dinosauro Yoshi e all’antagonista Bowser, alla stazione Termini? Il treno speciale che li ha portati nella Capitale svela qualcosa: livrea bianca, i personaggi della saga del noto videogame impressi sui vagoni e la scritta “Lego Super Mario” accanto al logo di Trenitalia. Il Rock è, infatti, il treno ufficiale del nuovo prodotto Lego, sugli scaffali degli store dal 1° agosto, con protagonista uno tra i personaggi dei videogiochi più amato che, per la prima volta dopo 35 anni, esce dal mondo virtuale e diventa di mattoncini. L’arrivo al binario 1 del viaggiatore speciale, è stata preceduta proprio dalla presentazione della partnership tra Lego Italia e Trenitalia che segna l’inizio di una serie di azioni congiunte. Iniziative volte, innanzitutto, ad animare le tappe del prossimo tour che farà conoscere i treni regionali in giro per l’Italia. In autunno, invece, un concorso premierà i pendolari che scelgono il treno. «La partnership con Lego è un ulteriore tassello per rendere i treni regionali sempre più vicini alle persone che, per raggiungere i luoghi di lavoro o studio, viaggiano con noi. Negli ultimi anni sono stati raggiunti importanti risultati in termini di qualità dei viaggi, ora la nostra sfida è avvicinare bambini e ragazzi, i nostri viaggiatori del futuro», ha dichiarato durante la presentazione Sabrina De Filippis, Direttore Divisione Passeggeri Regionale di Trenitalia presente. La responsabile del comparto regionale ha ricordato, poi, l’attenzione che Trenitalia rivolge ai più piccoli: con la promo Junior i ragazzi fino a 15 anni, accompagnati dalle proprie famiglie, viaggiano gratis su tutti i treni regionali fino al 27 settembre. «Il Rock è un super treno, costruito con materiali riciclabili fino al 97% e che permette di ridurre i consumi del 30% rispetto ai treni precedenti. A bordo spazi ampi, massimo comfort e un’area nursery pensata per genitori e bimbi», ha commentato De Filippis, ribadendo la vocazione sostenibile e family-friendly della new entry della flotta regionale Trenitalia. Stare vicino alle persone è anche la missione di Lego «regalando loro momenti di felicità e condivisione:  la collaborazione con Trenitalia va proprio in questa direzione. Per noi, ogni momento può essere giusto per far vivere la propria fantasia e creatività, anche un viaggio in treno», ha dichiarato Paolo Lazzarin, Amministratore Delegato di Lego Italia. «Dopo 35 anni, abbiamo portato Mario dal digitale al reale e nuovi bambini ora possono interagire con lui e con tanti diversi set per giocare in una modalità assolutamente nuova. Siamo davvero felici di festeggiarne l’arrivo in Italia con questa importante partnership con Trenitalia», ha concluso Lazzarin. Spazio quindi ai bambini, alle famiglie, al gioco e al viaggio. A Termini oggi ha aperto i battenti lo store Lego. Si tratta del primo negozio dell’azienda danese all’interno una stazione ferroviaria, perfetto per i globetrotter amanti dei mattoncini colorati che, magari, vogliono cimentarsi anche in viaggio.    

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
23 lug 2020

CAMPANIA | Arriva il nuovo treno regionale Rock

di mobilita

Nella terra del neomelodici, ci pensa il Rock a portare altra musica per i pendolari del trasporto ferroviario. Sui binari della Campania – in anticipo sui tempi previsti –arriva infatti il nuovo treno regionale Rock. Un convoglio a due piani di ultima generazione, fiore all’occhiello della tecnologia ferroviaria made in italy. La consegna alla Regione è avvenuta oggi, nell’impianto di manutenzione di Napoli Centrale, alla presenza del governatore Vincenzo De Luca e dell’AD di Trenitalia Orazio Iacono. Un Vincenzo De Luca che non ha perso l’occasione di raccomandare l’uso delle mascherine a bordo dei mezzi pubblici, bollando coloro che non lo fanno come «cafoni incivili che mettono a rischio la salute degli altri». E ha avuto parole di elogio, in tal senso, per le attenzioni prestate da Trenitalia al rispetto delle regole: «Mi auguro che tutti seguano la linea di comportamento che adotta Trenitalia, che ha l’ottima abitudine di bloccare i treni quando ci sono persone incivili e irresponsabili che non indossano la mascherina» Il Rock consegnato stamani è il primo dei 37 previsti, che si aggiungeranno ai 24 Jazz già circolanti in Campania. Grazie a questi arrivi, entro il 2025 la flotta regionale sarà completamente rinnovata, come previsto dal contratto di servizio 2019-2033 – firmato lo scorso dicembre – che include investimenti per oltre 680 milioni di euro (di cui 390 destinati proprio al rinnovo della flotta). Il Rock è un treno ad alta capacità, ecologico e meno energivoro (-30% di consumi) dei suoi predecessori,  e caratterizzato da elevate prestazioni: 160 km/h di velocità massima con un’accelerazione di 1,10 m/sec2, oltre 600 posti a sedere, sedute ampie, portale intranet, area passeggini, illuminazione a led, nuovo sistema di climatizzazione, prese usb e di corrente per ricaricare tablet e smartphone, 9 posti bici con prese elettriche, cinquanta videocamere a circuito chiuso per un viaggio sicuro. All’interno del Rock sono presenti 4 postazioni per persone con disabilità, vicine alle porte di ingresso e uscita e ai servizi igienici, per facilitare gli spostamenti e garantire la massima accessibilità. Il Rock e gli altri treni regionali di Trenitalia svolgono un efficace ruolo nella strategia del Gruppo FS  di sostegno al turismo, in particolare quello di prossimità. A tal fine in Campania sono stati creati speciali collegamenti integrati treno+bus e treno+nave, come il  “Cilento Link”, il “Costiera Link” e il “Pompei Link”, che permettono di raggiungere comodamente alcune delle più affascinanti mete della Campania. Per di più a prezzi estremamente convenienti grazie alla promo Estate Insieme di Trenitalia che fa viaggiare no limits su tutti i treni regionali e per qualsiasi destinazione.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
02 lug 2020

Nel Lazio arriva il Rock, nuovo treno dedicato al trasporto regionale

di mobilita

Nel Lazio arriva Rock, il nuovo treno regionale ad alta capacità di trasporto, frutto delle migliori tecnologie, con tutte le caratteristiche di sostenibilità ambientale E’ il primo dei 72 nuovi convogli di Trenitalia (Gruppo FS Italiane) che entro il 2024 garantiranno il rinnovo totale della flotta regionale dedicata soprattutto ai pendolari. Il Rock è stato consegnato  questa mattina a Roma Termini al Presidente della Regione Nicola Zingaretti, dall’Amministratore Delegato di Ferrovie dello Stato Italiane Gianfranco Battisti e di Trenitalia Orazio Iacono, e dal Direttore della Divisione Passeggeri di Trenitalia Sabrina De Filippis. Progettato e costruito da Hitachi Rail Italy per Trenitalia, il Rock è dotato di 602 posti a sedere e sarà impiegato sulle linee FL1 Orte - Roma - Fiumicino Aeroporto e FL3 Roma - Cesano/Viterbo. Spazioso ed ecosostenibile, vista la scelta dei materiali per garantire elevati livelli di riciclabilità (superiore al 95 per cento) e rinnovabilità, è accessibile alle persone a ridotta mobilità. Capiente, accessibile e anche ecologico, il nuovo treno consente infatti di ridurre i consumi del 30% rispetto ai precedenti. Spazio all’interno anche per il trasporto di 18 biciclette. Il trasporto regionale è “uno dei pilastri e la grande sfida del Gruppo FS, ed è lì che dobbiamo fare la differenza perché è dove ci facciamo la reputazione”, ha commentato l’AD di Ferrovie dello Stato Gianfranco Battisti. “Per avvicinare il pendolare al sistema trasporti - ha proseguito - abbiamo introdotto un’app che lo informa costantemente su orari, prezzi e ritardi e introdotto la security su treni pendolari, soprattutto quelli più affollati, e un nuovo modello di customer care con un servizio dedicato ai pendolari dei regionali”. Il Rock "è uno dei 600 treni a livello nazionale che abbiamo messo in campo per il trasporto regionale che è la vera priorità dal punto di vista aziendale", ha sottolineato l'AD. "Dobbiamo fare in modo di garantire e recuperare quel gap qualitativo che abbiamo avuto in questi anni sui pendolari, ma dobbiamo, soprattutto, lavorare in prospettiva per creare le condizioni per redistribuire i flussi del trasporto pendolari. Lo possiamo fare con treni come questo, che hanno standard di qualità molto alti, sono ecologicamente sostenibili e rappresentano quel tassello in più che aiuterà davvero a cambiare il modo di viaggiare dei pendolari in Italia".

Leggi tutto    Commenti 1
Articolo
29 mag 2020

TOSCANA | Trenitalia consegna i primi due treni Rock per il trasporto regionale

di mobilita

Arrivano i primi due treni Rock per rinnovare a flotta ferroviaria in Toscana. Li hanno consegnati questa mattina presso il deposito ferroviario di Osmannoro (FI) all'assessore regionale ai trasporti, Vincenzo Ceccarelli,, Orazio Iacono, Amministratore Delegato, Sabrina De Filippis, Direttore Divisione Passeggeri Regionale e Gianluca Scarpellini, Direttore regionale Toscana di Trenitalia. I convogli fanno parte della fornitura di 100 nuovi treni previsti nel Contratto di Servizio 2020-2034, sottoscritto a novembre 2019 da Regione Toscana e Trenitalia. Un contratto quindicennale che prevede investimenti per quasi 1,4 miliardi di euro, di cui circa 913 milioni destinati al rinnovo della flotta che passa da un’età media di 16 anni a 7,6 anni nel 2024. Nel biennio 2020 e 2021 saranno 15 i treni Rock a disposizione della Toscana. Si tratta di prodotti made in Italy, anzi fatti in Toscana, costruiti nello stabilimento di Pistoia da Hitachi Rail Italy. I nuovi treni Rock entreranno in servizio nei prossimi giorni sulle linee Firenze – Pisa e Firenze – Valdarno – Arezzo. Nell’occasione sono state mostrate all’assessore Vincenzo Ceccarelli le attività di sanificazione dei convogli che vengono svolte quotidianamente seguendo il protocollo COVID-19. Per rendere sicuro il viaggio anche i nuovi treni Rock sono stati allestiti con marker sui sedili da non occupare, segnaletica sulle porte per la salita e la discesa, indicazioni a terra per segnalare l’uscita più vicina e la distanza da tenere con gli altri passeggeri oltre alla presenza di dispenser con liquido igienizzante per le mani. Il Rock è un treno a doppio piano ed alta capacità che rivoluziona l’esperienza di viaggio, perchè progettata intorno alle persone: 160 km/h di velocità massima con oltre 600 posti a sedere, maggior spazio per i viaggiatori nelle sedute, finestrini più grandi per ammirare le bellezze del belpaese, portale intranet, area passeggini, illuminazione a led, nuovo sistema di climatizzazione, prese usb e di corrente a 220V per ricaricare tablet e smartphone. A bordo ci sono anche 50 videocamere a circuito chiuso per un viaggio in sicurezza ed informazioni ai passeggeri su monitor di dimensioni doppie rispetto al passato. E' un treno ecosostenibile riciclabile fino al 97% con una riduzione del 30% dei consumi energetici rispetto ai treni precedenti, così come l’utilizzo di materie prime provenienti dal riciclo, caratterizzano l’impronta ecologica del treno Rock. Per le persone con mobilità ridotta sono presenti 4 postazioni collocate nelle immediate vicinanze delle porte di accesso e dei servizi igienici, così da ridurre al minimo gli spostamenti all’interno del treno. I mezzi sono costruiti in modo facilitare salita e discesa delle persone a ridotta mobilità e hanno anche 9 posti bici con prese elettriche incluse per ricaricare i modelli di nuova generazione e bagagliere. TI POTREBBERO INTERESSARE: Il nuovo treno Rock e la rivoluzione del trasporto pendolare Treno ROCK, caratteristiche e innovazioni del nuovo treno regionale ad alta capacità di trasporto

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
15 apr 2020

REGIONE LIGURIA | Consegnati da Trenitalia due nuovi treni Rock e Pop

di mobilita

Due nuovi treni Rock e Pop sono stati consegnati da Trenitalia alla Regione Liguria mantenendo gli impegni assunti nel Contratto di Servizio, nonostante il difficile momento dettato dall’emergenza sanitaria che l’intera nazione sta affrontando. “La Liguria non si ferma. Nonostante la gran parte degli sforzi della Regione, su tutti i fronti, siano impegnati nella lotta al Coronavirus, non solo dal punto di vista sanitario – spiega il presidente di Regione Liguria Giovanni Toti– il contratto di servizio resta operativo e proseguiamo, come promesso, con l’operazione di rinnovo del materiale rotabile. I due treni al momento non verranno utilizzati, ma entreranno in servizio appena possibile: un segnale non solo di speranza, ma anche di attenzione a tutti gli aspetti di quella che dovrà tornare a essere la vita ordinaria di questa regione nel prossimo futuro”. “Questi convogli – spiega l’assessore ai Trasporti Gianni Berrino - si aggiungono ai due treni (un Rock e un Pop) già consegnati a novembre dello scorso anno. I nuovi treni rientrano nel Contratto di Servizio sottoscritto a gennaio 2018 con la Regione Liguria che prevede investimenti per circa 550 milioni di euro e il rinnovo totale della flotta ligure. In Liguria – precisa Berrino-  sono previsti complessivamente 43 nuovi treni, di cui 28 Rock e 15 Pop”. Rock è il nuovo treno regionale a doppio piano e alta capacità di trasporto progettato e costruito da Hitachi Rail Italy. Un treno per i pendolari a 5 carrozze con prestazioni paragonabili a quelle di una metropolitana. Può raggiungere i 160 km/h di velocità massima con un’accelerazione di 1,10 m/sec2 e ospitare fino a 1.130 persone, con oltre 600 sedute. Pop è il nuovo treno a mono piano e media capacità di trasporto, a 4 carrozze, con 4 motori di trazione. Viaggerà a una velocità massima di 160 km/h, avrà un’accelerazione maggiore di 1 m/sec2 e potrà trasportare fino a circa 530 persone, con oltre 300 posti a sedere. “I nuovi treni regionali Rock e Pop – conclude Berrino - sono riciclabili fino al 97% e rendono possibile una riduzione del 30% dei consumi energetici rispetto ai treni precedenti, offrono migliori standard, performance, comfort e accessibilità, insieme a una sempre maggiore affidabilità (tele-diagnostica di serie) ed elevati standard di security (telecamere e monitor di bordo con riprese live)”.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
15 gen 2020

REGIONE PUGLIA | Sbloccate risorse del Patto per la Puglia per nuovi treni e bus

di mobilita

Approvato nella giunta regionale della Puglia lo stanziamento di 116.560.000,00 euro, derivanti da risorse CIPE e da economie generatesi dal “Patto per la Puglia”, per l’attuazione del Programma per il rinnovo del materiale rotabile da adibire a trasporto pubblico interurbano su gomma e ferro. Lo scorso novembre è pervenuta dal Ministero dei Trasporti la bozza del disciplinare di convenzione, che una volta sottoscritta renderà disponibili le risorse per l’acquisto del nuovo materiale rotabile, il quale poi sarà disponibile nei tempi tecnici necessari per le forniture. Con 72,765 milioni (a cui si deve aggiungere il cofinanziamento privato del 40%) potrà essere finanziato l’acquisto di 539 autobus di ultima generazione, che andranno a sostituire mezzi obsoleti, in particolare Euro 2 ed Euro 3. Con 43,795 milioni di euro verranno acquistati quattro treni (con opzione di un quinto); il finanziamento è al 100% a carico della Regione, che sarà proprietaria dei convogli concessi in comodato d’uso gratuito a Trenitalia. I treni, di tipologia Rock a due piani con quattro casse e 465 posti a sedere, verranno utilizzati sulle linee e negli orari frequentati dai pendolari, così da migliorarne le condizioni di viaggio. La scelta di stanziare ulteriori risorse per assicurare la messa in circolazione di mezzi moderni, sicuri e poco inquinanti è in linea con l’impegno assunto di promuovere un servizio TPL moderno, efficiente, sicuro, confortevole e sostenibile, nel rispetto dell’ambiente e in coerenza con le strategie di decarbonizzazione.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
13 nov 2019

REGIONE LIGURIA | Arrivano i nuovi treni regionali Pop e Rock

di mobilita

Trenitalia mantiene l’impegno con i pendolari liguri anticipando la consegna dei nuovi convogli Rock e Pop, inizialmente prevista nel 2020. I nuovi treni rientrano nel Contratto di Servizio sottoscritto a gennaio 2018 con la Regione Liguria. Contratto che prevede investimenti per circa 550 milioni di euro e il rinnovo totale della flotta ligure. La consegna in anticipo rispetto ai tempi concordati è legata in particolare alla necessità di potenziare la mobilità regionale e metropolitana ligure dopo il crollo del viadotto Morandi. I due convogli, un Rock e un Pop, saranno in circolazione da domani, giovedì 14 novembre, per i collegamenti Savona – Genova – Sestri Levante. Alla cerimonia di consegna hanno partecipato Giovanni Toti e Gianni Berrino Presidente e Assessore ai Trasporti Regione Liguria. Per Trenitalia Orazio Iacono Amministratore Delegato e Sabrina De Filippis Direttore Divisione Passeggeri Regionale. Presenti inoltre i rappresentanti delle ditte costruttrici, Alstom e Hitachi. Sono complessivamente 43 – 28 Rock e 15 Pop – i nuovi treni destinati alla Liguria, che si aggiungono ai 5 treni Jazz già in circolazione, la cui consegna proseguirà a ritmi serrati fino al 2021 per i Pop e 2023 per i Rock. Il 35% dei convogli sarà sui binari entro il 2020, il 100% dei Pop entro il 2021, la totalità dei Rock entro il 2023 e, insieme ai 20 Vivalto e ai Jazz entrati in servizio negli ultimi anni, completeranno il rinnovo totale della flotta regionale della Liguria facendo scendere l’età media a cinque anni. Rock è il nuovo treno regionale a doppio piano e alta capacità di trasporto progettato e costruito da Hitachi Rail Italy. Un treno per i pendolari a 5 carrozze con prestazioni paragonabili a quelle di una metropolitana. Può raggiungere i 160 km/h di velocità massima con un’accelerazione di 1,10 m/sec2 e ospitare fino a 1.130 persone, con oltre 600 sedute. Pop è il nuovo treno a mono piano e media capacità di trasporto, a 4 carrozze, con 4 motori di trazione. Viaggerà a una velocità massima di 160 km/h, avrà un’accelerazione maggiore di 1 m/sec2 e potrà trasportare fino a circa 530 persone, con oltre 300 posti a sedere. Migliori standard, performance e più comfort e accessibilità per le persone che ogni giorno scelgono il treno per lavoro, studio, svago o turismo. I treni Rock e Pop di Trenitalia assicureranno la rivoluzione del trasporto ferroviario regionale e invoglieranno sempre più le persone a scegliere il treno lasciando l’auto a casa. I Rock e Pop sono parte del più ampio piano di rilancio del Gruppo FS Italiane per il trasporto regionale. Piano che, con un investimento economico complessivo di circa 6 miliardi di euro e oltre 600 nuovi treni, garantirà, entro cinque anni, il rinnovo dell’80% della flotta. Una maxi fornitura che, per numero di treni e valore economico, non ha precedenti in Italia. Unico l’obiettivo: garantire la qualità e l’eccellenza dell’alta velocità italiana anche nel trasporto ferroviario regionale e metropolitano e migliorare così la qualità di vita del milione e mezzo di pendolari che viaggiano ogni giorno con Trenitalia. I nuovi treni sono affiancati dall’importante rivisitazione dei processi industriali e della macchina organizzativa che gestisce il trasporto regionale. A ciò va aggiunta l’attivazione di nuovi servizi, fra tutti il customer care per i viaggiatori regionali (in Liguria con 32 addetti), che permettono di individuare e soddisfare le esigenze di chi sceglie il treno per i propri spostamenti. I nuovi treni regionali Rock e Pop sono riciclabili fino al 97% con una riduzione del 30% dei consumi energetici rispetto ai treni precedenti. Insieme a una sempre maggiore affidabilità (telediagnostica di serie) ed elevati standard di security (telecamere e monitor di bordo con riprese live), sono disponibili diverse configurazioni esterne e interne realizzate per rispondere alle esigenze individuate dal committente Regione. REGIONE LIGURIA | In arrivo i primi due esemplari dei treni Pop e Rock.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
11 nov 2019

REGIONE VENETO | Presentati i primi due treni Pop e Rock per i pendolari veneti

di mobilita

Sono stati presentati nella stazione di Venezia Santa Lucia i primi due treni Pop e Rock per i pendolari veneti. All'evento hanno partecipato Luca Zaia e Elisa De Berti, Presidente e Assessore ai Trasporti Regione Veneto, e Orazio Iacono, Amministratore Delegato di Trenitalia. Presenti Sabrina De Filippis Direttore Passeggeri Regionale di Trenitalia, Michele Viale AD Alstom Ferroviaria e Maurizio Manfellotto AD Hitachi Rail Italy. I primi due convogli presentati stamane rientrano in una più ampia fornitura di 78 nuovi treni destinati alla Regione Veneto: 38 Rock a 5 casse, 9 Rock a 6 casse e 31 Pop. La consegna avverrà progressivamente fino a luglio 2023. Si salirà infatti sui Rock da Venezia a Verona (collegamenti veloci), Bologna, Conegliano, Udine, Belluno e Bassano, ma anche fra Belluno e Padova e fra Bassano e Padova e sui Pop fra Venezia e Rovigo/Ferrara, Venezia e Portogruaro/Trieste e Venezia e Vicenza, ma anche fra Monselice e Mantova e fra Mantova e Verona. I primi collegamenti serviti dai nuovi treni saranno quelli fra Venezia e Verona, cui faranno seguito, già nel mese di giugno 2020, alcuni servizi fra Bassano e Padova e fra Montebelluna e Padova. Oltre il 15% dei convogli sarà sui binari entro la primavera, circa il 30% entro il 2020, il 100% nei primi mesi del 2023 e, insieme ai Vivalto, agli Swing e agli Stadler entrati in servizio negli ultimi sette anni, completeranno il rinnovo della flotta regionale del Veneto che diventerà fra le più giovani d’Italia (4,6 anni). Migliori standard, performance e più comfort e accessibilità per le persone che ogni giorno scelgono il treno per lavoro, studio, svago o turismo. I treni Rock e Pop di Trenitalia assicureranno la rivoluzione del trasporto ferroviario regionale e invoglieranno le persone a scegliere il treno lasciando l’auto a casa. I Rock e Pop sono parte del più ampio piano di rilancio del Gruppo FS Italiane per il trasporto regionale. Piano che, con un investimento economico complessivo di circa 6 miliardi di euro e oltre 600 nuovi treni, garantirà, entro cinque anni, il rinnovo dell’80% della flotta. Una maxi fornitura che, per numero di treni e valore economico, non ha precedenti in Italia. Unico l’obiettivo: garantire la qualità e l’eccellenza dell’alta velocità italiana anche nel trasporto ferroviario regionale e metropolitano e migliorare così la qualità di vita del milione e mezzo di pendolari che viaggiano ogni giorno con Trenitalia. I nuovi treni sono affiancati dall’importante rivisitazione dei processi industriali e della macchina organizzativa che gestisce il trasporto regionale. A ciò va aggiunta l’attivazione di nuovi servizi, fra tutti il customer care per i viaggiatori regionali (in Veneto con 36 addetti), che permettono di individuare e soddisfare le esigenze di chi sceglie il treno per i propri spostamenti. I nuovi treni regionali Rock e Pop sono riciclabili fino al 97% con una riduzione del 30% dei consumi energetici rispetto ai treni precedenti. Insieme a una sempre maggiore affidabilità (telediagnostica di serie) ed elevati standard di security (telecamere e monitor di bordo con riprese live), sono disponibili diverse configurazioni esterne e interne realizzate per rispondere alle esigenze individuate dal committente Regione. Ti potrebbero interessare: Treno POP, caratteristiche e innovazioni del nuovo treno regionale comodo e accessibile Treno ROCK, caratteristiche e innovazioni del nuovo treno regionale ad alta capacità di trasporto  

Leggi tutto    Commenti 1
Articolo
11 nov 2019

REGIONE LIGURIA | In arrivo i primi due esemplari dei treni Pop e Rock.

di mobilita

Arriveranno a metà settimana in Liguria, tra le prime regioni d’Italia, i primi due esemplari dei treni Pop e Rock per il trasporto regionale. La consegna anticipata dei due treni, inizialmente prevista per il 2020, avverrà alla stazione di Genova Piazza Principe.  Ne seguiranno altri nei prossimi mesi con l'obiettivo di portare, entro il 2023, sui binari liguri 43 nuovi treni delle due tipologie. Nel nuovo treno Pop, le carrozze spaziose offrono aree di seduta ampie per i viaggi di media durata. Le sedute sono dotate di prese per alimentazione di PC, tablet e cellulari. L’illuminazione è ottimizzata grazie a grandi finestrini che consentono un maggior ingresso di luce naturale. La circolazione dei passeggeri è facilitata da ampi corridoi adatti alle persone a ridotta mobilità. Il treno Rock dispone di sedili di nuovissima generazione con un design capace di ottimizzare l’ergonomia, garantire elevati livelli di comfort e maggiore spazio per le gambe a parità di distanza dei sedili. Al benessere dei viaggiatori concorre la presenza distribuita di numerosi dispositivi pensati per migliorare la loro esperienza di viaggio, che vanno dalla disponibilità di postazioni bici raggiungibili direttamente dal vestibolo alla creazione di un’area nursery dedicata, dal “poggiabimbo” nella toilette universale alla predisposizione alla rete Wi-Fi di bordo Ti potrebbero interessare: Treno POP, caratteristiche e innovazioni del nuovo treno regionale comodo e accessibile Treno ROCK, caratteristiche e innovazioni del nuovo treno regionale ad alta capacità di trasporto

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
01 ott 2019

BOLOGNA | Trenitalia e Tper insieme per gestire il trasporto pubblico su ferro sull’Emilia-Romagna

di mobilita

Trenitalia e Tper insieme per gestire il trasporto pubblico su ferro sull'Emilia-Romagna. La notizia è stata confermata dall’ad di Trenitalia, Orazio Iacono durante un convegno organizzato dalla Cisl sul futuro della mobilità regionale. Manca ancora un nome e un logo che condradistinguerà il nuovo colosso, di certo sappiamo che potrà contare su 930 treni di media in un giorno feriale e oltre 140mila passeggeri trasportati quotidianamente. Ad Aprile arriveranno i nuovi convogli realizzati da Alstom (Pop) e Hitachi Rail (Rock), che, con 86 nuovi modelli in circolazione entro il 2020 (47 Pop e 39 Rock), puntano a rivoluzionare la mobilità pendolare della Regione.

Leggi tutto    Commenti 0