Articolo
12 ott 2020

Volotea ha annunciato il lancio della sua nuova offerta commerciale per le vacanze natalizie 2020

di mobilita

Volotea ha annunciato il lancio della sua nuova offerta commerciale per le vacanze natalizie 2020. Offerta che vede il vettore impegnato a rafforzare il suo network in Italia, Francia e Spagna e che, proprio a Genova, si traduce con l’avvio di un nuovo collegamento alla volta di Parigi Charles de Gaulle e con l’incremento delle frequenze sulle rotte già disponibili, in particolare Palermo e Catania, che vedono due voli al giorno in numerose date tra dicembre e gennaio. Presso lo scalo ligure, Volotea propone, durante le festività natalizie, un totale di 6 rotte, 1 all’estero (Parigi Charles de Gaulle, novità 2020 disponibile dal 20 dicembre 1 volta a settimana e dal 27 dicembre con 2 frequenze settimanali), e 5 in Italia (Cagliari, Catania, Napoli, Palermo e Lamezia Terme) pari a circa 28.500 posti in vendita (+15% vs lo stesso periodo nel 2019). Tutti i voli da Genova per la stagione invernale e per l’estate 2021 (che conta ben 20 destinazioni, di cui 10 in Italia e 10 tra Spagna e Grecia) sono già in vendita presso le agenzie di viaggio e sul sito www.volotea.com. Sempre per il periodo natalizio, la compagnia ha annunciato in tutto il suo network, l’avvio di 10 nuovi collegamenti e maggiori frequenze sulle sue rotte classiche. Volotea scenderà in pista, a livello internazionale, con 143 rotte, 60 delle quali in esclusiva, pari a più di mezzo milione di posti in vendita, registrando così un aumento del 33% nella sua offerta, rispetto allo stesso periodo del 2019. Le nuove rotte per le festività natalizie firmate Volotea sono: – Verona – Barcellona – Genova – Parigi – Lanzarote – Oviedo – Bilbao – Granada – Granada – Oviedo – Gran Canaria – Oviedo – Lille – Nantes – Lussemburgo – Tolosa – Nantes – Perpignan – Lille – Perpignan “Non potremmo essere più entusiasti nel condividere questa notizia così positiva: lanciamo oggi la nostra nuovissima offerta che si concretizza, a Genova, con l’avvio della nuova rotta alla volta di Parigi. Come già successo durante la scorsa estate, vogliamo consentire ai nostri passeggeri di pianificare al meglio i propri spostamenti durante i mesi invernali, aiutandoli a ricongiungersi con le famiglie e gli amici lontani, approfittando delle prossime vacanze natalizie o di uno short break. Abbiamo lavorato duramente per offrire le migliori opzioni di volo, incrementando le nostre frequenze, creando nuovi collegamenti e mantenendo invariati i più elevati standard di salute e sicurezza. Vogliamo che i passeggeri si sentano sicuri ogni volta che decideranno di viaggiare con noi”, ha dichiarato Valeria Rebasti, Commercial Country Manager Italy & Southeastern Europe di Volotea. “Siamo estremamente soddisfatti per questa novità. Questo volo consentirà ai liguri di visitare la capitale francese durante le festività natalizie, ma anche a tanti turisti francesi di visitare la nostra regione. Siamo certi che questo collegamento sarà un successo e che Volotea deciderà di proseguire questa esperienza anche in futuro, aggiungendo stabilmente Parigi al già lungo elenco di destinazioni servite dal Cristoforo Colombo”, ha detto Paolo Odone, Presidente dell’Aeroporto di Genova.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
22 set 2020

Volotea tocca a Genova quota 2 milioni di passeggeri trasportati

di mobilita

Volotea ha raggiunto oggi a Genova quota 2 milioni di passeggeri trasportati dopo solo 8 anni d’attività. Un traguardo importante che, nonostante le incertezze legate al periodo, testimonia la costante crescita del vettore e che è stato festeggiato, presso lo scalo, con una speciale cerimonia sottobordo a cui hanno preso parte Valeria Rebasti, Commercial Country Manager Italy & Southeastern Europe di Volotea, Paolo Odone e Piero Righi, rispettivamente Presidente e Direttore Generale dell’Aeroporto di Genova, insieme a Virginia Fiorini, la fortunata passeggera in partenza sul volo V71801 Genova-Cagliari. Virginia, trentenne chiavarese che alterna il lavoro di commessa a quello di insegnante di danza, è la seconda milionesima passeggera di Volotea al Cristoforo Colombo e ha ricevuto un premio davvero speciale: un anno di voli gratuiti in tutto il network Volotea “Siamo davvero entusiasti di celebrare il nostro secondo milione di passeggeri trasportati al Cristoforo Colombo. Questo importante traguardo è il risultato della perfetta sinergia che, nel corso degli anni, si è creata tra Volotea e l’Aeroporto di Genova - ha commentato Valeria Rebasti, Commercial Country Manager Italy & Southeastern Europe di Volotea -. Un risultato che, alla luce del recente evolversi della situazione sanitaria e delle difficoltà che sta attraversando il settore turistico internazionale, assume un nuovo significato e che fa ben sperare per la ripresa del comparto aviation non solo ligure, ma di tutto il Paese. Quest’estate, a seguito dell’emergenza Covid-19, abbiamo rimodulato la nostra offerta, incrementando a Genova le frequenze verso alcune tra le più suggestive destinazioni italiane: durante i mesi di luglio e agosto, abbiamo trasportato oltre 72.600 passeggeri a livello locale, attestandoci presso lo scalo come il primo vettore per volume di voli  (570) e posti in vendita (oltre 77.260). Ci auguriamo di poter festeggiare presto nuovi traguardi all’aeroporto di Genova, un partner affidabile che ci ha visto crescere volo dopo volo”. “Volotea è stato il principale motore dello sviluppo che nel corso degli ultimi anni, fino all’inizio della pandemia, ha contraddistinto il nostro scalo, – ha dichiarato Paolo Odone, Presidente dell’Aeroporto di Genova – Volotea è anche l’unico vettore con base al “Cristoforo Colombo”, cioè con aerei ed equipaggi che hanno casa in Liguria. Questo ha facilitato l’incremento delle rotte, a tutto beneficio dell’economia e del turismo della nostra regione. Anche per questo teniamo in maniera particolare alla partnership con Volotea e salutiamo con grande soddisfazione il traguardo dei 2 milioni di passeggeri trasportati da e per l’Aeroporto di Genova”. Durante l’estate 2020, Volotea ha collegato Genova con 9 destinazioni domestiche (Alghero, Brindisi, Cagliari, Catania, Lamezia Terme, Lampedusa, Napoli, Olbia e Palermo). In aggiunta a tutti i collegamenti operati durante gli scorsi mesi estivi, sono già in vendita, per volare nel 2021, i biglietti per Spagna (Ibiza, Madrid, Malaga, Minorca, Palma di Maiorca) e Grecia (Atene, Corfù, Creta, Mykonos e Santorini) e per Pantelleria.  

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
08 set 2020

Estate positiva per Volotea che ha registrato risultati superiori alle previsioni

di mobilita

Volotea nonostante un’estate caratterizzata da incertezze e cautela per il settore aviation, ha registrato risultati superiori alle previsioni: il vettore, infatti, ha totalizzato, durante i mesi estivi di luglio e agosto, circa 1,8 milioni di passeggeri nel suo network internazionale, operando un totale di oltre 13.700 voli. Dopo aver ridisegnato la propria offerta commerciale, adattandola al contesto post-lockdown Covid-19 e aver focalizzato le proprie operazioni principalmente sui voli domestici, Volotea ha ottenuto quest'estate risultati in linea con l'anno precedente. A livello internazionale, è molto positivo il tasso di puntualità: l’On Time Performance 15 è dell’89,8%. Infine, si attesta su ottimi livelli anche il tasso di raccomandazione pari all’88,8%. Numeri che trovano conferma a livello locale: a Genova, a luglio e agosto, infatti, il vettore ha totalizzato oltre 72.600 passeggeri, collegando il capoluogo ligure con 9 destinazioni, tutte domestiche. Presso il Cristoforo Colombo, dove la compagnia ha inaugurato nel 2017 una delle sue basi operative, Volotea ha registrato un load factor dell’94,1% e un tasso di raccomandazione dell’87,7%: ciò significa che quasi 9 passeggeri su 10 consiglierebbero Volotea ad amici e parenti. La compagnia si attesta, inoltre, presso lo scalo genovese come la prima per numero di voli operati (570) e posti in vendita (oltre 77.260) nei due mesi estivi. Infine, è molto positivo anche il tasso di puntualità: l’On Time Performance 15 è del 90,4%. “Quest’estate, nonostante il clima di preoccupazione e l’incertezza che ha caratterizzato il comparto turistico a livello internazionale, Volotea ha registrato performance superiori alle aspettative, trasportando circa 2 milioni di passeggeri in tutto il suo network. Un risultato che premia la scelta di rafforzare i collegamenti domestici, non solo in Italia, ma anche in Spagna, Francia e Grecia, offrendo collegamenti ancora più frequenti e comodi per volare verso alcune delle più belle località estive. Per garantire poi la sicurezza a bordo dei nostri aeromobili, una volta ripresa la nostra operatività, abbiamo implementato una serie di misure di sicurezza, permettendo così ai nostri passeggeri di programmare le loro vacanze in tutta serenità. Infine, in stretta sinergia con gli aeroporti del nostro network, siamo già al lavoro per definire nuove proposte in linea con le esigenze di viaggio dei nostri clienti” - ha affermato Carlos Muñoz, Presidente e Fondatore di Volotea. Durante l’estate 2020, Volotea ha collegato Genova con 9 destinazioni domestiche (Alghero, Brindisi, Cagliari, Catania, Lamezia Terme, Lampedusa, Napoli, Olbia e Palermo). In aggiunta a tutti i collegamenti operati durante gli scorsi mesi estivi, sono già in vendita, per volare nel 2021, i biglietti per Spagna (Ibiza, Madrid, Malaga, Minorca, Palma di Maiorca) e Grecia (Atene, Corfù, Creta, Mykonos e Santorini) e per Pantelleria.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
03 lug 2020

Volotea ha inaugurato oggi a Napoli la sua sesta base italiana

di mobilita

Volotea ha inaugurato oggi a Napoli la sua sesta base italiana. Dopo l’annuncio dello scorso ottobre, infatti, si concretizzano gli investimenti della compagnia presso lo scalo campano dove, grazie ai 2 Airbus A319 allocati, il vettore punta a consolidare, per quest’estate, la sua presenza con una particolare attenzione all’offerta domestica, a cui si aggiungono numerosi collegamenti verso la Grecia. Come in passato, prima cioè di diventare base Volotea, Napoli si riconferma così come il primo aeroporto in Italia, e secondo nel network Volotea, per volume di biglietti disponibili. Il network di rotte della compagnia raggiungibili da Napoli include 17 destinazioni, 9 in Italia e 8 all’estero e, per l’occasione, il vettore scende in pista con una speciale promozione, con biglietti a partire da 9 Euro per decollare dallo scalo napoletano. L’inaugurazione della nuova base è stata ufficializzata con uno speciale taglio del nastro a cui hanno preso parte Carlos Muñoz, Presidente e Fondatore di Volotea, live in collegamento da Barcellona, Valeria Rebasti, Commercial Country Manager Italy & Southeastern Europe di Volotea, Roberto Barbieri, Amministratore Delegato GESAC e Margherita Chiaramonte, Direttore Sviluppo Business Aviation di GESAC. “Dopo questi ultimi mesi così impegnativi, l’inaugurazione della nostra sesta base italiana acquista un valore simbolico molto importante: confermiamo il nostro impegno nel sostenere il tessuto economico campano e, allo stesso tempo, la ripartenza dell’intero comparto turistico italiano. L’avvio ufficiale delle attività della nuova base a Napoli, oltre a comportare un consolidamento delle nostre rotte in partenza verso alcune delle più importanti destinazioni nazionali, prevede la creazione di circa 48 nuovi posti di lavoro diretti. Grazie, inoltre, al consolidamento delle misure igieniche e dei protocolli di sicurezza adottati in tutte le fasi del viaggio, siamo in grado di garantire voli ancora più sicuri e puliti, offrendo un ambiente salubre a tutela della salute di passeggeri ed equipaggi. A nome di tutta Volotea, vorrei ringraziare le autorità locali e il management GESAC per il loro supporto”, ha commentato Carlos Muñoz, Presidente e Fondatore di Volotea. Volotea crede fortemente nelle potenzialità turistiche del territorio e, con l’avvio della sua nuova base, vuole incrementare il volume di passeggeri in transito verso Napoli, offrendo allo stesso tempo numerose opportunità di viaggio a tutti coloro che risiedono in Campania. “L’inaugurazione di una base è uno dei momenti più significativi per un aeroporto e in questo periodo lo è ancora di più. Nella delicata e complessa fase della ripartenza, Volotea si conferma un partner strategico e primo vettore a Napoli per numero di destinazioni nazionali e isole greche. Questa operazione risponde ai nostri principali obiettivi: ripristinare la connettività, contribuire alla ripresa della filiera turistica, generare posti di lavoro e stimolare l’economia che gravita sullo scalo partenopeo. Siamo pronti ad accogliere i passeggeri con misure di sicurezza sanitarie innovative e a misura di passeggero sfruttando le tecnologie più avanzate presenti sul mercato”, ha commentato Roberto Barbieri, Amministratore Delegato di GESAC Grazie all’apertura della sua nuova base a Napoli, Volotea consoliderà le sue rotte nazionali in partenza dallo scalo, offrendo ai passeggeri maggiori frequenze per decollare verso Catania (fino a 11 voli a settimana), Genova (fino 5 voli a settimana), Torino (2 voli a settimana), Trieste e Verona (entrambe con 2 voli a settimana nel periodo estivo e con fino a 6 voli a settimana a Settembre), Olbia (fino a 7 voli a settimana). Per l’estate 2020, il network di destinazioni domestiche da Napoli prevede collegamenti anche verso Alghero (novità 2020 che prevede 2 voli settimanali), Cagliari (6 voli a settimana) e Palermo (fino a 2 voli al giorno a settimana). Gli amanti della Grecia potranno, invece, decollare da Napoli alla volta di Mykonos (fino a 5 voli a settimana), Santorini (fino a 4 volte a settimana), Heraklion, Zante e Skiathos (tutte fino a 3 volte a settimana), Rodi (fino a 2 frequenze settimanali), Cefalonia e Preveza-Lefkada (1 frequenza settimanale). I 2 aeromobili allocati a Napoli, configurati con 156 posti a sedere, garantiranno a tutti i passeggeri una migliore connettività, grazie a collegamenti con orari ancora più comodi, per volare verso le più importanti destinazioni in Italia e all’estero. Grazie, inoltre, all’apertura di questa nuova base, Volotea sarà in grado di garantire tariffe convenienti e un’esperienza di viaggio piacevole. Per proteggere la salute di tutti i suoi passeggeri e dei suoi dipendenti, Volotea ha rinforzato le misure igieniche e i protocolli di sicurezza a seguito delle direttive emanate da EASA (European Union Aviation Safety Agency), ECDC (European Centre for Disease prevention and Control) e dalle autorità sanitarie locali. Napoli si aggiunge, quindi, alle basi già operative del vettore in Italia: Venezia, Verona, Palermo, Genova e Cagliari. Tutte le rotte Volotea in partenza da Napoli sono già in vendita sul sito www.volotea.com e nelle agenzie di viaggio.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
18 giu 2020

AEROPORTO MILANO BERGAMO | Incremento di voli e destinazioni ad un mese dalla riapertura

di mobilita

A un mese esatto dalla ripresa dei voli passeggeri di linea all’Aeroporto di Milano Bergamo, avvenuta il 18 maggio scorso con la riattivazione del primo di una serie di collegamenti che Wizz Air continua a garantire, la compagnia aerea Volotea inaugura nella mattinata di giovedì 18 giugno la rotta con Olbia (decollo alle 9:50 con atterraggio all’aeroporto Costa Smeralda alle 11:15), che viene coperta inizialmente cinque volte a settimana, da giovedì a lunedì compresi, per poi incrementare nei mesi di luglio e agosto fino a due voli giornalieri. Dal 20 giugno e per tutti i fine settimana estivi, sabato e domenica, Volotea collegherà Milano Bergamo a Lampedusa e Pantelleria. Domenica 21 giugno Ryanair riprende le operazioni da Milano Bergamo con i primi sette voli con destinazioni Madrid, Ibiza, Manchester, Palma di Maiorca, Atene, Catania e Alghero. Nell’ultima settimana di giugno Ryanair effettuerà 11 voli giornalieri da Milano Bergamo, dove dal 1° luglio garantirà il 40% del proprio network. SACBO ha predisposto nell’area check-in e all’interno dell’aerostazione, fino ai gate di imbarco, una nuova tipologia di segnali calpestabili di distanziamento fisico, mentre da domenica 21 giugno tornerà disponibile il servizio self drop off per i bagagli da stiva.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
17 giu 2020

In video conferenza l’incontro tra Aicalf e la ministra Paola De Micheli per la crescita del traffico aereo italiano

di mobilita

Un mercato aereo in grado di ripartire dopo l’emergenza Covid19 con regole, anche contrattuali, uguali per tutti per favorire la libera concorrenza e gli investimenti nel nostro Paese, e un nuovo piano nazionale aeroporti che porti alla garanzia di collegamenti efficienti in tutta la penisola. Sono alcuni dei concetti affermati dalla Ministra delle Infrastrutture e dei Trasporti Paola De Micheli nel corso dell’incontro in video conferenza con i rappresentanti delle compagnie aeree low fares operanti in Italia, riunite nella nuova associazione Aicalf: Ryanair, Vueling, Volotea, Easyjet, Norwegian e Blueair. La Ministra ha ricordato le azioni adottate dal Governo per far fronte all’emergenza sanitaria anche nel settore aereo, in particolare per il rimpatrio dei connazionali, e le linee guida sulla sicurezza dei passeggeri, e ha illustrato le ragioni della scelta di costituire una nuova società pubblica per Alitalia, segnata da una forte discontinuità col passato. “Conosco bene i numeri e il ruolo delle vostre compagnie – ha spiegato – e quanto abbiano aiutato la crescita del turismo nel nostro Paese attraverso importanti investimenti, conosco altresì quante siano le risorse che avete legittimamente ottenuto dalle Regioni e dalle società aeroportuali nel corso degli anni. La strategia industriale che abbiamo elaborato nelle linee guida per la nuova Alitalia non si sovrappone alla vostra perché la nuova compagnia pubblica giocherà in un campo internazionale, senza entrare in competizione con le low fares”. La Ministra ha evidenziato che nessuna delle misure di sostegno al settore aereo nazionale inserite nel Decreto Rilancio sia stata pensata per danneggiare il mondo “low cost”. ‘’Nessuna norma vuole limitare la sana concorrenza tra compagnie di cui beneficiano i cittadini, ma solo garantire regole e condizioni uguali per tutti. Abbiamo stanziato risorse – ha ricordato - a compensazione di perdite per il lockdown e rimpatri dei nostri connazionali, del mantenimento della continuità territoriale e delle conseguenze dell’adozione di norme di sicurezza e distanziamento sociale molto severe solo in Italia”. “L’introduzione dell’obbligo di adeguamento ai minimi retributivi del contratto nazionale del settore – ha aggiunto - non è una norma che abbiamo immaginato contro le low fares, ma a favore dei lavoratori, a fronte di una condizione di reddito e di lavoro che è complessivamente peggiorata a causa della crisi”. Infine la Ministra De Micheli ha invitato i rappresentanti delle compagnie a partecipare al tavolo per la definizione del nuovo piano nazionale aeroporti. “Insieme alle Regioni e alle società aeroportuali lavoriamo – ha concluso – per garantire collegamenti efficienti in tutto il Paese, anche attraverso l’adeguamento strutturale dei nostri scali. L’altro passaggio fondamentale è la definizione di un nuovo modello di norme che ci renda un mercato pienamente regolato, dove ognuno possa giocare il suo ruolo a parità di condizioni, e ci permetta di rilanciare gli investimenti”. I rappresentanti di Blue Air, easyJet, Norwegian, Ryanair, Volotea e Vueling – le sei compagnie che fanno parte dell’associazione, che rappresentano oltre il 50% del traffico aereo italiano di corto raggio e che impiegano oltre 6.000 dipendenti – hanno nuovamente espresso forti preoccupazioni in merito all’attuale testo del Decreto Rilancio che prevede investimenti per oltre 3,5 miliardi di euro per Alitalia – rispetto ai 3 miliardi previsti per il comparto sanitario – e che, senza interventi per l’intero settore del trasporto aereo nel suo complesso, rischia di mettere in crisi milioni di posti di lavoro, la competitività del mercato e l’offerta rivolta ai cittadini”, afferma AICALF in un comunicato. Di conseguenza, volendo davvero supportare la ripresa del Paese, la ripartenza del turismo e rilanciare il settore del trasporto aereo in Italia, AICALF ha presentato nuovamente al Governo le proprie proposte per modificare le distorsioni e gli aspetti discriminatori attualmente presenti nel DL Rilancio: estendere la possibilità di accedere al Fondo di ristoro per il trasporto aereo a tutti i vettori con licenza europea stabiliti in Italia, riconoscere pienamente la validità dei contratti aziendali già stipulati dai vettori aerei con le organizzazioni sindacali più rappresentative e sospendere l’imposta comunale sui passeggeri per supportare l’auspicato incremento del traffico aereo verso le diverse regioni italiane. Le proposte sono ora all’attenzione della Ministra De Micheli e saranno la base di un prossimo incontro che dovrebbe svolgersi entro una decina di giorni. “Se la ministra ha sottolineato, durante la riunione, quanto le compagnie low cost siano state fondamentali per lo sviluppo economico e per il turismo italiani nel tempo, tutti i vettori aderenti ad AICALF hanno confermato la loro volontà di continuare a investire nel Bel Paese per garantire, già da questa estate, il ritorno di viaggiatori e turisti lungo la penisola, a condizione che i livelli di competitività del mercato rimangano, senza distorsioni, quelli costruiti negli anni”, conclude l’Associazione. TI POTREBBE INTERESSARE: Decolla la nuova Associazione Italiana Compagnie Aeree Low Fares

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
16 giu 2020

Volotea ha confermato la ripresa delle sue operazioni in Italia il 18 giugno

di mobilita

Volotea ha confermato la ripresa delle sue operazioni in Francia (17 giugno), Italia (18 giugno), Grecia (18 giugno) e in Spagna (25 giugno). In tutti i Paesi in cui è presente, Volotea ha implementato un nuovo network, aumentando fortemente la sua offerta domestica e rafforzando i collegamenti tra la terraferma e le isole. Quest’estate, Volotea offrirà un totale di 274 rotte, di cui 75 nuove e 122 esclusive. Volotea ha ripreso oggi ad operare l’Airbus Shuttle Service tra Tolosa e Amburgo: con questo servizio, la compagnia fornisce ai dipendenti Airbus collegamenti fra due principali centri produttivi Airbus con 4 frequenze giornaliere. Il decollo dell’Airbus Shuttle Service segna ufficialmente il ritorno delle operazioni della compagnia aerea. Con l’obiettivo di adattare la sua offerta al nuovo contesto post Covid-19, Volotea ha implementato e reso disponibile per i suoi passeggeri un network di destinazioni 2020 aggiornato, in cui sono stati rafforzati i collegamenti domestici. In Italia, Francia, Spagna e Grecia, la compagnia aerea offre un totale di 165 rotte domestiche, 72 delle quali in esclusiva. Inoltre, in tutti i Paesi in cui opera, Volotea sta potenziando i collegamenti tra la terraferma e le isole, offrendo nuove rotte e aumentando la frequenza delle rotte già operate. “Per noi, il decollo dell’Airbus Shuttle Service segna la prima pietra miliare del ritorno, dopo il blocco imposto a seguito del Covid-19 nei Paesi in cui operiamo. Ora stiamo assistendo a segnali molto positivi per quest’estate che incoraggiano i passeggeri a viaggiare e che permetteranno di volare verso le destinazioni leisure in sicurezza. Allo stesso tempo, ci siamo adeguati rapidamente alle nuove domande in termini di sicurezza, offerta e flessibilità e stiamo osservando come le prenotazioni crescano rapidamente, settimana dopo settimana. Stiamo offrendo una serie completamente nuova di rotte domestiche, maggiori frequenze e numerosi collegamenti con destinazioni vacanziere, specialmente nelle isole. Gli europei sono stati in lockdown per un lungo periodo e ora il forte desiderio di fare una meritata e sana vacanza sta motivando molte persone a riprendere la propria vita, rimettendo in pista i piani temporaneamente posticipati mesi fa”, ha affermato Carlos Muñoz, Presidente e Fondatore di Volotea.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
26 mag 2020

Volotea ricomincia a volare in Italia dal 18 giugno con un incremento delle rotte domestiche

di mobilita

Il 18 giugno Volotea ricomincia a volare in Italia e inizia dalle sue basi di Venezia e Verona, riattivando in questa fase iniziale di riapertura le rotte domestiche, incrementando frequenze e posti in vendita per volare dal Veneto verso il suo network di destinazioni italiane. In entrambi gli scali inizia con un volo su Catania, per poi riattivare progressivamente le sue rotte verso il Sud Italia e le isole. A Venezia, incrementa complessivamente del 44% la sua offerta domestica della stagione estiva: +63% i voli per Palermo (il collegamento prevede fino a 14 voli settimanali nei mesi più caldi) e +47% quelli per Catania (fino a 21 voli per settimana nel periodo di altissima stagione); in Sardegna, la rotta per Olbia (fino a 18 voli a settimana) viene incrementata del 40%, quella per Cagliari (fino a 10 voli a settimana) del 35% e quella per Alghero del 26% (fino a 3 frequenze settimanali); cresce anche l'offerta Volotea verso la Puglia con +73% i voli verso Brindisi e +64% quelli verso Bari. "Con la nuova programmazione a partire dal 18 giugno, Volotea risponde prontamente alle attese del mercato turistico che, in questa prima fase di ripresa, sono di un'attivazione di flussi nazionali nella direttrice Nord-Sud" - ha dichiarato Enrico Marchi, Presidente del Gruppo SAVE - "L'aumento di frequenze verso le regioni del Sud e le isole, sia dall'aeroporto di Venezia che da quello di Verona, sono la conferma dell'importanza che per Volotea ricopre il nostro sistema aeroportuale, il cui ampio bacino d'utenza può contare sulla solidità di una compagnia che ancora una volta sceglie i nostri aeroporti come base per la ripartenza. Da parte nostra, possiamo assicurare che i nostri aeroporti sono luoghi sicuri, avendo adottato le più attente misure di scurezza sanitaria, secondo quanto previsto dai protocolli". A Verona, Volotea rafforza la sua flotta che passa da 4 a 5 aeromobili basati allo scalo. L'offerta domestica complessiva di voli viene incrementata del 30%. Aumentano del 53% i voli per Cagliari (il collegamento prevede fino a 14 voli settimanali nei mesi più caldi), del 41% quelli per Olbia (fino a 21 voli per settimana nel periodo di altissima stagione) e del 9% quelli per Alghero (4 voli settimanali). In Sicilia, la rotta per Catania (fino a 28 voli a settimana) cresce del 26%, quella su Palermo (fino a 14 voli a settimana) del 35%. Verso la Calabria, l'offerta aumenta del 31% su Lamezia Terme; verso la Puglia, del 25% su Bari; verso la Campania del 9% su Napoli. "Con l'annuncio odierno, Volotea dimostra ancora una volta di credere nel Catullo e, in questa prima fase di ripresa, manifesta l'importanza che il nostro aeroporto ricopre all'interno della sua programmazione di voli" - ha dichiarato Paolo Arena, Presidente di Catullo - "La decisione della compagnia di riprendere a Volare dal nostro sistema aeroportuale, di basare un quinto aeromobile a Verona e di incrementare le frequenze verso le isole italiane e il Sud Italia segnano l'avvio di un ritorno ad una normalità di cui la nostra regione e l'intero Paese sentono il bisogno. Insieme a Volotea, il sistema aeroportuale del Garda, unitamente a quello di Venezia, che insieme compongono il Polo Aeroportuale del Nord Est, rispondono alle esigenze del mercato turistico, che per riattivarsi necessita di collegamenti aerei e che può contare su un aeroporto sicuro che ha adottato tutte le necessarie misure di sicurezza". "Siamo molto felici di poter consolidare le rotte nazionali da e per Venezia e Verona. Frequenze e posti aggiuntivi, oltre a offrire nuove opportunità di viaggio, rappresentano un segnale di speranza dopo questo periodo così buio. Per l'estate 2020, puntiamo ad aumentare le rotte in partenza dal Marco Polo verso alcune tra le più suggestive destinazioni italiane. - ha commentato Carlos Muñoz, Presidente e Fondatore di Volotea - Grazie alla nostra flotta, sarà ancora più facile e veloce decollare dal Veneto verso le maggiori isole italiane e il Sud-Italia, destinazioni che, sicuramente, saranno anche tra le più desiderate per le vacanze di quest'anno. Puntiamo molto a rafforzare la nostra offerta nel mercato domestico e vogliamo continuare a investire a livello locale, supportando il tessuto economico e l'intero comparto turistico italiano". L'incremento delle rotte domestiche si inserisce in un piano più ampio che, recentemente, ha visto la compagnia impegnata in prima linea con l'annuncio di 40 nuove rotte domestiche tra Italia, Spagna, Francia e Grecia

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
20 mag 2020

Volotea si espande con 40 nuove rotte

di Fabio Nicolosi

Volotea, la compagnia aerea low-cost che collega tra loro città di medie e piccole dimensioni e capitali europee, ha annunciato in Italia, Francia, Spagna e Grecia l’avvio di 40 nuove rotte domestiche, 15 delle quali in esclusiva.   Per quest’estate, la compagnia punta a incrementare le possibilità di volo nazionali per i suoi passeggeri, facilitando gli spostamenti tra la terraferma e le isole. Le rotte saranno operative da luglio. La compagnia ha annunciato, infine, che la ripresa delle sue operazioni è prevista per il 16 giugno con il servizio Airbus Shuttle tra Tolosa e Amburgo. Volotea amplierà il network 2020 con un totale di 40 nuove rotte in Italia, Francia, Spagna e Grecia. In questi Paesi, inoltre, è forte la volontà della compagnia di intensificare i collegamenti domestici per quest’estate, rafforzando i voli tra le isole e la terraferma. Volotea scenderà in pista con 8 nuove rotte in Italia, 15 in Francia, 15 in Spagna e 2 in Grecia. Delle 40 nuove rotte in vendita, 15 sono esclusiva del vettore. Infine, Volotea ha annunciato l’ingresso di 4 nuovi aeroporti nel suo network: Beauvais in Francia, Santiago de Compostela e Granada in Spagna e Bologna in Italia. “Oggi, siamo davvero entusiasti di poter condividere con i nostri passeggeri ottime notizie, annunciando l’avvio di numerose rotte domestiche aggiuntive. Siamo convinti che, nei prossimi mesi estivi, i nostri passeggeri vorranno viaggiare di più, specialmente sulle rotte nazionali, ora che i protocolli di volo stanno diventando più chiari e che si sta riguadagnando fiducia nei confronti dei viaggi all’insegna della massima salute e sicurezza. Pertanto, abbiamo adattato il nostro network di destinazioni, rafforzando fortemente tutti i nostri collegamenti nazionali in Spagna, Francia, Italia e Grecia”– ha affermato Carlos Muñoz, Presidente e Fondatore di Volotea. ITALIA In Italia le nuove rotte sono 8, 5 delle quali in esclusiva, e permetteranno alla compagnia di moltiplicare i collegamenti tra Sicilia, Sardegna e la penisola italiana. Volotea può, inoltre, contare su Bologna tra i nuovi aeroporti 2020. Le nuove rotte annunciate sono Catania-Torino-Catania Palermo-Trieste-Palermo (esclusiva) Lamezia Terme-Trieste-Lamezia Terme (esclusiva) Alghero-Napoli-Alghero Alghero-Torino-Alghero Olbia-Pescara-Olbia (esclusiva) Olbia-Trieste-Olbia (esclusiva) Infine, non va dimenticato il recente annuncio relativo alla nuova rotta Olbia-Bologna-Olbia. FRANCIA In Francia, Volotea offre un totale di 15 nuove rotte, 5 delle quali esclusive. Tutte le nuove rotte permettono di raggiungere destinazioni di vacanza. Volotea, da oggi, connette tutte le sue città della Francia continentale con la Corsica. Da quest’anno la low-cost include nel suo network 2020 anche l’aeroporto di Beauvais. SPAGNA In Spagna, il vettore rafforza la sua presenza, offrendo 15 nuove rotte, 5 delle quali in esclusiva. Volotea intensificherà le connessioni con le isole Baleari e Canarie. Con questi nuovi voli, Volotea raddoppia il volume di rotte offerte in Spagna e comincerà a volare in 2 nuovi aeroporti – Santiago de Compostela e Granada. Volotea raddoppia, poi, la sua presenza sia nelle Asturie sia a Bilbao basando un aeromobile aggiuntivo in entrambi gli aeroporti. GRECIA Infine, in Grecia, Volotea offrirà 2 nuove rotte, collegando Atene con Corfù e Santorini con Salonicco. Allo stesso tempo, la compagnia intensificherà le frequenze dei suoi voli tra le isole e la terra ferma.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
13 mag 2020

Decolla la nuova Associazione Italiana Compagnie Aeree Low Fares

di mobilita

Blue Air, easyJet, Norwegian, Ryanair, Volotea e Vueling, che rappresentano piú del 50% del traffico aereo italiano di corto raggio, hanno annunciato oggi di avere formato la nuova Associazione Italiana delle Compagnie Aeree Low Fares, per rappresentare gli interessi delle compagnie aeree low cost nell’ambito delle relazioni con le autorità governative italiane e gli altri interlocutori istituzionali. A fronte della crisi dovuta al Covid-19 – si legge nel comunicato che ne annuncia la costituzione - l’Associazione é impegnata a offrire posti di lavoro e crescita economica e a ripristinare collegamenti e flussi turistici in tutta Italia nell’immediato futuro, al fine di sostenere una rapida ripartenza dell'economia italiana. L’Associazione nasce in sostanza con l’obiettivo ambizioso di concorrere a ripristinare la competitività del trasporto aereo italiano, assicurando a cittadini e imprese i collegamenti aerei e la costante disponibilità di accesso a tariffe aeree a basso costo. Un vero e proprio manifesto, in cui le compagnie associate richiamano l’impegno ad applicare contratti di lavoro di diritto italiano al proprio personale di volo, i benefici dovuti alla liberalizzazione dell'aviazione negli anni '90 con tariffe sostanzialmente più basse e alla concorrenza che ha portato a triplicare il volume dei passeggeri in Italia dal 1997. In appendice, pure senza nominare Alitalia, l’invito rivolto dalla neonata Associazione Italiana delle Compagnie Aeree Low Fares al Governo italiano a non agire su base discriminatoria, proteggendo il settore del trasporto aereo nel suo insieme e non una singola compagnia, e a sospendere l’imposta comunale sui passeggeri per consentire la ripresa del traffico, in particolare verso le regioni italiane, dopo il lockdown.

Leggi tutto    Commenti 0