Articolo
11 dic 2017

REGIONE EMILIA ROMAGNA | Firmato il Patto per il trasporto pubblico regionale e locale

di mobilita

Una riforma condivisa e complessiva per rendere più efficace e di qualità il trasporto pubblico in Emilia-Romagna. E’ il nuovo “Patto per il trasporto pubblico regionale e locale per il triennio 2018-2020” firmato oggi dal presidente della Regione Emilia-Romagna, Stefano Bonaccini, e dai rappresentanti degli enti pubblici, Città metropolitana di Bologna, società di gestione pubbliche e private e parti sociali, alla presenza del ministro delle Infrastrutture e dei trasporti, Graziano Delrio, e dell’assessore regionale a Mobilità e trasporti, Raffaele Donini. L’intesa odierna, siglata nella giornata nazionale degli Stati generali per il trasporto pubblico (nel pomeriggio, sempre a Bologna), prevede impegni e investimenti a carico di ogni firmatario, per arrivare a ridisegnare sia il settore ferroviario sia il trasporto dei bus urbani. Una realtà che interessa oltre 1 milione di passeggeri al giorno (850 mila su gomma e 150 mila su ferro) e 7.230 lavoratori in aziende che, insieme, hanno un fatturato annuo di 650 milioni euro. “Il patto di Bologna è la strada giusta per il trasporto pubblico locale- afferma il ministro Delrio-. Le importanti risorse per il rinnovo dei mezzi, le nuove regole che mettono al centro la qualità del servizio, le iniziative messe in campo dal Governo e dalla Regione richiedono un lavoro attento di attuazione, molto più efficace con il coinvolgimento di tutti i soggetti interessati, per realizzare pienamente il diritto alla mobilità. L’esperienza emiliano-romagnola può essere un esempio virtuoso in questo senso”. “Abbiamo approvato un piano di investimenti da quasi 2 miliardi di euro- spiega il presidente Bonaccini- e abbiamo una riforma globale definita attraverso un percorso virtuoso di concertazione tra pubblico e privato, che garantisce il 27% del servizio. È un’assunzione collettiva di responsabilità attraverso la definizione di obiettivi e tappe comuni, per promuovere e rafforzare il sistema dei trasporti pubblici e la cultura della mobilità sostenibile”. “È un patto storico per la regione- aggiunge l’assessore Donini- che permetterà un’ulteriore qualificazione del trasporto pubblico in Emilia-Romagna, in linea con quanto previsto dal Piano regionale per la qualità dell’aria (Pair 2020). Puntiamo ad aumentare del 10% i passeggeri del trasporto pubblico su gomma (oggi quasi 41 milioni all’anno) e del 20% il numero di chi viaggia in treno (oltre 283 milioni all’anno), offrendo un servizio di qualità”. Accanto al rinnovo pressoché totale del materiale rotabile ferroviario entro il 2019 e di un ulteriore 20% dei mezzi sulle strade da qui al 2020 (75 nuovi treni e 600 autobus), il patto punta a realizzare l'integrazione tariffaria ferro-gomma (circa 36 mila pendolari del servizio ferroviario potranno viaggiare gratis in bus in 13 città), e poi la bigliettazione elettronica, oltre ad un nuovo progetto di riforma della governance sia su ferro sia su gomma che punta a rafforzare il servizio e a ridurne i costi. Sarà inoltre avviato un piano di investimenti per riqualificare le ferrovie regionali e sostenere il progetto di trasferimento allo Stato. Le novità per i passeggeri: applicazioni web per acquistare i biglietti, ‘Mi muovo’ diventa un borsellino elettronico e risparmi per gli abbonati treno+bus Promuovere l’uso delle tecnologie per aumentare l’uso integrato dei mezzi del trasporto pubblico. In particolare, il piano prevede che siano sviluppate applicazioni di “Infomobilità” per fornire a chi viaggia in tempo reale gli orari aggiornati di autobus e treni, e per consentire gli acquisti dei biglietti tramite cellulari (avvicinando il telefonino al validatore), su internet con Qr code oppure direttamente a bordo degli autobus con bancomat e carte di credito contactless. Un’ulteriore novità riguarderà la carta “Mi muovo”, oggi tessera degli abbonati al trasporto pubblico. Dal settembre 2018 diventerà anche un borsellino elettronico per tutti i cittadini, per acquistare biglietti singoli di autobus e treni regionali. Sempre da settembre 2018 tutti gli abbonati, mensili o annuali, al servizio ferroviario regionale non dovranno più pagareun doppio abbonamento ma potranno viaggiare gratuitamente sugli autobus di 13 città (i 9 capoluogo più Imola, Carpi e Faenza) se queste sono il punto di partenza o arrivo del proprio abbonamento ferroviario. Si tratta di un risparmio medio annuo di circa 180 euro per 36 mila abbonati, studenti e lavoratori pendolari. Nuovi autobus e treni: oltre 1 miliardo per rinnovare treni e stazioni, 96 nuovi convogli, 600 nuovi bus ecologici Per il nuovo materiale è previsto un investimento di risorse pubbliche pari a oltre 900 milioni di euro che, sommati alle risorse previste nel piano triennale di ammodernamento delle stazioni, superano 1 miliardo di euro. Entreranno in servizio 96 nuovi convogli, di cui 75 entro il 2019, grazie ad un investimento complessivo di 750 milioni di euro. Tra le novità, nel 2018 saranno potenziate le tratte ferroviarie Bologna-Ravenna (con riduzione dei tempi a 60 minuti) e Bologna-Rimini (44 minuti). Sarà completato anche il collegamento alta velocità traBologna e Venezia. Entro il 2020 saranno rinnovati 600 nuovi autobus grazie ad un investimento di 160 milioni di euro, di cui 80 a carico del bilancio regionale. Saranno così sostituiti i mezzi più obsoleti della flotta: dopo i 191 nuovi bus (diesel euro 6) arrivati nel 2017, 70 (a metano, ibridi o elettrici) circoleranno nel 2018 e i restanti 339 entro il 2020. Una nuova governance per i trasporti e 1 miliardo di investimenti in 10 anni per l’efficientamento tecnologico e la sicurezza dei treni. Un’unica azienda per il trasporto ferroviario, da 9 a 4 gestori per i bus urbani, verso un’holding regionale Ferrovie. Dal gennaio 2019 si arriverà a un’azienda unica per il trasporto ferroviario dell’Emilia-Romagna, che riunirà i due gestori del servizio di trasporto su ferro, Trenitalia e Tper. Mentre per quanto riguarda la gestione delle infrastrutture, sempre oggi è stata firmata un’intesa tra Regione, Fer (attuale gestore regionale) e Rfi (gestore della rete nazionale) per avviare il percorso di trasferimento a Rfi della gestione di tutti i 1.400 chilometri di rete ferroviaria dell’Emilia-Romagna. In prospettiva, l’obiettivo è quello di trasferire allo Stato l’intera rete ferroviaria, per adeguarla dal punto di vista tecnologico e innalzarne il livello di sicurezza attraverso un piano decennale di investimentida oltre 1 miliardo di euro contenuti nel masterplan allegato all’intesa. Il prossimo passaggio sarà nel 2018 la riclassificazione da parte del Governo, d’intesa con le Regioni, delle tratte regionali a ferrovie d’interesse nazionale (che qui potrebbe riguardare la Parma-Suzzara-Ferrara; la Bologna-Portomaggiore; la Casalecchio-Vignola; la Reggio Emilia-Sassuolo; la Reggio Emilia-Guastalla), per giungere nel 2019 al subentro da parte di Rfi nella gestione di tutte le linee regionali ed entro il 2020 al trasferimento allo Stato, con un risparmio da parte della Regione dei relativi costi. Autobus. Per quanto riguarda il trasporto su gomma, il patto prevede di arrivare alla fusione delle 9 agenzie provinciali dei gestori dei servizi pubblici autofilotranviari in 4 nuovi soggetti con le medesime funzioni (Modena e Reggio Emilia; Bologna e Ferrara; Parma e Piacenza; Romagna), come previsto dalla legge regionale 30/98 e nel rispetto delle clausole sociali di salvaguardia dei livelli occupazionali del personale. In discussione anche la proposta di aggregare in un’unica holding regionale le aziende di trasporto a maggioranza pubblica (Tper, Tep, Start Romagna e Seta) con l’obiettivo di creare un unico operatore con dimensioni patrimoniali, capacità tecniche e di investimenti e competenze che ne aumentino la competitività.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
10 dic 2017

Un’edicola digitale gratis per tutti i clienti delle Frecce AV

di mobilita

I clienti delle Frecce Alta Velocità di Trenitalia potranno leggere il loro giornale preferito a bordo treno su pc, tablet o smartphone. Da domenica 10 dicembre sarà infatti attiva l’edicola digitale, un nuovo servizio fruibile dal Portale Frecce in tutte le classi e livelli di servizio, senza limiti di utilizzo e senza necessità di connessione internet una volta effettuato il login. La novità arriva con il cambio orario di domenica 10 dicembre: d’ora in avanti, su tutti i Frecciarossa e Frecciargento, si potranno consultare gratuitamente i principali quotidiani italiani e una ricca selezione di riviste settimanali e mensili. Tra le testate ad ora disponibili - l’elenco è comunque destinato a crescere e a differenziarsi secondo le tipologie di clientela - i quotidiani la Repubblica, Corriere della Sera, La Gazzetta dello Sport, La Stampa e Milano Finanza, insieme alle riviste settimanali e mensili Capital, Ciak, Class, Gente, Grandecucina, Marie Claire Maison, PC professionale. L’edicola digitale di Trenitalia va ad aggiungersi alla ricca offerta di intrattenimento del Portale di Bordo che prevede già cinema, musica e notizie Ansasempre aggiornate, servizi accessibili da pc, tablet e smartphone Android e iOS. Accedere al Portale Frecce è semplice e veloce: basterà connettersi alle rete WiFi del Frecciarossa o Frecciargento su cui si è scelto di viaggiare, aprire la App Portale Frecce dedicata oppure digitare sul proprio browser internet l’indirizzo www.portalefrecce.it.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
08 dic 2017

S7 Airlines annuncia il nuovo volo diretto da Pisa per San Pietroburgo

di mobilita

S7 airlines, membro dell’alleanza oneworld®, annuncia l’apertura del nuovo collegamento diretto da Pisa a San Pietroburgo a partire dal 26 Marzo 2018 ed incrementa le frequenze per il collegamento sempre da Pisa per Mosca Domodedovo. I biglietti sono già in vendita con tariffe A/R a partire da 206 euro. Il volo diretto da Pisa a San Pietroburgo verrà operato nei giorni di Lunedì e Venerdì, con partenza da Pisa alle ore 11:50 ed arrivo a San Pietroburgo – Aeroporto di Pulkovo alle 16:15 ora locale. Il volo di ritorno partirà da San Pietroburgo alle ore 08:15 con arrivo a Pisa alle ore10:50. I voli saranno operati con moderni e confortevoli Airbus A319. “Pisa è presente nella “route map” di S7 Airlines da Aprile 2017 quando il vettore ha iniziato i collegamenti diretti per Mosca. Dal mese di Marzo 2018, i passeggeri avranno anche l’opportunità di usufruire dei comodi voli diretti per la capitale della Cultura Russa, San Pietroburgo, dalla quale potranno continuare il loro viaggio attraverso un’ ampia rete di collegamenti domestici ed internazionali” ha commentato Igor Veretennikov, S7 Group CEO. A partire dal 28 aprile 2018, S7 offrirà ai passeggeri toscani la possibilità di raggiungere il proprio hub di Mosca Domodedovo ancora più facilmente operando ben quattro collegamenti settimanali: ORARI Pisa- Mosca Domodedovo 12.10 -16.50 Lunedi, mercoledì, giovedì e sabato Mosca Domodedovo - Pisa 08.35-11.15 Lunedi, mercoledì, giovedì e sabato “Abbiamo raggiunto un risultato incredibile.” – commenta Marco Carrai, Presidente di Toscana Aeroporti – “Poter collegare la Toscana con San Pietroburgo rappresenta per la nostra società una fonte di profondo orgoglio. Questo nuovo collegamento amplia la possibilità di connessione tra la nostra Regione e la Russia, rendendo così più facili gli scambi turistici e commerciali con uno dei più importanti ed estesi mercati del mondo. Siamo entusiasti di poter offrire alla Toscana questa nuova opportunità, che porterà benefici immediati” I Passeggeri dalla Russia, così come tutti i passeggeri provenienti da altre parti del mondo, potranno scegliere Pisa quale punto di partenza per la loro visita in Italia, grazie alla splendida posizione geografica vicino a Firenze, capoluogo della Toscana, famosa anche per la splendida natura delle proprie coste. I biglietti aerei possono essere acquistati direttamente attraverso il sito internet s7.ru, le app disponibili per IPhone e Android, gli uffici S7, tramite il nostro call centre chiamando al n. 8 800 700-0707 (gratuito in Russia) o tramite tutte le agenzie di viaggio Italiane.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
07 dic 2017

Nuovo orario Trenitalia: le novità regione per regione

di mobilita

Il 10 dicembre entra in vigore il nuovo orario invernale Trenitalia, valido fino a giugno 2018. Ecco le novità della programmazione regionale concordata con le singole regioni committenti del servizio. Piemonte Prolungati il treno Torino Porta Nuova 14:30-Alessandria 15:29, che arriva fi no a Genova Brignole (16:39) e il treno Alessandria 8:31-Torino Porta Nuova 9:30, con partenza da Genova Brignole (7:21); servizio della linea SFM3 Torino-Bardonecchia prolungato fino a Modane anche il sabato. Valle d'Aosta La nuova offerta è in assoluta continuità con la precedente, assegnate 2 fermate a Hone Bard ai treni 4021 e 4024. Liguria Viene introdotta una nuova coppia di treni: La Spezia Centrale 9:17-Sestri Levante 10:21 e Sestri Levante 8:50-La Spezia Centrale 9:54; Aumenta la periodicità del servizio Cinque Terre Express, attivo dal 17 marzo al 4 novembre 2018, con 46 collegamenti tra la stazione di Levanto e La Spezia, facendo tappa nelle cinque stazioni dei borghi della Riviera, ogni 30 minuti tra le 7:55 e le 20:10. Veneto Circola tutti i giorni, tranne la domenica, un nuovo treno sulle tratte Venezia-Padova e Venezia-Portogruaro;  il sabato e nei festivi si razionalizza la circolazione sulla linea Padova-Castelfranco-Treviso;  si aggiunge la fermata a Campodarsego sulla relazione Padova-Montebelluna e viceversa;  si ottimizza la Treviso-Montebelluna, attraverso la sostituzione di 8 treni con altrettanti autobus;  dal lunedì al venerdì il treno R5454 Schio 6:51-Vicenza 7:38 arriva fi no a Venezia Mestre (8:30) con fermata intermedia a Padova (8:10);  aumenta la capienza dei treni R11009 Conegliano 7:01-Venezia 8:16 e 5662 Treviso 6:38-Vicenza 7:46;  i viaggi nei festivi sulla linea Venezia-Bassano sono effettuati da due ETR343 con 412 posti (anziché da un ETR360 con 302 posti); aumentano da 27 a 36 le giornate di circolazione del Veronatrenobici, il convoglio che il sabato e i festivi unisce Venezia e Mantova via Verona, mettendo a disposizione 24 posti bici prenotabili; stessa offerta, nei festivi, dal 25 marzo al 21 ottobre 2018, con un nuovo treno che permette di raggiungere la ciclabile Latisana-Lignano. Friuli Venezia Giulia Ripristino del servizio ferroviario fra Sacile e Maniago, sospeso dal luglio 2012 a causa di una frana. La tratta che sarà riaperta al traffico fa parte della linea Gemona del Friuli – Sacile, inserita dalla legge 128/17 nell’elenco delle ferrovie di interesse per il turismo ed il trasporto pubblico locale. Rispetto al 2012 l’offerta verrà raddoppiata, con 10 coppie di treni feriali anziché 5. I tempi di percorrenza dei treni saranno molto più brevi rispetto a quelli dell’attuale servizio sostitutivo con bus: da Maniago a Sacile i treni più veloci impiegheranno 34 minuti anziché 65, da Aviano a Sacile 18 minuti anziché 37. Trento e Bolzano Si conferma l’offerta attualmente in vigore.   Emilia Romagna Nuova fermata a S. Nicolò per 14 treni della linea Voghera-Piacenza; due nuovi treni: 5117 Cremona 14:30-Fidenza 15:15 e 5116 Fidenza 15:52-Cremona 16:36; aumenta la periodicità dell’offerta turistica estiva sulla Costa adriatica.   Toscana Nuova coppia di collegamenti Firenze-Pratovecchio Stia; nuovo treno Arezzo 8:15-Firenze 9:27; nuova coppia di collegamenti: Firenze 9:39-Pisa 10:59 e Pisa 10:01-Firenze 11:22; riattivato il servizio sulla linea Siena-Grosseto. Lazio Il treno 26260 sulla linea FL2 ferma anche a Guidonia, anticipa la partenza da Roma Termini di dieci minuti (alle 7:15 anziché alle 7:25) mantenendo invariato l’orario di arrivo ad Avezzano (9:47) il treno 7383 La Storta 7:01-Roma S. Pietro 7:35 sulla linea FL3 arriva anche a Roma Trastevere e Roma Ostiense (eliminata la fermata di Appiano); il treno 7531 Roma Termini-7:42-Cassino 9:42 sulla linea FL6 ferma anche a Ciampino; sulla linea FL7 nuova fermata a Itri del treno 12279 Roma Termini 14:36-Minturno 16:27; il treno 12200 parte da Minturno alle 5:18 (non più da Formia alle 5:28) raggiungendo Roma Termini sempre alle 7:04; il treno RV 7571 Viterbo Porta Fiorentina 6:52-Roma Termini 8:33 anticipa la partenza alle 6:31 e l’arrivo alle 8:15; sulle linee FL1 e FL3 offerta con frequenza a 30 minuti nel mese di agosto e nel periodo natalizio; nuovi treni: da Roma Termini alle 17:57 a Ladispoli alle 18:45; da Ladispoli alle 19:08 a Roma Tiburtina alle 20:07; da Roma Termini alle 20:27 a Civitavecchia alle 21:45; da Civitavecchia alle 4:30 a Roma Termini alle 5:48; da Roma Termini alle 17:27 a Civitavecchia alle 18:45; da Rieti alle 11:23 a Roma Tiburtina alle 13:16; da Roma Tiburtina alle 13:42 a Rieti alle 15:40 (dall'8 gennaio 2018); il treno R7142 Roma Tuscolana 6:32-Ladispoli 7:17 cambia stazione di origine, partendo da Roma Termini alle 6:27 e arrivando sempre a Ladispoli ma alle 7:18 (dall'8 gennaio 2018). Abruzzo Attivazione della nuova stazione di Bazzano sulla linea Sulmona - L'Aquila, dove fermeranno i treni 7069, 7071 e 7081 L’Aquila - Sulmona e i treni 7072, 7080 e 7110 Sulmona - L’Aquila; attivazione della nuova fermata di L'Aquila Campo Pile, sulla linea L’Aquila – Terni, i servizi in questo caso fanno capo alla Regione Lazio.  Umbria Nuova combinazione di viaggio da Perugia a Firenze, creata con un anticipo partenza del 22822 da Perugia (16.27 anziché 16.34) che regolarizza una coincidenza a Terontola. Marche Regionali Veloci AN-BO/PC Mantenimento del canale attuale con sistema bi-orario ore pari Partenza da Ancona al minuto 45’ (+5) per maggiore regolarità di traccia e distanziamento adeguato dalle tracce dei treni IC Strutturazione delle fermate, uguali per tutti i Regionali Veloci, nelle stazioni di Falconara, Senigallia, Marotta, Fano, Pesaro, Cattolica, Riccione, Misano, Rimini, per velocizzazione del servizio RV Regionali AN-PS, AN-Rimini, AN- Ravenna Cadenzamento dell’orario su sistema bi-orario al minuto 45’ alternativo a quello dei Regionali Veloci Fermate strutturate in tutte le stazioni Rafforzo ulteriore dell’offerta in particolari fasce orarie, con partenze al minuto 15’ Regionali AN - PE Mantenimento del canale attuale con sistema bi-orario Partenza da Ancona al minuto 42’ (+2) per maggiore regolarità di traccia e distanziamento adeguato dalle tracce dei treni FB (13 minuti di interscambio) Strutturazione delle fermate capillare in tutte le stazioni, uguali per tutti i Regionali, eccetto Ancona Stadio nel tratto Marche Regionali AN-S. Benedetto-Ascoli e Macerata Cadenzamento dell’orario su sistema bi-orario al minuto 42’ alternativo a quello dei Regionali per Pescara Fermate strutturate in tutte le stazioni tranne Ancona – Stadio Mantenimento delle fermate esistenti nell’attuale orario, nel tratto S. Benedetto – Ascoli e viceversa Rafforzo ulteriore dell’offerta in particolari fasce orarie, con partenze al minuto 5’, servizio veloce con fermate nelle stazioni di Loreto, Civitanova e Porto S. Giorgio e S. Benedetto del Tronto Regionali Veloci per Macerata al minuto 00 nelle ore a maggior frequentazione Molise Si conferma l’offerta attualmente in vigore. Campania Nuovo orario del treno 26150 Salerno 13:24-Caserta 14:25; nuove coppie di treni: 6 nei giorni lavorativi sulla tratta Napoli Campi Flegrei-Pozzuoli; 6 nei festivi da Napoli San Giovanni Barra a Pozzuoli; 3 nei festivi sulla tratta Villa Literno-Napoli Campi Flegrei; 2 nell’offerta metropolitana di Salerno; posticipa di 16 minuti la partenza da Napoli Centrale il treno 12300 (Napoli 5:06-Vairano 6:33); posticipa di 3 minuti la partenza da Napoli Campi Flegrei il treno 22506 (Napoli C. F. 5:45-Pozzuoli 5:59). Basilicata Si conferma l’offerta attualmente in vigore. Puglia Il treno 22274 arriva a Bari alle 6:08 per garantire il proseguimento con il Frecciargento Fast 8348 per Roma Termini delle 6:24. Il proseguimento dei viaggiatori del 22274 verso Barletta è assicurato da Bari con il R12480 che parte alle 6:29 per Foggia con lo stesso convoglio; il treno 12517 Bari 12:31-Lecce 14:20 si effettua anche il sabato; assegnate le fermate di Carovigno e Trepuzzi al treno 22301 Molfetta-Lecce. Calabria Realizzazione di una nuova stazione virtuale, Castiglione CS UNICAL,  che si è andata ad aggiungere alla Lamezia Terme Aeroporto. UNICAL è l'università della Calabria, collegata con la stazione di Castiglione Cosentino con autobus navetta della Società Consorzio Autolinee. Sicilia Nuova coppia di treni: Siracusa 5:02-Gela 8:39 e Gela 12:38-Siracusa 16:03; prolungamento fino a Vittoria di due corse sulla Siracusa-Modica; velocizzazione della Modica-Caltanissetta e della Palermo-Agrigento; tutti i collegamenti Regionali Veloci Palermo-Catania fermano a Termini Imerese. Sardegna 11 fermate (4 feriali e 7 festive) per treni non veloci, presso la località di Giave.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
07 dic 2017

Air Malta festeggia il nuovo volo Comiso-Malta con 50 posti gratuiti

di Roberto Lentini

Domenica 17 dicembre partirà il primo volo di Air Malta dall'Aeroporto di Comiso, Ragusa e per festeggiare l'evento la compagnia maltese regala 50 posti a tutti i siciliani che vogliono visitare Malta. Air Malta offre  infatti la possibilità di visitare la Sicilia e di tornare, sempre con Air Malta, su un altro volo da Comiso o da Catania in qualsiasi giorno in base alla disponibilità.  Ai primi followers che invieranno un messaggio privato alla pagina Facebook  della compagnia entro Domenica 10 Dicembre indicando le preferenze di volo e il numero di posti richiesti, avranno automaticamente diritto ai posti (massimo 4 per famiglia / gruppo).  Per il primo volo da e per Comiso ci sarà un fotografo che catturerà tutti i bei momenti della manifestazione. Ti potrebbe interessare: AEROPORTO DI COMISO, presentato oggi il nuovo volo Air Malta al via dal 17 dicembre

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
07 dic 2017

Aeroporto di Pisa: celebrata la 5milionesima passeggera

di mobilita

Aveva appena terminato il check in per imbarcarsi sul volo in partenza per di Londra quando è stata avvicinata da 2 hostess. Passato lo stupore iniziale, Serena Ninci, personal trainer di Marina di Pietrasanta, è diventata l’inattesa protagonista del giorno all’aeroporto Galileo Galilei. Serena Ninci è infatti la 5 milionesima passeggera a transitare per l’Aeroporto di Pisa. Un evento celebrato dall’Amministratore Delegato di Toscana Aeroporti Gina Giani e dal Vicepresidente Roberto Naldi che hanno accolto la passeggera consegnandogli un voucher per un volo omaggio per due persone per una delle destinazioni servite con volo diretto dal Galileo Galilei. Un traguardo storico, raggiunto con qualche settimana d’anticipo rispetto agli obiettivi di piano, che conferma il costante trend di crescita dell’aeroporto di Pisa, uno scalo arrivato a connettere nella Summer 2017 82 destinazioni nel mondo con voli diretti e che, proprio ieri, ha annunciato una nuova rotta di S7 per San Pietroburgo per la prossima Summer 2018 ampliando così il ventaglio di destinazioni intercontinentali servite. Un risultato che si inserisce all’interno dei positivi risultati di traffico registrati nei primi 11 mesi dell’anno da Toscana Aeroporti – società che gestisce gli scali di Firenze e Pisa – che ha registrato una crescita del 5,5% rispetto allo stesso periodo del 2016 con oltre 7,4 milioni di passeggeri (7,43 milioni) transitati. L’aeroporto di Pisa ha registrato una crescita dei passeggeri del 5.3 %, per un totale di 4,936 milioni di passeggeri al 30 Novembre. Crescita praticamente analoga per l’aeroporto di Firenze 5.7%) che, nei primi 11mesi del 2017, ha trasportato 2,496 milioni di passeggeri.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
07 dic 2017

Prima riunione al MIT per il riordino della disciplina dei servizi automobilistici interregionali

di mobilita

Oggi si è tenuta la prima riunione del tavolo di lavoro definito dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, di concerto con quello dello Sviluppo Economico, per individuare i principi e i criteri per il riordino della disciplina dei servizi automobilistici interregionali di competenza statale, come previsto dal Decreto Legge del 20 giugno 2017. Al tavolo di lavoro hanno partecipato i rappresentanti del ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti e del Ministero dello Sviluppo Economico, delle associazioni di categoria maggiormente rappresentative, del Consiglio Nazionale dei Consumatori e degli Utenti, e dei maggiori operatori privati del territorio "Siamo lieti di poterci confrontare attivamente con le associazioni di categoria - ha affermato Andrea Incondi, Managing Director di FlixBus Italia - e con le altre aziende del Paese sul presente e sul futuro di un settore in costante evoluzione, e auspichiamo, come tutti gli altri partecipanti, che l'esito del tavolo sia coerente con l'esigenza di un nuovo quadro normativo in grado di rispondere, in modo organico e strutturato, alle trasformazioni di questi ultimi anni. Le aziende presenti e le associazioni di categoria hanno riconosciuto che questo tavolo è la sede definita dalle istituzioni per decidere norme certe e per fare interventi strutturali, dunque senza più bisogno di affrontare singoli emendamenti anticoncorrenziali come già avvenuto in passato in parlamento. Il MIT è garante che sia finalmente questo, e non altro, il modo per riscrivere le regole"

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
07 dic 2017

ROMA | Parte il Piano Natale, potenziati metro e bus

di mobilita

Scatta da venerdì 8 dicembre il Piano Natale del trasporto pubblico predisposto dall'amministrazione capitolina. Rafforzamento delle linee di trasporto pubblico nei fine settimana dall’8 al 24 dicembre, attivazione di una navetta dello Shopping, una linea circolare a servizio delle vie del Centro Storico, potenziamento delle Linee metropolitane A e B-B1 e orari più stringenti nei giorni festivi per le Ztl Centro Storico e Ztl Tridente. “Il Piano di Natale prevede importanti novità sulla rete del Trasporto pubblico, utili a intensificare l’offerta e migliorare l’accessibilità nelle aree centrali: in questo senso sarà possibile raggiungere le vie dello shopping con una navetta a servizio del Centro Storico, una linea circolare che collegherà parcheggi, fermate Metro, capolinea e nodi TPL. Così come è previsto il potenziamento di alcune linee bus e delle metro durante i giorni di festa”, ha dichiarato l’assessora alla Città in Movimento, Linda Meleo. Questi i principali interventi, messi in atto dall’Amministrazione, per favorire l’utilizzo del trasporto pubblico e migliorare l’offerta nel periodo delle festività natalizie: Linee Bus. Previsto piano d’intensificazione delle linee TPL nei fine settimana dall’8 al 24 dicembre (dalle 10.30 alle 20.30). Rafforzato soprattutto il trasporto verso il Centro Storico. Come la 46, Stazione Monte Mario-Piazza Venezia, 85 Stazione Termini-Arco di Travertino; 170 Piazzale Agricoltura-Termini; 492 Stazione Tiburtina-Cipro; 301 Piazza Augusto Imperatore-Via di Grottarossa (l’elenco completo delle linee è consultabile sul sito Atac e la piattaforma di Agenzia per la Mobilità) Navetta Shopping. Per agevolare gli spostamenti all’interno del Centro Storico sarà attiva nei giorni 8,9,10,16,17,23,24 dicembre 2017 e il 6 gennaio 2018 dalle 10.30 alle 19.30, una linea circolare che consentirà il raggiungimento delle principali vie dello shopping, creando un collegamento diretto con importanti nodi di scambio, come le Metro e i capolinea del TPL. La navetta parte e termina la sua corsa a Piazzale delle Canestre, passando per via Del Corso, Largo Arenula, Corso Vittorio Emanuele II, Piazza Venezia, via Del Tritone, via Vittorio Veneto (l’elenco completo delle linee è consultabile sul sito Atac e la piattaforma di Agenzia per la Mobilità). Metro. Previsto anche il potenziamento delle linee metropolitane A e B-B1, nei giorni 8,10,17 e 24 dicembre 2017, attraverso l’utilizzo di ulteriori 8 treni e 32 corse aggiuntive, rispetto al servizio normale. ZTL. Nei giorni festivi l’8, 10, 17 e 24 dicembre  2017 e il 6 gennaio 2018 la Ztl del Centro Storico (diurna) e la Ztl A1 (Tridente) saranno attive dalle ore 14 alle 18. A eccezione di queste giornate (8, 10, 17 e 24 dicembre  2017 e il 6 gennaio) la ZTL Centro Storico (diurna e notturna) e la Ztl A1 (Tridente) resteranno attive nei seguenti orari: ZTL Centro Storico (diurna) attiva dal lunedì al venerdì (escluso i festivi), dalle ore 6.30 alle 18; ZTL Centro Storico (diurna) attiva il sabato (esclusi i festivi) dalle ore 14 alle 18 ZTL Centro Storico (notturna) attiva il venerdì e il sabato dalle ore 23 alle ore 03.00 ZTL A1 (Tridente) attiva dal lunedì al venerdì (esclusi i festivi) dalle ore 6.30 alle ore 19 ZTL A1 (Tridente) attiva il sabato (esclusi i festivi) dalle ore 10 alle ore 19

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
07 dic 2017

BOLOGNA | Lunedi gli “Stati generali del trasporto pubblico per la mobilità quotidiana”

di mobilita

Lunedì 11 dicembre, dalle 15 alle 18, nella Cappella Farnese di Palazzo d'Accursio (piazza Maggiore, 6), si svolgerà, alla presenza del Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Graziano Delrio, l'incontro pubblico promosso all'interno di “Connettere l’Italia”, il nuovo piano strategico per la mobilità del Paese.   La giornata di confronto è dedicata a presentare e discutere le misure promosse dal Ministero per la creazione di un sistema di trasporti integrato, sicuro e sostenibile, e favorirne l’utilizzo da parte dei protagonisti, siano essi amministratori pubblici, imprese, associazioni e cittadini, e per chiarire le modalità attuative e i nodi ancora da affrontare. Partecipano, insieme al Ministro Graziano Delrio, esperti della nuova Struttura tecnica di missione del Ministero delle Infrastrutture e Trasporti e attori del mondo delle imprese e della mobilità. L'iniziativa è suddivisa in tre sessioni. La prima, “I bisogni di una nuova mobilità sostenibile”, vedrà impegnati Virginio Merola, Sindaco di Bologna e della Città metropolitana di Bologna, Antonio Decaro, Sindaco di Bari e Presidente Associazione Nazionale Comuni Italiani e Stefano Bonaccini, Presidente della Regione Emilia-Romagna e Presidente della Conferenza delle Regioni. La seconda sessione, “Le azioni e le prospettive”, vedrà a confronto Ennio Cascetta, Amministratore Unico di RAM S.p.a. e Università di Napoli Federico II, Stefano Zunarelli, esperto della Struttura tecnica di missione del MIT e Università di Bologna, Andrea Boitani, esperto della Struttura tecnica di missione del MIT e Università Cattolica di Milano e Giuseppe Catalano, coordinatore della Struttura tecnica di missione del MIT e Università Sapienza di Roma. Alla terza sessione, “La mobilità urbana per la crescita del Paese”, parteciperanno Andrea Bianchi, Direttore area politiche industriali Confindustria, Vincenzo Colla, Segretario confederale CGIL, Mons. Matteo Maria Zuppi, Arcivescovo di Bologna e Graziano Delrio, Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
07 dic 2017

AEROPORTO BOLOGNA | A novembre superati i 7,5 milioni di passeggeri annui

di mobilita

Un altro mese di crescita per l’Aeroporto Marconi di Bologna. A novembre i passeggeri sono stati 582.629, con un incremento del 5,4% sullo stesso mese del 2016. Nel dettaglio, i passeggeri su voli internazionali sono stati 438.666, mentre quelli su voli nazionali sono stati 143.963. I movimenti aerei sono stati 4.907, con un valore sostanzialmente invariato (-0,3%) rispetto allo stesso mese del 2016, mentre le merci trasportate per via aerea hanno registrato un aumento del 2,2%, per un totale di 3.580 tonnellate. Le tre destinazioni preferite del mese sono state Catania, Madrid e Roma Fiumicino. Tra le altre mete più “volate” di novembre troviamo, nell’ordine: Parigi Charles de Gaulle, Francoforte, Palermo, Londra Heathrow, Barcellona, Londra Stansted e Monaco. Rispetto allo stesso mese del 2016, è notevole la crescita di Francoforte (+23,3%), Monaco (+19,2%), Istanbul (+11,2%) e Mosca (+10,8). Nel periodo gennaio-novembre il Marconi ha superato i 7,5 milioni di passeggeri, arrivando a quota 7.590.549, con un trend di crescita del +6,5% sullo stesso periodo del 2016. Nel primi undici mesi dell’anno i movimenti sono stati 62.161, con una crescita del 2,5%. Le merci totali sono aumentate del 13,8%, arrivando a 38.448 tonnellate trasportate.

Leggi tutto    Commenti 0