Articolo
30 set 2019

AEROPORTI PUGLIA | La Scandinavian Airlines apre il nuovo volo diretto Bari-Copenaghen

di mobilita

Da Copenaghen a Bari con un volo diretto. La stagione estiva è appena chiusa, ma la ‘Summer 2020' si apre già con una grande notizia. C'è anche il Karol Wojtyla, infatti, nel nuovo network estivo dalla compagnia di bandiera "Scandinavian Airlines". I biglietti sono già disponibili per viaggiare dalla Scandinavia con una frequenza settimanale di due giorni (lunedì e venerdì) a partire dal 29 Giugno. "L'annuncio di questo volo è veramente importante perché segna una ulteriore tappa nello sviluppo del network in linea con gli obiettivi strategici del piano industriale approvato a marzo - spiega il Presidente di Aeroporti di Puglia Tiziano Onesti.si tratta di un risultato reso possibile anche grazie al grande lavoro fatto in sintonia con la Regione Puglia, i suoi Dipartimenti e le Agenzie che hanno permesso alla Puglia di diventare un brand riconosciuto in tutto il mondo. La stessa Scandinavian Airlines, che opererà il volo, nell'annunciare la nuova rotta ha definito la nostra regione una "gemma dell'Adriatico", una terra che ‘attrae non solo per le sue spiagge dorate e caraibiche, ma anche per il territorio rurale e per i borghi assai suggestivi come le ‘città bianche' della Valle d'Itria e le famose località della costa, come Polignano a Mare e Otranto'. Per i pugliesi un collegamento diretto con una Delle capitali più importanti dell'Unione Europea". La Compagnia di bandiera scandinava si sta impegnando per aumentare l'offerta di collegamenti con un occhio particolare all'impatto ambientale: i nuovi aeromobili – come sottolineano - hanno un consumo di carburante largamente inferiore con un occhio quindi ai grandi temi della sostenibilità.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
30 set 2019

NAPOLI | I nuovi treni metro della linea 1 in fase di completamento

di mobilita

L'attesa dei nuovi treni della Linea 1 della Metropolitana di Napoli sta giungendo alla fine. Comune di Napoli e Anm sono in continuo contatto con la Caf (Construcciones y Auxiliar de Ferrocarriles) di Bilbao che nel suo stabilimento sta costruendo i 19 nuovi treni ordinati dal Comune di Napoli per rivoluzionare la Linea 1 e ha inviato alcune immagini dell'avanzamento dei lavori. Il primo treno sarà consegnato all'inizio dell'anno prossimo, tra pochi mesi, e verrà subito messo sui binari per il collaudo e il rodaggio, per entrare al più presto in servizio. "Sta giungendo  in dirittura d'arrivo - sottolinea l'assessore ai trasporti del Comune di Napoli Mario Calabrese - la costruzione dei nuovi treni della linea 1 della metropolitana di Napoli. In tutto saranno 19, per una spesa complessiva di circa 190 milioni di euro. Ma non ci accontenteremo ed entro la fine del 2020 verranno richieste al Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti le risorse per ulteriori 5 treni, in modo da arrivare alla cifra complessiva di 24 nuovi treni. Ricordo che, incredibilmente, l’ultimo treno acquistato dall'amministrazione comunale risale agli inizi degli anni 90 e l'ultima consegna ad oltre 14 anni fa. Ora con i nuovi treni potranno garantirsi elevati standard di servizio e un’offerta di trasporto in linea con le aspettative dei cittadini. Una grande operazione di questa Amministrazione.  Stiamo lavorando per rendere la metropolitana di Napoli non solo bella ma anche funzionale in coerenza con gli obiettivi del Piano Urbano della Mobilita sostenibile che vedono il trasporto pubblico sul ferro il cardine del modo di muoversi in città". Le nuove vetture saranno dotate di impianto di condizionamento e sistemi per la riduzione del rumore, e trasporteranno contemporaneamente fino a quattro carrozzelle per diversamente abili e circa 1.200 persone, di cui 130 sedute. I 19 treni sono in avanzata fase di costruzione e quindi dopo la consegna del primo treno Napoli riceverà un treno al mese in media, in modo da allargare rapidamente il parco dei mezzi su rotaia. "Stiamo costruendo la nuova Anm - spiega Nicola Pascale, amministratore Unico del principale gestore di mobilità urbana a Napoli - la Anm del 2020,  che partirà proprio dai nuovi treni. Sappiamo che l'attesa dei treni della Linea 1 è troppo lunga e ci siamo impegnati proprio per migliorare: con la nuova flotta avremo in pochi mesi una frequenza di treni ogni sette minuti e avremo vetture nuove, più moderne, che avranno quindi meno problemi tecnici dei treni attuali, che hanno quasi 30 anni. Tutto lo staff di Anm fa il meglio possibile ogni giorno con i mezzi che abbiamo, presto arriverà una svolta positiva". Ti potrebbero interessare: NAPOLI METRO 1 | Ecco i nuovi treni della metro prodotti da CAF NAPOLI | In arrivo i nuovi treni per la linea 1 della metropolitana NAPOLI LINEA 1 | Concluso il Concorso di Progettazione della seconda uscita stazione Materdei NAPOLI METRO LINEA 1 | Foto: stazione Tribunale NAPOLI METRO LINEA 1 | Foto: stazione Poggioreale NAPOLI METRO LINEA 1 | Foto – Video: stazione Centro Direzionale NAPOLI METRO LINEA 1 | Foto: stazione Capodichino – Aeroporto NAPOLI | Approvata la chiusura dell’anello metropolitano della Linea 1

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
30 set 2019

GENOVA | L’ascensore Amt di Castelletto Ponente torna in funzione

di mobilita

L'ascensore di Castelletto Ponente, classe 1929, torna in servizio da venerdì 27 settembre dopo gli interventi relativi alla revisione trentennale.  Infatti raggiunti i trent’anni di vita tecnica nel marzo 2018, Amt aveva dovuto sospenderne l’utilizzo per consentire i lavori di ammodernamento, così come previsto dalla normativa. Sono iniziati così tutta una serie di complessi lavori civili e impiantistici con l’obiettivo di migliorare il funzionazionamento e, soprattutto la sicurezza. A riconsegnare l’impianto alla città sono stati il vicesindaco Stefano Balleari, il neo assessore alla Mobilità Matteo Campora e l'amministratore unico di Amt, Marco Beltrami «Questo impianto era arrivato alla fine della vita tecnica e, come previsto dalla normativa, è stato completamente revisionato. Sono felicissimo del risultato raggiunto da AMT, sia per i cittadini genovesi sia per i tanti turisti che potranno utilizzarlo per raggiungere uno dei punti panoramici più suggestivi sui tetti della città. Inoltre questo restyiling è un bell'esempio di collaborazione tra pubblico e privato, e con l’occasione desidero ringraziare Davide Viziano, presidente di “Progetti e costruzioni” del Gruppo Viziano e Andreina Boero, presidente del Gruppo Boero per il contributo che hanno dato alla città per la sistemazione della proprietà comunale di collegamento tra piazza della Meridiana e la galleria che conduce all’ascensore di Castelletto». Oggi il risultato finale è un nuovo ascensore, rinnovato in termini di sicurezza, accessibilità ed efficienza energetica, ma che preserva, grazie al continuo confronto con la Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio, l’antico fascino di questo impianto storico. I LAVORI Gli interventi hanno riguardato innanzitutto il rinnovamento dell’ascensore con la sostituzione di tutte le componenti in movimento, come argano, contrappeso e arcata e la verifica di tutte le strutture dell’impianto. Particolare attenzione è stata prestata alla valorizzazione storica dell’ascensore attraverso un importante restauro conservativo della cabina in legno che ha mantenuto totalmente l’aspetto e i materiali originari. E anche gli intonaci delle due stazioni, inferiore e superiore, sono stati restaurati, rispettando i colori originari per preservare l’aspetto antico della struttura: in totale i lavori hanno comportato 2.400 mq di coloriture e 770 mq di pareti e soffitti ripristinati. I lavori hanno riguardato anche l'accessibilità, con l'abbattimento delle barriere architettoniche e l'installazione, in entrambe le stazioni, della nuova segnaletica direzionale con mappe tattili, di percorsi con codici loges per le persone non vedenti e ipovedenti. L’impianto è stato inoltre dotato di accessi facilitati, pulsantiere tattili e segnalazione acustica. Sul fronte della sicurezza sono state molteplici le misure adottate, prima fra tutti l’introduzione dei nuovi dispositivi di sicurezza previsti dalla normativa che riguardano, a esempio, il controllo della velocità dell’ascensore, sia in salita sia in discesa, e il mantenimento della cabina allo stesso livello del piano di discesa. Sempre per incrementare la sicurezza è stato installato un sistema di videosorveglianza collegato alla centrale AMT, sia in cabina sia nelle stazioni, a disposizione dei clienti in caso di necessità. Un salto di qualità è stato fatto anche in termini di efficienza energetica grazie al rinnovamento completo dell’impianto elettrico, al passaggio alla bassa tensione e all’installazione di lampade per l’illuminazione di ultima generazione con LED a basso consumo. La singolare collocazione dell’accesso di Castelletto Ponente all’interno della galleria stradale Giuseppe Garibaldi, che collega Portello alla Zecca, è da ricondurre alla storia stessa del sistema di impianti verticali gestiti da AMT. Infatti, tra la fine dell’800 e i primi del ‘900 lo sviluppo urbanistico di Genova ha portato ad ipotizzare nuovi tipi di collegamento verticale tra il cuore della città e le alture, con particolare riferimento alla zona di Circonvallazione a Monte: «La storia della nostra città è affascinante anche per la varietà dei diversi sistemi di trasporto che ne ha accompagnato lo sviluppo, adattando nel tempo innovative soluzioni ingegneristiche all’espansione urbanistica per dare risposte sempre più efficaci alla crescente necessità di spostamento dei genovesi tra le diverse quote della città - dichiara Matteo Campora, Assessore Ambiente, Mobilità, Energia - , e questo rinnovato ascensore unisce la valenza trasportistica a quella storica. Credo fortemente in una mobilità che sappia utilizzare una pluralità di strumenti e sistemi diversi, sostenibili e sempre più ecologici, proprio come questo ascensore che dai suoi 90 anni guarda al futuro elettrico del trasporto pubblico cittadino. Mi auguro che questo impianto possa essere sempre più apprezzato e conosciuto dai genovesi e dai tanti turisti che vengono a Genova alla scoperta delle sue unicità». «La conformazione della nostra città caratterizza da sempre i sistemi di trasporto di AMT - sottolinea Marco Beltrami, amministratore unico di Amt-,  spesso parliamo solo di bus e metro ma gli impianti verticali svolgono un ruolo fondamentale e unico per la mobilità dei cittadini e come attrattiva per i turisti. Ci tengo a ribadire l'impegno e l'attenzione di AMT per migliorare anche queste strutture e a favorirne un uso sempre maggiore» Un risultato importante ottenuto grazie alla collaborazione e al lavoro sinergico di Amt con la Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio per la Città Metropolitana di Genova e le province di Imperia, La Spezia e Savona; la Consulta Comunale e Provinciale per i Problemi dell’Handicap; l’Ufficio Accessibilità del Comune di Genova; USTIF Ufficio Trasporti ad Impianti Fissi di Torino e la sede di Genova. L’ascensore Castelletto Ponente sarà in servizio tutti i giorni, dal lunedì alla domenica, dalle ore 6.40 alle 24.00.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
30 set 2019

MILANO | E’ entrato in vigore il nuovo Sistema Tariffario Integrato del Bacino di Mobilità Milano e Monza Brianza

di mobilita

E' entrato in vigore il nuovo Sistema Tariffario Integrato del Bacino di Mobilità Milano e Monza Brianza (STIBM) in sostituzione del Sistema Integrato Tariffario dell'Area Milanese (SITAM). Il nuovo Sistema Tariffario si estende a tutti i comuni che fanno parte della Città metropolitana di Milano, della Provincia di Milano e di Monza e Brianza nonché di alcuni comuni fuori provincia, facenti già parte dell'area SITAM. A partire da Milano, il territorio circostante è stato suddiviso in corone concentriche, ciascuna delle quali rappresenta una zona tariffaria individuata da un differente colore, come si vede sulla mappa. Con un unico biglietto o abbonamento si può viaggiare su tutti i mezzi pubblici dell'area che acquisti, treno compreso. Un unico biglietto su tutti i mezzi. A partire dal 1° ottobre i vecchi biglietti dei singoli operatori all'interno dell'area STIBM vanno in pensione. La tariffa  tra due località - cioè quella di origine e quella di destinazione del viaggio - prescinde dal mezzo di trasporto utilizzato, ed è calcolata semplicemente in base al numero di zone all'interno delle quali si viaggia In affiancamento ai classici biglietti cartacei, con l'introduzione del sistema integrato nasce anche la nuova card CHIP ON PAPER (COP), il supporto ricaricabile non nominativo per biglietti e carnet STIBM. Sostenibile, pratico, comodo e versatile. Per maggiori info clicca qui. Da ottobre solo abbonamenti integrati! Gli abbonamenti integrati STIBM da ottobre sostituiranno, all'interno dell'area STIBM, gli abbonamenti Trenord "solo treno", gli integrati TrenoMilano/TrenoMonza e gli abbonamenti Io Viaggio Ovunque in Provincia [Milano e Monza Brianza]. Puoi scegliere di acquistare i nuovi abbonamenti STIBM presso le biglietterie, i punti vendita autorizzati o i distributori automatici di TRENORD. L'acquisto online, sul sito Trenord.it e su App, sarà disponibile a partire dal mese di ottobre. Guida completa al nuovo sistema tariffario

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
27 set 2019

Bird strike per il Malta-Palermo di Air Malta oggi a Luqa

di mobilita

Un aeromobile Air Malta che opera il volo KM662 da Malta a Palermo questo pomeriggio ha subito un bird strike durante il decollo all'aeroporto internazionale di Malta.  Il capitano ha abortito il decollo e l'aereo è ritornato in pista.I decolli abortiti vengono eseguiti per mantenere il massimo livello di sicurezza in tali situazioni. Tutti i passeggeri sono al sicuro e vengono curati.Il volo KM662  Malta - Palermo - Malta è stata cancellato e ai clienti è stato offerto il rimborso completo o il reinstradamento su altri voli Air Malta.L'aeromobile, che ha subito un danno considerevole a un motore, è attualmente in fase di controllo da parte degli ingegneri al fine di riportarlo alle normali operazioni il prima possibile.A seguito di un altro incidente avvenuto due giorni fa a Londra Gatwick, e con due aerei a terra, Air malta prevede ritardi oggi e per questo fine settimana. Si consiglia ai clienti di Air Malta di consultare il sito Web della compagnia aerea www.airmalta.com e la pagina Facebook www.facebook.com/AirMalta/ per informazioni aggiornate. I clienti possono anche chiamare il call center della compagnia aerea al numero +356 2166 2211.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
27 set 2019

Valle d’Aosta ‘’più vicina’’ con i nuovi collegamenti con Caselle e Malpensa attivati per il prossimo triennio

di mobilita

Nuovi servizi di transfer tra gli aeroporti delle regioni limitrofe e la Valle d’Aosta sono la novità della stagione turistica invernale ormai alle porte. La destinazione Valle d’Aosta sarà infatti collegata agli scali aeroportuali di Milano Malpensa e di Torino Caselle attraverso nuovi servizi di transfer operati, rispettivamente, da Savda/Arriva e da Vita Group. I servizi, attivi da dicembre ad aprile saranno disponibili nelle giornate del sabato e della domenica, nonché in altri giorni della settimana dove si concentrano gli arrivi e le partenze dei principali voli degli sciatori provenienti da Regno Unito, Paesi scandinavi, Russia e Polonia, i bacini di origine della gran parte della nostra clientela invernale di provenienza internazionale. Il costo del transfer, da entrambi gli aeroporti fino alle località del fondovalle valdostano (Pont Saint Martin, Verres, Chatillon, Aosta) ammonta a euro 25,00 a persona a tratta. Il numero di corse giornaliere attivate consentirà di servire comodamente tutti i voli, senza tempi di attesa eccessivamente lunghi. Per usufruire del servizio di transfer è obbligatoria la prenotazione da effettuarsi almeno 24 ore prima del viaggio esclusivamente on line sui siti web dei due vettori Savda/Arriva per Malpensa e Vita Group per Caselle "Costi e tempi di viaggio sono un fattore determinante nella scelta dei luoghi di vacanza – commenta l’assessore ai trasporti Luigi Bertschy- I nuovi servizi di transfer, operati dalle società Vita Group Spa e Arriva/Savda con il contributo della Regione, per il prossimo triennio avvicinano la Valle d’Aosta agli aeroporti di Torino Caselle e di Milano Malpensa, rendendo finalmente comodamente e velocemente accessibili, a prezzi interessanti, le stazioni valdostane. Un plus che aggiunge valore alla nostra offerta invernale aumentando la competitività delle nostre località sciistiche". "La prossimità geografica degli aeroporti di Caselle e di Malpensa è una grande opportunità per il turismo in Valle d’Aosta - aggiunge l’assessore al turismo Laurent Viérin - sui due scali aeroportuali sono operativi diversi voli di linea e low cost provenienti dai paesi di origine dei principali flussi di sciatori della nostra regione. Con questi nuovi servizi si copre l’ultimo miglio, che, come sempre, fa la differenza. Adesso il nostro sforzo dovrà concentrarsi sulla comunicazione, nazionale ed internazionale, del servizio, che va a rafforzare e migliorare l’appetibilità del nostro prodotto invernale".

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
27 set 2019

Air Italy lancia le nuove rotte da Malpensa alle Maldive, Mombasa e Zanzibar

di mobilita

Air Italy ha celebrato il lancio delle sue rotte invernali con una cena di gala nell’esclusivo ambiente meneghino dello Spazio Gessi, alla presenza dei più importanti stakeholder e partner della compagnia. Rossen Dimitrov, Air Italy Chief Operating Officer, e Morena Bronzetti, Air Italy Vice President Sales and Distribution, hanno incontrato nel corso dell’evento ospiti prestigiosi, giornalisti di settore, imprenditori e membri di primo piano dell’industria del trasporto aereo e del turismo in Italia. Rossen Dimitrov, Air Italy Chief Operating Officer, afferma:  “A partire da quest’ inverno, stiamo lanciando nuovi servizi stagionali per le Maldive, Mombasa, Zanzibar e Tenerife - e sono sicuro che, sempre con il vostro supporto, queste rotte riscuoteranno un successo pari o addirittura maggiore dei nostri collegamenti per il Nord America.”  I nuovi voli diretti da Malpensa alle Maldive, Mombasa e Zanzibar, presentati durante l'evento, saranno operati da Air Italy grazie alla flotta di Airbus 330, dotata di 24 comodi sedili completamente reclinabili in Business e 228 in Economy, a partire dalla fine di ottobre. Il primo volo per Mombasa partirà il 27 ottobre, seguito dalla rotta per Tenerife il 28 ottobre, mentre dal 29 ottobre sarà possibile volare anche a Zanzibar o alle Maldive nell'Oceano Indiano. I deliziosi e ricchi piatti italiani, serviti ai confortevoli posti a sedere e accompagnati da una vasta scelta di intrattenimento a bordo, si uniscono all'esperienza e alla cortesia del personale di bordo di Air Italy, per offrire un viaggio memorabile a chi desidera, già durante il viaggio, avere un assaggio delle calde destinazioni invernali della compagnia aerea. “Voglio sottolineare personalmente il ruolo centrale che i nostri partner commerciali svolgono nel successo di AirItaly: apportano infatti un autentico valore aggiunto, sia nell’impegno diretto a vari segmenti di clientela, sia costruendo - grazie alla loro professionalità - esperienze di viaggio indimenticabili in tutte le nostre destinazioni” ha dichiarato Morena Bronzetti, Air Italy Vice President Sales and Distribution.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
27 set 2019

CALTANISSETTA | La stazione di Caltanissetta Xirbi nodo strategico della nuova nuova linea ferroviaria Catania–Palermo

di mobilita

Si è aperto al Comune di Caltanissetta il tavolo tecnico con i responsabili di Rfi e Italferr del progetto della nuova linea ferroviaria Catania Palermo, un’opera da più di sei miliardi di euro i cui lavori nel tratto Bicocca – Catenanuova sono partiti a marzo 2019. Si è trattato di un primo incontro a cui ne seguiranno altri, prima della redazione del progetto definitivo del lotto funzionale che comprende la nuova stazione di Caltanissetta Xirbi. L’interlocuzione avviata dal Comune di Caltanissetta servirà ad adottare le migliori soluzioni in relazione allo sviluppo del territorio connesso all’infrastruttura. La stazione di Caltanissetta Xirbi diviene infatti il nodo centrale dei collegamenti ferroviari della Sicilia. Sarà dotata di un parcheggio intermodale che faciliterà la mobilità su rotaia integrandosi nel territorio con una viabilità d’accesso completamente rinnovata e con la realizzazione di una pista ciclo-pedonale. Sarà anche uno snodo di confluenza per tutti i viaggiatori che dal centro della Sicilia si recano negli aeroporti di Palermo e Catania dove il treno arriverà dentro gli scali. Il nuovo collegamento Catania – Palermo, parte integrante del corridoio ferroviario europeo TEN-T Scandinavia – Mediterraneo, consentirà di percorrere la tratta in un’ora e 50 minuti ad una velocità di circa 200 km/h. All’incontro hanno partecipato il sindaco, Roberto Gambino, gli assessori Marcello Frangiamone e Giuseppe La Mensa e il dirigente dell’urbanistica, Giuseppe Dell’Utri. Per Rete ferroviaria italiana l’ingegnere Salvatore Leocata, referente del progetto. Per Italferr il project manager Salvatore Vanadia, l’ingegnere Antonio Barreca (project engineering) e l’architetto Elio Marino responsabile dell’unità operativa Architettura, stazioni e territorio. “Un confronto proficuo in cui è stato illustrato il progetto della nuova stazione ferroviaria con uno studio condotto per far interagire questa infrastruttura con il territorio – spiega il sindaco, Roberto Gambino -. Abbiamo avanzato una serie di proposte che ad un primo esame Rfi ha valutato positivamente e che saranno approfondite nei prossimi tavoli”. La vecchia stazione verrà completamente restaurata per essere adibita a polo museale. Gli elementi più significativi di archeologia infrastrutturale come il fabbricato viaggiatori e il dormitorio saranno mantenuti e restaurati. Viene confermata l’operatività del polo manutentivo di Rfi che impiega circa 50 dipendenti. Il progetto definitivo sarà redatto entro dicembre 2019 per andare poi in conferenza di servizi nazionale per l’approvazione. Il cronoprogramma prevede che il lotto funzionale che interessa Caltanissetta e la stazione di Xirbi sia completato nel 2025 mentre l’intera nuova linea Catania – Palermo sarà completata nel 2028. Nell’area adiacente alla stazione insiste un fondo confiscato alla mafia già trasferito al patrimonio del Comune di Caltanissetta dall’Agenzia nazionale per i beni confiscati, che l’amministrazione comunale intende destinare a polo fieristico. Un’area da collegare col nuovo scalo attraverso un percorso pedonale. Rete ferroviaria italiana, inoltre, ha già previsto di realizzare una pista ciclabile tra la stazione dei treni e l’ex Ss122 bis. “Questo significa – spiega il sindaco– che la stazione ferroviaria si potrà collegare con la ciclovia Caltanissetta – Enna, progetto già inserito tra quelli finanziati con Agenda Urbana. Intendiamo mettere in rete i borghi rurali sotto il profilo turistico e culturale, primo tra tutti in questo caso il borgo Petilia, incentivando il cicloturismo una realtà sempre in crescita”. Al tavolo è stata infine sottolineata l’importanza di dotare la stazione di Caltanissetta centrale di un servizio continuo di treno navetta con Xirbi per collegare il centro abitato con il nuovo scalo ferroviario e convogliare i passeggeri che provengono da altre linee come quella di Agrigento.

Leggi tutto    Commenti 2
Articolo
27 set 2019

Air France ha preso in consegna il suo primo Airbus A350

di mobilita

Il 27 settembre 2019, Air France ha preso in consegna il suo primo Airbus A350 presso il centro di consegna Airbus a Tolosa (Francia). Questo nuovo velivolo di ultima generazione, più ecologico, è dotato di 324 posti, 34 nella cabina Business, 24 in Premium Economy e 266 in Economy. Entro il 2025, la compagnia accoglierà un totale di 28 Airbus A350-900 nella sua flotta. Airbus A350 di Air France effettuerà il suo primo volo commerciale il 7 ottobre. Verrà gradualmente dispiegato in 6 destinazioni nel 2020. Per Anne Rigail, CEO di Air France, “ L'arrivo di un nuovo velivolo è sempre un'occasione unica ed emozionante nella vita di una compagnia aerea. Insieme a tutto lo staff di Air France, siamo estremamente orgogliosi di dare il benvenuto all'Airbus A350, uno degli aerei a lungo raggio più efficienti al mondo in termini di prestazioni ambientali, economiche e operative. A partire dal 7 ottobre, i nostri clienti potranno scoprire comfort e servizi ottimali a bordo di queste nuove cabine . L'arrivo di questo primo A350 segna una nuova fase nella strategia di modernizzazione della flotta di Air France. Entro 5 anni, oltre la metà della flotta della compagnia sarà composta da velivoli di nuova generazione! ” Per l'occasione, Air France sta tornando alla sua tradizione di nominare i suoi aerei. Dopo aver consultato il personale, l'azienda ha deciso di celebrare le emblematiche città francesi. Questo primo Airbus A350 viene quindi chiamato " Tolosa " da Anne-Marie Couderc, presidente di Air France-KLM e Air France e sponsor dell'aeromobile. Capitale dell'aviazione per eccellenza , Tolosa è anche la culla di questo nuovo velivolo che si unisce alla flotta della compagnia. Inoltre, Air France è al servizio di Tolosa sin dalla creazione dell'azienda nel 1933. Air France promuove quindi la Francia, la sua cultura e la sua storia in tutto il mondo. A bordo dell'Air France Airbus A350, i clienti godono di: una cabina più spaziosa in classe Business, Premium Economy ed Economy, finestre più grandi del 30%, un diverso sistema di pressione dell'aria che offre un'atmosfera più confortevole in cabina con aria abitualmente rinnovata, illuminazione adattata alle diverse fasi del volo. La cabina Airbus A350 è anche una delle più silenziose degli aerei a doppia navata di ultima generazione. In Business , il sedile si trasforma in un vero letto disteso lungo 2 metri, che ti garantisce un sonno riposante. Il nuovo touchscreen HD da 18,5 pollici ti dà accesso a oltre 1.400 ore di intrattenimento tra cui film, musica, podcast e altro ancora. Da solo o con un compagno di viaggio, la nuova configurazione di questa cabina chic ed elegante si adatta a come i passeggeri desiderano viaggiare. Possono scegliere tra un'esperienza di viaggio condivisa o una privacy ottimale grazie a una parete amovibile.  In Premium Economy , il nuovissimo sedile "reclinabile" è largo 48 cm e si inclina a 124 °. I clienti godono di un passo del sedile di 96 cm per allungare le gambe e un touchscreen HD da 13,3 pollici. Per un relax ottimale, un cuscino e un piumone sono disponibili per i passeggeri.  In Economy , il sedile è stato riprogettato per un comfort ancora maggiore, con un cuscino ergonomico rinforzato, una seduta reclinabile a 118 ° e un passo del sedile di 79 cm. I migliori programmi di intrattenimento in volo sono disponibili sul touchscreen HD da 11,6 pollici che consente di accedere a oltre 1.400 ore di intrattenimento tra cui film, musica, podcast e altro ancora.  Wi-Fi a bordo! A bordo dell'Airbus A350, i clienti possono rimanere in contatto con Air France CONNECT , l'offerta Wi-Fi in volo. Sono disponibili tre diversi passaggi: Un pass " Messaggio" gratuito per tutti, per inviare e ricevere messaggi durante il volo; Un pass " Surf" che costa tra € 3 e € 18 (6.000 Miglia) per navigare in Internet, consultare e inviare e-mail; Un pass "Stream" da € 30 (10.000 miglia) per usufruire di Internet ad alta velocità, streaming e download, inclusi i pass "Message" e "Surf". Le destinazioni servite da Airbus A350 L'Air France Airbus A350 inizierà gradualmente a operare verso 6 destinazioni  in 4 continenti a partire dal 7 ottobre in partenza da Parigi-Charles de Gaulle - Abidjan (Costa d'Avorio): dal 7 ottobre 2019 all'8 dicembre 2019 e da 10 febbraio 2020 per la stagione estiva 2020 Bamako (Mali): dal 7 ottobre 2019 all'8 dicembre 2019 e dal 10 febbraio 2020 per la stagione estiva 2020 Toronto (Canada): dal 27 ottobre 2019 Il Cairo (Egitto): dal 9 dicembre 2019 Seoul (Corea del Sud): dal 9 dicembre 2019 Bangkok (Thailandia): stagione estiva 2020 Foto di copertina: SamChui.com Ti potrebbe interessare: Aerei di nuova generazione, più leggeri e meno stress per i passeggeri

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
27 set 2019

AEROPORTO MILANO MALPENSA | easyJet propone il mare anche per la stagione invernale con Giordania, Egitto e Marocco

di mobilita

Se stai già ripensando al mare e ai tuffi della scorsa estate, le nuove destinazioni di easyJet ti faranno tornare il sorriso sulle labbra: Aqaba in Giordania, Agadir in Marocco e Marsa Alam in Egitto saranno raggiungibili da Milano Malpensa con easyJet durante tutta la stagione invernale.Dal 27 ottobre si vola ad Aqaba da Malpensa il mercoledì e la domenica. Aqaba è la meta perfetta per aprire o chiudere un tour in Giordania alla scoperta del sito archeologico di Petra, il deserto Wadi Rum e il Mar Morto. Ad Aqaba vi aspettano le immersioni nelle calde e trasparenti acque del Mar Rosso dove si può ammirare la barriera corallina. La città vecchia di Aqaba ospita un souq con un labirinto di bancarelle al coperto, negozi di artigianato e caffè tradizionali.Agadir è una città marocchina affacciata sull’Oceano, ai piedi del monte Atlantide. Tante sono le spiagge incontaminate da scoprire vicine ad Agadir, destinazione ventilata, ideale per gli appassionati di vela e kite surf. Da vedere: il souq El Had di Agadir, una vera e propria immersione sensoriale tra i suoi 6000 negozi e la Medina di Agadir, una riproduzione dell’antica medina ricostruita con l’utilizzo di antiche tecniche berbere. I 2 voli a settimana per Agadir decolleranno il martedì e il sabato dal 29 ottobre.Marsa Alam, connessa a Malpensa ogni venerdì a partire dal primo novembre, è un vero e proprio paradiso per gli amanti dell’immersione. Tra i più famosi punti per le immersioni: Elphinstone dove si possono vedere le tartarughe marine e i pesci corallini; Shaab Samadai conosciuta per i numerosi delfini che vi nuotano e Fury Shoal con i suoi giardini corallini e i delfini.

Leggi tutto    Commenti 0