Articolo
20 set 2017

BOLZANO, fino a 4mila euro di incentivi per l’acquisto di auto elettriche

di mobilita

La Giunta provinciale ha approvato i criteri per la concessione di contributi a soggetti privati e pubblici per l'acquisto di auto elettriche. Il prossimo passo, per fare in modo che il provvedimento entri concretamente in vigore, è rappresentato dalla firma della convenzione con i concessionari. "Dopo le imprese - commenta il presidente Arno Kompatscher - anche i privati cittadini potranno ottenere sino a 4mila euro di incentivi per l'acquisto anche mediante contratto di leasing di veicoli elettrici, inclusi i cosiddetti ibridi plugin, e di stazioni di ricarica. In questo modo agevoliamo delle scelte che puntano a sostenere la mobilità sostenibile in un'ottica di minore inquinamento e migliore qualità di vita". Per poter accedere ai contributi il richiedente deve essere residente in Alto Adige e il veicolo deve essere immatricolato in Provincia di Bolzano. Prevista anche un'esenzione quinquennale del bollo auto, mentre successivamente si pagherà solo il 22,5% della tassa automobilistica ordinaria. "La nostra idea - aggiunge l'assessore Florian Mussner - è quella di far convivere diverse forme di mobilità sostenibile: oltre al trasporto pubblico, in maniera particolare quello su rotaia, è dunque prioritario sostenere la diffusione delle auto elettriche". Anche perchè il contributo, sottoforma di abbattimento delle emissioni inquinanti, può essere di notevoli dimensioni. "Ci siamo posti l'obiettivo - precisa l'assessore Richard Theiner - di ridurre gradualmente le emissioni di biossido di azoto, che dovranno scendere sotto le 4 tonnellate l'anno entro il 2020 sino a raggiungere le 1,5 tonnellate entro il 2050: dato che il traffico ha un peso determinante da questo punto di vista, la diffusione delle auto elettriche può aiutarci a raggiungere più in fretta questo ambizioso risultato". Il sistema di incentivi che ora riguarda i privati aveva già fatto riscontrare un buon successo fra le imprese con ben 131 domande presentate fra l'inizio di luglio e la fine di agosto, ma l'iter burocratico per i cittadini "comuni" sarà ancora più semplice: "Non sarà necessario alcun modulo - precisa Mussner - chi acquisterà un'auto elettrica riceverà semplicemente una specie di sconto da parte del rivenditore, il quale poi verrà rimborsato dall'amministrazione provinciale". L'incentivo, come detto, potrà raggiungere un massimo di 4mila euro per le auto elettriche e 2mila euro per le ibride, equamente suddiviso fra contributo provinciale e riduzione di prezzo applicata dal concessionario. Possono accedere al sistema di agevolazioni coloro che hanno acquistato veicoli elettrici a partire dal mese di maggio, ma in questo caso è necessario presentare apposita richieste presso il rivenditore. A proposito di rivenditori, nelle prossime settimane la Ripartizione mobilità provvederà, sulla base dei criteri approvati oggi dalla Giunta provinciale, a stipulare le convenzioni con i singoli concessionari, la cui lista aggiornata sarà pubblicata sul sito web www.greenmobility.bz.it.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
19 set 2017

ALTO ADIGE: oltre 3 milioni di investimenti della STA

di mobilita

Ammonta a 3,2 milioni di euro il programma di investimenti della STA (Strutture trasporto Alto Adige) per il 2017. Oggi (19 settembre) la Giunta provinciale ha dato il proprio via libera approvando lo stanziamento per l'anno in corso, e mettendo dunque la STA nelle condizioni di poter adempiere il suo compito, che è anche quello di progettare, realizzare e gestire impianti e infrastrutture per il trasporto pubblico e privato per conto della Provincia di Bolzano. "Il lavoro della STA - sottolinea l'assessore provinciale Florian Mussner - è fondamentale, in quanto consente di migliorare qualitativamente l'offerta del trasporto pubblico locale in Alto Adige: il nostro obiettivo resta quello di avere una mobilità sempre più sostenibile, capace di garantire il massimo della sicurezza, la tutela dell'ambiente e una migliore qualità di vita". Raddoppio della linea Merano-Bolzano Per quanto riguarda il programma degli investimenti per il 2017, la parte del leone la fanno gli interventi lungo la linea ferroviaria Merano-Bolzano: ammonta a 1,12 milioni, infatti, l'investimento previsto per avviare il raddoppio della linea, con l'obiettivo di estendere l'offerta di treni, migliorare il collegamento su rotaia tra i due centri principali dell’Alto Adige e abbattere il muro dei 30 minuti nel tempo di percorrenza. Una quota dei costi riguarda l'elaborazione del modello operativo, in maniera particolare la scelta del tracciato considerato più adeguato. Costerà poco più di un milione di euro, invece, la progettazione e la realizzazione del parcheggio intermodale presso l'areale ferroviario nei pressi della stazione di Ponte Adige: ne trarranno beneficio soprattutto i pendolari dell’Oltradige, i quali potranno sfruttarlo come punto di coincidenza con il treno sia per chi arriva in bus, sia per chi arriva in auto. L'area, dove attualmente sorge una rimessa per camper, verrà ampliata, asfaltata e illuminata, sarà installata una fermata degli autobus e saranno previsti anche interventi di miglioramento alla viabilità stradale, in particolare all'attuale rotatoria. Sempre nell'ambito della linea Merano-Bolzano, inoltre, via alla progettazione (costo 200mila euro) di una nuova rimessa all'interno della quale effettuare i lavori di manutenzione e revisione dei convogli utilizzati da SAD e Trenitalia. La zona individuata è a Bolzano Sud, dove la Provincia possiede un'area per manovre non più utilizzata. Linea della Venosta, impianti a fune Ammontano a 1,17 milioni di euro, invece, gli investimenti previsti lungo la linea ferroviaria della Val Venosta nell’ambito dell’elettrificazione: i progetti principali riguardano le nuove barriere paramassi, il consolidamento e prolungamento della banchina alla stazione di Ciardes e la realizzazione di un sottopasso alla stazione di Lagundo che sostituisce l’attuale passaggio a livello. Il programma prevede investimenti anche per il trasporto a fune, per il quale sono stati stanziati circa 480mila euro. Una parte verrà utilizzata per la progettazione del nuovo impianto della funivia che collega Bolzano con San Genesio, mentre il resto verrà investito nella funicolare della Mendola. L'edificio della stazione a valle di S.Antonio, infatti, risale al 1903, e deve essere risanato e ammodernato sino a rispettare i criteri CasaClima C. Il progetto prevede anche il coinvolgimento dei privati nell'ambito di un PPP (public private partnership). Ammonta a poco più di 265mila euro, infine, lo stanziamento previsto per il Safety Park di Vadena, dove verrà realizzata un'area dedicata alle prove di esame dei motocicli.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
19 set 2017

FIRENZE | Mobike: oltre 29 mila utenti in un solo mese

di Fabio Nicolosi

La soddisfazione è enorme come il successo raggiunto in appena un mese da Evlonest, la società che ha portato Mobike a Firenze. «In soli 40 giorni - ha dichiarato un raggiante Alessandro Felici, ad di Evlonest, all'edizione locale del quotidiano "La Repubblica" - gli utilizzatori sono stati 29 mila". Ci eravamo posti come obiettivo economico di far girare le bici cinque volte al giorno, - continuato Felici - siamo già oltre sei, a 6,25: pensavamo di arrivarci dopo un anno». Per far fronte alla richiesta entro la metà di settembre arriveranno altre mille biciclette, ed entro la metà di ottobre si arriverà a 4.000. Intanto la Regione - scrive il quotidiano - ha stanziato oltre 8 milioni per le piste ciclabili. Serviranno, tra l'altro, a completare fino al 90% la Ciclopista dell'Arno, il più importante asse di attraversamento in bici della Toscana: 404 chilometri dal Casentino a Marina di Pisa, sfiorando 40 stazioni, ferroviarie, vari terminal bus e l'incrocio con altri percorsi ciclabili. Dunque, la Toscana pigia sull'acceleratore della mobilità ecologica: "La Regione, spiega l'assessore alla mobilità, Ceccarelli, al quotidiano - vuole incentivare tutti i mezzi alternativi, tra cui la bicicletta è il più sano e pulito». E mette sulla mobilità ciclabile 8.437.500 euro di fondi europei Por Creo, per sei progetti, di cui cinque per la pista dell'Arno cui vengono dati 7.187.500 euro per ricucire con nuovi tratti i percorsi già realizzati con altri 23 milioni. Saranno finanziati inoltre i progetti di San Miniato, Empoli, Cascina, Pisa e la provincia di Arezzo. Mentre per la pista ciclabile del Valdarno superiore pioveranno su San Giovanni Valdarno 1.033.950 euro di finanziamenti statali nell'ambito del piano nazionale per la sicurezza stradale.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
18 set 2017

Il Car Sharing Roma diventa OneWay

di mobilita

Car Sharing Roma è finalmente disponibile, oltre che nella consueta modalità (l'auto va prelevata e rilasciata nello stesso parcheggio), anche nella nuova modalità One Way, che consente di rilasciare l'auto in un parcheggio Car Sharing Roma differente da quello di partenza. Il servizio è attivo in tutti i parcheggi Car Sharing Roma, con le auto della categoria URBAN(Lancia Ypsilon, Fiat 500, Fiat Panda, Citroen C3) e la Fiat 500L. L'iscrizione al servizio si effettua online, e sempre online (oltre che via app IoGuido e tramite il call center 89.34.99.34) è possibile prenotare una vettura, selezionando il parcheggio di prelievo e quello di riconsegna. La durata massima dell'utilizzo dell'auto è 72 ore. L’utilizzo di un'auto Car Sharing Roma in modalità One Way è soggetto ad alcune condizioni: nel parcheggio di destinazione dovrà essere disponibile almeno un posto libero (il sistema non consentirà la prenotazione se i posti sono occupati) a vettura prescelta non dovrà avere prenotazioni successive (il sistema, in tal caso, non consentirà di proseguire) la prenotazione può essere effettuata solo da 60 minuti prima dell’inizio della corsa. Il costo del noleggio è composto dalla tariffa oraria più quella chilometrica

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
16 set 2017

L’Aeroporto di Ciampino avrà un nuovo collegamento con la linea urbana 720

di mobilita

L'aeroporto di Ciampino, da lunedì 18 settembre, avrà, per la prima volta, un collegamento con Roma attraverso una linea bus urbana dell'ATAC. La linea 720 effettuerà infatti una fermata all'interno dell'aeroporto di Ciampino e sarà inoltre possibile il collegamento tra l'aeroporto e la Metro B (Laurentina) a beneficio non solo dei turisti ma anche dei quasi mille lavoratori, che potranno fare affidamento su un collegamento economico e rapido. La linea sarà inoltre potenziata, aumentando gli attuali passaggi e prolungando gli orari di esercizio.  

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
16 set 2017

Aeroporto dello Stretto, nuove coincidenze per collegarlo con Messina

di mobilita

Messina adesso è più vicina all'aeroporto di Reggio Calabria grazie ad un accordo tra il comune di Messina e di Reggio Calabria. Da lunedi sarà infatti operativa la coincidenza tra Aliscafo della Liberty Lines e i Bus urbani dell'ATAM che in 50 minuti consentono da Messina di raggiungere l'aeroporto di Reggio Calabria in coincidenza con il volo della Blu Express per Roma Fiumicino. Ecco nel dettaglio gli orari per chi deve raggiungere l'aeroporto da Messina Messina (6:00) → porto di Reggio Calabria (6:30) dal Lunedì al Venerdi Porto di Reggio Calabria (6:35) → Aeroporto di Reggio Calabria (06:50) dal Lunedì al Venerdi Viceversa chi deve raggiungere Messina dall'aeroporto di Reggio Calabria: Aeroporto di Reggio Calabria (20:25) → Porto di Reggio Calabria  (20:45) dal Lunedì al Venerdi Porto di Reggio Calabria (20:55) → Messina (21:30) dal Lunedì al Venerdi Il servizio è utilizzabile solo dal Lunedi al Venerdi visto che il sabato e la domenica il primo aliscafo in partenza da Messina è alle ore 8,00 mentre l'ultimo aliscafo in partenza da Reggio Calabria per Messina è alle 17,40.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
16 set 2017

Ville Aperte in Brianza 2017

di mobilita

Da sabato 16 settembre a domenica 1 ottobre 2017, riparte Ville Aperte in Brianza, manifestazione nata nel 2003 e giunta quest’anno alla 15° edizione, che valorizza e promuove il patrimonio culturale della Brianza attraverso l’apertura di oltre 130 ville di delizia e di altri edifici di valore storico e culturale noti e meno noti disseminati in 64 comuni delle province di Monza, Como, Lecco e della città metropolitana. Molte le novità dell’edizione 2017 che rendono sempre più interessante la proposta di Ville Aperte con 12 nuove aperture che si affiancano ai siti presenti già dagli scorsi anni. A  Monza, grazie alla collaborazione del Fai, sarà possibile entrare per la prima volta nel complesso di San Gerardino per ammirare l’Annunciazione di Bernardino Luini conservata nella chiesetta. Il progetto “Storie dimenticate” accompagnerà i visitatori a ritroso nel tempo alla scoperta della “cittadella dei matti di Mombello”, presso l'ex manicomio a Limbiate, e di "Consonno, la Las Vegas della Brianza (Cittadella del divertimento)”, con visite guidate ai rispettivi siti. I più piccoli, invece, potranno lasciarsi ammaliare dalle letture animate proposte in undici comuni nell’ambito di “Ville aperte per i bambini”. Oltre alle visite guidate, in programma sono previste attività collaterali, nelle quali, durante il periodo della manifestazione, molte ville diventano sede di performance live, spettacoli teatrali, installazioni site specific. Ville aperte in Brianza è realizzata con il contributo di Regione Lombardia. Per Informazioni e prenotazioni www.villeaperte.info

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
16 set 2017

Settimana mobilità sostenibile, dal 16 al 22 settembre in Alto Adige

di mobilita

La Settimana europea della mobilità in programma tra il 16 e il 22 settembre con lo slogan "Condividere ti porta lontano" è coordinata dal settore Green Mobility in seno a STA (Strutture Trasporto Alto Adige) su incarico della Provincia di Bolzano. Durante l'iniziativa di respiro europeo i Comuni aderenti organizzano diverse iniziative e campagne di sensibilizzazione rivolte ai propri cittadini per ripensare il proprio comportamento e per conoscere l'effetto di una scelta consapevole nell’utilizzare mezzi di trasporto alternativi. Per fare un esempio, a Naturno è in programma una festa della bici domenica 17 settembre, mentre a Lana i cittadini possono far eseguire il controllo sulla propria bicicletta lunedì 18 settembre. A San Martino in Passiria, invece, il 23 settembre viene inaugurato un nuovo tratto della pista ciclabile. L'assessore provinciale alla mobilità Florian Mussner afferma che "l'obiettivo è sensibilizzare i cittadini sulle possibili alternative rispetto all'uso dell'auto privata e quindi a modificare sostanzialmente le proprie abitudini negli spostamenti. Del resto, ognuno di noi è responsabile per le generazioni future e per la qualità di vita nei centri abitati della nostra provincia, ed è chiamato pertanto a dare il proprio contributo in tal senso", conclude l'assessore. Nel corso della manifestazione sarà consegnato per la prima volta il premio per la mobilità sostenibile in Alto Adige: si tratta di un riconoscimento per quei progetti innovativi di mobilità volti a evitare, trasferire o migliorare il traffico con l’obiettivo di contribuire a far diventare l'Alto Adige una regione modello per la mobilità sostenibile alpina. Numerosi i Comuni e le istituzioni che hanno aderito all'iniziativa.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
15 set 2017

RFI, Traffico sospeso per lavori di potenziamento sulla direttrice Adriatica il 23 e 24 settembre

di mobilita

Sabato 23 e domenica 24 settembre Rete Ferroviaria Italiana eseguirà lavori di potenziamento infrastrutturale della direttrice Adriatica.  Per consentire l’attività dei cantieri è stato necessario modificare il programma di circolazione dei treni. Il nuovo orario, in vigore nelle sole due giornate indicate, è interamente consultabile su www.trenitalia.com. Digitando stazione di partenza, arrivo e data del viaggio, è possibile verificare in automatico l’offerta alternativa. PUGLIA La circolazione ferroviaria fra le stazioni di Foggia e Termoli sarà sospesa dalle 22:45 del 22 settembre (notte venerdì/sabato) alle 0:45 del 25 settembre (notte domenica/lunedì). I treni a lunga percorrenza da e per Milano, Torino, Venezia e Bologna potranno essere cancellati, limitati o seguire il percorso alternativo via Ferrara – Ravenna. Nella giornata di sabato saranno cancellati e sostituiti con bus i treni regionali Termoli –Foggia; limitati a San Severo tutti i treni di Ferrovie del Gargano.Nell’ambito del progetto di velocizzazione/potenziamento della Direttrice Adriatica Lecce/Bari -Bologna, Rete Ferroviaria Italiana eseguirà interventi di sostituzione di due ponti ferroviari a travata metallica, di tre campate ciascuna, tra le località di Foggia e San Severo, la sostituzione di quattro deviatoi con deviata a 100 Km/h nelle stazioni di Termoli e di Lesina e lo spostamento plano altimetrico di due curve tra le località di Foggia e San Severo. EMILIA ROMAGNA La circolazione ferroviaria fra le stazioni di Imola e Faenza sarà sospesa dalle 00.15 del 23 (notte venerdì/sabato) alla stessa ora del 25 (notte domenica/lunedì).Il servizio regionale sulle linee Bologna – Rimini e Bologna – Ravenna sarà garantito con treni attestati nelle stazioni di Imola, Faenza e Lugo e con un servizio sostitutivo di autobus fra Imola e Faenza (linea Bologna – Rimini) e fra Imola e Lugo (linea Bologna – Ravenna). Modifiche anche per i treni a lunga percorrenza che potranno essere cancellati, limitati o seguire il percorso alternativo via Ferrara – Ravenna.Nell’ambito del progetto di velocizzazione/potenziamento della direttrice Adriatica Bologna – Bari/Lecce, Rete Ferroviaria Italiana eseguirà interventi di impermeabilizzazione dell’impalcato di due ponti (su cui poggia l’infrastruttura ferroviaria), uno sovrastante via Canale dei Mulini (fra Castel Bolognese e Faenza) e uno sovrastante il rio San Lazzaro (tra Imola e Castel Bolognese). L'adeguamento delle opere civili della linea Bologna – Rimini è stato avviato da RFI nel 2016 e ha già interessato i ponti sul torrente Bevano e sull’affluente Ponara (fra Forlimpopoli e Cesena), i ponti Castiglia, Molini, Rio Gorgara e Quaderna (fra Bologna e Castel San Pietro), i ponti sullo scolo dei Prati (Castel San Pietro - BO) e sul Rio Sabbioso (Dozza - BO) e il ponte su via Nazario Sauro a Savignano sul Rubicone (FC). ABRUZZO E MARCHE La circolazione ferroviaria fra le stazioni di Foggia e Termoli sarà sospesa dalle 22:45 del 22 settembre (notte venerdì/sabato) alle 0:45 del 25 settembre (notte domenica/lunedì). I treni a lunga percorrenza da e per Milano, Torino, Venezia e Bologna potranno essere cancellati, limitati o seguire il percorso alternativo via Ferrara – Ravenna.Nell’ambito del progetto di velocizzazione/potenziamento della Direttrice Adriatica Lecce/Bari -Bologna, Rete Ferroviaria Italiana eseguirà interventi di velocizzazione e del tracciato in località Misano Adriatico, di adeguamento opere d’arte a Senigallia, di completamento galleria Ortona, lavori di potenziamento infrastrutturale in stazione di Pescara PN e innalzamento a 55 cm dei marciapiedi – lo standard a livello europeo previsto per i servizi ferroviari metropolitani per facilitare l’accesso ai treni - nella stazione di Montesilvano. Tutta la linea sarà interessata da importanti interventi di manutenzione straordinaria.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
15 set 2017

S7 Airlines propone un nuovo volo Cagliari-Mosca per l’estate 2018

di mobilita

La compagnia aerea S7 Airlines propone, per la stagione estiva del 2018, una nuova rotta  Mosca Domodedovo - Cagliari. Il volo sarà operativo dal 03 giugno 2018 al 30 settembre 2018, e verranno utilizzati degli Airbus A320 due volte alla settimana. Ecco nel dettaglio gli operativi del volo: S7623 DME1055 - 1410CAG 320 37 S7624 CAG1505 - 2025DME 320 37

Leggi tutto    Commenti 0