Articolo
02 lug 2020

American Airlines riprenderà i voli per l’Italia nella summer 2021

di mobilita

American Airlines Group Inc. adeguerà il suo programma internazionale a lungo raggio per la winter 2020 fino alla summer 2021. Nel tentativo di far fronte alla bassa domanda derivante dall’epidemia Coronavirus (COVID-19), la compagnia aerea riallinea la propria rete con l’obiettivo di migliorare la redditività a lungo termine. American si aspetta che la capacità internazionale a lungo raggio nell’estate 2021 sarà in calo del 25% rispetto al 2019. “COVID-19 ci ha costretti a rivalutare la nostra rete”, ha dichiarato il Chief Revenue Officer di American, Vasu Raja. “American avrà una rete internazionale significativamente più piccola nel prossimo anno, ma stiamo sfruttando questa opportunità per reimpostare il network sfruttando la forza dei nostri hub strategici, su cui possiamo costruire ed essere redditizi in questo nuovo ambiente”. Mentre la compagnia aerea inizierà a pianificare la prossima estate, American interromperà diverse rotte che un tempo erano popolari destinazioni leisure ma che dovrebbero mostrare una riduzione della domanda. “American ha effettuato negli ultimi anni il dimensionamento corretto del proprio network internazionale, interrompendo le rotte sottoperformanti e aggiungendo destinazioni leisure come Dubrovnik e Praga”, ha dichiarato Brian Znotins, Vice President of Network Planning, American. “Ora, poiché la domanda è notevolmente diminuita a causa di COVID-19, dobbiamo essere agili, creando il network che i nostri clienti desiderano”. American uscirà da diverse rotte, incluse tre rotte transatlantiche sia dal Charlotte Douglas International Airport (CLT) che dal Philadelphia International Airport (PHL). La compagnia uscirà inoltre da cinque rotte poco performanti dal Los Angeles International Airport (LAX) verso destinazioni in Asia e Sud America, concentrandosi sulla forza domestica dell’hub. Mentre American reimposta la sua rete internazionale per la crescita futura, Dallas Fort Worth International Airport (DFW) sarà il principale hub trans-Pacifico della compagnia aerea, mentre Miami International Airport (MIA) continuerà ad essere il principale hub per i voli verso i Caraibi e l’America Latina. Una volta che le restrizioni governative sui voli transatlantici diminuiranno, PHL continuerà a essere il principale hub American per i servizi in Europa. All’inizio di quest’anno American ha lanciato la sua West Coast International Alliance con Alaska Airlines, una partnership innovativa per espandere la sua portata internazionale e la connettività per i clienti. La compagnia aerea pianificherà la crescita futura con la forza di questa relazione, che include una grande presenza e un forte feed a Seattle. Come precedentemente annunciato, American lancerà il servizio da Seattle (SEA) a Bangalore e Londra (LHR) il prossimo anno. Alaska intende inoltre aderire all’alleanza oneworld nel 2021. American continuerà inoltre a volare negli hub dei partner commerciali congiunti. Mentre alcuni mercati internazionali non torneranno, American prevede un programma completo per London Heathrow (LHR) entro il 2021. La compagnia aerea continuerà a lavorare a stretto contatto con British Airways per fornire una vasta rete che consente ai clienti di raggiungere destinazioni chiave. “Per American, ogni nuova partnership significa future opportunità di crescita per la nostra compagnia aerea. Faremo affidamento sui maggiori punti di forza dei nostri hub con la nostra rete internazionale esistente e ci integreremo ulteriormente negli hub dei nostri partner per fornire connettività che non è stata sfruttata in passato”, ha affermato Raja. Riguardo l’Italia, New York (JFK) – Milan (MXP), Dallas Fort Worth (DFW) – Rome (FCO) e Philadelphia (PHL) – Rome (FCO) riprendono nella summer 2021. American non effettuerà più le rotte Miami (MIA) – Milan (MXP), Chicago (ORD) – Venice (VCE) e Charlotte (CLT) – Rome (FCO).

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
02 lug 2020

UMBRIA | Domani parte il “Trasimeno Line” di Trenitalia

di mobilita

Diventa possibile, da domani 3 luglio, ogni giorno e fino al 30 agosto, con Trasimeno Line, la nuova idea di viaggio leisure di Trenitalia Umbria e Regione Umbria, committente e finanziatrice dei servizi ferroviari regionali. Nove ogni giorno le corse, tutte green, che collegano direttamente la sponda di levante con quella di ponente del lago, da Perugia a Chiusi-Chianciano Terme, passando per le mete turistiche lacuali più apprezzate. Trasimeno Line ha fatto il suo esordio oggi 2 luglio, con un treno straordinario dedicato alle autorità, partito da Perugia Fontivegge alle 09:33. A bordo Donatella Tesei, Presidente della Regione Umbria, Amelia Italiano, Direttrice di Trenitalia Umbria, Enrico Melasecche, Assessore regionale ai Trasporti, e i sindaci dei comuni toccati dall'itinerario del convoglio. Il nuovo servizio viene effettuato con treni Jazz, convogli di ultima generazione, dotati di tutti i comfort, tra cui info-monitor di bordo e spazi dedicati alle bici, idonei anche ai viaggi delle persone a ridotta mobilità. Grazie alle fermate intermedie nelle principali località lungo il lago, Trasimeno Line dà facile accesso alle molteplici attività che l'area offre ai visitatori: le rilassanti spiagge attrezzate di Torricella, la piacevole passeggiata di Passignano sul Trasimeno, i locali glamour di Castiglione del Lago, le specialità culinarie di Magione, gli sconfinati percorsi naturalistici, che si estendono ad anello tutt'intorno al lago, da godersi a piedi o in bici, per gli sportivi di ogni tipo.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
02 lug 2020

Nel Lazio arriva il Rock, nuovo treno dedicato al trasporto regionale

di mobilita

Nel Lazio arriva Rock, il nuovo treno regionale ad alta capacità di trasporto, frutto delle migliori tecnologie, con tutte le caratteristiche di sostenibilità ambientale E’ il primo dei 72 nuovi convogli di Trenitalia (Gruppo FS Italiane) che entro il 2024 garantiranno il rinnovo totale della flotta regionale dedicata soprattutto ai pendolari. Il Rock è stato consegnato  questa mattina a Roma Termini al Presidente della Regione Nicola Zingaretti, dall’Amministratore Delegato di Ferrovie dello Stato Italiane Gianfranco Battisti e di Trenitalia Orazio Iacono, e dal Direttore della Divisione Passeggeri di Trenitalia Sabrina De Filippis. Progettato e costruito da Hitachi Rail Italy per Trenitalia, il Rock è dotato di 602 posti a sedere e sarà impiegato sulle linee FL1 Orte - Roma - Fiumicino Aeroporto e FL3 Roma - Cesano/Viterbo. Spazioso ed ecosostenibile, vista la scelta dei materiali per garantire elevati livelli di riciclabilità (superiore al 95 per cento) e rinnovabilità, è accessibile alle persone a ridotta mobilità. Capiente, accessibile e anche ecologico, il nuovo treno consente infatti di ridurre i consumi del 30% rispetto ai precedenti. Spazio all’interno anche per il trasporto di 18 biciclette. Il trasporto regionale è “uno dei pilastri e la grande sfida del Gruppo FS, ed è lì che dobbiamo fare la differenza perché è dove ci facciamo la reputazione”, ha commentato l’AD di Ferrovie dello Stato Gianfranco Battisti. “Per avvicinare il pendolare al sistema trasporti - ha proseguito - abbiamo introdotto un’app che lo informa costantemente su orari, prezzi e ritardi e introdotto la security su treni pendolari, soprattutto quelli più affollati, e un nuovo modello di customer care con un servizio dedicato ai pendolari dei regionali”. Il Rock "è uno dei 600 treni a livello nazionale che abbiamo messo in campo per il trasporto regionale che è la vera priorità dal punto di vista aziendale", ha sottolineato l'AD. "Dobbiamo fare in modo di garantire e recuperare quel gap qualitativo che abbiamo avuto in questi anni sui pendolari, ma dobbiamo, soprattutto, lavorare in prospettiva per creare le condizioni per redistribuire i flussi del trasporto pendolari. Lo possiamo fare con treni come questo, che hanno standard di qualità molto alti, sono ecologicamente sostenibili e rappresentano quel tassello in più che aiuterà davvero a cambiare il modo di viaggiare dei pendolari in Italia".

Leggi tutto    Commenti 1
Articolo
02 lug 2020

Alitalia raddoppia le frequenze da Roma Fiumicino per Venezia e Bologna

di mobilita

Da oggi Alitalia raddoppia il numero delle frequenze sulla tratta Venezia-Roma, rimasta sempre attiva durante il periodo di lockdown dell’Italia per la pandemia da Covid-19. I servizi fra l’aeroporto di Venezia e Fiumicino passano da due a quattro al giorno, con l’aggiunta di un volo in partenza dal “Marco Polo” alle ore 6:50 e un altro previsto alle 21:40 da Roma, in modo da garantire i viaggi di andata e ritorno in giornata per chi parte da Venezia. Gli altri voli su questa rotta decollano alle ore 15:25 (da Venezia) e alle 13:30 (da Roma). Alitalia raddoppia anche il numero delle frequenze sulla tratta Bologna-Roma, rimasta sempre attiva durante il periodo di lockdown dell’Italia per la pandemia da Covid-19. I servizi fra l’aeroporto bolognese e Fiumicino passano da due a quattro al giorno, con l’aggiunta di un volo in partenza dal “Guglielmo Marconi” alle ore 6:55 e un altro previsto alle 21:45 da Roma, in modo da garantire i viaggi di andata e ritorno in giornata per chi parte da Bologna. Gli altri voli su questa rotta decollano alle ore 15:20 (da Bologna) e alle 13:35 (da Roma). In ottemperanza alle attuali disposizioni di legge, tutti gli aeromobili Alitalia vengono sanificati ogni giorno con prodotti ad alto potere igienizzante e, grazie ai filtri HEPA e alla circolazione verticale, l’aria a bordo non solo è rinnovata ogni tre minuti, ma è pura al 99,7%, come in una sala sterile. Tutti i passeggeri sono poi tenuti a consegnare prima dell’imbarco una autocertificazione che attesti di non aver avuto contatti stretti con persone affette da patologia Covid-19. Inoltre i passeggeri devono indossare sin dal loro arrivo in aeroporto e durante il volo una mascherina protettiva.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
02 lug 2020

Prenotazione treno regionale, al via la sperimentazione

di mobilita

Distanziamento no, distanziamento sì. Negli ultimi giorni alcune amministrazioni regionali hanno deciso di cambiare le regole che imponevano il cosiddetto distanziamento sociale a bordo dei mezzi pubblici. Perché sui treni regionali sono proprio le Regioni a poter decidere e derogare dai protocolli nazionali. Così al momento Veneto, Friuli Venezia Giulia, Emilia Romagna, Puglia, Liguria e Province autonome di Trento e Bolzano si sono orientate per l’eliminazione dei limiti di capienza del 50%. Quindi non più un posto sì un posto no, com’è stato finora, ma un ritorno al 100% della capacità. Sempre ovviamente, con l’obbligo della mascherina e la raccomandazione di una frequente igienizzazione delle mani. Intanto Trenitalia, dal 3 giugno, ha avviato sui treni regionali (1.500 a oggi) una sperimentazione per controllare e contingentare il numero dei viaggiatori presenti a bordo. I treni oggetto del test sono stati selezionati grazie alla costante attività di monitoraggio portata avanti, a partire da maggio, dagli oltre 200 operatori del customer care regionale di Trenitalia. Fra i collegamenti scelti, anche quelli con le principali località di mare nei fine settimana e nei giorni festivi.   Una rivoluzione nel trasporto regionale che prevede un biglietto specifico per il treno scelto, in vendita finché il convoglio non ha raggiunto - in base alle prenotazioni dei viaggiatori - la sua capienza massima. E ciò vale sia che il limite sia quello tenuto finora, del 50%, sia che si decida di tornare al 100%, almeno nel caso in cui le Regioni non tollerino e non rendano possibile anche il viaggio in piedi. Con la nuova procedura il viaggiatore salirà sull’effettivo treno che ha scelto e prenotato. Soltanto così il sistema funziona, con il rispetto di questa regola. Un passaggio in più, dunque, ma semplice e che permetterà di viaggiare in sicurezza. A iniziare dall’app e, a breve, anche su sito web e self service, sarà possibile controllare in tempo reale la disponibilità di posti sul treno prescelto. Nel caso questo sia sold out, il sistema non permetterà di procedere all’acquisto. Nella nuova app di Trenitalia sono i colori verde, giallo e rosso a mostrare il livello di riempimento e indicare virtualmente il lasciapassare per la prenotazione. Il posto non è assegnato e la prenotazione è gratuita. I clienti dovranno quindi abituarsi gradualmente a queste inedita prassi. Dopo un periodo transitorio per far metabolizzare l’iniziativa, le accortezze post-Covid dovranno entrare nel DNA di tutti i viaggiatori per far sì che siano adottate, in futuro, a beneficio della totalità dei passeggeri regionali, in un settore dove sono proprio le Regioni a definire modalità e orari del servizio.    

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
02 lug 2020

VENEZIA | In arrivo 69 vaporetti ibridi nel segno del rispetto dell’ambiente

di mobilita

La Giunta comunale ha approvato lo schema di convenzione con la Regione Veneto per un importante finanziamento al Comune di Venezia e al Gruppo AVM in tema da ammodernamento e rinnovo delle flotte e delle infrastrutture nell’ambito dei servizi di trasporto pubblico acqueo. Si tratta di un importante stanziamento di 131 milioni di euro a fronte di un investimento di 154 milioni di euro che consentiranno di ammodernare la flotta e di rendere il trasporto pubblico locale sempre più green e attento all'ambiente. Su indicazione del sindaco Luigi Brugnaro, dopo gli autobus elettrici a Lido e Pellestrina e la positiva esperienza presentata al Salone Nautico di Venezia 2019 del motobattello E1, adesso si investe sulla rimotorizzazione ibrida (diesel- elettrica) di 35 vaporetti. Successivamente si procederà con l'acquisto di 62 unità navali, di cui 34 nuovi vaporetti con motore diesel e generatore elettrico, 25 tra foranei, motobattelli e motoscafi, e 3 nuovi ferry boat, e con la realizzazione di 116 pontoni galleggianti (corredati da passerelle), oltre ai sistemi di ormeggio per le navi traghetto. Infine si procederà a modificare sia a livello di allestimenti, sia di motorizzazioni due ferry di piccole dimensioni. Tali contributi derivano da specifici fondi nazionali destinati alle Regioni nel biennio 2018-2019 (DM n. 52/2018 e DM n. 397/2019)  e sono stati attribuiti al Comune di Venezia con una deliberazione di Giunta Regionale dello scorso marzo. Si tratta di risorse suddivise per annualità e serviranno a coprire, in parte, il piano investimenti varato dall’Amministrazione comunale di Venezia e da AVM/Actv volto alla modernizzazione della flotta e all’acquisto di mezzi, con una particolare attenzione alla tematica ambientale e alla sostenibilità. Sono quasi 100 mezzi nuovi, considerando che con l'ibridizzazione del propulsore diminuisce considerevolmente sia la produzione di inquinanti che l'impatto acustico dei mezzi”.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
01 lug 2020

Vueling lancia una promo per i viaggi del 2021 con sconti fino al 21%

di mobilita

Inizia oggi la speciale promo di Vueling: fino al 5 luglio, è attiva infatti una promozione flash che permette ai viaggiatori di organizzare già il prossimo viaggio del 2021. I posti disponibili sono limitati e solo i più veloci riusciranno a risparmiare fino al 21% su tutti i voli attualmente in vendita. Con il codice sconto 21DISCOUNT infatti è già possibile acquistare un voucher per le vacanze dell’anno prossimo valido per tutte le destinazioni servite dalla compagnia con possibilità di visitare quindi alcune delle città europee e nel mondo più affascinanti di sempre come Barcellona, Parigi, Londra ma anche Amsterdam, Ibiza e Santorini. Il codice è valido per chi viaggia dal 1°gennaio fino al 30 settembre 2021, su tutte le tariffe della compagnia: la BASIC, ideale per viaggiare leggeri; OPTIMA per chi preferisce scegliere il posto e portare con sé anche un bagaglio in stiva fino a 23 kg; FAMILY, perfetta per le famiglie che oltre alla necessità di avere un bagaglio a mano e uno da stiva, desiderano scegliere posti vicini a bordo e optare per l’imbarco prioritario, se hanno bambini sotto i 2 anni di età. Per usufruire del codice, basta andare sul sito vueling.com o direttamente sull’app della compagnia e inserirlo al momento della prenotazione.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
01 lug 2020

Italo, da domani aumenta i collegamenti giornalieri che da 48 passeranno a 87

di mobilita

L'offerta di servizi Italo continua ad aumentare nel corso dell'estate. A partire dal 2 luglio, i collegamenti giornalieri diventeranno 87, rispetto ai 48 attuali. Numeri importanti per la società, vicini a quelli della fase pre-covid. Sarà rafforzata la direttrice Torino - Milano - Roma - Napoli per un totale di 23 viaggi al giorno, grazie all'introduzione di 4 nuovi servizi come quello che partirà alle 5.40 da Milano Centrale che consentirà di raggiungere Roma Termini alle 9.19 e Napoli prima delle 11, o quello che dal capoluogo campano partirà alle 17.20 per arrivare a Roma alle 18.30 e poco dopo le 22 a Milano. Novità importanti per i servizi NO STOP Roma - Milano: ci saranno 18 collegamenti diretti ogni giorno rispetto ai 7 di oggi. Un aumento consistente che permette ai viaggiatori Italo di avere maggiore scelta e maggiori frequenze, grazie all'inserimento di orari strategici utili per i numerosi passeggeri che pendolano quotidianamente fra le due città, come il nuovo servizio in partenza da Roma Termini alle 10.05 che arriva a Milano Centrale alle 13.15 oppure quello che da Milano parte alle 17.15 per essere a Roma alle 20.25. Sempre da domani forte incremento dei servizi da e per il Veneto. Ripartirà la linea Milano - Venezia con 7 viaggi quotidiani, per garantire ampia scelta ai viaggiatori, coprendo ogni fascia della giornata: a partire dalle 7.35 da Milano verso Venezia fino alle 18.57 con un treno in partenza da Venezia Santa Lucia verso il capoluogo lombardo. 9 nuovi collegamenti, per un totale di 19, sulla Venezia - Roma - Napoli e reintroduzione dei 2 servizi giornalieri fra Udine e la Capitale; novità anche per Verona che avrà 2 servizi aggiuntivi con Roma, arrivando così a 10 viaggi al giorno.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
01 lug 2020

Ryanair taglierà circa 3.500 posti di lavoro senza accordo su tagli salari

di mobilita

Ryanair ha intenzione di tagliare circa 3.500 posti di lavoro se non raggiungerà un accordo con il personale sulle riduzioni salariali, Lo afferma l'agenzia di stampa britannica Reuters "Abbiamo già annunciato circa 3.500 tagli ma siamo già impegnati in intense trattative con piloti e personale di bordo e stiamo chiedendo loro di accettare le riduzioni salariali come alternativa al taglio dei posti di lavoro. Stiamo pensando di ridurre del 20% lo stipendio dei piloti con retribuzioni più alte, del 5% quello degli assistenti di volo meno pagati e riteniamo di poter evitare la maggior parte dei licenziamenti, anche se non tutti, se riusciremo a negoziare queste riduzioni salariali", ha detto O'Leary alla Bbc Ryanair stima oltre 4,5 milioni di passeggeri a luglio, con una capacità del 40% nel mese cruciale della stagione estiva. Dal 1 luglio con 1.000 voli giornalieri, gran parte delle destinazioni Ryanair si ricongiunge alla rete della compagnia aerea.

Leggi tutto    Commenti 0