Articolo
08 lug 2019

MILANO M2 | Dal 15 luglio via alle impermeabilizzazioni delle gallerie

di mobilita

Proseguono i lavori per il completo rinnovamento della linea Verde, la più lunga di Milano, che con 40 chilometri e 35 stazioni da Assago e Abbiategrasso a Sud arriva a Gessate e Cologno, trasportando 120 milioni di passeggeri l'anno. I lavori, suddivisi in diverse fasi, comportano un investimento complessivo di oltre 440 milioni di euro da parte dell’Amministrazione e di Atm. Dal 15 luglio si entra nella seconda fase che riguarda direttamente la linea metropolitana, ovvero l’impermeabilizzazione progettata da MM per evitare gli allagamenti causati dall’innalzamento della falda acquifera. La copertura della galleria sarà consolidata con iniezioni di cemento e di silicati a formare una sorta di guscio che ne aumenterà la stabilità. Per l'esecuzione di questi importanti lavori di ammodernamento saranno inevitabili rallentamenti e interruzioni al transito della linea Verde: dal 15 al 31 luglio e dal 2 al 13 settembre, ma solo dopo le ore  21.30 dal lunedì al venerdì, tra Caiazzo e Lambrate i treni passeranno con una frequenza ridotta perché viaggeranno, in entrambe le direzioni, sullo stesso binario. Per tutto il mese di agosto, da inizio a fine servizio, la circolazione sarà sospesa tra Udine e Loreto. I treni continueranno a viaggiare normalmente sul resto della linea. In questo periodo Atm attiverà nella zona non servita dalla M2 un potenziamento dei mezzi di superficie con tre interventi: un servizio bus sostitutivo tra Loreto e Udine con fermate a Piola e Lambrate; un nuovo bus no stop Cascina Gobba-Loreto per gli spostamenti dal centro di Milano verso Gessate/Cologno o viceversa: dunque sarà possibile prendere i bus che collegano le stazioni di Cascina Gobba e Loreto senza fare fermate intermedie; potenziamento delle frequenze previste per le  le linee di superficie 39, 53, 55, 56, 75, 81, 90/91. Informazioni puntuali su tutte le modifiche alla linea saranno reperibili sul sito e la app di Atm, inoltre saranno attivati i canali social media, newsletter, annunci nelle stazioni e a bordo di treni e vetture, display alle fermate, monitor nei mezzanini, mappe e cartelli nelle stazioni, leaflet, personale di assistenza alla clientela. La linea metropolitana più lunga di Milano, seconda per anzianità dopo la ‘rossa’,  è oggetto anche di lavori di rinnovo del sistema di segnalamento, rinnovo dei treni, sostituzione dei tornelli con il modello anti evasori, rinnovo della rete elettrica, abbattimento del rumore e miglioramento dell’accessibilità. Il più importante e anche il più lungo degli interventi sulla M2 riguarderà il nuovo sistema di segnalamento che regola la circolazione dei treni, così come già fatto con la M1 nel 2011. Questo consentirà di aumentare la frequenza dei convogli, da uno ogni 150 secondi si passerà a uno ogni 90-120 secondi, aumentando la capacità di trasporto del 30% (da 40mila a 52mila passeggeri all’ora). I lavori verranno eseguiti soltanto di notte per non interrompere la linea e la fine lavori è prevista per il 2024.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
01 lug 2019

Arriva il treno Rock per i pendolari fra Milano e Bologna

di mobilita

In circolazione da oggi i primi due treni Rock sulla linea Milano - Bologna, a servizio dei pendolari che ogni giorno scelgono il treno per gli spostamenti fra Lombardia e Emilia-Romagna. Quattro da oggi le corse giornaliere con i nuovi treni che saliranno a sei entro la fine della settimana. I nuovi convogli migliorano significativamente la qualità degli spostamenti fra Lombardia ed Emilia con le fermate Milano Lambrate, Milano Rogoredo, Lodi, Piacenza, Fiorenzuola, Fidenza, Parma, Reggio Emilia e Modena. Si tratta in particolare dei Regionali 2275 e 2283 (con partenza da Milano rispettivamente alle 9.20 e alle 17.20 e arrivo a Bologna alle 12.10 e 20.10) e dei Regionali 2290 e 2282 (con partenza da Bologna rispettivamente alle 5.28 e alle 13.50 e arrivo a Milano alle 7.55 e alle 16.47), a cui si aggiungeranno i Regionali 2277 (con partenza da Milano alle 11.20 e arrivo a Bologna alle 14.10) e 2274(con partenza da Bologna alle 5.50 e arrivo a Milano alle 8.50). I collegamenti con nuovi treni Rock faciliteranno gli spostamenti in treno dei pendolari con maggiore comfort e più alti standard di puntualità. Grazie all’accordo fra Trenitalia e Trenord, i nuovi treni Rock e Pop arriveranno anche per gli spostamenti regionali e metropolitani in Lombardia. Saranno 15 (10 Pop e 5 Rock) che entreranno a far parte della flotta di Trenord grazie a una cessione di una quota dell’Accordo Quadro sottoscritto da Trenitalia con Hitachi e Alstom. Sarà così possibile colmare il gap qualitativo che vive il trasporto ferroviario regionale e metropolitano in Lombardia, anche grazie a una forte accelerazione nelle consegne di treni a Trenord. ROCK  E' il nuovo treno regionale a doppio piano e alta capacità di trasporto progettato e costruito da Hitachi Rail Italy. Un treno per i pendolari a 4, 5 o 6 casse con prestazioni paragonabili a quelle di una metropolitana. Può raggiungere i 160 km/h di velocità massima con un’accelerazione di 1,10 m/sec2 e ospitare circa 1.400 persone, con oltre 700 sedute nella composizione più lunga. POP E' il nuovo treno regionale a mono piano e media capacità di trasporto, a 3 o 4 casse, con 4 motori di trazione, progettato e costruito da Alstom. Viaggia a una velocità massima di 160 km/h, ha un’accelerazione maggiore di 1 m/sec2 e trasporta circa 530 persone, con oltre 300 posti a sedere nella versione a 4 casse, e circa 400, con 200 sedute, in quella a 3 casse. I nuovi treni regionali Rock e Pop sono riciclabili fino al 97% con una riduzione del 30% dei consumi energetici rispetto ai treni di precedente generazione. Insieme a una sempre maggiore affidabilità (telediagnostica di serie) ed elevati standard di security (telecamere e monitor di bordo con riprese live), sono disponibili diverse configurazioni esterne e interne realizzate per rispondere alle esigenze individuate dal committente Regione. Complessivamente sono oltre 600 i nuovi treni regionali che, con un investimento economico da parte di Trenitalia di circa 6 miliardi di euro, garantiranno, entro cinque anni, il rinnovo dell’80% dell’intera flotta nazionale per il trasporto regionale.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
29 giu 2019

MILANO | In gara a settembre i lavori della ciclabile Vento che correrà lungo l’Alzaia del naviglio pavese

di mobilita

A metà luglio, in un’assemblea pubblica, verrà presentato il progetto della ciclabile Vento che correrà lungo l’Alzaia del naviglio pavese, dalla Darsena fino al confine con il Comune di Assago, parte della ciclabile che da Torino arriva a Venezia lungo il Po. Un percorso lungo 8 km da via Darwin fino ad Assago, percorribile in bicicletta in entrambi i sensi, con alcuni tratti di ciclabile in struttura separata dalla strada, in altri tratti di strada a velocità limitata a 30 km/h e con solo traffico locale dove le biciclette possono convivere con le auto dei residenti. Tutta la sponda sarà liberata dalle auto in sosta restituendola ai cittadini ed evitando il rischio di crolli. I 265 posti auto lungo la sponda, irregolari ma utilizzati dai cittadini, saranno restituiti ai residenti con 50 nuovi posti recuperati in Alzaia e gli altri recuperati nelle vie interne fra cui via Fra Cristoforo, via Renzo e Lucia, via Imperia, via Bordighera. Tutta la sosta di questi quartieri, circa 2.165 posti auto, sarà a pagamento per chi viene da fuori e gratuita per i residenti, con più controlli, per salvaguardare i residenti, e diminuire chi entra in città in auto, favorendo invece chi usa il mezzo pubblico e i parcheggi di interscambio. Verranno anche posizionati nuovi alberi. Si eviterà inoltre il traffico di attraversamento dei quartieri, in ingresso e uscita dalla città che a questo punto si è mcostretti ad usare viabilità più appropriata come l’autostrada o via Chiesa Rossa, che riduce la qualità della vita dei popolosi quartieri che si affacciano sul Naviglio. L’opera andrà in gara a settembre 2019, con inizio lavori nell’estate 2020, per un importo di 2,5 milioni di €, di cui 750.000 di finanziamento statale e 1.750.000 di risorse del Comune di Milano. Ti potrebbero interessare: FS Italiane, promuove Vento Bici Tour 2018: escursioni in bicicletta lungo gli argini del Po

Leggi tutto    Commenti 1
Articolo
21 giu 2019

MILANO | Il capoluogo lombardo vince il titolo di Wellbeing City 2019

di mobilita

È il capoluogo lombardo il vincitrice del titolo di Wellbeing City 2019, il prestigioso riconoscimento internazionale che premia le pubbliche amministrazioni delle città che pongono il benessere al centro delle proprie politiche e della pianificazione urbana. Milano ha sbaragliato le citta concorrenti grazie al progetto di Crowdfunding Civico avviato dall’Amministrazione e premiato dalla giuria internazionale quale migliore iniziativa volta a migliorare il benessere urbano. Il progetto di Crowdfunding Civico  è stato sviluppato nel 2016 e ha consentito l'implementazione di 16 diversi progetti nati dalla volontà dei cittadini milanesi e focalizzati sui loro bisogni, tra cui ad esempio la trasformazione di uno spazio abbandonato in orto comunitario e la creazione di un cinema all'interno di un ospedale. Milano è stata la prima amministrazione comunale italiana ad utilizzare il Crowdfunding Civico come strumento per cofinanziare progetti e coinvolgere i cittadini nelle scelte decisionali dell’amministrazione. A contendersi la prima edizione del premio Wellbeing City sono state oltre 100 città di 27 nazioni nel corso dalla cerimonia di premiazione, svoltasi ieri sera, a Montreal in Canada. A giudicare le città e i relativi progetti, una giuria di esperti tra cui figurano Arianna Huffington, Aisa Kirabo Kacyira e Daniel Libeskind. Quattro le citta che hanno vinto nelle diverse categorie in gara: Santa Monica, USA (Comunità); Pune, India (Economia e opportunità); Kigali, Ruanda (Sanità pubblica); e Lisbona, Portogallo (ambiente sostenibile); il premio vinto da Milano la colloca come città “overall winner”, vincitrice su tutte le categorie. La motivazione della vittoria di Milano nelle parole John Rossant, fondatore e presidente di NewCities: "Per poter prosperare veramente, le città devono diventare ecosistemi per il benessere attraverso la pianificazione, le politiche e le iniziative.La giuria di esperti è stata lieta di vedere questo ecosistema in azione nella città di Milano attraverso l’innovativo progetto del Crowdfunding Civico e spero che altre città possano guardare a questo approccio di finanziamento che mette i cittadini e il loro benessere al centro del processo decisionale” Il premio Wellbeing City è sviluppato da NewCities in collaborazione con la Novartis Foundation, la Novartis US Foundation e in collaborazione con il Comune di Montréal, Toyota Mobility Foundation, Transdev e US Green Building Council.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
31 mag 2019

MILANO | La Giunta vara la proposta tariffaria del trasporto pubblico per l’esame del Consiglio

di mobilita

L’Amministrazione del comune di Milano ha varato oggi la proposta sulle nuove tariffe di trasporto pubblico in città. La proposta si basa sul nuovo sistema tariffario (STIBM) dell’Agenzia di Bacino e introduce miglioramenti a tutela di abbonamenti e di giovani e anziani. Sarà illustrata in Commissione Mobilità nei prossimi giorni quindi dovrà passare al vaglio del Consiglio comunale per essere approvata ed entrare in vigore a metà luglio. Lo scorso 18 ottobre il Consiglio aveva già approvato un ordine del giorno con gli indirizzi del nuovo sistema tariffario alla base della proposta di oggi della Giunta. Il nuovo sistema tariffario supera i numerosi sistemi attualmente in vigore e consente, in modo equo e unitario, la piena integrazione dei titoli di viaggio e l’accesso all’intera offerta di trasporto pubblico compresa nel bacino di Milano, Monza e Brianza. Per la prima volta si semplifica organicamente per i cittadini la struttura delle tariffe e si riducono il numero e la tipologia dei titoli necessari a spostarsi. La semplificazione in molti territori extraurbani si traduce per i pendolari in riduzione delle tariffe e ha lo scopo di rendere sempre più competitivo l’uso dei mezzi pubblici con la riduzione dell’uso dei veicoli privati a favore di una maggiore fluidità degli spostamenti e della qualità dell’ambiente. Fra gli elementi principali contenuti nella proposta di oggi, che riguarda solo il bacino di Milano, il mantenimento del costo dell’abbonamento agli attuali 330 euro a tutela dell’utilizzo continuativo del trasporto pubblico da parte di cittadini e lavoratori. Con una possibilità in più, quella della rateizzazione mensile del pagamento. Inoltre, si propone di introdurre la timbratura multipla nella rete metropolitana (sempre nell’ambito della validità del titolo). Fra le novità più importanti la gratuità dell’intero servizio trasporti per i giovani fino a 14 anni per dare un aiuto concreto alle famiglie. Sempre per i giovani il piano prevede che il prezzo dell’abbonamento resti invariato e ridotto fino a 27 anni anziché 26; inoltre vengono estese le agevolazioni fino ai 30 anni con Isee sotto i 28mila euro (mensile o annuale ridotto rispettivamente a 22 e 200 euro) a prezzo invariato rispetto a oggi. Dedicata ai giovani anche una un’altra novità: scende da 29 a 12 euro fino ai 27 anni l’abbonamento al BikeMi per chi è abbonato anche al trasporto pubblico. A partire dai 28 anni il costo per il doppio abbonamento passa da 29 a 24 Euro. Per tutti, a partire dall’introduzione del nuovo sistema tariffario, sarà possibile “caricare” l’abbonamento del BikeMi sulla tessera ATM integrando completamente i due servizi. Facilitazioni anche per gli anziani: gratuito l’abbonamento per gli over 65 con Isee inferiore a 16mila euro; per gli over 65 con reddito Isee tra 16 e 28mila euro l’abbonamento annuale ATM costa 200 Euro; il nuovo ‘Senior off peak’, a parità di costo, varrà in superficie da inizio servizio (e non solo dalle 9:30) e sarà disponibile per tutti dai 65 anni di età e per i pensionati dai 60 anni. Viene introdotto un abbonamento annuale a 50 euro per persone con Isee inferiore ai 6mila euro, per persone disoccupate con Isee inferiore ai 16mila euro e per persone detenute in permesso lavorativo esterno al luogo di detenzione. Riviste invece le tariffe di titoli di viaggio occasionali. Fra questi il biglietto singolo che passa da 1,50 a 2 euro ma ne sarà esteso l’uso: il biglietto singolo sarà valido non solo a Milano ma anche nei comuni di prima fascia per esempio Rho Fiera, Sesto San Giovanni, Rozzano, San Donato, Bresso, Bollate etc. “Vogliamo un servizio di trasporto pubblico sempre migliore – dichiara Marco Granelli, assessore alla Mobilità e Ambiente – e su questo stiamo investendo, anche a fronte di minori risorse da Governo e Regione. Per questo abbiamo scelto di tutelare lavoratori e cittadini e non turisti e utenti occasionali. Muoversi su una rete di trasporto collettivo efficiente, veloce, capillare con tariffe eque su un territorio sempre più ampio è l’unica risposta possibile al bisogno di spostarsi delle persone e a garanzia di una migliore qualità dell’aria che respiriamo”.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
31 mag 2019

Aegean Airlines festeggia il ventesimo compleanno con uno sconto del 50% su tutti i voli

di mobilita

AEGEAN Airlines ha lanciato in questi giorni un’offerta che consente risparmi del 50% su tutti i voli diretti (per Atene partono da Roma, Bologna, Catania, Milano, Napoli e Venezia) e i collegamenti per la Grecia e per le destinazioni internazionali, per celebrare il ventesimo anniversario dalla sua costituzione. Prenotando entro il 4 giugno 2019 si può usufruire di questa offerta unica per prenotare un break invernale, con voli nel periodo compreso fra l’1 novembre 2019 e il 28 marzo 2020 (escluso il periodo 19.12.19 – 07.01.20). La Grecia offre storia, cultura e bellissimi paesaggi ad ogni angolo: è il luogo perfetto per una vacanza durante i mesi invernali. Dalla città di Atene, una delle città più antiche del mondo, alle isole paradisiache situate lungo la costa, c’è una destinazione adatta a tutte le esigenze. L'offerta si estende anche ai voli AEGEAN di collegamento con le destinazioni internazionali, per coloro che desiderino esplorare mete più lontane. Dalla sua fondazione ad oggi la compagnia aerea ha sempre puntato sulla capacità di offrire ai suoi viaggiatori un servizio di alta qualità per tutte le destinazioni. Attualmente la più grande compagnia aerea in Grecia, AEGEAN, membro di Star Alliance, è stata scelta come miglior compagnia aerea regionale in Europa, miglior Business Class regionale in Europa e miglior compagnia aerea in Grecia ai TripAdvisor Travelers’ Choice Awards 2019, oltre ad essere stata nominata miglior compagnia aerea regionale in Europa per nove anni consecutivi in occasione degli Skytrax World Airline Awards. Questa qualità di servizio è destinata a continuare nei prossimi anni, poiché AEGEAN, alla vigilia del terzo decennio della sua storia, dà avvio ad un nuovo ciclo di crescita e sviluppo con l’acquisto di 46 aeromobili Airbus A320neo e A321neo.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
28 mag 2019

MILANO | Il Malpensa Express compie 20 anni

di mobilita

Sono trascorsi venti anni, era venerdì 28 maggio 1999, da quando fu effettuata la prima corsa del Malpensa Express, destinazione Terminal 1.  Da allora il primo e unico collegamento aeroportuale via ferrovia con lo scalo internazionale di Malpensa ha continuato a crescere. Le 57 corse al giorno del primo orario sono diventate oggi 146, una ogni quarto d’ora da e per l’aeroporto. Alla stazione di partenza di Milano Cadorna si sono aggiunte dal 2010 Milano Centrale e Milano Porta Garibaldi, interscambio con le linee AV, internazionali, regionali e suburbane nonché, da ultimo, il Terminal 2. I passeggeri hanno seguito un trend di crescita costante, arrivando al record di 3 milioni registrato nel 2018, per un totale nell’arco dei 20 anni di 40 milioni di passeggeri, con un indice di soddisfazione della clientela costantemente sopra al 90%, in linea con gli standard dei principali servizi omologhi europei. Il servizio è evoluto, in questi vent’anni, non solo grazie alla nuova flotta di treni Coradia, convogli di ultima generazione totalmente accessibili, entrati in servizio da giugno 2010, ma anche grazie a un’infrastruttura sempre più veloce e performante che si estende su rete Ferrovie Nord. Nel gennaio 2010, infatti, l’apertura del tunnel sotterraneo di Castellanza – che transita sotto il fiume Olona – ha consentito di ridurre i tempi di percorrenza delle corse. Il 18 dicembre 2016 è stato aperto il tratto tra Terminal 1 e Terminal 2, sempre sotto la competenza di Ferrovie Nord. Nell’esprimere soddisfazione per i risultati del servizio, l’amministratore delegato di Trenord, Marco Piuri, ha assicurato che: “Malpensa Express è pronto per accogliere la sfida della chiusura di Linate e del trasferimento dei voli a Malpensa, in occasione della quale offriremo 18.500 posti in più al giorno, con l’obiettivo di intercettare un nuovo pubblico: miriamo a conquistare mezzo milione di viaggiatori in più ogni anno. In questi 20 anni di Malpensa Express abbiamo maturato una competenza che mettiamo in campo anche per il servizio sugli altri scali lombardi, in primis Linate – collegato alla stazione Forlanini del Passante Ferroviario – e Bergamo Orio al Serio – quando l’aeroporto sarà raggiunto dai binari”. Per tutto il periodo della chiusura di Linate, Trenord incrementerà quasi del +50% l’offerta di posti al giorno sulle corse Malpensa Express, che passerà da poco più di 39mila a 58mila grazie a composizioni allungate dei convogli. In particolare, le corse tra lo scalo e Milano Centrale saranno effettuate da convogli Coradia in doppia composizione, passando da 300 a 600 posti a sedere. Sul collegamento Malpensa-Milano Cadorna saranno potenziate – da 300 a 600 posti a sedere – le corse in orario di punta; negli altri orari, viaggeranno convogli Coradia a 6 carrozze. Al potenziamento del servizio si affiancherà un’implementazione dell’assistenza e dell’informazione alla clientela. Al Terminal 2 i viaggiatori possono già oggi acquistare il biglietto Malpensa Express direttamente nelle aree protette del ritiro bagagli; al Terminal 1 Trenord sta lavorando per implementare postazioni di vendita e di informazione aggiuntivi. I passeggeri Malpensa Express possono inoltre acquistare i biglietti con carta contactless e tecnologia NFC, servizio che Trenord è stato il primo operatore ferroviario ad attivare. Grazie a questa tecnologia, i biglietti sono acquistabili appoggiando la carta o lo smartphone ai tornelli di Milano Cadorna e Bovisa o ai totem presenti a Milano Centrale, Porta Garibaldi, Malpensa T1 e T2. Nell’ottica del potenziamento del servizio, Trenord lancerà a giugno il sito malpensaexpress.it completamente rinnovato, ottimizzato per smartphone e tablet e ideale per essere consultato da chi è in viaggio.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
18 mag 2019

MILANO M4 | Nuova edizione degli “Open Days” con la visita al cantiere della Stazione Linate

di mobilita

Sabato 25 maggio nuova edizione degli “Open Days” di M4: dalle ore 10 alle ore 18 il cantiere della Stazione Linate sarà aperto ai cittadini e i tecnici impegnati nella costruzione della Blu, la nuova metropolitana di Milano, guideranno gli interessati alla scoperta di un’opera fondamentale per la mobilità a Milano. La Stazione di Linate, inoltre, riveste un doppio ruolo molto particolare: non solo M4 sarà la linea metropolitana che consentirà agli utenti dell’aeroporto di raggiungere il centro città in pochi minuti ma anche Linate sarà la prima fermata della Blu ad aprire i tornelli al pubblico. L’entrata in esercizio è infatti programmata per gennaio 2021 (con le prime tre fermate, da Linate fino a Forlanini Fs). Questa edizione dell’Open Day M4 rientra tra gli eventi di “Open House Milano 2019”, l’evento organizzato dall’omonima associazione e che prevede per tutto il weekend un palinsesto di aperture straordinarie a edifici pubblici e privati dal notevole valore architettonico. Open House Milano rivolge la propria attenzione agli edifici normalmente non accessibili, al patrimonio architettonico moderno e contemporaneo, per estendersi fino alla città in trasformazione, senza mai trascurare la ricchezza artistica e culturale che caratterizza Milano dall’antichità in poi. Qui maggiori informazioni e l’elenco completo delle aperture: www.openhousemilano.org. Le visite al cantiere M4 di Linate sono gratuite e si svolgeranno in gruppi di circa 25 persone. Per l’ingresso sarà necessario registrarsi a partire dalle ore 9:30 con un documento di identità valido presso lo stand di accoglienza posizionato nei pressi della porta n.8 del piano arrivi dell’aeroporto di Linate (a pochi passi dal capolinea del bus 73). Non sono previste prenotazioni e i gruppi si formeranno al momento. Si consiglia di indossare calzature comode. L’ingresso sarà consentito anche ai bambini dai 5 anni di età. Nel cantiere sono presenti barriere architettoniche (scale). L’Open Day M4 è promosso dal Comune di Milano e realizzato, con il supporto di MM spa, dalla società concessionaria M4, i cui soci sono lo stesso Comune, le imprese costruttrici (Salini Impregilo, Astaldi, Hitachi Rail STS, Hitachi Rail SpA, Sirti) e il gestore Atm. Si ringrazia Sea Milan Airports per la collaborazione. Ti potrebbero interessare: MILANO METRO 4 | La Stazione Linate MILANO METRO 4 | La tratta Linate–Forlanini Fs già in esercizio entro gennaio 2021

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
15 mag 2019

MILANO | Rinnovo delle rotaie sulla rete tranviaria, ecco le modifiche alle linee

di mobilita

Sono in corso i lavori per rinnovare la rete tranviaria in centro. Gli interventi di manutenzione straordinaria includono il rinnovo delle rotaie, la sostituzione degli scambi, l’installazione di impianti di comando tecnologicamente innovativi e la riqualificazione della fermata Augusto/Sforza. Per tutta la durata dei cantieri, alcune linee cambiano percorso e fermate. In questa pagina trovate tutte lemilano informazioni, linea per linea. Dal 15 maggio al 14 giugno: cantiere in via Albricci Cambiano percorso e fermate queste linee. Qui trovate le mappe.  TRAM 12 La linea fa servizio su due tratte: Roserio - Duomo M1 M3/via Cantù e p.za Fontana - v.le Molise. Non passa da via Larga, via Albricci, via Mazzini. In alternativa, linea 73 da Duomo M1 M3 a via Larga. TRAM 19 I tram cambiano percorso in entrambe le direzioni tra p.za V Giornate e via Mazzini passando da p.za Missori, c.so di Porta Romana, via Lamarmora, v.le Regina Margherita, via Bergamo, v.le Monte Nero. In alternativa, linea 73 da Duomo M1 M3 a p.za V Giornate, oppure linee 12 e 27 da p.za Fontana a p.za V Giornate. LINEE 12, 19 E 27 Le fermate di corso di Porta Vittoria 4 e 5 sono momentaneamente cancellate per lavori di riqualificazione. TRAM 24 I tram da Vigentino seguono il percorso regolare fino a p.za Missori. Poi, proseguono in direzione Dogana (capolinea provvisorio) passando da via Mazzini. Non fermano in piazza Fontana. In alternativa, linea 73 da Duomo M1 M3 a via Larga. LINEE 54 E NM1 I bus, in direzione Lambrate FS M2/ Sesto S. G. 1° Maggio M1, non fanno le fermate di Missori M3 in via Albricci. BUS 60 I bus, in direzione Zara M3 M5, fanno le fermate sulla carreggiata laterale da l.go Augusto a c.so Porta Vittoria/Manara. LINEE 73 E N27 I bus, in direzione Linate/Peschiera B./Ungheria, fanno le fermate sulla carreggiata laterale da via Larga a c.so Porta Vittoria/Manara.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
13 mag 2019

MILANO | Inaugurata la nuova piazza Gasparri

di mobilita

Il colore grigio ha lasciato posto al rosso fiammante dei percorsi ciclabili e dei giochi per bambini disegnati sull’asfalto. Erano in tanti a giocarci questa mattina, in piazza Gasparri, in occasione dell’inaugurazione dell’area riqualificata nell’ambito del progetto di riattivazione dello spazio pubblico ‘Vicini in piazza’ realizzato dall’Amministrazione in collaborazione con Bloomberg associates. La nuova piazza è stata inaugurata in occasione della “Festa dei fiori e della Mamma” promossa dal Comitato di Quartiere Comasina insieme al Municipio 9 che proseguirà fino a sera con eventi per grandi e bambini.  Dopo Dergano, Angilberto II, Porta Genova e, proprio in questi giorni, Santa Rita, un’altra piazza è stata sottratta alla sosta selvaggia e restituita alla fruizione pubblica. L’intervento, fortemente voluto dal Comitato di Quartiere Comasina e promosso anche dal Municipio 9, ha tolto dalla strada le auto parcheggiate abusivamente e lasciato il posto, oltre alla ciclabile, ai giochi per bambini, due tavoli da ping pong, un campo di petanque su erba sintetica, panchine e tre nuovi alberi. Al di fuori dell’area pedonale, la sosta pubblica è stata regolamentata con strisce blu.  

Leggi tutto    Commenti 0