Articolo
22 gen 2021

VERONA | Pubblicato il bando di gara per la valorizzazione dello scalo ferroviario di Verona Porta Nuova

di Fabio Nicolosi

FS Sistemi Urbani (società del Gruppo FS Italiane) pubblica il bando di gara per avviare la valorizzazione dello scalo ferroviario di Verona Porta Nuova nell’ambito del quale le aree dello scalo merci verranno riconvertite a parco urbano ed arricchite con nuove funzioni. Le manifestazioni di interesse dovranno pervenire entro il 3 marzo 2021 alle ore 13:00. Nell’area in questione, che si estende per una superficie complessiva di 450.000 mq, nascerà una nuova polarità urbana, connotata dall’insediamento di un mix di funzioni pubbliche e private, gravitanti intorno ad un grande parco urbano contemporaneo che ospiterà attività ricreative, servizi ed attrezzature per lo sport ed il tempo libero. Le superfici insediabili, nel rispetto della creazione del parco urbano, sono pari 100.000 mq di SUL. Finalità della gara è la selezione di un operatore economico interessato a portare avanti la trasformazione urbanistica dell’area ai fini della successiva acquisizione, tramite la presentazione di un progetto coerente con le linee guida individuate dalla scheda di sintesi condivisa tra Regione Veneto, Comune di Verona ed FS Sistemi Urbani. La procedura si articolerà in due fasi: nella prima, entro il 3 marzo 2021, gli operatori potranno inviare le loro manifestazioni di interesse per la predisposizione di una proposta di Variante Urbanistica elaborata da un team di professionisti interdisciplinare che supporterà le società del Gruppo FS Italiane e le amministrazioni coinvolte nello svolgimento del relativo iter tecnico-amministrativo. Nella seconda fase sarà richiesto agli Operatori selezionati di realizzare un concept progettuale. L’Operatore selezionato sottoscriverà con le società del Gruppo FS Italiane un Contratto che gli riconoscerà un diritto di prelazione da esercitare nell’ambito della successiva Procedura di Vendita delle aree e dei relativi diritti edificatori, che sarà avviata entro sei mesi dall’approvazione della Variante Urbanistica. Tutte le informazioni relative al Bando e alle sue modalità di partecipazione sono reperibili di seguito: Clicca qui

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
09 gen 2021

VERONA | Filovia: accordo tra Amt-Ati entro il 15 maggio i cantieri saranno chiusi

di Fabio Nicolosi

Dalla prossima settimana riprenderanno i lavori nei cantieri rimasti ancora aperti della filovia. Ed entro il 15 maggio dovranno essere completati e le strade ripristinate e riaperte. In questi giorni è stato infatti sottoscritto un accordo transattivo tra Amt e l’Ati, l’Associazione temporanea di imprese incaricata di realizzare l’infrastruttura. Accordo che prevede il termine tassativo di fine lavori a metà maggio, ossia entro 4 mesi, in tutti i cantieri: via Tunisi, via Dalla Corte, via Fedeli, via Comacchio, via Caperle e via Città di Nimes. Così come la rinuncia, già depositata dall’Ati, dei contenziosi avviati in precedenza. La novità permette quindi di eliminare velocemente un disagio per alcune zone della città. L'accordo transattivo arriva a pochi mesi dalla risoluzione del contratto per inadempienze che Amt ha fatto a ottobre 2020 nei confronti dell'Ati, visto che da marzo non interveniva nei cantieri già aperti. L'azione netta di Amt per far valere i propri diritti ha messo l’ATI di fronte alle proprie responsabilità, oltre che alle eventuali conseguenze derivanti dalla segnalazione all'Anac, che va fatta per legge. A dare l’annuncio, questa mattina, in diretta streaming, il sindaco Federico Sboarina, il presidente di Amt Francesco Barini, il direttore Luciano Marchiori e l’avvocato Giovanni Maccagnani, uno dei consulenti legali dell’azienda. “I cantieri rimasti aperti verranno ultimati e la data ora è certa e improrogabile. Finalmente la buona notizia che la città aspettava, obiettivo che è stato perseguito nei mesi scorsi da Amt e dai suoi legali, dopo la risoluzione del contratto a ottobre – ha detto il sindaco -. Un risultato importante, soprattutto per i residenti e i commercianti delle strade interessate dai cantieri più invasivi, a lungo penalizzati. Settimana prossima riprenderanno i lavori e, nell’arco di quattro mesi, si concluderanno. Un traguardo reso possibile dalla risoluzione avviata ad ottobre, una presa di posizione netta che ha portato all’accordo transattivo sottoscritto in questi giorni. Ringrazio Amt, il suo cda e i legali che hanno lavorato giorno dopo giorno per arrivare a questo risultato, per niente scontato. Oggi i termini sono inderogabili e l’Ati ha rinunciato ai contenziosi. Rivedremo gli operai al lavoro, verranno terminate le opere previste, completati i lavori, riasfaltate le strade”. “Ringrazio tutto il consiglio di amministrazione, il direttore e i legali perché questo accordo non è stato facile da raggiungere – ha aggiunto Barini -, ma ora il completamento dei cantieri aperti e si aggiunge a quelli chiusi da Amt in via Palladio e in via Dolomiti. La risoluzione che abbiamo fatto a ottobre, per l’inerzia e i cantieri completamente fermi da mesi, ci ha portato vantaggi che altrimenti non avremmo avuto. Ricordo che l'opera filovia, l'Ati e il contratto sono stati ereditati dalla passata Amministrazione e nulla si è potuto fare se non, come abbiamo fatto, mettere l'impresa davanti alle proprie responsabilità e all'inerzia”.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
29 dic 2020

VERONA | Siglato addendum fra Comune di Verona, Regione Veneto e Gruppo FS per la valorizzazione dell’area dello scalo merci ferroviario di Porta Nuova

di Fabio Nicolosi

Siglato oggi tra Regione, Comune e Gruppo Ferrovie dello Stato Italiane l'Addendum che integra il Protocollo d'Intesa firmato dalle parti il 5 luglio 2019. Il nuovo documento definisce termini e condizioni per la valorizzazione dell'area dello scalo merci ferroviario di Porta Nuova. Si accorciano quindi i tempi per la realizzazione del Central Park grazie ad alcune importanti novità anche sul fronte delle procedure amministrative. Questo documento integrativo è frutto della volontà, condivisa dalle parti, di procedere in modo tempestivo e coordinato nell'iter di realizzazione del progetto di riconversione dell'area, stabilendo più precisamente i ruoli dei soggetti attuatori. Nello specifico, il Gruppo Ferrovie dello Stato Italiane si impegna, entro 120 giorni dalla data odierna, ad individuare un operatore economico interessato ad acquisire e trasformare l'area e al quale sarà chiesto di elaborare la progettazione dello scalo nel rispetto dei criteri individuati nel masterplan. L'integrazione al Protocollo d'Intesa è stata deliberata dalla giunta regionale e da quella comunale e approvata dalle Società del Gruppo FS (FS Sistemi Urbani S.r.l, Rete Ferroviaria Italiana S.p.A. e Mercitalia Logistics S.p.A.). Iter fino ad oggi Il 5 luglio 2019 è stato sottoscritto da Regione Veneto, Comune di Verona e Società del Gruppo FS il Protocollo d'Intesa per la riconversione a parco urbano delle aree ferroviarie dello scalo merci Verona Porta Nuova liberabili, e per la creazione di una nuova polarità urbana; l'area dello scalo merci di Verona era già stata definita strategica dal Piano d'Area del Quadrante Europa, e per tale comparto è stato pianificato uno sviluppo urbanistico che prevede la destinazione a verde integrata con un mix di funzioni; il 30 giugno 2020 la Regione ha approvato il Piano Territoriale Regionale di Coordinamento del Veneto, certificando il ruolo strategico e di interesse pubblico ai fini della mobilità pubblica delle aree dello scalo merci, in virtù del passaggio delle linee ferroviarie dell'Alta Velocità/Alta Capacità; con delibera del CIPE n.69/2019 è stato approvato il progetto preliminare del Nodo AV/AC di Verona Ovest e in data 23 ottobre 2020 è stata pubblicata in Gazzetta Ufficiale la delibera di approvazione del progetto preliminare per il nodo AV/AC di Verona Est; il CIPE ha fissato in 14,8 Mln € il limite di spesa per le opere di ristoro socio ambientale da prevedere complessivamente nell’ambito dei Progetti Nodo AV/AC di Verona (7,37 Mln € per il nodo Ovest e 7,45 Mln € per il nodo Est); il 22 ottobre 2020 il Comune ha adottato il Piano Urbano della Mobilità Sostenibile, che prevede una forte interazione delle infrastrutture della mobilità veicolare, ciclabile e pedonale e del tessuto urbano con la stazione AV Verona Porta Sud; il 26 ottobre di quest'anno si è definitivamente conclusa la redazione del Masterplan, iniziata il 19 settembre 2019, realizzata attraverso la creazione di un tavolo paritetico a cui hanno preso parte tutti i firmatari del Protocollo d'Intesa.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
22 dic 2020

ROMA | Funivia Eur Magliana-Villa Bonelli,da Giunta ok a progetto fattibilità

di mobilita

Via libera della Giunta Capitolina al progetto di fattibilità tecnico-economica della funivia Eur Magliana-Villa Bonelli. Un'opera strategica per il quadrante sud della città, che consentirà un collegamento diretto e veloce tra la stazione Eur Magliana della Roma Lido e della linea B con la stazione di Villa Bonelli della ferrovia FL1 Orte-Fiumicino. Prevista una terza stazione intermedia al servizio del quartiere della Magliana, in prossimità di piazza Certaldo. Il tempo di percorrenza tra i due capolinea della funivia è di 4 minuti e mezzo. L’impianto permetterà di trasportare fino a 3000 passeggeri l'ora per senso di marcia. "Grazie a quest'opera miglioriamo e velocizziamo i collegamenti fra l'aeroporto di Fiumicino e la zona dell'Eur, a beneficio anche dei residenti e lavoratori dei quartieri Portuense e Magliana, che saranno serviti dalle stazioni di Villa Bonelli e Certaldo. Il ministero delle Infrastrutture e dei trasporti ha già riconosciuto uno stanziamento di 30 milioni di euro per la realizzazione del nostro progetto che prevede anche interventi di riqualificazione”, dichiara la sindaca Virginia Raggi. “Nostro obiettivo è rendere la funivia una componente intermodale e sostenibile del trasporto pubblico di superficie, uno strumento per ricucire i collegamenti tra diverse zone della città. Questa funivia garantirà inoltre una valida alternativa all’auto privata in una zona che attualmente è molto congestionata, con un notevole risparmio di tempo per gli utenti: ci vorranno solo 4 minuti e mezzo per arrivare da Villa Bonelli ed EUR Magliana e solamente 2 minuti e mezzo da piazza Certaldo alla stazione della metro”, aggiunge l'assessore alla Città in Movimento, Pietro Calabrese. Il progetto include anche opere complementari quali: un percorso pedonale parzialmente meccanizzato tra la stazione della funivia e la stazione ferroviaria di Villa Bonelli; un parcheggio di scambio per circa 210 posti auto; un sovrappasso ferroviario pedonale e ciclabile.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
22 dic 2020

Costa Crociere | Consegnata Costa Firenze, la nave ispirata alla bellezza del rinascimento

di mobilita

Costa Crociere, compagnia italiana di Carnival Corporation & plc (NYSE/LSE: CCL; NYSE: CUK), ha preso ufficialmente in consegna da Fincantieri la nuova nave Costa Firenze, progettata e costruita nei cantieri di Marghera, che trae ispirazione dal Rinascimento fiorentino. L’evento si è svolto oggi in modalità full digital. Con una stazza di 135.500 tonnellate lorde e una capacità di oltre 5.200 ospiti, Costa Firenze fa parte di un piano di espansione che comprende un totale di 7 nuove navi in consegna per il Gruppo Costa entro il 2023, per un investimento complessivo di oltre 6 miliardi di euro, di cui tre devono essere ancora consegnate. Nella flotta di Costa Crociere, 11 navi delle 14 attualmente in servizio sono state realizzate da Fincantieri, una testimonianza della solida relazione tra le due realtà, oltre a rappresentare un contributo significativo all’economia italiana, garantendo lavoro a migliaia di addetti dei cantieri e di imprese esterne, impegnate soprattutto nell’allestimento degli interni. "La consegna della nuova Costa Firenze è un segno di speranza per tutto l'ecosistema crocieristico e turistico, e rappresenta la testimonianza più tangibile della volontà del nostro Gruppo di ripartire. Il nostro auspicio è che le persone possano tornare presto a viaggiare e sempre più navi possano riprendere a navigare, contribuendo al rilancio del turismo in Italia, in Europa e nel mondo” - ha dichiarato Michael Thamm, Group CEO, Costa Group e Carnival Asia e Direttore Generale di Costa Crociere. “Guardando oltre la pandemia, l'obiettivo di Costa è progettare un futuro sostenibile e a emissioni zero per le crociere. Ci auguriamo che la nostra partnership consolidata con Fincantieri possa portare le nostre aziende a lavorare insieme su una roadmap che ci permetta di raggiungere questo obiettivo ambizioso ma essenziale”. La nuova nave, che nel 2021 navigherà nel Mediterraneo per poi trasferirsi in Oriente, rappresenta un passo importante verso la ripartenza del settore crocieristico. L’Amministratore delegato di Fincantieri Giuseppe Bono ha commentato: “Costa Firenze è la terza nave da crociera che consegniamo da settembre e ci fa piacere che il nome di questa unità richiami una città d’arte tra le più famose in Italia e nel mondo. La consegna è un fatto importante perché è il segno tangibile che l’azienda sta tornando alla normale attività produttiva. Mi preme peraltro sottolineare che la situazione finanziaria ed economica di Fincantieri non ha subito significative variazioni rispetto a quanto comunicato nei trimestri precedenti. La società ha dimostrato una resilienza eccellente evitando la cancellazione di ordini e rafforzando la relazione con i clienti del settore crocieristico. Siamo un’azienda in crescita, che ha acquisito una reputazione e credibilità internazionali che ne faciliteranno tale crescita, e possiamo fare affidamento su un orderbook che ci assicura una visibilità di lungo periodo e l’opportunità di aumentare efficienza produttività e marginalità”. "Costa Firenze è una perfetta ambasciatrice dello stile italiano, che porterà nei mari del mondo, dall’Europa sino all’Asia, il gusto per il bello tipicamente italiano." - ha dichiarato Mario Zanetti, Chief Commercial Officer di Costa Crociere e Direttore Generale di Costa Group Asia. " Il concept di Costa Firenze si ispira ad una città iconica, che rappresenta nell’immaginario collettivo mondiale l’arte, il gusto e la raffinatezza italiani. Abbiamo pensato questa nave per offrire ai nostri ospiti un’esperienza unica, in particolar modo per il target delle famiglie, con un’offerta di intrattenimento e servizi dedicata”. Il design degli interni di Costa Firenze rende omaggio alla città toscana, culla dell’arte e della cultura Rinascimentali. Gli spazi condivisi riflettono l’armonia di una passeggiata in una strada o in una piazza di Firenze, a cominciare dalla scelta dei colori. L’offerta gastronomica si basa sulla cucina Mediterranea, con un’ampia possibilità di scelta garantita da 13 bar e 7 ristoranti. La nave è particolarmente adatta per le famiglie, con servizi dedicati e alcune novità come un vero e proprio “parco avventura” a bordo. Il progetto Costa Firenze ha inoltre prestato particolare attenzione agli aspetti di sostenibilità. Le eccellenti performance ambientali di Costa Firenze sono state riconosciute infatti dal RINA (ente di certificazione internazionale) con la Green Star 3, notazione volontaria che comprende tutti i principali aspetti legati all'impatto ambientale di una nave, per ognuno dei quali prevede requisiti massimi di tutela e prevenzione (rifiuti, acque grigie, acque nere, olio dai macchinari, CO2, ozono, gas serra, particolato, ossidi di zolfo, azoto, acqua di zavorra). La certificazione, oltre a premiare l’adempimento di una serie di norme sulla sostenibilità a livello ambientale, riconosce le soluzioni progettuali e le procedure operative messe in atto volontariamente, sia in fase di costruzione sia di navigazione, finalizzate al superamento delle prestazioni sulla salvaguardia ambientale previste dalla normativa internazionale. Nel 2021 la nave navigherà nel Mediterraneo offrendo due diversi itinerari di una settimana nel Mediterraneo occidentale. Il primo itinerario, disponibile a partire dal 28 febbraio 2021, comprende le destinazioni italiane di Genova, La Spezia, da cui partono anche le escursioni per visitare Firenze, e Napoli, oltre a Valencia, Barcellona e Marsiglia. Il secondo itinerario, disponibile da maggio a ottobre 2021, tocca Genova, Civitavecchia, da cui partono escursioni per visitare Roma, Napoli, Ibiza, Barcellona e Marsiglia. Dopo ottobre 2021 la nave si trasferirà in Asia per raggiungere la sua gemella Costa Venezia, costruita anch’essa da Fincantieri, nello stabilimento di Monfalcone, ed entrata in servizio a marzo 2019.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
21 dic 2020

RAVENNA | Approvata la proposta di Royal Caribbean per la nuova stazione marittima

di mobilita

L’Autorità portuale di Ravenna ha approvato la proposta della compagnia di crociere Royal Caribbean, gruppo leader nel settore, che vorrebbe fare di Ravenna un “home port”, cioè un porto di inizio/fine viaggio, con un investimento per realizzare una nuova stazione marittima al terminal crociere di Porto Corsini e, secondo lo schema del project financing, una serie di attività connesse allo sviluppo del traffico crocieristico, con particolare attenzione ad un recupero di mercato e ad un rilancio della funzione turistica. Durante la riunione del comitato di gestione dell’Autorità di sistema portuale del 16 dicembre è stata dichiarata la fattibilità della proposta presentata da Royal Caribbean nell’agosto scorso. Dopo quattro mesi di lavoro, nel corso dei quali la proposta di Royal Caribbean Group è stata esaminata sia dal punto di vista tecnico che da quello della sostenibilità ambientale ed economico finanziaria, il progetto è stato approvato e a breve sarà posto a bando di gara per consentire ad eventuali altri operatori interessati di presentare offerte alternative. Terminata questa fase procedurale il progetto sarà aggiudicato ed in tempi relativamente brevi potranno iniziare i lavori di realizzazione. Royal Caribbean Group è uno dei primi operatori crocieristici a livello mondiale, con esperienza nel settore della realizzazione e gestione di terminal crocieristici (attualmente ne gestisce 27, di 23 dei quali ha curato anche le attività di realizzazione dell’infrastruttura). Nel Mediterraneo Royal Caribbean Group è presente in 8 porti, tra i quali Venezia, Civitavecchia, La Spezia e Napoli. Dispone attualmente di 61 navi con circa 5,5 milioni di passeggeri nel 2019 e oltre 80.000 dipendenti. La progettazione della nuova stazione marittima sarà redatta in armonia con il progetto del cosiddetto Parco delle Dune a Porto Corsini, che riqualifica e valorizza l’area retrostante il terminal e che sarà realizzato dall’Autorità portuale con l’obiettivo di conciliare nel migliore modo possibile, anche dal punto di vista della sostenibilità ambientale, le funzioni crocieristiche con il contesto urbano.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
21 dic 2020

Roma Termini, un viaggio lungo 70 anni | Una mostra multimediale per festeggiare il 70° anniversario della stazione

di mobilita

Quasi rinvigoriti dalla fredda aria mattutina e dalla promessa di nuove esperienze, i viaggiatori domenicali si incontrano e si incrociano nella grande stazione di Roma Termini. In questo 20 dicembre sono in tanti a fermarsi di fronte alla sorpresa che il Gruppo FS ha preparato in occasione dei 70 anni della stazione e che sarà possibile visitare fino al 10 gennaio. Innumerevoli volti fissati su stampe e teleschermi osservano i passanti dalle cinque installazioni metalliche distribuite per tutta Roma Termini. Volti che vengono dal passato, dai primi anni di vita della stazione stessa. Volti ricchi degli stessi sogni e speranze che vivono nelle menti dei viaggiatori che oggi ammirano foto e video storici provenienti dall’archivio della Fondazione FS Italiane e scatti contemporanei selezionati dal progetto social #RailwayHeart. TERMINI70, 5 TEMI PER 5 INSTALLAZIONI Il Viaggio, la Stazione, Incontri, Sguardi, Arrivi e Partenze sono i temi scelti per la mostra Termini70. L'esposizione simboleggia al meglio l’importanza che la stazione ha avuto sulle vite di tutti gli individui che, per un motivo o per l’altro, sono passati sotto le sue arcate. Ricordi, esperienze, sogni e incontri sono stati tutti fedelmente rappresentati nelle molteplici stampe e gallerie video come a voler ricordare che l’animo umano, a prescindere dal tempo e dalla tecnologia, sarà sempre mosso dalla volontà di creare legami. UN VIAGGIO DI 70 ANNI IN UNA TIMELINE I volti dei viaggiatori del passato non sono però l’unico modo con cui FS ha deciso di festeggiare lo scalo romano. Una timeline scenografica di 30 metri domina lo spazio dell’atrio che affaccia sulle mura Serviane regalando ai visitatori la possibilità di scoprire alcuni dei momenti più importanti per Roma Termini, a partire dalla sua inaugurazione nel 20 dicembre 1950 per mano dell’allora Presidente della Repubblica Luigi Einaudi. Immagini e foto d’epoca accompagnano i numerosi aneddoti stampati sulla timeline che raccontano il ruolo centrale che la stazione ha svolto nell’essere silenziosa testimone di episodi storici importanti non solo per Roma ma per tutta Italia, dal suo ruolo come musa ispiratrice per il film “Stazione Termini” del 1953 di Vittorio De Sica fino alla visita del 1970 dell’Imperatore d’Etiopia Halié Selassié. UNO SGUARDO AL FUTURO Sebbene la timeline si fermi a questo sfortunato 2020, con i suoi 70 anni di attività la stazione non può che essere un simbolo di ripartenza per tutto il Paese. Sorta nel secondo dopoguerra, Roma Termini ha permesso a milioni di viaggiatori provenienti da ogni parte del mondo di incontrarsi, di riscoprire la bellezza, di creare nuovi legami e rafforzare quelli già esistenti. Questo è il ruolo che la stazione continuerà ancora a svolgere per innumerevoli anni, sia in questo difficile momento sia quando finalmente potremo tornare a scoprire il piacere di viaggiare e di incontrarci.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
21 dic 2020

FERROVIE | InRail potrà operare anche in Croazia

di mobilita

InRail potrà operare non solo in tutta Italia e in Slovenia, ma sull’intera rete nazionale della Croazia. L’impresa ferroviaria genovese fondata nel 2009, parte dalla galassia societaria riconducibile al gruppo guidato dall’imprenditore Guido Porta, aveva già ottenuto lo scorso gennaio il Certificato di Sicurezza Unico della European Union Agency for Railways (ERA), che le consentiva di operare in tutti i tipi di trasporto merci in Italia e Slovenia. Ma ora l’autorizzazione è stata integrata e, fino al 20 dicembre 2025, estende il raggio d’azione di InRail anche a tutto il territorio croato. “Con il nuovo certificato InRail arriva a coprire tutte le reti RFI e FER in Italia e le intere reti slovena e croata” ha dichiarato Guido Porta, Presidente e CEO di InRail. “Questo è un grande risultato di cui ringrazio il team SGS e che ci consentirà di acquisire sempre maggiore competitività potendo gestire in autonomia i trasporti su tratte sempre più lunghe e ricoprire un ruolo di primo piano nei flussi commerciali tra l’Europa dell’Est e il Nord Italia”. ERA è l'Agenzia ferroviaria dell'UE incaricata del rilascio di certificati di sicurezza unici e ad autorizzazioni validi in più paesi europei con l’obiettivo di garantire un sistema europeo interoperabile di gestione del traffico ferroviario e sviluppare uno spazio ferroviario europeo unico. Con sede in Francia a Valenciennes, contribuisce all'integrazione delle reti ferroviarie europee, rendendo i treni più sicuri e facendo sì che possano attraversare le frontiere nazionali senza fermarsi.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
17 dic 2020

EasyJet: in arrivo due nuovi collegamenti tra Milano Malpensa e Creta e tra Cagliari e Londra Gatwick

di mobilita

EasyJet amplia l’offerta internazionale da e per l’Italia per l’estate 2021: in arrivo due nuovi collegamenti tra Milano Malpensa e Creta e tra Cagliari e Londra Gatwick. I voli da e per Creta saranno operativi tra il 1° luglio e il 5 settembre: la nuova rotta porterà a 11 il totale delle destinazioni greche servite dalla compagnia da Milano Malpensa. Per la prossima summer sono previsti ad oggi fino a 68 collegamenti settimanali tra lo scalo lombardo e la Grecia. Il collegamento tra Cagliari e Londra Gatwick sarà invece attivo dal 4 maggio fino al 30 ottobre 2021, con due frequenze operate il martedì e il sabato.

Leggi tutto    Commenti 0