Articolo
26 lug 2017

Metrotramvia di Cosenza, firmato contratto per progettazione esecutiva

di mobilita

E' stato firmato oggi dai rappresentanti del Dipartimento "Lavori Pubblici" della Regione e della ditta CMC di Ravenna, in qualità di mandataria del raggruppamento temporaneo di imprese aggiudicatario dell'appalto, il contratto per la progettazione esecutiva, la realizzazione del sistema collegamento metropolitano tra Cosenza, Rende e l'Università della Calabria e la fornitura e messa in esercizio del relativo materiale rotabile. Il contratto - informa una nota dell'Ufficio stampa della Giunta - prevede un investimento complessivo di 98 milioni di euro. Il termine per l'ultimazione della progettazione esecutiva è fissato in 60 giorni mentre la consegna dell'opera è fissata in 900 giorni dopo l'approvazione del progetto.   "La firma del contratto - ha detto il Presidente della Regione Mario Oliverio - rappresenta un ulteriore passo in avanti verso la realizzazione di un'opera strategica non solo per l'area urbana cosentina ma per l'intero sistema di trasporto regionale. Dopo gli importanti investimenti già avviati per la metropolitana di Catanzaro e per la ferrovia ionica, continuiamo ad investire nel ferro per ridisegnare il trasporto pubblico locale". Già nella prossima settimana è previsto un incontro tra i tecnici della Regione, i tecnici dei Comuni di Cosenza e Rende e della provincia di Cosenza, per permettere, in coerenza con l'accordo di Programma Quadro sottoscritto il dodici giugno scorso, l'avvio delle attività di progettazione esecutiva già nel mese di agosto. "Stiamo rispettando - ha concluso il Presidente - il cronoprogramma che avevamo stabilito, continueremo a lavorare alacremente per consentire l'avvio dei lavori già entro il 2017 e consegnare alla Calabria un'opera che rappresenta un tassello fondamentale del nuovo sistema della mobilità che stiamo realizzando nella nostra regione". La Metrotramvia si sviluppa, per complessivi 9.411 m, dall'inizio di Viale G. Mancini, a Cosenza, sul lato est del Centro Commerciale, fino all'Università della Calabria, a Rende. L’infrastruttura, che servirà un bacino di utenza di oltre 200 mila persone, ha lo scopo di collegare l’area urbana cosentina con Rende.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
26 lug 2017

Nel primo semestre 2017 24 milioni di passeggeri hanno viaggiato sulle Frecce

di mobilita

Sono stati 24 milioni i clienti che hanno viaggiato con le Frecce di Trenitalia nel primo semestre del 2017, con un aumento del 3% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. Gli incrementi più consistenti si sono registrati sulle rotte a servizio di città d’arte e poli commerciali e produttivi: Venezia - Roma, Milano - Napoli , Milano – Firenze- Roma . Migliorano anche le performance di puntualità delle 250 corse giornaliere di  Frecciarossa, Frecciargento e Frecciabianca: da gennaio a giugno oltre il 90% dei treni ha raggiunto la destinazione in orario o, comunque, entro 15 minuti dall’orario previsto, guadagnando mezzo punto percentuale rispetto allo scorso anno. Le medie di puntualità raggiungono il 98,3% prendendo in considerazione i soli ritardi imputabili direttamente a Trenitalia, contro il 97,7 del 2016. Migliora anche il giudizio dei clienti, che per il 77% consigliano il Frecciarossa per gli spostamenti. Dall’ultima indagine demoscopica realizzata da una società esterna al Gruppo FS Italiane (maggio 2017), ad esprimere un giudizio positivo complessivo sulle Frecce è stato il 95,3% del campione intervistato (+1,8 vs maggio 2016). A migliorare sono soprattutto i giudizi su permanenza a bordo, senso di sicurezza e informazione. Particolarmente favorevole il giudizio complessivo sul Frecciarossa, con il 96,2% di clienti soddisfatti (+2,5% vs 2016). Sui Frecciargento il giudizio favorevole sale al 94,6% ( +2.4% ). Sui  Frecciabianca la valutazione positiva si attesta al 92% degli intervistati (+1,3% ). Buone le risposte del mercato alle novità dell’orario estivo di Trenitalia, in vigore da poco più di un mese: il Frecciarossa 1000 a doppia composizione vanta una media di circa 1.500 clienti a corsa; la nuova fermata di Napoli Afragola è mediamente utilizzata nei giorni feriali da circa 350 clienti delle Frecce, con punte fino a oltre 400; la fermata aggiuntiva di Milano Rogoredo nei feriali raggiunge circa i 350 passeggeri medi. I riscontri positivi giungono anche dal sud, dove i cittadini stanno apprezzando il potenziamento dell’offerta Trenitalia: sono in  forte crescita i passeggeri a bordo delle corse da e per le principali città del sud, come Taranto, Reggio Calabria, Bari, Sapri, con punte fino al 75% di riempimento dei treni. E hanno superato la soglia dei 50mila i clienti che hanno già prenotato viaggi per le località turistiche dove è stata attivata una nuova fermata estiva, mentre sono circa 2mila quelli che hanno finora scelto il FRECCIAlink per raggiungere la propria meta.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
25 lug 2017

Mercitalia Rail ottiene il “Merit Award” da SGS

di mobilita

Il Certificato d’Eccellenza destinato alle aziende che si sono contraddistinte per aver integrato i tre principali sistemi di certificazione Consegnate da SGS a Mercitalia Rail le certificazioni del Sistema di Gestione Integrato (SGI) per la Sicurezza del Lavoro, per l'Ambiente e per la Qualità, nonché il Merit Award per averle integrate in un'unica gestione. Mercitalia Rail ha ricevuto dall’Organismo di Certificazione SGS (riconosciuto da Accredia e leader mondiale nei servizi di ispezione, verifica, analisi e certificazione di beni, servizi e sistemi) la certificazione del proprio Sistema di Gestione Integrato per la Qualità, per la tutela dell’Ambiente, per la Salute a Sicurezza sul Lavoro relativamente alle attività di “progettazione ed erogazione del servizio di trasporto merci su ferrovia”. La consegna dei certificati di conformità agli standard ISO 9001 per la Qualità, ISO 140001 per la gestione ambientale e OHSAS 18001 per la salute e sicurezza sul lavoro, accompagnati dal “Merit Award” (il Certificato d’Eccellenza destinato alle aziende che si sono contraddistinte per aver integrato i tre sistemi in un’unica gestione) è avvenuta in occasione di un importante incontro aziendale,con presenti l’Amministratore Delegato, i Dirigenti, i Quadri Apicali e molti collaboratori che hanno contribuito alla costruzione e al funzionamento del Sistema di Gestione Integrato di Mercitalia Rail. La triplice certificazione, che ha validità dalla data di avvio dell’attività di Mercitalia Rail, ed il Merit Award rappresentano una attestazione di come la volontà di Mercitalia Rail stia costituendo una eccellenza nel panorama nazionale, con particolare riferimento ai seguenti ambiti del Sistema di Gestione Integrato: dimostrare la capacità di Mercitalia Rail di fornire con regolarità un servizio che soddisfi i requisiti del cliente e quelli cogenti applicabili, ed accrescere la soddisfazione dei propri clienti; rispettare e salvaguardare l’ambiente; eliminare o minimizzare i rischi per chiunque possa essere esposto a pericoli per la salute, in relazione alle attività svolte. La consapevolezza dell’Alta Direzione e delle risorse impegnate nell’Organizzazione di Mercitalia Rail è che la certificazione sia un punto di partenza da cui proseguire la strada virtuosa del miglioramento continuo delle proprie performances per raggiungere ulteriori prestigiosi traguardi.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
24 lug 2017

Tramvia Firenze, approvati i nomi delle fermate delle linee 2 e 3

di mobilita

Da Novoli-Palazzi Rossi a Strozzi-Fallaci a Leopoldo-Stibbert, sono alcuni dei nomi che andranno a caratterizzare le fermate delle nuove linee 2 e 3 della tramvia. Le denominazioni hanno avuto oggi il via libera della giunta di Palazzo Vecchio su proposta dell'assessore alla Toponomastica Andrea Vannucci. "Abbiamo voluto rendere riconoscibili le fermate in base ai punti di interesse, ma anche valorizzare luoghi spesso nascosti della nostra città - ha detto Vannucci - Per questo, accanto al nome principale abbiamo indicato un luogo di interesse vicino alla fermata, che sarà annunciato dallo speaker". "La denominazione delle fermate delle linee tranviarie rappresenta un nuovo passo avanti verso la conclusione dei lavori come da programma", ha detto l'assessore alla mobilità Stefano Giorgetti. I nomi individuati per le 13 fermate della linea 2 sono: Fermata 1: Peretola aeroporto Fermata 2: Guidoni Fermata 3: Novoli - Palazzi Rossi Fermata 4: Novoli - Torre degli Agli Fermata 5: Novoli - Regione Toscana (sottotitolo: Palazzo di Giustizia) Fermata 6: San Donato - Università Fermata 7: Buonsignori - Liceo Da Vinci Fermata 8: Ponte all'Asse Fermata 9: Redi Fermata 10: Belfiore Fermata 11: Rosselli Fermata 12: Alamanni - Stazione Santa Maria Novella Fermata 13: Unità I nomi individuati per le 12 fermate della linea 3 sono: Fermata 1: Careggi - Ospedale Fermata 2: Morgagni - Università (sottotitolo: Don Facibeni) Fermata 3: Dalmazia (direzione Stazione, piazza Dalmazia) Fermata 3bis: Vittorio Emanuele II (direzione Careggi, via Vittorio Emanuele II) - (sottotitolo: Teatro di Rifredi) Fermata 4: Pisacane (direzione Stazione, via Carlo Pisacane) Fermata 4bis: Poggetto (direzione Careggi, via Vittorio Emanuele II altezza via Angiolo Tavanti) Fermata 5: Leopoldo (sottotitolo: Stibbert) Fermata 6: Muratori - Stazione Statuto Fermata 7: Statuto Fermata 8: Strozzi - Fallaci Fermata 9: Fortezza (sottotitolo: Fiere e Congressi) Fermata 10: Valfonda - Stazione Santa Maria Novella

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
24 lug 2017

Il ritorno di Ryanair all’aeroporto Fellini di Rimini

di mobilita

Ryanair ha annunciato di aver siglato un nuovo piano di crescita con Airiminum 2014, la società di gestione dell’Aeroporto di Rimini, che faciliterà il ritorno della compagnia aerea al “Fellini” e offrirà nuovi collegamenti verso l’Europa a partire già dalla primavera 2018. Ryanair sta finalizzando la programmazione dell’estate 2018, che sarà annunciata nei prossimi mesi autunnali, e sta portando avanti le negoziazioni con Airiminum 2014 per potenziali nuove rotte. David O’Brien, Chief Commercial Officer di Ryanair, ha dichiarato: “Siamo lieti di annunciare un nuovo piano di crescita siglato con Airiminum 2014 e il nostro ritorno all’Aeroporto di Rimini dal quale, il prossimo anno, lanceremo nuove rotte. Siamo pronti a lavorare a stretto contatto con l’Aeroporto di Rimini e a incrementare traffico, rotte e posti di lavoro nei prossimi mesi e anni”. Leonardo Corbucci, Aeroporto di Rimini ha commentato: “Per l’aeroporto Fellini e per la Romagna tutta è una grande opportunità lavorare nei prossimi anni con la principale compagnia aerea  in Italia e in Europa”.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
24 lug 2017

L’Unità di Crisi della Farnesina con Assaeroporti ed ENAC lancia campagna per “viaggiare sicuri” all’estero.

di mobilita

Prende avvio oggi in ventiquattro aeroporti italiani la campagna informativa, promossa dall'Unità di Crisi della Farnesina con Assaeroporti, l'associazione dei gestori aeroportuali italiani, ed ENAC, l'Ente Nazionale per l'Aviazione Civile, che invita gli italiani in partenza per l'estero ad usufruire dei portali "Viaggiaresicuri.it" e "Dovesiamonelmondo.it", per restare aggiornati sull'evoluzione delle condizioni di sicurezza nei Paesi di destinazione delle proprie vacanze estive e per facilitare l'assistenza in caso di emergenza. "Informatevi ed informateci" afferma Stefano Verrecchia, Capo dell'Unità di Crisi della Farnesina "è da sempre il nostro motto. Viaggiare, aprirsi a nuove realtà e nuove culture è un elemento fondamentale del nostro modello di società, ed un valore da difendere. Ma è essenziale anche che chi si muove oggi nel mondo -per turismo, per lavoro, per studio, per sport- compia scelte responsabili ed informate: i nostri strumenti sono concepiti proprio per questo. I servizi dell'Unità di Crisi sono accessibili anche attraverso una comoda APP per smartphone e tablet, totalmente gratuita. Il nostro invito agli italiani è di scaricarla prima di partire, di continuare a consultare gli avvisi di sicurezza, e di registrarsi sul nostro portale". Per tutto il periodo estivo, ENAC e Assaeroporti metteranno a disposizione i propri canali e strumenti di comunicazione per supportare la campagna e contribuire a diffonderne i messaggi, con la pubblicazione di info banner e video istituzionale sui propri siti web. Allo stesso modo, i gestori aeroportuali coinvolti sosterranno l’iniziativa divulgando la campagna informativa presso gli aeroporti di Alghero, Bari, Bergamo, Bologna, Brindisi, Cagliari, Catania, Firenze, Genova, Milano Linate, Milano Malpensa, Napoli, Pisa, Rimini, Roma Ciampino, Roma Fiumicino, Torino, Trieste, Venezia e Verona attraverso i monitor presenti in aerostazione, i portali web, i canali social e le wi-fi tv. Il video istituzionale verrà trasmesso inoltre nei totem ENAC presenti negli scali di: Bari, Genova, Milano Linate, Napoli, Olbia, Pantelleria, Pisa, Reggio Calabria, Roma Ciampino, Roma Fiumicino – Cerimoniale di Stato, Roma Fiumicino – Terminal 3, Roma Urbe, Torino e Venezia.  

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
24 lug 2017

Air France lancia ShareGroop per i pagamento dei voli in gruppo

di Roberto Lentini

Air France, in stretta collaborazione con ShareGroop, offre ora ai propri clienti la soluzione di pagamento per gruppi.  Sharegroop è stato fondato nel 2015 da Franck Burguière. All'epoca il suo fondatore si trovava ad affrontare un dilemma: acquistare biglietti aerei per un gruppo di persone che volessero viaggiare sullo stesso volo e anticipare una notevole quantità di denaro. "Ecco come è nata l'idea di una soluzione di acquisto di gruppi online" spiega Franck Burguière. Per utilizzare  ShareGroop basta aggiungere le email dei partecipanti, questa gestirà la spedizione degli inviti, raccoglierà i pagamenti e solleciterà anche i ritardatari. Già dai primi di luglio è possibile utilizzare ShareGroop per l'acquisto di biglietti di gruppi di almeno 10 persone con Air France. Scegliendo ShareGroop come metodo di pagamento, la persona che effettuerà la prenotazione non dovrà più anticipare i soldi per i biglietti dei suoi compagni di viaggio. Ogni cliente potrà pagare il proprio biglietto online usufruendo anche del vantaggio dall'assicurazione tramite la propria banca dati.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
24 lug 2017

La tratta ferroviaria Andora-San Lorenzo si farà a 180 km/h

di mobilita

Da oggi i treni potranno raggiungere, sulla nuova tratta Andora-San Lorenzo  (linea Genova-Savona-Ventimiglia) i 180 km/h. L’Agenzia Nazionale per la Sicurezza delle Ferrovie (ANSF) - soggetto terzo indipendente rispetto a tutti gli operatori nel campo del trasporto ferroviario - ha concluso la fase autorizzativa che consente l’incremento della velocità rispetto ai 160 km/h autorizzati finora. Si  raggiunge così la massima velocità prevista dal progetto. L’incremento consentirà ai treni InterCity e Thello di utilizzare la piena velocità, annullando qualche rallentamento che fino a oggi ha parzialmente influenzato la circolazione nelle tratte limitrofe.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
22 lug 2017

Metro Napoli nuova uscita San Giacomo e nuovo collegamento

di mobilita

Una nuova uscita della stazione Municipio della linea metropolitana 1 di Napoli e l’abbattimento del diaframma per collegare linea 1 e 6 sono stati tenuti a battesimo ieri dal Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Graziano Delrio. Erano presenti, tra gli altri, il sindaco di Napoli Luigi De Magistris, il presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, il presidente di Metropolitana di Napoli spa Ennio Cascetta. Il collegamento a cui si è dato il via libera oggi  "è un'opera decisiva che permetterà a Napoli di diventare vera città metropolitana europea"  ha detto il ministro Delrio. L'abbattimento rappresenta l'ultimo step di scavo e consentirà già nel prossimo anno l'apertura delle stazioni San Pasquale e Morelli con il completamento della linea 6 e dunque l'apertura delle stazioni Chiaia e Municipio nel 2019 con un costo complessivo di 790 milioni di euro.  Nel 2018, la stazione Municipio si arricchirà dell'ulteriore uscita su via Depretis e nel 2019 dell'uscita nel porto. Il trasporto pubblico, ha detto il Ministro, sta conoscendo “una stagione nuova”: “Non c'è solo la metropolitana di Napoli che prosegue nel suo cammino ma anche quella di Catania, oltre al sistema tramviario a Palermo. Il Mezzogiorno deve diventare un esempio di un trasporto sostenibile nelle città, adeguato a quello che sono le grandi metropoli del Sud. Abbiamo messo molte risorse in questo. Un miliardo e 300 milioni già stanziato e un ulteriore miliardo e 400 milioni in arrivo, abbiamo messo oltre 7 miliardi come Stato per il rinnovo del parco autobus e per quello del parco treni regionali. Vogliamo che il trasporto pubblico per i pendolari, che si spostano quotidianamente per lavoro, sia decente e all'altezza delle nostre città. Vogliamo che le città non siamo più assediate dalle auto ma più vivibili e meno inquinate. E questa è una scelta strategica che il Governo ha fatto mettendo a disposizione una mole di risorse come mai è stato fatto". Positivo il bilancio del Ministro per il richiamo delle infrastrutture del Mezzogiorno: "Aeroporti che crescono al ritmo superiore agli altri,  porti con traffici in aumento. I problemi sono ancora tanti, ma con pazienza e disciplina, giorno dopo giorno stiamo costruendo il futuro di questo straordinario pezzo d'Italia". In una giornata di festa non poteva mancare un riferimento a Bagnoli, dopo l’accordo firmato tra Governo, Regione e Città metropolitana, dossier che il Ministro aveva seguito alla Presidenza del Consiglio: "Finalmente è stato raggiunto un risultato importantissimo, ci abbiamo creduto tutti con il presidente Renzi prima e con il presidente Gentiloni ora. É molto bello aver trovato l'armonia tra tutte le istituzioni, perché la cooperazione tra le istituzioni è il segreto per buoni risultati per la cittadinanza". Ora anche su Bagnoli si apre la domanda sul collegamento metropolitano: “E’ uno degli studi da fare, perché Bagnoli diventerà un centro di sviluppo straordinariamente importante". "Sul potenziamento delle linee metropolitane abbiamo fatto una scelta strategica – ha continuato il Ministro –  e quindi investiremo tutte le nostre risorse in questi progetti nei prossimi anni".

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
22 lug 2017

Regione Puglia: l’impegno del Gruppo FS Italiane nel triennio 2017-2019

di mobilita

Sviluppo della mobilità integrata in Puglia, interventi di potenziamento delle linee gestite da Rete Ferroviaria Italiana e di miglioramento sulla rete Ferrovie del Sud Est e rinnovo delle flotte dei treni e degli autobus. Questi gli argomenti al centro del tavolo tecnico/istituzionale avvenuto oggi a Roma fra Michele Emiliano, Presidente Regione Puglia, e Renato Mazzoncini, Amministratore Delegato e Direttore generale di FS Italiane. Incontro al quale hanno preso parte anche Claudio Stefanazzi, Capo di Gabinetto di Regione Puglia, Maurizio Gentile, AD e DG di RFI, Barbara Morgante, AD e DG di Trenitalia, Stefano Rossi, AD Busitalia, e per FSE Luigi Lenci, Presidente, e Andrea Mentasti, AD e DG. Il tavolo tecnico/istituzionale è stato l’occasione per fare il punto sullo stato della mobilità nella regione Puglia, per illustrare le azioni programmate dal Gruppo FS Italiane per il triennio 2017-2019 per le reti ferroviarie (più tecnologie, migliori infrastrutture) e i servizi di trasporto su ferro e gomma (collegamenti sia lunga percorrenza sia regionali e metropolitani). Regione Puglia da parte sua ha affrontato i temi relativi al rinnovo del Contratto di servizio con Trenitalia e ai finanziamenti previsti per lo sviluppo del sistema infrastrutturale. Rete Ferroviaria Italiana, il Gestore dell’infrastruttura nazionale, ha illustrato le attività avviate per aumentare la capacità di traffico (servizi regionali e collegamenti lunga percorrenza verso Roma, Napoli e lungo la Direttrice Adriatica), l’integrazione con i network ferroviari dei Gestori regionali, i potenziamenti infrastrutturali e tecnologici, gli interventi per migliorare l’accessibilità delle stazioni (ascensori, marciapiedi alti 55 cm dal piano del ferro, varchi di accesso, adeguamento a standard per le persone a ridotta mobilità e con disabilità e wi-fi). Confermati anche gli impegni inseriti nell’Accordo Quadro sottoscritto con Regione Puglia nel dicembre 2015. Attenzione particolare è stata dedicata anche ai progetti previsti per sviluppare i collegamenti con il Porto di Taranto e il nodo intermodale di Brindisi, funzionali allo sviluppo del traffico merci e logistico. Trenitalia ha fatto il punto sia sui collegamenti lunga percorrenza sia sul trasporto regionale e metropolitano, che già oggi registra un miglioramento nella puntualità e un basso tasso di cancellazioni e guasti. Durante l’incontro si è parlato anche del rinnovo del Contratto di servizio allineato alle ottime performance registrate in media su base nazionale. Contratto che prevede circa 260 milioni di investimenti per l’acquisto di nuovi treni che porteranno ad un rinnovo quasi totale della flotta. Questi investimenti abbasseranno l’età media dei treni e garantiranno standard di puntualità e di comfort di viaggio da benchmark europeo. Infine, Ferrovie del Sud Est ha focalizzato l’attenzione sui propri investimenti, oltre 520 milioni di euro, che inizieranno a dare significativi effetti da giugno 2018. FSE ha pianificato per il potenziamento delle infrastrutture oltre 420 milioni, mentre per il rinnovo delle flotte (treni e bus) saranno investiti complessivamente circa 100 milioni. A Regione Puglia sono stati illustrate anche le azioni previste nell’immediato per adeguare l’infrastruttura ferroviaria agli standard nazionali previsti dall’Agenzia Nazionale per la Sicurezza delle Ferrovie (ANSF) e i servizi sostitutivi con autobus programmati per garantire la mobilità dei cittadini. La maggior parte dei lavori sarà fatta con interruzioni notturne, ad eccezione di poche tratte dove l’unica soluzione tecnica possibile è l’interruzione completa del traffico ferroviario. In questi casi la mobilità sarà garantita con bus sostitutivi.

Leggi tutto    Commenti 0