Articolo
20 mar 2019

All Nippon Airways (ANA) ha preso in consegna il suo primo A380

di mobilita

La giapponese All Nippon Airways (ANA) oggi ha preso in consegna il suo primo A380 in una cerimonia speciale a Tolosa, diventando il 15 ° operatore del più grande aereo passeggeri del mondo.  Alla cerimonia di consegna hanno partecipato il Presidente e CEO di ANA HOLDINGS, Shinya Katanozaka, e il CEO di Airbus, Tom Enders. ANA ha ordinato tre A380 e opererà l'aereo sulla rotta popolare tra Tokyo Narita e Honolulu dal 24 maggio. Ogni ANA A380 presenterà una livrea speciale raffigurante la tartaruga verde del mare Hawaiian, conosciuta anche come Honu. La livrea sul primo aereo è dipinta di blu, mentre la seconda sarà verde e la terza arancione. L'A380 di ANA è configurato in un layout premium con una capacità di 520 passeggeri. Il ponte superiore ospita otto suite di prima classe, 56 sedili business class che si convertono in letti completamente piani e 73 posti in classe premium. La classe economica si trova sul ponte principale, dove ANA offre una disposizione spaziosa che può ospitare 383 passeggeri, tra cui 60 posti a sedere. Il velivolo presenta i più recenti sistemi di intrattenimento in volo di ANA, oltre alla piena connettività in tutte le classi. "Trasporteremo tutti e tre i nostri Airbus A380 sulla rotta Tokyo-Honolulu con l'obiettivo di introdurre un nuovo livello di servizio di lusso per i nostri passeggeri che volano su ANA sulla rotta numero uno per i viaggiatori giapponesi", ha dichiarato Shinya Katanozaka, Presidente e CEO di ANA HOLDINGS INC. "Riteniamo che l'A380 diventerà un punto di svolta per ANA e ci consentirà di aumentare la nostra quota di mercato raddoppiando il numero di posti che collegano Honolulu e Tokyo entro il 2020", ha aggiunto. "FLYING HONU è progettato per offrire comfort e praticità senza precedenti e un mondo di nuove possibilità per i passeggeri ANA, cosa che non sarebbe stata possibile senza gli sforzi combinati dei team Airbus e Rolls-Royce che lavorano a stretto contatto con i professionisti dedicati di ANA. ” "Airbus è orgogliosa di consegnare questo bellissimo velivolo ad ANA", ha dichiarato il CEO di Airbus, Tom Enders. "Offrendo livelli senza pari di comfort per i passeggeri, l'A380 consentirà ad ANA di aumentare la sua capacità sulla rotta impegnata verso le Hawaii con la massima efficienza. Siamo fiduciosi che l'aeromobile avrà un grande successo nel servizio con ANA e si impegnerà a fornire pieno supporto alla compagnia aerea lungo tutto il percorso. " L'A380 offre alle compagnie aeree l'opzione più efficiente per soddisfare la domanda sulle rotte più trafficate del mondo. È inoltre affermato come l'aereo preferito dai passeggeri di tutto il mondo, offrendo più spazio personale in tutte le classi, una cabina super silenziosa e una guida fluida. Circa 250 milioni di passeggeri hanno già volato sull'aereo. In seguito alla consegna di oggi ad ANA, attualmente ci sono 232 A380 in servizio con 15 compagnie aeree in tutto il mondo, che volano su 120 rotte in tutto il mondo.     Vieni a vedere con noi la cerimonia ufficiale di consegna del primo Airbus A380 a All Nippon Airways (ANA). ANA ha ordini fermi per tre A380, diventando il primo cliente del superjumbo in Giappone. La compagnia aerea opererà l'aeromobile sulla famosa rotta Narita-Honolulu per il tempo libero. I tre ANA A380 saranno dipinti con una livrea speciale raffigurante le tartarughe marine native delle Hawaii. Questa particolare livrea è una delle più elaborate mai dipinte da Airbus. Ci sono voluti 21 giorni per il team Airbus per dipingere una superficie di 3.600 m2 utilizzando 16 diverse tonalità di colore.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
20 mar 2019

Il Mit prepara un nuovo bando di gara per i collegamenti con la Sardegna

di mobilita

Il ministero dei Trasport stai lavorando a un nuovo bando di gara per assegnare i collegamenti marittimi fra penisola e Sardegna, in vista della scadenza della convenzione con Tirrenia Cin, prevista per il 18 luglio 2020. L’obiettivo - precisa il Mit dopo il parere dell’Antitrust che ha bocciato un’eventuale proroga dell’accordo da 72 milioni di euro - è «assicurare in futuro una convenzione più favorevole all’interesse pubblico di quella attuale, ereditata dal passato, e per garantire al meglio la continuità marittima con la Sardegna». Nel frattempo il Mit asssicura di aver «innalzato il livello di vigilanza sul rispetto degli obblighi di convenzione verificando, tra l’altro, il rispetto degli orari di arrivo e partenze delle navi e l’idoneità delle stesse, compresa la qualità dei servizi». "La violazione degli obblighi contrattuali ha comportato l’applicazione, a carico della società, di penali", evidenzia il ministero in una nota, «che ammontano complessivamente a 2.800.000 euro dal 2012 ad oggi, di cui 500.000 nel solo 2019».

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
19 mar 2019

easyJet presenta all’aeroporto Internazionale di Napoli il nuovo Airbus A320neo

di mobilita

easyJet ha presentato oggi - all'aeroporto Internazionale di Napoli il nuovo Airbus A320neo. La compagnia ha scelto la sua base partenopea per rinnovare il proprio impegno per contribuire a rendere il settore del trasporto aereo sempre più sostenibile introducendo il nuovo Airbus A320neo nelle operazioni tra Capodichino e Milano Malpensa. easyJet ha implementato una strategia che mira a ridurre considerevolmente gli impatti delle proprie operazioni sull’ambiente. Attraverso l’efficientamento delle operazioni di terra e l’investimento in aeromobili innovativi, dal 2000 ad oggi la compagnia ha già ridotto del 32% le emissioni di CO2, che nel 2018 si sono attestate a 78,46 grammi per passeggero (nel 2016 erano 79,98 – nel 2017 78,62). Il nuovo ambizioso obiettivo che easyJet si è posta è concludere una riduzione del 10% rispetto ai valori del 2016 entro il 2022, il che significherebbe una riduzione complessiva del 38% rispetto alle performance del 2000. Gli aeromobili neo rappresentano un grande passo in avanti in termini di performance e offrono significativi vantaggi operativi e benefici ambientali – fino al 20% di risparmio nel consumo di carburante e nelle emissioni di CO2 e una riduzione fino al 50% dell’impronta acustica durante le fasi di decollo e atterraggio, con notevoli benefici alle comunità che risiedono nelle vicinanze degli aeroporti. Al momento easyJet ha ricevuto 25 aeromobili neo ma conta di arrivare a 100 esemplari entro il 2022. Quest’anno i neo saranno introdotti anche nella flotta italiana della compagnia e saranno gradualmente introdotti anche nelle operazioni tra Milano Malpensa e l’aeroporto Internazionale di Napoli. easyJet ha scelto Napoli – dove la compagnia è primo operatore per numero di passeggeri e di voli operati - per presentare per la prima volta in Italia il nuovo A320neo, in concomitanza con il quarto anniversario dell’apertura della propria base operativa (2014). Presente a Capodichino dal 2000, ad oggi easyJet ha trasportato da e per Napoli oltre 12 milioni di passeggeri, incrementando ogni anno la connettività di Napoli con il resto della penisola e con l’Europa. Da Capodichino, infatti, easyJet offre ai propri passeggeri 42 collegamenti nazionali ed internazionali, garantendo molteplici soluzioni di viaggio, con 3,6 milioni di posti offerti nell’anno fiscale 2018. Per quest’anno la compagnia prevede un’ulteriore crescita del 18%, confermando la continuità degli investimenti attraverso un numero maggiore di posti in vendita e l’allargamento del ventaglio di destinazioni servite. Lorenzo Lagorio, Country Manager easyJet Italia, ha commentato: “Siamo convinti che l’innovazione possa aiutare il trasporto aereo a crescere in modo sostenibile. I progressi tecnologici a cui assistiamo sono davvero entusiasmanti e l’industria si sta evolvendo velocemente, basti pensare al nostro progetto di sviluppo di aerei elettrici. Inizia a delinearsi un futuro alternativo per il trasporto aereo, non esclusivamente vincolato all’uso del carburante, e noi siamo orgogliosi di farne parte. Sentiamo la responsabilità di limitare al minimo l’impatto dei nostri voli e continueremo a lavorare per ridurre al minimo le nostre emissioni investendo in aeromobili di ultima generazione e cercando di rendere le nostre operazioni, sia in volo che a terra, il più efficienti possibile". Roberto Barbieri, Amministratore Delegato Gesac Spa – società di gestione dell’aeroporto di Napoli – ha dichiarato: "La straordinaria crescita dell’aeroporto di Napoli in questi anni, testimoniata dal raggiungimento della soglia di 10 milioni di passeggeri e da un network con 106 destinazioni, ha sempre avuto al centro la sostenibilità ambientale Azioni mirate di contenimento dell’impatto acustico e delle emissioni si sono succedute e sono testimoniate da numerose certificazioni e dati puntuali. Attirare sul nostro scalo compagnie altrettanto sensibili all’ambiente è una di queste azioni. Oggi lo testimonia easyJet con la scelta di utilizzare a Napoli l’innovativo Airbus A320neo con nuovi motori CFM LEAP, aereo a basso consumo di carburante. Sostegno allo sviluppo economico del territorio e sempre migliori performance in termini di sostenibilità ambientale caratterizzeranno anche in futuro la crescita di qualità dell’aeroporto di Napoli.” John Brett, Marketing Director Airbus ha commentato: "La Famiglia A320neo è dotata delle ultime tecnologie al fine di offrire ai passeggeri la migliore esperienza di volo e, al contempo, garantire un basso impatto ambientale. Grazie ai motori di nuova generazione e a un’aerodinamica avanzata, l’A320 offre un risparmio di carburante fino al 20% e una riduzione del 50% del rumore rispetto agli aeromobili di generazioni precedenti." L’A320neo a Napoli, specifiche e benefici: L’A320neo segna una svolta nella perfomance degli aeromobili, portando benefici ambientali e migliorando l’efficienza operativa grazie ai motori CFM LEAP-1A. Più silenzioso di oltre il 50% in fase di decollo e atterraggio, reca importanti benefici alle comunità vicine agli aeroporti. Nello specifico prevede fino al 20% in meno di emissioni di carbonio ed è fino al 20% più efficiente in termini di consumi. A Napoli l’A320neo consentirà di ridurre del 56% l’impronta acustica nelle fasi di decollo e di atterraggio. La riduzione nell'uso dell'APU durante la sosta e l'uso ottimale dell’alimentazione a terra durante la sosta contribuiscono a ridurre il consumo di carburante, delle emissioni e a rendere più silenziose le operazioni dell'aeroporto. L’utilizzo di un solo motore in fase di rullaggio sul 22% dei decolli e il 54% degli atterraggi ha ridotto ulteriormente il consumo di carburante e le emissioni a livello locale. A luglio 2018 Airbus ha consegnato a easyJet il primo A321neo, che rispetto al A320neo, consentirá di risparmiare un ulteriore 9% per ogni posto a sedere. easyJet è il cliente europeo più grande di A320neo e la compagnia prevede di operare con una flotta di 100 aerei neo entro il 2022. Ad oggi easyJet è operativa ad oggi con 25 aeromobili neo, 21 A320neo e 4 A321neo.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
19 mar 2019

Italo attacca RFI, “non agisce in maniera terza e indipendente”

di mobilita

Durante un'audizione in commissione trasporti al Senato l'ad di Italo-Ntv, Gianbattista La Rocca, ha accusato il gestore dell'infrastruttura ferroviaria, Rfi di non agire in maniera terza e indipendente mettendo a repentaglio l'esistenza stessa di NTV non riuscendo a estendere il proprio network e a dar seguito agli ingenti investimenti messi in campo per accrescere la quantità e la qualità del servizio dell'alta velocità, Sempre secondo l'Ad La Rocca, RFI ha negato all’ultimo minuto l’incremento della capacità chiesta da Italo sull’alta velocità dopo l’acquisto di dieci nuovi treni per potenziare la propria offerta. La replica di RFI arriva con un comunicato nel proprio sito istituzionale in cui respinge le accuse mosse dall'Ad di Italo-Ntv: "Rete Ferroviaria Italiana conferma che le proprie scelte operative sono sempre improntate a valori di terzietà verso tutte le Imprese ferroviarie. Nelle scorse settimane, RFI ha inviato a Trenitalia e Italo-NTV, nel pieno rispetto dei principi di equità e non discriminazione, alcune proposte per i nuovi orari, contenenti tra l’altro misure - integrative rispetto agli accordi quadro in essere - per ridurre le interferenze di circolazione e migliorare così gli indici di puntualità, incrementando al contempo la capacità a disposizione delle Imprese. Proprio per una questione di terzietà e per non creare evidenti situazioni di disparità, oltre che per rendere compatibili le richieste di capacità dei due operatori dal punto di vista tecnico, il Gestore dell’infrastruttura aveva specificato che tali misure potevano essere adottate solo se entrambe le Imprese operanti sul sistema AV fossero state d’accordo. Le misure proposte sono state oggetto di interlocuzioni continue con Trenitalia e Italo-NTV, per cercare di armonizzare le diverse richieste, ma non hanno trovato una sintesi con uno dei due operatori, che ha deciso di non accettarle. RFI non ha quindi potuto dare seguito alle soluzioni proposte in modo unilaterale. Il Gestore ha fornito la più ampia disponibilità a proseguire le trattative per arrivare comunque a soluzioni - da adottare al cambio orario di dicembre 2019 - che potranno contribuire a migliorare le performance della rete e delle imprese".

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
19 mar 2019

Gruppo Onorato ha preso in consegna la Maria Grazia Onorato, la nave ro-ro più green del Mediterraneo

di mobilita

È stata presa in consegna ieri dal Gruppo Onorato la nuova nave “Maria Grazia Onorato” costruita dai cantieri tedeschi di Flensburg. Con la consegna è stata anche annunciata ufficialmente la destinazione di quello che è oggi il traghetto più green e al tempo stesso il ro-ro cargo con la maggiore capacità di carico del Mediterraneo che toglierà dalle strade italiane 4 chilometri e 76 metri lineari di tir.  A partire da maggio, la “Maria Grazia Onorato” entrerà in linea sulla rotta Genova- Livorno- Catania- Malta, rispondendo cosí alla crescente domanda di trasporto di qualità da parte delle imprese di autotrasporto che, sempre più numerose, stanno imbarcando sulle navi del gruppo specie sulla direttrice strategica delle autostrade del mare dall’Alto Tirreno alla Sicilia sino all’isola di Malta. Varata nell'agosto scorso, la 'Maria Grazia Onorato', gemella della 'Alf Pollak', è un concentrato di tecnologia avanzata come gli scrubber di ultima generazione che consentono di abbattere il contenuto di CO2 nei fumi dal 3,5 allo 0,1%. Il combinato disposto degli scrubber, dei sistemi di controllo in funzione dell'Eedi e di una automazione spinta, fanno della 'Maria Grazia Onorato' la più green fra le navi in esercizio nel Mediterraneo. La nave ha anche un'eccezionale capacità di carico: 4.076 metri lineari, pari a 283 trailers con una struttura che ha reso indispensabile una progettazione ad hoc dei garage dotati di un sistema di rampe innovativo per rendere più veloci le operazioni di sbarco e imbarco dei mezzi. Il porto base della 'Maria Grazia Onorato' sarà quello di Catania.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
19 mar 2019

Busitalia abbandona il mercato della lunga percorrenza

di mobilita

Busitalia Fast abbandona il mercato della lunga percorrenza orientandosi invece verso l’integrazione modale, bocciando di fatto gli obiettivi fissati dall’ex amministratore delegato Renato Mazzoncini. L’8 marzo scorso Busitalia Fast ha infatti ceduto le proprie quote al gruppo Simet. Il Gruppo FS Italiane aveva annunciato l'ingresso nel mercato dei collegamenti lunga percorrenza su gomma il 26 aprile 2017 in occasione della Fiera BUS2BBUS di Berlino. La compagnia di mobilità integrata era il frutto dell’acquisizione da parte di Busitalia – Sita Nord del 51% di Simet, storica azienda che dal 1946 offre servizi bus a lunga percorrenza in Italia e all’estero. Ti potrebbe interessare: Busitalia Fast: il nuovo servizio su gomma del Gruppo FS Italiane

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
19 mar 2019

FIRENZE | Partirà il 22 marzo il tour di prova del bus elettrico Alstom-Aptis

di mobilita

Partirà da Firenze, con una presentazione ufficiale prevista per il 22 marzo 2019, il tour di prova del bus tutto elettrico Alstom-Aptis. Aptis è stato concepito fin dall'inizio come un nuovo veicolo progettato per affrontare le imminenti sfide della mobilità urbana, derivanti dalla lunga conoscenza di Alstom nei veicoli elettrici.  Questa esperienza è illustrata da batterie elettriche montate sul tetto che possono essere ricaricate durante la notte nel deposito, offrendo 6 ore di autonomia operativa. Ma possono anche essere ricaricati nello spazio di 5 minuti alla fine di ogni linea, o anche opportunisticamente alle fermate degli autobus utilizzando la comprovata tecnologia di ricarica rapida SRS di Alstom. Offre un pianale ribassato su tutta la lunghezza del veicolo (unico per gli autobus), Aptis dispone di tutti i beni di accessibilità di un tram, come le tre porte doppie su entrambi i lati per facilitare l'imbarco e la discesa. La sua disposizione interna modulare consente di adeguare le esigenze nel tempo.  I passeggeri beneficiano di una vista panoramica grazie al 20% di superfici vetrate in più rispetto a un bus convenzionale e la trazione elettrica di Aptis elimina virtualmente rumori e vibrazioni nel veicolo. Una delle caratteristiche uniche di Aptis sono le sue quattro ruote orientabili, rispetto alle due su un normale bus. Ciò lo rende più manovrabile: occupa il 25% di spazio in meno sulle curve stradali e richiede meno spazio libero prima di una fermata dell'autobus, lasciando ad esempio due lunghezze di macchina in più per il parcheggio in strada. E poichè può allinearsi perfettamente con il bordo del marciapiede, i passeggeri con mobilità ridotta, passeggini e sedie a rotelle hanno un accesso più facile. Aptis è anche disponibile per le autorità di trasporto in una gamma di opzioni di proprietà, estendendosi fino a una soluzione completa che combina veicoli, manutenzione e fornitura di energia per un'integrazione ottimizzata in qualsiasi rete di città. Tutto in Aptis è stato progettato tenendo conto del costo totale di proprietà. Basata sulla solidità dei tram Citadis di Alstom, i veicoli hanno una durata prevista di 20 anni. Beneficiano di costi di manutenzione ridotti, grazie al sistema di alimentazione facilmente accessibile sul tetto e solo quattro pneumatici anziché sei su autobus convenzionali. Nel complesso, Aptis costa più o meno come un autobus diesel, ma ha una vita più lunga e offre un approccio più pulito, più moderno e accessibile.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
19 mar 2019

Blue Air lancia il nuovo volo Milano Malpensa-Bucarest

di mobilita

Il vettore rumeno  low cost Blue Air, dal 27 luglio 2019, aggiungerà nuove rotte internazionali dall'aeroporto di Malpensa per Bucarest Otopeni con quattro frequenze settimanali con prezzi a partire da 78,00 euro a tratta. Ecco gli operativi di volo: MXP 16:35 →  OTP 19:50 0B 00160  1-3-5-7 OTP 14:35 →  MXP 15:50 0B 00159  1-3-5-7

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
19 mar 2019

GENOVA | Manutenzione della metropolitana nella notte tra mercoledì 20 e giovedì 21 marzo

di mobilita

Dalle ore 21.30 di mercoledì 20 marzo alle ore 5.00 di giovedì 21 marzo dovranno essere effettuate attività di manutenzione nella metropolitana di Genova. Contestualmente all’effettuazione degli interventi, il servizio della metro dovrà essere sospeso: le ultime partenze saranno alle ore 21.17 da Brignole per Brin e alle ore 21.10 da Brin per Brignole. Per agevolare gli spostamenti dei cittadini, la linea notturna N3 (Principe - Brin) sarà anticipata alle ore 21.15 e sarà in servizio, come di consueto, fino alle ore 5.16. Di seguito riportiamo l’orario della linea N3. Da Stazione Principe a Brin Metro 21.15 - 21.30 - 21.45 – 22.00 - 22.15 - 22.30 – 22.45 – 23.00 - 23.15 – 23.30 – 23.45 - 00.15 - 00.43 - 01.10 - 01.36 -02.02 - 02:29 – 02.57 - 03.25 - 03.52 - 04.17- 04.41- 05.05 – 05.32 Da Brin Metro a Stazione Principe 21.15 – 21.30 – 21.45 – 22.00 - 22.15 – 22.30 – 22.45 – 23.00 – 23.15 – 23.30 - 23.53 – 00.20 00.50 – 01.18 - 01.45 – 02.12 – 02.38 - 03.02 – 03.32 – 03.58 – 04.24 – 04.52 – 05.16 - 0 5.42 Alle ore 5.00 di giovedì 21 marzo riprenderà il normale servizio diurno della metropolitana.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
18 mar 2019

REGIONE LOMBARDIA | In arrivo 161 nuovi treni con una nuova livrea

di mobilita

La Giunta regionale lombarda ha varato il piano di investimenti per l’acquisto di 161 nuovi treni destinati al servizio ferroviario. Il piano ha l’obiettivo di ridurre l’età media dei mezzi che ad oggi è di circa 18 anni e che arriverà a circa 12 anni intorno al 2025. Grazie all’introduzione di nuovi treni sarà possibile attivare i nuovi servizi previsti dal recente Programma Regionale della Mobilità e dei Trasporti (PRMT), quali, ad esempio, le nuove linee S intorno all'area milanese (S14-S18), lo sviluppo dei servizi regionali intorno ai capoluoghi di provincia, come ad esempio Bergamo e Brescia. Questo permetterà di far crescere i viaggiatori da 735.000 al giorno a 1 milione di passeggeri al termine del piano di rinnovo. Il piano definisce le caratteristiche tecniche e i quantitativi da acquistare per ciascuna tipologia di materiale rotabile. Entreranno in servizio: 100 treni suburbani ad alta capacità, a due piani, destinati alle Linee Suburbane (Linee S) ad alta frequentazione 31 treni regionali a un piano 30 treni regionali a trazione diesel, destinati alle linee non elettrificate della Lombardia (aree di Pavia, Cremona, Brescia). Ogni tipo di treno avrà caratteristiche tecniche specifiche in termini di: dimensionamento (capienza, disposizione dei sedili, bagni disponibili, spazi per biciclette, etc) prestazioni (accelerazione e velocità) qualità offerta ai passeggeri (climatizzazione, rivestimento e struttura dei sedili, prese elettriche anche per la ricarica di bici elettriche, etc) sistemi di informazione ai viaggiatori (audio e video, bacheche, etc) videosorveglianza e altre dotazioni tecniche. Per l’acquisto sono state avviate tre apposite gare ad evidenza pubblica: l’acquisto mediante gara rispetta le prescrizioni dell'Autorità Garante per la Concorrenza e il Mercato (AGCM) e dovrà garantire rigidi tempi di consegna (i primi treni entro due anni e i seguenti al ritmo di 2-4 al mese). Il piano vale 1,6 miliardi di euro a disposizione del bilancio regionale. I nuovi treni sono caratterizzati da alcuni elementi innovativi che migliorano la sicurezza e il confort del viaggio e dei viaggiatori, tra questi ad esempio: presenza di Wi-Fi, sistema informazione ai passeggeri, videosorveglianza; presenza di prese USB per la ricarica dei dispositivi elettronici in aggiunta alle normali prese elettriche; pedane mobili per garantire completa accessibilità delle persone a ridotta mobilità; ambiente unico percorribile nella sua interezza, senza porte né setti divisori; aree polifunzionali per lo stazionamento bici e passeggini e possibilità di ricaricare le bici elettriche; bagno totalmente accessibile dotato di attrezzature per gestire i bambini più piccoli; finestrini ampi, sedili disposti vis à vis con passo ampio, tutti rivestiti in tessuto. Il 4 marzo è stata rivelata anche la nuova livrea dei nuovi treni di prossima consegna caratterizzata da un motivo a doppia freccia che corre lungo l'intera fiancata del convoglio, in due tonalità di verde insieme ad un terzo verde e blu su sfondo bianco.

Leggi tutto    Commenti 0