Articolo
06 apr 2020

LAZIO | Sospeso il servizio viaggiatori nella stazione FS di Fondi-Sperlonga

di Antonio Somigliato

Le Ferrovie dello Stato, tramite il loro canale di infomobilità, informano che a partire da oggi 06/06/2020 è disposto che i treni Regionali della relazione Roma - Formia - Napoli non fermano per servizio viaggiatori nella stazione di Fondi-Sperlonga. Il provvedimento è stato preso in seguito al prolungamento del lockdown totale per la prevenzione e gestione dell'emergenza sanitaria da Covid-19 nel Comune di Fondi (LT), così come già disposto nell'ordinanza della Regione Lazio n. 4238 del 19/03/2020. Per sopperire alle necessità di mobilità impellenti da e per il Comune, è stato attivato un call center gratuito al numero verde 800 89 20 21.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
21 mar 2020

NAPOLI | EAV, autolinea a servizio sostitutivo della Linea 2 FS

di Antonio Somigliato

Nella giornata di Giovedì 19/03/2020, l'Ente Autonomo Volturno ha annunciato tramite un post sulla pagina ufficiale Facebook, con anticipo rispetto al comunicato ufficiale di ieri su FSNews, che anche per questo questo fine settimana ci sarà una modifica dei servizi sfruttanti il passante ferroviario sotterraneo di Napoli, così come è stato per i giorni 7 e 8 Marzo da oltre un anno a questa parte per i lavori di rimodulazione del fabbricato viaggiatori nella stazione di NAPOLI - Piazza Amedeo: nel fare tale annuncio, l'azienda ha comunicato che verrà istituita un'autolinea di supporto a servizio sostitutivo della sola Linea 2 "breve" ed in variante costiera, parimenti all'autolinea 151 dell'Azienda Napoletana Mobilità, che svolgerà un servizio ridotto anche a causa dell'attuale emergenza da Covid-19. Servizi aggiuntivi nelle giornate di chiusura della Linea Metro 2 Seppur con le difficoltà causate dall’emergenza sanitaria, anche nel prossimo fine settimana, 21 e 22 marzo, seppur in maniera ridotta, EAV collaborerà con Trenitalia ed ANM, su richiesta della Regione Campania, per sopperire alla chiusura della Linea 2 Metro, sulla tratta Napoli S. Giovanni – Barra/Napoli Campi Flegrei. La Società, nelle giornate in questione, metterà a disposizione 2 autobus che opereranno tra le 7.00 e le 17.30 circa nelle giornate di sabato e tra le 8.30 e le 18.30 circa nelle giornate di domenica sulla tratta Piazza Garibaldi – Piazzale Tecchio, secondo i percorsi: andata piazza Garibaldi, corso Garibaldi, via Marina, piazza Municipio, via Acton, via Riviera di Chiaia, Mergellina, galleria, viale Augusto, piazzale Tecchio; ritorno piazzale Tecchio – via Giulio Cesare – galleria – piazza Sannazzaro – Riviera di Chiaia – via Acton – via Marina – corso Garibaldi – piazza Principe Umberto - piazza Garibaldi. Si fa infine presente che, come da comunicato ufficiale delle Ferrovie dello Stato: «I collegamenti con Salerno, Castellammare di Stabia e Torre Annunziata Centrale avranno capolinea nella stazione di San Giovanni Barra, dove sarà attivo un servizio di bus da e per Napoli Centrale»; nonché, «la stazione di Campi Flegrei sarà capolinea per i collegamenti con Pozzuoli, mentre alcuni treni da e per Caserta avranno origine o fine corsa a Napoli Centrale».

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
19 mar 2020

NAPOLI| FS, tour virtuale del Museo Ferroviario di Pietrarsa

di Antonio Somigliato

Nella giornata di ieri, 18/03/2020, la sezione notizie delle Ferrovie dello Stato (FSNews) ha annunciato tramite un twit l'apertura di una voce online sul proprio sito web riguardo la possibilità di poter effettuare, vista la chiusura al pubblico causa emergenza Covid-19 del sito fisico, un tour virtuale del Museo Ferroviario di Pietrarsa, rimandando tramite un link ad un video creato il giorno precedente (il primo di 3) dalla pagina Facebook di Fondazione FS Italiane: qui di seguito, sono riportati rispettivamente il twit di FSN, la voce del sito principale FSN e il video-post sulla pagina Fb di FFSI. Su FSNews.it: Tour virtuale del Museo Ferroviario di Pietrarsa Un viaggio su Facebook tra locomotive e treni storici con Fondazione FS Italiane 18 marzo 2020 FRANCESCA VENTRE Un viaggio virtuale in cui immergersi mentre siamo costretti a stare in casa per l’emergenza Coronavirus. Fondazione FS Italiane accompagna alla scoperta del Museo ferroviario di Pietrarsa attraverso un tour virtuale di tre puntate pubblicate su Facebook. Il museo, situato tra Napoli e Portici, si affaccia sul mare così da catturare la vista fino alla Penisola sorrentina e, nell’entroterra, verso l’imponente Vesuvio. Questo panorama che, nella sua unicità si può godere anche restando tra le mura domestiche, riempie lo sguardo e fa indugiare prima di entrare in un grandioso padiglione. Una volta dentro ecco uno spettacolo, che prosegue anche in altri ambienti, fatto di lucenti locomotive e superbi treni storici che raccontano più di un secolo e mezzo di storia ferroviaria italiana. Il museo si estende su 36mila m2 totali, una volta occupati dal Reale Opificio Meccanico, Pirotecnico e per le Locomotive, voluto da Ferdinando II di Borbone nel 1840, proprio a fianco del primo tratto ferroviario italiano, la linea Napoli‐Portici, inaugurata il 3 ottobre 1839. Il Regno delle Due Sicilie si affrancò così dalla supremazia tecnica inglese e francese. Le officine rappresentarono quindi il primo nucleo industriale italiano attivo fino agli anni ’70 del secolo scorso. Negli spazi interni ed esterni del museo, inaugurato nel 1989, trovano posto tanti interessanti reperti testimoni nel tempo di curiosità e aneddoti legati al viaggio. E non manca un meraviglioso giardino botanico con piante provenienti da tutto il mondo, inserito di recente nella rete dei Grandi Giardini Italiani. Questa visita a distanza è un’opportunità da cogliere in attesa che il Museo riapra e la sua bellezza si mostri senza filtri.  GUARDA LA PRIMA PUNTATA DEL TOUR VIRTUALE Tour virtuale del Museo Ferroviario di Pietrarsa

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
06 apr 2018

Con Mercitalia Fast le merci viaggeranno ad alta velocità

di mobilita

Da ottobre il nuovo servizio cargo sulla rete AV/AC italiana effettuato con treni ETR 500 Merci trasportate ad alta velocità con un servizio rapido, puntuale ed ecologico, utilizzando la rete AV/AC italiana. È l’obiettivo di Mercitalia Fast, il nuovo servizio cargo all freigh del Polo Mercitalia (Gruppo FS Italiane) effettuato con treno ETR 500. Mercitalia Fast sarà operativo da ottobre 2018, sulla relazione Caserta - Bologna e viceversa, dai terminal Caserta Marcianise e Bologna Interporto. Tempo di viaggio 3 ore 20 minuti a una velocità media di 180 chilometri orari, da origine a destino. Il nuovo servizio e i risultati operativi del primo anno di attività del Polo Mercitalia sono stati illustrati oggi a Milano da RenatoMazzoncini Amministratore Delegato e Direttore Generale del Gruppo FS Italiane, Ivan Soncini Presidente di Mercitalia Logistics e Marco Gosso Amministratore Delegato di Mercitalia Logistics. Presente Maurizio Maresca membro della struttura tecnica di missione del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti. “Nel suo primo anno di attività il Polo Mercitalia – ha sottolineato Renato Mazzoncini, AD di FS Italiane – ha centrato i risultati economici e industriali ottenuti, sia in termini di investimenti effettuati sia per quanto riguarda gli obiettivi indicati nel Piano Industriale 2017-2026. Abbiamo così dato avvio al rilancio del settore merci e logistico in Italia e all’estero. La ristrutturazione e la riorganizzazione delle realtà industriali cargo e logistica del Gruppo – ha continuato Mazzoncini – ha generato minori sovrastrutture operative e una maggiore efficienza produttiva. Nel settore, poi, abbiamo previsto 1,5 miliardi di euro in dieci anni. In un anno abbiamo già attivato investimenti per 500 milioni di euro che, grazie al rafforzamento dell’intermodalità e allo sviluppo dei mercati con offerte di trasporto merci ad alto valore aggiunto, ci porteranno a raggiungere nel 2026 ricavi per 2,1 miliardi”. “Con il nuovo servizio Mercitalia Fast utilizzeremo la rete Alta Velocità/Alta Capacità anche per il trasporto merci”, ha evidenziato Marco Gosso AD di Mercitalia Logistics. “Il nostro obiettivo è offrire un servizio su misura ai clienti che devono consegnare la merce in modo rapido, affidabile e puntuale. Oggi siamo l’unica impresa ferroviaria a poter garantire questo business. Inizieremo il prossimo ottobre con il collegamento Caserta - Bologna dai terminal Caserta Marcianise e Bologna Interporto. In futuro contiamo di estendere l’offerta anche ad altri terminal presenti nelle principali città italiane toccate dal network AV/AC: Torino, Novara, Milano, Brescia, Verona, Padova, Roma e Bari”. Il nuovo servizio Mercitalia Fast è pensato per trasportare i prodotti time sensitive, ovvero in tempi brevi e definiti, per clienti quali corrieri espresso, operatori logistici, produttori, distributori e valorizzatori immobiliari e potrà essere “confezionato” su misura. La merce viaggerà a bordo di un ETR 500 (12 vagoni per una capacità di trasporto equivalente a 18 tir o due aeroplani Boeing 747 Cargo) appositamente attrezzato per il trasporto di roll container (70x80x180 1m3/220 kg), facili e veloci da caricare, scaricare e stivare. Grazie a Mercitalia Fast saranno ridotte dell’80% le emissioni di anidride carbonica nell’atmosfera rispetto alla modalità di trasporto su gomma. Mazzoncini e Gosso hanno anche illustrato i risultati operativi del primo anno di attività del Polo Mercitalia, nato nel gennaio 2017 dal raggruppamento delle società del Gruppo FS Italiane che operano nel business del trasporto merci e della logistica. In particolare, il Polo Mercitalia sta raggiungendo gli obiettivi indicati dal Piano industriale 2017-2026 del Gruppo FS Italiane: già allocati investimenti pari a 500 milioni di euro su un totale di 1,5 miliardi di investimenti previsti in dieci anni e, per la prima volta nella storia del business merci delle Ferrovie italiane, nel 2017 sono stati generati flussi di cassa positivi per 40 milioni di euro. Gli investimenti, ripartiti dopo decenni, e le attività avviate testimoniano la forte volontà di FS Italiane di rilanciare il settore. Dai contratti per la fornitura di 125 nuovi locomotori elettrici, 10 locomotori di manovra e oltre 300 carri di ultima generazione per il trasporto combinato e convenzionale, agli accordi sottoscritti per lo sviluppo della logistica in Italia e all’estero.

Leggi tutto    Commenti 0