Articolo
01 set 2018

FIRENZE | Le agevolazioni del comune per gli abbonamenti Ataf

di mobilita

Dal 1° settembre per i residenti a Firenze in possesso dei requisiti sarà possibile chiedere il rimborso utilizzando diverse modalità Per gli studenti fiorentini non universitari e per una buona parte dei residenti  gli abbonamenti del trasporto pubblico non aumenteranno con l’entrata in vigore del nuovo sistema tariffario regionale. Il Comune ha infatti stanziato 1 milione di euro per coprire questa differenza di costo. Gli studenti  iscritti all’Università degli Studi di Firenze non possono richiedere il rimborso in quanto il servizio di trasporto pubblico locale rientra nella “Carta dello studente universitario”. Per chiedere il rimborso è necessario aver presentato la dichiarazione ISEE, essere titolari della carta UNICA e aver acquistato uno dei seguenti titoli di viaggio: abbonamento annuale ordinario ISEE, 260 euro (il beneficio riguarda coloro che avevano diritto all’abbonamento ordinario basic); abbonamento annuale studenti ordinario, 252 euro; abbonamento annuale studenti ISEE, 200 euro. L’entità del rimborso varia  dai 15 euro (abbonamento studenti ISEE) ai 110 euro (abbonamento ordinario ISEE). Come richiedere il rimborso? Dal 1º settembre gli interessati potranno chiedere il rimborso tramite i servizionline disponibili all’indirizzo https://servizionline.comune.fi.i/rimborsotpl/, scegliendo anche la modalità preferita per la riscossione (bonifico o presso uno sportello della Cassa di Risparmio Firenze). Per l’accesso occorre dotarsi delle credenziali del Sistema Pubblico di Identità Digitale SPID o di quelle rilasciate gratuitamente dall’Amministrazione comunale all’indirizzo web http://servizi.comune.fi.it/servizi Per coloro che non dispongono delle credenziali di accesso ai servizi online è possibile inserire la richiesta di rimborso compilando l’apposito modulo disponibile all’indirizzo https://servizionline.comune.fi.it/rimborsotpl/. In questo caso il servizio genera una richiesta cartacea che va stampata, firmata, scannerizzata e inviata tramite e-mail unitamente alla copia sottoscritta e scannerizzata di un valido documento di identità.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
01 set 2018

La Fly VLM posta in liquidazione

di mobilita

SHS Aviation BV, azionista di maggioranza della NV SHS Antwerp Aviation (VLM), ha deciso di sciogliere la compagnia aerea belga e di liquidarla. All'inizio di questo mese era stato annunciato che VLM avrebbe interrotto i collegamenti con Aberdeen, Birmingham, Colonia-Bonn, Maribor, Monaco e Rostock e che VLM si sarebbe occupata dei voli charter aziendali e delle rotte Antwerp-London City Airport e Antwerp-Zurich. Anche i voli di linea da Anversa a Londra e Zurigo sono ora cancellati. L'insediamento ha effetto immediato. Youri Steverlynck e Birgitta Van Itterbeek (Monard Law) sono stati nominati liquidatori. Sono responsabili per i contatti con i potenziali acquirenti. SHS Antwerp Aviation NV è una controllata della società di investimento olandese SHS Aviation BV, che è detenuta al 60% da investitori olandesi e al 40% da investitori cinesi. SHS Antwerp Aviation NV sta sviluppando attività aeree sotto il nome commerciale 'VLM'. VLM dà lavoro a 85 persone.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
31 ago 2018

Accordo di collaborazione per il corridoio intermodale Tirreno Centrale-Adriatico Meridionale

di mobilita

Il presidente dell’AdSP MAM Ugo Patroni Griffi e il presidente dell’AdSP MTCS Francesco Maria di Majo hanno sottoscritto un accordo di collaborazione, della durata di due anni, finalizzato a sviluppare il corridoio intermodale Tirreno Centrale-Adriatico Meridionale, attraverso i porti di Civitavecchia/Gaeta e Bari/Brindisi, mediante la promozione dei collegamenti stradali, ferroviari e logistici tra il Tirreno Centro-Settentrionale e l’Adriatico Meridionale. Attraverso l’istituzione di un gruppo di lavoro permanente verranno individuate sinergie e progetti per il miglioramento, in chiave ecosostenibile e di efficientamento energetico, dei traffici nell’ambito portuale, soprattutto in riferimento agli accessi nei porti del traffico Ro-Ro. “Con la collaborazione dei porti del Tirreno Centro Settentrionale vogliamo rendere sempre più competitivo il trasporto intermodale trasversale, in particolare Ro-Ro, tra la penisola iberica e quella balcanica, soprattutto la Grecia e quindi Turchia; anche attraverso la digitalizzazione e la dematerializzazione dei processi e la individuazione di regimi procedimentali speciali, nell’ambito rispettivamente della ZES della Puglia adriatica e della ZLS laziale– commenta il presidente Patroni Griffi.” Attraverso tale accordo, l’AdSP dei porti laziali intende condividere con l’AdSP dell’Adriatico Meridionale la propria esperienza nella pianificazione energetica ed ambientale del sistema portuale, promuovendo congiuntamente programmi volti a rendere ancora più competitivo, attraverso in particolare l’uso di combustibili alternativi per l’autotrazione e per il trasporto marittimo, il trasporto intermodale tra i porti laziali e quelli pugliesi adriatici.  Con questo Accordo, sottolinea altresì il Presidente di Majo, viene ulteriormente accresciuto il ruolo di Porto gateway di Civitavecchia rispetto ai corridoi intermodali trasversali, assicurando la naturale estensione via terra delle Autostrade del Mare nonché l’integrazione di queste ultime con le catene logistiche non solo del versante tirrenico e di quello adriatico ma anche della Spagna, della Croazia, dei Balcani, della Grecia e da qui anche con la Turchia. Analogamente ai due corridoi trasversali intermodali Civitavecchia-Ancona (che passa per l’Umbria) e Civitavecchia-Roma-Ortona/Pescara, il corridoio trasversale Civitavecchia-Bari/Brindisi, a servizio in particolare del traffico Ro-Ro, contribuirà, commenta infine il Presidente di Majo, a potenziare il ruolo di “land bridge” dell’Italia centrale, con evidenti vantaggi in termini economici ed occupazionali per i porti del Tirreno Centrale e dell’Adriatico Centrale e Meridionale. Sviluppare le diverse direttrici trasversali tra Civitavecchia/Gaeta e i porti dell’Adriatico centrale e meridionale, collegando la penisola iberica con quella balcanica e con la Grecia attraverso un trasporto intermodale in cui la componente marittima è prevalente,  determinerà indubbi vantaggi ambientali, in termini di riduzione di emissioni nocive nell’aria, rispetto al trasporto tutto su gomma, decongestionando anche il traffico sulle strade e autostrade della Liguria e della Pianura Padana.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
31 ago 2018

ROMA | Anche Atac nel progetto della rete mobile di quinta generazione, #Roma5G

di mobilita

Prende il via il progetto Roma 5G per la sperimentazione delle infrastrutture mobili di quinta generazione sui mezzi pubblici.  Atac entra a far parte del nuovo protocollo d’intesa con Roma Capitale, Fastweb ed Ericsson. L’idea è avviare delle sperimentazioni sulle linee bus e ai capolinea dei bus. Fastweb ed Ericsson realizzeranno le infrastrutture di rete necessarie per lo sviluppo dei nuovi servizi digitali abilitati dal 5G, in sinergia con la piattaforma Wi-Fi già diffusa e attiva in città. Atac metterà invece a disposizione le proprie infrastrutture. Grazie all'ingresso di Atac nel progetto Roma5G, continua il comunicato, verranno sviluppate nei prossimi mesi delle sperimentazioni, limitate ad alcune aree della città, riguardanti la Sicurezza pubblica e la Mobilità urbana.“ Un progetto che si svilupperà e partirà nei prossimi mesi, in alcune aree della città.  L’offerta del 5G sui mezzi Atac sarà un servizio in più per gli utenti del trasporto pubblico locale a Roma. "La rivoluzione dei trasporti passa anche per l’innovazione e grazie allo sviluppo di questa tecnologia diamo più scelta e opportunità ai cittadini e turisti della Capitale", ha affermato l'assessore Linda Meleo. Ti potrebbe interessare: ROMA | Acceso il primo segnale della rete mobile di quinta generazione, #Roma5G

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
31 ago 2018

United Airlines annuncia il nuovo servizio stagionale di voli diretti tra Napoli e New York/Newark

di mobilita

United Airlines ha annunciato l’introduzione di un nuovo servizio stagionale di voli giornalieri diretti tra l’Aeroporto Internazionale di Napoli e il suo hub a New York/Newark nel periodo dal 23 maggio al 4 ottobre 2019 (in entrambe le date, i primi voli saranno effettuati da New York a Napoli). Il servizio è soggetto all’approvazione da parte del governo. Con questo nuovo volo, United sarà il primo vettore statunitense a collegare le due città. Napoli sarà così la quarta città italiana ad essere collegata agli Stati Uniti mediante voli diretti per New York/Newark.  “Siamo lieti di inaugurare il nostro nuovo servizio diretto giornaliero tra Napoli e il nostro hub a New York/Newark”, ha dichiarato Marcel Fuchs, vicepresidente di United per le vendite area Atlantico e Pacifico. “Questo nuovo volo rafforza la nostra rete internazionale di voli, offrendo ai nostri clienti italiani una maggiore scelta e libertà di viaggio, con oltre 60 destinazioni negli Stati Uniti, in Canada, in Messico e nei Caraibi raggiungibili con voli diretti da New York/Newark.” Situato a circa 23 chilometri da Manhattan, l’aeroporto Newark Liberty International offre i collegamenti più rapidi per moltissime parti della città, compreso il servizio AirTrain fino alla Penn Station nel cuore di Manhattan, con un tragitto di meno di 30 minuti. Ti potrebbe interessare: Meridiana cancella definitivamente i voli diretti da Palermo e Napoli per New York

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
31 ago 2018

Una nuova compagnia aerea, la Topjets Worldwide, presto sui nostri cieli

di Roberto Lentini

Una nuova compagnia aerea presto varcherà i nostri cieli verso destinazioni  europee e verso destinazioni a lungo raggio come nord America, Africa e Asia in particolare l'India. Si tratta  della  Startup Topjets Worldwide con base dall’aeroporto di Montichiari. E' stata scelta Brescia perché vicina alle principali destinazioni turistiche italiane come Milano, Firenze, Venezia, Lago di Garda, Verona raggiungibili entro un paio d'ore. Al momento la nuova compagnia aerea è in attesa di ottenere il certificato Aoc e la licenza di volo da parte dell'ENAC. Utilizzerà un aeromobile A340-600, configurato in tre classi che in passato faceva parte della flotta Etihad. Ancora non è chiaro se effettuerà voli di linea o servizi charter. A far parte del Team ci sono diversi nomi di professionisti del comparto aviation: H Sidhu - Chairman Y Bhailok - Director H Rehmann - Director C Da Cunha - Commercial Director V Perotti - CAMO / Technical Director M Hawkins  - CEO Designate

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
28 ago 2018

RYANAIR, approvato il primo Contratto Collettivo di Lavoro dei Piloti basati in Italia

di mobilita

Dopo 8 mesi di trattative l'ANPAC ha sottoscritto il primo Contratto Collettivo di Lavoro per i Piloti dipendenti della società Ryanair basati in Italia. Il Contratto è stato sottoposto all'approvazione degli oltre 300 Piloti associati e nella serata di ieri è avvenuto lo spoglio che ha visto l'approvazione del testo contrattuale a larghissima maggioranza. È un avvenimento storico per il vettore irlandese in quanto il Contratto Collettivo di Lavoro di diritto italiano sottoscritto da ANPAC e valido per i Piloti dipendenti da Ryanair basati in Italia è anche il primo Contratto collettivo di lavoro del personale navigante di Ryanair siglato in Europa. ANPAC esprime grande soddisfazione per il risultato ottenuto che dà maggiori tutele e garanzie, oltre che un congruo riconoscimento economico, ai Piloti Ryanair rendendo concreto il percorso di armonizzazione del vettore irlandese iniziato alla fine dello scorso anno. Dopo il riconoscimento delle rappresentanze sindacali, Ryanair finalmente riconosce ai propri dipendenti quanto previsto dall'ordinamento nazionale italiano in termini di TFR attraverso l’introduzione di FONDAEREO quale fondo previdenziale complementare contrattuale, della contribuzione a SANIVOLO quale Cassa di Assistenza Sanitaria Integrativa, del pagamento dei contributi previdenziali e del riconoscimento pieno delle tutele sociali per maternità e paternità. Il percorso necessiterà comunque di ulteriori azioni sul piano fiscale che dovranno essere implementate nel breve termine, anche con l'intervento del Governo italiano, attraverso il Ministero dell'Economia e di quello dei Trasporti, per finalizzare il versamento dei prelievi fiscali da parte Ryanair in Italia al contrario di quanto avviene oggi, a causa dell'applicazione dell'accordo bilaterale Italia-Irlanda, che obbliga il vettore guidato da Michael O'Leary al versamento all'Irlanda dei prelievi fiscali fatti ai dipendenti che operano in Italia. ANPAC al momento è impegnata insieme alla Fit CISL e all'ANPAV nella negoziazione per il Contratto Collettivo di Lavoro per gli Assistenti di Volo Ryanair basati in Italia.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
28 ago 2018

ROMA | 18,5 mln per trasporti e mobilità sostenibile a Roma

di mobilita

Sulla pagina Facebook la sindaca di Roma Capitale Virginia Raggi ha affermato che ci sono nuovi cantieri in partenza per la cura dei trasporti e della mobilità. Parliamo dello #SbloccaCantieri per la messa in sicurezza di strade e attraversamenti pedonali, ammodernamento delle stazioni metro A e B, progetti per le isole ambientali e nuove corsie preferenziali per il trasporto pubblico locale. Nell’ultimo assestamento di Bilancio, secondo la sindaca, sono stati stanziati risorse per circa 18,5 milioni di euro dedicati al comparto dei trasporti e della mobilità sostenibile. Progetti e gare da bandire entro l’anno per lavori che partiranno nel 2019. Interventi che vanno dalla riqualificazione di via La Spezia-via Taranto alla realizzazione dell’isola ambientale del Quadraro Vecchio, oltre a nuove corsie preferenziali, ciclabili e progetti dedicati alla sicurezza delle nostre strade, dagli attraversamenti pedonali luminosi alle nuove pedane tranviarie.  

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
28 ago 2018

FlixBus arriva in Calabria dal 3 settembre

di mobilita

Il leader europeo dei viaggi in autobus sbarca in Calabria, collegando oltre 30 città delle province di Crotone e Cosenza con più di 1.700 destinazioni nazionali ed europee, grazie alla collaborazione con gli operatori storici della mobilità calabrese IAS Touring e Fratelli Romano S.p.A.  Da lunedi 3 settembre FlixBus collegherà infatti 26 centri in provincia di Cosenza, tra cui cittadine di medie dimensioni come Corigliano-Rossano, Rende o Acri e località minori quali Mongrassano, Pietrapaola e Spezzano Terme, e 6 centri in provincia di Crotone, tra cui Cutro, Torretta di Crucoli, Cirò Marina e Strongoli Marina. Chi parte dalle due province potrà così raggiungere direttamente le principali città italiane come Roma, Napoli, Firenze, Venezia e Torino, e con pochi cambi, le principali città europee. Tra le città che maggiormente beneficeranno della collaborazione c’è Cosenza, che sarà collegata con Campania, Lazio, Toscana e Umbria: 14 collegamenti verso Napoli, 42 connessioni verso la Capitale, 14 verso Firenze e Siena e 28 collegamenti con Perugia.   Così come Cariati e Crotone, da cui si potrà viaggiare con facilità verso Roma (21 connessioni a settimana da Cariati e 14 da Crotone), Napoli (7 collegamenti settimanali per entrambe le città), Perugia (14 collegamenti settimanali da Cariati e 7 da Crotone) e Milano (fino a 7 connessioni a settimana da entrambe le città).Grazie alla collaborazione, i passeggeri calabresi potranno inoltre accedere fin da subito a tutti i servizi innovativi FlixBus, come ad esempio il sistema di prenotazione facile e intuitivo sia su App sia tramite sito, la possibilità di acquisto presso le oltre 6.000 agenzie di vendita su tutto il territorio nazionale, la flessibilità di cancellazione e cambio della prenotazione fino a 15 minuti prima della partenza, Wi-Fi gratuito e prese elettriche a bordo e prezzi dinamici e convenienti.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
27 ago 2018

Lo “Shuttle Rimini – Bologna Airport” arriva e parte anche da Pesaro, Valle Foglia e Urbino

di mobilita

Snodi e connessioni, sono le parole chiave del successo del servizio di linea su gomma, 10 corse di andata e ritorno 365 giorni l’anno, tra il capoluogo della riviera e l’hub felsineo. Dalle fermate di Cesena, Rimini e Riccione è infatti possibile, grazie alle collaborazione con cooperative taxi imprese di trasporti del territorio, ogni località del territorio. E dal 1° settembre anche Pesaro, la Valle Foglia e Urbino entrano in connessione con le linee di trasporto dello Shuttle. A mettere disposizione del collegamento, auto o mini van, è l’azienda urbinate NCC, di Flavio Sirotti. Ogni viaggiatore avrà modo di partire direttamente dal portone di casa e dell’albergo dove è ospitato per raggiungere in auto la fermata riminese dello Shuttle, e poi percorrere lo stesso tragitto nel percorso di ritorno. Tutto senza tempi d’attesa e senza dovere utilizzare la propria auto. La tariffa offerta per gli adulti è di 40 euro, 15 euro da 5 a 10 anni, gratuita per i più piccoli. “I modi e i tempi degli spostamenti sono profondamente cambiati. Si usa il meno possibile l’auto di proprietà e i giovani sono ormai abituati a car-sharing e a viaggi costruiti tra costanti connessioni tra differenti vettori. Il plus di una destinazione turistica è la sua raggiungibilità. Devo arrivarci in un’unica soluzione di continuità e viaggiando con comodità senza tempi morti – spiega Roberto Benedettini, amministratore di Vip Srl, la società di gestione dello Shuttle – L’aeroporto Marconi è diventato unno snodo essenziale nel trasporto verso Emilia Romagna e costa adriatica. Il volume dei suoi passeggeri cresce costantemente e anche noi aumentiamo in doppia cifra il numero viaggiatori praticamente ogni mese. La nuova connessione con il Montefeltro, con la città storica, artistica e universitaria di Urbino, apre le porte del Marconi anche alle Marche e a un grande territorio e a un altrettanto grande numero di utenti.” “Siamo felici di entrare a far parte di questo importante progetto e crediamo sia una ottima opportunità per i tanti residenti nella provincia di Pesaro e Urbino, che quotidianamente, per lavoro o turismo, scelgono l’aeroporto di Bologna come punto di partenza per i propri spostamenti. Crediamo ci siano le potenzialità anche per sviluppare e sfruttare questi collegamenti tra il nostro territorio e l’hub felsineo, per costruire un progetto di incoming rivolto soprattutto ai tanti turisti stranieri che scelgono il nostro territorio- ha sottolineato Flavio Sirotti – Con il nostro servizio possono f pianificare e prenotare il proprio itinerario per raggiungere comodamente Urbino e tutto il territorio provinciale. Un ringraziamento particolare va a Ignazio Santangelo e Davide Salvia, due bravi operatori turistici che hanno avuto l’intuizione e l’idea di creare questa collaborazione con lo Shuttle e hanno scelto la nostra azienda, per realizzarlo”

Leggi tutto    Commenti 0