Articolo
07 apr 2020

Osservatorio del traffico Anas, mezzi pesanti tengono rispetto a veicoli totali

di mobilita

Contenuto il calo del traffico dei mezzi pesanti a marzo 2020 nonostante l’emergenza coronavirus. In particolare, l’Indice di Mobilità Rilevata (IMR) ha registrato sull’intera rete Anas un decremento del 25% rispetto a marzo 2019 e del 24% rispetto a febbraio 2020, quando è cominciata l’epidemia. Il calo più ridotto, rispetto al mese di marzo 2019, si registra in Toscana con un -7%. Seguono l’Umbria (-13%), il Molise (-16%), il Veneto (-17%) e la Campania (-20%). In Lombardia, l’area più colpita dal Covid-19, il traffico dei mezzi pesanti a marzo è calato del 27%. Nell’ambito delle macro-aree, le percentuali sono così distribuite: a paragone con marzo 2019, calo del 22% al Nord, del 25% al Centro, del 27% al Sud, del 23% in Sicilia e del 26% in Sardegna; il confronto con febbraio 2020 segnala un decremento del 24% al Nord, del 25% al Centro, del 22% al Sud, del 25% in Sicilia e del 23% in Sardegna. Su tutto il territorio nazionale, a paragone con marzo 2019 la flessione dell’intero traffico veicolare si attesta al 55%, mentre a paragone con febbraio 2020 il traffico è complessivamente diminuito del 52%. Analizzando invece nel dettaglio le percentuali delle macro-aree della penisola e delle due isole maggiori i dati sono così ripartiti: rispetto a marzo 2019, al Nord i numeri si contraggono drasticamente del 59%, al Centro del 54%, al Sud del 53%, del 51% in Sicilia e in Sardegna del 50%. Rispetto a febbraio 2020, il traffico dei veicoli totali si riduce al Nord con un - 56%, al Centro con un -51%, al Meridione con un - 47%, in Sicilia e in Sardegna con un – 52%. Compatibilmente con la grave emergenza sanitaria, i cantieri di manutenzione programmata sull’intera rete nazionale proseguono laddove le ditte esecutrici abbiano garantite le forniture e la disponibilità delle maestranze. La riduzione del traffico consente, inoltre, minore impatto sulla viabilità e maggiore efficacia dei cantieri in termini di ampiezza e distribuzione. Anas (società del Gruppo FS Italiane) provvede a mantenere la qualità del servizio della rete stradale e autostradale per garantire la mobilità e in particolare la consegna delle merci. In linea con le direttive governative, inoltre, l’azienda applica le istruzioni sulle misure di contenimento della pandemia supportando le forze dell’ordine e la Protezione civile per applicare il controllo degli accessi dei mezzi leggeri. Tutte le infografiche e dati analitici dell’Osservatorio Traffico Anas sono disponibili al link: http://www.stradeanas.it/it/le-strade/osservatorio-del-traffico/archivio-osservatorio-del-traffico

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
02 apr 2020

CAMPANIA | ANAS, lavori di pavimentazione sull’A2 nell’alto-salernitano

di Antonio Somigliato

L'ANAS S.p.A., società del gruppo Ferrovie dello Stato, tramite una nota stampa di ieri 1/04/2020 sul proprio sito web aziendale, rende noto che proseguono gli interventi di pavimentazione stradale dell'A2 "Autostrada del Mediterraneo" nella parte nord della Provincia di Salerno, precisamente tra i chilometri 3,700 e 25,500 in direzione nord (Baronissi>Fisciano): l'azienda, ci tiene a precisare, «che in ottemperanza alle disposizioni governative per l’emergenza Coronavirus è importante limitare i viaggi» non solo al fine di non vanificare lo sforzo che il settore della logistica sta compiendo per sostenere il sistema-Paese in questi tempi difficili ma, ancor più, per assicurare una celere ed efficace ripartenza nel post-emergenza; di seguito, il comunicato integrale, già in vigore e valido fino al 20 Aprile p.v. CAMPANIA, ANAS: PROSEGUONO GLI INTERVENTI DI PAVIMENTAZIONE LUNGO L' A2 'AUTOSTRADA DEL MEDITERRANEO' IN PROVINCIA DI SALERNO risanamento della pavimentazione con stesa di tappeto drenante interventi eseguiti a completamento della riqualificazione dello spartitraffico centrale brevettato da Anas Lungo l'A2 'Autostrada del Mediterraneo' sono in corso, da parte di Anas, gli interventi di risanamento della pavimentazione, nel tratto campano compreso tra Fisciano e Baronissi in provincia di Salerno. Per consentire gli interventi, fino al 20 aprile 2020, sulla carreggiata nord - dal km 3,700 al km 25,500 - sarà in vigore la chiusura della corsia di marcia e/o di sorpasso con transito consentito sulla corsia di emergenza. Le attività, nel dettaglio, riguardano la stesa di tappeto drenante lungo tutto il tratto. Si tratta di interventi che vengono eseguiti progressivamente a completamento della riqualificazione dello spartitraffico centrale con dispositivi NDBA (National Dynamic Barrier) la nuova barriera brevettata da Anas. Anas, società del Gruppo FS Italiane, ricorda che in ottemperanza alle disposizioni governative per l’emergenza Coronavirus è importante limitare i viaggi (#iorestoacasa). Per una mobilità informata l’evoluzione della situazione del traffico in tempo reale è consultabile anche su tutti gli smartphone e i tablet, grazie all’applicazione “VAI” di Anas, disponibile gratuitamente in “App store” e in “Play store”. Il servizio clienti “Pronto Anas” è raggiungibile chiamando il numero verde gratuito 800.841.148

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
01 apr 2020

Autostrada A19 provvisoriamente chiusa tra gli svincoli di Buonfornello e Agglomerato Industriale

di mobilita

L’autostrada A19 “Palermo-Catania” è provvisoriamente chiusa al traffico dal km 38,600 al km 38,100, tra gli svincoli di Buonfornello e Agglomerato Industriale, in direzione Palermo.  La chiusura si è resa necessaria per consentire ai Vigili del Fuoco di effettuare un intervento di disgaggio dal soprastante cavalcavia, di competenza di altro gestore autostradale. Anas, società del Gruppo FS Italiane, ricorda che in ottemperanza alle disposizioni governative per l’emergenza Coronavirus è importante limitare i viaggi (#iorestoacasa). Per una mobilità informata l’evoluzione della situazione del traffico in tempo reale è consultabile anche su tutti gli smartphone e i tablet, grazie all’applicazione “VAI” di Anas, disponibile gratuitamente in “App store” e in “Play store”. Il servizio clienti “Pronto Anas” è raggiungibile chiamando il numero verde gratuito 800.841.148

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
25 mar 2020

Poteri speciali a Simonini e Gentile per sbloccare opere infrastrutturali per 109 miliardi di euro

di Roberto Lentini

Il governo sta preparando un nuovo decreto "Piano rilancio cantieri e lavoro",, per accelerare le infrastrutture fondamentali necessarie per la crescita del Paese messo a dura prova dal coronavirus. Si sta pensando di dare poteri speciali agli attuali amministratori delegati  di Anas e RFI, rispettivamente Massimo Simonini e Maurizio Gentile con l’obiettivo di mettere in cantiere nuove opere, nel giro di breve tempo, per circa 109 miliardi di euro. Nel nuovo decreto, che potrebbe essere portato in uno dei prossimi Consigli dei ministri. Simonini e Gentile verrebbero quindi nominati commissari straordinari con un incarico di tre anni, sul modello del Decreto Genova. “Abbiamo ingenti risorse bloccate nei cassetti e non ce lo possiamo permettere, dobbiamo rimetterle in circolo. La situazione eccezionale in cui ci troviamo richiede risposte eccezionali e, quindi, un piano straordinario per il rilancio dei cantieri e del lavoro” - ha detto il viceministro alle Infrastrutture e Trasporti, Giancarlo Cancelleri. Ecco alcune opere che potrebbero subire un'accelerazione: VALLE D'AOSTA Opera ferroviaria lunetta di Chivasso PIEMONTE Autostrada Asti-Cuneo LIGURIA Gronda Genova Nuova diga del Porto LOMBARDIA Mitigazione del rischio esondazione Seveso Potenziamento ferroviario Gallarate-Rho Raddoppio ferroviario Mantova-Cremona-Codogno VENETO Dragaggi a Venezia Alta velocita/Alta Capacità Brescia Verona Padova FRIULI VENEZIA GIULIA Alta capacità su linea ferroviaria Venezia-Trieste Bonifica area portuale Trieste Riqualificazione porto Vecchio TRENTINO Superstrada itinerario Valsugana-Valbrenta-Bassano EMILIA ROMAGNA Passante Bologna Ferrovia Pontremolese TOSCANA Autostrada Tirrenica Darsena Europa al porto di Livorno Ampliamento aeroporto di Firenze MARCHE Itinerario E 78 Fano Grosseto Collegamento viario porto Ancona UMBRIA Strada E45 tratto Selci-Lama, galleria della Guinza, Mercatello Ovest ABRUZZO Ferrovia Pescara-Roma Ferrovia adriatica Pescara-Bari LAZIO Opere di difesa idraulica per le piene del Tevere Opere di raddoppio del Peschiera Autostrada Roma-Latina Collegamento porto di Civitavecchia nodo intermodale Orte Completamento anello ferroviario Roma CAMPANIA Messa in sicurezza del Sarno BASILICATA Nuova linea ferroviaria Ferrandina-Matera MOLISE Bretella di collegamento strada statale 6 e strada statale 85 PUGLIA Strada statale 275 Maglia-Leuca Strada statale 7 ter Bradanico-Salentina CALABRIA Megalotto 3 statale 106 ionica, Trasversale delle Serre di collegamento delle due province Catanzaro e Vibo Valentia e di collegamento di Vibo Valentia con l'autostrada A2 SICILIA Poteri speciali per 800 milioni di opere idrauliche Ripristino della linea ferroviaria Palermo-Trapani Alta velocità di rete Palermo/Catania/Messina SARDEGNA Dorsale sarda del Gas TI POTREBBE INTERESSARE: FS accelera gli investimenti di oltre 20 miliardi di euro per la crescita del Paese

Leggi tutto    Commenti 2
Articolo
24 mar 2020

Coronavirus, attivato un presidio lungo l’autostrada A2 in direzione sud

di mobilita

Nell'ambito delle attività finalizzate al contenimento e al contrasto delle diffusione del virus Covid19  promosse dalle ordinanze regionali della Calabria e della Sicilia, su richiesta della Prefettura di Reggio Calabria è stato attivato un presidio lungo l’autostrada A2  “Autostrada del Mediterraneo” in direzione sud, per  il controllo delle auto dirette agli imbarchi di Villa San Giovanni. Le ulteriori misure integrative si aggiungono alle attività di controllo già in corso presso gli imbarchi di Villa San Giovanni - coordinate dal Prefetto di Reggio Calabria ed eseguite da Forze dell'ordine, operatori sanitari, Protezione Civile e dall'Amministrazione comunale di Villa San Giovanni - a seguito delle ordinanze emesse dai presidenti della Regione Calabria e della Regione Siciliana, che hanno disposto limitazioni all’ingresso dei rispettivi territori regionali. Il traffico veicolare in direzione sud viene convogliato obbligatoriamente nell'Area di Servizio di Rosarno ovest (km 390,100), dove il personale della Polizia Stradale procede alla verifica della effettiva legittimità degli spostamenti sul territorio regionale calabrese e/o verso gli imbarchi di Villa San Giovanni per la Sicilia. Anas, società del Gruppo FS Italiane, ricorda che in ottemperanza alle disposizioni governative per l’emergenza Coronavirus è importante limitare i viaggi (#iorestoacasa). Per una mobilità informata l’evoluzione della situazione del traffico in tempo reale è consultabile anche su tutti gli smartphone e i tablet, grazie all’applicazione “VAI” di Anas, disponibile gratuitamente in “App store” e in “Play store”. Il servizio clienti “Pronto Anas” è raggiungibile chiamando il numero verde gratuito 800.841.148

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
17 mar 2020

Il Gruppo FS Italiane in campo per contrastare il contagio da Coronavirus

di mobilita

Se l’invito per tutti gli italiani è a non lasciare casa per evitare la diffusione del Coronavirus, in alcuni particolari casi è ancora necessario mettersi in viaggio. Il diritto alla mobilità continua quindi a essere assicurato sebbene l’offerta dei treni si sia mano a mano ridimensionata in coerenza con la domanda effettiva e le reali esigenze pubbliche. Nell’assicurare questo diritto, e sulla base delle direttive via via emanate dal Governo, il Gruppo FS Italiane ha messo in campo una serie di interventi per offrire i più elevati standard di sicurezza sia ai viaggiatori sia ai propri dipendenti. Ogni media del Gruppo FS Italiane, dai monitor di bordo e delle stazioni ai suoi canali informativi digitali, continua a diffondere, ormai da settimane, i vademecum e le raccomandazioni del Ministero della Salute. Oltre ad aver incrementato lo smart working per i dipendenti di tutte le società e aver diramato disposizioni dettagliate sulle norme comportamentali ai propri dipendenti, il Gruppo FS Italiane ha istituito una task force intersocietaria che da subito ha iniziato a monitorare l’evolversi della situazione e coordina giorno per giorno tutti gli interventi, in stretto contatto con le autorità competenti a iniziare dalla Protezione Civile. Trenitalia invita ad acquistare i biglietti sui canali digitali, il sito trenitalia.com e l’app, e ha attivato un nuovo criterio per la prenotazione dei posti a bordo delle Frecce che garantisce il rispetto delle distanze di sicurezza di un metro. A bordo di tutti i treni ha potenziato le attività di pulizia disinfettanti con prodotti igienizzanti e ha ridotto gli intervalli di tempo fra le sessioni di sanificazione e pulizia. Sta installando dispenser di disinfettante per mani e ha consegnato al personale un equipaggiamento protettivo, composto da mascherine con filtro FPP e chirurgiche, guanti monouso e gel disinfettante, da utilizzare in caso di necessità. Per chi ha acquistato il biglietto anche dopo il 23 febbraio, Trenitalia ha già disposto il rimborso integrale: per Frecce e InterCity con un bonus utilizzabile entro un anno; per le corse regionali in denaro. Rete Ferroviaria Italiana ha predisposto un piano specifico per il presidio della Sala operativa nazionale e delle sale territoriali e prosegue le attività di manutenzione dell’infrastruttura correlate alla sicurezza dell’esercizio ferroviario. Le stazioni, in particolare quelle delle grandi città, sono sanificate ogni notte con interventi di pulizia specifici, mentre le sale d’attesa sono chiuse per rispettare il divieto di assembramento e le distanze di sicurezza. Anche l’ANAS ha predisposto un piano per assicurare la continuità di lavoro nelle Sale operative territoriali e della Sala Situazioni traffico nazionale, per monitorare la rete e gli standard di sicurezza stradale. Inoltre, sta comunicando attraverso i pannelli informativi collocati sulla rete in gestione il messaggio “Prevenzione coronavirus #iorestoacasa”. Per tutelare i propri dipendenti ha chiuso le sedi di lavoro e attivato modalità di smart working per le attività amministrative. Busitalia ha potenziato gli interventi di sanificazione e disinfezione con spray igienizzante su autobus, tram e nei locali aziendali. Tutti i mezzi e le strutture sono stati dotati di un kit aggiuntivo di pronto soccorso con guanti monouso, mascherina e gel disinfettante. Per tutelare la salute di dipendenti e passeggeri, a bordo degli autobus è vietato salire e scendere dalla porta anteriore, usando quelle centrali o quelle posteriori (se presenti). L’area vicina al conducente è inaccessibile. Non è possibile sedersi nella prima fila sui mezzi di trasporto urbano e nelle prime due file sui mezzi del servizio extraurbano. Interrotta anche la vendita dei biglietti a bordo. Per l’acquisto dei titoli di viaggio si incentiva l’uso di Self Service, Web Shop, app nugo e altre app delle aziende di trasporto. Nelle biglietterie è necessario rispettare l’ingresso contingentato, evitando l’affollamento e rispettando la distanza di sicurezza. Alcuni servizi sono già stati ridotti e sospesi e non si escludono ulteriori riduzioni in seguito alle nuove disposizioni. In Veneto, dove Busitalia gestisce il servizio urbano ed extraurbano a Padova e Rovigo, l’offerta di servizio urbano su gomma è ridotta del 7% e quella del servizio extraurbano del 24%. Nessuna riduzione, al momento, per i tram del servizio urbano a Padova. In Campania, dove gestisce i servizi di trasporto urbano, interurbano ed extraurbano a Salerno, sono sospese le corse di potenziamento scolastico e i collegamenti universitari. L’offerta sarà ulteriormente ridotta a partire da lunedì 16 marzo (circa 15% in meno rispetto alla normale offerta). In Toscana è stato ridotto del 15% rispetto alla normale offerta il servizio extraurbano nelle province di Firenze, Arezzo e Siena. Sospesi fino a venerdì 3 aprile i servizi The Mall, Volainbus e I Gigli. Nell’area metropolitana di Firenze, dove il servizio urbano su gomma è gestito da Ataf Gestioni, sono soppresse le corse scolastiche. A partire da lunedì 16 marzo è prevista una riduzione di circa il 13% della normale offerta di trasporto. In Umbria rimodulata l’offerta del servizio urbano ed extraurbano su gomma, con una riduzione del 25% rispetto alla normale offerta. Al momento non sono previste variazioni per il minimetrò di Perugia, il servizio ferroviario rete ex FCU e quello di navigazione sul lago Trasimeno. Il Polo Mercitalia ha messo in atto tutte le iniziative per assicurare da un lato la piena operatività della filiera di approvvigionamento delle merci in Italia e dall’altro i massimi livelli di sicurezza e tutela della salute per i dipendenti. I fornitori utilizzati sono continuamente monitorati. Le riunioni sono svolte in tele/video conferenza. È intensificata la sanificazione e la pulizia dei luoghi di lavoro, inclusi i locomotori. Chi non opera in smart working ha ricevuto i necessari dispositivi di protezione individuale, mentre le postazioni di lavoro negli uffici e nei reparti sono state distanziate; dove possibile, gli ambienti di lavoro sono stati segregati. Infine sono stati definiti accurati “piani di emergenza” per continuare a operare anche in caso di criticità localizzate. Italferr ha fornito ai dipendenti informazioni e indicazioni per gestire la situazione di emergenza. Ha dotato tutte le sedi e i cantieri di disinfettanti per personale e ospiti (la cui presenza è stata limitata) oltre a dispositivi di protezione individuali. È in corso un programma straordinario di sanificazione/disinfezione per tutte le sedi, già implementato a Roma, Genova e Reggio Calabria, che sarà progressivamente reiterato. Attuato un piano di progressivo rientro delle persone presenti all’estero, con mantenimento di un presidio minimo di personale locale o internazionale nei singoli Paesi. Fornite al personale che si reca all’estero maschere FFP3 per gli spostamenti in eventuali zone a rischio, come gli aeroporti. È stata creata anche un’area segregata dal resto della sede centrale di Roma, sanificata, indipendente, autosufficiente e accessibile da esterno, da utilizzare come “disaster room” in caso di chiusura della sede direzionale. Fondazione FS Italiane ha sospeso l’offerta di viaggi sugli itinerari turistici e gli eventi in calendario. Il Museo Ferroviario Nazionale di Pietrarsa rimarrà chiuso al pubblico fino al 3 aprile. Per maggiori informazioni e rimborsi si può scrivere all’indirizzo e-mail [email protected] Grandi Stazioni Rail ha chiuso le sale d'attesa delle stazioni e delimitato le sedute pubbliche. Ha messo a disposizione dispenser di disinfettante e integrato le attività di pulizia, adottando protocolli di sanificazione degli spazi comuni in cicli programmati e ricorrenti in tutte le principali stazioni del network. L'accessibilità alle stazioni è sempre garantita. Infine Thello ha cancellato tutti i treni fra Italia e Francia fino al termine dell'emergenza Coronavirus

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
16 mar 2020

Anas pubblica nuovi bandi di gara per lavori di manutenzione della rete stradale e autostradale in gestione

di mobilita

Anas (Gruppo FS Italiane) ha pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale 76 nuovi bandi di gara per l’esecuzione di lavori di manutenzione programmata della pavimentazione della rete stradale e autostradale in gestione, del valore complessivo di 380 milioni di euro nell’ambito del Piano #bastabuche. Le attività amministrative relative all’emissione di questi nuovi 76 bandi sono state svolte nel rispetto delle regole di smart working, come previsto dalle disposizioni governative, coniugando una diversa modalità lavorativa con le esigenze operative dell’azienda. Il Piano #bastabuche, arrivato alla settima tranche, ha consentito di pavimentare quasi 30mila km di corsie stradali, per un valore di quasi 2 miliardi di euro. Con questa nuova tornata di bandi, Anas risanerà la pavimentazione e la segnaletica orizzontale su almeno ulteriori 5mila km sull’intero territorio nazionale, incluse anche le strade rientrate all’azienda dagli Enti locali nel corso del 2019. L’obiettivo è di intervenire in modo veloce ed efficace per la manutenzione programmata della rete stradale e autostradale di Anas così da avviare nuovi cantieri su tutto il territorio nazionale per migliorare la qualità del servizio offerto e contribuire al rilancio del settore. Gli appalti, di durata quadriennale, saranno attivati mediante Accordo quadro, che garantisce la possibilità di avviare i lavori con la massima tempestività in relazione alla programmazione della manutenzione delle strade, senza dover espletare ogni volta una nuova gara di appalto, consentendo quindi risparmio di tempo e maggiore efficienza nell’esecuzione.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
29 feb 2020

Avanzano i lavori #Anas per il viadotto Petrusa sulla Statale 640 “Strada degli Scrittori” nella provincia di Agrigento.

di Fabio Nicolosi

Manca poco alla scadenza dei 300 giorni previsti da Anas per la consegna dei lavori di ricostruzione del viadotto Petrusa: il ponte che, dalla statale 122 collega i centri di Agrigento e Favara e che nel febbraio 2017, alla vigilia dell'inaugurazione del sottostante nuovo tracciato della "strada degli scrittori" venne demolito I lavori di ricostruzione del viadotto prevedono un investimento di oltre 2 milioni e 700 mila euro e una durata dell’intervento pari a 300 giorni.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
28 feb 2020

AUTOSTRADA A19 | Riapertura alla circolazione dei mezzi pesanti del viadotto Cannatello

di Fabio Nicolosi

A partire da lunedì 2 marzo, cesserà l’interruzione al transito dei mezzi pesanti diretti a Catania in corrispondenza del viadotto Cannatello. Il provvedimento si rende possibile poiché l’avanzamento dei lavori sul viadotto in carreggiata opposta consente ormai la possibilità di istituire il doppio senso di circolazione. I mezzi in transito dovranno rispettare il limite di velocità di 40 km/h e mantenere una distanza minima di 50 metri. I mezzi entro le 3,5 tonnellate potranno continuare a percorrere regolarmente la normale carreggiata, come avvenuto sinora.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
24 feb 2020

ANAS, cento milioni di euro per la manutenzione di tunnel stradali

di mobilita

Anas (Gruppo FS Italiane) ha pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale il bando relativo ad un accordo quadro quadriennale, del valore complessivo di 100 milioni di euro, per l'esecuzione di lavori di manutenzione programmata delle gallerie suddiviso in 8 lotti. Nel dettaglio il bando riguarda 8 lotti, ripartiti per regione e riguardanti tutte le arterie viarie gestite da Anas. Per ciascuna regione gli investimenti sono: 10 milioni di euro per il Veneto, il Friuli Venezia Giulia e l’Emilia Romagna (lotto 1), 14 milioni per il Piemonte, la Liguria e la Valle d’Aosta (lotto 2), 12 milioni per la Lombardia (lotto 3), 16 milioni per la Toscana, le Marche e l’Umbria (lotto 4), 15 milioni per il Lazio, l’Abruzzo, il Molise e la Campania (lotto 5), 12 milioni per la Basilicata, la Puglia e la Calabria (lotto 6), 16 milioni per la Sicilia (lotto 7), 5 milioni per la Sardegna (lotto 8). Anas nel corso del 2019 ha investito nella manutenzione programmata delle gallerie circa 160 milioni di euro con l’obiettivo di migliorare gli standard di efficienza e il comfort di guida. In esito alla procedura di gara sarà stipulato un accordo quadro per ciascuno dei lotti al fine di garantire la possibilità di avviare i lavori con la massima tempestività nel momento in cui si manifesta il bisogno, senza dover espletare ogni volta una nuova gara di appalto, consentendo quindi risparmio di tempo, maggiore efficienza e qualità.

Leggi tutto    Commenti 0