Articolo
26 lug 2019

AEROPORTO MILANO BERGAMO | Da domani partono i voli Alitalia per Roma Fiumicino

di mobilita

Da sabato 27 luglio Alitalia opera il collegamento tra Bergamo e Roma Fiumicino, con quattro voli giornalieri in andata e altrettanti al ritorno, consentendo sia di raggiungere la capitale e rientrare anche in giornata, sia di proseguire con comode coincidenze con voli di lungo raggio. Il volo Alitalia tra Bergamo e Fiumicino resterà anche nell’orario invernale, che scatta a fine ottobre, con tre frequenze giornaliere a/r. Grazie al posizionamento di un aeromobile Embraer 190 sullo scalo bergamasco e alla programmazione di quattro frequenze giornaliere andata e ritorno, che coprono la fascia diurna e serale, i voli Alitalia offrono l’opportunità di soddisfare le esigenze della clientela diretta nella capitale, coniugando la flessibilità degli orari con comode coincidenze sulle rotte che partono da Fiumicino e coprono un raggio operativo che va dal continente americano al Sudafrica e all’estremo Oriente. I passeggeri dei voli Alitalia in partenza dall’Aeroporto di Milano Bergamo potranno fruire del fast-track e utilizzeranno il gate A10 con accesso diretto all’aeromobile attraverso il finger.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
24 apr 2019

Vueling inaugura la stagione estiva con la rotta Bergamo-Barcellona

di mobilita

Inizialmente proposta solo come rotta speciale per le vacanze pasquali, la rotta Vueling sarà di nuovo operativa dal 24 luglio al 27 ottobre 2019. Da oggi trascorrere un week end primaverile oppure le vacanze estive nel capoluogo catalano diventa ancora più facile e comodo grazie al collegamento della compagnia che ritorna a Bergamo per festeggiare nel migliore dei modi l’inizio della bella stagione. “Con il rilancio di questa rotta dall’aeroporto Milano Bergamo, si arricchisce ulteriormente la già ampia offerta estiva per il mercato italiano”, ha commentato Susanna Sciacovelli, Direttore Generale per l’Italia di Vueling. “L’esperienza positiva di questa tratta speciale operata nel periodo pasquale ci ha confermato quanto la nostra offerta possa essere interessante anche per tutta la stagione estiva per i viaggiatori che desiderano scoprire le bellezze di una città straordinaria come Barcellona”. L’obiettivo di Vueling è infatti quello di contribuire in modo concreto alla crescita del turismo italiano e porsi nei confronti dei passeggeri dall’Italia come principale compagnia low cost. “Siamo lieti di accogliere Vueling nel novero delle compagnie aeree che operano regolarmente sull’Aeroporto di Milano Bergamo durante la stagione estiva 2019”, dichiara Giacomo Cattaneo, direttore aviation di SACBO. “Le operazioni stagionali svolte da Vueling hanno incontrato l’apprezzamento dei passeggeri che, siamo certi, vorranno approfittare delle opportunità offerte di volare non solo a Barcellona ma anche sulle rotte domestiche spagnole oltre che su quelle internazionali che la compagnia aerea gestisce con una serie di comode coincidenze verso destinazioni ancora non collegate direttamente con Milano Bergamo”. La rotta sarà attiva nei seguenti mesi: Luglio con 4 frequenze settimanali (lunedì, mercoledì, venerdì e domenica); Agosto con 4 frequenze settimanali (lunedì, mercoledì, venerdì e domenica); Settembre con 3 frequenze settimanali (lunedì, venerdì e domenica); Ottobre con 3 frequenze settimanali (lunedì, venerdì e domenica). Per ulteriori informazioni consultare il sito www.vueling.com. I biglietti per queste destinazioni e molte altre sono disponibili su tutti i canali di vendita della compagnia aerea (www.vueling.com, smartphone, app Vueling e agenzie di viaggio).

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
11 mar 2019

Italo arriva a Bergamo

di mobilita

I treni di Italo arrivano a Bergamo. Già ieri il primo servizio verso Bergamo partito da Napoli passato per Roma, Firenze, Bologna, Verona e Brescia. Questa mattina invece il primo Italo EVO è partito dal capoluogo lombardo. Sono 2 quindi i servizi giornalieri: uno che parte da Bergamo alle 5:30 per arrivare a Roma Termini alle 10:25 e a Napoli Centrale alle 11:45, ed uno che parte da Napoli alle 17:48, passando da Roma Termini alle 19:15, con arrivo a Bergamo alle 23:54. In questo modo i tanti viaggiatori bergamaschi avranno modo di essere collegati al network dell’alta velocità, potendo andare e tornare in giornata a Roma per una riunione o concedersi una piacevole gita turistica in una delle città collegate da Italo. Sarà più agevole lo spostamento anche per tutti coloro che vorranno visitare Bergamo, immergendosi nel fascino di Piazza Vecchia con il Palazzo della Ragione, la fontana Contarini e la Torre Civica, senza dimenticare il Duomo di Sant’Alessandro e la Basilica di Santa Maria Maggiore. Italo, grazie al progressivo aumento della sua flotta che arriverà a contare 47 treni entro inizio 2020, può così avvicinare sempre più il territorio al mercato dell’Alta Velocità, garantendo ora anche ai cittadini bergamaschi viaggi comodi e ricchi di servizi!

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
14 feb 2019

Vueling lancia 28 voli speciali di collegamento tra Bergamo e Barcellona

di mobilita

Vueling mette a disposizione dei passeggeri in partenza da Bergamo i biglietti dei 28 voli speciali attivati in occasione delle vacanze di Pasqua e delle festività del 25 aprile e 1°maggio, operati dall’aeroporto Orio al Serio verso Barcellona El Prat. Grazie a questi voli, Vueling metterà a disposizione più di 5.000 posti disponibili per raggiungere la capitale catalana da Bergamo nel periodo compreso tra il 12 aprile ed il 5 maggio   I voli speciali in partenza da Bergamo Orio al Serio vanno ad aggiungersi alla regolare operatività di Vueling da Milano Malpensa che per la prossima estate opererà con fino a 6 collegamenti diretti giornalieri e un’offerta di più di 440.000 posti disponibili (il 23% in più rispetto alla scorsa estate). Le destinazioni raggiungibili con Vueling sono Alicante, con 2 frequenze settimanali, Amsterdam, con 7 frequenze settimanali, Barcellona, con fino a 39 frequenze settimanali, Bilbao, con fino a 3 frequenze settimanali, Ibiza, con fino a 12 frequenze settimanali, Parigi Orly, con 20 frequenze settimanali. Grazie ai collegamenti con l’hub di Barcellona, i passeggeri in partenza da Bergamo e da Milano potranno sfruttare l’esclusivo servizio Vueling-to-Vueling dei voli in connessione, che permette di fare un unico check-in all’aeroporto di partenza e di ritirare direttamente i bagagli all’arrivo. Grazie a questo servizio, i passeggeri in partenza dall’Italia potranno comodamente raggiungere più di 120 destinazioni servite dalla compagnia in tutta Europa, Africa e Medio Oriente.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
26 gen 2019

Italo arriva a Bergamo già da marzo

di mobilita

In un’intervista al supplemento economico di un quotidiano nazionale. Gianbattista La Rocca, neoamministratore delegato della società NTV, ha affermato che a metà marzo partiranno da Bergamo i collegamenti diretti di Italo con la capitale con fermate intermedie a Bologna e Firenze. Successivamente si prevede di ampliare la rete fino a Pordenone, Treviso e Udine. "Entro un paio di settimane contiamo di mettere in vendita i biglietti on line: per metà marzo il collegamento diretto con Roma sarà sui binari", spiegano da Italo Ntv. C'è da chiarire se le nuove tratte, esclusivamente via ferro, seguiranno la via Milano o via Brescia. La prima è una tratta interamente ad alta velocità e con 2 h  e 50 m si arriva a Termini ma è già satura, la seconda, direzione Brescia-Verona e successivamente Bologna è attualmente utilizzata dai Frecciargento e la tratta fino a Termini si copre in circa 4 h e 40 m. Nulla si conosce ancora in ordine alle nuove tracce orarie dei servizi Italo.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
15 ott 2018

AEROPORTO REGGIO CALABRIA | Nuovi collegamenti aerei per Bergamo, Bologna e Torino

di mobilita

L'aeroporto di Reggio Calabria si dota di nuovi collegamenti aerei, limitati però al periodo natalizio, operati dalla compagnia aerea low cost Blu Express. Ecco nel dettaglio gli operativi di volo: dal 19 Dicembre 2018 al 09 Gennaio 2019 verso Milano Orio al Serio: REG → BGY -1-3-5-6 dal 20 Dicembre 2018 al 06 Gennaio 2019 verso Bologna: REG → BLQ -4-7- dal 21 Dicembre 2018 al 07 Gennaio 2019 verso Torino: REG → TRN -1-5-

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
25 gen 2018

BERGAMO | Dal 5 febbraio parte la linea C

di mobilita

Da lunedì 5 febbraio 2018 arriva a Bergamo la Linea C, la nuova linea di autobus elettrici ATB che attraversa il centro città, lungo un percorso in parte preferenziale, in collegamento con i quartieri e in connessione con gli altri sistemi di mobilità. IL SERVIZIO DELLA LINEA C La Linea C si sviluppa su 2 percorsi che abbracciano l’area centrale della città: quello denominato C1 in transito da Piazza della Libertà e il C2 in transito da Porta Nuova. I capolinea del servizio sono 3: Ospedale Papa Giovanni XXIII (H), Don Orione (A), quartiere Clementina (B). Le direzioni si snodano lungo i due percorsi nominati in funzione dei rispettivi capolinea di destinazione: C1H e C2H in direzione Ospedale, C1A e C2A in direzione Don Orione, e C1B e C2B in direzione Clementina. Dalle 20.30 a fine servizio, le ore 24.00, la Linea C segue un percorso circolare che parte e termina in Porta Nuova. Le fermate sono 12: Frizzoni, San Giovanni, Verdi, P.zza Libertà, Garibaldi, Statuto, XXIV Maggio, Salvo D’Acquisto, Carducci, Leopardi, S. Bernardino, Zambonate. Il servizio è attivo da lunedì a venerdì, dalle 6.00 alle 19.00, con una corsa ogni 15 minuti e dalle 19.00 alle 20.30 con una corsa ogni 20 minuti. In settimana, dopo le 20.30, le corse transitano ogni 40 minuti. Il sabato, dalle 6.00 alle 14.00, le corse transitano ogni 15 minuti e dalle 14.00 alle 20.30 ogni 20 minuti. Il servizio festivo della Linea C è attivo solo per 2 percorsi: da Ospedale a Don Orione, passando da P.zza Libertà C1A (P.zza Libertà - Don Orione); da Ospedale a Clementina, passando da Porta Nuova C2B (Porta Nuova - Clementina). La frequenza festiva del servizio è ogni 30 minuti dalle 7.00 alle 19.30 e ogni 40 minuti dalle 20.10 alle 23.40. Con l’attivazione della Linea C, dal 5 febbraio 2018 non è più attivo il servizio della linea 2. Nei giorni precedenti l’avvio del servizio, personale ATB sarà disponibile a bordo degli autobus della Linea 2 per dare informazioni ai cittadini in merito al nuovo servizio di trasporto. A BERGAMO LA PRIMA LINEA DI TRASPORTO PUBBLICO ELETTRICA IN ITALIA. Sulla Linea C, lunga 29,5 km di cui 1240 mt di nuove corsie preferenziali – via G. Camozzi e via T. Frizzoni, via Tiraboschi, via Verdi, via Garibaldi –, si viaggia a bordo di 12 nuovi autobus elettrici di ultima generazione: Bergamo è la prima città in Italia con una linea di trasporto pubblico totalmente elettrica. I nuovi mezzi – aggiudicati a marzo 2017 a Solaris Bus & Coach S.A. insieme agli stalli di ricarica –  sono lunghi 12 metri, possono ospitare fino a 77 persone, di cui 23 sedute, sono dotati di 3 porte, pianale ribassato ed alimentazione elettrica. I bus hanno un’autonomia di carica giornaliera pari a circa 180 km garantita da un set di batterie da 240 kWh e da un sistema di ricarica con tecnologia plug-in per cicli completi – circa sette ore – durante le soste in deposito. Autonomia di carica che, insieme alle performance in accelerazione, vibrazioni e livelli di emissioni sonore, hanno permesso a questo autobus di vincere il titolo europeo di “Bus of the Year” 2017 attribuito dall’ACE (Association of Commercial Vehicle Editors). Gli interni, sobri ed eleganti – progettati come la livrea dallo studio Attoma, leader europeo nel service design e user experience nel settore del trasporto pubblico – esprimono il connubio tra tecnologia e design, che uniti alla comodità dell’allestimento, garantiscono al passeggero una sensazione di accoglienza e comfort nell’esperienza di viaggio. I nuovi mezzi elettrici sono dotati, come tutti i bus ATB, di emettitrice automatica dei biglietti di viaggio. Design e colori dei nuovi autobus elettrici riprendono all’esterno il brand della Linea C, evidenziando le caratteristiche peculiari del nuovo percorso: circolare, tangenziale al centro, in collegamento con i quartieri e in connessione con gli altri mezzi pubblici. Il claim “A tutta elettricità” rappresenta la sintesi delle caratteristiche tecnologiche del nuovo mezzo: ecologico, non inquinante, ad emissioni zero. Attive, nel deposito ATB, anche le 6 stazioni di ricarica delle batterie elettriche che utilizzano il sistema plug-in: gli autobus si ricaricano collegando la presa di corrente a bordo al distributore di energia. Un sistema di ricarica efficiente, veloce. I nuovi mezzi elettrici integrano la flotta di ATB Servizi attualmente composta da 152 autobus: 52 a metano, 88 a gasolio, 12 elettrici. L’età media del parco mezzi è di poco superiore a 9 anni. BERGAMO PRIMA CITTÀ IN ITALIA CON PENSILINE DIGITALI Lungo il percorso della Linea C sono collocate 16 nuove pensiline smart, attrezzate con dispositivi intelligenti e servizi di connettività di ultima generazione: dal design raffinato, moderno e integrato con il contesto urbano, sono dotate di connessione wifi e mappe interattive con le informazioni su orari, rete e principali punti di interesse della città, per restituire al viaggiatore una nuova esperienza di utilizzo del trasporto pubblico locale. Le nuove pensiline, realizzate da IGPDecaux, società leader nella comunicazione esterna, sono dotate di un totem “live-touch”con applicazioni personalizzate e dedicate alle principali informazioni a disposizione del cittadino e turista in attesa alla fermata. Dallo schermo con un semplice tocco è possibile accedere a sei applicazioni: “Calcola percorso”, che consente di visualizzare i punti di interesse più vicini alla fermata ATB e il percorso più veloce per raggiungerli; “La città” (in attivazione successivamente all’avvio della Linea C), un canale diretto con le informazioni, i servizi e le news realizzato in collaborazione con il Comune di Bergamo; “L’Eco di Bergamo”, la pagina Instagram della testata giornalistica locale L’Eco di Bergamo; “I servizi ATB”, con le principali informazioni sul trasporto pubblico e la mobilità (emettitrici a bordo, App ATB Mobile, Museo, ATB Point); Ultimo minuto ATB, dedicata a tutti gli aggiornamenti sulle modifiche al servizio e deviazioni di percorso; “VisitBergamo”, collegata alla pagina Instagram del portale di promozione turistica del territorio. Tutte le pensiline offrono una connessione wifi gratuita, grazie alla connessione con Bergamo Wi-Fi; sono inoltre dotate di un ingresso USB per la ricarica di smartphone e dispositivi mobili, di un monitor con la programmazione degli autobus in transito e di un tasto che riproduce un messaggio vocale con l’orario delle prime tre corse in arrivo. 1 ANNO E MEZZO DA RECORD E INVESTIMENTI PER LA MOBILITÀ E IL TRASPORTO PUBBLICO La nuova linea di trasporto pubblico elettrica è stata realizzata in tempi record: 1 anno di progettazione e appalti per l’affidamento dei lavori e delle forniture e 6 mesi di cantieri (fornitura e allestimento degli autobus, installazione delle colonnine di ricarica plug-in e delle pensiline smart, interventi viabilistici e di segnaletica), con l’impegno di 50 addetti ai lavori. Gli investimenti per la realizzazione del nuovo servizio della Linea C sono pari a circa 7 milioni di euro, comprensivi dell’acquisto della flotta (circa 6, 5 milioni di euro) e della realizzazione dei punti di ricarica, l’installazione delle pensiline smart e la revisione della segnaletica (500 mila euro). L’investimento complessivo è stato sostenuto da ATB con circa 5,5 milioni di euro; Regione Lombardia ha contribuito con 1,3 milioni di euro per l’acquisto degli autobus e con 300 mila euro per la realizzazione dei punti di ricarica nell’ambito del “Programma sperimentale nazionale di mobilità sostenibile casa-scuola e casa-lavoro” promosso dal Comune di Bergamo. L’INAUGURAZIONE DELLA LINEA C La nuova Linea C sarà inaugurata sabato 3 febbraio 2018 alle ore 11.00 a Palazzo Frizzoni, alla presenza delle Autorità del territorio e del Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Graziano Delrio.  Nella stessa giornata, dalle ore 14.00 alle ore 17.00, “Open bus - Linea C”: un pomeriggio dedicato a tutti coloro che vorranno scoprire e provare, gratuitamente, la nuova Linea C, lungo un percorso dimostrativo. I nuovi mezzi elettrici, partiranno ogni 15 minuti circa da Piazza G. Matteotti. Ti potrebbero interessare: BERGAMO | ATB presenta il primo autobus elettrico della linea C BERGAMO | Installate 16 nuove pensiline smart della linea C

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
29 dic 2017

BERGAMO | ATB presenta il primo autobus elettrico della linea C

di mobilita

Presentato in ATB il primo dei dodici autobus elettrici della Linea C, insieme al sistema di ricarica plug in dei mezzi. Gli autobus sono lunghi 12 metri, pesano 13,5 tonnellate e possono ospitare fino a 77 persone, di cui 23 sedute. Dotati di 3 porte e pianale ribassato, i nuovi mezzi sono alimentati elettricamente: hanno infatti un’autonomia di carica giornaliera pari a circa 180 km garantita da un set di batterie da 240 kWh e da un sistema di ricarica con tecnologia plug in per cicli completi – circa sette ore - durante le soste in deposito. Caratteristiche che unite alle performance in accelerazione, sulla distanza di fermata, vibrazioni e livelli di emissioni sonore, hanno permesso a questo autobus di vincere il titolo europeo di Bus of the Year 2017 attribuito dall’ACE (Association of Commercial Vehicle Editors). Gli interni, sobri ed eleganti – progettati come la livrea dallo studio Attoma, leader europeo nel campo del service design e della user experience nel settore dei trasporti pubblici – esprimono il connubio tra tecnologia e design, che uniti alle comodità dell’allestimento garantiscono al passeggero una sensazione di accoglienza e comfort nell’esperienza di viaggio. I nuovi mezzi elettrici sono dotati, come tutti i bus ATB, di emettitrice automatica dei biglietti di viaggio. Design e colori dei nuovi autobus elettrici riprendono all’esterno il brand della Linea C, evidenziando le caratteristiche peculiari del nuovo percorso: circolare, tangenziale al centro, in collegamento con i quartieri e in connessione con gli altri sistemi di mobilità. Il claim “A tutta elettricità” rappresenta la sintesi delle caratteristiche tecnologiche del nuovo mezzo; ecologico, non inquinante, ad emissioni zero. I 12 autobus elettrici di ultima generazione – aggiudicati a marzo 2017 alla Solaris Bus & Coach S.A. insieme agli stalli di ricarica – arrivano direttamente dalla fabbrica polacca di Bolechowo-Osiedle, cittadina poco distante da Poznań, a bordo di grandi bisarche; tutti i nuovi mezzi verranno consegnati progressivamente in ATB entro la fine di gennaio 2018. Attive anche le 6 stazioni di ricarica delle batterie elettriche che utilizzano il sistema plug in: gli autobus si ricaricano collegando la presa di corrente a bordo al distributore di energia. Un sistema di ricarica tra i più diffusi, efficiente, veloce, che garantisce l’ottimizzazione degli interventi infrastrutturali e impiantistici e un costante monitoraggio della performance delle batterie. I nuovi mezzi elettrici integrano la flotta di ATB Servizi attualmente composta da 152 autobus - di cui 52 a metano, 88 a gasolio e 12 elettrici per la nuova Linea C – con un’età media di poco più di 9 anni. L’investimento per l’acquisto dei 12 autobus elettrici e degli impianti di ricarica è pari ad oltre 6,5 milioni di euro, una spesa sostenuta in gran parte da ATB. La Linea C: 12 autobus elettrici di ultima generazione, che da inizio anno 2018, viaggeranno lungo un percorso in parte preferenziale, tangenziale al centro, in collegamento con i quartieri e in connessione con gli altri sistemi di mobilità: gli autobus, il tram, i parcheggi interscambio, il bike sharing La BiGi.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
29 nov 2017

BERGAMO | Studio per il prolungamento del Tram

di mobilita

Si è svolta nel pomeriggio di ieri, presso la sala Consiliare del Municipio di Albino, la presentazione dello “Studio sulle esternalità territoriali generate dall’ipotesi di prolungamento della linea tramviaria T1 da Albino a Vertova”, realizzato per TEB dal gruppo “Trampiù”. Il documento di analisi dei risultati sui benefici urbanistici, socio - economici e infrastrutturali dell’estensione tramviaria è stato presentato ufficialmente agli Enti e alle Istituzioni coinvolte nel progetto da Marco Lameri, coordinatore del gruppo Trampiù e dai rappresentanti di TEB, il Presidente Filippo Simonetti e l’Amministratore Delegato Gianni Scarfone. L’Assessore ai Lavori Pubblici e Commercio del Comune di Albino, Cristiano Coltura, ha portato il saluto dell’Amministrazione comunale. Lo studio è stato sostenuto economicamente grazie al contributo della Comunità Montana della Valle Seriana (35 mila euro), della Provincia di Bergamo (5 mila euro), del Comune di Vertova (5 mila euro) e la partecipazione di PromoSerio e Rotary Club Città di Clusone. Il gruppo Trampiù ha effettuato analisi fondate principalmente sui dati della Linea T1 da Bergamo ad Albino, con l’obiettivo di studiare i processi chiave che determinano la rigenerazione di un territorio, come già avvenuto per il tratto esistente. Lo studio è stato realizzato secondo un modello che combina quattro ambiti di valutazione: l’analisi dei vantaggi economici finanziari, la prospettiva dei benefici generati dagli stakeholder del territorio (amministratori, operatori economici, associazioni, imprenditori e investitori, cittadini e turisti, studenti e pendolari), la soddisfazione dei cittadini, futuri utilizzatori del servizio e, infine, il consolidamento e la crescita della rete territoriale. In particolare dallo studio emerge che il prolungamento della linea T1 fino a Vertova contribuisce allo sviluppo del territorio grazie alla facilità di accesso agli altri servizi di trasporto (l’intermodalità con il trasporto pubblico urbano, extraurbano, ferroviario e aeroportuale di collegamento a Bergamo); alla riduzione dei tempi di spostamento della mobilità su rotaia (stimata tra il 30% e il 50%), puntualità e affidabilità sono valori qualitativi intrinsechi al servizio su ferro; al riconoscimento della Valle come una “Città Lineare” da Bergamo fino a Vertova, un sistema urbano unitario, connesso e integrato. Tutti fattori che contribuiscono al miglioramento della qualità del territorio attraversato dal tram, determinando un impatto di rigenerazione urbana che può modificare in maniera permanente la qualità del territorio, dell’ambiente urbano e la vita delle persone che ci vivono. Favorito anche lo sviluppo del mercato immobiliare (si stima un aumento del valore degli immobili fra il 10% ed il 25%); dell’attrattività turistica (l’incremento delle strutture ricettive, già largamente diffuse lungo la linea esistente, può aumentare tra il 20% e il 40%); e il mantenimento delle attività produttive esistenti, agevolando inoltre l’insediamento di quelle terziarie (+ 40% di esercizi commerciali a distanza pedonale dalle fermate), di servizio e dell’industria 4.0, soprattutto nelle aree dismesse presenti lungo il tracciato. L’estensione del tram è anche una straordinaria occasione per potenziare l’accesso ai servizi già largamente diffusi sul territorio (piste ciclopedonali, impianti sportivi, biblioteche, strutture sanitarie, parcheggi d’interscambio, scuole, edifici religiosi), spesso già comuni tra gli Enti ma in futuro ancora più condivisibili e accessibili grazie all’infrastruttura tramviaria. L’aumento delle convenzioni tra le Amministrazioni, la pianificazione condivisa – la Valle come unica forma urbana – e lo sviluppo di nuove modalità comuni di governance del territorio, sono al centro del processo di rigenerazione e valorizzazione del territorio. Il progetto di estensione della tratta, oltre che motore di sviluppo locale, può anche contribuire alla realizzazione di moderne iniziative di mobilità, di valorizzazione del patrimonio culturale e d’innovazione, finanziate dai fondi comunitari: una “Smart Land” dove TEB e le Amministrazioni possono diventare soggetti aggregatori e promotori di uno sviluppo eco-sostenibile del territorio. L’indagine evidenzia inoltre come la riconfigurazione degli spazi pubblici (parchi, giardini, piste ciclabili) attorno alle fermate (micro-hub intermodali), consenta di ridefinire la tramvia come una risorsa, un polo multifunzionale vissuto, qualificando questi spazi come luoghi sicuri e appetibili. Infine, tra le ipotesi di valorizzazione economica, lo studio valuta l’ipotesi che la linea tramviaria diventi anche un’opportunità per promuovere nuovi modi di produrre e fornire energia: le stazioni del tram possono potenzialmente trasformarsi in micro impianti energetici, grazie alla diffusa presenza di biomasse. L’energia così prodotta, oltre ad essere utilizzata per la rete elettrica dell’infrastruttura, sarebbe distribuita al territorio, integrata con gli impianti fotovoltaici pubblici e privati lungo la linea e utilizzata per punti di ricarica di stazioni di bike sharing e car sharing alle fermate del tram. Scarica la sintesi dello “Studio sulle esternalità territoriali generate dall’ipotesi di prolungamento della linea tramviaria T1 da Albino a Vertova”, redatto dal gruppo Trampiù.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
27 nov 2017

BERGAMO | Il bike sharing a flusso libero di Mobike sbarca in città

di mobilita

Il servizio di bike sharing a flusso libero MoBike sbarca a Bergamo: un servizio arrivato in Italia dalla Cina lo scorso mese di settembre, partendo nelle città metropolitane di Milano e Firenze e nel Comune di Cremona, riscuotendo grande successo. L'avvio della sperimentazione di questo nuovo servizio, è stato annunciato questa mattina nel corso di una conferenza stampa a Palazzo Frizzoni, alla quale sono intervenuti il Sindaco di Bergamo Giorgio Gori, l’Assessore alla mobilità del Comune di Bergamo Stefano Zenoni, Alessandro Felici, Amministratore Delegato di Evlonet che distribuisce e gestisce MoBike in Italia, e Davide Lazzari, responsabile Relazioni Esterne di Mobike. “La nostra città è la quarta in Italia nella quale si sperimenta questo tipo di servizio – spiega il Sindaco Giorgio Gori – e siamo convinti che possa essere una piccola rivoluzione culturale per i bergamaschi. Siamo felici che la nostra città sia tra le prime in Italia per questo servizio: è il riconoscimento del fatto che siamo città attenta all’innovazione anche nell’ambito della mobilità. Nel mondo sono ora 7 milioni le biciclette di MoBike e Bergamo è la seconda città, delle 200 in cui Mobike è presente, sotto i 500mila abitanti ad usufruire di questo servizio.”  A partire da domani entro giovedì arriveranno a Bergamo ben 500 biciclette: nella giornata di martedì ne saranno posizionate ben 180. MoBike ha presentato gli abbonamenti e la tariffa promozionale di euro 0.30 ogni mezz’ora di utilizzo al servizio e si impegna nella distribuzione di volantini per pubblicizzare l'iniziativa e spiegare come funziona il servizio, semplice e intuitivo grazie a una applicazione gratuita universale scaricabile su qualunque smartphone. Sulla app si possono reperire su una mappa tutte le biciclette disponibili, si possono prenotare e una volta raggiunte basta inquadrare il codice QR che si trova sulla bicicletta. Per registrarsi è necessaria la carta di credito, che servirà a pagare il servizio, sia che si scelgano pass mensili o annuali sia che si utilizzi la tariffa promozionale di 30 cent (la tariffa a regime sarà di 50 cent) ogni mezz’ora. “Dopo anni di funzionamento e sviluppo davvero importante del Bike Sharing gestito dal Comune e ATB, - spiega l’Assessore alla mobilità Stefano Zenoni - oggi si aggiunge un servizio assolutamente innovativo nella sua concezione in grado di coprire tutta la città. Crediamo che l'insieme di questi due sistemi in questa fase possa davvero spingere molte persone ad utilizzare la bicicletta per gli spostamenti dentro l'ambito urbano, contribuendo in modo consistente allo sviluppo della mobilità sostenibile. In parallelo a questi servizi continua l'azione del Comune per realizzare percorsi ciclabili sicuri, e da oggi anche spazi dedicati alle biciclette del Bike Sharing nei luoghi strategici della città. Bergamo cambia progressivamente faccia.”  Sono state individuate le seguenti postazioni, che saranno indicate da segnaletica orizzontale, dove si troveranno le biciclette da utilizzare: nei pressi della stazione ferroviaria; in piazza Dante; in piazza Matteotti, di fronte al monumento ai Fratelli Calvi; davanti alla sede universitaria di Sant’Agostino; in via Tasso nei pressi del Liceo Artistico; in via Zambonate; nei pressi della funicolare di Bergamo, nei pressi di via Locatelli. “Detto questo, le persone possono lasciare le biciclette dove vogliono” spiega Zenoni.

Leggi tutto    Commenti 0