Articolo
07 nov 2020

VERONA | Nuovo DPCM: stop a autobus notturni e bis per le scuole. Garantite le corse serali per ospedali e stazione

di Fabio Nicolosi

Stop agli autobus in tarda serata nelle ore della movida, ma non di quelli diretti a ospedali e stazione; riduzione anche delle linee bis di rinforzo negli orari di punta delle scuole. Anche il servizio di trasporto pubblico locale viene rivisto alla luce del nuovo decreto ministeriale che entra in vigore oggi e che prevede coprifuoco dalle ore 22, didattica a distanza al 100 per cento per scuole superiori e università e, soprattutto, la diminuzione degli spostamenti non necessari. Una raccomandazione quest’ultima che inciderà comunque sull’utilizzo dei mezzi pubblici. Ecco perché l’Ente di Governo del Trasporto Pubblico Locale ha deciso stamattina di rivedere corse e linee, senza però operare tagli trasversali. L’obiettivo, infatti, è continuare a garantire un servizio efficiente, soprattutto per chi utilizza l’autobus per recarsi a lavoro. Mentre con le scuole è già stato avviato un confronto per assicurare le corse secondo le esigenze della didattica in presenza prevista dal Dpcm, come i laboratori. Questa mattina il sindaco Federico Sboarina e l’assessore ai Trasporti Luca Zanotto hanno fatto il punto di quello che succederà nelle prossime ore, anche in base ai dati che Atv fornirà sull’occupazione effettiva degli autobus. Il tutto per recepire le ultime misure governative, che hanno in poche ore cambiato lo scenario. Solo lo scorso 2 novembre, infatti, per evitare ogni tipo di assembramento, erano stati inseriti ben 154 nuovi autobus. Mezzi che circolavano soprattutto nelle ore di punta. Un supporto aggiuntivo che con gli studenti a casa e il coprifuoco potrebbe non essere più necessario. Così come le 23 linee serali e notturne. “Garantire i servizi del trasporto pubblico è la nostra priorità, per questo abbiamo scelto la via della massima flessibilità – ha spiegato il sindaco -. Erano appena entrati in servizio 154 nuovi bus, proprio per supportare le scuole negli orari di punta ed evitare che gli studenti creassero assembramento, ma poi in tre giorni ci troviamo nella situazione esattamente opposta, con i ragazzi a casa e il coprifuoco. È vero che la capienza dei bus è stata dimezzata, ma anche gli spostamenti si ridurranno notevolmente. Una ridefinizione delle corse è quindi necessaria, ma sempre con la tutela delle esigenze primarie”. “Abbiamo chiesto ad Atv di studiare, da oggi e per qualche giorno, il tasso di occupazione degli autobus, in modo da ridefinire l’intera rete alla luce delle reali esigenze dei veronesi – ha affermato Zanotto -. Interverremo sulla frequenza, eliminando solo le corse che realmente non vengono utilizzate in questo momento, penso agli orari non di punta e a quelle dirette alle scuole, che adesso sono praticamente tutte in didattica a distanza. Abbiamo già chiesto agli istituti scolastici di farci sapere la nuova programmazione, soprattutto delle lezioni di laboratorio che richiedono la presenza degli studenti, per coprire quegli spostamenti e garantire ai ragazzi il servizio. Per quanto riguarda invece l’extraurbano resta essenziale mantenere i collegamenti con tutta la provincia”.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
10 set 2020

VERONA | ATV: da lunedì 14 settembre 2020 entra in vigore l’orario invernale

di Fabio Nicolosi

Entrerà in vigore il prossimo lunedì 14 settembre 2020 l'ORARIO INVERNALE delle linee urbane ed extraurbane di ATV, con la progressiva attivazione dei servizi scuola Qui sotto alcuni link rapidi alle informazioni di maggior interesse: ORARI SERVIZIO URBANO VERONA dal 14 settembre 2020 (684.72 KB) ORARI SERVIZIO EXTRAURBANO e URBANO LEGNAGO dal 14 settembre 2020 (4.9 MB) ORARI LINEE EXPRESS   Orari SERVIZI SPECIALI SCUOLA Mappa della RETE URBANA di Verona Mappa della RETE SUBURBANA di Verona Mappa dell'area arrivi partenze di PORTA NUOVA (7.17 MB) Mappa dell'area partenze degli speciali scuola da Porta Nuova (493.43 KB) Sei un nuovo abbonato? Info utili Biglietti e abbonamenti, tipologie e prezzi Trova la biglietteria più vicina a te Consigli utili per evitare le code in biglietteria Le novità del servizio invernale 2020/21 Per quanto riguarda la rete urbana - su indicazione dell'Ente di Governo del Trasporto pubblico (Provincia di Verona) -  saranno ripristinate le linee ordinarie feriali, caratterizzate da frequenze analoghe a quelle effettuate negli anni scorsi nel giorno di sabato. Nelle fasce orarie di punta del mattino e mezzogiorno sia le linee ordinarie che i servizi scolastici saranno integrati dai consueti supporti e corse bis previsti per i giorni feriali, in modo da garantire in questi orari un livello di servizio analogo a quello dello scorso anno. Oltre al servizio festivo, già riattivato da fine luglio, sarà ripristinato anche il tradizionale servizio serale, compreso il notturno nei giorni di venerdì e sabato. Per il servizio AirLink Aeroporto, la frequenza sarà inizialmente di 40 minuti. Confermati tutti i prolungamenti delle linee urbane in ambito extraurbano, mentre per quanto riguarda i prolungamenti urbani sperimentali attivati l'anno scorso, vengono riproposti quello della linea 41 a Chievo nelle fasce orarie del mattino e mezzogiorno dal lunedì al sabato e quello della linea 23 nel tratto S. Lucia-Zai Agenzia delle Entrate dalle 8 alle 12, dal lunedì al venerdì. In ambito extraurbano viene riconfermato nel suo complesso il servizio dell'anno scorso, compresa la rete degli speciali scuola rivolti agli istituti e comprensori scolastici della provincia. Per il trasporto scolastico non sono quindi previste novità strutturali salvo i consueti interventi di adeguamento, circoscritti a variazioni di orario di singoli istituti o plessi scolastici. Unica eccezione per la rete extraurbana riguarda i collegamenti con il Lago di Garda, dove, a seguito della diminuita richiesta dell'utenza turistica, non saranno riproposti i prolungamenti autunnali del servizio delle linee 185-483, il rinforzo festivo sulla linea 162 e quello giornaliero sulla 484.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
15 ago 2020

VERONA | Senza mascherine a bordo gli autobus ATV si fermeranno

di mobilita

ATV rende più stringenti le disposizioni interne mirate a scoraggiare la cattiva abitudine da parte di alcuni utenti che ancora salgono sui mezzi pubblici senza mascherina, o che la tolgono una volta saliti a bordo. Lo rende noto l’azienda del TPL scaligero. Il Direttore generale Stefano Zaninelli ha infatti reso operativo un nuovo ordine di servizio rivolto al personale di guida, stabilendo che “nel caso in cui salga a bordo dell’autobus un utente privo di mascherina di protezione, il conducente dovrà tenere fermo il mezzo ed avvisare l’utenza dell’impossibilità di ripartire, a seguito di esplicite disposizione aziendali”. Lo stesso provvedimento vale anche se un utente toglie la mascherina durante il viaggio a bordo del bus: “analogamente il conducente dovrà arrestare il mezzo nel caso in cui si avveda, anche a seguito di segnalazione dell’utenza, che passeggeri già presenti a bordo si tolgono o indossano impropriamente la mascherina”. In entrambi i casi, se l’utente interessato non accetta di indossare correttamente la mascherina o di scendere spontaneamente dal bus, l’autista avviserà il centro operativo di ATV in quale a sua volta contatterà le forze dell’ordine, richiedendone l’intervento. “E’ un provvedimento che riteniamo doveroso – commenta il DG Stefano Zaninelli – e con il quale vogliamo dare il segnale che l’utilizzo corretto delle mascherine è imprescindibile per viaggiare in sicurezza sui mezzi pubblici, ambiente dove non è possibile tenere il metro di distanza interpersonale. L’intento è quello di tutelare con la massima efficacia la nostra clientela che, nonostante le tante difficoltà di questi mesi, continua a scegliere di muoversi con il trasporto pubblico. Non essendo praticabile la possibilità di tenere costantemente sotto controllo quanto accade su ognuno dei nostri 600 bus, contiamo sulla collaborazione e sul senso di responsabilità degli utenti, anche nel segnalare ai conducenti situazioni di utilizzo improprio delle mascherine”

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
17 lug 2020

VERONA | Bus elettrici: al via il primo test per l’acquisto dei nuovi mezzi

di Fabio Nicolosi

Il Comune di Verona si aggiudica 10 milioni di euro, finanziati dal ministero dei Trasporti, destinati all’acquisto di nuovi bus elettrici. L’obiettivo del contributo statale, che a livello nazionale ha portato all’erogazione di 398 milioni per il quinquennio 2019-2023 a favore di 38 Comuni, è quello d’incentivare l’acquisto di bus di ultima generazione. Mezzi alimentati elettricamente, a metano e a idrogeno, che consentiranno di svecchiare il parco degli autobus pubblici in circolazione e da garantire un minor impatto sull’ambiente. Oggi il primo test di prova, realizzato dai tecnici di ATV per valutare caratteristiche, prestazioni e compatibilità con le peculiarità della rete scaligera, a cui hanno partecipato anche il sindaco Federico Sboarina, e l’assessore alla Viabilità e traffico Luca Zanotto. Presenti, anche l'assessore regionale ai Trasporti Elisa De Berti, il presidente di ATV Massimo Bettarello e il direttore generale Stefano Zaninelli. Il primo mezzo urbano elettrico giunto in terra veneta, sta compiendo in questi giorni i suoi primi chilometri sulle strade di Verona, per le valutazioni tecniche. Si tratta di un bus urbano full electric prodotto dall'azienda cinese Yutong - uno dei principali player mondiali nella costruzione dei mezzi pubblici ad energia alternativa - che è attualmente in servizio in Finlandia. Il contributo ministeriale dà attuazione al Piano Nazionale Strategico della Mobilità Sostenibile, finanziando direttamente il Comune che provvederà all’acquisto dei mezzi e ne rimarrà proprietario. “La strada intrapresa dall’Amministrazione – sottolinea il sindaco Sboarina – va verso la direzione del totale ammodernamento del parco mezzi in dotazione al sistema di trasporto pubblico locale. Nel giro di un paio d’anni abbiamo infatti provveduto al cambio del 30% dei bus che, oggi, sono per il 90% a metano. Questo nuovo finanziamento ci contente di accrescere ulteriormente il numero di bus in circolazione sulla rete urbana e, se sarà possibile acquistarne circa una trentina elettrici, di diventare la prima città in Italia con un sistema di trasporto pubblico totalmente ecologico”. “Utilizzeremo i fondi per acquistare una nuova flotta di autobus elettrici – spiega l’assessore Zanotto –. In questo modo mandiamo definitivamente in pensione i bus a gasolio ancora utilizzati nel trasporto urbano, completiamo il rinnovamento del parco mezzi di Atv e miglioriamo complessivamente il servizio. Atv può già contare su bus alimentati a metano non inquinanti, ma con i nuovi mezzi avviamo la transizione di Verona verso la mobilità elettrica, ancora più efficiente e a bassissimo impatto ambientale”. “Queste sperimentazioni – precisa l’assessore regionale De Berti – sono fondamentali per rendere il trasporto pubblico più efficiente e rispettoso dell’ambiente, in modo da migliorare la qualità dell’aria e della vita dei cittadini. Proprio ieri abbiamo approvato il Piano Regionale dei Trasporti che, tra i punti strategici, prevede il rinnovo dei mezzi di trasporti su tutto il Veneto, nell'ottica della sostenibilità ambientale. Sul parco mezzi urbani Atv ha già fatto un ottimo lavoro, ora l’ammodernamento deve coinvolgere anche l'extraurbano, ma sono certa che siamo sulla giusta strada”. “Un risultato che conferma ancora una volta – dichiara il presidente di ATV Massimo Bettarello – la buona pratica di sinergia e condivisione delle scelte sulla mobilità che esiste tra Amministrazione comunale e ATV. Considerato l’attuale stato dell'arte delle tecnologie, è ipotizzabile che per il trasporto urbano ci potremo orientare sull'elettrico, mentre per il trasporto extraurbano la soluzione più vantaggiosa per alimentare gli autobus sarà quella del metano liquido (GNL). In questa prospettiva, utilizzando specifici finanziamenti nazionali destinati alla realizzazione di infrastrutture per il trasporto pubblico sostenibile, saremo in grado come Azienda di costruire le necessarie centrali di ricarica per i nuovi mezzi”. “Il progetto – conferma il Direttore generale di ATV Stefano Zaninelli – è quello di sostituire entro un paio di anni, i mezzi ancora alimentati a gasolio, con altrettanti autobus elettrici. I nuovi veicoli ad emissioni zero andranno pertanto a rafforzare il contributo alla tutela della qualità dell’aria offerto dalla flotta a metano che, già oggi, copre il 90% dei servizi in area urbana e suburbana”.

Leggi tutto    Commenti 3
Articolo
10 giu 2020

VERONA | Atv: dal 14 giugno nuovo orario delle linee 164 e 484

di Fabio Nicolosi

A partire da domenica 14 giugno a Verona cambierà l’orario dei bus 164 e 484 di ATV. Nel quadro del progressivo adeguamento del servizio di trasporto alla generale ripresa delle attività, a partire da domenica 14 giugno sarà attivato il nuovo orario della linea 164 (Verona - Peschiera - Garda) e della linea 484 (Garda - Malcesine - Riva), con frequenza di una corsa ogni ora per tutto l'arco della giornata.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
01 giu 2020

VERONA | ATV: Ticket Bus Verona, la nuova app per l’acquisto di biglietti da smartphone

di Fabio Nicolosi

È già disponibile sugli store la nuova app "Ticket Bus Verona", l'applicazione realizzata da ATV per offrire agli utenti la possibilità di acquistare i biglietti degli autobus direttamente dagli smartphone. Prodotta per ATV dalla società Pluservice su piattaforma "MyCicero", la cui affidabilità è ampiamente testata da positive esperienze in altre aziende di trasporto, l'app è scaricabile gratuitamente per i sistemi operativi Android e iOS. Consente di acquistare tutti i principali titoli di viaggio quali: > biglietto urbano di Verona e Legnago > biglietto giornaliero urbano > biglietti di tariffa da 1 a 8 per la rete extraurbana > biglietto Aeroporto > pass 1, 3, 7 giorni intera rete Una volta acquistato il biglietto, il cliente dovrà validarlo al momento di salire a bordo inquadrando l'apposito QR code che è stato posizionato su ogni autobus. Il biglietto è a prova di contraffazione, grazie a una speciale filigrana ed elementi grafici mobili. L'applicazione offre all'utente altre pratiche funzionalità ed è in grado di dialogare con InfoBus Verona, l'altra app di ATV che fornisce informazioni su linee, orari e tariffe. L'attivazione di questo nuovo strumento rappresenta per l'Azienda uno dei più importanti upgrade tecnologici messi in campo negli ultimi anni e permetterà sicuramente di ampliare e potenziare i canali di acquisto, venendo incontro alle aspettative della clientela. Clicca qui per scaricare la versione Android (Play Store) Clicca qui per scaricare la versione iOS (App Store) Clicca qui per visitare la pagina dedicata alla app!

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
08 mag 2020

VERONA | ATV: da lunedì verificatori torneranno a presidiare gli autobus sulla rete urbana ed extraurbana

di Fabio Nicolosi

Dal prossimo lunedì 11 maggio, ATV è stata autorizzata dall’Ente di Governo del trasporto pubblico a ripristinare i controlli anti evasione a bordo degli autobus, che nel periodo del lockdown erano stati sospesi. Ora però, con la ripresa delle attività e il progressivo incremento della mobilità si rende più che mai necessario accertarsi che i viaggiatori sugli autobus siano in possesso del regolare titolo di viaggio. L’attività di controllo è sempre stata una delle priorità, incrementata di anno in anno. In questo particolare momento, in cui il distanziamento tra le persone determina inevitabilmente una diminuzione della disponibilità di posti sui mezzi pubblici, è ancora più opportuno assicurarsi che chi sale a bordo abbia pagato il biglietto o l’abbonamento. In una fase di emergenza come questa, il fenomeno dell’evasione diventa ancora più deprecabile perché provoca un doppio danno alle persone oneste, rischiando di togliere loro anche la possibilità di viaggiare in sicurezza. Per questo abbiamo chiesto e ottenuto dall’Ente di Governo del TPL l’autorizzazione a riattivare le verifiche, già da questo lunedì. Rassicuriamo ancora una volta gli interessati, sul fatto che saranno in ogni caso ristorati per il mancato utilizzo degli abbonamenti. Abbiamo interpellato in proposito l’assessore regionale ai Trasporti Elisa De Berti la quale sta attendendo a breve dal Ministero le linee guida sulle modalità di rimborso, che dovranno essere omogenee per tutte le aziende di trasporto. Una volta ottenute queste indicazioni, lo comunicheremo tempestivamente attraverso i nostri canali informativi. Da ricordare infine che, sempre da lunedì 11 maggio, ATV ha programmato anche l’attivazione di ulteriori rinforzi per il servizio urbano di Verona, che interessano le linee 92 e 98. Per quanto riguarda la linea 92, il servizio viene prolungato dal capolinea di Azzano fino alla località di Rizza, nelle fasce orarie di punta del mattino, di mezzogiorno e del tardo pomeriggio. La linea 98 vedrà intensificato il collegamento per il quartiere di Santa Lucia che viene servito con una frequenza di 15 minuti nelle fasce orarie di punta del mattino, di mezzogiorno e del tardo pomeriggio. La linea 98 viene inoltre prolungata fino al Quadrante Europa con corse ogni 30 minuti sempre nelle fasce orarie di punta del mattino, di mezzogiorno e del tardo pomeriggio.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
26 apr 2020

VERONA | ATV: Anticipato al personale il 50 per cento del Premio di Risultato 2019

di Fabio Nicolosi

Anche per il personale ATV come per quello di tanti settori pesantemente coinvolti dall’emergenza sanitaria, la riduzione del servizio, le ferie forzate e l’ingresso nel Fondo di Solidarietà si sono fatti sentire pesantemente sulla busta paga, aggiungendo all’apprensione per la salute anche qualche preoccupazione per i bilanci familiari. Proprio per venire incontro al personale anche dal punto di vista economico, il Consiglio di Amministrazione di ATV ha deciso di erogare ai dipendenti un acconto del Premio di Risultato 2019, pari al 50% dell’importo totale, già in occasione della busta paga del mese di aprile. “E’ una decisione migliorativa rispetto agli accordi siglati a suo tempo – commenta il presidente di ATV, Massimo Bettarello – con quale l’Azienda vuole dare un segnale concreto di vicinanza al personale in un momento difficile, oltre che per la salute, anche per il sostentamento economico. Si tratta di soldi comunque dovuti, in quanto frutto dei risultati raggiunti l’anno scorso, tuttavia siamo convinti che anche il fatto di anticiparli in questo particolare periodo abbia un proprio valore. Consideriamo che circa 400 persone sono entrate nel Fondo di Solidarietà, con le conseguenti decurtazioni della retribuzione e sappiamo bene che le esigenze economiche delle famiglie non sempre possono aspettare. Cerchiamo così anche di concretizzare quella funzione sociale che dovrebbe essere propria di ogni azienda a partecipazione pubblica, utilizzando la liquidità per garantire il pagamento regolare dei fornitori e le retribuzioni dei dipendenti”. “Lo consideriamo – conclude Bettarello – anche un doveroso riconoscimento dell’impegno profuso dalle maestranze a tutti i livelli, che ha permesso di garantire ai cittadini un servizio fondamentale, nonostante il contesto generale di elevata criticità”.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
24 apr 2020

VERONA | ATV: da lunedì 27 Aprile riaperte le biglietterie aziendali

di Fabio Nicolosi

Si comunica che da lunedì 27 Aprile 2020 verranno riaperte le biglietterie aziendali con i seguenti orari: Verona Porta Nuova: dalle 6.30 alle 19.00 dal Lunedì al Sabato Verona piazza Renato Simoni dalle 8.00 alle 14.30 dal Lunedì al Venerdì dalle 8.00 alle 13.00 il Sabato Legnago dalle 7.00 alle 13.30 dal Lunedì al Venerdì dalle 7.00 alle 12.00 il Sabato Garda dalle 8.00 alle 14.30 dal Lunedì al Venerdì dalle 8.00 alle 13.00 il Sabato San Bonifacio dalle 6.30 alle 10.00 e dalle 12.00 alle 15.00 (nei giorni 29-30 Aprile e 2-4-5-6 maggio) Alla domenica e nei giorni festivi le biglietterie rimarranno chiuse. Si ricorda che gli abbonamenti possono essere rinnovati anche dalla sezione e-commerce di questo sito oltre che presso le emettitrici automatiche a terra e le rivendite Mover Point sul territorio. Si invitano i clienti a recarsi presso le biglietterie aziendali solo per l'acquisto dei titoli di viaggio (biglietti - abbonamenti - borsellini elettronici) L'azienda comunicherà successivamente eventuali modalità di rimborso/proroga di validità degli abbonamenti già acquistati e non utilizzati a causa dell'emergenza sanitaria, per i quali si è in attesa di definizione da parte delle autorità competenti. Nel frattempo si prega di non rivolgersi agli sportelli per richieste di rimborso o proroga di validità.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
07 apr 2020

VERONA | ATV: da oggi obbligo di mascherine e guanti anche sui bus

di Fabio Nicolosi

Da oggi obbligo di mascherine e guanti anche sui bus ATV. In caso di trasgressori, avvisate le forze dell'ordine In ottemperanza all'ordinanza del 6/4/2020 del Presidente della Regione Veneto sul contenimento dell'emergenza sanitaria da Coronavirus, da oggi anche a bordo degli autobus urbani ed extraurbani di ATV è in vigore l'obbligo, per gli utenti e il personale in servizio, di indossare mascherine di protezione avendo cura di coprire naso e bocca, e di utilizzare inoltre guanti monouso. Nel caso in cui salga a bordo un utente che non indossi questi dispositivi, l'Azienda ha dato disposizione agli autisti di tenere fermo il mezzo avvisando i passeggeri dell'impossibilità di continuare la corsa, a causa della presenza a bordo di persone che non rispettano le disposizioni di prevenzione del contagio. Qualora l'utente trasgressore non scenda spontaneamente, sarà richiesto l'intervento delle forze dell'ordine. Sono già in atto controlli da parte di queste ultime a Porta Vescovo e in corso Porta Nuova. Per quanto riguarda il personale di servizio, l'Azienda ha già provveduto a dotare tutti gli operatori di mascherine e guanti. Restano naturalmente valide anche tutte le altre indicazioni date dalle autorità per i comportamenti da tenere a bordo dei mezzi pubblici, in particolare quello di disporsi in modo uniforme a bordo, mantenendo le distanze tra le persone ed evitando gli assembramenti. ATV dal canto suo continua con la massima intensità nel lavoro di sanificazione degli ambienti avviato fin dall'inizio dell'epidemia, igienizzando anche più volte al giorno l'interno dei mezzi con apparecchiature professionali e l'utilizzo di prodotti germicidi a base di cloro per la pulizia di sedili, mancorrenti e maniglie. Nonostante l'utenza in questo periodo sia ridotta di oltre il 90 per cento rispetto a quella normale, il servizio viene inoltre effettuato con l'impiego il più possibile di autobus a grande capacità, così da evitare possibili affollamenti nelle ore di maggior utilizzo.

Leggi tutto    Commenti 0