Articolo
01 ago 2020

Nuova ordinanza del ministro Speranza ripristina il distanziamento nei treni a lunga percorrenza

di mobilita

Il ministro della Salute Roberto Speranza ha oggi firmato un'ordinanza che ripritina il distanziamento interpersonale nei treni a lunga percorrenza. L'ordinanza arriva dopo le preoccupazioni segnalate dal Comitato tecnico scientifico, visti anche i dati preoccupanti che mostrano una risalita della curva dei contagi. "È giusto che sui treni restino in vigore le regole di sicurezza applicate finora. Non possiamo permetterci di abbassare il livello di attenzione e cautela. Per questo ho firmato un’ordinanza che ribadisce che in tutti i luoghi chiusi aperti al pubblico, compresi i mezzi di trasporto, è e resta obbligatorio sia il distanziamento di almeno un metro che l’obbligo delle mascherine. Questi sono i due principi essenziali che, assieme al lavaggio frequente delle mani, dobbiamo conservare nella fase di convivenza con il virus", ha affermato il ministro Speranza. In una nota del Mit si legge  che le linee guida allegate al DPCM del 14 luglio non avevano reintrodotto il riempimento al 100%, ma una deroga al distanziamento sociale di un metro a certe condizioni che, se poste in essere, avrebbero aumentato la capacità dei vagoni, pur non  permettendone il riempimento totale. Oggi, a distanza di 16 giorni, dopo un confronto con il Ministro Speranza e valutata la curva dei contagi, si è concordata una decisione  prudente sulle capienze dei treni ad Alta Velocità per non correre inutili rischi. Alla luce di ciò, i treni continueranno a viaggiare con le stesse regole finora applicate senza alcuna deroga. Inoltre, per tutto il sistema di trasporto pubblico, è stato chiesto al CTS di rivalutare complessivamente tutte le linee guida già allegate al D​pcm del 14 luglio e di fornire un parere sulle nuove linee per il trasporto scolastico.  

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
11 nov 2019

Astra Airlines, in difficoltà finanziare, cancella numerosi voli

di mobilita

La compagnia aerea greca Astra Airlines sta cancellando numerosi voli, l'ultimo domenica scorsa per un aereo che avrebbero dovuto viaggiare da Salonicco a Kos. I passeggeri sono stati informati tramite un sms. Problemi si stanno verificando anche nel sito Web della compagnia, che risulta disabilitato l'opzione a prenotare i voli. Tre aerei, inoltre, sono stati restituiti alle società proprietarie. Alcune fonti affermano che Astra Airlines deve affrontare problemi finanziari che incidono gravemente sul suo regolare funzionamento e la sua posizione è al momento al vaglio dell'HCAA che sta esaminando la possibilità di revocare il permesso a volare. Astra Airlines, con base all'aeroporto di Macedonia, opera voli diretti da e per Salonicco verso Chios, Mitilene, Samo, Lemnos, Ikaria, Heraklion e Kos. Da Atene a Chio, Kozani, Kastoria e Ikaria. Ha lanciato il suo primo volo commerciale nel luglio 2008 e dal 2015 ha stabilito una base all'aeroporto internazionale di Atene e una base tecnica a Heraklion. La sua flotta è composta da quattro velivoli di proprietà privata.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
25 mar 2019

ROMA | Stazioni metro chiuse, revocato l’appalto a Metroroma Srl per la manutenzione delle scale mobili

di mobilita

Atac comunica che è' stato risolto il contratto con il fornitore della manutenzione degli impianti nelle stazioni della metropolitana per gravi e inconfutabili ragioni. La manutenzione è affidata all'Ati di scopo Metroroma Srl, capitanata dalla Del Vecchio srl di Napoli, che si è aggiudicata l’appalto triennale da 23 milioni di euro offrendo il 49% di ribasso, per un totale di 11,8 milioni. La Metroroma srl opera su tutte le fermate delle metro A, B, B1 e C e sulle ferrovie regionali Roma-Lido e Roma-Viterbo.  Verso Metroroma srl Atac sta valutando altre azioni, anche di natura risarcitoria. L'azienda sta lavorando per riaprire la stazione Spagna, la cui chiusura è stata determinata dalla decisione del responsabile degli impianti, intervenuta dopo il sequestro disposto dalla magistratura degli impianti di Barberini, di fermare le scale mobili presenti che sono della stessa tipologia di Barberini. Anche la chiusura della stazione Spagna è stata determinata dalla circostanza che nelle stazioni non ci sono scale fisse. Questa mattina si sono inoltre dimessi dal loro incarico tutti gli 8 responsabili Atac degli impianti di traslazione,  A tal proposito Atac ricorda che la decisione di rimettere l'incarico, a norma di legge, non avrà effetto prima di 90 giorni, durante i quali verranno trovate tutte le opportune soluzioni. Dall'inizio del servizio di stamattina, infine, è attivo con cadenza di cinque minuti un servizio di superficie di supporto per alleviare i disagi nel tratto della metro A fra Flaminio e Termini. "Sin da questo weekend Atac ha istituito una flotta sostitutiva che seguirà lo stesso orario della metro. Siamo in contatto con la centrale che eroga il servizio di superficie per monitorare passo dopo passo la situazione. Voglio ricordare che in questi giorni Atac è impegnata per la risoluzione del contratto con la ditta responsabile della manutenzione delle metro in città. Un atto dovuto. Consapevoli dei disagi provocati dalla chiusura di queste tre fermate siamo a lavoro per trovare soluzioni nel più breve tempo possibile e rispondere ai bisogni della cittadinanza", ha detto l'assessore alla Città in Movimento di Roma Capitale, Linda Meleo.   Metro A: bus navette Termini e Flaminio, tutte le fermate Direzione Flaminio Termini: piazzale capolinea, corsia A fermata 70031 viale Luigi Einaudi fermata 70032 via Nazionale/Torino fermata 70601 via del Tritone altezza piazza Barberini fermata 70886 via Veneto angolo piazza Barberini fermata 70604 Veneto/Sardegna Flaminio: fermata 81152 piazzale Flaminio Direzione Termini Flaminio: fermata  81151 piazzale Flaminio fermata 70855 Veneto/Sardegna fermata 70858 via Veneto angolo piazza Barberini fermata 73889 via Barberini fermata 75892 via Vittorio Emanuele Orlando fermata 70085 via delle Terme di Diocleziano piazzale stazione Termini corsia A Sul sito www.atac.roma.it e sul canale Twitter @infoatac sono presenti tutte le informazioni sulle fermate sostitutive. Atac si scusa con tutti i cittadini per i disagi che si stanno verificando e assicura che è in corso l'individuazione di soluzioni che consentano di arrivare prima possibile alla riapertura delle stazioni.

Leggi tutto    Commenti 0