Articolo
13 apr 2017

Cinque grandi architetti per i sette grandi scali ferroviari di Milano

di Alessandra Santoni

Per il momento ci sono solo dei rendering, ma la riqualificazione degli scali ferroviari dismessi di Milano è stata finalmente definita; e non si parla di "semplici" riqualificazioni, ma di vision innovative e all'avanguardia ideate da cinque tra gli studi di architettura più famosi al mondo. Ma facciamo un passo indietro. Si tratta di sette grandi spazi, alcuni anche a ridosso del centro, che un tempo venivano utilizzati per gestire il traffico merci su rotaia e che oggi sono abbandonati, usati solo sporadicamente per far transitare treni passeggeri; il Comune di Milano sta cercando da tempo un accordo con Ferrovie dello Stato, accordo che finalmente è arrivato ad un punto di svolta. I grandi nomi che sono stati coinvolti in questo progetto sono quelli di Benedetta Tagliabue (Embt), Francine Houben (Meccanoo), Stefano Boeri (Sba), Ma Yansong (Mad Architects) e Cino Zucchi (Cza). I cinque studi hanno presentato ognuno un progetto guidato dalla propria filosofia, ma tutti volti a ripensare questi scali come catalizzatori di una vita sostenibile, come punti di incontro di più sistemi di trasporto (treno, metropolitana, tram, autobus, car sharing e biciclette) ma anche come nuclei di una circle-line i quali, uniti alla realizzazione di aree "car-free" e all'aggiunta di parchi, passerelle verdi e acqua, possano diventare centri in cui stare, lavorare e vivere. Da qui Un fiume verde per Milano di Stefano Boeri, che punta a realizzare  sugli scali un sistema continuo di boschi, oasi, frutteti e giardini pubblici legati da una nuova linea della metropolitana (la M6); La Città delle connessioni - Memoria e Futuro di Ma Yansong, che si gioca sulla mobilità sostenibile e sul collegamento delle reti di mobilità rimaste fino ad ora sconnesse; Miracoli a Milano di Benedetta Tagliabue, dove l'elemento di connessione sarà l'acqua; Sette bellissimi Broli (i broli sono dei prati alberati) di Cino Zucchi, con spazi e percorsi verdi che arricchiscono il territorio agricolo ancora esistente; il progetto di Francine Houben, che mira a trasformare questi spazi in luoghi dove non si ha bisogno dell'auto e soprattutto dove l'auto non può circolare. Le idee sono molte e valide, tutte capaci di trasformare radicalmente il volto di Milano, di renderla una città moderna e soprattutto unica; ma nell'attesa di sapere quale sarà realizzata, potete intanto sfogliare la gallery con alcune delle foto dei progetti! Foto: Il Post  

Leggi tutto    Commenti 1
Articolo
12 apr 2017

Mercane Transboard: il triciclo elettrico con caratteristiche da scooter

di Fabio Nicolosi

Il mercato degli scooter elettrici si è evoluto con le nuove tecnologie, ma molti continuano a non avere una caratteristica evidente che li faccia emergere nella giungla urbana. Il nuovo scooter Transboard da Mercane prende in prestito il design delle sospensioni dal mondo automobilistico. Grazie al sistema di sospensioni, alle tre ruote e con un design tagliente che si ripiega in un movimento rapido potrebbe diventare il vostro motorino uscendo dalla porta di casa, in treno, fino al vostro posto di lavoro. Grazie al suo facile sistema di chiusura può rotolare dietro di voi e adattarsi più facilmente al trasporto pubblico (Tram e Metro) Ha una sospensione anteriore a doppio braccio oscillante più semplice per riuscire anche con terreni sconnessi a mantenere bene il controllo del mezzo. Ottimo anche l'angolo di sterzo che permette facili e ampi movimenti Le tre ruote montate sono 10 pollici sulle ruote anteriori 8 pollici sulle posteriori. Sulla piattaforma del transboard si sta comodamente con entrambi i piedi. Il motore da 500 W 48 V fa girare la ruota singola con una velocità fino a 22 mph (35 km/h). Mercane dice che il transboard ha un'autonomia di circa 25 miglia (40 km) con una singola carica della batteria 8,6 Ah LG Chem agli ioni di litio. La ricarica richiede circa sei ore, e la batteria può essere caricata sullo scooter o rimossa e caricata altrove. Un'altra caratteristica interessante è il semplice meccanismo di piegatura. La piattaforma dello scooter piega a metà e scorre in avanti tra le ruote anteriori, creando un carrello facile da trasportare. Il transboard ha un telaio in lega di alluminio sotto del suo rivestimento di policarbonato. Pesa 46 libbre (21 kg) ed è costruito per trasportare fino a 220 libbre (100 kg). Uno schermo a LED sul manubrio mostra i dati dello lo scooter e possiede un faro a LED Mercane sta ora lanciando il transboard 2.0 tramite una campagna Indiegogo. Esso offre la transboard ad un prezzo di US $499 o e spera di riuscire a inviare le prime unità nel mese di maggio, se tutto va secondo i piani. Un ottimo prezzo considerando che il prezzo finale si aggirerà intorno ai $1.250. Ecco una galleria Ecco il video:

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
05 apr 2017

Trenitalia Regionale: videosorveglianza live globale a servizio della security

di Roberto Lentini

Cresce la security e la sua percezione a bordo dei treni regionali di Trenitalia grazie a un innovativo sistema tecnologico di videosorveglianza live globale, introdotto da oggi sui TAF (Treni ad Alta Frequentazione), che consente di trasmettere sui monitor di bordo le immagini in sequenza di tutte le telecamere presenti sul convoglio. Una visione “incrociata” e continua che trasforma il  treno in una sorta di openspace, infondendo in tutti i passeggeri un maggior senso di sicurezza. Il nuovo sistema, attivo da oggi sui TAF del Lazio e del Veneto, sarà poi esteso ai TAF della Campania, entro luglio riguarderà tutti i Jazz ed entro dicembre i Vivalto di ultima generazione. La tecnologia adottata è di assoluta avanguardia, interamente made in Italy, ed è stata messa a punto in collaborazione con la società Almaviva, una delle realtà più significative in Italia nell’ambito dell’ICT applicato al settore dei Trasporti e della Logistica. Il sistema consente al personale di Trenitalia di consultare “live” le immagini sia da bordo, attraverso tablet/smartphone/laptop, sia da remoto, attraverso un’applicazione web, da cui è possibile anche scaricare le registrazioni col treno ancora in servizio. La videosorveglianza rappresenta anche un valido aiuto per le forze dell’ordine e costituisce un prezioso deterrente nei confronti dei malintenzionati.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
03 apr 2017

Meridiana, dal 3 aprile ritornano i voli da Cagliari

di Roberto Lentini

Dal 3 aprile, con l’avvio della stagione estiva, Meridiana offre da Cagliari collegamenti diretti con Milano Malpensa, Bologna, Verona, Torino e Napoli, mentre inaugurerà da giugno il nuovo collegamento con Marsiglia.   Per quanto riguarda il mercato domestico, dal 3 aprile sarà infatti operativa una frequenza giornaliera tra Cagliari e Milano Malpensa, con 189 posti disponibili a volo, tariffe promozionali a partire da 28 euro per la partenza da Cagliari e da 39 euro da Malpensa (tutto incluso, solo andata a persona). Dal 3 aprile decollano anche i collegamenti giornalieri con Bologna, Napoli e Torino, operati da Boeing 737-800, mentre per Verona fino a fine maggio saranno attive 3/5 frequenze a settimana e successivamente si volerà tutti i giorni. Dal prossimo 1° giugno inoltre Meridiana opererà un nuovo collegamento internazionale da Cagliari a Marsiglia, la più grande città della Francia meridionale. Per il lancio della rotta sono in vendita tariffe da 27 euro per volare da Cagliari e da 33 euro in partenza da Marsiglia, sempre tutto incluso. Il volo sarà disponibile tutti martedì e i giovedì. L’aeromobile in servizio ha una doppia configurazione di 142 posti in economica e 12 in Electa, la business class di Meridiana. Per Gabor Pinna, Vice Presidente di SOGAER, società di gestione dell’Aeroporto di Cagliari, il consolidamento di numerose rotte e la novità del collegamento con Marsiglia “vanno incontro alle esigenze del bacino d’utenza del nostro scalo e rafforzano la presenza di Meridiana nel Sud Sardegna”. “La rinnovata partnership tra SOGAER e Meridiana - ha aggiunto Pinna – e le nuove destinazioni nazionali e internazionali disponibili a partire dal prossimo 3 aprile contribuiranno nel 2017 al raggiungimento dell’obiettivo di 4 milioni di passeggeri complessivi a Cagliari”. “Quest’estate Meridiana offrirà sulla Sardegna 250 mila posti aggiuntivi, con un incremento complessivo di oltre il 18% rispetto all’estate 2016 – commenta Andrea Andorno, Direttore Commerciale di Meridiana – incremento che, sui soli voli internazionali, sarà addirittura superiore al 50% anche grazie all’avvio anticipato ad aprile dei collegamenti Parigi-Olbia e Londra-Olbia e all’offerta del nuovo Cagliari-Marsiglia. In particolare proprio su Cagliari da aprile ad ottobre sono già in vendita oltre 170mila posti incrementali rispetto al 2016, numero che da solo testimonia l’importanza dell’investimento da parte di Meridiana sul principale aeroporto della Sardegna”.  

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
03 apr 2017

Il nuovo concetto di cabina per Airbus

di Roberto Lentini

Chi viaggia spesso in aereo sa che i tempi di attesa in aeroporto costituiscono la parte più stressante del viaggio. Per le compagnie aeree invece un aereo fermo 10 minuti costituisce una perdita di incassi di circa 8,1%. Questo è il motivo per cui spesso gli assistenti di volo tendono ad accelerare le operazioni d'imbarco e sbarco.   La strategia di mercato di Airbus, uno dei maggiori costruttori europei di aeromobili, è da sempre orientata verso il benessere dei passeggeri e la performance operativa delle compagnie aeree clienti. Proprio per ridurre il turn-time Airbus, da sempre orientata a sviluppare nuove tecnologie, introdurrà "The Concept Cabin", una visione futuristica basata su un modulo di cabine amovibili, costituite da  un piano e da una porzione di fusoliera utilizzate per il trasporto di passeggeri, bagagli, merci o loro combinazioni. Airbus trasforma le cabine degli aerei come se fossero dei container suddividendo lo spazio in sezioni identiche e ripetibili che possono essere personalizzate a seconda delle esigenze dei viaggiatori. Una sezione potrebbe ad esempio essere destinata a zona notte, un'altra sezione a zona bar o a alla classe Economy. Quando l'aereo raggiunge la sua destinazione, ogni sezione può essere scaricata rapidamente e singolarmente e l'intero aereo può essere riconfigurato per il volo successivo. Il video che vi proponiamo sotto chiarisce meglio il concetto di sezione ripetibile Questo sistema consentirebbe di accelerare la fase di carico e scarico dei passeggeri. Infatti ogni sezione potrebbe essere preparata con la configurazione richiesta, compresi i passeggeri, già prima dell'arrivo dell'aereo e successivamente caricata sul nuovo volo. I futuri aerei saranno inoltre dotati di una nuova struttura bionica ottimizzata per fornire resistenza laddove necessario, con un soffitto in cui si può controllare la temperatura dell'aria e può diventare trasparente per permettere una vista panoramica verso l'esterno creando la perfetta combinazione di forza, luce e spazio e avvicinando ancora di più il passeggero alla natura con un'esperienza di volo indimenticabile.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
30 mar 2017

Giappone: l’autobus senza bisogno dell’autista

di Alessandra Santoni

Il Giappone è sicuramente una delle nazioni più all'avanguardia in termini di trasporto pubblico, ma quest'anno sta compiendo sicuramente ulteriori passi avanti in quello che davvero può essere definito il "futuro" della mobilità. Infatti lo scorso anno dalla società di telecomunicazioni SoftBank è nato SB Drive, un progetto che mira a sviluppare la tecnologia dei veicoli autonomi nel trasporto pubblico, con una particolare attenzione alle aree rurali, che hanno bisogno di collegamenti più veloci, semplici e intelligenti, caratteristiche che sono già parte del trasporto pubblico delle grandi metropoli. SB Drive è un progetto in cui si crede molto, tant'è che Yahoo Japan, filiale di Yahoo e una delle aziende tecnologiche più influenti del Giappone, ha investito una somma di 490 milioni di yen (4,4 milioni di dollari) per portare avanti il progetto. Si stanno conducendo adesso i primi test su alcune strade, che saranno poi estesi su larga scala il prossimo anno. Nell'attesa andate a vedervi il video!

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
29 mar 2017

Air Dolomiti: connessi anche tra le nuvole

di Roberto Lentini

Connettersi anche ad alta quota per leggere, ascoltare musica e pianificare il proprio viaggio cercando consigli e idee. È la nuova proposta di Air Dolomiti, Compagnia aerea italiana del Gruppo Lufthansa: è infatti possibile accedere ad una serie di contenuti gratuitamente grazie al sofisticato sistema di Inflight Entertainment! La scelta è vasta e include principalmente i maggiori quotidiani italiani e stranieri, riviste, video, minigame, musica e la sezione moving map (utile per identificare la posizione del volo sulla mappa), oltre che info aggiornate su offerte speciali della compagnia e/o dei partner e sugli eventi a bordo. Il tutto in tre lingue: italiano, inglese e tedesco. Su ogni aereo sono stati installati due dispositivi chiamati Transmitting Pad dotati di un segnale wi-fi che garantisce copertura all’intera cabina: il servizio è gratuito e tutti i passeggeri vi possono accedere. È sufficiente impostare il proprio dispositivo (smarthphone, tablet, laptop) in modalità aereo prima del decollo e opzionare, in un secondo momento, wi-fi nelle proprie impostazioni facilmente visibile grazie all’interfaccia Air Dolomiti. L’accesso è rapido e semplice e non è necessario scaricare alcuna applicazione. Questa importante novità va ad aggiungersi alla recente introduzione degli eJournals, quotidiani e magazine fruibili in formato digitale. In questo modo la Compagnia completa la sua rete di servizi digital confermandosi una realtà attenta ai cambiamenti e alle novità tecnologiche che offre molteplici possibilità di intrattenimento a bordo dei propri voli.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
27 mar 2017

In Lombardia investimenti in infrastrutture per circa 14 miliardi di euro

di Roberto Lentini

Attraverso Rete Ferroviaria Italiana FS Italiane intende investire in Lombardia come previsto nel Piano industriale 2017 - 2026 con l'obiettivo di aumentare e migliorare le performance di mobilità nell’intera regione grazie a un intenso programma di investimenti per il potenziamento tecnologico e infrastrutturale della rete ferroviaria lombarda. Svizzera: nuova linea Arcisate - Stabio Lo stato di avanzamento dei lavori è pari al 75% per quanto riguarda le opere civili. L’attivazione della linea avverrà, come da ultimo cronoprogramma, a dicembre 2017, contestualmente alla riattivazione della linea Varese – Porto Ceresio (circa 9 km), interrotta dal 2009 per consentire i lavori di costruzione del nuovo collegamento. La nuova linea Arcisate – Stabio (Svizzera) si sviluppa principalmente in territorio italiano (oltre 8 km) fino al confine, collegando Varese con Como e il Canton Ticino. Sarà così possibile raggiungere l’aeroporto internazionale di Milano Malpensa dalle città della Svizzera centrale e meridionale nonché connettere le direttrici del Sempione e del Gottardo, grazie all’interscambio ferroviario di Gallarate. Le stazioni Numerosi interventi sono previsti per la stazione FS di Varese: abbattimento delle barriere architettoniche con l’installazione di ascensori/rampe; innalzamento dei marciapiedi a 55 cm dai binari - standard europeo del Servizio ferroviario metropolitano - per facilitare l’accesso ai treni; riqualificazione del fabbricato stazione e del sottopasso; rinnovo e potenziamento degli impianti di informazione ai viaggiatori e di illuminazione. Un programma di riqualificazione è già stato avviato anche per altre stazioni della rete RFI della Lombardia. A fine lavori sarà migliorata l’accessibilità complessiva e la qualità del servizio, a beneficio delle migliaia di pendolari che ogni giorno si sposta per lavoro o studio. Potenziamento infrastrutturale della linea Rho - Gallarate È in corso al CIPE l’istruttoria per approvare il progetto definitivo del potenziamento infrastrutturale del tratto di linea Rho - Parabiago. Il potenziamento della Rho - Gallarate si sviluppa complessivamente per circa 31,5 km, di cui circa 8 km tra Rho e Parabiago. Previsti anche la realizzazione del raccordo a “Y” fra la linea RFI e la linea Ferrovie Nord Milano e il completamento degli interventi di potenziamento infrastrutturale del tratto Parabiago – Gallarate nonché del Piano regolatore generale (PRG) ferroviario delle stazioni di Rho, Busto Arsizio e Gallarate. Sarà così incrementata la capacità dei binari a beneficio dei regionali veloci, del traffico merci e dei treni a lunga percorrenza. La linea attuale sarà specializzata per il traffico suburbano e saranno risolte le interferenze tra i flussi di traffico, con benefici anche sulle relazioni suburbane della linea Milano – Novara. Il raddoppio della linea Cremona - Mantova Il raddoppio della linea Mantova – Cremona sarà realizzato per fasi. Nel 2017 è previsto l’avvio della progettazione della prima fase funzionale: Mantova – Piadena. Il progetto, che prevede l’eliminazione di tutti i passaggi a livello, consentirà di incrementare progressivamente la capacità di traffico e la regolarità e puntualità dei servizi. La linea Alta Velocità/Alta Capacità Milano - Venezia Stazione Brescia Centrale. Sono in corso i lavori per riorganizzare l’assetto dei binari per separare i flussi di traffico (Alta Velocità, media e lunga percorrenza, regionali/metropolitani e merci). Inoltre, si stanno realizzando tre nuovi marciapiedi destinati al servizio AV e al trasporto regionale per Cremona. L’attivazione dei nuovi binari dedicati ai treni AV avverrà nel corso del 2018. Linea Alta Velocità/Alta Capacità Brescia – Verona. È in fase di conclusione l’iter autorizzativo del progetto definitivo. I cantieri saranno avviati nel 2017 e i lavori saranno conclusi entro sette anni. L’opera consentirà la separazione del traffico a lunga percorrenza da quello regionale e metropolitano, elevando lo standard di regolarità e puntualità anche per il traffico pendolare. Il costo complessivo della linea AV/AC inserito nell’aggiornamento 2016 del Contratto di Programma parte Investimenti 2012-2016 fra RFI e Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti è pari a 3,8 miliardi di euro, di cui 2,2 già finanziati, valore da aggiornare a valle della progettazione inerente il quadruplicamento in uscita da Brescia previsto in sostituzione dello shunt. Con l’attivazione dell’esercizio commerciale del tratto di linea AV/AC Treviglio-Brescia, sono stati attivati i collegamenti veloci, 36 minuti di viaggio, tra Brescia e Milano.  

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
24 mar 2017

Tirrenia, svelata la sorpresa i super eroi Dc hanno conquistato i cantieri

di Roberto Lentini

La grande attesa per le novità lasciate trapelare da Tirrenia nei giorni scorsi è finita: i SuperEroi DC hanno conquistato i Cantieri Palumbo di Messina, dove sono iniziati i lavori di decorazione delle fiancate delle navi. La Sharden sarà la prima delle navi Tirrenia che indosserà un “nuovo abito”: quello del Supereroe DC per eccellenza, Batman! Le nuove navi con i Supereroi DC nascono grazie alla partnership tra il Gruppo Onorato Armatori e Warner Bros. Consumer Products. Sulla Sharden le due fiancate saranno una diversa dall’altra: da una parte il Dinamico Duo Batman e Robin, dall’altra Batman con il suo nemico storico, Joker. Un’operazione, quella di decorare le navi della flotta con i supereroi DC, intrapresa per conferire ulteriore dinamismo al processo di rinnovamento della Compagnia. Le fiancate della Sharden sono infatti solo l’inizio del restyling dell’immagine delle navi di Tirrenia, che darà loro uno stile unico, in grado di trasmettere un nuovo slancio alla Compagnia del Gruppo Onorato Armatori. Un’ immagine originale ed inconfondibile, che renderà le navi della flotta più fresche, attraenti e adatte non solo alle famiglie con bambini, target di riferimento imprescindibile, ma anche alle altre tipologie di clientela che viaggeranno con Tirrenia in Sardegna e in Sicilia per vacanza o per lavoro. Una scelta senza dubbio innovativa e anticonformista, quella del Gruppo, che in questo modo avvia una nuova epoca per Tirrenia. Un’operazione, quella di decorare le navi della flotta con i supereroi, intrapresa per conferire ulteriore dinamismo al processo di rinnovamento della Compagnia. Le fiancate della Sharden sono solo l’inizio del restyling dell’immagine delle navi di Tirrenia, che darà loro uno stile unico, in grado di trasmettere un nuovo slancio alla Compagnia del Gruppo Onorato Armatori. Dopo la Sharden, ad aprile sarà la volta della nave Nuraghes. Nel 2018 cambieranno invece livrea Janas, Bithia e Athara, l’anno successivo sarà la volta della Vincenzo Florio e della Raffaele Rubattino. Come parte del rinnovamento i supereroi DC saliranno anche a bordo e animeranno le nuove sale giochi delle navi, per la gioia dei piccoli passeggeri e delle famiglie. "Per Tirrenia si tratta dell’inizio di una nuova epoca– commenta Massimo Mura, Amministratore Delegato della Compagnia – ed è la conferma della volontà del Gruppo Onorato Armatori di proseguire nel processo di rinnovamento della flottae dell’organizzazione aziendale di Tirrenia, consolidando in questo modo la leadership del trasporto marittimo nel Mediterraneo”. Ti potrebbe interessare: #supertirrenia, domani verrà svelata la nuova operazioni d’immagine di Tirrenia

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
21 mar 2017

Le più belle mappe delle metropolitane del mondo

di Amedeo Paladino

Le mappe del trasporto pubblico sono rappresentative della cultura estetica delle città. Le mappe più iconiche ed apprezzate vengono riprodotte nelle magliette, negli ombrelli o nelle tende da doccia. In questa galleria vi mostriamo alcune mappe dei sistemi metropolitani che ci offrono una chiave di lettura della cultura delle rispettive città. Clicca sulle singole mappe e poi scorri la galleria. Questo articolo è liberamente tradotto dalla rivista online CityLab

Leggi tutto    Commenti 0