Articolo
08 ago 2018

ROMA | Iniziati i lavori di manutenzione della linea A della metro

di mobilita

In questi giorni è in corso l'attività di manutenzione dei binari della metro A fra le stazioni Vittorio-Termini che ha reso necessario un rallentamento nel tratto interessato. Si tratta quindi di un rallentamento temporaneo dovuto all’attività di manutenzione per garantire la regolarità e la sicurezza dell'esercizio. La sostituzione degli scambi partirà invece da febbraio 2019 e le lavorazioni dureranno circa sei mesi, questo grazie ad uno stanziamento di 425 milioni di euro del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti per modernizzare la metro A e B che porteranno ad un rinnovo completo dei binari già a partire a fine 2019. "La manutenzione delle metro è obiettivo primario per garantire un trasporto efficiente e sicuro.  - ha affermato l'assessora alla mobilità Linda Meleo - Così com'è nostro interesse porre rimedio al gap manutentivo delle infrastrutture".  

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
03 ago 2018

ROMA METRO C | Anche la seconda TBM termina lo scavo fino ad Amba Aradam/Ipponio

di mobilita

Il giorno 20 marzo 2018 le TBM (Tunnel Boring Machine), hanno iniziato lo scavo delle gallerie da San Giovanni, pozzo di via Sannio, in direzione Fori Imperiali-Colosseo. La prima delle TBM è arrivata ad Amba Aradam/Ipponio il 25 maggio, la seconda il 3 agosto 2018, dopo aver scavato circa 400 metri e posato circa 300 anelli ciascuna. Lo scavo meccanizzato mediante TBM rappresenta una tra le più sofisticate tecnologie nel campo dello scavo in sotterraneo in ambiente urbano. Le macchine, contestualmente allo scavo, eseguono il rivestimento definitivo della galleria che è pronta per essere attrezzata con i binari e gli impianti tecnologici. Le TBM utilizzate nell’ambito della Linea C hanno una sezione di scavo di 6.70 m. con anelli di rivestimento di spessore di 30 cm.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
25 lug 2018

ROMA | Siglato protocollo Campidoglio-RFI-FS Sistemi Urbani su sistema metro-ferroviario

di mobilita

Dal nodo di scambio Pigneto al nuovo piano urbanistico della stazione Tiburtina, dal completamento dell’anello ferroviario nord alla riqualificazione delle aree limitrofe alle stazioni Tuscolana, Trastevere, Porto Fluviale e Quattro Venti, fino alla stazione Ostiense. Sono solo alcuni degli interventi e investimenti programmati nel protocollo d’intesa per lo sviluppo del sistema metro-ferroviario e per la rigenerazione urbana delle aree ferroviarie dismesse della Capitale, sottoscritto da Campidoglio, Rete Ferroviaria Italiana (RFI) e FS Sistemi Urbani (FSSU). “Il protocollo siglato oggi", ha dichiarato Maurizio Gentile, AD di Rete Ferroviaria Italiana, "conferma la natura strategica degli interventi sul nodo di Roma per la mobilità regionale ma anche nazionale. Il coordinamento con Roma Capitale, così come con gli altri enti locali, ci permetterà di programmare investimenti e attuare interventi in modo più concreto e con maggiore efficacia, grazie alla sinergia cui, con la firma di oggi, diamo nuovo impulso. L’obiettivo finale è dar vita a un modello di mobilità sostenibile che incentivi lo sviluppo del trasporto pubblico su ferro, a vantaggio dei pendolari, dei cittadini e dell’ambiente”. A monitorare l’attuazione degli interventi previsti verrà istituita una cabina di regia, composta dai soggetti firmatari del protocollo, che redigerà un report trimestrale sullo stato di avanzamento delle attività. Gli interventi individuati nel protocollo d’intesa: Chiusura dell’Anello Ferroviario Nord: raddoppio della tratta Valle Aurelia – Vigna Clara e chiusura dell’anello ferroviario, anche per fasi funzionali, con innesti sulla linea Roma - Firenze e sulla linea FL5, con contestuale modifica del piano del ferro e upgrade tecnologico degli apparati di gestione della circolazione interessati; Nodo di scambio Pigneto: nuova articolazione delle fasi di realizzazione sulla base dei finanziamenti resi disponibili. Fase 1: realizzazione di una nuova fermata tra le stazioni di Roma Tuscolana e Roma Tiburtina con l’interscambio tra i servizi FL1-FL3 e la linea C della metropolitana di Roma; completamento del 'tombamento' trasversale compatibile con la futura fermata sulla linea indipendente e realizzazione di un nuovo sistema di spazi pubblici; Fase 2: realizzazione della fermata dei servizi FL4 ed FL6 sulla Roma - Cassino, tratta Roma Casilina – Roma Termini. Fase 3: studio di fattibilità e realizzazione della fermata in corrispondenza della linea indipendente Roma Casilina – Roma Tiburtina, con copertura completa longitudinale del vallo ferroviario e contestuale potenziamento del PRG ferroviario di Roma Tiburtina per incrementare la ricettività dell’ex Fascio B della stazione. Piano Regolare Generale (PRG) ferroviario di Roma Casilina e Quadruplicamento Ciampino - Capannelle – Casilina: modifiche al piano del ferro di Casilina per l’eliminazione delle interferenze tra i flussi merci e i flussi metropolitani-regionali; sarà attivato un coordinamento tra RFI e Roma Capitale per la ripresa dell’attività e l’avvio di un piano di comunicazione e di un tavolo di confronto con i cittadini; realizzazione del quadruplicamento Ciampino – Capannelle; realizzazione del quadruplicamento Capannelle – Casilina per l’indipendenza dei flussi e l’aumento della capacità di penetrazione delle direttrici Cassino, Formia e Castelli. Realizzazione delle fermate Selinunte e Statuario.  Piano di Assetto della stazione di Roma Tiburtina: rimodulazione del sistema dei parcheggi e nuova suddivisione tra spazi di pertinenza e aree pubbliche; interventi per il completamento, revisione e modifica del Piano di assetto: integrazione nel sistema generale del piazzale Est, nuovo schema di assetto piazzale Ovest con l'arrivo della linea tranviaria da via Tiburtina ed attuazione comparto ricettivo, nuovi spazi pubblici dopo la demolizione della sopraelevata e riarticolazione delle aree edificabili. Interventi di modifica al Piano Regolatore Generale (PRG) ferroviario di Roma Tuscolana: modifiche al piano del ferro della stazione per specializzare i flussi di traffico e ridurre le interferenze di circolazione. Piano di assetto della stazione di Roma Tuscolana: avvio delle attività per la redazione del nuovo Piano di Assetto urbanistico della stazione Tuscolana, con la realizzazione del nodo di interscambio con la metro A e la previsione di nuove funzioni. Piano di assetto di Trastevere-Porto Fluviale e Quattro Venti: revisione, aggiornamento e attuazione per fasi del piano urbanistico. Stazione Ostiense: studio preliminare per la riqualificazione urbanistica e funzionale del nodo di scambio con fermata Metro B Piramide e fermata Roma Lido. Fermata Zama: progetto di fattibilità tecnica ed economica di una fermata sulle linee FL1, FL3, FL5. Fermata Massimina: ipotesi per la realizzazione di una fermata sulla linea FL5. Stazione di Magliana: modifica del piano del ferro - progettazione e successiva realizzazione per la modifica del piano del ferro con inserimento di due nuovi binari di attestamento. In particolare, per l’inserimento di nuove fermate, si procederà a svilupparne la fattibilità tecnico-economica, approfondendo lo sviluppo del modello di esercizio ferroviario del nodo di Roma, in modo da consentire l’armonizzazione degli strumenti di pianificazione della mobilità. Queste attività verranno condivise e concordate con tutti gli enti interessati. E le nuove fermate saranno realizzate sulla base dei finanziamenti disponibili.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
11 lug 2018

ROMA | Le multe sugli autobus si pagano anche con il bancomat

di mobilita

I passeggeri sorpresi senza biglietto potranno pagare la sanzione ridotta del 50% anche con bancomat e carta di credito a bordo del bus. Atac infatti ha avviato un'innovazione per consentire il pagamento immediato della multa tramite pos, di cui è stata dotata una parte dei verificatori, senza alcun costo aggiuntivo per i cittadini. Una semplificazione grazie alla quale il cliente potrà evitare di recarsi alla posta e risparmiare la spesa del bollettino postale, ad oggi lo strumento più usato per pagare la sanzione in forma ridotta. Atac ricorda che le multe possono essere pagate anche on line tramite la sezione dedicata del sito www.atac.roma.it o con bonifico bancario. La legge consente la riduzione del 50% della multa, quindi 50 euro anziché 100, se il viaggiatore versa la somma entro cinque giorni. Le squadre di verifica dotate di pos mobili, circa il 50% del totale in questa prima fase sperimentale, distribuiranno ai cittadini anche un volantino informativo per illustrare la novità e ricordare che per salire sui mezzi pubblici è sempre necessario disporre di un titolo di viaggio convalidato.  

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
06 lug 2018

ROMA | Iniziati i lavori su viale Marconi e via Cristoforo Colombo

di mobilita

Sono iniziati i lavori di manutenzione di viale Marconi, a partire da piazzale Tommaso Edison fino all’innesto con via Cristoforo Colombo, in entrambi i sensi di marcia. L’intervento è volto a mettere in sicurezza la strada nei punti più ammalorati: saranno quindi ripristinati tratti di asfalto e la relativa segnaletica. A partire dalla seconda metà del mese di luglio iniziano le lavorazioni per la manutenzione con fresatura e tappetatura di circa 15mila metri quadri delle corsie centrali e di parte delle complanari di via Cristoforo Colombo, nel tratto compreso tra via Laurentina in direzione centro, fino alla corrispondenza dell’incrocio con via Alessandro Severo. A partire dal 23 luglio Italgas interviene in un altro tratto di circa cinquanta metri per la manutenzione di alcune condotte di sua competenza. Gli interventi su viale Marconi e via Cristoforo Colombo costano circa 500mila euro lordi e sono realizzati con i finanziamenti dell’appalto semestrale del lotto manutentivo n. 5, che comprende i Municipi VII e VIII. "Le strade di Roma Capitale sono costantemente sotto la nostra attenzione, le loro problematiche vengono affrontate secondo le criticità rilevate. Continuiamo a programmare interventi per ripristinare quei tratti di strada maggiormente ammalorati. Abbiamo programmato oltre 90 lavori, quaranta in corso alcuni dei quali già terminati, e per l’estate ne partiranno molti altri”, dichiara l’assessora alle Infrastrutture Margherita Gatta.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
04 lug 2018

ROMA | Iniziati i lavori di manutenzione del ponte Principe Amedeo di Savoia Aosta

di mobilita

Sono iniziati i lavori di manutenzione del ponte Principe Amedeo di Savoia Aosta (P.A.S.A.), che prevedono la messa in sicurezza di un fornice secondario di scarico idraulico oltre al rifacimento dei marciapiedi e della pavimentazione stradale. Il costo dell'opera, appaltata con procedura aperta, è di circa 253mila euro e la durata del cantiere prevista è di tre mesi. Durante i lavori previsti anche gli interventi  delle società di sottoservizi interessate, fra cui Italgas, che rimuoverà una condotta inutilizzata, e Acea Ato2, che sostituirà una condotta con una nuova. Per non interrompere totalmente il traffico sia carrabile che pedonale, il cantiere sarà organizzato in modo da impegnare un lato del ponte alla volta. Al termine dei lavori sarà dunque possibile riprendere anche il passaggio di mezzi superiori a 35 quintali e quindi di quelli del servizio di trasporto pubblico. “Questo ponte è importante per i flussi di traffico del centro storico ed in generale anche per la viabilità della Città, poiché collega sia l’Ospedale Santo Spirito che la galleria di Porta Cavalleggeri al centro di Roma. Le operazioni di ripristino lo riporteranno in condizioni di sicurezza così che potrà di nuovo svolgere la sua funzione di collegamento fra le due sponde del fiume in un punto nevralgico per il traffico della città. I lavori saranno fondamentali per consentire il passaggio del servizio di trasporto pubblico. Cerchiamo di soddisfare i bisogni dei cittadini rispettando le priorità e le regole, un connubio che garantisce una migliore trasparenza e un uso accorto delle risorse disponibili", dichiara l’assessora alle Infrastrutture Margherita Gatta.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
29 giu 2018

ROMA | Al via pedonalizzazione Via del Corso da Largo Goldoni a Via delle Convertite

di mobilita

Da sabato 7 luglio sarà interamente pedonalizzato il tratto di Via del Corso, da Largo Goldoni a Via delle Convertite. Il provvedimento consentirà la piena fruibilità della strada da parte di cittadini e turisti. Nella zona cambierà la viabilità per il traffico privato e per alcune linee del trasporto pubblico. “Questa pedonalizzazione oltre a rientrare in un intervento di messa in sicurezza del Centro Storico, va ad aggiungersi ai progetti disegnati da quest’Amministrazione a sostegno della mobilità sostenibile. Un intervento che consegna di fatto un’altra area ai pedoni e toglie spazio alle auto. Un’operazione che va nella direzione che stiamo tracciando per Roma”, dichiara la Sindaca di Roma, Virginia Raggi. “Con questo intervento - spiega l’Assessore alla Città in Movimento,Linda Meleo - viene modificata la viabilità con un’attenzione particolare alle esigenze dei residenti e dei lavoratori di zona. Per quanto riguarda il trasporto pubblico sono stati ideati itinerari alternativi  per garantire collegamenti capillari ed efficienti. Come sempre prosegue il nostro impegno a favore della sostenibilità ambientale”. “Il provvedimento  s’inserisce in una strategia condivisa con le autorità di Pubblica Sicurezza, volta a innalzare i livelli di sicurezza reale e percepita da cittadini e turisti nei centri nevralgici di Roma. Con quest’intervento sarà ulteriormente agevolata l'opera di prevenzione delle Forze dell’Ordine, favorendo il controllo di vicinato di cittadini e commercianti che in qualunque momento potranno segnalare situazioni anomale alle numerose pattuglie presenti o alla Sala operativa della Polizia locale di Roma Capitale”, prosegue il Delegato alla Sicurezza della Sindaca, Marco Cardilli. Cambia quindi la viabilità, sia per il traffico privato (auto munite di permesso ZTL, taxi e NCC) che per alcune linee del trasporto pubblico, con via Tomacelli che diventa a sensi unici contrapposti: dal Lungotevere a largo Monte d'Oro solo taxi e Ncc possono proseguire su via Tomacelli in direzione di via del Corso, fino all'incrocio dove sono obbligati a svoltare a destra su via del Leoncino (verso piazza San Lorenzo in Lucina) o a sinistra su vicolo del Grottino (da dove riprendono un breve tratto di via del Corso all'altezza dell'hotel Plaza) le auto private con permesso ZTL devono invece svoltare o a destra, su largo Monte d'Oro e via dell'Arancio, oppure a sinistra verso piazza Augusto Imperatore, che diventa a doppio senso di marcia. Da piazza Augusto Imperatore, per andare in direzione di piazza del Popolo, i veicoli possono girare a destra su via dei Pontefici, attraversare via del Corso e proseguire dritto su via Vittoria. In alternativa, sempre da piazza Augusto Imperatore è possibile svoltare a sinistra verso il Lungotevere, salendo la rampa di via dell'Ara Pacis da largo Goldoni a via del Leoncino/vicolo del Grottino Per quanto riguarda il trasporto pubblico, le linee bus 628, N6 e N25 cambiano itinerario: non transitano più su via Tomacelli e via del Corso ma percorrono via di Ripetta, via Monte Brianzo, via Zanardelli, corso Rinascimento, corso Vittorio, largo Argentina e via delle Botteghe Oscure. I capolinea delle linee 913 e 301 rimangono invariati in piazza Augusto Imperatore.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
25 giu 2018

ROMA | Inaugurata la nuova isola ambientale realizzata nel Rione Borgo

di mobilita

Inaugurata la nuova isola ambientale realizzata dal Municipio a Borgo, finalizzata a valorizzare un tessuto urbano di grande valore storico e artistico migliorandone la fruizione da parte dei cittadini e dei turisti. Un progetto per privilegiare la mobilità pedonale e ciclopedonale e disincentivare il traffico motorizzato. Si tratta di un complesso di interventi a basso impatto e a basso costo, come la realizzazione di corridoi a salvaguardia delle percorrenze pedonali e la modifica della segnaletica per eliminare per quanto possibile il traffico di attraversamento. Un sistema di sensi di marcia contrapposti convogliano quindi i flussi sulle strade perimetrali di viabilità principale, e sono stati montati i dissuasori agli ingressi delle aree pedonali senza naturalmente impedire l'ingresso ai veicoli di emergenza e di soccorso. Il limite di velocità all'interno dell'isola è a 30 km orari. È stato razionalizzato il sistema sia delle soste auto, che sono tutte a pagamento, sia dei ciclomotori. Riviste anche le aree di sosta per carico e scarico merci e le soste riservate alle persone con disabilità. L’intero intervento è costato circa 4.500 euro. La cifra è stata assorbita soprattutto dal costo dei dissuasori in acciaio con sfera ornamentale in ghisa, approvati dalla Sovrintendenza.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
25 giu 2018

ROMA | Al via progetto “Walking in Rome”

di mobilita

Riscoprire le bellezze di Roma attraverso percorsi a piedi, in bicicletta o con il trasporto pubblico locale. È questo il concetto alla base del nuovo progetto Walking in Rome, il sistema di wayfinding urbano, studiato per aiutare cittadini e turisti a orientarsi alla scoperta di luoghi, monumenti, parchi e servizi vicini al punto esatto in cui si trovano. Il primo totem è stato posizionato in piazza Nicosia. Il programma nel complesso prevede la collocazione di 60 nuovi totem, in punti strategici della città. Da settembre a dicembre saranno installati, riutilizzando le strutture già presenti in corrispondenza degli stalli del servizio di car sharing pubblico, gestito da Roma Servizi per la Mobilità. Per la Sindaca di Roma Virginia Raggi anche la Capitale al pari di città come New York, Parigi, Londra e Mosca si dota di questo semplice e intuitivo sistema per segnalare ai cittadini e ai turisti i principali monumenti, parchi e servizi di pubblica utilità, raggiungibili a pochi minuti di cammino, in bicicletta,  o con l’ausilio del trasporto pubblico. Secondo l’Assessore alla Città in Movimento Linda Meleo i nuovi totem sono utili per la promozione della mobilità sostenibile, strumenti che renderanno più semplice vivere la città, incentivando la mobilità pedonale e ciclabile. In quest’ottica da settembre sono previste attività di comunicazione per la diffusione del progetto nell’ambito della Settimana della Mobilità Europea. Il progetto è stato realizzato grazie alla collaborazione fra Roma Servizi per la Mobilità, Zétema, Sovrintendenza capitolina, dipartimento Mobilità e Trasporti, dipartimento Turismo, dipartimento Attività culturali di Roma Capitale nell’ambito degli interventi previsti per la mobilità sostenibile nel Programma Operativo di Dettaglio (Pod) che prevedono il potenziamento dei sistemi Its (Intelligent Transport System) per il monitoraggio dei flussi e l’informazione all’utenza attraverso l’installazione di una rete dei sensori, lo sviluppo di un App e, appunto, di un sistema di infomobilità pedonale.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
24 giu 2018

ROMA | Da lunedi parte la sperimentazione dei tornelli sulla linea 62 dell’ATAC

di mobilita

Roma sperimenta il “modello Londra” introducendo i tornelli in entrata sugli autobus dell'ATAC e con ingresso esclusivamente dalla porta anteriore. La sperimentazione è già partita un paio di settimane fa sulla linea periferica 669 e successivamente sulla navetta 51. Da lunedì la sperimentazione passa sulla linea 62 che dalla Stazione Tiburtina porta fino a Castel Sant’Angelo, un percorso con grande affluenza per verificare la risposta dell’utenza. In sintesi grazie a questa novità, introdotta da Atac, chi non ha il biglietto non può salire a bordo.  In questa fase ci sarà solo una la vettura dotata di tornello e, ad ogni fermata verrà aperta prima la porta anteriore e, dopo l'ingresso dei passeggeri, aprirà la porta posteriore per far scendere i passeggeri che avevano prenotato la fermata. Alla fine della sperimentazione si capirà se l’introduzione del tornello abbia azzerato l’evasione e in che modo la procedura non rallenti eccessivamente la marcia della linea.

Leggi tutto    Commenti 0