Articolo
26 giu 2020

GENOVA | Metropolitana: via alla gara da 56,6 milioni per il prolungamento

di Fabio Nicolosi

Il comune di Genova nei giorni scorsi ha pubblicato sull’albo pretorio il bando per la realizzazione delle tratte Brin-Canepari, a Certosa, e Brignole-Martinez, a San Fruttuoso. L’importo dei lavori ammonta a circa 56 milioni di euro complessivi che diventeranno 63 con le opere “opzionali” a San Fruttuoso, ovvero il collegamento pedonale al ponte di Terralba e il nuovo parcheggio di interscambi, che verranno affidata a chi si aggiudicherà la gara in un secondo momento. Il bando scade il 15 settembre, obiettivo iniziare i lavori entro il 2020. Da risolvere il nodo rappresentato da un condominio di via Ariosto, a Certosa, che dovrà necessariamente essere espropriato per consentire la costruzione del viadotto che, partendo dall’attuale tronchino di Brin, porterà i binari della metropolitana sul sedime della vecchia linea ferroviaria del Campasso, fino a piazzale Palli.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
15 giu 2020

NAPOLI | Finanziati 8 mil di euro per la linea 6 della metropolitana

di mobilita

La Giunta Regionale, nella riunione di oggi, ha adottato alcuni importanti provvedimenti. Per quanto riguarda i Trasporti, ha finanziato, con ulteriori 8.124.090 di euro destinati al Comune di Napoli, il completamento della Linea 6 della metropolitana di Napoli (tratta Mergellina-San Pasquale-Municipio), nell'ambito del Grande Progetto da 200 milioni (fondi POR FESR). In materia urbanistica, nelle more dell’emanazione delle linee guida ministeriali ("Sblocca Cantieri") tese ad individuare la rilevanza degli interventi ed al fine di armonizzare la normativa regionale con quella nazionale in materia di lavori in aree a rischio sismico, la Giunta ha approvato le modifiche e le integrazioni al regolamento per l'espletamento della Vigilanza per l’ osservanza delle norme sismiche, la denuncia dei lavori, l'autorizzazione e deposito dei progetti. In tema di Politiche sociali, la Giunta Regionale ha adottato il Programma annuale degli interventi per la valorizzazione dei beni confiscati 2020. Le azioni previste sono finanziate con risorse regionali con 500.000 euro per l'anno 2020, e con 1,5 milioni per l'anno 2021.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
14 mag 2020

ROMA | Metro A: venerdì 15 maggio riapre totalmente la fermata Barberini

di Fabio Nicolosi

Domani, 15 maggio, la stazione Barberini della metro A riaprirà anche in ingresso passeggeri. Nella stazione saranno in funzione quattro scale mobili sulle sei presenti, due per l'ingresso e due per l'uscita. Ricordiamo che, come per tutte le altre stazioni, anche a Barberini i viaggiatori dovranno rispettare le nuove regole di viaggio previste dalla Fase 2 che prevedono l’obbligo di indossare una mascherina che copra naso e bocca; il rispetto della distanza sociale di 1 metro; il divieto di utilizzo dei posti a sedere contrassegnati da apposita segnaletica. Nelle stazioni i flussi di accesso e uscita sono separati; sulla banchina di attesa treni prendete posto in base alle indicazioni sul pavimento. Prima di salire a bordo, lasciate uscire gli altri passeggeri. Gli accessi ai treni e nelle stazioni della metropolitana e delle ferrovie, potranno essere temporaneamente limitati in base all'affluenza. Rispettate una eventuale attesa al di fuori della stazione seguendo le indicazioni del personale.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
30 apr 2020

ROMA | Partita l’installazione dei marker su bus e metro per garantire il rispetto delle distanze a bordo

di mobilita

È partita l’installazione dei marker su bus e metro per garantire il rispetto delle distanze a bordo. Nella fase 2, a partire dal 4 maggio, questi segnaposti indicheranno i sedili che non possono essere utilizzati e sono una delle misure necessarie per mantenere il distanziamento sociale sui mezzi di trasporto pubblico, in linea con le disposizioni dell’ultimo decreto ministeriale. Nelle stazioni, sulle banchine e sui mezzi di superficie i passeggeri troveranno inoltre cartelli e avvisi con le informazioni necessarie per potersi muovere in sicurezza. Sulle banchine metro e nelle stazioni ci sarà anche la segnaletica a terra per indicare le corrette distanze. Proseguiranno nei prossimi giorni i test sul trasporto pubblico per il contingentamento degli ingressi e il monitoraggio dei flussi per fasce orarie. "Sono tutte attività che contribuiranno ad una corretta ripartenza e che permetteranno nel tempo di perfezionare le misure per il contenimento dell’emergenza. La ripartenza dipenderà dal comportamento e dalla responsabilità di ciascuno. Rispettando regole semplici ma essenziali potremo proteggere noi e gli altri", ha affermato Pietro Calabrese sulla propria pagina Facebook.    

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
18 mar 2020

MILANO | ATM riprogramma il servizio in metropolitana e superficie

di mobilita

ATM riprogramma il servizio in metropolitana e superficie DA MERCOLEDI' 18 A MERCOLEDI' 25 MARZO linee metropolitane: dal lunedì al venerdì seguono l’orario del sabato (servizio inizia alle 5:40, come al solito); il sabato orario festivo. bus, filobus e tram: dal lunedì al venerdì seguono l’orario sabato; il sabato seguono l’orario festivo. linee suburbane: da lunedì a venerdì seguono l’orario del sabato, ad eccezione delle linee 709 e 926 che seguono l’orario feriale; il sabato seguono l’orario festivo, ad eccezione delle linee 89, 130, 132, 140, 352, 423, 424, 431, 705, 707, 783, 901 che seguono l’orario del sabato e 351 in servizio con orario festivo con corse aggiuntive al mattino (frequenze 30’- 40’ circa); domenica orario festivo. linea Milano-Limbiate: dal lunedì al venerdì segue il servizio del sabato, sabato e festivi segue l’orario festivo e si svolge con bus (linea 165). rete notturna: NM1, NM2, NM3, N25, N26, N90, N91 in servizio come al solito. Sospese, invece, le linee in servizio nelle notti di venerdì e sabato (N42, N50, N54, N57, N80, N94, N15, N24, N27) domenica sospese le linee notturne della notte precedente RADIOBUS, CHIAMABUS, SMARTBUS I Radiobus di quartiere e gli altri servizi a chiamata modificano il servizio secondo le modalità che trovate a questa pagina.   ATM POINT E ALTRI SPORTELLI Atm Point: da venerdì 13 marzo sono aperti gli sportelli di Cadorna e Duomo. Chiusi gli altri. Domenica 22 marzo sarà aperto solo il Point di Duomo, dalle 10:15 alle 13:15 e dalle 14:00 alle 17:30. Sportelli Area B e Area C: chiusi da venerdì 13 marzo. Ufficio Sanzioni di viale Zara: chiuso da lunedì 16 marzo.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
28 feb 2020

ROMA | Metro B, dal 2 marzo i lavori per l’interscambio con la C. Fino al 6 agosto stop alle 21 tra Castro Pretorio e Laurentina

di Fabio Nicolosi

Dal 2 marzo 2020 scatta la seconda fase della riprogrammazione del servizio della linea B per consentire lo svolgimento dei lavori che porteranno alla realizzazione dell’interscambio tra le linee B e C della metropolitana, nel nodo Colosseo-Fori imperiali. Si tratta di variazioni del servizio indispensabili per la prosecuzione dei lavori della tratta San Giovanni-Fori Imperiali della linea C della metropolitana. Lavori al termine dei quali sarà possibile disporre del primo nodo di scambio tra le linee metropolitane B e C. LA RIPROGRAMMAZIONE DEL SERVIZIO DELLA LINEA B DELLA METROPOLITANA La riprogrammazione del servizio sarà in vigore dal 2 marzo al 6 agosto mentre la terza fase, conclusiva dei lavori, sarà a giugno 2021. Per ridurre al minimo i disagi all’utenza, il servizio della metro B sarà riprogrammato esclusivamente nelle ore serali e in 9 fine settimana. Il servizio della linea B della metropolitana sarà regolare e, inoltre, potenziato durante eventi come il campionato europeo di Calcio Uefa 2020; il Primo Maggio e in concomitanza con alcuni eventi musicali in programma. I DETTAGLI 1. Dal 2 marzo al 6 agosto, l’ultima corsa nella tratta Castro Pretorio-Laurentina sarà alle 21 ora in cui partiranno gli ultimi treni che effettuano le corse complete dai capolinea Ionio/Rebibbia-Laurentina e viceversa. A partire dalle 21 sarà attiva la linea di bus sostitutivi denominata MB mentre proseguirà regolarmente il servizio nella tratta Castro Pretorio-Rebibbia e Castro Pretorio-Ionio. 2. Nei fine settimana 14/15 marzo; 21/22 marzo; 18/19 aprile; 2/3 maggio; 9/10 maggio; 23/24 maggio; 6/7 giugno; 27/28 giugno; 25/26 luglio, la circolazione nella tratta Castro Pretorio-Laurentina, sarà interrotta per l’intera giornata e i treni sostituiti dalla linea bus MB. 3. Nelle giornate 4 e 5 aprile; il Primo maggio; dall’11 al 21 giugno e nelle giornate 4, 5, 11, 12, 18 e 19 luglio, la circolazione sulla linea B della metropolitana sarà regolare con potenziamenti durante gli eventi che saranno via via comunicati ALTRE NOTIZIE UTILI PER CHI SI SPOSTA LUNGO IL PERCORSO DELLA METRO B – IL servizio sostitutivo dei bus segue lo stesso orario della linea B della metropolitana. – Dalla domenica al giovedì prima e ultima corsa alle ore 5.30 e alle ore 23.30. – Al venerdì e al sabato prima e ultima corsa alle ore 5.30 e alle ore 1.30. – Le ultime corse della linea sostitutiva MB che giungono al capolinea di Castro Pretorio dopo le 23.30 proseguono lungo il resto del percorso di metro B sino a Rebibbia e a Ionio. – Nei giorni festivi, per la pedonalizzazione di via dei Fori Imperiali, il servizio sostitutivo segue il percorso alternativi. – Oltre al servizio sostitutivo sono numerose le alternative per chi normalmente utilizza la metro B. – La tratta Laurentina-Eur Magliana è servita anche dalla linea bus 31 mentre la tratta Eur Fermi-Eur Magliana anche dalle linee 771 e 780. – Dall’Eur, inoltre, si può raggiungere direttamente Termini o il Centro con le linee 714 e 30. – Le stazioni Piramide, San Paolo ed Eur Magliana continueranno ad essere servite dalla ferrovia regionale Roma-Lido. – La tratta Piramide-Castro Pretorio è servita anche dalla linea 75 che effettua capolinea in piazza Indipendenza. – Per raggiungere direttamente la metro A senza passare da Termini si può utilizzare anche il tram 3 da Piramide, Circo Massimo e Colosseo per le stazioni Manzoni e San Giovanni. – La linea tram 3 può essere utilizzata anche da Piramide, Circo Massimo e Colosseo per raggiungere la stazione metro B Policlinico da dove è attiva la metro B. -Tra Piramide e Tiburtina, con lo stesso biglietto valido in metro possono essere utilizzati i treni delle ferrovie regionali FL.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
16 feb 2020

ROMA | La metro A compie 40 anni

di mobilita

La metropolitana A di Roma compie 40 anni. Il primo convoglio della serie MA100, dal caratteristico colore arancione, entrò infatti in servizio alle ore 5.30 di sabato 16 febbraio 1980. All’inaugurazione della tratta Cinecittà-Ottaviano era presente il Sindaco di Roma, Luigi Petroselli. Pochi mesi dopo il capolinea fu prolungato sino ad Anagnina. La linea A disponeva di un parco di 152 motrici, accoppiate in unità di trazione costituite da due veicoli. Vennero impiegati convogli MA100 costruiti dalla Breda Costruzioni Ferroviarie (serie MA001-MA152). All’avvio in servizio la linea A contava 21 stazioni, per circa 14 km di tracciato. La nuova linea permetteva di raggiungere il centro cittadino in un terzo del tempo impiegato dai mezzi di superficie. Il biglietto di corsa semplice, valido per un viaggio, costava 200 lire e l’abbonamento mensile per le due linee metro 4.500. Con 5.000 lire era possibile acquistare un abbonamento mensile per la linea A, la linea B e una linea Atac di superficie. La "Linea A" fu considerata dai romani la prima vera metropolitana cittadina, dato che la "Linea B", dal momento della sua inaugurazione, non era mai stata molto utilizzata a causa della brevità dei suoi tratti sotterranei che si collegavano a quelli ferroviari già esistenti e del collegamento con un solo quartiere, l'EUR, all'epoca abbastanza decentrato. I lavori iniziarono nel dicembre 1963 nel tratto Osteria del Curato–Termini, facente parte dell'appalto bandito nel maggio 1960 e aggiudicato dalla ditta SACOP (gruppo FIAT-Impresit). Tuttavia essi furono complicati da una serie di ritardi e imprevisti dovuti principalmente alla scarsa organizzazione; la tecnica di scavo a cielo aperto, utilizzata inizialmente, provocò gravi disagi al traffico della zona sud-est di Roma, primo tra tutti l'interruzione dell'arteria Via Tuscolana e la deviazione della linea tranviaria STEFER "Termini-Cinecittà", una delle ultime vestigia dell'estesa rete delle tranvie dei Castelli Romani. I lavori furono così interrotti e ripresero solo 5 anni più tardi con il metodo della "talpa" che, pur risolvendo parzialmente il problema traffico, provocò numerosi danni ai fabbricati nei pressi del tracciato tra le fermate Re di Roma e San Giovanni a causa delle forti vibrazioni dovute allo scavo. L'attraversamento della linea sul fiume Tevere causò un nuovo blocco biennale dei lavori per una disputa progettuale tra la costruzione di un nuovo ponte o lo scavo di un tunnel sotterraneo. Si optò per la prima soluzione erigendo il ponte Pietro Nenni (dal nome del senatore socialista morto un mese prima dell'inaugurazione). Oggi la linea A ha 27 stazioni, incrocia una volta la linea B (stazione Termini), la Linea C (stazione San Giovanni) ed è contraddistinta dal colore arancione usato per le decorazioni interne dei treni, delle stazioni e per la colorazione sulle mappe.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
21 gen 2020

ROMA METRO C | A che punto siamo? Nuovo aggiornamento dai cantieri

di mobilita

Roma Metropolitane ha fornito un ulteriore aggiornamento dei cantieri della terza linea metropolitana della città. Il 10 gennaio 2020 è avvenuta la consegna delle aree interessate dalle indagini geognostiche e dai campi prova di consolidamento dei terreni, attività necessarie per il completamento del Progetto Definitivo della stazione Venezia. Sono in corso le attività di rilievo e indagine (testimoniali di stato su monumenti, campagna sondaggi archeologici, geognostici, campi prova condizionamento terreni).  La stazione di piazza Venezia sarà un’altra “stazione museo” della linea C,  nel cuore di Roma, dopo quella di san Giovanni. STAZIONE FORI IMPERIALI In corso lo scavo tra solaio 1° livello tecnico e solaio corrispondenze, nella porzione denominata "Pozzo Nord" (Lato Clivo di Acilio) e lo scavo tra il solaio atrio e il solaio 1° livello tecnico del corpo stazione. Inoltre si sta procedendo allo scavo in modalità archeologica del Pozzo Colosseo di collegamento con la Linea B, con rimozione controllata delle strutture rinvenute e la delocalizzazione dei reperti prescritta dal P.A.C. (Parco Archeologico Colosseo). In corso anche la realizzazione delle opere a rustico del cunicolo per il collegamento pedonale tra la stazione Fori Imperiali e la Stazione Colosseo Linea B, la realizzazione del solaio 1° livello tecnico del corpo stazione e la realizzazione delle fodere perimetrali in cemento armato. A breve partiranno i lavori per la realizzazione delle opere al rustico del Pozzo Colosseo di collegamento con la Linea B e la realizzazione del solaio corrispondenze nella porzione denominata "Pozzo Nord" (lato Clivo di Acilio). STAZIONE ESISTENTE COLOSSEO LINEA B REALIZZAZIONE INTERCONNESSIONE LINEA B/LINEA C E' stato completato il montaggio della struttura di segregazione in carpenteria metallica (contenimento della calotta nel tratto in cui verrà realizzato il futuro sovrappasso pedonale). Contemporaneamente si stanno realizzano i Micropali di fondazione della futura struttura di scavalco (sopvrappasso pedonale). A breve partirà il taglio della porzione di calotta della galleria di stazione interessata dalla struttura di scavalco. CANTIERE STAZIONE POZZO 3.2 CELIMONTANA Sono state già realizzate le strutture interne del Pozzo dal piano 5 (-45 mt da piano campagna) al piano 1° Tecnico, la Prefabbricazione delle saette, delle travi, delle predalles e delle rampe per la realizzazione del solaio del piano 0. Attualmente si sta lavorando alla realizzazione delle fodere in cemento armato tra il piano 1° tecnico e la copertura e alla rrealizzazione del solaio del piano copertura mediante l'utilizzo di elementi prefabbricati. A breve partiranno i lavori per lo spostamento travi del carroponte e opere propedeutiche allo scavo da quota -45 mt per il raggiungimento della quota di fondo pozzo (-55 mt da piano campagna). SCAVO MECCANIZZATO CON TBM - DA STAZIONE AMBA ARADAM/IPPONIO Entrambe le TBM hanno completato lo scavo delle gallerie tra il Pozzo 3.3 e la stazione Fori Imperiali: binario dispari - 21/10/2019; binario pari 12/12/2019 e si è in attesa delle autorizzazioni necessarie alla prosecuzione dello scavo delle gallerie fino a Piazza Venezia. ATTIVITÀ POZZO 3.3 Sono state già completate le fodere perimetrali a fondo pozzo ed è stata completata la realizzazione dell'ultima porzione del solettone di fondo. Attualmente si stanno montando gli impianti civili, le opere di finitura dei piani tecnici destinati ai locali impiantistici e tecnologici e la realizzazione del solettone di regolamento per la posa dell'armamento ferroviario. A breve partiranno i lavori per il montaggio degli impianti civili di linea, i lavori per la posa in opera dell'armamento ferroviario e i lavori di chiusura delle asole del solaio di copertura. GALLERIE IN TRADIZIONALE DA POZZO 3.3 SANNIO A STAZIONE SAN GIOVANNI Completata la galleria in allargo del tratto TBM lato Amba Aradam e lo scavo della galleria naturale binario pari lato San Giovanni; realizzata l'apertura del varco della galleria pari tra la tratta T4 lavorazioni di scavo della galleria naturale binario dispari lato lavorazioni per la realizzazione del rivestimento definitivo della galleria. (in esercizio) e la tratta T3 (in costruzione). Attualmente si sta lavorando per l'esecuzione dei piani di regolamento delle gallerie naturali e posa delle banchinette metalliche di linea e per l'inizio della posa dell'armamento ferroviario lato binario pari. A breve partiranno i lavori per la posa dell'armamento dei binario dispari e il montaggio e posa degli impianti civili di linea.  

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
31 dic 2019

ROMA | Capodanno al Circo Massimo con protagonisti d’eccezione e tutte le informazioni per muoversi in città

di mobilita

Carmen Consoli calcherà, in versione rock, uno dei palchi della Festa di Roma 2020 la sera del 31 dicembre al Circo Massimo. Altra novità del Capodanno di Roma Capitale è la partecipazione di Priestess, una delle più promettenti artiste della scena urban italiana. La Festa di Roma 2020, che celebra quest’anno la bellezza e la grandiosità della Terra, inizia il 31 dicembre al Circo Massimo alle 21.15 con uno spettacolo di luci, proiezioni e musica dedicato al pianeta con immagini del videoartista olandese Armand Dijks e degli italiani Officine_K. Seguirà alle ore 21.30 il cantastorie Ascanio Celestini che intratterrà il pubblico raccontando favole inedite scritte appositamente sul tema della festa, La Terra inventata, e duetterà per l’occasione con la Rustica X Band diretta da Pasquale Innarella: una grossa orchestra di bambini e adolescenti, nata all’interno del centro diurno della coop sociale onlus Nuove Risposte come attività di formazione e intrattenimento per prevenire il disagio giovanile nella periferia romana. Le fiabe di Celestini apriranno la strada a una serata con grandi artisti italiani e stranieri: si vivrà il racconto della terra madre, sciorinato da una fertilità artistica capace di raccontare, con la musica e con lo spettacolo dal vivo, una terra diversa e migliore. Alle 22.15, poi, lo spettacolo aereo di grande impatto e rara delicatezza dedicato alle silfidi, figure dei boschi: Sylphes della compagnia spagnola Aerial Strada, con le coreografie di Eduardo Zúñiga, la regia di Roberto Strada e la musica della PMCE – Parco della Musica Contemporanea Ensemble, diretta da Tonino Battista che, in questa felice coproduzione Italia-Spagna, suonerà dal vivo Le quattro stagioni di Vivaldi riscritte dal compositore contemporaneo Max Richter. Violino solista Francesco Peverini. Dalla danza aerea si passerà agli echi di sirena del rock di Carmen Consoli (ore 22.55) che eseguirà dal vivo alcuni dei suoi brani più famosi accompagnata da Massimo Roccaforte alla chitarra, Luciana Luccini al basso, Antonio Marra alla batterie ed Elena Guerriero alle tastiere. Alle 23.50 inizieranno il countdown per la mezzanotte e lo spettacolo pirotecnico a cura di Acea, con la musica dal vivo della PMCE che suonerà December del noto e geniale compositore statunitense Michael Torke. Dieci minuti dopo la mezzanotte salirà sul palco Priestess, sacerdotessa della musica urban che si sta affermando nel mondo del rap e che ha dedicato a nomi di donne famose la maggior parte dei suoi pezzi. Surriscalderà il Circo Massimo con una performance che unisce sonorità hip-hop e trap al suo talento nel canto e lo consegnerà direttamente nella mani dell’artista più in grado, fra tutte e tutti, di essere il simbolo di una terra che esplode e ingloba: Skin, icona pop rock, leader della band londinese Skunk Anansie e portavoce indiscussa dei diritti umani. Skin, dal centro del Circo Massimo, come in un ideale centro della Terra, proporrà 2 ore di djset con una miscela esplosiva di suoni di derivazione tech-house. E per tutta la serata alla musica si alterneranno le incursioni di Andrea Rivera, attore-stornellatore che, armato della sua chitarra, proporrà al pubblico il suo teatro-canzone improvvisando e giocando con le parole. Questo il programma della sera del 31 dicembre. La Festa di Roma 2020 proseguirà fino alla sera dell’1 gennaio con interventi artistici di importanti compagnie internazionali, parate, spettacoli, installazioni site specific, performance musicali e video; il tutto tra piazza dell’Emporio, Isola Tiberina, Giardino degli Aranci e piazza Bocca delle Verità. Consulta qui il programma completo della Festa. La manifestazione, a ingresso gratuito, è promossa da Roma Capitale con la collaborazione del Tavolo Tecnico per la Produzione Culturale Contemporanea coordinato dal Dipartimento Attività Culturali. Ne fanno parte l’Accademia Nazionale di Santa Cecilia, l’Associazione Teatro di Roma, l’Azienda Speciale Palaexpo, la Casa del Cinema, la Fondazione Cinema per Roma, la Fondazione Musica per Roma, la Fondazione Romaeuropa, la Fondazione Teatro dell’Opera, l’Istituzione Biblioteche di Roma con il coordinamento organizzativo di Zètema Progetto Cultura. Quest’anno la regia e il coordinamento artistico della Festa di Roma 2020 sono a cura di Fabrizio Arcuri, Claudia Sorace e Francesca Macrì. Per raggiungere l’area del Circo Massimo è consigliabile l’uso della metropolitana con fermata Circo Massimo. La notte di Capodanno saranno aperte fino alle ore 2.30 (ora delle ultime partenze dal capolinea) le linee metro A-B/B1-C, le ferrovie regionali Roma-Lido e la tratta urbana della linea Roma - Viterbo. Le ultime partenze della ferrovia Termini-Centocelle saranno invece alle ore 21.30 con partenza da Termini e alle 21.03 con partenza da Centocelle. Dalle ore 2.30 alle ore 8.00 entreranno in servizio le linee bus notturne che seguono i percorsi di metro e ferrovie: nMA (Battistini-Anagnina), sul percorso della linea A della metropolitana; nMB (Laurentina-Rebibbia) sul percorso della linea B della metropolitana; nMB1 (Termini-Conca d'Oro) sul percorso della linea B/B1 della metropolitana; nMC (San Giovanni-Pantano) sul percorso della linea C della metropolitana; nME (piazza Venezia-stazione Colombo) sul percorso della ferrovia regionale Roma-Lido. La rete di superficie diurna Atac e Roma Tpl terminerà le proprie corse alle ore 21.00 sull’intera rete ad eccezione delle linee bus e tram H, 128, 170, 200, 280, 301, 336, 544, 766, 881, 905, 913 e MA13 che prolungheranno il servizio sino alle 2.30 di notte. Il 1 gennaio il servizio sull'intera rete inizierà alle ore 8.00 con l'orario dei giorni festivi. Per la ferrovia regionale Roma Lido: prima e ultima corsa da Piramide alle ore 8.00 e alle ore 23.30, prima e ultima corsa da Colombo alle ore 7.45 e alle 23.30. Per la ferrovia regionale Termini Centocelle: prima e ultima corsa da Termini alle ore 8.00 e alle ore 23.00, prima e ultima corsa da Centocelle alle ore 8.03 e alle ore 22.33. Per la tratta urbana della ferrovia regionale Roma Viterbo: prima e ultima corsa da Flaminio alle ore 8.20 e alle ore 21.40, prima e ultima corsa da Montebello alle ore 8.48 e alle ore 22.08.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
04 ago 2019

ROMA METRO A | Interruzione della linea tra Termini e Anagnina fino al 25 agosto

di mobilita

  Da domenica 4 a domenica 25 agosto il servizio della metro A subirà parziali interruzioni in diversi tratti. La prima, dal 4 al 13 agosto, è prevista tra Termini e Anagnina. Attivo un servizio di bus sostitutivi che effettuerà fermate in prossimità delle stazioni chiuse (leggi qui i dettagli https://bit.ly/2YvcNkt). Fino ad oggi, lavorando in notturna, le chiusure sono state limitate al minimo indispensabile. Alcuni interventi, però, come quelli di agosto, prevedono lo smontaggio di tratti di binario. Attività, queste, che rendono necessario il fermo del servizio per questioni di sicurezza e tempistica. I  tecnici sono al lavoro da diverse settimane: vengono sostituiti gli scambi ferroviari e le casse di manovra che ne consentono il controllo. Di conseguenza diminuiranno significativamente gli “sferragliamenti” e le vibrazioni con maggior comfort per i viaggiatori. Inoltre, grazie alle funzionalità evolute delle nuove tecnologie installate, Atac migliorerà la gestione della rete e ridurrà i costi di manutenzione ordinaria. I lavori di manutenzione straordinaria dell’infrastruttura sono necessari e prioritari per migliorare l’affidabilità della linea A.  

Leggi tutto    Commenti 0