Articolo
08 apr 2020

Coronavirus, le compagnie aeree non possono rimborsare i voli cancellati

di mobilita

Duro scontro tra le compagnie aeree e l'UE per il rimborso dei voli cancellati a causa del coronavirus. Le compagnie aeree, hanno chiaramente ribadito che per evitare il fallimento non possono rimborsare i passeggeri che hanno comprato voli poi cancellati a causa del coronavirus ma l'Ue avverte, "I viaggiatori hanno diritto al rimborso". Il totale dei biglietti da rimborsare ammonterebbe a 35 miliardi di dollari e per Alexandre de Juniac, numero uno della Iata, "rimborsare i biglietti è finanziariamente insostenibile per le compagnie aeree perché finirebbero con la cassa prosciugata". "Siamo consapevoli delle difficoltà senza precedenti delle compagnie aeree, ma i diritti dei passeggeri sono protetti dalla legge nell'Ue. Le compagnie devono offrire ai passeggeri la scelta tra un rimborso e un cambio di biglietto. Dato che il cambio di biglietto non è sempre disponibile in queste circostanze, i passeggeri devono essere rimborsati", ha affermato Stefan de Keersmaecker, portavoce della Commissione europea. Molte compagnie stanno offrendo voucher dello stesso importo del biglietto da spendere per un prossimo volo. Tuttavia, spiega la Commissione, i vettori non possono offrire solo questa possibilità ma offrire anche quella di avere un rimborso in contanti.  

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
08 apr 2020

ROMA | Ferrovia Roma-Lido, interruzione tra Lido Centro e Colombo dall’8 al 19 aprile

di mobilita

Per consentire lavori al cavalcavia di piazzale Cristoforo Colombo da parte di Roma Capitale, sarà necessaria l’interruzione della circolazione della ferrovia Roma-Lido nella tratta Lido Centro-Colombo e viceversa dall’8 al 19 aprile. Regolare nella tratta Lido Centro-Piramide e viceversa. Nella tratta interrotta può essere utilizzata la linea bus ordinaria 06 oppure le linee 061 e 064 (non attive nei giorni festivi).   Ricordiamo che gli spostamenti possono essere effettuati solo in caso di comprovato motivo.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
08 apr 2020

ROMA | Atac sta studiando l’ipotesi del numero chiuso sui mezzi pubblici

di mobilita

Atac sta cominciando a pensare al dopo "emergenza coronavirus" e a come contingentare le entrate, sia sugli autobus che sulle metropolitane. Si sta studiando l'ipotesi di un ingresso "a numero chiuso" sui mezzi pubblici. Sulle metropolitane ad esempio ci potrebbe essere un contingentamento fisso dei viaggiatori ai tornelli, In caso di superamento del limite massimo dei passeggeri che possono scendere in banchina i tornelli si bloccano in attesa del prossimo treno. Per le attività di contingentamento Atac potrebbe integrare alcuni dipendenti ora in cassa integrazione. Inoltre si vorrebbe imporre l'uso obbligatorio delle mascherine e dei guanti a chi utilizza i mezzi pubblici, la richiesta è sul tavolo del Comune, a cui spetta la valutazione finale.    

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
07 apr 2020

NAPOLI | ANM, modifiche di servizio per Pasqua e Pasquetta

di Antonio Somigliato

L’Azienda Napoletana Mobilità fa sapere, tramite un post sulla pagina Facebook aziendale di poche ore fa contenente un “Bit.ly” rimandante alla nota stampa sulla pagina web aziendale, dei provvedimenti disposti per Pasqua e Pasquetta in merito agli orari e alle modalità di servizio di bus, metropolitana e funicolari attive. A seguire, la nota stampa inclusiva dei link ulteriori. PASQUA E PASQUETTA: LE MODIFICHE AL SERVIZIO DI TRASPORTO ANM A Pasqua, domenica 12 Aprile, linee Bus e Funicolari Centrale e Montesanto resteranno in funzione fino alle ore 13.00, mentre la Linea 1 metropolitana e la Funicolare di Chiaia resteranno chiuse per l’intera giornata. Per il lunedì in Albis 13 Aprile invece, i bus e le Funicolari Centrale e Montesanto saranno attive per l’intera giornata con orario festivo, mentre la Linea 1 metropolitana e la Funicolare di Chiaia resteranno chiuse. La rimodulazione del servizio di Pasqua nel periodo di emergenza Covid19, è stata decisa da Anm in condivisione con il Comune di Napoli per contribuire al necessario stop degli spostamenti dei cittadini, in osservanza del Decreto della Presidenza del Consiglio dei Ministri e delle Ordinanze della Regione Campania per limitare al massimo i contagi. La mobilità di alcune linee viene tuttavia assicurata per favorire gli spostamenti necessari di chi è chiamato a svolgere attività indispensabili per la salute della comunità. Segui info e aggiornamenti anche ai canali social media anmnapoli facebook e twitter oppure contatta il Contact Center al numero verde 800 639525.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
07 apr 2020

Coronavirus, Lufthansa chiude Germanwings e anticipa la vendita di 18 aeromobili

di mobilita

Per l’Executive Board of Deutsche Lufthansa AG non ci sarà un ritorno alla normalità a breve termine, ci vorranno mesi prima che le restrizioni sui viaggi globali vengano completamente revocate e anni prima che la domanda mondiale di viaggi aerei ritorni ai livelli pre-crisi. Questa situazione ha fatto prendere delle decisioni al Lufthansa Group che influenzeranno quasi tutte le operazioni di volo. In Lufthansa, sei Airbus A380, sette A340-600 e cinque Boeing 747-400 verranno definitivamente ritirati. Inoltre, undici Airbus A320 saranno ritirati dalle operazioni a corto raggio. I sei A380 erano già programmati per la vendita ad Airbus nel 2022. La decisione di eliminare progressivamente sette A340-600 e cinque Boeing 747-400 è stata presa sulla base degli svantaggi ambientali e economici di questi tipi di aeromobili. Con questa decisione, Lufthansa ridurrà la capacità nei suoi hub di Francoforte e Monaco. Inoltre, Lufthansa Cityline ritirerà dal servizio anche tre aeromobili Airbus A340-300. Dal 2015 il vettore regionale opera voli verso destinazioni turistiche a lungo raggio per Lufthansa. Anche Eurowings ridurrà il numero dei suoi aeromobili. Nello short-haul segment, si prevede di eliminare gradualmente altri dieci Airbus A320. Anche il long-haul business di Eurowings operato sotto la responsabilità commerciale di Lufthansa sarà ridotto. Inoltre, l’attuazione dell’obiettivo di Eurowings di raggruppare le operazioni di volo in una sola unità, definito prima della crisi, sarà ora accelerato. Le Germanwings flight operations saranno interrotte. Tutte le opzioni che ne derivano devono essere discusse con i rispettivi sindacati. I programmi di ristrutturazione già avviati presso Austrian Airlines e Brussels Airlines saranno ulteriormente intensificati a causa della crisi coronavirus. Tra l’altro, entrambe le compagnie stanno lavorando per ridurre le proprie flotte. SWISS International Air Lines adeguerà inoltre le dimensioni della sua flotta ritardando le consegne di nuovi aeromobili a corto raggio e prenderà in considerazione la graduale eliminazione degli aerei più vecchi. Inoltre, le compagnie aeree di Lufthansa Group hanno già risolto quasi tutti i wet lease agreements con altre compagnie aeree. L’obiettivo rimane lo stesso per tutti i dipendenti interessati dalle misure di ristrutturazione: offrire a quante più persone possibile un impiego continuo all’interno di Lufthansa Group. Pertanto, i colloqui con i sindacati e i consigli dei lavoratori devono essere organizzati rapidamente per discutere, tra l’altro, di nuovi modelli di occupazione al fine di mantenere il maggior numero possibile di posti di lavoro.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
07 apr 2020

VERONA | ATV: da oggi obbligo di mascherine e guanti anche sui bus

di Fabio Nicolosi

Da oggi obbligo di mascherine e guanti anche sui bus ATV. In caso di trasgressori, avvisate le forze dell'ordine In ottemperanza all'ordinanza del 6/4/2020 del Presidente della Regione Veneto sul contenimento dell'emergenza sanitaria da Coronavirus, da oggi anche a bordo degli autobus urbani ed extraurbani di ATV è in vigore l'obbligo, per gli utenti e il personale in servizio, di indossare mascherine di protezione avendo cura di coprire naso e bocca, e di utilizzare inoltre guanti monouso. Nel caso in cui salga a bordo un utente che non indossi questi dispositivi, l'Azienda ha dato disposizione agli autisti di tenere fermo il mezzo avvisando i passeggeri dell'impossibilità di continuare la corsa, a causa della presenza a bordo di persone che non rispettano le disposizioni di prevenzione del contagio. Qualora l'utente trasgressore non scenda spontaneamente, sarà richiesto l'intervento delle forze dell'ordine. Sono già in atto controlli da parte di queste ultime a Porta Vescovo e in corso Porta Nuova. Per quanto riguarda il personale di servizio, l'Azienda ha già provveduto a dotare tutti gli operatori di mascherine e guanti. Restano naturalmente valide anche tutte le altre indicazioni date dalle autorità per i comportamenti da tenere a bordo dei mezzi pubblici, in particolare quello di disporsi in modo uniforme a bordo, mantenendo le distanze tra le persone ed evitando gli assembramenti. ATV dal canto suo continua con la massima intensità nel lavoro di sanificazione degli ambienti avviato fin dall'inizio dell'epidemia, igienizzando anche più volte al giorno l'interno dei mezzi con apparecchiature professionali e l'utilizzo di prodotti germicidi a base di cloro per la pulizia di sedili, mancorrenti e maniglie. Nonostante l'utenza in questo periodo sia ridotta di oltre il 90 per cento rispetto a quella normale, il servizio viene inoltre effettuato con l'impiego il più possibile di autobus a grande capacità, così da evitare possibili affollamenti nelle ore di maggior utilizzo.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
07 apr 2020

CAMPANIA | Le linee EAV su ferro chiuse nei giorni di Pasqua e Pasquetta

di mobilita

Le linee EAV su ferro nei giorni di Pasqua e Pasquetta quest'anno saranno chiuse, in accordo con le indicazioni diramate dal Presidente della Regione Campania, per evitare possibili assembramenti. Richiesta in tal senso è giunta anche da numerosi sindaci del territorio. Sino al giorno 14 aprile, infatti, sono vietati gli spostamenti se non per motivi di grave necessità. I treni EAV viaggiano con pochissimi passeggeri nei giorni feriali; nei giorni festivi i passeggeri si contano in poche decine. Si ha motivo di ritenere che i passeggeri che si spostano per motivi di grave necessità nei giorni di Pasqua e Pasquetta siano ancora meno dei normali giorni festivi. Chi ha bisogno di spostarsi sui nostri itinerari per gravissimi e documentati motivi (personale della sanità, Protezione Civile o simili) deve inviare una richiesta documentata a [email protected] specificando il motivo dello spostamento (documentandolo), gli orari, la stazione di partenza e quella di arrivo, entro domani mercoledi 8 aprile ore 18. Per tali utenti, che svolgono quindi un lavoro legato all'emergenza sanitaria e che non hanno possibilità di trasporto privato, verrà attivato un servizio sostitutivo dedicato alle ore 7 di mattina del giorno di Pasqua (domenica 12 aprile) e alle ore 7 di mattina e alle ore 18 di sera del giorno di Pasquetta (lunedì 13 aprile). Il servizio su gomma invece funzionerà regolarmente sino alle ore 13 sia il giorno di Pasqua che di Pasquetta

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
07 apr 2020

FRIULI VENEZIA GIULIA | Nuova ordinanza per l’utilizzo del trasporto pubblico

di mobilita

Il governatore del Friuli Venezia Giulia, Massimiliano Fedriga, ha firmato oggi una nuova ordinanza che prevede ulteriori misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell'emergenza epidemiologica da coronavirus. A integrazione e rafforzamento dell'ordinanza n.7 del 3 aprile 2020, che aveva già disposto la chiusura alla domenica di tutte le attività commerciali, con il nuovo provvedimento viene stabilita la serrata anche nella giornata di lunedì 13 aprile 2020 di tutte le attività ad eccezione delle farmacie, delle parafarmacie, delle edicole e degli esercizi nelle aree di servizio situati lungo la rete autostradale e a servizio di porti e interporti. Alla base della decisione la considerazione che anche in Friuli Venezia Giulia, la festività del Lunedì dell'Angelo potrebbe far registrare concentrazioni di persone non strettamente giustificate dall'esigenza di acquistare beni alimentari. Inoltre con la nuova ordinanza viene fatto obbligo a chiunque acceda ai servizi di trasporto pubblico automobilistici, ferroviari e marittimi e anche a chi utilizzi i taxi di mantenere la distanza interpersonale di sicurezza e di indossare la mascherina o comunque una protezione a copertura di naso e bocca e di ogni altra precauzione per evitare il contagio da Covid-19. L'inottemperanza della nuova ordinanza comporta l'applicazione delle sanzioni di cui all'art. 4 del decreto legge 25 marzo 2020 n. 19. ARC/RT/pph

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
07 apr 2020

RIMINI | Firmato il decreto che istituisce la linea filoviaria a trazione elettrica Metromare

di mobilita

La Provincia di Rimini, anche in questo periodo di emergenza, prosegue il lavoro per arrivare nel più breve tempo possibile all’attivazione definitiva della linea filoviaria a trazione elettrica Metromare. Dopo la fase sperimentale e temporanea con mezzi su gomma va infatti avanti la procedura amministrativa che deve condurre al collaudo definitivo dell’infrastruttura e dei mezzi a trazione elettrica Exqui.city 18T. Se i mezzi, causa emergenza Covid-19, sono fermi in Belgio e al momento non è ancora possibile collaudarli, per l’infrastruttura è invece possibile avviare la fase di collaudo, stante anche la temporanea sospensione delle corse. “Noi continuiamo a lavorare pensando al dopo emergenza quando le cose gradualmente torneranno ad una nuova normalità. La Provincia, nell’ottica di farsi trovare pronta, mantiene costanti rapporti con i competenti uffici territoriali del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti preposti alle autorizzazioni e prosegue nel relativo e necessario lavoro amministrativo. È in tal senso che ho firmato il decreto che istituisce la linea filoviaria a trazione elettrica in sede riservata di trasporto pubblico locale Metromare sul percorso da Rimini Fs – Riccione Fs.”, dichiara il presidente della Provincia Riziero Santi. TI POTREBBERO INTERESSARE: RIMINI | Dal 23 novembre parte il Metromare RIMINI | Firmato il decreto di istituzione della linea MetroMare

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
06 apr 2020

LAZIO | Sospeso il servizio viaggiatori nella stazione FS di Fondi-Sperlonga

di Antonio Somigliato

Le Ferrovie dello Stato, tramite il loro canale di infomobilità, informano che a partire da oggi 06/06/2020 è disposto che i treni Regionali della relazione Roma - Formia - Napoli non fermano per servizio viaggiatori nella stazione di Fondi-Sperlonga. Il provvedimento è stato preso in seguito al prolungamento del lockdown totale per la prevenzione e gestione dell'emergenza sanitaria da Covid-19 nel Comune di Fondi (LT), così come già disposto nell'ordinanza della Regione Lazio n. 4238 del 19/03/2020. Per sopperire alle necessità di mobilità impellenti da e per il Comune, è stato attivato un call center gratuito al numero verde 800 89 20 21.

Leggi tutto    Commenti 0