Articolo
08 apr 2020

Coronavirus, le compagnie aeree non possono rimborsare i voli cancellati

di mobilita

Duro scontro tra le compagnie aeree e l'UE per il rimborso dei voli cancellati a causa del coronavirus. Le compagnie aeree, hanno chiaramente ribadito che per evitare il fallimento non possono rimborsare i passeggeri che hanno comprato voli poi cancellati a causa del coronavirus ma l'Ue avverte, "I viaggiatori hanno diritto al rimborso". Il totale dei biglietti da rimborsare ammonterebbe a 35 miliardi di dollari e per Alexandre de Juniac, numero uno della Iata, "rimborsare i biglietti è finanziariamente insostenibile per le compagnie aeree perché finirebbero con la cassa prosciugata". "Siamo consapevoli delle difficoltà senza precedenti delle compagnie aeree, ma i diritti dei passeggeri sono protetti dalla legge nell'Ue. Le compagnie devono offrire ai passeggeri la scelta tra un rimborso e un cambio di biglietto. Dato che il cambio di biglietto non è sempre disponibile in queste circostanze, i passeggeri devono essere rimborsati", ha affermato Stefan de Keersmaecker, portavoce della Commissione europea. Molte compagnie stanno offrendo voucher dello stesso importo del biglietto da spendere per un prossimo volo. Tuttavia, spiega la Commissione, i vettori non possono offrire solo questa possibilità ma offrire anche quella di avere un rimborso in contanti.  

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
13 feb 2020

Anche easyJet arriva in soccorso dei passeggeri di Air Italy

di mobilita

Anche easyJet arriva in soccorso dei passeggeri di Air Italy i cui voli sono stati cancellati. In un comunicato la compagnia aerea fa sapere: "Siamo molto dispiaciuti per quanto sta accadendo a Air Italy e ci rendiamo conto della situazione di incertezza che stanno vivendo i passeggeri in queste ore. easyJet ha messo a disposizione dei passeggeri di Air Italy una tariffa fissa di 39,99 euro, dedicata a chiunque sia in possesso di una prenotazione per volare tra Milano Malpensa e Napoli, Catania, Palermo, Lamezia Terme, Cagliari e Tenerife tra il 26 febbraio e il 31 marzo 2020. La tariffa sará disponibile fino al 26 febbraio previa presentazione della prenotazione esistente con Air Italy. I passeggeri interessati possono contattare il servizio client di easyJet al numero 199 304 213 per chiamate dall’Italia o +44 330 365 5030 (per chiamate dall’estero)".

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
12 feb 2020

Ryanair lancia tariffe salvataggio per i voli cancellati da Air Italy da 7 aeroporti

di mobilita

Ryanair ha lanciato delle speciali tariffe di salvataggio su 11 rotte da/per 7 aeroporti italiani per accogliere i clienti di Air Italy i cui voli sono stati cancellati. Le tariffe partono da 19,99 Euro sui voli nazionali da/per Cagliari, Catania, Lamezia, Milano Bergamo, Milano Malpensa, Napoli e Palermo, nonché sulle rotte internazionali da Milano Bergamo a Londra Stansted e Londra Southend. Queste tariffe di salvataggio sono già disponibili sul sito Ryanair.com: sono valide per viaggi  da febbraio a maggio, ma devono essere prenotate entro la mezzanotte di giovedì (13 febbraio).   Rotta Frequenze (per settimana) Milano Bergamo – Cagliari 21 Milano Bergamo – Catania 20 Milano Bergamo – Palermo 24 Milano Bergamo – Londra Stansted 31 Milano Bergamo – Lamezia 22 Milano Bergamo – Napoli 28 Milano Bergamo – Londra Southend 4 Milano Malpensa – Catania 23 Milano Malpensa – Palermo 14 Milano Malpensa – Lamezia 14 Milano Malpensa – London Stansted 17 Chiara Ravara di Ryanair ha dichiarato:  “I clienti Ryanair potranno continuare a beneficiare delle tariffe più basse e del servizio affidabile da e per gli aeroporti italiani e abbiamo lanciato tariffe di salvataggio per assistere i clienti i cui voli sono stati cancellati in seguito all’interruzione dell’attività da parte di Air Italy.I clienti possono volare da/per questi 7 aeroporti a partire da soli  19,99 Euro per viaggi da febbraio a maggio e queste tariffe di salvataggio sono in vendita fino alla mezzanotte di giovedì (13 febbraio), solo sul sito Web Ryanair.com.”

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
14 gen 2020

Oggi sciopero dei controllori di voli dalle ore 13:00 alle ore 17:00

di mobilita

Per martedì 14 gennaio, alcune sigle sindacali hanno proclamato uno sciopero dei controllori di volo dalle ore 13:00 alle ore 17:00. Durante gli scioperi vi sono comunque le fasce orarie di tutela, dalle ore 7 alle 10 e dalle ore 18 alle 21, nelle quali i voli devono essere comunque effettuati. Qui potete consulare i voli garantiti. Alitalia ha cancellato alcuni collegamenti, sia nazionali che internazionali, previsti per il 14 gennaio nella fascia oraria dalle 13:00 alle 17:00. Qui è possibile consultare la lista dei voli cancellati il 14 gennaio. Per limitare i disagi dei passeggeri, Alitalia ha attivato un piano straordinario che prevede l’impiego di aerei più capienti sulle rotte domestiche e internazionali, con l’obiettivo di riprenotare i viaggiatori coinvolti nelle cancellazioni sui primi voli disponibili in giornata: il 75% dei passeggeri riuscirà a partire nella stessa giornata del 14 gennaio. I passeggeri coinvolti nelle cancellazioni possono controllare su quale volo sono stati riprenotati collegandosi al sito www.alitalia.com e inserendo, nella sezione ‘I MIEI VOLI’ in home page, il proprio ‘Nome’, ‘Cognome’ e il ‘Codice di Prenotazione’. Alitalia invita tutti i passeggeri che hanno acquistato un biglietto per volare dalle 13:00 alle 17:00 del 14 gennaio a verificare lo stato del proprio volo, prima di recarsi in aeroporto, sul sito alitalia.com, chiamando il numero verde 800.65.00.55 (dall’Italia) o il numero +39.06.65649 (dall’estero), oppure contattando l’agenzia di viaggio presso cui hanno acquistato il biglietto. I passeggeri che hanno acquistato un biglietto Alitalia per viaggiare il 14 gennaio, in caso di cancellazione o di modifica dell’orario del proprio volo, potranno cambiare la prenotazione senza alcuna penale o chiedere il rimborso del biglietto (solo nel caso in cui il volo sia stato cancellato o abbia subìto un ritardo superiore alle 5 ore) fino al 21 gennaio.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
11 nov 2019

Astra Airlines, in difficoltà finanziare, cancella numerosi voli

di mobilita

La compagnia aerea greca Astra Airlines sta cancellando numerosi voli, l'ultimo domenica scorsa per un aereo che avrebbero dovuto viaggiare da Salonicco a Kos. I passeggeri sono stati informati tramite un sms. Problemi si stanno verificando anche nel sito Web della compagnia, che risulta disabilitato l'opzione a prenotare i voli. Tre aerei, inoltre, sono stati restituiti alle società proprietarie. Alcune fonti affermano che Astra Airlines deve affrontare problemi finanziari che incidono gravemente sul suo regolare funzionamento e la sua posizione è al momento al vaglio dell'HCAA che sta esaminando la possibilità di revocare il permesso a volare. Astra Airlines, con base all'aeroporto di Macedonia, opera voli diretti da e per Salonicco verso Chios, Mitilene, Samo, Lemnos, Ikaria, Heraklion e Kos. Da Atene a Chio, Kozani, Kastoria e Ikaria. Ha lanciato il suo primo volo commerciale nel luglio 2008 e dal 2015 ha stabilito una base all'aeroporto internazionale di Atene e una base tecnica a Heraklion. La sua flotta è composta da quattro velivoli di proprietà privata.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
01 ott 2019

Ryanair lancia tariffe salvataggio per i voli cancellati da easyjet sulle tratte da Milano e Berlino per Tallin

di mobilita

Ryanair ha lanciato delle speciali tariffe di salvataggio a partire da 14,99 Euro (da Milano Bergamo) e 9,99 Euro (da Berlino Schönefeld), dedicate a tutti i passeggeri interessati dalla cancellazione dei voli con destinazione Tallin, operati dalla compagnia easyJet sulle rotte da Milano e Berlino. I clienti Ryanair da Milano e Berlino, potranno volare da e per Tallinn, con tariffe estremamente vantaggiose, contando sempre sul servizio sicuro e puntuale di Ryanair. Queste tariffe di salvataggio, sono già disponibili sul sito Ryanair.com: sono valide per viaggiare fino alla fine di novembre per prenotazioni effettuate entro la mezzanotte di mercoledi (2 ottobre). Chiara Ravara di Ryanair ha dichiarato: “I clienti Ryanair potranno continuare a beneficiare delle tariffe più basse e del servizio affidabile da e per Tallin. Abbiamo però deciso di lanciare delle tariffe di salvataggio in aiuto ai viaggiatori interessati dalla cancellazione annunciata dalla compagnia easyJet dei suoi collegamenti sulle tratte Milano – Tallin e Berlino – Tallin. I clienti potranno volare sulle tratte Milano/Berlino e Tallin, con tariffe a partire da soli 9.99 euro, fino a fine Novembre. Le tariffe sono già disponibli esclusivamente sul sito Ryanair.com, fino alla mezzanotte di mercoledi (2 ottobre). Dal momento che queste incredibili tariffe termineranno rapidamente, invitiamo i clienti a collegarsi al sito www.ryanair.com per non perdere questa opportunità.”

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
19 set 2019

XL Airways sospende le operazioni di volo per grandi difficoltà finanziarie

di mobilita

La compagnia aerea francese XL Airways ha annunciato, sul suo sito web, di aver interrotto tutte le vendite dei biglietti da giovedì 19 settembre a causa di "grandi difficoltà finanziarie" Ecco il comunicato della compagnia: "XL AIRWAYS, in grande difficoltà finanziaria, è purtroppo obbligato a interrompere le vendite a partire dal 19 settembre 2019. I voli del fine settimana vengono mantenuti. Alcuni voli potrebbero essere cancellati dal 23 settembre, pertanto ai passeggeri viene chiesto di controllare lo stato dei loro voli, compresi i passeggeri che rientrano dopo tale data.  Lo stato preciso dei voli è aggiornato in tempo reale sul nostro sito Web www.xl.com/en/statut-vol-xl . È disponibile anche un numero verde +33.3.51.86.00.51. Tutta la compagnia XL Airways si scusa per questa situazione. Stiamo facendo del nostro meglio per continuare a servire bene i nostri clienti in questo momento difficile". I voli di linea, per questo fine settimana verranno mantenuti, ma alcuni voli "rischiano di essere cancellati dal 23 settembre. La compagnia fu fondata nel 1995 con il nome di Star Airlines, il 23 novembre 2006 è stata rilevata da XL Leisure Group assumendo la nuova Dal 12 settembre 2008, a seguito del fallimento del gruppo XL Leisure Group, è stata nuovamente rilevata dalla banca d'investimenti islandese Straumur-Burdaras Investment Bank hf. Nel novembre 2012 la compagnia è stata rilevata dal gruppo X-Air Aviation. Queste le località raggiunte fino ad oggi dalla compagnia aerea:

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
01 lug 2019

Il risarcimento danni per volo cancellato è un diritto dei passeggeri: cosa fare in questi casi?

di mobilita

Nel momento in cui le compagnie aeree decidono di cancellare dei voli, hanno dei doveri nei confronti dei passeggeri: lo sanciscono la legge e la carta dei diritti del passeggero Può capitare che le compagnie aeree siano costrette, oppure decidano, di cancellare dei voli aerei. Queste situazioni possono essere particolarmente disagevoli per i viaggiatori che si devono spostare per lavoro oppure che avevano prenotato da tempo una vacanza.   I portavoce dei diritti dei passeggeri L’ENAC, Ente nazionale dell’aviazione civile, ha redatto la carta dei diritti del passeggero basata sulle principali normative che regolano la materia. Per l’Europa il testo di riferimento è il Regolamento CE 261/2004 mentre competenza internazionale la vanta la Convenzione di Montreal, firmata da più di 120 Paesi nel mondo. La carta dei diritti del passeggero è nata con lo scopo di fornire ai viaggiatori un comodo e semplice strumento di informazione per metterli al corrente dei loro diritti.   Come chiedere il risarcimento danni per il volo cancellato? Questa è anche la missione di AirHelp, azienda specializzata nella tutela dei diritti del passeggero che si impegna nell’informare i passeggeri nonché ad assisterli nel momento in cui necessitano di far valere i propri diritti. È infatti possibile chiedere il risarcimento danni per volo cancellato su AirHelp con una semplice procedura guidata disponibile dal loro portale web.   Voli cancellati con preavviso Per quanto riguarda la legislazione dell’Unione Europea, esiste un giusto preavviso che le compagnie aeree devono osservare per non incorrere nel risarcimento danni per volo cancellato. In generale, il preavviso ritenuto accettabile è di 14 giorni. Tuttavia, la compagnia aerea non è tenuta al risarcimento danni anche in altri casi. Può infatti avvisare i passeggeri con 7 e 13 giorni di preavviso ma, al contempo, offrire un volo alternativo con determinate caratteristiche che non lo rendono dissimile dal volo originario. Un altro caso in cui il preavviso è considerato soddisfacente si ha nel momento in cui la comunicazione da parte della compagnia aerea avviene meno di 7 giorni prima della partenza, però il volo proposto parte al massimo un’ora prima del volo cancellato e arriva non più di 2 ore dopo. Queste circostanze considerano il fatto che il cambio del volo non andrebbe ad incidere in modo sostanziale sul programma di viaggio.   Cancellazione dei voli per cause eccezionali Le cause eccezionali sono quelle situazioni che non rientrano in nessun modo nell’attività ordinaria della compagnia aerea e che sfuggono completamente al suo controllo. Le principali cause straordinarie a cui ci si può trovare di fronte sono: condizioni metereologiche che impediscono di portare a termine un volo in sicurezza, problemi di sicurezza generati da fattori esterni, problemi di instabilità politica e atti di terrorismo oppure scioperi. In questi casi le compagnie aeree, sia europee che internazionali, non sono tenute al risarcimento danni per volo cancellato in quanto non dipende da un loro disservizio. Cancellazione del volo non comunicata o comunicata con ritardo I voli all’interno dell’Unione Europea che siano stati cancellati con tempistiche differenti da quelle esposte prima, conferiscono ai passeggeri il diritto al risarcimento per mancanza di un congruo preavviso o della proposta di un volo sostitutivo a ridosso dell’orario originale prestabilito. Diverso è il caso dei voli internazionali, i quali ricevono minore tutela rispetto a quelli effettuati all’interno dell’Unione Europea. In questo caso, i passeggeri possono solamente chiedere il risarcimento dei danni causati direttamente dalla cancellazione del volo.   Diritto di risarcimento danni per volo cancellato Il primo diritto che possono esperire i passeggeri di voli cancellati è proprio quello del risarcimento. L’importo dello stesso, per i voli intracomunitari, varia da 250 a 600 euro in base alla lunghezza della tratta e alle ore di ritardo che si sono accumulate. Nel caso di voli internazionali, la giurisdizione cambia da Paese a Paese. Negli USA il risarcimento dei danni viene stabilito direttamente dalle compagnie aeree non essendoci, una regola fissa ed uguale per tutti. Gli altri diritti dei passeggeri Oltre al diritto di risarcimento danni per volo cancellato, i passeggeri dei voli aerei godono di altri diritti. È bene conoscerli per farli valere nel momento del bisogno. Il primo diritto che i passeggeri devono chiedere quando si trovano in aeroporto nell’attesa di un volo alternativo, è il diritto all’assistenza. Le compagnie aeree sono infatti tenute a garantire cibo e bevande, accesso alle comunicazioni, disponibilità alla prenotazione di un hotel o di mezzi di trasporto di cui devono farsi carico. Il diritto all’assistenza è obbligatorio sia per voli all’interno dell’UE sia per i voli internazionali. Se non è possibile recuperare la piena cifra del biglietto di un volo intracomunitario, vi sono casi in cui i passeggeri possono vantare il diritto ad un rimborso, anche parziale, sulla base della previsione di voli di ritorno o alternativi. I passeggeri hanno, inoltre, diritto ad un aumento o ad una riduzione delle tariffe dei voli alternativi in relazione al prezzo che hanno pagato per il biglietto originario. In generale, anche nel caso in cui la compagnia aerea riprogrammi il volo ad un orario diverso ma nel medesimo giorno, la sua responsabilità è correlata al numero di avvisi che fornisce ai viaggiatori stessi. Per poter avviare una pratica di risarcimento danni per volo cancellato è sufficiente andare sul sito di AirHelp e seguire la procedura guidata per scoprire se è possibile recuperare l’investimento fatto per un volo che non è andato a buon fine.          

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
11 giu 2019

American Airlines estende le cancellazioni per il 737 MAX fino al 3 settembre

di mobilita

American Airline rimane fiduciosa che gli imminenti aggiornamenti software per il Boeing 737 MAX, insieme ai nuovi elementi di addestramento che Boeing sta sviluppando in coordinamento con i partner sindacali, porteranno presto alla ricertificazione dell’aeromobile. La compagnia è in continuo contatto con la Federal Aviation Administration (FAA), il Department of Transportation (DOT), il National Transportation Safety Board (NTSB) e altre autorità di regolamentazione, e si dice soddisfatta dei progressi finora compiuti. In aprile, American aveva esteso le cancellazioni per il MAX fino al 19 agosto. Ora li sta estendendo fino al 3 settembre in modo che i clienti e membri del team possano pianificare in modo più affidabile il loro prossimo viaggio con American. In totale, circa 115 voli al giorno saranno cancellati fino al 3 settembre.  Non tutti i voli precedentemente programmati con il MAX verranno annullati, poiché la compagnia prevede di sostituirlo con altri tipi di aeromobili. In totale, circa 115 voli saranno cancellati al giorno. Un volo che non è stato programmato come un volo MAX potrebbe essere annullato per consentire al team di coprire una rotta MAX con un altro aeromobile. L’obiettivo è ridurre al minimo l’impatto sul minor numero di clienti. L’American’s Reservations team contatterà i clienti interessati direttamente tramite e-mail o telefono. I clienti che hanno prenotato tramite un agente di viaggio saranno contattati direttamente dalla loro agenzia. Se un volo viene cancellato e un cliente sceglie di non essere riprenotato, può richiedere un rimborso completo visitando aa.com/refunds.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
10 ago 2018

Sciopero Ryanair, cancellati 400 voli, a terra 55mila passeggeri

di mobilita

Disagi per circa 55 mila passeggeri si stanno verificando a causa dello sciopero di 24 ore dei piloti Ryanair di 5 Paesi europei, Belgio, Svezia, Irlanda, Germania e Olanda Nel complessivo sono stati cancellati 400 voli, un sesto dei 2.400 previsti e i maggiori disagi si stanno verificando per i passeggeri in partenza dagli aeroporti tedeschi, dove sono stati cancellati 250 voli. Il piloti chiedono nuovi contratti con aumenti retribuzioni e migliori condizioni d’impiego dopo che la compagnia ha riconosciuto le organizzazioni dei piloti circa da un anno. “Siamo estremamente dispiaciuti per i passeggeri che saranno colpiti. La responsabilità è del management di Ryanair – ha detto il presidente del sindacato tedesco Cockpit, Martin Locher – non vediamo da parte di Ryanair la volontà di impegnarsi in una vera contrattazione salariale”.

Leggi tutto    Commenti 0