Articolo
23 ott 2020

I treni dell’orario invernale sui sistemi di vendita dai primi di novembre

di mobilita

Qualcuno, non trovando ancora consultabili gli orari invernali di Trenitalia, se ne è chiesto il motivo. La risposta è semplice, perché, come ogni volta, sono in corso le necessarie interlocuzioni con RFI da parte di Trenitalia e di tutte le altre imprese ferroviarie di trasporto per definire gli slot e gli orari del nuovo orario invernale. È quanto accade di consueto, due volte l’anno, con due cambi orari, a giugno e dicembre. Quest'anno l'orario invernale entrerà in vigore domenica 13 dicembre. E dagli inizi di novembre è previsto il caricamento sui sistemi di vendita di Trenitalia dei treni in circolazione da quella data in poi. Trenitalia ha costruito l'offerta in base alle esigenze di mobilità previste nel periodo invernale che non possono essere semplicemente rimodulate sulla base delle esperienze degli anni passati, ma impongono una approfondita valutazione del mutato contesto.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
10 set 2020

VERONA | ATV: da lunedì 14 settembre 2020 entra in vigore l’orario invernale

di Fabio Nicolosi

Entrerà in vigore il prossimo lunedì 14 settembre 2020 l'ORARIO INVERNALE delle linee urbane ed extraurbane di ATV, con la progressiva attivazione dei servizi scuola Qui sotto alcuni link rapidi alle informazioni di maggior interesse: ORARI SERVIZIO URBANO VERONA dal 14 settembre 2020 (684.72 KB) ORARI SERVIZIO EXTRAURBANO e URBANO LEGNAGO dal 14 settembre 2020 (4.9 MB) ORARI LINEE EXPRESS   Orari SERVIZI SPECIALI SCUOLA Mappa della RETE URBANA di Verona Mappa della RETE SUBURBANA di Verona Mappa dell'area arrivi partenze di PORTA NUOVA (7.17 MB) Mappa dell'area partenze degli speciali scuola da Porta Nuova (493.43 KB) Sei un nuovo abbonato? Info utili Biglietti e abbonamenti, tipologie e prezzi Trova la biglietteria più vicina a te Consigli utili per evitare le code in biglietteria Le novità del servizio invernale 2020/21 Per quanto riguarda la rete urbana - su indicazione dell'Ente di Governo del Trasporto pubblico (Provincia di Verona) -  saranno ripristinate le linee ordinarie feriali, caratterizzate da frequenze analoghe a quelle effettuate negli anni scorsi nel giorno di sabato. Nelle fasce orarie di punta del mattino e mezzogiorno sia le linee ordinarie che i servizi scolastici saranno integrati dai consueti supporti e corse bis previsti per i giorni feriali, in modo da garantire in questi orari un livello di servizio analogo a quello dello scorso anno. Oltre al servizio festivo, già riattivato da fine luglio, sarà ripristinato anche il tradizionale servizio serale, compreso il notturno nei giorni di venerdì e sabato. Per il servizio AirLink Aeroporto, la frequenza sarà inizialmente di 40 minuti. Confermati tutti i prolungamenti delle linee urbane in ambito extraurbano, mentre per quanto riguarda i prolungamenti urbani sperimentali attivati l'anno scorso, vengono riproposti quello della linea 41 a Chievo nelle fasce orarie del mattino e mezzogiorno dal lunedì al sabato e quello della linea 23 nel tratto S. Lucia-Zai Agenzia delle Entrate dalle 8 alle 12, dal lunedì al venerdì. In ambito extraurbano viene riconfermato nel suo complesso il servizio dell'anno scorso, compresa la rete degli speciali scuola rivolti agli istituti e comprensori scolastici della provincia. Per il trasporto scolastico non sono quindi previste novità strutturali salvo i consueti interventi di adeguamento, circoscritti a variazioni di orario di singoli istituti o plessi scolastici. Unica eccezione per la rete extraurbana riguarda i collegamenti con il Lago di Garda, dove, a seguito della diminuita richiesta dell'utenza turistica, non saranno riproposti i prolungamenti autunnali del servizio delle linee 185-483, il rinforzo festivo sulla linea 162 e quello giornaliero sulla 484.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
17 dic 2019

Parte da oggi il nuovo orario invernale targato Italo

di mobilita

Parte da oggi il nuovo orario invernale targato Italo. Al via dunque una nuova stagione ricca di novità per tutti i viaggiatori. Crescono i servizi giornalieri, grazie all’introduzione di 18 nuovi collegamenti, per un totale di 116 viaggi al giorno entro i primi mesi del 2020, rispetto ai precedenti 98. Significativo è l’investimento di Italo lungo la direttrice Roma – Milano con 10 nuovi servizi No Stop, portando il totale di questi collegamenti diretti a 32 (ossia uno ogni 30 minuti nelle ore di punta), con un’offerta cresciuta di più del 50% rispetto al 2018. I nuovi servizi introdotti riguardano tutto l’arco della giornata, partendo da Roma infatti fra le novità spiccano i treni delle 6:30, 14:05 e 20:05 mentre per chi parte da Milano fra le news le partenze alle 6:45, 14:15 e 18:45. Inclusi questi No Stop, Roma e Milano da oggi sono servite fra loro da 64 collegamenti al giorno. Fra le altre novità c’è la grande crescita del Veneto con 4 nuovi collegamenti Milano-Venezia, 2 nuovi servizi Roma-Venezia e 2 nuovi Roma-Verona; l’importanza strategica di Bologna che arriva a 49 servizi al giorno con Milano e 81 con Roma; e lo sviluppo dei collegamenti per il Meridione con 6 nuovi No Stop Milano – Napoli (per un totale di 44 viaggi quotidiani fra le due città), 10 nuovi viaggi Torino – Napoli (per un totale di 23 servizi giornalieri) e raddoppio della Torino – Salerno (da 4 a 8 al giorno). Le novità però non riguardano solo le frequenze ma anche quanto offerto a bordo treno: Italo da oggi inaugura il servizio di colazione sui treni No Stop Roma-Milano in ambiente Prima[1]. Oltre ai viaggiatori della Club Executive, ora anche chi viaggia in Prima riceverà gratuitamente e direttamente al posto la colazione di Italo ossia cornetto fresco e caffè espresso per iniziare al meglio la propria giornata. Un servizio No Stop dunque sempre più ricco, con prodotti ad hoc. Viaggiare a bordo di Italo è anche sinonimo di intrattenimento grazie ai contenuti offerti dal portale di bordo Italo Live. Collegandosi al portale, anche tramite il Wi-Fi gratuito in tutti gli ambienti del treno, con un semplice click, i viaggiatori possono trascorrere il loro tempo in treno scegliendo fra numerose proposte quali film, e-book, quotidiani digitali, previsioni meteo e tanto altro.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
12 dic 2019

REGIONE PUGLIA | Le novità del nuovo orario invernale da domenica 15 dicembre

di mobilita

Due nuovi collegamenti veloci nel weekend uniranno in cinque ore la Capitale con il Salento. Si parte il venerdì pomeriggio da Roma Termini alle 16.05 con un’unica fermata intermedia a Bari Centrale alle 19.42 e arrivo a Lecce alle 21.05. Il sabato mattina, partenza da Lecce alle 7.30, con fermata a Bari Centrale alle 8.53 e arrivo a Roma Termini alle 12.25. Anche Milano diventa più vicina. Con i nuovi Frecciargento in servizio sulla linea Adriatica, le distanze tra la Puglia e il capoluogo lombardo si accorciano fino a mezz’ora grazie al vantaggio di poter viaggiare sulla linea Alta Velocità Bologna-Milano. Entro il primo semestre del 2020 tutti i treni Frecciabianca in circolazione sulla linea Adriatica verranno sostituiti dai nuovi Frecciargento. Confermati dal prossimo 15 dicembre tutti i collegamenti Frecce, Intercity e Intercity Notte da e per la Puglia. Partenza anticipata alle 10.06 per il Frecciabianca 8824 Lecce – Milano (a. 18.55) e per il Frecciabianca 8820 Taranto-Milano (p. 9.16 - a. 17.55). Non solo treni a lunga percorrenza. Trenitalia offre ogni giorno oltre 200 treni regionali che garantiscono collegamenti capillari su tutto il territorio pugliese con partenze ogni mezz’ora, nelle ore di punta, e ogni ora, nelle fasce intermedie, tra Foggia e Lecce. Sono 40 i treni regionali sulla linea Lecce - Bari e 38 quelli sulla linea Bari – Foggia: 1 ora e 23 minuti il tempo di percorrenza tra Bari e Foggia, 1 ora e 41 minuti quello tra Bari e Lecce, con interscambi per raggiungere le località dell’area metropolitana di Bari. Partenze ogni mezz’ora anche tra Barletta - Fasano sui treni suburbani. Da lunedì prossimo 16 dicembre, i treni regionali in circolazione sulla linea Bari - Taranto serviranno anche le nuove fermate di Modugno e Villaggio del Lavoratore. Il treno regionale in Puglia è il mezzo più comodo e veloce per raggiungere, sulle brevi distanze, grandi città e piccoli centri. Durante il weekend è possibile raggiungere le principali destinazioni turistiche della regione, come Polignano a Mare, Monopoli, Trani o Giovinazzo godendosi il panorama senza doversi mettere alla guida e cercare parcheggio. pag. 2 Dal mese scorso, inoltre, su tutti i canali di vendita Trenitalia è possibile acquistare un biglietto unico per il treno e per il servizio urbano di Molfetta, cliccando "Molfetta Città".

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
10 dic 2019

FIRENZE | Con il nuovo orario invernale ci sarà un nuovo Frecciarossa per Roma

di mobilita

Frecciarossa al mattino presto da Firenze a Roma, nel fine settimana in montagna a Bardonecchia e Oulx. 16 Frecce da Verona, Bolzano, Trento, Brescia, Bergamo e Vicenza arrivano nel cuore di Firenze. Si amplia così il network delle Frecce a Firenze, sempre più al servizio delle persone che scelgono Trenitalia per turismo, lavoro e studio. Da domenica 15 dicembre 2019 l’offerta di Trenitalia sarà ancora più personalizzata, dinamica, attenta a soddisfare tutte le esigenze delle persone in viaggio. Un nuovo Frecciarossa al mattino da Firenze per Roma Partirà alle 7.05 dalla stazione di Firenze Santa Maria Novella il nuovo Frecciarossa diretto a Roma Termini (arrivo 8.35). Questo ulteriore collegamento permetterà in un ora e mezzo di raggiungere la Capitale dalla Città del Giglio. Un servizio pensato anche per coloro che devono arrivare a Roma per lavoro entro le 9 del mattino. Il Frecciarossa arriva Bardonecchia e Oulx, in montagna nel week end da Firenze Due nuovi collegamenti Frecciarossa, da Napoli, Roma, Firenze, Bologna, Reggio Emilia AV, Milano e Torino con Oulx e Bardonecchia grazie alle nuove fermate, il sabato e la domenica, dal 15 dicembre al 29 marzo. In dettaglio il Frecciarossa 9348: parte da Napoli Centrale alle 6.00 con fermata intermedia a Firenze Santa Maria Novella (a. 9.01 – p. 9.10), Oulx (a. 13.12 – p. 13.14) e arrivo a Bardonecchia alle 13.25. Il Frecciarossa 9349 parte da Bardonecchia alle 14.40 con fermate intermedie a Oulx (a. 14.49 – p. 14.51), ed arrivo a Firenze Santa Maria Novella (a. 18.50 – p. 18.59). 16 Frecce nel cuore di Firenze da Verona, Bolzano, Trento, Brescia, Bergamo e Vicenza Nuova fermata a Firenze Santa Maria Novella per 16 Frecce AV che collegano Roma a Verona, estendendo il loro percorso anche a Brescia, Bergamo, Trento, Bolzano, Vicenza. Da tutte pag. 2 queste città è quindi possibile raggiungere direttamente il centro di Firenze. Da Verona è infatti possibile raggiungere Firenze Santa Maria Novella in un’ora e 32 minuti. Le Frecceconnettono Fiumicino Aeroporto a Firenze Il nuovo orario 2020 di Trenitalia è fortemente incentrato anche sulle connessioni fra le porte di accesso del Paese: stazioni, aeroporti e porti. Quattro le corse giornaliere Frecciarossa e Frecciargento che connettono l’aeroporto internazionale Leonardo da Vinci di Fiumicino con Firenze e Bologna, proseguendo verso Venezia (tre treni) o Milano e Torino (un treno). Da Firenze Santa Maria Novella a Fiumicino Aeroporto in due ore e 19 minuti. Due collegamenti Frecciargento uniscono il Ponente ligure (Genova e La Spezia) e la Toscana (Pisa e Firenze) a Fiumicino Aeroporto e viceversa. Tra Pisa Centrale e Fiumicino Aeroporto in due ore e 49 minuti e tra Firenze Campo di Marte e Fiumicino Aeroporto in solo un’ora e 56 minuti. Nelle città d’arte in FRECCIALink Con FRECCIAlink è possibile raggiungere giornalmente anche alcune tra le più belle città d’arte italiane come Siena (due corse al giorno), Perugia (quattro corse al giorno), Assisi (quattro corse al giorno) e Matera (quattro corse al giorno con fermata anche a Potenza). Il Gruppo FS Italiane è costantemente impegnato nella promozione della sostenibilità ambientale incentivando le persone a scegliere modalità di trasporto green e promuovendo una cultura attenta alle esigenze del pianeta. In quest’ottica si inserisce il progetto di riduzione della plastica a bordo delle Frecce di Trenitalia dove i viaggiatori troveranno bottiglie in vetro, bicchieri di carta e palette in legno per il caffè. Fondamentale anche lo sviluppo di collegamenti regionali per mettere in connessione le porte di accesso al Paese: stazioni, aeroporti e porti. A ciò si aggiunge nel solo 2019 l’attivazione di 24 progetti a favore dell’intermodalità, ulteriori 40 sono previsti nel prossimo anno. Continua, infine, anche l’attenzione per gli spostamenti per svago e turismo sui treni regionali con i Travel Book, la collana Itinerari di pAssaggio e una guida per le gite scolastiche. Novità in arrivo anche per chi ama viaggiare in completa tranquillità sulle Frecce: l’area Silenzio non solo nel livello Business ma anche in Standard, con i suoi 13mila posti al giorno, si presenta rinnovata negli spazi e nell’offerta. Servizi che si aggiungono al Portale Frecce, che con una nuova veste grafica, più semplice e intuitiva, garantisce maggiori contenuti per oltre 200 ore di intrattenimento gratuito. Da gennaio 2020, sarà possibile anche prenotare attraverso il Portale Frecce prodotti del Bar/Bistrò e riceverli comodamente al proprio posto mentre da dicembre partirà, in via sperimentale, sul Frecciarossa fra Roma e Milano un servizio per contenuti in realtà virtuale tramite visori. Anche internet viaggia ad alta velocità grazie al Wi-Fi Fast, un innovativo sistema multioperatore per una navigazione veloce e stabile, presente su oltre il 70% dei treni Frecciarossa 1000 e sul 100% dei Frecciargento 700. La tecnologia permette di aggregare la capacità di banda di più operatori telefonici 3G e 4G, consentendo ai passeggeri di navigare a una velocità maggiore e in maniera più stabile e continuativa.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
10 dic 2019

Trenitalia, nel nuovo orario invernale salgono a 300 le fermate Frecce nell’area metropolitana di Milano

di mobilita

Maggiore copertura dell’area metropolitana di Milano in tutte le ore della giornata, favorendo più capillarità di collegamenti, grazie alle 128 fermate Frecciarossa in più: 43 nuove fermate a Milano Rogoredo, 30 a Rho-Fiera Milano e 12 a Milano Porta Garibaldi che portano ad oltre 300 le fermate complessive nel nodo di Milano. Confermate le 104 corse Frecciarossa che uniscono Roma e Milano. Un’offerta dalle 5 del mattino alla mezzanotte, orari in cui sono previsti gli ultimi arrivi nelle due più grandi metropoli del Paese. Di questi sono 57 i Frecciarossa che uniscono Colosseo e Madonnina in circa tre ore con unica fermata a Rogoredo o a Bologna Centrale. A questi viene aggiunto un Frecciarossa con fermata anche a Reggio Emilia AV. Gli altri 46 Frecciarossa, che completano l’offerta sulla rotta Roma – Milano, offrono un servizio su misura per ogni esigenza di spostamento collegando anche le altre città del Sistema AV/AC: Torino, Bologna, Reggio Emilia AV, Firenze, Napoli e Salerno. Aumenta la scelta per viaggiare fra Milano e Venezia. Sono 48 i Frecciarossa che collegano le due città compresi i due nuovi collegamenti da Milano Centrale la nuova corsa Frecciarossa 9719 è prevista alle 10.15 con fermate intermedie a Brescia (a. 10.51 – p. 10.53), Peschiera del Garda (a. 11.12 – p. 11.14), Verona Porta Nuova (a. 11.28 – p. 11.30), Vicenza (a. 11.55 – p. 11.57), Padova (a. 12.14 – p. 12.16), Venezia Mestre (a. 12.30 – p. 12.32) e arrivo a Venezia Santa Lucia alle 12.42. Da Venezia Santa Lucia la partenza del nuovo Frecciarossa 9736 è prevista alle 13:48 con fermate intermedie a Venezia Mestre (a. 13.58 – p. 14.00), Padova (a. 14.14 – p. 14.16), Vicenza (a. 14.32 – p. 14.34), Verona Porta Nuova (a. 15.00 – p. 15.02), Desenzano del Garda-Sirmione (a. 15.21 – p. 15.23), Brescia (a. 15.37 – p. 15.39) e arrivo a Milano Centrale alle 16.15. Confermati anche i due collegamenti Frecciarossa sulla rotta Genova – Milano – Venezia. La coppia di treni di andata e ritorno collega il Capoluogo ligure alla città lagunare fermando a Milano, Brescia, Verona, Vicenza e Padova. Tra le novità dell’orario invernale di Trenitalia, progressivamente a partire da dicembre 2019 e gennaio 2020, i collegamenti Frecciarossa post-cena da Torino a Milano nei fine settimana e Milano – Bologna il mercoledì e giovedì. (Il Frecciarossa 9671 partirà nelle giornate di venerdì, sabato e domenica da Torino Porta Nuova alle 23.00 in direzione Milano Centrale con arrivo alle 00.02 e fermata intermedie a Torino Porta Susa (p. 23.10) e Rho-Fiera Milano (a. pag. 2 23.49 – p. 23.51). In direzione opposta il 9668, provenendo da Napoli Centrale (p. 18.30), partirà da Milano Centrale alle 23.05 verso Torino Porta Nuova (a. 0.12) fermando anche a Rho Fiera (a. 23.15 – p. 23.17) e Torino Porta Susa (a. 00.01). Nelle giornate di mercoledì e giovedì, invece, il Frecciarossa 9673 partirà da Milano Centrale alle 22.40, fermando a Milano Rogoredo (p. 22.50) e Reggio Emilia AV (a. 23.27 – p. 23.29) per arrivare a Bologna Centrale alle 23.54). Inoltre, nell’ambito delle azioni per lo sviluppo del turismo, nel fine settimana saranno attivi collegamenti per Oulx e Bardonecchia da Milano per soddisfare la domanda di viaggiatori amanti della montagna. In dettaglio il Frecciarossa 9348: parte da Milano Rogoredo (a. 10.55 – p. 10.57), Milano Porta Garibaldi (a. 11.12 – p. 11.15), Rho Fiera Milano (a. 11.27 – p. 11.29), Torino Porta Susa (a. 12.08 – p. 12.10), Oulx (a. 13.12 – p. 13.14) e arrivo a Bardonecchia alle 13.25. Il Frecciarossa 9349 parte da Bardonecchia alle 14.40 con fermate intermedie a Oulx (a. 14.49 – p. 14.51), Torino Porta Susa (a. 15.48 – p. 15.50), Rho Fiera Milano (a. 16.31 – p. 16.33), Milano Porta Garibaldi (a. 16.45 – p. 16.48), Milano Rogoredo (a. 17.02 – p. 17.04). Nuovo collegamento diretto fra Milano e Bolzano con fermate a Trento, Rovereto, Verona, Peschiera Del Garda e Brescia. I nuovi collegamenti nel dettaglio prevedono: partenza del Frecciarossa 9721/9720 da Bolzano alle 8.45 con fermate intermedie a Trento (a. 9.17 – p. 9.19), Rovereto (a. 9.32 – p. 9.34), Verona Porta Nuova (a. 10.20 – p. 10.32), Peschiera del Garda (10.46 – 10.48), Brescia (a. 11.07 – p. 11.09) e arrivo a Milano Centrale alle 11.45. Il Frecciarossa 9741/9746 parte da Milano Centrale alle 15.45 con fermate intermedie a Brescia (a. 16:21 – p. 16:23), Peschiera del Garda (a. 16.42 – p. 16.44), Verona Porta Nuova (a. 16.58 – p. 17.20), Rovereto (a. 18.01 – p. 18:03), Trento (a. 18.15 – p. 18.17) e arrivo a Bolzano 18.48.

Leggi tutto    Commenti 1
Articolo
10 dic 2019

Nuovo orario Trenitalia: al via dal 15 dicembre

di mobilita

È stato presentato oggi a Milano Centrale il nuovo orario Trenitalia 2019-2020. La nuova offerta commerciale, in vigore dal 15 dicembre, punta tutto su capillarità, nuovi treni regionali, servizi digitali e offerte che rispondono alle reali esigenze delle persone favorendone la mobilità. Maggiore copertura delle aree metropolitane, con 162 nuove fermate Frecce negli hub di Milano, Roma, Napoli e nell’area Mediopadana. Riduzione plastica a bordo delle Frecce e nei Freccia Lounge e l’area Silenzio estesa anche al livello Standard. Proseguono le consegne dei nuovi treni regionali insieme al potenziamento dei servizi sui collegamenti InterCity. Da domenica 15 dicembre 2019 l’offerta di Trenitalia sarà ancora più personalizzata, dinamica, attenta a soddisfare tutte le esigenze delle persone in viaggio. Le novità, i servizi e i collegamenti previsti nell’orario invernale di Trenitalia 2019-2020 sono stati illustrati oggi a Milano dall’ Amministratore Delegato e Direttore Generale di FS Italiane, Gianfranco Battisti, da Presidente e Amministratore Delegato di Trenitalia, Tiziano Onesti e Orazio Iacono, insieme a Paolo Attanasio e Sabrina De Filippis, rispettivamente Direttore Divisione Passeggeri Long Haul e Regionale. Settemila treni al giorno, uno in partenza ogni 12 secondi. Questa l’offerta di Trenitalia con 6.500 corse regionali, 297 Frecce (Frecciarossa, Frecciargento, Frecciabianca), 108 InterCity Giorno e Notte e fino a 20 FrecciaLink che rispondono alle esigenze di chi sceglie il treno per lavoro, studio, svago e turismo. A questi si aggiungono 32 EuroCity e otto Euronight, che uniscono l’Italia all’Europa. Il Gruppo FS Italiane è costantemente impegnato nella promozione della sostenibilità ambientale incentivando le persone a scegliere modalità di trasporto green e promuovendo una cultura attenta alle esigenze del pianeta. In quest’ottica si inserisce il progetto di riduzione della plastica a bordo delle Frecce di Trenitalia dove i viaggiatori troveranno bottiglie in vetro, bicchieri di carta e palette in legno per il caffè. Continua con il nuovo orario invernale 2019-2020 la consegna dei nuovi treni regionali Rock e Pop. Dopo gli oltre 70 convogli consegnati in Emilia-Romagna, Veneto, Liguria, Sicilia e Marche, anche i pendolari delle altre Regioni avranno a disposizione i treni di nuova generazione, grazie alla consegna di ulteriori 132 nuovi treni, parte dei 600 previsti. Nel 2020 sarà anche introdotta la possibilità di acquistare i biglietti regionali con modalità contact less attraverso gli appositi validatori presenti in stazione Fondamentale anche lo sviluppo di collegamenti regionali per mettere in connessione le porte di accesso al Paese: stazioni, aeroporti e porti. A ciò si aggiunge nel solo 2019 l’attivazione di 24 progetti a favore dell’intermodalità, ulteriori 40 sono previsti nel prossimo anno. Continua, infine, anche l’attenzione per gli spostamenti per svago e turismo sui treni regionali con i Travel Book, la collana Itinerari di pAssaggio e una guida per le gite scolastiche. Novità in arrivo anche per chi ama viaggiare in completa tranquillità sulle Frecce: l’area Silenzio non solo nel livello Business ma anche in Standard, con i suoi 13mila posti al giorno, si presenta rinnovata negli spazi e nell’offerta. Servizi che si aggiungono al Portale Frecce, che con una nuova veste grafica, più semplice e intuitiva, garantisce maggiori contenuti per oltre 200 ore di intrattenimento gratuito. Da gennaio 2020, sarà possibile anche prenotare attraverso il Portale Frecce prodotti del Bar/Bistrò e riceverli comodamente al proprio posto mentre da dicembre partirà, in via sperimentale, sul Frecciarossa fra Roma e Milano un servizio per contenuti in realtà virtuale tramite visori. Anche internet viaggia ad alta velocità grazie al Wi-Fi Fast, un innovativo sistema multioperatore per una navigazione veloce e stabile, presente su oltre il 70% dei treni Frecciarossa 1000 e sul 100% dei Frecciargento 700. La tecnologia permette di aggregare la capacità di banda di più operatori telefonici 3G e 4G, consentendo ai passeggeri di navigare a una velocità maggiore e in maniera più stabile e continuativa. Aumenta l’offerta Frecce nelle aree metropolitane con oltre 300 fermate al giorno nelle stazioni di Milano (+85) e di Roma (+26), 150 in quelle di Napoli (+33) e 76 a Reggio Emilia (+18), così da liberare le città dai mezzi privati e permettere facili interconnessioni con le altre modalità di trasporto urbano e metropolitano. A disposizione dei viaggiatori anche dieci nuovi collegamenti veloci fra Venezia, Padova, Bologna e Roma e una migliore copertura fra Milano e Venezia collegate ogni giorno da 48 Frecce. Confermate le 104 corse Frecciarossa che uniscono Roma e Milano e la nuova corsa fra Bolzano e Milano con fermate anche a Trento e Verona. Nuove fermate anche a Ferrara (+16) e a Rovigo (+4) da e per Roma, Firenze e Venezia. Tra le novità dell’orario invernale di Trenitalia anche i collegamenti Frecciarossa di tarda serata: da Torino a Milano e viceversa nei fine settimana e da Milano a Bologna il mercoledì e giovedì. Da gennaio, inoltre, nuova partenza del week end per i rientri serali da Napoli a Roma. Inoltre, nell’ambito delle azioni per lo sviluppo del turismo, nel fine settimana saranno attivi collegamenti per Oulx e Bardonecchia da Napoli, Roma, Firenze, Bologna e Milano per soddisfare la domanda di viaggiatori amanti della montagna. Continua inoltre il rinnovo della flotta Intercity Giorno con l’introduzione di nuovi servizi: area snack e distributori automatici, rastrelliere per le biciclette (6 posti) e spazio passeggino dedicato. Con il nuovo orario, proseguirà il processo di restyling con locomotori che andranno a sostituire quelli precedenti e la modernizzazione delle carrozze cuccetta e vagone letto per aumentare il comfort di viaggio e l’affidabilità del servizio.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
05 dic 2019

Tutte le novità del nuovo orario invernale illustrate dall’AD Gentile alla IX Commissione Trasporti

di Roberto Lentini

La IX Commissione Trasporti ha svolto l'audizione informale dell'Amministratore delegato di Rete Ferroviaria Italiana (RFI) Spa, ingegner Maurizio Gentile, sui criteri e gli indirizzi per la formazione dell'orario ferroviario. Tra Torino e Milano ci saranno 78 treni andata e ritorno quindi 6 in più rispetto allo scorso anno ma  è cambiata l'offerta, non si fermeranno più a Milano Centrale ma a Porta Garibaldi. Gentile ha evidenziato la saturazione, in determinati orari della giornata, della Stazione Centrale di Milano e della scelta di utilizzare la stazione di Porta Garibaldi proprio per non penalizzare il trasporto regionale. A questa proposta Trenitalia ha confermato un'offerta di otto treni Torino-Venezia con fermata Porta Garibaldi. Italo invece effettuerà le corse da Venezia a Milano quindi senza prolungamento su Torino che disporrà comunque di collegamenti di treni passanti su Roma-Napoli che si fermeranno a Milano Centrale. I collegamenti tra Milano Centrale e Verona verranno garantiti da 70 treni, quindi più 6 rispetto allo scorso anno, mentre tra Verona e Venezia ci saranno 66 treni più due treni rispetto allo scorso anno Da Bolzano a Verona ci saranno i treni di Frecciargento e saranno 18 quindi più 4 rispetto allo scorso anno,  tra Verona e Bologna 28 quindi più 2 rispetto allo scorso anno, tra Milano Centrale e Bologna i treni saranno 172 quindi più 10 rispetto allo scorso anno, tra Bologna a Roma 262 treni al giorno  con più 14 treni, tra Roma e Napoli 162, quindi 28 treni in più rispetto allo scorso anno Il collegamento più richiesto è  il Milano-Roma seguito dal Roma-Napoli. Ci sarà anche un incremento delle stazioni servite dall'alta velocità: Venezia Santa Lucia, ad esempio, vedrà un servizio di 120 treni alta velocità al giorno, 15 treni in più rispetto allo scorso anno; Torino Porta Nuova ci saranno 78 treni AV, 6 in più rispetto allo scorso anno; Milano Centrale avrà 235 treni al giorno, più 17 treni rispetto allo scorso anno; Bologna avrà 216 treni al giorno, più 15 treni rispetto allo scorso anno; Firenze Santa Maria Novella 166 treni, più 14 rispetto allo scorso anno; Roma Termini 282 treni,  più 14 rispetto allo scorso anno; Napoli 155 treni, più 26 rispetto allo scorso anno. A questi si sommano anche le cosiddette stazioni minori: Rho-fiera vedrà la fermata di 42 treni al giorno, una novità visto che è la prima volta che si fermano treni dell'AV; Milano Rogoredo 130, più 34 rispetto allo scorso anno; Reggio Reggio Emilia AV 86 treni più 17 rispetto allo scorso anno; Napoli Afragola 75 treni con 23 treni in più rispetto allo scorso anno. Gentile ha poi evidenziato la necessità di importanti lavori di manutenzione sulla rete AV che comporteranno rallentamenti sui tempi. Proprio per dare un'offerta il più trasparente possibile questi rallentamenti sono stati caricati direttamente nell'orario. Questo significa che già dal 2020 i treni Fast Roma Milano, sono circa 94 treni al giorno, passeranno da 3 ore a 3 ore 10, il Roma Milano con fermate, da tre ore 30 a 3 ore 40, il Roma Venezia con 5 fermate e 65 treni, il tempo di percorrenza passa da tre ore 45 a 4 ore,  i Fast Roma Venezia, una novità del nuovo orario,  impiegheranno 3 ore e 38 minuti e il Roma Verona da due ore e 52 a 3 ore e 18 minuti. Ci sarà poi un'offerta nuova sulla linea Adriatica con nuovi treni che percorreranno anche tratti di alta velocità tra Milano e Bologna. Ci saranno treni Fast con poche fermate a Bologna, Rimini, Ancona, Pescara, Bari e poi invece con le Freccerosse con con più fermate che prevedono Parma, Reggio Emilia, Modena, Forlì, Riccione, Civitanova, Termoli, Foggia, Barletta oltre alle stazioni Bologna, Rimini, Ancona, Pescara, Bari        

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
26 nov 2019

Trenitalia: al via dal 15 dicembre l’orario invernale 2019-2020

di mobilita

Manca poco al via dell’orario invernale di Trenitalia. E circa il 98% della futura offerta delle Frecce (Frecciarossa, Frecciargento e Frecciabianca) - e il 97% dell’intera offerta lunga percorrenza - è disponibile su tutti i canali di vendita. Questo consente di consultarne gli orari, acquistare i biglietti per le partenze dopo il 15 dicembre: quando entrerà in vigore il nuovo orario, e iniziare a organizzare i viaggi natalizi approfittando delle offerte presenti. Occorre evidenziare che l’assenza dai sistemi informatici dal 15 dicembre di Frecce, altre corse ferroviarie e fermate, che sono presenti nell’attuale orario, non equivale a una loro cancellazione, come alcuni giornali e media locali erroneamente denunciano. I treni e le fermate mancanti saranno infatti inseriti nei canali commerciali di Trenitalia progressivamente non appena terminata la definizione delle loro tracce orarie con RFI, gestore dell’infrastruttura. Si tratta di una complessa operazione di definizione degli orari di sosta, partenza, arrivo e transito di oltre 8mila corse internazionali, nazionali, regionali e cargo nelle stazioni, nelle fermate e lungo l’intera rete ferroviaria italiana. Nell’occasione si stanno anche introducendo alcune modifiche di orario finalizzate a migliorare puntualità e regolarità dei servizi, il che rende l’intera operazione ancora più delicata e importante

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
17 ott 2019

Trenitalia: al via dal 15 dicembre l’orario invernale 2019-2020

di mobilita

Manca poco meno di due mesi al via dell’orario invernale di Trenitalia e circa il 73% della futura offerta delle Frecce (Frecciarossa, Frecciargento e Frecciabianca), pari a 210 corse, è disponibile su tutti i canali di vendita.  Questo consente di consultarne gli orari, acquistare i biglietti per le partenze dopo il 15 dicembre, quando entra in vigore il nuovo orario, e iniziare a organizzare i viaggi natalizi approfittando delle offerte presenti. Occorre evidenziare che l’assenza dai sistemi informatici dal 15 dicembre di Frecce e altre corse ferroviarie che sono presenti nell’attuale orario non equivale a una loro cancellazione, come alcuni giornali e media locali erroneamente denunciano. I treni mancanti saranno infatti inseriti nei canali commerciali di Trenitalia progressivamente non appena terminata la definizione delle loro tracce orarie con RFI, gestore dell’infrastruttura. Si tratta di una complessa operazione di definizione degli orari di sosta, partenza, arrivo e transito di oltre 8mila corse internazionali, nazionali, regionali e cargo nelle stazioni, nelle fermate e lungo l’intera rete ferroviaria italiana. Nell’occasione si stanno anche introducendo alcune modifiche di orario finalizzate a migliorare puntualità e regolarità dei servizi, il che rende l’intera operazione ancora più delicata e importante.

Leggi tutto    Commenti 0