Articolo
08 ott 2019

Aeroporti siciliani, presto a bando 6 nuove rotte sociali per la Sicilia

di mobilita

Oggi in IV Commissione, Territorio Ambiente e Mobilità, la Presidente On. Savarino, ha convocato il Presidente del Consiglio di Amministrazione dell’aeroporto di Trapani, dott. Ombra, e quello di Lampedusa, dott. Tafuri, per discutere sia del rilancio del Turismo nell'Isola, sia per garantire la continuità territoriale  per tutti i siciliani che vivono e lavorano fuori dalla Sicilia. "Il governo Musumeci sta finalmente attivando tutti questi fondi, - ha affermato la Presidente On. Savarino - a breve andranno a bando 6 nuove rotte sociali per la Sicilia, Trapani e Comiso. Quella di oggi è solo una serie di audizioni programmate sul tema aeroporti, in alcune circostanze siamo stati chiamati a porre rimedio a gravi situazioni, e lo abbiamo fatto con senso di responsabilità, ma non basta coprire buchi, serve lanciare una proposta  politica chiara e netta per mettere ordine a questo settore, senza protagonismi di alcuni scali in danno di altri, e l’unico modo per abbattere i costi ed essere veramente competitivi, è mettere in sinergia e collaborazione tutti".  

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
20 set 2019

Hellofly inaugura il nuovo volo Trapani Birgi-Napoli Capodichino

di mobilita

Inaugurato il volo Trapani Birgi Napoli Capodichino gestito da Hellofly Presenti per la compagnia Hellofly al volo inaugurale il comandante e Ceo Teodosio Longo, Maria Di Simone, socia e responsabile commerciale e booking, Paolo Amodeo, flight operations manager, per Airgest il direttore generale Michele Bufo, il responsabile Operations Caterina Curatolo, la responsabile Terminal, Gabriella Bosco. Operativo da oggi, venerdì 20 settembre, data del volo inaugurale, gestito dalla compagnia maltese Hellofly, impegnata molto nell’attività charteristica, legata alla holding Malta fly e che lavora molto con le squadre di calcio, prevede una partenza, per tutto settembre da Trapani alle 15,00 con arrivo alle 16,10 e il ritorno da Napoli alle 17,00 con arrivo alle 18,10 il venerdì è il lunedì. Ad ottobre, sempre il venerdì ed il lunedì, con partenza da Trapani alle 8,10 e arrivo alle 9,20 e ritorno da Napoli Capodichino alle 10,05 e arrivo alle 11,15. Tariffe a partire da 55€ solo andata, tasse incluse, allo scopo di lanciare la tratta, e capire la domanda. In più ci sono agevolazioni sul parcheggio in aeroporto a Trapani, al costo di soli 3 euro, presentando la carta di imbarco alla cassa. L'aeromobile è un saab 340 da 33 posti e copre la distanza in circa un’ora. I voli sono operati dalla compagnia dell’Estonia NYAXIR. Acquisti su www.hellofly.it “Inaugurare un nuovo volo è un’abitudine che, qui all’aeroporto di Trapani Birgi, vogliamo assolutamente fare diventare un vizio - commenta il presidente Airgest Salvatore Ombra -. Collegare Trapani a Napoli in giornate e con orari business è un passo importante per estendere gli interessi commerciali del territorio. Ci aspettiamo una risposta positiva data la sensibilità dei nostri concittadini alle sorti dell’aeroporto, mostrata attraverso i social, i comitati e le manifestazioni pubbliche. Ora hanno la possibilità anche di farlo attraverso l’acquisto di un biglietto semplicemente per fare una passeggiata a Napoli e acquistare una mozzarella. Il sostegno a iniziative come queste ci permetterà di moltiplicarle, rendendo l’aeroporto forte ed economicamente autosufficiente”. “Un’iniziativa di un imprenditore coraggiosa - commenta il direttore generale di Airgest, Michele Bufo - a cui abbiamo dato tutto il nostro supporto perché qui a Trapani facciamo volare i sogni e i progetti anche delle compagnie più giovani”. “Siamo vogliosi di confermare la tratta e andare avanti. Non ci manca il coraggio, speriamo che la domanda ci sia e che, anche grazie al supporto che abbiamo avuto da Airgest, i due voli settimanali possano diventare tre o quattro. Stiamo valutando anche altre rotte, verso la Puglia, in particolare su Brindisi e a restituire la continuità che a Trapani c’era con Malta, operata in passato da Ryanair”. Rosalia D’Ali presidente del distretto turistico Trapani Western Siciliy che ha preso parte al decollo del primo volo per Napoli ha commentato: “L’inaugurazione di un volo è un fatto e di fatti abbiamo bisogno. Per questo siamo a fianco dell’iniziativa di Hellofly e dell’aeroporto di Birgi a sostegno della promozione del territorio. Con Napoli, poi, c’è sempre stato un feeling e possiamo rafforzare questo legame. Come distretto turistico faremo qualche iniziativa digitale anche nel napoletano per far sì che anche da lì arrivino turisti nella nostra terra a loro così affine”.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
30 ago 2019

Finita l’avventura della startup Topjets Worldwide?

di mobilita

Secondo le dichiarazioni del sindaco di Montichiari, Marco Togni, rilasciate al giornale online bresciasettegiorni.it,  l'avventura di Topjets Worldwide finisce ancor prima di inziare. A settembre doveva partire il primo volo inaugurale Brescia Trapani e successivamente era previsto il volo Brescia Londra. La startup Topjets Worldwide aveva scelto Brescia come base perché vicina alle principali destinazioni turistiche italiane come Milano, Firenze, Venezia, Lago di Garda, Verona raggiungibili entro un paio d’ore. ed era in fase di trattativa con Enac per ottenere il certificato l’Aoc e la licenza di volo. Inizialmente la startup doveva collegare destinazioni a lungo raggio come nord America, Africa e Asia in particolare l’India con un A340-600, configurato in tre classi che in passato faceva parte della flotta Etihad, ripiegando poi su un B737 Classic e con destinazioni a corto e medio raggio. All'inizio dell'anno alcuni responsabili della “Topjets Worldwide” avevano incontrato alcuni operatori turistici ed economici per discutere sul futuro dell’Aeroporto Trapani Birgi. Ti potrebbe interessare: Una nuova compagnia aerea, la Topjets Worldwide, presto sui nostri cieli    

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
31 lug 2019

AEROPORTO TRAPANI | OK a norma del governo per favorire nuove rotte

di mobilita

L'Airgest potrà offrire incentivi alle compagnie aeree, nel rispetto delle disposizioni comunitarie, per avviare nuove rotte - da e per Birgi - in modo da promuovere, tra l'altro, lo sviluppo dell'area svantaggiata del Trapanese. L'Assemblea regionale siciliana ha, infatti, approvato un emendamento presentato dal governo Musumeci, che consentirà alla società di gestione dello scalo trapanese di utilizzare il cosiddetto "Meo test", così come già fanno altre aziende che si trovano in analoga condizione. Ovviamente ogni incentivo concesso dovrà essere preventivamente supportato da un adeguato Piano di investimenti che dimostri - con il parere favorevole della Commissione europea -la remunerabilità dello stesso

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
16 lug 2019

REGIONE SICILIANA | Firmato dm per continuità aeroporti Trapani e Comiso

di mobilita

Il Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Danilo Toninelli, in conformità con l’esito della Conferenza di Servizi, ha firmato il decreto ministeriale per imporre gli oneri di servizio pubblico su alcune rotte da e per gli aeroporti di Trapani e Comiso. Il decreto è necessario per assicurare la continuità territoriale aerea siciliana attraverso servizi aerei che siano adeguati, regolari, continuativi e da svolgersi con voli di linea. Gli oneri di servizio diventeranno obbligatori dal 29 marzo 2020. In particolare saranno soggette a oneri di servizio pubblico le rotte da Comiso a Roma Fiumicino e Milano Linate e viceversa, da Trapani a Trieste, Brindisi, Parma, Ancona, Perugia e Napoli e viceversa. Per ogni singola tratta il vettore dovrà garantire all’utenza frequenze minime, orari e un numero minimo di posti. Il decreto prevede anche le tariffe massime da applicare per tutto l’anno su ciascuna rotta onerata, sia per i residenti in Sicilia che per i non residenti. Per assicurare la continuità territoriale da e per gli aeroporti di Comiso e Trapani si è stimato un fabbisogno finanziario massimo complessivo di 48.373.020,30 euro, di cui 31,057 milioni di euro a carico dello Stato e 17,315 milioni a carico della Regione Siciliana, indispensabile per far fronte agli obblighi di compensazione nell’eventualità si debba procedere all’aggiudicazione del servizio per il triennio tramite gare pubbliche, per mancata presentazione di accettazione da parte di un vettore senza compensazione e senza diritti di esclusiva. Per ogni singola tratta il vettore dovrà garantire all’utenza le frequenze minime, gli orari e il numero minimo di posti secondo le indicazioni dei seguenti schemi: Il testo del decreto è liberamente consultabile a questo link: Decreto Ministeriale Continuità Territoriale Trapani e Comiso 

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
01 mag 2019

REGIONE SICILIANA | Si sta lavorando per aggregare gli aeroporti di Catania, Comiso e Trapani

di mobilita

Gli assessori regionali Mimmo Turano e Marco Falcone, su mandato del presidente Nello Musumeci, hanno chiesto alla Sac di individuare un percorso per valutare la possibilità di una aggregazione tra gli scali di Catania, Comiso e Trapani, qualora non dovesse concretizzarsi l'intesa tra l'Airgest e la Gesap di Palermo per la creazione di una unica società di gestione aeroportuale della Sicilia occidentale. L'obiettivo del governo regionale è favorire la creazione di una società unica per realizzare una concreta sinergia tra gli scali dell'Isola per migliorare i servizi, abbassare i costi e valorizzare i diversi territori in un'ottica di sviluppo economico e turistico. «Definire l'acquisizione di Soaco da parte della Sac e individuare un percorso per aggregare anche Trapani, in alternativa alla trattativa già avviata con Palermo - hanno  affermato  gli assessori regionali Mimmo Turano e Marco Falcone - sono due passaggi fondamentali per realizzare il progetto del presidente Musumeci sulla razionalizzazione del sistema aeroportuale in Sicilia. Già ieri  il commissario dell'Irsap, Giovanni Perino, su nostra richiesta ha rappresentato alla Assemblea dei soci di Sac l'opportunità di avviare trattative per l'acquisizione del controllo di Airgest, pur rimanendo privilegiata e razionale l'idea di un unico soggetto di gestione degli aeroporti della Sicilia occidentale».    

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
13 feb 2019

Continuità territoriale degli aeroporti di Comiso e Trapani. Musumeci: “stato faccia la sua parte”

di mobilita

Nella sede del ministero dei Trasporti, si è tenuto, presieduto dal presidente della Regione Siciliana Nello Musumeci,  un tavolo tecnico-istituzionale per discutere della continuità territoriale degli aeroporti di Comiso e Trapani. «Ho preso atto che il Governo centrale chiede ulteriori risorse a carico della Regione - ha affermato Nello Musumeci. - Abbiamo detto che provvederemo per la nostra quota, ma anche lo Stato faccia la propria parte. Comiso e Trapani sono territorio nazionale e le esigenze di quei cittadini sono pari a quelle di ogni altro Paese europeo. Ciò che mi preoccupa è che all'interno dei Palazzi si dica una cosa e fuori un'altra». La Conferenza dei servizi, prevista dalla Legge 388 del 2000, si propone di individuare il contenuto degli oneri di servizio pubblico da imporre sui collegamenti aerei tra i due aeroporti siciliani e alcuni scali nazionali. Insieme a Musumeci, hanno partecipato alla riunione l'assessore regionale delle Infrastrutture Marco Falcone, i rappresentanti del ministero delle Infrastrutture, dell'amministrazione regionale, dell'Enac, dei Comuni di Comiso e Trapani e delle società di gestione dei due aeroporti Soaco e Airgest. Il progetto iniziale prevedeva uno stanziamento di 46 milioni di euro, divenuti poi 52 dopo l'aggiornamento contabile. I rappresentanti del Ministero, al momento, non si sono detti disponibili a colmare la loro quota - pari a quattro milioni di euro - dei sei milioni totali. La ripartizione delle risorse prevede che lo Stato copra i due terzi del progetto e la Regione la parte restante. Musumeci ha chiesto di incontrare il ministro Danilo Toninelli per verificare la volontà politica di contribuire allo stanziamento aggiuntivo di risorse. «Voglio sentire il rappresentante del Governo centrale - aggiunge il presidente della Regione - perché ovviamente ha dato la sua disponibilità, mentre stamane dal Ministero mi dicono che il governo non ha più risorse per aggiungere la somma necessaria all'aggiornamento contabile. Noi tiriamo fuori altre risorse come Regione, ma è chiaro che lo Stato non può rimanere alla finestra». L'incontro è stato aggiornato al 26 febbraio a Palermo. Secondo il progetto già presentato, l'aeroporto di Comiso - che dovrebbe usufruire di trenta milioni di euro - avrebbe un collegamento giornaliero con Milano Linate e due con Roma Fiumicino. L'aeroporto di Trapani - che per esigenze normative non può invece predisporre rotte sugli scali di Roma e Milano, in virtù della vicinanza con lo scalo di Palermo - dovrebbe usufruire di ventidue milioni di euro, operando su rotte meno onerose rispetto a Comiso. «Il Governo regionale - prosegue Musumeci - ha da sempre posto fra i suoi obiettivi quello di risolvere l'annosa questione della continuità territoriale, troppo spesso oggetto di discussioni senza risultati. E' arrivato il momento di dare una soluzione concreta ai tanti disagi subìti dalla popolazione residente nell'Isola a causa delle onerose tariffe del trasporto aereo. La necessità dei cittadini siciliani di essere agevolmente collegati con il resto del Paese deve prevalere, in un'ottica di bilanciamento, sui meri interessi economici delle compagnie aeree».  

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
15 giu 2018

Dal 1 luglio partono i voli di Dat dalla Sicilia per Pantelleria e Lampedusa

di Roberto Lentini

Dal 1 luglio, in regime di continuità territoriale, partiranno i voli per Lampedusa e Pantelleria da Palermo, Trapani e, per la prima volta, anche da Catania, operati  dalla compagnia aerea Danese Danish Air Transport A/S (DAT)  che opera voli di linea e voli charter. Il periodo di assegnazione, così come si legge nella GUUE C n. 441 del 22 dicembre 2017, va dal 1 luglio 2018 fino al 30 giugno 2021. La Dat  impiegherà 3 Atr 72 da 66 posti che faranno base a Pantelleria e Lampedusa.  Ecco gli operativi di volo da Pantelleria per Catania e Viceversa 12:35 PNL → 13:35 CTA DX 1900 -4-5-6-7- 14:05 CTA → 15:05 PNL DX 1901 -4-5-6-7- da Pantelleria per Palermo e viceversa 09:40 PNL → 10:25 PMO DX 1822 -1-2-3-4-5-6-7- 15:35 PNL → 16:20 PMO DX 1826 -1-2-3-4-5-6-7- 10:55 PMO → 11:40 PNL DX 1821 -1-2-3-4-5-6-7 16:55 PMO → 17:40 PNL DX 1825 -1-2-3-4-5-6-7 da Pantelleria per Trapani e viceversa 07:00 PNL → 07:40 TPS DX 1832 -1-2-3-4-5-6-7- 18:10 PNL → 18:50 TPS DX 1836 -1-2-3-4-5-6-7- 08:05 TPS → 08:45 PNL DX 1831 -1-2-3-4-5-6-7 19:15 TPS → 19:55 PNL DX 1835 -1-2-3-4-5-6-7- Da Lampedusa per Catania e viceversa 12:35 LMP → 13:40 CTA DX 1842 -1-2-3-4-5-6-7- 14:20 CTA → 15:25 LMP DX 1841 -1-2-3-4-5-6-7- Da Lampedusa per Palermo e viceversa 06:30 LMP → 07:30 PMO DX 1802 -1-2-3-4-5-6-7- 09:35 LMP → 10:35 PMO DX 1806 -1-2-3-4-5-6-7- 15:55 LMP → 16:55 PMO DX 1808 -1-2-3-4-5-6-7- 18:55 LMP → 19:55 PMO DX 1804 -1-2-3-4-5-6-7- 08:00 PMO → 09:00 LMP DX 1803 -1-2-3-4-5-6-7- 11:05 PMO → 12:05 LMP DX 1805 -1-2-3-4-5-6-7- 17:25 PMO → 18:25 LMP DX 1807 -1-2-3-4-5-6-7- 20:25 PMO → 21:25 LMP DX 1801 -1-2-3-4-5-6-7- I voli sono prenotabili presso il sito della DAT ed è prevista una tariffa per i non residenti e una tariffa ridotta per i residenti a Pantelleria, Lampedusa e Linosa ed ai lavoratori pendolari che prestano servizio a Pantelleria, Lampedusa e Linosa.    

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
27 apr 2018

AliBlue Malta sulla rotta di Trapani da Cagliari

di mobilita

Da oggi AliBlue Malta collega l’Aeroporto di Cagliari a quello di Trapani con voli diretti di linea. I collegamenti sono effettuati ogni venerdì fino all’11 maggio 2018 e proseguiranno con frequenza bisettimanale ogni venerdì e domenica dal 18 maggio. La rotta sarà servita con gli aerei del vettore maltese Medavia, la cui flotta è composta da aeromobili Dash 8-300 da 50 posti e Dash 8-100 da 37 posti. “Un ponte immaginario tra le due isole più grandi d’Italia, un’opportunità unica per i passeggeri di viaggiare direttamente dalla Sardegna alla Sicilia e viceversa, senza scali intermedi”. Queste le prime parole del comandante Teodosio Longo, CEO di AliBlue Malta, nel commentare con orgoglio l’imminente apertura della nuova rotta Cagliari-Trapani. Alberto Scanu, amministratore delegato di SOGAER, società di gestione dello scalo aeroportuale di Cagliari, ha dichiarato: “Il nuovo collegamento consolida l’impulso di crescita delle nostre rotte con un target legato al turismo e al business. La Sicilia e la Sardegna, con la loro indiscussa bellezza e le loro risorse, non possono che confermarsi mete di sicuro interesse. Siamo soddisfatti che AliBlue Malta abbia felicemente colto questa possibilità di collegare Cagliari con Trapani, una tratta fondamentale nel ventaglio di quelle offerte dal nostro network". Per Paolo Angius, presidente di Airgest, la società che gestisce lo scalo aeroportuale di Trapani Birgi, "Questa rotta, frutto della collaborazione con AliBlue Malta, favorirà le opportunità di business tra le due isole e stimolerà la domanda di turismo domestico sempre più in crescita". I voli sono acquistabili sul sito www.alibluemalta.com con tariffe a partire da 63,00 euro per persona, tasse aeroportuali, un bagaglio da stiva da 15kg e un bagaglio a mano da 5kg inclusi.

Leggi tutto    Commenti 0