Articolo
03 giu 2019

Tutte le novità delle Frecce con il nuovo orario estivo

di mobilita

Più capillarità nelle aree urbane, maggiore personalizzazione dell’offerta e dinamicità per soddisfare la domanda turistica estiva. Insieme alle connessioni per unire il treno alle altre modalità di trasporto che permettono facili spostamenti per viaggiatori e turisti stranieri. Trasversali a tutte le novità dell’orario estivo 2019 di Trenitalia sono la qualità in termini di comfort, puntualità e assistenza e la digitalizzazione per favorire maggiore semplificazione e connettività di tutti i passeggeri, grazie anche all’installazione del wi-fi Fast a bordo dei Frecciarossa 1000 e Frecciargento ETR 700. Frecce, InterCity, EuroCity, Euronight e FRECCIALink: è il network Trenitalia, composto dam 437 treni al giorno, arricchito con ulteriori 190 nuove fermate, che connette nell’estate 2019 più di 240 stazioni delle principali città italiane. Sono 289 Frecce (Frecciarossa, Frecciargento, Frecciabianca), 108 InterCity (giorno e notte) e fino a 36 FRECCIALink, a cui si aggiungono 32 EuroCity e otto Euronight, che uniscono l’Italia all’Europa da domenica 9 giugno, giorno del nuovo orario estivo 2019 di Trenitalia. Frecciarossa, più frequenza e copertura territoriale: 32 nuove fermate negli hub di Milano, Medio-Padana e Napoli; 104 Frecciarossa tra Roma e Milano Una maggiore copertura delle principali aree del Paese in tutte le ore della giornata, favorendo più capillarità di collegamenti su tutto il territorio, grazie alle trentadue fermate Frecciarossa in più: 14 a Milano Rogoredo (totale 52), 8 a Reggio Emilia AV (totale 41) e 10 a Napoli Afragola (totale 33), che portano a 427 le fermate complessive delle Frecce nei nodi ferroviari metropolitani di Milano (246), area Medio padana (61 di cui 41 Reggio Emilia AV più 20 Reggio Emilia) e Napoli (120). Confermate le 104 corse Frecciarossa che uniscono Roma e Milano. Un’offerta dalle 5.00 del mattino alla mezzanotte, orari in cui sono previsti gli ultimi arrivi nelle due più grandi metropoli del Paese. Di questi sono 56 i Frecciarossa che uniscono Colosseo e Madonnina in circa tre ore, senza fermate intermedie o con solo fermata a Bologna Centrale. A questi se ne aggiungono altri due con fermata solo a Reggio Emilia AV. Gli altri 46 Frecciarossa, che completano l’offerta sulla rotta Roma – Milano e diventano 49 nella giornata di picco massimo del venerdì, offrono un servizio su misura per ogni esigenza di spostamento collegando anche le altre città del Sistema AV: Torino, Bologna, Reggio Emilia AV, Firenze, Napoli e Salerno. 46 Frecce per la costa adriatica nei week end estivi: con due Frecciarossa in più Milano – Ancona e due nuovi Frecciargento Bolzano – Ancona L’offerta Trenitalia per l’estate 2019 diventa ancora più dinamica con collegamenti e servizi dedicati a soddisfare la domanda turistica estiva nel Belpaese. Due Frecciarossa in più il sabato e la domenica fino al 15 settembre tra Milano e Ancona. E il sabato e la domenica, sempre fino al 15 settembre, due nuovi Frecciargento che avvicinano la montagna al mare, collegando Bolzano e Ancona. Le quattro Frecce si aggiungono ai sei Frecciarossa, 16 Frecciargento e 20 Frecciabianca e portano così a 46 le Frecce che collegano la costa adriatica al resto d’Italia. Per tutta l’estate, previste inoltre, sei fermate Frecciarossa in più a Riccione, di cui quattro nel fine settimana. Grazie alle Frecce in servizio sulla costa adriatica, tra Milano e Riccione il viaggio si riduce a due ore e nove minuti, tra il Capoluogo lombardo e Ancona a tre ore e due minuti e tra Milano e Bari a sei ore e 45 minuti. La nuova rotta Frecciargento permette di raggiungere Ancona da Bolzano in quattro ore e 40 minuti. Ma non è tutto perché anche i piemontesi possono raggiungere velocemente la costa adriatica: da Torino a Rimini bastano tre ore e 18 minuti e da Torino a Ancona quattro ore e 13 minuti. Due Frecciarossa uniscono Chiusi-Chianciano Terme al sistema AV: più vicine Siena, Val di Chiana, Val d’Orcia, Amiata e Trasimeno Due Frecciarossa, fino al 15 settembre, collegano Chiusi-Chianciano Terme alle principali città italiane servite dall’alta velocità. Le nuove fermate sono la risposta alla crescente domanda di mobilità turistica nel periodo estivo. L’obiettivo è infatti soddisfare la domanda stagionale turistica verso le aree di Chiusi, Siena e le sue Terre, Val di Chiana, Val d’Orcia, Amiata e Trasimeno, conosciute come le antiche terre degli Etruschi. Ciò è possibile anche grazie alle migliori connessioni di primo e ultimo miglio con il territorio fra Chiusi e Siena, consentendo un facile interscambio modale treno autobus. In Laguna con il Frecciarossa: confermate le 48 corse Milano – Venezia Confermati i 48 Frecciarossa tra Milano e Venezia. I turisti possono raggiungere la Laguna da Milano Centrale in Frecciarossa con partenze dalle 6.15 del mattino e ultimo arrivo previsto a Venezia Santa Lucia alle 23.13. Confermati anche i due collegamenti Frecciarossa sulla rotta Genova – Milano – Venezia. La coppia di treni di andata e ritorno collega il Capoluogo ligure alla città lagunare fermando a Milano, Brescia, Verona, Vicenza e Padova. Sei Frecce connettono Fiumicino Aeroporto a Venezia, Padova, Bologna, Firenze, Genova, La Spezia, Pisa e Roma; quattro Frecciarossa arrivano a Trieste Airport Il nuovo orario estivo 2019 di Trenitalia è fortemente incentrato anche sulle connessioni fra le porte di accesso del Paese: stazioni, aeroporti e porti. Confermate le quattro corse giornaliere Frecciarossa che connettono l’aeroporto internazionale Leonardo da Vinci di Fiumicino con Venezia. Due collegamenti Frecciargento uniscono il Ponente ligure (Genova e La Spezia) e la Toscana (Pisa e Firenze) a Fiumicino Aeroporto e viceversa. In 4 ore e 32 minuti si può viaggiare in Frecciargento tra Fiumicino Aeroporto e Genova Piazza Principe. Tra Fiumicino Aeroporto e Pisa Centrale in due ore e 42 minuti e tra Fiumicino Aeroporto e Firenze Campo di Marte in solo un’ora e 54 minuti. Per potenziare la connessione del sistema aeroportuale italiano con quello alta velocità, quattro Frecciarossa della rotta Torino Trieste fermano nella stazione di Trieste Airport, portando a 10 le fermate Frecce giornaliere nello scalo aeroportuale triestino. Frecciarossa nel Cilento, fermate a: Agropoli, Vallo della Lucania, Centola/Palinuro/Marina di Camerota, Pisciotta/Palinuro e Sapri Il Frecciarossa unisce nel fine settimana il Cilento al resto d’Italia fino al 13 ottobre. Infatti venerdì, sabato e domenica il Frecciarossa 9517 in partenza da Milano Centrale alle 7.20 arriva a Sapri alle 14.14. Nello stesso periodo, la corsa Frecciarossa 9590 per il Nord è prevista da Sapri alle 14.52 con arrivo a Milano Centrale alle 21.50. Al mare in Frecciargento: sei corse connettono Roma e il resto d’Italia a Calabria e Sicilia (treno+nave Blu Jet); nuove fermate a Maratea Sono 52 i Frecciargento al giorno che collegano la Capitale con alcune delle principali città del Nord e del Sud Italia. Proprio al Sud dal 9 giugno, nel fine settimana e fino al 15 settembre, sono previste due nuove corse Frecciargento che fanno salire a sei i collegamenti tra Roma e Reggio Calabria, con la fermata aggiuntiva a Maratea per due corse, il sabato e la domenica. Il nuovo Frecciargento previsto nel periodo estivo parte sabato e domenica da Roma Termini alle 6.25 e arriva a Reggio Calabria Centrale alle 12.40. Il Frecciargento verso Nord parte da Reggio Calabria Centrale alle 16.00 e arriva a Roma alle 21.55, garantendo così il proseguimento dei viaggi verso Nord. Le Frecce Reggio Calabria – Roma sono in connessione anche con la Sicilia grazie ai collegamenti Blu Jet, la società di Rete Ferroviaria Italiana (Gruppo FS Italiane) che svolge il servizio di traghettamento con navi veloci tra Villa San Giovanni e Messina. Roma e Messina sono collegate in cinque ore e 12 minuti con la soluzione Freccia più nave. Confermati i 10 collegamenti Frecciargento tra Roma e Bari, di cui due diretti senza fermate intermedie: da Roma verso Bari (venerdì e domenica) e da Bari in direzione Roma (sabato e lunedì). Due nuove fermate Frecciargento a Barletta: sono la risposta alla crescente domanda di servizi di trasporto dall’area Nord della Puglia verso Roma. Il collegamento da Roma verso Bari viene effettuato tutti i giorni, tranne il sabato. Quello da Bari verso Roma tutti i giorni, tranne la domenica. Inoltre, per favorire le partenze estive fino al 15 settembre, previste quattro fermate in più a Monopoli e due a Ostuni. Fermate estive Frecciabianca: Riccione, Cattolica, Senigallia, Vasto, Fasano, Orbetello, Agropoli–Castellabate, Vallo della Lucania e Scalea Trentasei Frecciabianca completano il network delle Frecce. Confermata l’offerta Frecciabianca su tutte le direttrici: 12 treni collegano Roma con Genova sulla rotta Tirrenica Nord dove sono previste fermate in più a Orbetello, 18 i Frecciabianca che collegano Milano e Venezia alla direttrice adriatica con fermate estive a Riccione, Cattolica, Senigallia, Giulianova, Vasto, Monopoli, Fasano e Ostuni. Confermati infine i quattro Frecciabianca che uniscono Roma alla Calabria con fermate aggiuntive per l’estate a Agropoli-Castellabate, Vallo della Lucania e Scalea. Collegamenti InterCity e InterCity Notte: in vacanza con più relax Integrano l’offerta delle Frecce 108 collegamenti al giorno InterCity (88) e InterCity Notte (20), che raggiungono più di 200 città e mete turistiche d’Italia. Rotte internazionali Confermati i 48 collegamenti giornalieri con Francia, Svizzera, Germania e Austria. Previsti collegamenti EuroCity da Milano per Zurigo, Basilea, Ginevra e Lucerna in Svizzera e fino a Francoforte in Germania; da Venezia a Zurigo e Ginevra. Da Milano a Zurigo ci si può spostare in tre ore e 40 minuti e da Milano a Ginevra in tre ore e 58 minuti. Trenitalia offre anche la possibilità di viaggiare di notte e guadagnare così un giorno di vacanza con gli EuroNight che uniscono l’Italia a Vienna, Salisburgo e Monaco. Confermato anche il network Thello sulla rotta Venezia – Milano – Digione – Parigi in treno notte e sulla Milano – Genova – Nizza – Marsiglia con treni diurni, opportunità in più per raggiungere Cannes, Antibes e le località balneari della Costa Azzurra. FRECCIALink per l’estate: Sorrento, Pompei, Salento, Piombino, Cecina, Val Gardena e Val di Fassa, Cortina e Campiglio più vicine Sono 52 le nuove fermate FRECCIALink per raggiungere città d’arte, località di mare o di montagna con il servizio integrato treno+bus di Trenitalia. Il FRECCIALink arriva a Pompei e Sorrento (quattro corse sabato e domenica da/per Napoli Centrale in connessione con i Frecciarossa da/per Roma, Bologna, Milano), Santa Maria di Leuca, Torre San Giovanni/Marina di Ugento, Otranto (due corse sabato e domenica da/per Lecce in connessione con i Frecciargento da/per Roma), Gallipoli (quattro corse sabato e domenica per Lecce in connessione con i Frecciargento da/per Roma), Piombino e Cecina (quattro corse al giorno venerdì, sabato e domenica in connessione con Frecciargento da/per Bologna, Milano e Venezia). Riattivati per le vacanze estive anche i FRECCIALink per le località di montagna tra il 29 giugno e il primo settembre: Cortina d’Ampezzo (due corse, fermate a Tai di Cadore e San Vito di Cadore), Madonna di Campiglio (due corse, con fermata a Pinzolo), Val Gardena (due corse, con fermate a Selva di Val Gardena, Santa Cristina, Ortisei) e Val di Fassa (due corse con fermate a Canazei, Vigo di Fassa, Moena). Un unico biglietto di viaggio, integrato Freccia più bus, permette alle prestigiose località italiane di connettersi al network Frecce di Trenitalia. Da Roma basteranno cinque ore e 49 minuti per arrivare a Ortisei, sei ore e 10 minuti per Madonna di Campiglio e sei ore e 31 minuti a Canazei. Da Milano a Cortina D’Ampezzo cinque ore e nove minuti. Si amplia così il network FRECCIALink, che apre al turismo estivo e offre nuove corse speciali da e per località balneari e di montagna conosciute in tutto il mondo. Confermati i collegamenti con Siena, Perugia, Assisi, Matera, Potenza, Cosenza e Catanzaro.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
07 mar 2019

Venerdì 8 marzo sciopero del personale del Gruppo Ferrovie dello Stato, Frecce regolari

di mobilita

Dalla mezzanotte alle  21.00 di venerdì 8 marzo 2019 è stato indetto uno sciopero nazionale del personale del Gruppo Ferrovie dello Stato Italiane. Per quanto riguarda i treni regionali saranno garantiti i servizi essenziali previsti in caso di sciopero nei giorni feriali dalle ore 6.00 alle ore 9.00 e dalle ore 18.00 alle ore 21.00, consultabili su trenitalia.com. Sarà inoltre garantito il servizio Leonardo Express fra Roma Termini e l’aeroporto di Fiumicino. Le Frecce circoleranno regolarmente.   

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
13 dic 2018

Linea Milano – Bologna, dieci anni di Alta Velocità

di mobilita

La linea Alta Velocità/Alta Capacità Milano – Bologna compie dieci anni. Dal 13 dicembre 2008 l’alta velocità è entrata a pieno titolo nella vita quotidiana di milioni di cittadini e questo nuovo modo di viaggiare ha accompagnato e sviluppato anche una nuova concezione, più moderna e ambiziosa, di comunità. Questa importante opera infrastrutturale ha infatti permesso di ridurre le distanze fra le città e, soprattutto, di avvicinare tra loro le persone, che nelle città vivono e lavorano. Il Gruppo Ferrovie dello Stato Italiane racconta i primi dieci anni di questa importante opera infrastrutturale, realizzata con il contributo di tutti i ferrovieri, con una Campagna istituzionale multimediale, teaser dei dieci anni del Sistema Alta Velocità Torino – Salerno che ricorrerà nel 2019, da oggi in onda sulle principali emittenti TV nazionali e sulla stampa quotidiana e periodica. Un successo del made in Italy, preso ad esempio in tutto il mondo, come testimoniano i 350 milioni di persone che hanno viaggiato a bordo delle Frecce AV di Trenitalia. Flotta AV che ha nel Frecciarossa 1000 il treno di punta. Un treno sicuro, ecologico, e costruito per correre su tutte le reti alta velocità d’Europa, anche in versione doppia con più posti e maggior comfort per le persone in viaggio. La linea AV/AC Milano – Bologna è inserita nel Sistema AV/AC Torino – Milano – Bologna – Firenze – Roma – Napoli – Salerno, la più importante opera infrastrutturale e tecnologica, insieme all’autostrada A1, realizzata in Italia nel Dopoguerra, conclusa il 5 dicembre 2009, che ha cambiato lo stile di vita di milioni di italiani e la storia del Paese. L’Alta Velocità italiana ha offerto una nuova esperienza di viaggio con alta qualità grazie alle possibilità offerte dalla rete, all’alta tecnologia costruttiva dei treni (comfort e ergonomia) e ai molti servizi offerti a bordo e in stazione. Come dimostrano gli indici di soddisfazione dei clienti. Il successo di tutti i servizi pensati e offerti alle persone che viaggiano con l’Alta Velocità è un’esperienza preziosa da cui partire per migliorare i servizi del trasporto regionale, con lo stesso entusiasmo e la stessa passione. Il viaggio è e sempre sarà un bel viaggio.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
09 mag 2018

Aumentano i viaggiatori delle Frecce AV nel primo trimestre 2018

di mobilita

Aumentano i viaggiatori delle Frecce AV (+10%), che da gennaio a marzo 2018 arrivano a sfiorare i 10 milioni (9.760mila), l’intero comparto dei treni a percorrenza nazionale (Frecce e InterCity) raggiunge i 15,2 milioni di passeggeri (+4,1%) mentre registrano un’impennata gli acquisti sulle piattaforme digitali (+17%) e toccano i 7,5 milioni i soci CartaFreccia, con 200mila nuovi iscritti in tre mesi. I dati del primo trimestre 2018, confrontati con quelli dell’analogo periodo di un anno fa, confermano un trend positivo in particolare per i servizi ad Alta Velocità di Trenitalia che hanno allargato la copertura nelle fasce orarie estreme del mattino e della sera e il network delle città servite. I Frecciarossa sulla rotta Genova - Milano - Venezia in poche settimane dall’avvio delle prenotazioni hanno fatto registrare 75mila biglietti venduti, e i Perugia - Milano oltre 16.300 clienti. Apprezzamento si riscontra anche sulla fermata del Frecciarossa a forte propensione intermodale di Trieste Airport, che ha fatto segnare quota 1.700 clienti nei primi dieci giorni di attività, e sul collegamento Frecciarossa di Bolzano, introdotto a dicembre, su cui hanno viaggiato 130mila clienti, con tassi di riempimento fino al 70%. Buoni risultati per il Frecciargento tra Roma e Reggio Calabria che in un trimestre si attesta sulle 100mila prenotazioni, mentre è ormai a pieno regime il sistema integrato treno+autobus Freccialink, con 15mila passeggeri tra gennaio e marzo, un indice di soddisfazione molto elevato (98%), e un successo particolare per i collegamenti su Siena, Perugia e Matera oltre che per le destinazioni sciistiche di Cortina d’Ampezzo, Courmayeur, Madonna di Campiglio, Val Gardena, Val di Fassa. Nei primi tre mesi del 2018 i ticket acquistati sui canali online di Trenitalia hanno toccato i 15 milioni, con un aumento del 17% rispetto allo stesso trimestre 2017. L’App di Trenitalia ha raggiunto gli oltre 3 milioni di download, mentre i canali digitali hanno superato complessivamente i 70 milioni di contatti. Da metà gennaio, inoltre, il Frecciarossa è sempre più social, con una sua pagina ufficiale su Facebook. Numeri record anche per la CartaFRECCIA, la carta fedeltà dedicata ai clienti AV di Trenitalia, che nel trimestre 2018 ha aggiunto 200mila nuovi sociconfermandosi primo programma loyalty nel mondo travel, con un totale di 7,5 milioni di iscritti. Il portale di bordo dei Frecciarossa e Frecciargento è stato visitato da oltre 6 milioni di clienti, 12mila i contenuti fruiti quotidianamente, con film, cartoni animati per i passeggeri più piccoli e musica. L’edicola digitale, introdotta dal dicembre scorso, ha reso disponibili - senza limiti di classe e senza necessità di connessione dati con l’esterno durante il viaggio - riviste e quotidiani per un servizio che nel trimestre ha registrato la lettura di oltre 300mila giornali, tra cui La Freccia, il mensile dedicato ai clienti Trenitalia che nell’ultimo anno si è arricchito di firme e contenuti. I servizi di ristorazione hanno conosciuto l’introduzione della pasta espressa a bordo di alcuni Frecciarossa, un menu scelto dal 40% dei clienti che hanno pranzato o cenato in treno. Le indagini sul gradimento di questa novità evidenziano come il 98,4% dei clienti l’hanno giudicata interessante e accolta positivamente. Mentre i giudizi dei clienti sul viaggio nel suo complesso vedono il 93% di loro soddisfatti, con punte del 95% per il Frecciarossa. Infine, la customer experience è stata ampliata con alcuni servizi essenziali per il “primo e ultimo miglio”, grazie a partnership finalizzate a una mobilità sempre più integrata e multimodale, con mytaxi e City Sightseeing. Dopo l’integrazione nei sistemi di vendita di Trenitalia, sono stati oltre 25mila i voucher mytaxi distribuiti e oltre un migliaio quelli per i tour turistici con City Sightseeing.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
01 dic 2017

REGIONE FVG | Stanziati 3,1 milioni per treni con Milano e Roma

di mobilita

Il tema della mobilità su rotaia è cruciale per il Friuli Venezia Giulia, che si ritrova ad essere un punto nodale per i collegamenti con Austria e Slovenia.  La conferma di un impegno della Regione rivolto alla mobilità sostenibile dei cittadini è orientata anche al rafforzamento delle direttrici più importanti che collegano Trieste e Udine a Milano e Roma con le Frecce di Trenitalia. Proprio oggi, in una riunione di Giunta è stata deliberata la prenotazione fondi per un ammontare di 3.100.000 euro, finalizzati alla copertura integrale della proroga di un anno della convenzione stipulata dall'Amministrazione regionale con Trenitalia, in applicazione alla legge che autorizza la stessa Regione a sostenere gli oneri del miglioramento del servizio passeggeri di lunga percorrenza tra Trieste e Udine con Milano e Roma. A completare l'iter del provvedimento va ricordato l'atto integrativo del 2014 per lo svolgimento di ulteriori servizi di trasporto ferroviario sulla tratta Trieste/Mestre relativi alle relazioni di media e lunga percorrenza Trieste/Milano e Trieste/Roma. "In questi anni - ha sottolineato l'assessore regionale alle Infrastrutture e territorio, Mariagrazia Santoro - sono stati effettuati molti interventi, non solo sui contratti ma anche sulle infrastrutture e in particolare sul miglioramento delle linee". A tal riguardo Santoro ha ricordato l'apertura nei prossimi giorni del collegamento della tratta Sacile/Maniago che il prossimo anno sarà completata fino a Gemona. "L'obiettivo - ha concluso Santoro - è quello di garantire ai cittadini una possibilità di movimento sostenibile che veda il mezzo pubblico realmente e concretamente alternativo all'automobile". 

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
30 nov 2017

BOLZANO | Dal 10 dicembre i nuovi orari per bus e treni con alcune novità

di mobilita

Anche quest'anno, in concomitanza con l'applicazione degli orari invernali del trasporto pubblico, in Alto Adige saranno introdotte una serie di novità sia per i collegamenti con bus che per quelli con il treno. "Si tratta della testimonianza degli sforzi che facciamo per venire incontro alle esigenze degli utenti", afferma l'assessore provinciale alla mobilità Florian Mussner, il quale aggiunge che "l'obiettivo è rendere sempre più appetibile l'offerta collegando alla rete del trasporto pubblico anche le località periferiche e le zone rurali. Vogliamo convincere sempre più persone a utilizzare i mezzi pubblici preferendoli all'auto privata". Treni: novità per Frecce e Italo Le corse del treno Frecciargento con arrivo a Bolzano alle ore 11.14 e in partenza da Bolzano alle ore 13.16, in futuro transiteranno tutti i giorni, invece che come finora solo nei finesettimana. Di  venerdì, sabato e domenica, nei mesi invernali fino al 31 marzo, una "Freccia" fermerà anche a Ora: si tratta del convoglio che parte da Roma alle 6.45, raggiungerà Ora alle 11.01 e arriva a Bolzano alle 11.14. Da Ora la partenza alla volta di Roma sarà alle ore 17.24. A partire dall'agosto 2018 sarà inoltre garantito un collegamento ulteriore Bolzano-Roma con il treno ad altissima velocità Italo con partenza da Bolzano ogni giorno alle ore 6.41. L'arrivo del treno da Roma è invece previsto nel capoluogo altoatesino alle 18. Metrobus, cadenza ogni 15 minuti Un'importante novità per i collegamenti con bus è l'introduzione della cadenza ogni 15 minuti per l'Oltradige Express Caldaro-Appiano-Bolzano, ovvero il Metrobus, durante l'arco dell'intera giornata, da lunedì a venerdì. Di domenica e nei giorni festivi vi sarà una cadenza oraria e la mattina il servizio verrà anticipato. Restando in Oltradige, la linea 132 osserverà una cadenza ogni mezz'ora nei giorni lavorativi anche per il collegamento con S.Antonio/Caldaro, mentre la funicolare della Mendola, dal 10 dicembre, sarà caratterizzata da corse ogni 20 minuti. Bolzano e Merano Dopo l'introduzione a Bolzano della linea 18, dal 10 dicembre circolerà la nuova linea 15 della Sasa con bus elettrici. Si tratta di una linea circolare che avrà cadenza ogni mezz'ora per le zone del centro città non ancora servite. La linea 12 osserverà un nuovo tracciato: via Perathoner - ponte Talvera-via Diaz-via Guncina-Castel Roncolo e viceversa. Nuovo percorso anche per la linea 1 che transiterà da stazione ferroviaria-ponte Talvera-via Cadorna-via Fago-piazza Gries garantendo così il collegamento con il quartiere di Gries. Accanto a modifiche di transito di alcuni bus in Val Sarentino e a Castelrotto, vi è una novità per i bus sostitutivi della funivia del Renon durante le operazioni di manutenzione: dal prossimo anno vi sarà una nuova corsa serale alle 20.32 tra Bolzano e l'altopiano del Renon. Due gli adeguamenti per i bus cittadini a Merano: una corsa aggiuntiva per la linea 2 Sinigo–Merano alle 7.22 e un'estensione della linea 13 Maria Assunta–Trautmannsdorff fino a Merano 2000. Bressanone,  Val d'Isarco e Gardena A Bressanone viene potenziata la linea 321, che viaggerà anche in estate con cadenza ogni mezz'ora tra la città vescovile e la stazione dell'impianto di risalita per la Plose. Per la linea 346 Barbiano–Ponte Gardena–Chiusa vengono introdotte corse anche di domenica e nei giorni festivi, mentre il sabato le corse saranno ridotte. Viaggeranno anche nei mesi invernali e quindi tutto l'anno le linee 355 Ortisei-Bulla/S.Giacomo e il Citybus di Ortisei. Tra la val Gardena e Ponte Gardena la linea 350 in futuro transiterà ogni ora anche di domenica e nei festivi con cadenza oraria, una corsa aggiuntiva sarà garantita alla linea 311 Vipiteno-Prati-Vizze.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
28 nov 2017

TRENTO | Nuovi collegamenti ferroviari con le frecce

di mobilita

Le "FRECCE" che collegano la Regione del Trentino Alto Adige con Roma e Napoli fermeranno anche a Ora durante la stagione invernale. Assicurati quindi i collegamenti veloci per turisti e viaggiatori che salgono da Roma Firenze Bologna e raggiungono le valli di Fiemme e di Fassa. Sono 12 complessivamente i collegamenti tra Trento e Roma ogni giorno. "Si tratta di un passaggio importante: - ha annunciato l'assessore Mauro Gilmozzi -oggi abbiamo avuto notizia, dopo una interlocuzione avvenuta già lo scorso anno - quando con una mozione approvata in consiglio provinciale avevamo chiesto a Trenitalia di garantire una fermata a Ora per le Frecce, in modo che in particolare gli ospiti delle Valli laterali potessero scendere e salire e utilizzare il servizio cadenzato svolto da Sad e Trentino trasporti esercizio verso/da Cavalese Predazzo Moena e Canazei- che dal prossimo 10 dicembre il treno Frecciargento del mattino, che parte da Roma alle 5.45 e arriva a Trento alle 10.25 e a Ora verso le 11, si fermerà in quella località per consentire un facile trasbordo sui servizi di linea su autobus; al contempo anche la corsa Frecciargento che scende da Bolzano verso Roma nel tardo pomeriggio fermerà a Ora". Si tratta di una novità rilevante che è stata garantita per il periodo della stagione invernale dal 10 dicembre fino al 31 marzo 2018 nei giorni di venerdì sabato e domenica. Si valorizza in questo modo la possibilità per gli utenti di rinunciare, per arrivare e tornare dalle località turistiche, all'automobile, facendo interscambio a Ora con il servizio cadenzato su bus che serve la tratta da Ora fino a Penia e ferma in tutte le località e le valli di Fiemme e di Fassa. L'assessore Gilmozzi ha voluto con l'occasione anche ricordare la cospicua oramai offerta di servizi ferroviari veloci che collegano il Trentino con Roma passando per Bologna e Firenze: sono sei le corse che scendono e sette le corse che salgono da Roma ogni giorno. "Fa molto piacere" - ha concluso l'Assessore- che Trenitalia abbia tenuto conto dell'esigenza oggettiva di ampliamento dell'offerta della mobilitò turistica per le Valli di Fiemme e Fassa e non solo: da un lato le valli turistiche possono offrire agli ospiti una nuova modalità di accesso più sostenibile ed in linea con le azioni che la Provincia sta mettendo in campo su questo fronte, a partire dal potenziamento estivo della mobilità; dall'altro, disporre di 12 corse Frecciargento ogni giorno rappresenta un rilevante elemento di attrattività del territorio provinciale nella sua interezza".

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
02 ago 2017

Trenitalia: prosegue fino al 30 settembre l’offerta di Aerolíneas Argentinas

di mobilita

Migliorare l’esperienza di viaggio e favorire l’integrazione treno/aereo promuovendo soluzioni di trasporto intermodale. Questo l’obiettivo dell’accordo siglato da Trenitalia e Aerolíneas Argentinas. Per chi acquista un volo sulla compagnia di bandiera argentina di sola andata o di andata e ritorno Roma-Buenos Aires, Aerolíneas Argentinas regala il biglietto ferroviario per Frecce/Intercity e Leonardo Express da e per Fiumicino Aeroporto. La speciale agevolazione è riservata ai clienti in partenza dalle regioni Toscana, Umbria, Abruzzo, Campania e Puglia che acquisteranno il biglietto aereo presso le agenzie di viaggio partner Trenitalia entro il 30 settembre 2017. Per partenze da Roma sarà comunque prevista la gratuità, sia in andata sia nel ritorno, per il Leonardo Express che, con 110 corse giornaliere, collega la Capitale allo scalo aeroportuale in soli 32 minuti. L’offerta è valida per viaggi in treno fino al 15 dicembre 2017. Ti potrebbero interessare: Viaggio gratis da e per l’aeroporto di Fiumicino per chi vola con Aerolínas Argentinas Alitalia rafforza accordo commerciale con Aerolineas Argentinas

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
27 mag 2017

Trenitalia, nasce “PASS X TE”: viaggi no limit in tutta Italia

di Roberto Lentini

Un unico biglietto per viaggiare illimitatamente in tutto il week end. Questo è “PassXte”, ultima novità arrivata in casa Trenitalia che a partire da 99 euro permette di spostarsi ovunque in un weekend quando e come si vuole, utilizzando qualsiasi treno degli oltre 7mila giornalieri in circolazione tra Frecce, Intercity e Regionali (incluse le corse di Trenord), il tutto in massima libertà. “PassXte” sarà in vendita dal primo luglio e utilizzabile dal successivo fine settimana (8/9 luglio). Potrà essere acquistato su trenitalia.com, nelle biglietterie, nelle agenzie di viaggio abilitate, nelle self service o chiamando il call center. Per scegliere in tutta comodità il fine settimana in cui si desidera viaggiare si avranno 120 giorni. L’attivazione avviene con l’emissione del primo viaggio, almeno due giorni prima dalla data di interesse. L’itinerario di viaggio potrà essere programmato e modificato con la massima flessibilità prenotando su un qualsiasi treno del network Trenitalia. Il prezzo di “PassXte” varia a seconda dell’età del titolare: 99 euro in 2a classe/livello Standard e 139 euro in 1a classe/livello Business per i passeggeri di età inferiore ai 26 anni; 129 euro in 2a classe/Standard e 169 euro in 1a classe/Business per i clienti dai 26 anni e oltre. Quattro i viaggi compresi nel prezzo del pass (venti, come promozione, per i pass venduti a luglio), cinque euro il costo massimo di ulteriori viaggi, senza limiti. Per ogni viaggio è necessario il rilascio del relativo tagliando.  

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
07 gen 2016

Mazzata sui trasporti: ecco tutti i rincari del 2016

di Andrea Baio

Il nuovo anno sotto l'insegna del pendolarismo inizia decisamente male. Col 2016 infatti, arriverà l'ennesima stangata sui trasporti, che rischia di creare non pochi problemi a chi viaggia spesso per motivi di studio o lavoro. I rincari riguardano soprattutto pedaggi autostradali e treni, con una levitazione dei costi da 1,4 a 2,4 miliardi di euro in più, per un totale di circa 104 euro a famiglia. Le associazioni dei consumatori protestano, e il Ministero dei Trasporti avanza richiesta di protrarre gli sconti per i pendolari almeno per tutto il 2016. Le "Frecce" Trenitalia subiranno rincari che variano dal 2,3% per un diretto Napoli-Roma, sino ad un 3,5% per singolo biglietto Roma-Milano. Nessun cambiamento per quanto riguarda gli abbonamenti Alta Velocità invece. Come se non bastasse, a gravare sulla situazione arrivano gli aumenti delle tasse aeroportuali per le compagnie aeree, facendo levitare i costi a 9 -10 euro a passeggero a causa dei diritti di imbarco a vantaggio dei comuni. Ci chiediamo se a fronte di questa mazzata, ci si premurerà quanto meno di offrire un servizio accettabile ai passeggeri.  

Leggi tutto    Commenti 0